VOGLIO TORNARE A SORRIDERE!

Scritto il alle 04:00 da icebergfinanza

Voglio tornare a sorridere

di BANANA YOSHIMOTO  articolo pubblicato su REPUBBLICA   

Al momento del terremoto stavo andando a prendere mio figlio a scuola. Guidava mio marito e la potenza della scossa lo ha costretto ad accostare e fermarsi. Dal finestrino dell'auto ho visto i grattacieli ondeggiare in distanza e ho pensato "Sarà un guaio grosso". Fortunatamente mio figlio era sano e salvo a scuola e siamo tornati a casa con lui senza problemi.

Qualche piccolo danno c'è stato in casa, tipo portafotografie in frantumi e libri caduti a terra dagli scaffali, ma fortunatamente nulla di serio.

Subito un'amica che abita nel nostro quartiere è venuta a offrirci aiuto. Ho accompagnato a casa gente che non poteva rientrare per via dei trasporti pubblici bloccati.
I cellulari non funzionavano così il sistema migliore per ottenere informazioni erano Twitter e Viber. Ci sono state altre scosse di assestamento ma senza danni gravi a Tokyo.
Il problema ora è che, sconvolta dal disastro, la gente ha fatto incetta di beni di consumo quotidiano. Riso, scatolame e carta igienica sono ormai introvabili. E non è facile spostarsi in auto per via dei problemi di rifornimento di carburante.

Il bombardamento di immagini tragiche dello tsunami in TV ha avuto un impatto pesante sulla psicologia della gente. Alcuni media lo hanno capito e sono tornati al palinsesto normale con le ultime notizie che scorrono in sottofondo. Ho trovato questa decisione molto coraggiosa e ho apprezzato molto Tokyo Channel 12, pioniere di questa scelta.

Quanto alla centrale di Fukushima, ancora non mi sono fatta un'idea mia in mezzo ai tanti commenti diversi. Comunque dico solo che mi ha colpito l'alta professionalità dei tecnici giapponesi che stanno facendo tutto il possibile per evitare l'esplosione, invece di chiacchierare su cosa sia giusto o sbagliato. Il mio cuore scoppia di dolore per la morte di tante persone in questo disastro ma vedo gli sforzi della protezione civile nell'opera di salvataggio e la solidarietà tra i sopravvissuti. Non passa giorno senza che io scopra la grandezza del popolo giapponese. Credo che uno scrittore debba portare a tutti speranza in qualunque situazione. Comunque sia non voglio smettere di sorridere, voglio mantenere la mia libertà di pensiero e intendo affrontare con coraggio le avversità.

© 2011 by All rights reserved
Traduzione di Emilia Benghi             

Si un bombardamento di immagini tragiche, di avvenimenti e notizie tragiche, un bombardamento mediatico che viviseziona ogni omicidio o suicidio, che anestetizza le coscienze, per un istante di spettacolo gratuito. 

Internet e la televisione vanno utilizzati con parsimonia ed equilibrio.

E' ora di tornare tutti a sorridere, a credere nella vita nonostante tutto! 

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)
Tags:   |
30 commenti Commenta
utente anonimo
Scritto il 18 marzo 2011 at 05:52

VORREMMO POTER SORRIDERE,  MA TUTTI.

DOPO LE DICHIARAZIONI DEL PRESIDENTE FORMIGONI IERI SERA A ANNOZERO DOVE  HA DICHIARATO
" CHE UNO STUDIO DICE CHE LA LOMBARDIA NON E' ADATTA A OSPITARE CENTRALI NUCLEARI E CHE POI LA REGIONE E' AUTOSUFFICIENTE".  

DOPO LE DICHIARAZIONI DI BOSSI " IL VENETO E' AUTOSUFFICENTE E LA GENTE NON LE VUOLE"

DOPO LE DICHIARAZIONE DEL PRESIDENTE I ZAIA,   E DELLA POLVERINI,

APPARE FIN TROPPO EVIDENTE  , CHE LE  REGIONI  DESTINATE DESTINATE AD ACCOGLIERE

LE  " INNOCUE" CENTRALI SIANO QUELLE DEL CENTROSUD

,  (     TRANNE IL LAZIO DEL PAPA )  IN PRIMIS,  LA  CAMPANIA
 
 ,CHE SI E' GIA'  OFFERTA.

  UN GRAZIE VA PER IL MOMENTO  SOLO AD  ADRIANO CELENTANO
 

utente anonimo
Scritto il 18 marzo 2011 at 08:57

Almeno il sud servira finalmente a qualcosa.
Certo che fidarsi di gestioni nucleari al sud è difficile e da pazzi.
Mi tocchera votare No al prossimo referendum
Che noia la politica

utente anonimo
Scritto il 18 marzo 2011 at 11:22

Solo sciacallaggio

http://kazu-kura.blogspot.com/2011/03/ubriaca-e-famosa.htmlnun

utente anonimo
Scritto il 18 marzo 2011 at 11:22

Siete solo sciacalli

http://mondoalbino.wordpress.com/2011/03/17/follow-the-russian-stream/

utente anonimo
Scritto il 18 marzo 2011 at 11:23

Finche’ i russi non dicono niente noi siamo tranquilli. Loro hanno avuto Chernobyl; quando vedremo i russi abbandonare Fukushima allora sara’ il momento di preoccuparsi”.

Scritto il 18 marzo 2011 at 11:52

si … che cessi lo spettacolo, ma non che cessi l'interesse perchè la vera prova , per quel popolo comincia adesso.
m aciò che deve seriamente iniziare, ora, è un ragionamento serio e ponderato , sul nucleare.
una chiara visione, non più imposta solo da coloro ch ehanno il monopolio delle risorse.
sarebbe ora, e chiedo la Vs. collaborazione di cominciare a diffondere le notizie sui brevetti di Focardi&Rossi sulla fusione fredda.
non inquinante, praticamente illimitata e a basso costo.
credo ch equeste tre caratteristiche siano già la ragione per cui tutti i media stanno oscurando quanto avvenuto.
vedere tutta la documentazione sui test.

http://www.luogocomune.net/site/modules/news/article.php?storyid=3700

utente anonimo
Scritto il 18 marzo 2011 at 15:28

a proposito di sorridere, ti prego Mazzalai Andrea, tra tre giorni inizia la primavera che tu stranamente prevedi DISASTROSA per i mercati, in cosiderazione delle autunno che prevedevi devastante o dell'inverno che avrebbe lasciato il segno o dell'estate 2009 che etec etc etc, 

ti prego non cambiare idea cosi ci facciamo un altro piu' 30%.

avvisa il mondo quando vedrai con serenità l'azionario, cosi ci mettiamo tutti short, perchè vorrà dire che anche il piu' catastrofista del mondo ha cambiato idea ed è il momento Minsk che tanto aspetti è giunto

ahahahahahahahahahhahahahahahhahahahahhahahahhaha

utente anonimo
Scritto il 18 marzo 2011 at 16:45

numero 7 sei veramente malato.
raffaele

utente anonimo
Scritto il 18 marzo 2011 at 18:12

Sciacalli

http://www.asianews.it/notizie-it/Fukushima-non-%C3%A8-Cernobyl.-E-i-morti-per-l%E2%80%99energia-eolica-sono-molti-di-pi%C3%B9-21064.html

Certo che ci si mette Mensa che afferma di essere fisico nucleare a sparare cazzate sulla fusione fredda siamo proprio messi bene.

Scritto il 18 marzo 2011 at 18:42

Raffaele il signore del post numero sette e’ una vecchia conoscenza un povero ragazzo al quale auguro tanta fortuna. Quello che passa il conventio purtroppo ciò che ci regala il suo mondo, lasciateli perdere in fondo sono come nebbia al sole! Spariscono nel nulla basta ignorarli ciao Andrea

utente anonimo
Scritto il 18 marzo 2011 at 20:27

si, scusa Andrea.
raffaele

Scritto il 18 marzo 2011 at 21:20

Solo una mano d’angelo
intatta di sè, del suo amore per sè,
potrebbe
offrirmi la concavità del suo palmo
perché vi riversi il mio pianto.
La mano dell’uomo vivente
è troppo impigliata nei fili dell’oggi e dell’ieri,
è troppo ricolma di vita e di plasma di vita!
Non potrà mai la mano dell’uomo mondarsi
per il tranquillo pianto del proprio fratello!
E dunque, soltanto una mano di angelo bianco
dalle lontane radici nutrite d’eterno e d’immenso
potrebbe filtrare serena le confessioni dell’uomo
senza vibrarne sul fondo in un cenno di viva ripulsa.
(Alda Merini, Solo una mano d’angelo)
 

Scritto il 18 marzo 2011 at 21:53

@ 9
così, tanto per gradire, li hai visti i filmati ?
hai sentito che è la terza volta che ripetono i test davanti a personale internazionale ?
che con 600watt e una piccola quantità di idrogeno hanno prodotto circa 15 kwatt ?
che hanno addirittura misurato l'emissione parallela dei due positroni ?
certo non ho assistito io a nessuno dei 3 test, ma non pensi che varrebbe almeno la pena parlarne ?
o facciamo come col progetto Archimede di Rubbia ch eha dovuto andare a brevettarlo negli USA, da dove, messa a punto la tecnologia , probabilmente ci venderanno gli impianti ?
e tutto ciò perchè in italia siamo furbi , vero ?
da noi bastano 4 bustarelle dei petroliri per mettere ogni cosa a tacere, metterla sotto silenzio…. già ma noi i soldi pubblicili impiegheremo a fare il ponte sullo stretto, che non interessa nessuno e andrà giù alla prima scossa di terremoto.
ma noi si , ch esiamo furbi, vero ?

Scritto il 18 marzo 2011 at 22:02


"La Terra siamo Noi…"

 
PRENDI UN SORRISO

Prendi un sorriso,
regalalo a chi non l’ha mai avuto.

Prendi un raggio di sole,
fallo volare là dove regna la notte.

Scopri una sorgente,
fa bagnare chi vive nel fango.

Prendi una lacrima,
posala sul volto di chi non ha pianto.

Prendi il coraggio,
mettilo nell’animo di chi non sa lottare.

Scopri la vita,
raccontala a chi non sa capirla.

Prendi la speranza,
e vivi nella sua luce.

Prendi la bontà,
e donala a chi non sa donare.

Scopri l’amore,
e fallo conoscere al mondo

Mahatma Gandhi
 
 

utente anonimo
Scritto il 18 marzo 2011 at 22:33

Mensa,

li ho visti i filmati dei due dementi, uno vecchio pensionato che parla mezzo assonnato con la scritta Toilette dietro, l'altro completamente rincoglionito, ma più giovane, che dice ho misurato, ma non so niente, non vi posso dire, c'è il brevetto, ecc.

E i quattro accademici bolognesi che li ascoltano che se la ridono sotto i baffi.

Non paragoniamo Rubbia a queste nullità

Scritto il 19 marzo 2011 at 13:44

http://www.youtube.com/watch?v=LuFJRdij-_U

Volano le libellule,
sopra gli stagni e le pozzanghere in città,
sembra che se ne freghino,
della ricchezza che ora viene e dopo va,

prendimi non mi concedere,
nessuna replica alle tue fatalità,
eccomi son tutto un fremito ehi.

Passano alcune musiche,
ma quando passano la terra tremerà,
sembrano esplosioni inutili,
ma in certi cuori qualche cosa resterà,
non si sa come si creano,
costellazioni di galassie e di energia,
giocano a dadi gli uomini,
resta sul tavolo un avanzo di magia.

Sono solo stasera senza di te,
mi hai lasciato da solo davanti al cielo
e non so leggere, vienimi a prendere
mi riconosci ho le tasche piene di sassi.

Sono solo stasera senza di te,
mi hai lasciato da solo davanti a scuola,
mi vien da piangere,
arriva subito,
mi riconosci ho le scarpe piene di passi,
la faccia piena di schiaffi,
il cuore pieno di battiti
e gli occhi pieni di te.

Sbocciano i fiori sbocciano,
e danno tutto quel che hanno in libertà,
donano non si interessano,
di ricompense e tutto quello che verrà,
mormora la gente mormora
falla tacere praticando l'allegria,
giocano a dadi gli uomini,
resta sul tavolo un avanzo di magia.

Sono solo stasera senza di te,
mi hai lasciato da solo davanti al cielo
e non so leggere, vienimi a prendere
mi riconosci ho un mantello fatto di stracci.

Sono solo stasera senza di te,
mi hai lasciato da solo davanti a scuola,
mi vien da piangere,
arriva subito,
mi riconosci ho le scarpe piene di passi,
la faccia piena di schiaffi,
il cuore pieno di battiti
e gli occhi pieni di te.

Sono solo stasera senza di te,
mi hai lasciato da solo davanti al cielo
vienimi a prendere
mi vien da piangere,
arriva subito,
mi riconosci ho le scarpe piene di sassi,
la faccia piena di schiaffi,
il cuore pieno di battiti
e gli occhi pieni di te.

(Le tasche piene di sassi, Jovanotti)

La Vita non ha bisogno del mio commento
http://www.youtube.com/watch?v=HaLUaU3MqQo&NR=1

Scritto il 19 marzo 2011 at 13:44

http://www.youtube.com/watch?v=LuFJRdij-_U

Volano le libellule,
sopra gli stagni e le pozzanghere in città,
sembra che se ne freghino,
della ricchezza che ora viene e dopo va,

prendimi non mi concedere,
nessuna replica alle tue fatalità,
eccomi son tutto un fremito ehi.

Passano alcune musiche,
ma quando passano la terra tremerà,
sembrano esplosioni inutili,
ma in certi cuori qualche cosa resterà,
non si sa come si creano,
costellazioni di galassie e di energia,
giocano a dadi gli uomini,
resta sul tavolo un avanzo di magia.

Sono solo stasera senza di te,
mi hai lasciato da solo davanti al cielo
e non so leggere, vienimi a prendere
mi riconosci ho le tasche piene di sassi.

Sono solo stasera senza di te,
mi hai lasciato da solo davanti a scuola,
mi vien da piangere,
arriva subito,
mi riconosci ho le scarpe piene di passi,
la faccia piena di schiaffi,
il cuore pieno di battiti
e gli occhi pieni di te.

Sbocciano i fiori sbocciano,
e danno tutto quel che hanno in libertà,
donano non si interessano,
di ricompense e tutto quello che verrà,
mormora la gente mormora
falla tacere praticando l'allegria,
giocano a dadi gli uomini,
resta sul tavolo un avanzo di magia.

Sono solo stasera senza di te,
mi hai lasciato da solo davanti al cielo
e non so leggere, vienimi a prendere
mi riconosci ho un mantello fatto di stracci.

Sono solo stasera senza di te,
mi hai lasciato da solo davanti a scuola,
mi vien da piangere,
arriva subito,
mi riconosci ho le scarpe piene di passi,
la faccia piena di schiaffi,
il cuore pieno di battiti
e gli occhi pieni di te.

Sono solo stasera senza di te,
mi hai lasciato da solo davanti al cielo
vienimi a prendere
mi vien da piangere,
arriva subito,
mi riconosci ho le scarpe piene di sassi,
la faccia piena di schiaffi,
il cuore pieno di battiti
e gli occhi pieni di te.

(Le tasche piene di sassi, Jovanotti)

La Vita non ha bisogno del mio commento
http://www.youtube.com/watch?v=HaLUaU3MqQo&NR=1

Scritto il 19 marzo 2011 at 13:44

http://www.youtube.com/watch?v=LuFJRdij-_U

Volano le libellule,
sopra gli stagni e le pozzanghere in città,
sembra che se ne freghino,
della ricchezza che ora viene e dopo va,

prendimi non mi concedere,
nessuna replica alle tue fatalità,
eccomi son tutto un fremito ehi.

Passano alcune musiche,
ma quando passano la terra tremerà,
sembrano esplosioni inutili,
ma in certi cuori qualche cosa resterà,
non si sa come si creano,
costellazioni di galassie e di energia,
giocano a dadi gli uomini,
resta sul tavolo un avanzo di magia.

Sono solo stasera senza di te,
mi hai lasciato da solo davanti al cielo
e non so leggere, vienimi a prendere
mi riconosci ho le tasche piene di sassi.

Sono solo stasera senza di te,
mi hai lasciato da solo davanti a scuola,
mi vien da piangere,
arriva subito,
mi riconosci ho le scarpe piene di passi,
la faccia piena di schiaffi,
il cuore pieno di battiti
e gli occhi pieni di te.

Sbocciano i fiori sbocciano,
e danno tutto quel che hanno in libertà,
donano non si interessano,
di ricompense e tutto quello che verrà,
mormora la gente mormora
falla tacere praticando l'allegria,
giocano a dadi gli uomini,
resta sul tavolo un avanzo di magia.

Sono solo stasera senza di te,
mi hai lasciato da solo davanti al cielo
e non so leggere, vienimi a prendere
mi riconosci ho un mantello fatto di stracci.

Sono solo stasera senza di te,
mi hai lasciato da solo davanti a scuola,
mi vien da piangere,
arriva subito,
mi riconosci ho le scarpe piene di passi,
la faccia piena di schiaffi,
il cuore pieno di battiti
e gli occhi pieni di te.

Sono solo stasera senza di te,
mi hai lasciato da solo davanti al cielo
vienimi a prendere
mi vien da piangere,
arriva subito,
mi riconosci ho le scarpe piene di sassi,
la faccia piena di schiaffi,
il cuore pieno di battiti
e gli occhi pieni di te.

(Le tasche piene di sassi, Jovanotti)

La Vita non ha bisogno del mio commento
http://www.youtube.com/watch?v=HaLUaU3MqQo&NR=1

Scritto il 19 marzo 2011 at 13:44

http://www.youtube.com/watch?v=LuFJRdij-_U

Volano le libellule,
sopra gli stagni e le pozzanghere in città,
sembra che se ne freghino,
della ricchezza che ora viene e dopo va,

prendimi non mi concedere,
nessuna replica alle tue fatalità,
eccomi son tutto un fremito ehi.

Passano alcune musiche,
ma quando passano la terra tremerà,
sembrano esplosioni inutili,
ma in certi cuori qualche cosa resterà,
non si sa come si creano,
costellazioni di galassie e di energia,
giocano a dadi gli uomini,
resta sul tavolo un avanzo di magia.

Sono solo stasera senza di te,
mi hai lasciato da solo davanti al cielo
e non so leggere, vienimi a prendere
mi riconosci ho le tasche piene di sassi.

Sono solo stasera senza di te,
mi hai lasciato da solo davanti a scuola,
mi vien da piangere,
arriva subito,
mi riconosci ho le scarpe piene di passi,
la faccia piena di schiaffi,
il cuore pieno di battiti
e gli occhi pieni di te.

Sbocciano i fiori sbocciano,
e danno tutto quel che hanno in libertà,
donano non si interessano,
di ricompense e tutto quello che verrà,
mormora la gente mormora
falla tacere praticando l'allegria,
giocano a dadi gli uomini,
resta sul tavolo un avanzo di magia.

Sono solo stasera senza di te,
mi hai lasciato da solo davanti al cielo
e non so leggere, vienimi a prendere
mi riconosci ho un mantello fatto di stracci.

Sono solo stasera senza di te,
mi hai lasciato da solo davanti a scuola,
mi vien da piangere,
arriva subito,
mi riconosci ho le scarpe piene di passi,
la faccia piena di schiaffi,
il cuore pieno di battiti
e gli occhi pieni di te.

Sono solo stasera senza di te,
mi hai lasciato da solo davanti al cielo
vienimi a prendere
mi vien da piangere,
arriva subito,
mi riconosci ho le scarpe piene di sassi,
la faccia piena di schiaffi,
il cuore pieno di battiti
e gli occhi pieni di te.

(Le tasche piene di sassi, Jovanotti)

La Vita non ha bisogno del mio commento
http://www.youtube.com/watch?v=HaLUaU3MqQo&NR=1

Scritto il 19 marzo 2011 at 13:44

http://www.youtube.com/watch?v=LuFJRdij-_U

Volano le libellule,
sopra gli stagni e le pozzanghere in città,
sembra che se ne freghino,
della ricchezza che ora viene e dopo va,

prendimi non mi concedere,
nessuna replica alle tue fatalità,
eccomi son tutto un fremito ehi.

Passano alcune musiche,
ma quando passano la terra tremerà,
sembrano esplosioni inutili,
ma in certi cuori qualche cosa resterà,
non si sa come si creano,
costellazioni di galassie e di energia,
giocano a dadi gli uomini,
resta sul tavolo un avanzo di magia.

Sono solo stasera senza di te,
mi hai lasciato da solo davanti al cielo
e non so leggere, vienimi a prendere
mi riconosci ho le tasche piene di sassi.

Sono solo stasera senza di te,
mi hai lasciato da solo davanti a scuola,
mi vien da piangere,
arriva subito,
mi riconosci ho le scarpe piene di passi,
la faccia piena di schiaffi,
il cuore pieno di battiti
e gli occhi pieni di te.

Sbocciano i fiori sbocciano,
e danno tutto quel che hanno in libertà,
donano non si interessano,
di ricompense e tutto quello che verrà,
mormora la gente mormora
falla tacere praticando l'allegria,
giocano a dadi gli uomini,
resta sul tavolo un avanzo di magia.

Sono solo stasera senza di te,
mi hai lasciato da solo davanti al cielo
e non so leggere, vienimi a prendere
mi riconosci ho un mantello fatto di stracci.

Sono solo stasera senza di te,
mi hai lasciato da solo davanti a scuola,
mi vien da piangere,
arriva subito,
mi riconosci ho le scarpe piene di passi,
la faccia piena di schiaffi,
il cuore pieno di battiti
e gli occhi pieni di te.

Sono solo stasera senza di te,
mi hai lasciato da solo davanti al cielo
vienimi a prendere
mi vien da piangere,
arriva subito,
mi riconosci ho le scarpe piene di sassi,
la faccia piena di schiaffi,
il cuore pieno di battiti
e gli occhi pieni di te.

(Le tasche piene di sassi, Jovanotti)

La Vita non ha bisogno del mio commento
http://www.youtube.com/watch?v=HaLUaU3MqQo&NR=1

Scritto il 19 marzo 2011 at 21:24

Bene ….dimentichiamoci la crisi ora la macchina da guerra e’ in atto! Yemen, Bahrain, Oman e Siria dimentichiamocele! E’ davvero interessante il dinamismo e la frenesia della Francia con gli scheletri negli armadi del suo presidente…  PARIGI.  Francia all’attacco del bunker di Gheddafi, con o senza alleati: è una sterzata brusca e per alcuni versi imprevedibile quella impressa ieri da Nicolas Sarkozy alla politica estera francese. Il capo dell’Eliseo, in poche ore, ha riconosciuto gli insorti di Bengasi come governo legittimo ed ha annunciato di puntare a bombardamenti mirati. Poi, in serata, l’ulteriore scorciatoia: Parigi, se necessario, colpirà anche da sola. Non soltanto l’Unione europea, ma anche gli osservatori francesi stanno provando in queste ore a mettere insieme i motivi di un atteggiamento così drastico, di una Francia che vuole mostrare i muscoli dopo essere andata in vacanza sui jet degli amici di Ben Ali nei cieli della Tunisia in fiamme. Senza parlare della diplomazia degli ultimi anni, quella di de Villepin che batteva i pugni all’Onu contro la guerra in Iraq o della “realpolitik” che isola il Dalai Lama e blandisce Pechino.
Nicolas Sarkozy è ai suoi minimi storici di popolarità, un sondaggio che nemmeno le cassandre più infauste gli avrebbero predetto lo vede fuori al primo turno alle presidenziali 2012.
 La politica estera è fra gli anelli più deboli della catena che ha provato a costruire: prima ha dovuto rinunciare a Bernard Kouchner, ex socialista diventato incompatibile con la guerra al burqa o le prese di posizione sui rom.
 Poi ha mandato a casa Michele Alliot-Marie dopo l’impressionante serie di errori collezionati in pochi giorni al Quai d’Orsay, culminati nelle vacanze di Natale più inopportune che si potessero immaginare: in Tunisia, ospite e pagata da amici di Ben Ali. Alain Juppé, il terzo capo della diplomazia di Sarkozy, sembra voler essere l’uomo della svolta: con Parigi non si scherza più. E anche chi pensava di essere amico – Gheddafi ha piantato la sua tenda nella Ville Lumiere fino a tre anni fa – ora deve fare i conti con il nuovo corso del Quai d’Orsay. Che – si dice sulle rive della Senna – vuole soprattutto far dimenticare il ritardo con il quale la Francia si è accorta delle rivolte nel mondo arabo e i sospetti di connivenze e interessi con i dittatori a discapito dei diritti umani.
 L’altra preoccupazione dell’Eliseo, in chiave elettorale, è far capire che il governo farà il possibile, e anche di più, per evitare ondate migratorie illegali in Francia.
Una pressione francese così forte su Tripoli è possibile perché la Francia ha i mezzi militari e diplomatici per imporla e, a differenza della crisi tunisina, non si ritrova penalizzata dal suo passato coloniale. Qualche osservatore nota anche che Parigi – bruciando ieri tutti sul tempo – evita di trovarsi a rimorchio di Gran Bretagna e Stati Uniti in una eventuale coalizione che decidesse di intervenire a fianco degli insorti di Bengasi. Elemento, infine, da non trascurare, la Francia prova così a diventare il primo amico del nuovo governo libico provando a soffiare all’Italia il ruolo di partner privilegiato di Tripoli. 
 
L’agenzia Jana minaccia:
“Una rivelazione
farà cadere Sarkozy”
 
TRIPOLI.  La rivelazione di un “grave segreto” farà cadere il presidente francese Nicolas Sarkozy, afferma l’agenzia ufficiale libica Jana da Tripoli. Secondo l’agenzia, citata da Afp, “un grave segreto porterà alla caduta di Sarkozy”, un segreto “in linea con il finanziamento della sua campagna elettorale”.
 
….per ogni dittatore una nuova storia storia a seconda di dove tira il petrolio Buona Domenica Andrea

utente anonimo
Scritto il 19 marzo 2011 at 23:27

http://www.youtube.com/watch?v=mw—xxaZic

Liverpool

Scritto il 20 marzo 2011 at 09:58

 
"LA FOLLIA umana…AI NOSTRI OCCHI BRUCIA IL MONDO…"
 

Scritto il 20 marzo 2011 at 10:01

E’ Ora di Tornare a Casa…Torniamo a Casa!
“We are in The cosmos and the cosmos is in us”

Scritto il 20 marzo 2011 at 16:32

  

EDDIE VEDDER SOCIETY

Per me è un mistero
abbiamo un'avidità con la quale
abbiamo accettato di convivere
pensi di dover volere
più di quello di cui hai bisogno
finchè non hai tutto non sarai libero società, sei una razza folle
spero che tu non sia sola senza di me
quando vuoi più di quello che hai,
pensi di averne bisogno
quando pensi più di quello che vuoi,
i tuoi pensieri cominciano a sanguinare
penso di dover trovare un posto più grande
perchè quando hai più di quello che pensi,
hai bisogno di più spazio società, sei una razza folle
spero che tu non sia sola, senza di me
società, pazza e profonda
spero che tu non sia sola, senza di me
ci sono quelli che pensano,
più o meno, ma il meno è di più
ma se il meno è di più,
come fai a mantenere il punteggio?
significa che per ogni punto che fai scendi di livello
è un pò come cominciare dalla cima
non puoi farlo… società, sei una razza folle
spero che tu non sia sola, senza di me
società, pazza e profonda
spero che tu non sia sola, senza di me società, abbi pietà di me
spero che tu non ti arrabbierai
se non sono d'accordo
società, pazza e profonda
spero che tu non sia sola, senza di me .

  http://www.youtube.com/watch?v=pRUGvArWXLk

Scritto il 20 marzo 2011 at 16:32

  

EDDIE VEDDER SOCIETY

Per me è un mistero
abbiamo un'avidità con la quale
abbiamo accettato di convivere
pensi di dover volere
più di quello di cui hai bisogno
finchè non hai tutto non sarai libero società, sei una razza folle
spero che tu non sia sola senza di me
quando vuoi più di quello che hai,
pensi di averne bisogno
quando pensi più di quello che vuoi,
i tuoi pensieri cominciano a sanguinare
penso di dover trovare un posto più grande
perchè quando hai più di quello che pensi,
hai bisogno di più spazio società, sei una razza folle
spero che tu non sia sola, senza di me
società, pazza e profonda
spero che tu non sia sola, senza di me
ci sono quelli che pensano,
più o meno, ma il meno è di più
ma se il meno è di più,
come fai a mantenere il punteggio?
significa che per ogni punto che fai scendi di livello
è un pò come cominciare dalla cima
non puoi farlo… società, sei una razza folle
spero che tu non sia sola, senza di me
società, pazza e profonda
spero che tu non sia sola, senza di me società, abbi pietà di me
spero che tu non ti arrabbierai
se non sono d'accordo
società, pazza e profonda
spero che tu non sia sola, senza di me .

  http://www.youtube.com/watch?v=pRUGvArWXLk

Scritto il 20 marzo 2011 at 16:32

  

EDDIE VEDDER SOCIETY

Per me è un mistero
abbiamo un'avidità con la quale
abbiamo accettato di convivere
pensi di dover volere
più di quello di cui hai bisogno
finchè non hai tutto non sarai libero società, sei una razza folle
spero che tu non sia sola senza di me
quando vuoi più di quello che hai,
pensi di averne bisogno
quando pensi più di quello che vuoi,
i tuoi pensieri cominciano a sanguinare
penso di dover trovare un posto più grande
perchè quando hai più di quello che pensi,
hai bisogno di più spazio società, sei una razza folle
spero che tu non sia sola, senza di me
società, pazza e profonda
spero che tu non sia sola, senza di me
ci sono quelli che pensano,
più o meno, ma il meno è di più
ma se il meno è di più,
come fai a mantenere il punteggio?
significa che per ogni punto che fai scendi di livello
è un pò come cominciare dalla cima
non puoi farlo… società, sei una razza folle
spero che tu non sia sola, senza di me
società, pazza e profonda
spero che tu non sia sola, senza di me società, abbi pietà di me
spero che tu non ti arrabbierai
se non sono d'accordo
società, pazza e profonda
spero che tu non sia sola, senza di me .

  http://www.youtube.com/watch?v=pRUGvArWXLk

Scritto il 20 marzo 2011 at 16:32

  

EDDIE VEDDER SOCIETY

Per me è un mistero
abbiamo un'avidità con la quale
abbiamo accettato di convivere
pensi di dover volere
più di quello di cui hai bisogno
finchè non hai tutto non sarai libero società, sei una razza folle
spero che tu non sia sola senza di me
quando vuoi più di quello che hai,
pensi di averne bisogno
quando pensi più di quello che vuoi,
i tuoi pensieri cominciano a sanguinare
penso di dover trovare un posto più grande
perchè quando hai più di quello che pensi,
hai bisogno di più spazio società, sei una razza folle
spero che tu non sia sola, senza di me
società, pazza e profonda
spero che tu non sia sola, senza di me
ci sono quelli che pensano,
più o meno, ma il meno è di più
ma se il meno è di più,
come fai a mantenere il punteggio?
significa che per ogni punto che fai scendi di livello
è un pò come cominciare dalla cima
non puoi farlo… società, sei una razza folle
spero che tu non sia sola, senza di me
società, pazza e profonda
spero che tu non sia sola, senza di me società, abbi pietà di me
spero che tu non ti arrabbierai
se non sono d'accordo
società, pazza e profonda
spero che tu non sia sola, senza di me .

  http://www.youtube.com/watch?v=pRUGvArWXLk

Scritto il 20 marzo 2011 at 16:32

  

EDDIE VEDDER SOCIETY

Per me è un mistero
abbiamo un'avidità con la quale
abbiamo accettato di convivere
pensi di dover volere
più di quello di cui hai bisogno
finchè non hai tutto non sarai libero società, sei una razza folle
spero che tu non sia sola senza di me
quando vuoi più di quello che hai,
pensi di averne bisogno
quando pensi più di quello che vuoi,
i tuoi pensieri cominciano a sanguinare
penso di dover trovare un posto più grande
perchè quando hai più di quello che pensi,
hai bisogno di più spazio società, sei una razza folle
spero che tu non sia sola, senza di me
società, pazza e profonda
spero che tu non sia sola, senza di me
ci sono quelli che pensano,
più o meno, ma il meno è di più
ma se il meno è di più,
come fai a mantenere il punteggio?
significa che per ogni punto che fai scendi di livello
è un pò come cominciare dalla cima
non puoi farlo… società, sei una razza folle
spero che tu non sia sola, senza di me
società, pazza e profonda
spero che tu non sia sola, senza di me società, abbi pietà di me
spero che tu non ti arrabbierai
se non sono d'accordo
società, pazza e profonda
spero che tu non sia sola, senza di me .

  http://www.youtube.com/watch?v=pRUGvArWXLk

Scritto il 20 marzo 2011 at 17:14

Un abbraccio AnneBonnie! Andrea

SOSTIENI ICEBERGFINANZA
Segui IcebergFinanza su
http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/
SOSTIENI IL NOSTRO VIAGGIO
IL NOSTRO LIBRO clicca qui
CONSULENZA ECONOMICO FINANZIARIA
Articolo dal Network
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) [ u
Un intervento che definirei biblico vista la dimensione. Il decreto è composto infatti di tanti
Ftse Mib. L'indice cerca di liberarsi da quella fase laterale che prosegue ormai da qualche seduta
Dopo il tentativo rialzista di uscire dalla congestione andiamo a vedere come si sono mossi gli oper
Il denaro è un'invenzione antica del mercato, cioè di quello spazio in cui gli uomini commerci
Contro ogni previsione, risulta chiaro che le mani forti tornano a dominare e quindi difficilmen
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) [ u
Bank of America rilascia il suo Bull & Bear indicator che si trova al minimo assoluto. E’ a
DJI Giornaliero Buongiorno a tutti, anche il Dow Jones è riuscito nel mese di marzo, come s
BORSA USA: dopo un periodo difficile, il grafico SP500 (future) ci sta dando dei segnali interessa