ITALY: IN TRUMP WE TRUST!

Scritto il alle 07:35 da icebergfinanza

Come ben sapete a noi piace fantasticare, siamo stati i primi a scrivere che questa volta potrebbe essere diverso, difficile credere le Donald Trump dopo gli elogi al Governo italiano resti indifferente ad un eventuale attacco della speculazione internazionale al nostro Paese, ma di qui a credere che le promesse di Trump rivelate dal Corriere della Sera siano reali, ce ne passa, noi preferiamo osservare i mercati e muoverci di conseguenza…

Il presidente Donald Trump, stando a quanto riportato dal Corriere della Sera, avrebbe detto al primo ministro italiano Giuseppe Conte che gli Stati Uniti sono disposti ad aiutare il paese acquistando obbligazioni governative l’anno prossimo. L’offerta sarebbe pervenuta a margine dell’incontro con Trump alla Casa Bianca circa tre settimane fa ma Conte non ha spiegato esattamente in cosa consiste l’offerta di aiuto da parte di Trump e se effettivamente c’è la possibilità che si concretizzi.

Nel 2019, il Tesoro dovrà collocare sul mercato titoli di Stato per circa 400 miliardi di euro, di cui 260 miliardi a media-lunga scadenza, ma da qua al 2019, il problema vero sarà la Germania e la guerra commerciale nel bel mezzo della sua fase cruenta, quando arriveranno dati che testimoniano il crollo del commercio mondiale e soprattutto nel 2019 ci sarà un tedesco alla presidenza della BCE anche se Angela Merkel ha suggerito che non è una loro priorità…

Certo gli USA non hanno fondi sovrani per acquistare BTP, il Tesoro e la Fed si legge non hanno un mandato per un simile intervento, ma gli Stati Uniti d’America possono fare altro e chi dice che il Tesoro o la Fed non possono fare quello che vogliono, non ha capito nulla della natura intrinseca della finanza americana.

SOSTIENI IL NOSTRO VIAGGIO!

Non ho il tempo questa mattina di fare una ricerca approfondita, ma ricordo che Icebergfinanza nel 2012 scrisse un articolo dettagliato spiegando come secondo lo Statuto della Fed è possibile l’acquisto di titoli di Stato stranieri per alcune specifiche finalità. Se qualcuno di Voi ha tempo mi farebbe un grande piacere se lo trova o attraverso Machiavelli.

Giusto per coloro che non ci arrivano o che sorridono, questa è una notizia che circolava nel 2013…

La Fed pronta a comprare Btp 

“Se in parallelo gli Stati Uniti compreranno il debito europeo è ancora tutto da vedere – avverte Segre – tuttavia è tecnicamente possibile”. La Fed di Ben Bernanke è, infatti, pronta ad avviare quell’operazione che da mesi i governi europei chiedono che venga messa in cantiere dalla Bce. D’altra parte è stato proprio Bernanke a spiegare che “la Fed ha l’autorità per acquistare sia debito pubblico nazionale sia debito pubblico straniero”“Nulla può fermare la Fed dal fare il lavoro che la Bce si rifiuta di fare”, spiega il capo economista di Ubs Andreas Hoefert (…) Anche perché, qualora la Fed dovesse entrare a gamba tesa sui mercati del Vecchio Continente, deve sganciare euro che, al contrario di come fa coi dollari, non può stampare. Aldilà della validità dell’operazione che gli analisti di Bernanke stanno studiando(…)

Ma di questo ne parleremo in maniera approfondita nel prossimo Machiavelli, nel frattempo il solito Bini Smaghi l’incendiario di turno torna a soffiare sul fuoco…

“Gli investitori, le agenzie di rating, i mercati, si stanno focalizzando sempre più sulla data di metà ottobre, quando verrà presentata la Legge di Bilancio. Ma il concentrarsi delle aspettative su questa specie di D-Day per il nostro Paese crea tensioni, nervosismo, incertezze. E sempre più operatori, a partire dagli stranieri, finiscono con l’abbandonare l’Italia. Se non si dà un segnale forte per interrompere quest’ossessione del 15 ottobre, la fuga dei capitali che già conosce un’accelerazione pericolosa, si accentuerà, lo spread s’impennerà e alla fine a farne le spese saremo tutti, imprese e cittadini”.

Questi sono i personaggi che la carta straccia italiana intervista, questi sono gli sciacalli che quotidianamente seminano terrore e paura sempre con la solita litania.

Vi faccio un rapido riassunto di come funzionano le cose in questo Paese, soprattutto partendo dal fatto che hanno provato ad infiltrarlo dentro il mondo cooperativo italiano, facendolo presidente della BCC Chianti Banca poi per fortuna respinto al mittente…

ChiantiBanca, sconfitta la lista Bini Smaghi 

Ma noi partiamo da qui…

Il 15 gennaio 2015 il consiglio di amministrazione della banca d’affari francese Société Générale ha annunciato la nomina di Bini Smaghi alla carica di Presidente del consiglio d’amministrazione in occasione dell’assemblea generale degli azionisti del 19 maggio 2015.[8]

…per arrivare qui…

Ricordo per dovere di cronaca che Bouton, attuale consigliere di Rotschild, poi costretto alle dimissioni, era il presidente di Société Générale ai tempi dello scandalo Kerviel, il trader che con operazioni spericolate diede il via al collasso dei fondi monetari con peridte intorno ai 5 miliardi di euro e il suo responsabile era quel Mustier che ora è l’amministratore delegato di Unicredit….

MILANO (Reuters) – UniCredit e Société Générale non commentano le indiscrezioni stampa secondo cui la banca italiana starebbe lavorando con Daniel Bouton, senior advisor di Rothschild, per una possibile fusione con l’istituto francese.

Al momento non è stato possibile avere un commento da Rothschild.

Il quotidiano MF oggi scrive che i colloqui tra le due banche per studiare l’integrazione o l’acquisizione non si sono fermati. UniCredit, aggiunge, sarebbe affiancata da “consulenti di prim’ordine”, a partire da Bouton.

Bouton è stato presidente di SocGen, da cui si è dimesso nel 2009 in seguito allo scandalo Kerviel, dopo un decennio alla guida della banca francese.

Anche l’AD di UniCredit Jean Pierre Mustier è un ex manager di Société Générale e la sua nomina nel 2016 aveva acceso le speculazioni sulla possibilità che i due istituti unissero le forze.

A giugno l’FT ha scritto che UniCredit stava esplorando la possibilità di una fusione con la rivale francese, aggiungendo che la volatilità della situazione politica italiana aveva causato uno slittamento dei tempi dell’eventuale operazione.

In occasione della diffusione della trimestrale all’inizio di questo mese, Mustier ha detto che il piano della banca al 2019 è basato sulla crescita organica ma che il nuovo piano potrebbe considerare anche la crescita esterna.

“L’Europa ha bisogno di banche paneuropee forti e noi intendiamo essere un vincitore paneuropeo”, ha dichiarato.

Noi consigliamo all’attuale Governo di bloccare in qualunque modo possibile l’ipotesi di fusione con la banca francese, non è interesse nazionale una simile operazione e Unicredit è banca di interesse nazionale, secondo il  nostro modesto parere, visto che Société Générale è secondo il nostro famigerato modellino che ci ha permesso di individuare quasi tutte le banche fallite, nazionalizzate o incorporate nella crisi americana,  una delle banche più sistemiche e peggio messe a livello di parametrio di rischio.

Un fine estate incandescente ci attende o forse chissà, veto su bilancio europeo e una serie di no a cascata a questa Europa di burocrati e plutocrati, egoista e menefreghista.

SOSTIENI IL NOSTRO VIAGGIO!

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 9.3/10 (15 votes cast)
VN:F [1.9.20_1166]
Rating: +12 (from 12 votes)
ITALY: IN TRUMP WE TRUST!, 9.3 out of 10 based on 15 ratings
5 commenti Commenta
stanziale
Scritto il 27 agosto 2018 at 18:08

Manca solo quello, occuparci ANCHE dei debiti francesi di soc.generale….
ps: ci ho provato su internet a cercare l’articolo del 2012 relativo alla possibilita’ per la fed di acquistare titoli stranieri: Ho visto circa 15-20 articoli, senza fortuna. Ce ne vorrebbe molta (o una memoria di ferro), visto la mole pubblicata…cedo il passo a qualcuno piu’ fortunato!

kry
Scritto il 27 agosto 2018 at 19:24

Che dire ,
questo post mi fa ricordare la frase
” Ci sono due modi per conquistare e rendere shiava una nazione.
Uno è con la spada e l’altro con il debito.”
Fa proprio sorridere vedere che chi da quasi 70 anni con la spada non riesce ad ottenere nulla ora provi a percorrere la seconda strada.
Forse è meglio pensare in ” italiano ”
Io speriamo che me la cavo
che in inglese
Italy: in Tramp we trust.
Non sarebbe male fare un pò come i francesi che sulle loro origini e sulla lingua sono inflessibili …. sapevatelo.

PG
Scritto il 28 agosto 2018 at 04:41

ALLUCINAZIONI DI UN POVERO (IO) ANALFABETA FUNZIONALE
(frase tanto in voga e che qui mi sembra perfetta e consona )
Titolo
E’ TUTTA COLPA DI SALVINI E DI MAIO
assolutamente vietata la lettura a laureati e persone con Q.I. troppo elevato
CIOE’ AGLI ALFABETIZZATI DISFUNZIONALI
nuoce gravemente alla salute
Spero solo che il procedimento circa l’avviso di garanzia a Salvini vada velocissimo perché sono curioso di sapere come va a finire. In ogni caso scommetto che, anche in caso di assoluzione di Salvini da parte della magistratura (probabilmente sarebbe riportata in 12′ pagina dai quotidiani ) vi sarà chi grida al complotto e alla magistratura piegata alle istituzioni. Voler vincere e non pattare a ogni costo, anche quando sei stato massacrato democraticamente da libere elezioni (dopo 4 anni di governi parlamentari architettati come sappiamo ma ovviamente legittimi, senza avere il consenso popolare in tempo reale) significa astio e odio sociale, quell’odio che una parte politica rinfaccia a Salvini (che non mi era simpatico prima delle elezioni per i suoi atteggiamenti, ma che sto iniziando ad apprezzare perché spesso vado controcorrente e con chi subisce critiche molte volte non obiettive) ma che ne è la prima protagonista, Anzi, oserei dire che quella parte politica (i fischi di Genova ne hanno determinato la paura e la consapevolezza che la gente, la semplice gente, la gente magari non laureata, magari analfabeta, magari ingenua ha girato definitivamente pagina …i motivi sarebbe troppo lungo descriverli) ha perso, come previsto, le elezioni, ma non immaginava di poter essere messa fuori dai giochi. Ora sta agitando lo stato sociale perché gli è rimasta l’unica arma e cioè lo scontro sociale. Ovviamente il tutto sarà giustificato dalle azioni che il Salvini di turno o il Di Maio di turno avranno fatto, quindi se Salvini o il governo reagiscono a qualsiasi manifestazione si troverebbero comunque in torto. E’ un tranello nel quale non cadere perché solo chi è disperato può osare tanto e quella parte politica si sta attrezzando per questo con la complicità di tutto il sistema mediatico e non, di cui sicuramente sono ancora unici detentori. Chi non vede questo e anzi vede gli atteggiamenti di Salvini come fascisti direi che o è ingenuo o in malafede . Questo governo non durerà non perché non riuscirà a portare avanti questioni che non sono in grado di affrontare (la capacità politica non si combina automaticamente con 4 lauree) ma perché è troppo pericoloso per l’Europa intera e chi l’ha pianificata, cioè chi ne tira le fila. La combinazione Lega M5S è quanto di peggio poteva esserci per le lobbies perchè sono un governo che governa con logiche della vecchia sx e della vecchia dx contemporaneamente senza dare nessun punto di riferimento e con l’aggravante di combattere le logiche passate. Utopia? Può darsi, ma è un nuovo esperimento mai accaduto nelle altre democrazie, neanche in Germania perché erano più omogenee le forze e sicuramente non così dichiaratamente antisistema. Quindi teoricamente devono trovare per andare avanti, per forza di cose, un compromesso moderato per annullare le ale interne più estreme e più dannose spesso per il paese, perché frutto, prima di tutto, di ideologie sterili e non di pratica di vita. Smussare gli angoli e andare a favore dei cittadini non lo considero populismo. Pubblicare gli atti di Autostrade, per fare un esempio, non è populismo di questo governo ma arroganza e assoluto dispotismo dei precedenti che hanno secretato e che consideravano quindi asserviti a loro automaticamente e senza chiedere, coloro che le autostrade le hanno costruite. Sì, eminenti colleghi mi diranno che la L. XYZ impone segreto, che era tutto a norma di legge comunitaria etc etc …inutile nascondersi, sappiamo tutti che è sacrosanto pubblicare qualcosa che investe tutti noi anche in maniera indiretta. E quanti sapevano di Befera consulente di una società ricollegabile a Atlantia dopo aver concluso una trattativa per riportare in Italia le tassazioni? E dopo essere stato direttore di sappiamo cosa? Sicuramente legittimo, ma opportuno? Non gliene frega niente della opportunità a codesti signori perché loro possono tutto e nessuno sa. Stessa cosa per Letta e per Gros che prima ha privatizzato stando dalla parte dello Stato e poi tranquillamente va a sedersi dalla parte opposta cercando di attuare quei progetti (secretati ) dalla parte del cliente. Bella sta roba eh? Lecito, ma opportuno? E secondo voi viene o no il dubbio se ha davvero fatto il bene dell’Italia? Si sta scoprendo il vaso di pandora e prima che tutto sia noto devono mettere dei limiti, non possono permettersi ciò. Ulteriore prova? In 5/6 giorni nei tg è sparita piano piano dai radar la notizia di Genova, di come si procede nelle indagini etc etc. Una notizia di un crollo di un ponte con 43 morti sicuramente con responsabilità di qualcuno, è stata bypassata dalla notizia sulla Diciotti dove c’è stata una corsa alla passerella dei politici di turno che devono fomentare i pochi residui della loro politica. Una cosa secondo me inverosimile e, per ultimo qualcuno si sta opponendo a che alcuni migranti siano trasferiti in Albania. Andare contro e fare opposizione mi sembra giusto, ma quando si adoperano questi mezzucci (parlo di contestare il trasferimento in Albania) e portare avanti battaglie per il semplice gusto di andare contro significa che hai perso ogni credibilità anche nei confronti di chi crede nei valori di quella parte politica perché sono i primi a essere messi in discussione. Il sistema degli ultimi 30 anni ha creato una incrostazione di legami politico economico finanziari con enormi conflitti di interessi e giro di poltrone (i nomi sono sempre quelli) e solo una “rivoluzione” a 360’ di come ci si approccia può tentare di bypassare questa situazione. Ecco perché questo governo è scomodo, estremamente scomodo. Ulteriore esempio di come questo governo vada a toccare l’intoccabile ? Quando mai confindustria, sindacati, centri sociali, intellettuali, sistemi finanziari, banche sono tutte, e dico tutte, schierate contro il governo? Siamo sicuri che siano questa disgrazia tanto sbandierata e che siano così incapaci (beh certo un Tria, un Savona per fare 2 esempi sono proprio incompetenti nel loro campo no? ) ? Forse sì , forse no, ma coloro che non si annoverano tra gli analfabeti funzionali e si sentono superiori (perché hanno studiato o perché sono semplicemente della parte avversa) perché non danno il tempo a questo governo di cominciare ? Criticare prima di vedere i risultati a me sembra esercizio alquanto pretestuoso… ma il diritto all’alternanza dopo voto democratico è alternanza o predicano alternanza a senso unico? E se questo è, allora non mi si dica di fascismo di Salvini eh?

Se a questi “alfabetizzati disfunzionali” non sta bene questo stato di cose, dovrebbero fare per prima cosa la proposta per una bella riforma elettorale, dichiarando incapace di votare chi non ha una laurea o non è dalla parte giusta (alcuni commenti giuro indicavano come questo governo sia inaccettabile perché votato da gente non in grado di capire… e poi fascista è Salvini eh!? ) . Questo mi sembra un ottimo rimedio a che i prossimi governi siano a loro immagine e somiglianza e quindi saranno espressione di persone competenti, ognuno al posto giusto che farà sicuramente bene, il bene dell’Italia così come lo hanno fatto in questi ultimi 30 anni. Avevamo politici estremamente competenti e tecnici di stessa levatura e mi sembra che i risultati infatti si vedano. Gli alfabetizzati disfunzionali diranno che se non c’erano, eravamo andati in default: e sì, proprio facile anticipare i pensieri di questi alfabetizzati. Essi diranno che la Germania ha rigore (molti hanno addirittura consigliato di commissariarci a loro, pensate un po’) omettendo che le loro banche principali sono messe peggio di altre, ma per carità, che non si dica. La prossima crisi economica globale porterà probabilmente prima in Germania i problemi ma ovviamente sarà colpa di Di Maio e Salvini . Questo governo non può andare avanti troppo a lungo perché farebbe da apripista in altri paesi europei a possibili alleanze “impossibili” che non rientrano nei programmi delle elite e che quindi sarebbero estremamente difficili da manipolare o da contrastare. E’ un pericolo mortale in aggiunta al fatto che ridiscutere alcune questioni importanti dei trattati per chi fino ad ora ci ha vissuto di rendita non è certamente piacevole.
Estendendo poi il campo a livello mondiale il governo attuale potrebbe sparigliare completamente le carte andando a fare da cerniera e cercando di ricucire la crisi tra Usa e Russia e creandosi quindi uno spazio unico nel panorama che la porterebbe per la prima volta dopo il dopoguerra come protagonista assoluta. D’altronde predicano valori di sx e di dx a seconda della fattibilità o della situazione. Su questo ho i miei dubbi perché purtroppo i trattati non scritti o non divulgati circa gli sconfitti della seconda guerra mondiale hanno messo dei paletti ben chiari a chi è stato sconfitto, limitandone le potenzialità (vedi energia etc) ma se una possibilità c’è, questo governo “atipico” è l’unico che può sfruttarla. A quel punto sarebbero dolori per tutti e l’Italia non sarebbe più vista come il Paese da cui fuggire ma quello a cui fare riferimento. Cambierebbe il paradigma politico ed economico, ma come detto tranquilli, sono solo allucinazioni di un analfabeta funzionale!
Molto altro ci sarebbe da dire ma sicuramente qualche “alfabeta disfunzionale” ha “sbirciato” e quindi già non ne potrà più, sarà arrivato al limite, ma su dai, ultimo sforzo, ho quasi finito.
I mass media vanno “letti” in tanti modi, dalla contemporaneità delle notizie date, alla scaletta, alle pubblicità etc ebbene per capire se una persona è potente o meno basta vedere quanto se ne parla nei tg o nei giornali. La potenza è inversamente proporzionale alla presenza nei mass media e ai riflettori e la forza che ha avuto una nota famiglia in questi giorni di “scomparire” e di minimizzare la pubblicità negativa è stata enorme. Certo, suo malgrado è stata esposta, ma solo perché non si poteva non parlarne, la cosa era troppo grossa.
I nostri mezzi di distrazione di massa sanno far bene il loro lavoro, sanno bene come dirigere la pubblica opinione. Peccato che ultimamente le persone hanno iniziato a capire e a non fidarsi più.
Riguardo Conte. Mai frase fu più consona : “sarò l’avvocato di tutti gli italiani” (e tutti gli oppositori anche lì a contestarne la frase) e purtroppo in effetti è accaduto ed è invece servito che lo fosse. La Sua competenza (azz competente un PdC di questo governo? Avrà sbagliato di sicuro no? ) si è rivelata meno velleitaria di quanto sembrava a prima vista. Anche qui per 2 gg massacrati da Tg e giornali che dicevano come fosse impossibile revocare, scomodando conoscenti giuristi, il cugino della moglie, il vicino sotto casa… tutti erano diventati avvocati. Ebbene un docente di Università potrà sbagliare ma certamente avrà più o meno titolo rispetto a un medico per es. ? Quella decisione (procedere con la revoca delle concessioni) ha fatto capire ai “poteri” che la festa era finita e che questo governo è un grave attentato ai loro affari per come erano abituati a farli e questo non può accadere. Occorre trovare degli escamotage perché questo governo s’ha da finire, scatenando il finimondo ! Per fortuna loro Salvini si è andato a incasinare con la Diciotti che ha preso i titoli delle prime pagine e i primi 5 min dei tg …ma che incompetente e senza cuore. Anche qui c’è stato chi ha addirittura affermato che il caso lo ha montato Salvini per attirare su di sé consensi come se la questione Autostrade non fosse, suo malgrado purtroppo con morti, di svantaggi per alcuni e non certo per lui. Ah sì vero, gli alfabeti diranno che Salvini doveva avere rivalsa nei confronti di Di Maio che aveva avuto troppo spazio a Genova. Insomma come si fa si fa male. Fai A era giusto B, fai B era giusto A. La dietrologia che brutta cosa eh? Però gli incompetenti e incoerenti sono di questo governo. In Italia purtroppo sono passati più di cento anni da quando era divisa tra interventisti e neutralisti ma siamo ancora lì. Non conosciamo l’amor di Patria perché se oggi dici Patria sei additato come “fascista” non considerando che essa è scritta più volte nella nostra costituzione. Se hanno processato (non sono giurista ma se ce ne sono i presupposti va fatto) Salvini, e allora quanti dovevano essere indagati per attentato alle istituzioni, per alto tradimento a vari livelli etc etc? Inutile fare congetture anche agli alfabeti disfunzionali questo sfugge perché esiste un limbo non noto di cui o ne fai parte o no. Ecco se questo limbo inizierà a scoperchiarsi significa che l’Italia può vedere la luce ( ne dubito purtroppo ma la speranza è l’ultima a morire)
Per finire a chi chiama incompetenti quelli di questo governo io credo che la politica e le vedute di dove andare siano scollegate dalle competenze e dalle lauree che molti agitano come unico loro vessillo. A rigor di logica quindi un Leonardo Del Vecchio, per citarne uno dei tanti, doveva avere 10 lauree; invece aveva lungimiranza e ha usufruito di eccellenti collaboratori che lo hanno aiutato a costruire un impero; e che dire di Steve Jobs che non mi sembra sia stato molto puritano nell’uso di qualche sostanza (che io rifiuto categoricamente) eppure ciò non gli ha impedito di rivoluzionare il mondo; oppure che dire di tutti i politici ammirevoli del primo dopoguerra ? quanti avevano conseguito la laurea? Ebbene ciò non ha impedito di creare le basi per il miracolo economico italiano. Sì diranno gli alfabeti, altri tempi … scommettiamo che con le teste di oggi e la corruzione non avremmo costruito l’A1 in 4 anni ma in 40?
Ma pensando da alfabeta disfunzionale questo discorso non può andare, troveranno sicuramente le obiezioni, ma tanto non ci leggono per fortuna … e poi … chi se ne frega in fin dei conti?

aorlansky60
Scritto il 28 agosto 2018 at 11:01

Ci sono due modi per conquistare e rendere shiava una nazione. Uno è con la spada e l’altro con il debito.”

MAI FRASE FU PIU’ PROFETICA,

soprattutto in un sistema economico come quello attuale fondato prevalentemente sul DEBITO, attraverso il quale è assai facile RICATTARE un Stato intero agendo sul suo presunto elevato livello di DEBITO PUBBLICO, sullo “spread” e su quant’altro ancora, come il fattore “credibilità” di un determinato Stato sovrano a livello internazionale, che alcuni possono influenzare attraverso il proprio operato e propaganda, per prime le famigerate agenzie di rating senza dimenticare i media di sistema tipo Financial Times che hanno reputazione ed alto consenso a livello mondiale(sic) che lavorano tutti per CHI è in grado di RICATTARE rendendo schiavo e succubo un intero Paese, esttamente come dice quella frase storica citata.

È UN MONDO BRUTTO (brutto nel vero senso della parola)

e nel contesto storico che stiamo vivendo l’Italia pur essendo ancora riconosciuta 8va posizione economica su scala mondiale è un paese “piccolo piccolo” in quanto fortemente esposta a vari tipi di problemi seri, primi tra tutti quello ENERGETICO sul quale siamo totalmente dipendenti dall’estero (Russia e USA che ultimamente ci usano come pallina da ping pong per cercare di venderci i rispettivi prodotti).

Forse più che con l’UE e in particolare verso paesi quali FR e DE che ci hanno fatto guerra spietata ultimamente(e che di conseguenza sono da individuare nei veri NEMICI dell’ITALIA), è proprio verso uno di quei 2 giganti (Russia USA a scelta) che l’Italia deve fare una scelta di alleanza strategica OBBLIGATA, come sembra aver stretto il pres.d.Consiglio Conte nel suo recente viaggio a Washington.

ilcuculo
Scritto il 28 agosto 2018 at 14:48

PG,

Ora il governo c’è e i sondaggi gli assegnano un gradimento perfino superiore alla già ampia maggioranza uscita dalla urne.

E’ completamente inutile che gli esponenti del governo continuino a stare in campagna elettorale.

C’è un governo, c’è un parlamento ampiamente favorevole.

Il “non ci hanno permesso di fare” non è nell’ordine delle cose.

Quindi vediamo se saranno in grado di risolvere almeno in parte i problemi dell’ Italia.

Bassa crescita, arretratezza culturale, carenza infrastrutturale, elefantiasi burocratica, nanismo imprenditoriale, lentezza giudiziaria, corruzione, evasione fiscale…

ed i quanto tempo Genova avrà un nuovo ponte….

Vediamo tra un anno dove saremo.

Icebergfinanza presenta: ” Viaggio attraverso la tempesta perfetta “
Segui IcebergFinanza su
http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/
Articolo dal Network
La questione dei mutui, in particolare il rischio di un possibile aumento e inasprimento delle c
Per rafforzare l’integrazione pensionistica complementare la Commissione Ue fin dal giugno 2017 ha
Guest post: Trading Room #302. La settimana scorsa è stata una delle peggiori dell'anno per la bo
Inizia una settimana davvero decisiva per le sorti dei mercati, una settimana ricca di appuntame
Analisi Tecnica E come da manuale, siamo andati a chiudere il gap a 19780 portandoxi in un'area mol
Stoxx Giornaliero Buona domenica, Stoxx che dopo aver sviluppato lo swing condizionato sul ci
DJI Giornaliero Buona domenica, lo storico indice americano nel mese di novembre ha confermat
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) [
DISCLAIMER : Qualsiasi informazione, notizia, nozione, previsione, valore, prezzo o tec
Settimana scorsa vi dicevo quanto contava poco il rimbalzo e difatti, abbiamo avuto modo di ritro