MIRACOLO IN AMERICA!

Scritto il alle 18:37 da icebergfinanza

Due giorni fa ho appena finito di scrivere il capitolo relativo all’economia americana nel contesto della nuova analisi ” MAGGIO 2012: EURO FU SICCOME IMMOBILE” evidenziando come sarebbe stato da manuale fare uscire un’indagine ISM del settore manifatturiero in controtendenza con tutti gli altri indici manifatturieri regionali già comunicati, che puntuale come un orologio svizzero esce il nuovo miracolo americano, un miracolo che in America in piena campagna elettorale è la norma.

E’ stato come mettere in un sacco tanti brutti ranocchi e all’improvviso baciati dalla mano invisibile della fortuna ( chi ha orecchie per intendere intenda… )  ritrovarsi un principe

Ma prima facciamo una piccola premessa…

Dallas Fed Activity Index : -3,4, in calo dal  + 10,8 del mese scorso.

Kansas City Manufacturing Index:. 3, in calo dal 9 del mese scorso.

Richmond Fed Index: 14, contro 7 del mese scorso.

Empire State Index:  6,56, in calo dal 20,21 del mese scorso.

Philly Fed Survey: 8,5, in calo dal 12,5 del mese scorso.

Chicago PMI:  56,2, in calo dal 62,2 del mese scorso.

E tralascio per amor di patria anche il leggendario CFNAI index sempre della Fed di Chicago!

E poi all’improvviso in una mattinata di inizio primavera…

Economic activity in the manufacturing sector expanded in April for the 33rd consecutive month, and the overall economy grew for the 35th consecutive month, say the nation’s supply executives in the latest Manufacturing ISM Report On Business®.

The report was issued today by Bradley J. Holcomb, CPSM, CPSD, chair of the Institute for Supply Management™ Manufacturing Business Survey Committee. “The PMI registered 54.8 percent, an increase of 1.4 percentage points from March’s reading of 53.4 percent, indicating expansion in the manufacturing sector for the 33rd consecutive month. Sixteen of the 18 industries reflected overall growth in April, and the New Orders, Production and Employment Indexes all increased, indicating growth at faster rates than in March.

Ragazzi in cima all’articolo ci sono i cocchieri stanno tutti per passare a prelevarvi con un biglietto di solo andata per il Paese dei Balocchi o meglio per chi ancora crede ai dati americani, per il Paese degli Alocchi!

Nel frattempo è in preparazione un’analisi dettagliata sulle prospettive tecniche e macroeconomiche per i prossimi mesi dedicata ai recenti sostenitori di Icebergfinanza e a coloro che vorranno contribuire liberamente cliccando qui sopra…

…dal titolo “MAGGIO 2012 ” EURO FU. SICCOME IMMOBILE ”

Semplicemente GRAZIE per il tuo libero sostegno all’informazione indipendente!

 

 

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 8.9/10 (11 votes cast)
VN:F [1.9.20_1166]
Rating: +10 (from 10 votes)
MIRACOLO IN AMERICA!, 8.9 out of 10 based on 11 ratings
Tags:   |
4 commenti Commenta
sd
Scritto il 1 Maggio 2012 at 21:19

Per Il Cuculo

Abbiamo discusso diverse volte sull’argomento evasione ma purtroppo, non sò se a causa della mia incapacità a mettere per iscritto i miei pensieri oppure per qualche altro motivo (spero che nessuno abbia pregudizi verso gli imprenditori, artigiani o autonomi), non sono mai riuscito a farti cambiare idea o almeno a prendere in considerazione un altro punto di vista sulla questione !!!
Gli imprenditori sono “uomini” e quindi hanno tutti i pregi e i difetti di qualsiasi altra persona, sia dipendente o altro. Sono avidi, amano la bella vita e quindi si comportano di conseguenza e cercano di sfruttare i mezzi che hanno a disposizione………………..perchè un dipendente non fà lo stesso appena può ?

Se negli ultimi tempi in italia si sono suicidati decine di piccoli imprenditori un motivo ci sarà oppure vogliamo commentare come ha fatto l’attuale Presidente del C che in Grecia si sono suicidati a centinaia !!!
E se io ti dicessi che ho scelto di fare l’artigiano invece che il dipendente, non per motivi economici, ma bensì perchè preferisco essere libero ed indipendente, anche se questo con molta probabilità mi è costato caro in termini economici !!!
Fare l’imprenditore è una libera scelta (a volte….non sempre…qualcuno è costretto a farlo per mancanza di alternative) tutti possono farlo basta andare da un commercialista ed aprire una P. IVA ci vogliono 10 minuti.

Probabilmente le tue opinioni sono dettate dal fatto di lavorare in una grande azienda dove il modo di fare imprenditoria è molto diverso dal mondo degli artigiani o micro-imprenditori. Noi operiamo in modo diverso, di solito non abbiamo la possibilità di determinare il “giusto reddito”, anzi oserei dire che viviamo alla giornata e abbiamo pochissime possibilità di gestire il nostro reddito annuale…..se l’economia và bene si può anche guadagnare altrimenti si è costretti a vivere a “pane e acqua”.
Comunque tutti siamo liberi di farlo………provate e poi frà qualche anno faremo un bilancio.

Un saluto

SD

PS
Non è obbligatorio andare al mare per prendere il sole e fare il bagno………basta un terrazzo o un giardino e qualche chilo di sale integrale sciolto nella vasca, è più economico e meno stressante hehehehe

sd
Scritto il 1 Maggio 2012 at 21:29

Sempre per Il Cuculo

Mi sono dimenticato di commentare il fatto dell’accertamento fiscale……

Fai pure le mele marcie e la concorrenza va eliminata senza pietà……..hehehe

A proposito quando si “paga in nero” il reato è da ambe le parti e vengono perseguiti sia chi evade che chi asseconda il reato.

SD

edmontdantes
Scritto il 1 Maggio 2012 at 23:12

Euro o USD ?

Capitano, perche´nessuno scrive in Italia quanto sotto, ovvero che solo il 61% del debito US e´comprato…sono numeri da brivido, che se accadessero a qualcuno del Mediterraneo tutti griderebbero allo scandalo ! Ecco perche´l´Euro da fastidio perche non si vendono T´Bill ed allora good by uncle Sam !!!

Former Treasury official Lawrence Goodman recently pointed out that investors are shunning US bonds and notes; the lack of other buyers forced the Federal Reserve to buy “a stunning . . . 61 percent of the total net issuance of US government debt” last year.

Read more: http://www.nypost.com/p/news/opinion/opedcolumnists/how_us_debt_risks_dollar_doomsday_j8dxHSYWUa22QpSN7ttOIL#ixzz1tee6Ju49

icebergfinanza
Scritto il 1 Maggio 2012 at 23:26

edmontdantes@finanza,

Direi che il ditino è sulla piaga! Solo con il monopolio del dollaro puoi schiavizzare gli altri e a tua volta indebitarti senza problemi. Chi ha più paura oggi la Cina che potrebbe vedersi volatilizzare immense ricchezze con un’eventuale esplosione del dollaro o gli Stati Uniti che potranno continuare a stampare senza alcun limite… domani osserveremo cadere un’altra leggenda metropolitana americana, quella dell’indipendenza delle banche centrali, soprattutto della federal reserve…

SOSTIENI ICEBERGFINANZA
Segui IcebergFinanza su
http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/
SOSTIENI IL NOSTRO VIAGGIO
IL NOSTRO LIBRO clicca qui
ICEBERGFINANZA NEL MONDO
Articolo dal Network
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2019/2020 (range 15017/25483 ) [ u
La volatilità sembra aumentare ma questo non spaventai i mercati e tantomeno le mani forti che
Staccare la spina è sicuramente utile per ricaricare le batterie ma ha un effetto collaterale.
Torniamo a occuparci di dinamiche economiche con l'ultimo dato arrivato dal settore dei servizi
Anche su questo ennesimo massimo i trigger operativi sono sempre gli stessi: aumento di put dietro a
Analisi Tecnica Beh, che dire .... Doppio test sul supporto a 23800 (livello costruito molti ann
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2019/2020 (range 15017/25483 ) [ u
24 Luglio. Veloce analisi intermarket di S&P500 relativamente alla scadenza trimestrale Sette
Ftse Mib. All’inizio della settimana l’indice italiano è stato travolto dalla volatilità fino
CONTATORE