FED’S FANTASYLAND!

Scritto il alle 09:16 da icebergfinanza

Potential Bubble Trouble For Powell?

Come volevasi dimostrare alla fine la tanto attesa riunione della Federal Reserve ha prodotto il topolino.

Partiamo da qui dall’inflazione la solita frase scontata, è molto probabile che ci sarà un aumento dell’inflazione a marzo e aprile…

Partiamo da qui, prima che qualche pollo che si crede un’aquila ai prossimi dati urli che arriva l’iperinflazione.

Lo scorso anno a differenza di quest’anno, nei mesi di marzo e aprile, in parte anche a maggio, il LOCKDOWN fu più o meno totale in America.

Il PPI e il CPI registrarono una caduta superiore all’1 %, il petrolio andò addirittura in negativo.

Vorrei ricordare agli scienziati che quotidianamente denigrano il nostro lavoro che all’inizio dello scorso anno in OUTLOOK 2020 suggerivamo che mentre il petrolio era a 60 dollari, le possibilità di finire intorno a 10 non erano remote.

Il CPI, prezzi al consuimo, abbiamo visto che l’indice CORE depurato delle componenti volatili energia e alimenti è sotto controllo, mentre per il PPI molto dipenderà dal settore dei servizi, dai prezzi che valgono oltre il 66 % di tutto l’indice secondo il Bureau of Labor Statistics.

Ad aprile i prezzi dei servizi crollarono di oltre il 5 %, l’energia addirittura di oltre il 30 % lo scorso anno.

E’ chiaro che oggi il costo dell’energia e del petrolio produrrà un ENORME incremento anno su anno del PPI, ecco spiegata l’ovvietà condivisa ieri dallo scienziato Powell.

Detto questo ieri la FED nella fantasia a breve delle sue previsioni, del resto sempre fallimentari nella storia ha suggerito un futuro fosco che gli psicopatici che guidano i mercati hanno fatto finta di non vedere.

Alla faccia dei nuovi ruggenti anni venti, la FED ha suggerito che la crescita a lungo termine dopo i rimbalzi da stimoli fiscali e monetari che sono ancora tutti da confermare, sarà, UDITE, UDITE di un anemico 1,8 / 2 %, una crescita del pil reale pessima!

Ovvero sistematicamente inferiore alla media degli ultimi 12 anni!

Immagine

La pandemia COVID-19 sta causando enormi difficoltà umane ed economiche negli Stati Uniti e in tutto il mondo. A seguito di una moderazione del ritmo della ripresa, gli indicatori dell’attività economica e dell’occupazione sono aumentati di recente, sebbene i settori più colpiti dalla pandemia restino deboli. L’inflazione continua a scendere al di sotto del 2 per cento. Le condizioni finanziarie complessive rimangono accomodanti, riflettendo in parte le misure politiche a sostegno dell’economia e del flusso di credito alle famiglie e alle imprese statunitensi.

Il percorso dell’economia dipenderà in modo significativo dal decorso del virus, compresi i progressi sulle vaccinazioni. L’attuale crisi della sanità pubblica continua a pesare sull’attività economica, sull’occupazione e sull’inflazione e pone rischi considerevoli per le prospettive economiche.

Il Comitato cerca di raggiungere il massimo dell’occupazione e dell’inflazione al tasso del 2 per cento nel lungo periodo. Con l’inflazione che scorre costantemente al di sotto di questo obiettivo di lungo periodo, il Comitato mirerà a raggiungere un’inflazione moderatamente superiore al 2% per un po ‘di tempo, in modo che l’inflazione raggiunga una media del 2% nel tempo e le aspettative di inflazione a lungo termine rimangano ben ancorate al 2%.

I mercati non credono alle proiezioni FED in questo momento stanno provando a scardinare la linea MAGINOT, solo 4 governatori su 18 si aspettano un aumento dei tassi nel 2022, solo 7 nel 2023, 4 governatori prevedono 4 aumenti nel 2023.

Immagine

Powell ha detto chiaramente che i tassi resteranno a ZERO sino almeno al 2023.

Il problema è che non ha avuto il coraggio di sgonfiare la vera inflazione, quella da asset che sta alimentando per inseguire finalmente la stabile inflazione sopra il 2 %, quella che hanno miseramente fallito negli ultimi 12 anni,, per non dire ogni volta, BCE in testa.

Qualcuno dice che il dollaro non può che scendere con queste premesse, solo gli ignoranti possono fare simili affermazioni con l’Europa messa decisamente peggio e con il caos vaccini per non parlare di chi pensa che è meglio investire a lungo nell’area euro allo ZERO piuttosto che al 2,5%.

Sarà interessante sapere cosa ne pensa la Yellen, segretario al Tesoro, immagino felicissima di pagare interessi elevatissimi su centinaia di trilioni di dollari di debito.

Ma la stupidità ha i suoi tempi, la storia è piena di scelte stupide, lo suggeriscono 800 anni di bolle finanziarie ed economiche.

Nel frattempo il chierichetto Biden minaccia guerra alla Russia e attacca sul suolo siriano, con la ciliegina della torta la minaccia alla Cina sull’Iran. Fantastico il nuovo corso!

Ricordo a tutti coloro che avessero bisogno, che ICEBERGFINANZA è anche consulenza a 360 gradi, in mezzo a questa tempesta perfetta.

Cliccando sul link qui sotto e mandando una mail a icebergfinanza@gmail.com è possibile avere una consulenza strategica sui possibili sviluppi macroeconomici e finanziari dei prossimi mesi, oltre a ricevere i nostri manoscritti. Buona giornata Andrea

Chiunque volesse sostenere il nostro viaggio riceverà in OMAGGIO le analisi di Machiavelli. Per contribuire al nostro viaggio basta cliccare SUL BANNER  a fianco dei post sul lato destro della pagina o andare alla sezione DONAZIONI…

SEMPLICEMENTE GRAZIE!

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 8.6/10 (9 votes cast)
VN:F [1.9.20_1166]
Rating: +6 (from 8 votes)
FED'S FANTASYLAND!, 8.6 out of 10 based on 9 ratings
Tags:   |
Nessun commento Commenta

I commenti sono chiusi.

SOSTIENI ICEBERGFINANZA
Segui IcebergFinanza su
http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/
SOSTIENI IL NOSTRO VIAGGIO
IL NOSTRO LIBRO clicca qui
ICEBERGFINANZA NEL MONDO
Articolo dal Network
Se fino a qualche tempo fa bisognava essere dei “pionieri” per trattare di tali tematiche, o
Il mercato immobiliare cambia con l’evolversi della società e oggi si assiste ad un vero e propri
Ftse Mib. L’indice italiano si ritrova a fronteggiare la ex trend line rialzista di medio periodo
Tanto tuono che piovve verrebbe da dire, tuoni e fulmini sulla via dell'inflazione! Ieri i da
Sempre molta forza sui mercati azionari confermata anche dalle movimentazioni monetarie che tendono
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2019/2020 (range 15017/25483 ) [ i
Ogni singola giornata rappresenta una puntata di questa incredibile telenovela dal titolo “Imp
  Niente di più noioso e assolutamente inutile di questo mercato telecomandato, un merc
Oggi è l'ultima analisi che faremo sulla scadenza Aprile visto che domani sarà giornata di scadenz
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2019/2020 (range 15017/25483 ) [ i
CONTATORE