SOCIETE GENERALE E UNICREDIT: GLI AVVOLTOI DELLA FINANZA INGLESE!

Scritto il alle 21:11 da icebergfinanza

Come ho scritto recentemente a proposito di alcuni avvoltoi che amano scatenare il panico…


Quello che però vorrei farVi notare attraverso il terrorismo mediatico e di una parte della blogosfera è come una notizia infondata che riportava il fatto che Societè Générale e Unicredit potessero avere bisogno di un piano di salvataggio nazionale e che i governi francesi e italiano si starebbero preparando per intervenire, una notizia che il " Daily Mail" avrebbe pubblicato al seguente indirizzo http://www.dailymail.co.uk/news/article-2023302/France-Italy-stand-bail-biggest-banks-euro-crisis-worsens.html

Ebbene se provate a cliccarvi sopra arriverete a questa conclusione…

Sorry… The page you have requested does not exist or is no longer available.

Avvoltoi e sciacalli si stanno divertendo a spaventare il dio Pan, a terrorizzarvi con notizie infondate, senza verificarle minimamente, ma i lettori di questo blog, sanno cosa significa CONSAPEVOLEZZA. Le quotidiane idiozie americane su una corsa agli sportelli in Italia addirittura di notte, sono puro letame.

E grazie ad una delle nostre vedette, guardate cosa è apparso oggi sul http://www.dailymail.co.uk/money/markets/article-2024243/Apology-Mail-Sunday-article-Soci-t-G-n-rale.html 

In an article that appeared in the print edition and online version of the Mail on Sunday on 7 August 2011, it was suggested that according to Mail on Sunday sources Société Générale, one of Europe's largest banks, was in a 'perilous' state and possibly on the 'brink of disaster'.

We now accept that this was not true and we unreservedly apologise to Société Générale for any embarrassment caused.

Ovvero…. in un articolo apparso nell'edizione di stampa e nella versione on line di Domenica 7 agosto 2011, è stato suggerito che secondo alcune fonti , Societe Generale, una delle più grandi banche europee era in una situazione pericolosa e sull'orlo del disastro.

Tutto cio non corrisponde alla realtà e senza riserve ci scusiamo con Societe Generale per qualsiasi imbarazzo causato.

Dopo il massacro odierno e solo ora, questi simpatici monelli si scusano con i francesi e per quanto riguarda Unicredit e le nostre banche nessun riferimento. 

Dopo qualche rumors ben assestato sul downgrade del rating francese la smentita delle tre sorelline regine di semplici "opinoni" non ha prodotto alcun cambiamento nella percezione di un mercato ormai fuori controllo, controllato e manipolato da un pugno di avvoltoi.

Solo il tempo ci dirà quanto di vero c'è in quello che sta accadendo, importante è che ognuno di Voi ricordi quanto accadde nella Grande Crisi, anche se in molti hanno la memoria corta a proposito di untori.

In molti si stanno divertendo in questo inferno hedge fund e banche d'investimento ma non solo. Forse è veramente giunto il momento di colpirne uno per educarne cento! 

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)
12 commenti Commenta
Scritto il 10 agosto 2011 at 21:56

La paura è un'ottimo lubrificante per permettere alla politica l'introduzione di norme abnormi, ingiuste e magari sbagliate.
I macellai sociali stanno affilando i coltelli a guai a chi si tira indietro.
Ma ci sarà qualcuno, un opposizione, un sindacato, gli esponenti della società civile, che mantenga un po' di dignità in questo bordello?

Comunque qualche suggerimento mi sento di darlo.

Caro Tremonti perchè non vai a chiedere un altro 5% ai tuoi amici dello scudo fiscale? se non ricordo hai permesso di ripulire 120 miliardi di denaro sporco (anche di sangue) con un'altro 5% (6 miliardi) potresi evitare di togliere gli assegni di accompagnamento agli anziani non autosifficienti.
Che ne dici ci puoi fare un pensierino  ?
Certo che gli anziani non autosufficienti non ti fanno molta paura, è difficile che vengano in via XX settebre con un bel cappio già insaponato.
Magari qualche parente…

utente anonimo
Scritto il 10 agosto 2011 at 22:07

Il commento di:

Dream Theater,

è un anno e passa che vi dico che il mondo così come l’abbiamo visto negli ultimi 30 anni è FINITO, FALLITO,MORTO ma nessuno mi dà retta nemmeno mi risponde, probabilmente i “gufi” come me vanno zittiti e nemmeno ascoltati infatti questo sarà l’ultimo mio commento scritto.
RIPETO: A BREVE POTRà ANCHE RIMBALZARE ANCHE TANTO E SE IL QE3,4,5,6 SARà CORPOSO ANCHE PER 6/9 MESI, MA IL RISULTATO FINALE NON CAMBIERà. FALLIRà TUTTO CON GUERRE CIVILI E CHI NON AVRà PRESO LA SUA TERRA IN ZONE LONTANE DAI GROSSI CENTRI (ORO, ARGENTO E VIVERI) SOCCOMBERà. Scusate se sono un pò negativo, ma purtroppo questo sarà il nostro futuro.
Buona serata a tutti, Daniele. 
Andrea il tuo idealismo acquariano non ti salverà, siamo al finale di partita.
Il male sta trionfando, è talmente forte che lo senti psichicamente, l'uccisione morale e professionale del pubblico ministero Ferraro ne è la più alta testimonianza. Trova rifugio, il tempo stringe.

Scritto il 10 agosto 2011 at 22:41

Non trovo piu rifugi…antiatomici gli hanno esauriti! Suvvia siamo seri e ora che qualche banca venga naxionalizzata! Andrea

utente anonimo
Scritto il 10 agosto 2011 at 23:26

Ehi. Ma il blog è diventato un CSM?
Il padrone del Commento 2 andrebbe internato!!!
Firmato: UTV (Un trader Vero)

Scritto il 11 agosto 2011 at 05:32

IUTV il ccommento in questione è stato fatto da un certo daniele al quale ho risposto adeguatamente…sto ancora cercando rifugi antiatomici ma non ne trovo. ;-D

Scritto il 11 agosto 2011 at 06:54

Ieri sera a Focus Economia su Radio24 il buon Barisoni diceva (me lo vedo scrollare la testa) che non si capisce cosa stia succedendo.
Diceva il buon Ockham che di solito la risposta corretta ad una domanda è quella che richiede meno ipotesi a priori, ovvero che di fronte ad un ventaglio di possibili soluzioni quella più semplice è probabilmente quella giusta.

1) La borsa dai minimi del 2009 ad oggi è cresciuta molto più di quanto i fondamentali di bilancio delle aziende quotate potessero indicare. Questo grazie ai bassissimi tassi di interesse
2) La ripresina economica è arrivata al capolinea per cui non c'è nessuna speranza di pompare ulteriormente i valori di borsa
3) quindi comincia la corsa a vendere al più presto per cercare di chiudere le posizioni in attivo o minimizzando eventuali perdite per poi ripartire con gli acquisti, ben garantiti da BB che terrà il costo del denaro a zero per altri 18 mesi (almeno)
4) nel frattempo si parcheggia la liquidità sull'oro che fa un record al giorno.

Magari io non capisco un caxxo di economia ma mi pae una spiegazione sufficientemente semplice da suonare ragionevole

La domanda è come si fa a togliere il giocattolo dalle mani di questi delinquenti?

Scritto il 11 agosto 2011 at 07:00

LETTA: TUTTO PRECIPITA, VALUTIAMO OGNI IPOTESI – Il governo sta valutando tutte le possibilità e tutte le ipotesi. Lo ha detto, secondo quanto si apprende, il sottosegretario alla presidenza del Consiglio Gianni Letta nel corso dell'incontro tra governo e parti sociali sulla crisi. Letta avrebbe aggiunto: sappiamo che servono scelte rapide e coerenti. In questi cinque giorni tutto è cambiato, tutto è precipitato, avrebbe detto sempre il sottosegretario sottolineando come la realtà sia in così rapida evoluzione. Il sottosegretario Gianni Letta, sempre secondo quanto si apprende da fonti presenti all'incontro tra governo e parti sociali sulla crisi, avrebbe aggiunto che giungono notizie del crollo della Borsa e dell'aumento degli spread. Per questo servono scelte rapide e la situazione da affrontare sarebbe già diversa da quella del precedente incontro con le parti che si era tenuto appena la scorsa settimana.

Andrea,

in questi ultimi 5 giorni ero in Ferie e forse mi sono perso qualcosa, secondo te cosa intende Letta quando dice che in questi ultimi cinque giorni TUTTO E' CAMBIATO ?
Ma i nostri politici si fanno un'opinione sul da farsi giorno per giorno leggendo i giornali?
Ma Letta non era uno di quelli buoni?

utente anonimo
Scritto il 11 agosto 2011 at 07:16

#  Il commento 2  è un ottimista,spera di poter farcela da solo senza che nessuno lo disturbi.
ma il crollo improvviso e totale del sistema è molto lontano,e bisogna arrivarci.

secondo me ne è un esempio la ''primavera araba'',scontri,manifestazioni e morti: risultato solo un cambio di governo e in certi casi legge marziale e ancora meno diritti.stessa cosa per l'inghilterra.
ieri ho sentito parlare di ''ancora più rigore ed equità'' ma quelle parole sembravano rivolte solo al mio ceto sociale di operaio,che negli ultimi 2 anni ha dovuto produrre di più,con mezzi più scarsi e paga ridotta e per il futuro prossimo ancora tagli al personale.
obama ,se non è un dipendente della finanza,ha fallito e l'europa andrà avanti solo con leggi sempre più restrittive per la popolazione,spacciandole magari per ''sicurezza''

simone

Scritto il 11 agosto 2011 at 07:30

Cuculo chi e’ Letta? Scherzi a parte alla pagina 125 del mio libro hai la risposta alla Tua domanda …un abbraccio Andrea

utente anonimo
Scritto il 11 agosto 2011 at 08:01

Letta? tra lui e il suo nipote è una gara a perdere!

utente anonimo
Scritto il 11 agosto 2011 at 09:49

ho porvato a commentare larisposta del daily, mi è stato risposto " we are sorry we don't accept comment for legal reason"

utente anonimo
Scritto il 11 agosto 2011 at 17:11

Buonasera, a mio avviso andrebbe apportata una semplice modifica all’attuale sistema finanziario. Le tre agenzie di rating dovrebbero essere sostituite da agenzie di rating sovranazionale, magari una per l’Europa, una per l’America e una per l’Asia. Non è possibile che S&P, Moody’s e Fitch nei cui consigli di amministrazione sono presenti le maggiori banche americane abbiano il potere di controllare il mercato. Dovrebbero semplicemente esprimere una valutazione e invece sembrano emettere delle sentenze (ultimamente sembrano andare di moda le sentenze capitali…)
Certo questo non risolverebbe tutti i problemi ma sicuramente darebbe una mano!

SOSTIENI ICEBERGFINANZA
Segui IcebergFinanza su
http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/
SOSTIENI IL NOSTRO VIAGGIO
IL NOSTRO LIBRO clicca qui
REVOLVERSMAPS

ICEBERGFINANZA NEL MONDO

Articolo dal Network
Analisi Tecnica Perdiamo il canale rialzista e con long black anche i 19300... La doji di indecisi
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) [ u
I dati macro di venerdi hanno dato un po' di positività in più ma attenzione, in ambito intermar
Iniziamo con una bella notizia, nuovi minimi sul rendimento trentennale dei nostri tesorucci
Ftse Mib. Dopo la rottura della ex trend line rialzista che ha accompagnato i corsi da metà febbra
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) [ u
Alla fine anche lo SP500 ce l’ha fatta, è tornato alle quotazioni a cui si trovava a metà fe
Avrete avuto modo ieri di vedere il post sulle aspettative di crescita economica redatte dal Con
Ftse Mib. Dopo aver rotto con volatilità la trend line rialzista che ha accompagnato i corsi da me
Queste le movimentazioni monetarie. Sulle Mibofuture stabili e chiusura della componente call da 20