ASPETTANDO MISTER FOMC!

Scritto il alle 14:00 da icebergfinanza

Affascinante davvero! Ci siamo lasciati alle spalle un piatto di mozzarelle di bufale come il recente stress test della BCE che subito ne troviamo davanti un’altro servito su un piatto d’argento dalla FED, …la perniciosa inutilità della politica monetaria  e i rischi che derivano dal fare affidamento su di essa… sono oggi una realtà, come direbbe il nostro Galbraith.

In attesa dell’ormai consueto concorso di bellezza organizzato dalla FED ricordo a tutti che non importa tanto quale sarà la futura dinamica dei tassi,  ma come voteranno i giudici.

Quello che è certo è che il FOMC annuncerà la fine dell’ennesimo QE in attesa del prossimo, che non tarderà arrivare entro il 2015.

Non è prevista alcuna conferenza stampa da parte della governatrice Yellen e quindi solo le speculazioni potranno muovere i mercati.

Quello che è certo è che la FED continuerà ad assicurare sostegno ai mercati.attraverso la conferma di tassi bassi per lungo tempo ancora, probabilmente ben oltre quello che si aspettano i mercati ed alcuni governatori, ovvero ultimo trimestre del 2015.

E’ probabile che possibili cambiamenti non avverranno prima della riunione di dicembre dove è prevista la consueta conferenza stampa, che avrà il compito di favorire il consueto rally natalizio.

Vista la particolare attenzione alle dinamiche dell’inflazione, sarà interessante osservare l’effetto che avrà la rivalutazione del dollaro sui prossimi dati relativi all’inflazione, senza dimenticare quello  che sta accadendo in Cina e Inghilterra come abbiamo già visto, disinflazione globale che non mancherà di manifestarsi ovunque.

Concludo solo un rapido accenno alle ultime vendite di nuove abitazioni in America, che avevano fatto sognare gli ultimi irriducibili sostenitori del nuovo miracolo americano.

Come spesso faccio notare è inutile osservare il piccolo puntino che mensilmente compare nella grande pagina bianca delle revisioni, le vendite per i tre mesi precedenti (giugno, luglio e agosto) sono state tutte riviste al ribasso, ad agosto del 7,5 % e a luglio del 5,3%

Quello che ben pochi hanno fatto notare è il collasso dei prezzi, una chicca per un’economia che vola come quella americana…

Di questo passo, se si ferma anche questo motore…

Ma questa è una storia che riguarda il prossimo anno, intanto godiamoci le loro illusioni.

Nel frattempo …Fed, almeno altri due anni prima di vedere un rialzo dei tassi

NEW YORK (WSI) – La maggior parte degli investitori e degli osservatori dei mercati finanziari globali si aspetta un rialzo dei tassi d’interesse. Pur condividendo queste aspettative, i Chief Investment Officer delle società affiliate del Gruppo Legg Mason ritengono che saranno necessari un altro paio d’anni circa, se non di più, prima che il movimento si concretizzi.

(…) “La strada verso il rialzo dei tassi è ancora lunga”, ha dichiarato Ken Leech, CIO di Western Asset, una delle società di gestione degli investimenti obbligazionari più grandi e importanti del mondo. Vale a dire un periodo ipoteticamente compreso tra i 18 e i 24 mesi. Leech ha aggiunto che cinque anni fa nessuno avrebbe potuto prevedere gli attuali sviluppi sui mercati globali. La complessità della situazione renderà arduo per la Federal Reserve USA mettere in atto la preannunciata intenzione di rialzare i tassi nel breve periodo.

“Le autorità di politica monetaria avranno bisogno di parecchio tempo prima di cambiare direzione”, ha affermato Leech. Per questa e altre ragioni, “siamo attirati dalla parte lunga della curva Usa”. (…)

“Abbiamo adottato una posizione lunga sui bond statunitensi trentennali negli ultimi nove mesi”, ha commentato David Hoffman di Brandywine Global, altra boutique di Legg Mason specializzata negli investimenti value del segmento obbligazionario e azionario. “Il rischio più grave è che la Fed non faccia quello che dovrebbe”, ha sottolineato.

Peccato che non studino la storia, peccato che non conoscano l’analisi empirica direbbe il nostro Machiavelli, in fondo a noi va bene così.

MACHIAVELLI INCONTRA FORREST GUMP un viaggio appena incominciato, un viaggio lungo tre anni…

Il Tuo sostegno è fondamentale per il nostro lavoro…

Contribuisci anche tu LIBERAMENTE a tenere in vita un’isola di condivisione quotidiana nell’oceano infinito di questa tempesta perfetta …

Chiunque volesse ricevere le ultime analisi può liberamente contribuire al nostro viaggio … cliccando qui sopra o sul banner in cima al blog o sul lato destro della pagina. Semplicemente Grazie.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 9.4/10 (19 votes cast)
VN:F [1.9.20_1166]
Rating: +12 (from 16 votes)
ASPETTANDO MISTER FOMC!, 9.4 out of 10 based on 19 ratings
Nessun commento Commenta

I commenti sono chiusi.

SOSTIENI ICEBERGFINANZA
Segui IcebergFinanza su
http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/
SOSTIENI IL NOSTRO VIAGGIO
IL NOSTRO LIBRO clicca qui
CONSULENZA ECONOMICO FINANZIARIA
Articolo dal Network
Prima di iniziare a parlare di Brexit, diamo una rapida occhiata a come sono andate le recenti a
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) [ u
Ftse Mib: l'indice italiano segna un po' di debolezza oggi. Ricordiamo che dalla prossima settimana
E si, purtroppo continuiamo a parlare di Brexit, mentre loro continuano a credere alle favole, n
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) [ u
Alert pensioni per l'Italia che arranca nella classifica di sostenibilità dei sistemi pensionistic
Ftse Mib: l'indice italiano oggi apre debole. Il quadro grafico però rimane invariato. Possibile ne
Quali sono i ritorni, ovvero i rendimenti attesi dalle varie asset class nei prossimi 5 anni? Ec
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) [ u
Nel mese di ottobre sono salite le tariffe di luce e gas per i consumatori ancora in regime di maggi