AMERICA… GANGS OF NEW YORK !

Scritto il alle 10:30 da icebergfinanza

Ieri è uscito all’improvviso l’indice Empire State manufacturing che segnala una contrazione del settore manifatturiero come non si vedeva dalle due ultime recessioni in America…

The August 2015 Empire State Manufacturing Survey indicates that business activity declined for New York manufacturers. The headline general business conditions index tumbled nineteen points to -14.9, its lowest level since 2009. The new orders and shipments indexes also fell sharply, to -15.7 and -13.8 respectively, pointing to a marked decline in both orders and shipments. The inventories index dropped to -17.3, signaling that inventory levels were lower. Price indexes showed that input prices were slightly higher, while selling prices were flat. Labor market indicators suggested that employment levels and hours worked were little changed. Indexes for the six-month outlook registered somewhat greater optimism than in July, with the future general business conditions index rising seven points to 33.6. Empire State Manufacturing Survey

ImmagineC’è da dire che si tratta di un piccolo distretto manifatturiero, il terzo d’America dopo quello di Chicago e Philadelphia, ma osservare crolli dal 14 al 17 % dovrebbe far riflettere a meno che non si tratti dei soliti dati presi a caso.

Ovviamente, siccome l’economia mondiale è in gran forma, il ” Future general business condition index ” segnala ottimismo che sprizza ovunque.

Non lontano, sembra che nel secondo distretto manifatturiero, la scorsa settimana in uno scantinato della Federal Reserve di Philadelphia, una gang di economisti al riparo da occhi indiscreti abbia aggiornato il piano per far esplodere l’economia americana nel secondo semestre dell’anno…

Economists trim third and fourth-quarter growth forecasts

Hanno fatto aggiustamenti verso il basso sulle loro visioni per l’economia americana, hanno bloccato la loro previsioni di rialzo sull’ inflazione, dicendo che nel prossimo futuro sarebbe rimasta sotto controllo.

Gli economisti vedono l’economia crescere al 2,7 per cento e 2,8 per cento  nel trimestre corrente e nel quarto, rispettivamente. Questo rispetto alle previsioni mediane di una crescita del 3.1 per cento e del 2,9 per cento nella precedente rilevazione di maggio.

Si hanno spostato dello zero virgola nulla le loro previsioni.

Chissà che ne pensano quelli di Atlanta, che sono ancora fermi allo zero virgola!

Evolution of Atlanta Fed GDPNow real GDP forecast

GDPNow – Federal Reserve Bank of Atlanta

Ma siccome non va tanto bene il 2015 aumentano quelle per il 2016, in fondo funziona così il mondo degli ottimisti, ti pagano fior fior di quattrini per dire fesserie, in fondo poi nessuno te ne chiede conto.

“Per i primi tre mesi del 2016, sono proiettati ad una crescita per  il ​​prodotto interno lordo  del 2,8 per cento, superiore al 2,4 per cento aumento della precedente rilevazione.”

Su base annua, i 42 previsori nell’ultimo sondaggio della Fed di Philadelphia hanno ridotto le loro previsioni per il 2015 al 2,3 per cento dal 2,4 per cento nel sondaggio precedente. Hanno mantenuto la loro prospettiva mediana per il 2016 al 2,8 per cento.

Gli analisti rivisto verso il basso anche la loro previsione sulla crescita di posti di lavoro nella seconda metà del 2015.

Il resto sull’inflazione lo lascio leggere a Voi, quello che conta è che hanno scelto il nuovo governatore della Fed di Dallas, che sostituisce uno dei falchi della Fed, Fisher.

Robert Steven Kaplan, attualmente professore alla Harvard Business School, è stato selezionato come il nuovo presidente della Federal Reserve di Dallas (Texas) prendendo il posto lasciato scoperto lo scorso marzo da Richard Fisher. Il suo incarico sarà effettivo dall’8 settembre prossimo.(…) Prima di arrivare nella prestigiosa università di Harvard nel 2006, Kaplan aveva lavorato come vice presidente di Goldman Sachs con responsabilità nelle divisioni di investment banking e investment management. (America24)

Goldman Sachs Goldman Sachs Goldman Sachs Goldman Sachs Goldman Sachs Goldman Sachs Goldman Sachs Goldman Sachs Goldman Sachs Goldman Sachs Goldman Sachs etc etc etc…

A si… Shangai è crollata di nuovo e le borse asiatiche sono ai minimi da due anni, ma sai tanto la svalutazione è una tantum e l’inflazione è sparita persino in Inghilterra.

Contribuisci anche tu LIBERAMENTE a tenere in vita un’isola di condivisione quotidiana nell’oceano infinito di questa tempesta perfetta …Chiunque volesse ricevere le ultime analisi può liberamente contribuire al nostro viaggio

cliccando qui sopra …

o sul banner in cima al blog o sul lato destro della pagina. Semplicemente Grazie.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 10.0/10 (19 votes cast)
VN:F [1.9.20_1166]
Rating: +16 (from 16 votes)
AMERICA... GANGS OF NEW YORK !, 10.0 out of 10 based on 19 ratings
8 commenti Commenta
gnutim
Scritto il 18 agosto 2015 at 14:45

Un’altra puntata del più grande successo dell’euro:

Grecia: cede 14 aeroporti alla tedesca Fraport

gnutim
Scritto il 18 agosto 2015 at 14:46

e noi pensiamo di vendere a settembre le poste?

Con i mercati in queste condizioni?

Riuscirà il buon Padoan vuole fare peggio di Prodi quando è riuscito a svendere l’Iri a chichessia?

madmax
Scritto il 18 agosto 2015 at 17:37

gnutim@finanza,

Caro amico,
Te lo dico con tutto il cuore: guarda che le crisi si fanno per comprare la robbba dei poveri a basso prezzo!
Nel 2012 nella grande crisi dove tutti impallinavani l’Italia il BTP 2026 7.25% quotava 100, oggi lo ritrovi a 152 con una cedola del 7.25% dove lo trovi un altro babbo natale?

veleno50
Scritto il 18 agosto 2015 at 18:56

madmax,

Questo è il mercato, una volta i commercianti andavano al mercato compravano i polli, li rivendevano guadagnavano oppure rimettevano perchè il pollo era ammalato o moriva prima di venderlo. Sul btp citato sopra incredibile percentuale di guadagno su un titolo di stato. Recentemente durante la crisi greca a Giugno ci sono stati ribassi forti il btp 2032 da 100 che quotava è sceso a 84 dopo 65 giorni dal minimo è arrivato in data odierna a 93.Quasi un 10% senza il rischio cambio.

glare
Scritto il 18 agosto 2015 at 19:20

gnutim@finanza,

A fronte di 85 Miliardi di cartastraccia devono fare privatizzazioni per oltre 50 reali, se la gente capisse che l’euro è la più grande truffa verso alcune nazioni d’europa guarda caso i Piigs , forse il nostro futuro sarebbe un pò differente.
Comunque ciò non toglie che Tzipras sia anche egli un traditore della propria patria ma che verrà ricordato nei libri di storia come colui che salvò la Grecia dal fallimento.
A proposito fine della cresita mondiale per i prossimi diciamo 5 anni se va bene..e adesso cosa si inventeranno per derubare i polli..aspetto proprio un bel post quando Andrea tornerà dalle vacanze.

La realtà è sempre dura da mandare giù figuriamoci da digerire…buone privatizzazioni a tutti.

sherpa
Scritto il 18 agosto 2015 at 19:22

Andrea: quando riuscirai a trovare un dato positivo ci avvisi?
Hai voja a esse’ ottimista. Uno ‘cce prova ma manco col paraocchi!!

gnutim@finanza,

Temo che a far peggio di Prodi ci riesca senza difficoltà (e senza nessuna voglia opposizione).
Hai ragione, vendere adesso vuol dire svendere, se poi sono assetti importanti e redditizi non bisogna assolutamente vendere, è un’idiozia.
Se fossero poco redditizi poi il problema non si porrebbe in quanto non li vorrebbe nessuno.

dorf001
Scritto il 18 agosto 2015 at 23:39

la questione è semplice e un pò inguaiata. come dice sotto :

Marco Della Luna

SOTTOMISSIONE FINANZIARIA

LA CRISI PERMANENTE COME INGEGNERIA SOCIALE

NELLA LOTTA DI CLASSE DELLA GRANDE FINANZA

CONTRO I POPOLI DELLA TERRA

SOTTOMISSIONE FINANZIARIA

LA CRISI PERMANENTE COME INGEGNERIA SOCIALE

NELLA LOTTA DI CLASSE DELLA GRANDE FINANZA

CONTRO I POPOLI DELLA TERRA

Introduzione

leggere qua : http://marcodellaluna.info/sito/2015/06/27/sottomissione-finanziaria/

capitan_harlok
Scritto il 19 agosto 2015 at 07:01

veleno50@finanza:
madmax,

Questo è il mercato, una volta i commercianti andavano al mercato compravano i polli, li rivendevano guadagnavano oppure rimettevano perchè il pollo era ammalato o moriva prima di venderlo. Sul btp citato sopra incredibile percentuale di guadagno su un titolo di stato. Recentemente durante la crisi greca a Giugno ci sono stati ribassi forti il btp 2032 da 100 che quotava è sceso a 84 dopo 65 giorni dal minimo è arrivato in data odierna a 93.Quasi un 10% senza il rischio cambio.

Velento ,intanto ci siamo finiti ad oggo 17 agosto le risorse natirali cjela terra riesce a generare in un anno e da qui a fine anno saremo in debito, quindi viva il capitalismo il liberalismo e l’espansione economica pintiamo ancora su qieste puttanate che il sistema liberale americano continua ad esportare in giro per il mondo, forse bisognerebbe pensare ad una sostenibilita nel lungo periodo e ad uma cooperazione tra popoli altrimenti caro mio ne i tuoi nipoti ne tanto meno i miei vivranno su questo pianeta cosi facilmente come le venerazioni precedenti che sono tra l’altro responsabili di questo sfacello e decadento ,

SOSTIENI ICEBERGFINANZA
Segui IcebergFinanza su
http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/
SOSTIENI IL NOSTRO VIAGGIO
IL NOSTRO LIBRO clicca qui
CONSULENZA ECONOMICO FINANZIARIA
Articolo dal Network
Volete sapere chi ha comprato azioni a Wall Street in questi ultimi anni? Di certo non i risparm
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) [ u
Anche se arriva una tregua apparente sulla tematica "trade war" il mercato non si fida. Gli oper
Le truffe su internet sono dietro l'angolo per cercare di estorcere denaro o rubare i dati perso
Guest post: Trading Room #335. La settimana appena trascorsa si è conclusa meglio di quanto si po
Mercati: gli indici internazionali hanno reagito positivamente alla notizia della tregue tra USA e C
Sembra che gli Stati Uniti vogliano attenuare la loro guerra commerciale sui dazi con la Cina. A que
Fantastico, meraviglioso, entusiasmante accordo nel fine settimana tra i cinesi e gli americani,
ORE 7.30 L'importante escursione dei prezzi avvenuta nella giornata di venerdì ha ribaltato di fat
Analisi Tecnica Eccoci ancora qui col "tira e molla" sui dazi ... USA - Cina Ora vanno di nuovo