DEBT OUT OF CONTROL !

Scritto il alle 09:23 da icebergfinanza

10 Tweets This Morning From Keith McCullough - 08.04.2020 sign sine curve cartoon

Thanks to HEDGEYE

Proseguiamo nel tentativo di raccontarvi la verità figlia del tempo, partendo dai dati in arrivo ieri dall’America, una stagione dei consumi, quella regina gli ultimi due mesi dell’anno che valgono quasi oltre la metà dei fatturati delle aziende, una dinamica che come sempre sorprende chi non ha presente la situazione, chiusure, lockdown a macchia di leopardo, Congresso ancora lontano da un accordo su nuovi aiuti e famiglie con il morale a terra…

Dati in declino e revisioni importanti al ribasso nei mesi precedenti…

Vendite al dettaglio 2020-10

Nei prossimi mesi altri posti di lavoro verranno distrutti e molte difficoltà si preannunciano per coloro che hanno perso il lavoro o lo stanno perdendo, siamo solo alla metà di novembre, qualcuno in giro per l’Europa parla di picco, dimenticando la stagione natalizia e invernale.

Siamo in mezzo a una bolla incredibile, alimentata da chi vive di illusioni, da chi ha disperatamente bisogno del denaro altrui per sopravvivere, fermatevi a riflettere, oltre alla bolla immobiliare in arrivo, quella dei titoli spazzatura è impressionante e la colpa è come sempre delle banche centrali.

Quasi il 20 % delle società quotate in borsa non è in grado di ripagare gli interessi sui prestiti pur a questi livelli di tasso, inoltre l’aumento del debito è stato di quasi 1000 miliardi in questi anni, una cifra impressionante.

Non solo, centinaia di medie aziende sono fallite in questi mesi nonostante il supporto del governo americano, non oso pensare a cosa è successo alle piccole imprese.

Lo scrivo da oltre 10 anni, una simile deflazione da debiti la puoi combattere solo cancellando il debito o ristrutturandolo, le altre opzioni sono tutte fallite!

Il THREAD qui sopra vi spiega per l’ennesima volta il nostro pensiero, per anni siamo stati additati come telebani, quando scrivevamo che le banche centrali sono le principali responsabili dell’instabilità finanziaria, che alimentano la speculazione, che non c’è alternativa alla cancellazione del debito o alla sua ristrutturazione, fallito l’obiettivo inflazione.

Ora ve lo racconta anche William White, non uno qualunque, uno dei pochissimi che insieme a noi ha previsto la crisi subprime del 2008.

Chiunque volesse sostenere il nostro viaggio riceverà in OMAGGIO le analisi di Machiavelli. Per contribuire al nostro viaggio basta cliccare SUL BANNER  a fianco dei post sul lato destro della pagina o andare alla sezione DONAZIONI…

SEMPLICEMENTE GRAZIE!

In Italia purtroppo i dati cancellano l’ottimismo di maniera del governo, la cosa incredibile è che in questi giorni migliaia di folgori esplodono sulla via di Damasco.

Dopo l’incredibile strambata di Enrico Letta e Sassoli, sul MES che vi abbiamo raccontato lunedì, ora ne arriva una ancora più incredibile, il che ci fa dire che la sincerità intellettuale di queste persone è davvero ai minimi storici.

Ricordate cosa vi abbiamo raccontato questa estate a proposito del nostro debito, del fatto che gli interessi pagati dallo Stato alla BCE per i nostri titoli tornano in gran parte indietro attraverso la Banca d’Italia?

Ebbene ora lo scrive anche Cottarelli che per mesi e mesi negava l’evidenza, ora vengono a insegnarci come sia umida l’acqua bagnata.

Meno male che ci siete Voi, sarebbe impossibile smascherare queste mascherine che cambiano idea come le bandiere, gente che per portare avanti le proprie tesi rinnega la verità per poi all’improvviso cambiare nuovamente opinione.

Dite la verità, non è meraviglioso questo mondo, ora abbiamo pure un vaccino che si conserva come uno yogurt, 30 giorni in frigorifero, speriamo che il Governo italiano dopo i banchi con le rotelle non abbia già prenotato milioni di congelatori per conservare a meno 70 gradi il primo vaccino.

Scherzi a parte ho già spiegato nel forum che l’unico vaccino degno di nota e quello che probabilmente uscirà dall’Università di Oxford, in partnership con l’azienda italiana Advent-Irbm di Pomezia. Il meccanismo dei vaccini mediatici di Moderna e Pfizer è completamente diverso da quello tradizione che consiste nell’iniettare direttamente la proteina spike, inoltre richiede una doppia iniezione a distanta di tre o quattro settimane.

Quindi nessuna certezza sulla metodologia che è innovativa, ma prima di metterla sugli altari dovranno passare anni e anni di conferme.

Al di la dell’ansia dei mercati che si inventano qualunque cosa pur di salire, non esiste alcun studio scientifico attendibile sulla fase 3, solo dati preliminari su qualche centinaia di anime, personalmente resto estremamente scettico sia per la speculazione che sta dietro il fenomeno a partire dai rispettivi manager, sia perché la fretta è sempre una cattiva consigliera.

Detto questo, ciò che scrivo non è Vangelo, ma solo la mia opinione su quello che vedo, dati e numeri, posso sbagliarmi forse, ovviamente le Vostre scelte fatele facendovi aiutare dalla Vostra consapevolezza, non certo sulla base di ciò che si legge su Icebergfinanza, ci mancherebbe.

La verità è figlia del tempo!

Ricordo a tutti coloro che avessero bisogno che ICEBERGFINANZA è anche consulenza a 360 gradi, in mezzo a questa tempesta perfetta.

Cliccando sul link qui sotto e mandando una mail a icebergfinanza@gmail.com è possibile avere una consulenza strategica sui possibili sviluppi macroeconomici e finanziari dei prossimi mesi. Buona giornata Andrea

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 9.2/10 (14 votes cast)
VN:F [1.9.20_1166]
Rating: +7 (from 7 votes)
DEBT OUT OF CONTROL !, 9.2 out of 10 based on 14 ratings
6 commenti Commenta
optional77
Scritto il 18 novembre 2020 at 16:57

L’articolo di Cottarelli é interessante e sicuramente di spessore, che però non risolve un mio dubbio: once upon a time (anni 70) la banca d’italia, che comprava i titoli di stato italiani non sottoscritti dal mercato. Venne il Ministro del tesoro Andreatta, che decretò la fine di questo giochino, perché, secondo lui, provocava inflazione. E tutti dissero, bravo! finalmente! viva il mercato, basta mano pubblica nell’economia che storpia le eterne leggi della domanda-offerta!

E ora il caro Cottarelli ripropone la stessa ricetta ante-Andreatta…..l’eterno ritorno del sempre uguale. Come finirà? nessuno lo sà perché noi, nel frattempo, abbiamo capito che l’economia non é una scienza esatta, e dei manuali di macroeconomia su cui si studiava negli anni 80/90 potremmo farci un simpatico fuoco natalizio…. Però io una cosa la sò: non esistono colazioni gratis……

gnutim
Scritto il 19 novembre 2020 at 14:31

Gentile Optional77, dici bene
Però ti faccio notare che l’idea stessa di moneta è molto discutibile. Il fatto che un pezzo di carta da 100 euro valga 10 kg di fragole chi te lo garantisce? in Venezuela questo non è più garantito.
Quello che garantisce la spendibilità di quel semplice pezzo di carta è (grossolanamente) la banca centrale e le ricchezze dei paesi sottostanti. Prima era il valore dell’oro nei caveau delle BC.

Quindi lo opzioni sono due:
1) valutare come una volta il valore della moneta cartacea all’oro (o ad altro elemento di valore…farei pure acqua)
2) continuare come adesso e accettare quindi anche considerazioni che una % di debito possa essere “riassorbita internamente” con la distribuzione dei proventi delle BC ai corrispettivi governi. Cosa che tra l’altro già succede… purtroppo l’ignoranza è il male peggiore dell’umanità dopo l’egoismo, che ci possiamo fare?
Tu pensi che il reddito di cittadinanza non siano una marea di colazioni gratis?
Per alcuni sono sempre gratis per altri si pagano doppio.

Il concetto di azzeramento del debito non è ufficialmente accettato ma è praticamente perpetuato soprattutto in Ue, Usa, ecc ecc

idleproc
Scritto il 19 novembre 2020 at 18:07

La colazione gratis e abbondante a livello di finanza globale la hanno finita da un pezzo, il loro unico problema e come farla e continuare a farla pagare agli altri.

phitio
Scritto il 19 novembre 2020 at 23:44

L’economia non è una scienza esatta?
No, L’economia al massimo è una materia socio umanistica con dentro qualche giochino matematico, che difficilmente supera il livello di aritmetica du base e di rado supera quello delle derivate prime.
In sostanza, l’economia è borderline con la pseudoscienza.
L’uomo è al centro dell’ economia, con la sua razionalità mescolata in pari grado con irrazionalità. Volerla codificare come una scienza seria, totalmente strutturata su dati e modelli matematici rigorosi, è un esercizio di futilità.

Per inciso se interessa a qualcuno, le mie fonti segnalano impeterrite la vittoria finale di Trump.
Saluti…

optional77@finanza,

stanziale
Scritto il 20 novembre 2020 at 08:44

“Quasi il 20% delle aziende quotate(Usa)non sono in grado di rimborsare…”
Chissa’ come sono messi OGGI gli stati europei che del loro sistema finanziario bancario in termini di opacita’ hanno fatto la regola. E quindi chissa’ come sara’ schizzato ancora piu’ in alto il debito aggregato che so’, dell’Olanda che amava farci le lezioncine ma che aveva debiti il doppio dei nostri , anche dai report mille volte proposti da Andrea Mazzalai,questo e’ il piu’ aggiornato che si trova , vediamo, vediamo, i debiti delle bancone franco tedesche con il commercio mondiale rallentato e che fine faranno i prestiti che hanno concesso a queste aziende decotte https://www.google.com/url?sa=t&rct=j&q=&esrc=s&source=web&cd=&cad=rja&uact=8&ved=2ahUKEwjF-qyszJDtAhUIvaQKHS-oChUQFjAIegQIChAC&url=https%3A%2F%2Fwww.ilsussidiario.net%2Fnews%2Ffinanza-i-numeri-monstre-del-debito-olandese-che-litalia-deve-impugnare-in-europa%2F2020802%2F&usg=AOvVaw3WkLIy3AFqOsI_B8aaT8lR

aorlansky60
Scritto il 25 novembre 2020 at 13:21

@ optional77

Non è da dimenticare un certo A.Ciampi, che insieme a B.Andreatta, una notte di Marzo 1981 (nota bene: senza passare attraverso discussione parlamentare, e se non era un tema critico quello, ditemi voi…) decisero quanto hai ricordato (scorporo Min.d.Tesoro da Banca d’Italia, con fine del meccanismo di finanziamento noto);

i libri di storia non ce lo diranno mai (per ovvi motivi…) ma io credo che non fu nemmeno una decisione loro… credo che furono “costretti” da poteri assai più in alto di loro, al di fuori dai ns confini… loro due al limite ci misero “nome e firma” sul decreto, ma quel meccanismo di auto-finanziamento (BankItalia che riacquista inoptato da aste del Tesoro) andava bene, troppo bene per non dare fastidio a paesi MOLTO PIU’ FORTI a livello decisionale (leggi: FINANZA in primis, POLITICA internazionale a seguire) rispetto al livello in cui si ritrovava l’Italia… da quella fatidica data, ha inizio progressivamente la sudditanza (economico/finanziaria, quella politica già esisteva) del ns paese verso USA & UK, passando attraverso gli anni 90 quando altri “geni” di casa nostra (r.prodi e sinistra in genere) decisero che “privatizzare era bello e necessario” per il futuro del paese(sic) ed iniziarono la svendita delle perle migliori della ns economia (società anche caratterizzate da grande “know-how” come Telecom per es) a paesi esteri.

@ Gnutim

Quindi lo opzioni sono due:
1) valutare come una volta il valore della moneta cartacea all’oro…

opzione tardiva ormai; impossibile da poter essere presa in considerazione;
il livello di debito (pubbl. e privato che gira a livello mondiale) è ormai talmente elevato e fuori controllo, ed essendo peraltro l’ORO una materia preziosa (riconosciuta tale a livello mondiale, da più millenni di storia) ma anche fisica da estrarre (contrariamente alla carta fiat che si può stampare all’infinito), sarebbe impossibile riuscire a trovare ed estrarre il corrispettivo di ORO da legare la moneta cartacea emessa negli ultimi 10anni… e non è ancora finita… la “stamperia” intendo… se non vogliono vedere sbriciolarsi come un castello di sabbia tutto il sistema (una bolla gigantesca numericamente nemmeno più misurabile) che hanno concorso a creare tramite la liquidità facile da 10anni a questa parte…

@ Stanziale

è tutta una questione di numeri, in effetti; il debito “aggregato” troppo scomodo per molti (che hanno fatto astutamente finire “sotto il tappeto” il proprio per celarne la gravità) è in effetti assai meno rilevante per l’Italia (che conta su un risparmio privato che nessun altro paese al mondo, salvo il Giappone, può vantare) ma l’Italia, purtroppo, non è nella condizione di farlo notare (se si pensa a chi ci rappresenta politicamente a Bruxelles, sopratutto il pd che non ha mai voluto contrariare l’UE)… peraltro è proprio attraverso i numeri comunemente accettati in sede europea, quelli ufficiali emessi da Eurostat, che i paesi con debito aggregato rilevante riescono a tenere sotto pressione [e ricatto] l’Italia, attraverso il solo dato di debito pubblico…

SOSTIENI ICEBERGFINANZA
Segui IcebergFinanza su
http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/
SOSTIENI IL NOSTRO VIAGGIO
IL NOSTRO LIBRO clicca qui
REVOLVERSMAPS

ICEBERGFINANZA NEL MONDO

Articolo dal Network
Le notizie sul vaccino danno entusiasmo al mercato e anche alle cosiddette mani forti che tornan
Sempre interessante vedere dove sono finiti i flussi finanziari nelle ultime settimane. Qui vede
Sempre interessante vedere dove sono finiti i flussi finanziari nelle ultime settimane. Qui vede
Ftse Mib. Si è un po’ placato l’ottimismo sull’indice italiano dopo il test di 22.334 punti
La premessa prima di iniziare oggi è che questo post non è per i deboli di cuore e suggerisco
Sono partite le iscrizioni per l’Innovability School, la scuola dedicata alle startup di stampo in
Aggiornamento dei posizionamenti monetari. Sulle Mibo continua la pressione dei future ma inizian
Eccoci qui, entrati nel nuovo mese che chiuderà questo maledetto e bisesto (lasciatemelo dire)
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) [ u
Aggiornamento dei posizionamenti monetari. Su tutti i sottostanti prosegue il riposizionamento co