TITOLI DI STATO …SPAZZATURA!

Scritto il alle 11:03 da icebergfinanza

Come sempre il demonio è un fuoriclasse nella gestione dei particolari, a molti è passata inosservata la lettera di ieri al Wall Street Journal di un senatore qualunque…

Qualunque era una battuta, perché senza il voto di questo senatore, Biden torna ad essere un’anatra zoppa.

In sintesi questo senatore democratico centrista ha scritto una lettera pubblica nella quale spiega per quale motivo non sosterrà la pioggia di elemosina che Biden prevedeva destinare all’economia.

Tralascio le motivazioni perché ci sarebbe da ridere, quello che conta come nei concorsi di bellezza di Keynes è che un giudice sembra aver deciso di votare al contrario.

In un momento di intense divisioni politiche e politiche, ci servirebbe ricordare che i membri del Congresso giurano fedeltà a questa nazione e fedeltà alla sua Costituzione, non a un partito politico.Mettendo una pausa strategica su questa proposta di bilancio, riducendo significativamente la dimensione di ogni possibile disegno di legge di riconciliazione solo a ciò che l’America può permettersi e deve spendere, possiamo e costruiremo una nazione migliore e più forte per tutte le nostre famiglie .

Quindi segnatevela questa, Biden probabilmente, se non taglia la spesa, con la questioncina del tetto del debito ancora sul tavolo, non avrà i voti sufficienti a meno che non si compri il dissenso o qualche repubblicano.

Ma veniamo alle cose serie, in attesa di capire se oggi in America i dati sul mercato del lavoro,  usciranno liberamente o se qualcuno proverà come sempre ad abbellirli.

Mentre le banche di affari americane fanno a gara nel ridurre di quasi il 50 % le previsioni per il Pil nel terzo trimestre, Il CITI e soprattutto il Bloomberg Economic US Surprise ci riporta indietro sino a prima  della pandemia addirittura al 2019!

L’ultima Morgan Stanley ha addirittura ridotto le previsioni dal 6,3% al 2,9 % una meraviglia, chissà quali sfere di cristallo hanno i banchieri centrali!

Un’altra cosuccia che probabilmente vi siete persi, sono le dichiarazioni di Goushi Kataoka, il governatore della BOJ, che sembrano tratte da un manuale della deflazione da debiti…

“È auspicabile tagliare ulteriormente i tassi di interesse negativi e abbassare i tassi a lungo termine attraverso l’acquisto di obbligazioni”, ha detto Kataoka ai giornalisti giovedì.

Non male per una banca centrale che ci prova da oltre 30 anni.

Immagino che sapete cosa significhi tutto ciò, Machiavelli ve lo racconta da anni, l’ultima grande occasione è li all’orizzonte!

Soprattutto oggi ancor di più, visto che il re dei falliti in campo obbligazionario, Bill Gross, ha previsto per l’ennesima volta il crollo del mercato obbligazionario, uno che ci sta provando disperatamente dal lontano 2013, fallendo miseramente ogni anno, ma si sa oggi i falliti salgono in cattedra e insegnano, i furbi parlano e i fessi ascoltano.

Con tutto il rispetto la spazzatura c’è solo nel cervello di questi signori che si ostinano a mettere in piedi scommesse perdenti e soprattutto in coloro che li intervistano.

Tornando alle vicende di casa nostra, l’indole del banchiere Mario Draghi la conosciamo, giorno dopo giorno alza sempre l’asticella, ne sa qualcosa Varoufakis che ce lo ha raccontato bene nel suo libro, un sorta di delirio di onnipotenza che assale tutti coloro che prendono il potere e pensano di fare il bene dell’umanità, il sottile confine tra provocazione e ironia, Juncker amava ricordare che…

„Noi prendiamo una decisione in una stanza, poi la mettiamo sul tavolo e aspettiamo di vedere cosa succede. Se non provoca proteste o rivolte, è perché la maggior parte delle persone non ha idea di ciò che è stato deciso; allora noi andiamo avanti passo dopo passo fino al punto di non ritorno.“ —  Jean-Claude Juncker Origine: Citato in Die Brüsseler Republik  Der Spiegel, 27 dicembre 1999.

Non c’è alcuna fretta, il clima è sempre più caldo e pericoloso, la cazzata di far togliere le mascherine nelle classi in cui sono tutti immunizzati, ci racconta quanto siano ignoranti questi signori, si contageranno tra di loro e poi daranno la colpa agli altri, ma sono soprattutto pericolosi, nell’aizzare uno contro l’altro, come una triste storia insegna.

Tempi difficili direbbe oggi Dickens, tempi pericolosi, il Manzoni ci ricorda la storia  della Colonna Infame il suo saggio storico, che come riporta Wikipedia parlando dell’antica abiezione, ne fa una lezione universale, riportando all’attenzione del lettore le iniquità commesse dai singoli e dalla collettività, il Manzoni mostra come le persone possano esser traviate da superstizioni e credenze fallaci, figurarsi se a raccontarle è un banchiere come Mario Draghi.

I manoscritti da inizio anno sono più che sufficienti per comprendere come coglierla, l’ultima grande occasione, la più colossale della storia, perché oggi sono tutti sul lato sbagliato di una barca che sta di nuovo per affondare.

Ricordo a tutti coloro che avessero bisogno, che ICEBERGFINANZA è anche consulenza a 360 gradi, in mezzo a questa tempesta perfetta.

Cliccando sul link qui sotto e mandando una mail a icebergfinanza@gmail.com è possibile avere una consulenza strategica sui possibili sviluppi macroeconomici e finanziari dei prossimi mesi, oltre a ricevere i nostri manoscritti. Buona giornata Andrea

Chiunque volesse sostenere il nostro viaggio riceverà in OMAGGIO le analisi di Machiavelli. Per contribuire al nostro viaggio basta cliccare SUL BANNER  a fianco dei post sul lato destro della pagina o andare alla sezione DONAZIONI…

SEMPLICEMENTE GRAZIE!

Nessun commento Commenta

SOSTIENI ICEBERGFINANZA
Segui IcebergFinanza su
http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/
SOSTIENI IL NOSTRO VIAGGIO
IL NOSTRO LIBRO clicca qui
ICEBERGFINANZA NEL MONDO
Articolo dal Network
Fino a qualche giorno fa Evergrande era per molti la più sconosciuta società del pianeta. In r
Ftse Mib. Dopo aver toccato il 13 agosto il massimo di periodo a 26.687 punti, l’indice italiano
Ieri sono uscite le vendite al  dettaglio in America, tutto come previsto un mese fa, quando ab
Signori, siamo di fronte ad un problema. Impercettibile, perché stiamo parlando di un qualcosa
Il ribasso del titolo Enel ha messo in apprensione più di un operatore. Enel, insieme alle sue cont
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2019/2020 (range 15017/25483 ) [ u
Potrei parlarvi dell’inflazione USA che è stata meno elevata del previsto. Il che va a confer
Analisi dei posizionamenti monetari totali e parziali sulla trimestrale Dicembre di Eurostoxx50.
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2019/2020 (range 15017/25483 ) [ u
Puntata speciale di Trading Floor con ospite Pierpaolo Scandurra, Amministratore Delegato di Certif
CONTATORE