FLOP INFLATION!

Scritto il alle 08:45 da icebergfinanza

Cartoon of the Day: Nah Nah, I Can't Hear You KeithMcCullough Deflation Fed Transitory? | Hedgeye | Scoopnest

Lo abbiamo preannunciato 2 mesi fa, sempre controcorrente, unici come sempre, mentre il mondo intero strillava l’inflazione.

“… riteniamo che la crescita sequenziale del PIL abbia probabilmente già raggiunto il picco in termini mensili e tenderà a scendere…

“C’è chi dice che è solo una pausa, noi suggeriamo che è la pausa definitiva.”

IL PICCO DELL’INFLAZIONE!

Ieri sorridevo a leggere le reazioni piene di stupore degli analisti ed economisti.

Ancora una volta abbiamo avuto ragione, non perché siamo bravi, ma abbiamo semplicemente l’abitudine di interpretare in maniera realistica i fatti, leggere i dati.

Immagine

Immagine

Magari così slanciato, rende meglio l’idea!

Anche il grafico qui sotto aiuta a rendere l’idea di quale sia stata la reazione del mercato!

Immagine

Queste sono le grandi occasioni di cui parliamo quotidianamente, queste sono le grandi occasioni che vi fanno perdere coloro che suggeriscono di investire in prodotti che puntano sull’inflazione, mentre noi puntiamo sulla deflazione.

Se si continua a ignorare la storia, ovvero l’eccesso di debito in circolazione non si comprenderà mai quanto duratura è una deflazione da debiti.

Come riporta Zero Hedge, un altro trimestre, un altro massimo storico del debito globale.

Secondo l’ Institute of International Finance (IIF), il debito globale totale – che include il debito pubblico, delle famiglie, delle imprese e delle banche ma esclude i derivati ​​​​e vari altri prodotti esotici – è salito a un nuovo record di quasi $ 300 trilioni nel secondo trimestre, $ 296 trilioni per la precisione, e un aumento di 4,8 trilioni di dollari nel trimestre. Ciò significa che nei 18 mesi successivi al covid, il debito totale è aumentato di ben 36 trilioni di dollari!

A noi non interessa se la solita inflazione, quella che da sempre frega la classe media, esiste o meno, a noi interessa la dinamica dei tassi, la dinamica della velocità di circolazione della moneta e soprattutto i salari.

A questo proposito, ieri Mike è stato illuminante…

Oggi i lavoratori americani guadagnano solo OTTO CENTESIMI all’ora in più rispetto a gennaio 1973, al netto dell’inflazione! In nove degli ultimi 12 mesi, gli utili corretti per l’inflazione sono diminuiti e qualcuno parla di rischio inflazione, rischio rialzo dei tassi.

L’IPC core è aumentato dello 0,1% ad agosto, segnando il guadagno sequenziale più debole da febbraio. Questo era al di sotto delle aspettative di consenso e ha portato alla moderazione del tasso % su base annua al 4,0% dal 4,3% precedente. L’IPC principale è aumentato dello 0,3% su base mensile, trainato da un aumento del 2,0% dei prezzi dell’energia e da un solido aumento dello 0,4% del cibo.

Sottolineo questo perché senza i prezzi energetici sarebbe stato un crollo!

Scendono pure i prezzi delle auto usate in calo del 4,2 % dal picco, crollano quelli del trasporto aereo del 9,1% mese su mese.  Anche il settore dei servizi di trasporto in generale è sceso del 2,3%, ulteriormente ridotto da un calo del 2,8% nell’assicurazione dei veicoli a motore e un crollo dell’8,5% nel noleggio di auto e camion prezzi.

Era normale che tutto ciò avvenisse, era insostenibile e speculativo il rialzo precedente.

I breakeven di inflazione sono diminuiti lungo la curva con movimenti concentrati nella parte anteriore della curva mentre i tassi reali sono aumentati.

Nel frattempo in arrivo dalla Cina una batteria di nuovi dati su consumi, produzione e investimenti, mentre nel frattempo l’indice composito è sceso addirittura ai minimi da febbraio 2020, la prima contrazione dopo l’inizio della ripresa.

La sintesi è che i dati sono terribili!

Immagine

I soliti economisti si attendevano vendite al dettaglio vicine al 7 % è uscito un miserabile 2,5 %.

Noi ci fermiamo qui, danni tecnici strutturali sono stati prodotti nei grafici di chi ha illuso che il recente rialzo dei tassi avrebbe portato a una svolta, notizie più che positive per noi ma di questo parleremo la prossima settimana insieme al nostro Machiavelli.

Come sempre, più di sempre la realtà ci sta dando ragione, su Icebergfinanza la verità è figlia del tempo!

I manoscritti da inizio anno sono più che sufficienti per comprendere come coglierla, l’ultima grande occasione, la più colossale della storia, perché oggi sono tutti sul lato sbagliato di una barca che sta di nuovo per affondare.

Ricordo a tutti coloro che avessero bisogno, che ICEBERGFINANZA è anche consulenza a 360 gradi, in mezzo a questa tempesta perfetta.

Cliccando sul link qui sotto e mandando una mail a icebergfinanza@gmail.com è possibile avere una consulenza strategica sui possibili sviluppi macroeconomici e finanziari dei prossimi mesi, oltre a ricevere i nostri manoscritti. Buona giornata Andrea

Chiunque volesse sostenere il nostro viaggio riceverà in OMAGGIO le analisi di Machiavelli. Per contribuire al nostro viaggio basta cliccare SUL BANNER  a fianco dei post sul lato destro della pagina o andare alla sezione DONAZIONI…

SEMPLICEMENTE GRAZIE!

Tags:   |
5 commenti Commenta
marco63
Scritto il 16 Settembre 2021 at 19:51

Buonasera, premetto che non sono esperto di finanza ma che spesso visito questo sito per capirne qualcosa. Ho letto quasi tutti i libri di Latouche e mi pare di capire che la deflazione da debiti va a braccietto con la decrescita.
Oggi la mia banca mi ha proposto un finanziamento di 10k€ in 7 anni. Il totale degli interessi è di poco più di 3k, ovvero 4,28% all’anno. Lasciamo perdere. Se ho capito bene le banche hanno i soldi a tassi irrisori se non negativi dalla BCE per alimentare l’economia e poi li vendono a questi tassi. Sapete cosa: preferisco accontentarmi di quello che ho e non spendere. Volevo fare un regalo a mia moglie e comprarmi una casetta per attrezzi da giardino. A mia moglie darò un grosso bacio e gli attrezzi li tengo sparpagliati qua e la. La decrescita non è proprio una bella cosa ma se tutti fanno come me e si accontentano di una vita sobria si è felici lo stesso. Ciao a tutti.

aorlansky60
Scritto il 17 Settembre 2021 at 09:47

Se si continua a ignorare la storia, ovvero l’eccesso di debito in circolazione…

Ieri ho captato da un articolo a tema economico l’aggiornamento della stima relativa al TOTALE di DEBITO MONDIALE riferito a Luglio 2021,
ebbene il dato è semplicemente p-a-u-r-o-s-o :

296 Trillions US Dollars

che tradotto dalla metrica anglosassone a quella europea, significa :

296MILA MILIARDI di US $

(la stima era a 200 Trillions Dollars nel 2011, salito a 225 Trillions nel 2014, ulteriormente lievitato a 250 Trillions nel 2018… ed ha subito un ulteriore più sostanzioso trend al rialzo nel corso degli ultimi 3 anni, causa pandemia globale ma anche per “qualcos’altro” che il vertice di sistema economico/finanziario -di sede USA- non può rivelare al popolo bue… infatti la Fed aveva iniziato il pompaggio di liquidità nel sistema ad OTT2019 ben prima dell’inizio pandemia, a ritmo di 100 miliardi di US $ costanti mensili…)

niente da dire, le BC si sono date da fare nello stampare moneta virtuale a livello delirante in quantità spropositata e irragionevole, e in risultati si vedono in tutta la loro evidenza;

So bene che alla casalinga di Voghera come al pensionato di Macerata questo dato “non frega assolutamente nulla” come per la maggioranza dell’opinione pubblica mondiale oltre che per la comunità finanziaria che continuano tutti ad aver fede nei vari “M.Draghi” “C.Lagarde” “J.Powell” della situazione, ma io molto umilmente penso che prima o poi il mondo intero (nella fattispecie i Paesi più avanzati) si dovrà mettere di fronte al dato di DEBITO GLOBALE raggiunto, ed inevitabilmente allora “qualcosa dovrà accadere” (e non sarà argomento piacevole)…

aorlansky60
Scritto il 17 Settembre 2021 at 09:52

-seguito a quanto appena postato:

io comincio a pensare che non “qualcuno”, ma un intera associazione di cittadini, non necessariamente appartenente ad una sola Nazione, meglio se MOLTO NUMEROSA, si faccia avanti ed inizi a chiedere ai vari “M.Draghi” “C.Lagarde” “J.Powell” della situazione :

MA CHE DIAVOLO AVETE COMBINATO E STATE ANCORA COMBINANDO ?!!?!?

ildebrando
Scritto il 17 Settembre 2021 at 15:38

aorlansky60,

Questo è su come funzionano le porte girevoli nelle banche centrali:

https://wallstreetonparade.com/2021/09/the-latest-outrage-over-fed-presidents-trading-stocks-is-just-the-tip-of-the-iceberg/

aorlansky60
Scritto il 17 Settembre 2021 at 16:22

@ marco63

ti rispondo ponendoti un caso a me capitato di recente:

nel 2018 l’automobile di mia moglie era ormai da cambiare; quando abbiamo scelto marca e modello sostitutivo, avresti dovuto vedere la faccia del venditore (che ovviamente ci propose un pagamento rateale appoggiato alla finanziaria della casa madre, da spalmare in 5anni) quando io gli dissi “no guardi, tante grazie ma io pago subito tutta la somma richiesta CASH” : è diventato BLU in faccia (non esagero).
😀

Il perchè non è difficile da comprendere :

Le finanziarie delle case automobilistiche non sono soggette a crimine di “usura” -al contrario delle comuni banche- se applicano interessi superiori al 7 o 8 o anche 10% sul capitale base; con la BCE che dal 2015 emette denaro in forma gigantesca nel sistema, il denaro ha finito per non costare più nulla… queste finanziarie prendono a prestito il denaro dalla BCE allo “ZERO percento” di interessi, e poi propongono ai clienti finanziamenti per l’acquisto di un automobile, applicando loro il 7, il 9 perfino il 10% di interesse sul capitale finanziato : niente male come affare, no?… tu poi moltiplica il singolo caso per “n” ovvero quanti sono gli acquisti mensili ed annuali nella concessionaria, e relativi finanziamenti, e arrivi alla conclusione che questo sistema è fatto apposta per favorire banche e finanziarie, alle spese di consumatori e cittadini.

Ecco perchè quando un consumatore decide di cambiare la propria auto, la concessionaria propone sempre e sistematicamente UN FINANZIAMENTO RATEALE… per la cronaca, per finire la storia e per raccontarne la fine, io non ho ceduto : “sentite signori, se volete vendermi l’auto, dovete accettare il pagamento a me più gradito…” …hanno ceduto loro. 🙂

SOSTIENI ICEBERGFINANZA
Segui IcebergFinanza su
http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/
SOSTIENI IL NOSTRO VIAGGIO
IL NOSTRO LIBRO clicca qui
ICEBERGFINANZA NEL MONDO
Articolo dal Network
Ftse Mib. L’indice italiano ha un’impostazione ribassista nel breve e medio termine dal punto di
Tutti i mercati stanno lavorando su aree di prezzo di particolare rilevanza monetaria, in quanto com
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2019/2020 (range 15017/25483 ) [ u
Tanto tuonò che piovve, alla fine a forza di buttare benzina sul fuoco, inglesi, americani sono
Analisi dei posizionamenti e del sentiment sul mercato dei derivati, future e opzioni, su S&P500
Ormai è cosa nota a tutti. La Fed ha alzato i tassi dello 0,75%, e adesso ci troviamo nella for
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2019/2020 (range 15017/25483 ) [ u
Puntata speciale di Trading Floor con ospite Pietro Di Lorenzo, trader professionista e fondatore di
Questo grafico è il classico caso dove non sono necessarie ulteriori spiegazioni o parole a cor
Mercati in fibrillazione per la giornata di oggi dove il catalizzatore sarà la riunione del Fomc e
CONTATORE