GRECIA … BANCHE CHIUSE E CONTROLLO DEI CAPITALI!

Scritto il alle 08:00 da icebergfinanza

 

Venerdi ci eravamo lasciati così… “È troppo tardi ormai per avere paura.”

Si lo so, ho scelto una foto sbagliata, diffondere serenità in Grecia oggi è reato, come si fa con la chiusura delle banche e il blocco dei capitali?

Banche chiuse per sei giorni, solo 60 euro a testa esclusi gli stranieri e addirittura quel delinquente di precedente premier che accusa l’ultimo arrivato di aver osato indirre un referendum quando lui l’aveva richiesto sull’euro e l’Europa gli aveva dato il ben servito.

“Fra il dolore e il nulla io scelgo il dolore.” E tu, cosa sceglieresti?
Il dolore è idiota, io scelgo il nulla. Non è meglio, ma il dolore è un compromesso. O tutto o niente…

Tsipras ha scelto il dolore temporaneo per andare oltre il nulla che aspettava la Grecia nei prossimi anni. Ho letto di tutto ieri sera tardi, soprattutto la somministrazione di una dose massiccia di panico e terrore da far pervenire ai greci ed indirettamente a milioni di italiani che da sempre seguono con distacco le vicende greche.

Non ho altro da aggiungere se non condividere alcuni passaggi significativi per noi che amiamo la verità figlia del tempo.

L’arma numero uno è sempre stata quella di terrorizzare i cittadini dell’Europa con gli spread ed i mercati, ora con i “bankrun” e i controlli dei capitali, con le interminabili file agli sportelli in preda al panico.

Lascio a Voi ogni ulteriore interpretazione…

Immagine

In giro per la Grecia in estate con 30 gradi migliaia di persone terrorizzate con sciarpe e cappotti si sono precipitate a ritirare i loro risparmi.

Per carità non che non ci sia nessuno in fila a cercare di ritirare i propri risparmi ma cerchiamo di dare a tutto la giusta dimensione.

Chiaro il concetto? Se non è chiaro ricordo a tutti che nel 2012, un giornalista americano riusci a scatenare il panico in America twittando e raccontando in serata che in Italia mentre gli italiani dormivano e le banch erano chiuse c’era una corsa agli sportelli.

Per chi è ancora troppo giovane o chi non ricorda nulla un “bankrun” come si deve è quello che ha interessato Wall Street nel 1907 e nel 1929…

…o quello più recente della NorthernRock…

…questi sono “bankrun” seri! Scherzi a parte è dal febbraio di quest’anno che i greci stanno ritirando capitali dalle loro banche e i banchieri centrali europei si sforzano di farvi credere che le banche greche sono solvibili.

Un’altra maniera di raccontare la “verità” ufficiale è quella di far girare gli ultimi due sondaggi fatti oltre una settimana fa ben prima che si verificassero gli ultimi avvenimenti, dando ordine ai giornali di battere tutti insieme lo stesso chiodo, ovvero che domenica i greci voteranno si alle proposte della Troika, mentre l’opposizione è pronta a fare tutto quello che le verrà chiesto.

Per esempio chi volete mai che legga un giornalista qualunque del Financial Times inviato ad Atene che scrive…

Immagine

Ho parlato con gli ateniesi del referendum di domenica e ho trovate profonde divisioni e forte sostegno per un voto NO alle richieste della troika…

Social divisions laid bare as Tsipras move pits rich against …

A breve un’altra puntata della grande tragedia greca, un’altra puntata della più colossale presa per i fondelli che sia mai stata progettata.

Nel frattempo per aumentare la Vostra Consapevolezza e quella dei Vostri amici e conoscenti  ” Il più grande successo dell’euro” https://vimeo.com/123182159 .e www.sefossigreco.altervista.org

Contribuisci anche tu LIBERAMENTE a tenere in vita un’isola di condivisione quotidiana nell’oceano infinito di questa tempesta perfetta …

Chiunque volesse ricevere le ultime analisi può liberamente contribuire al nostro viaggio … cliccando qui sopra o sul banner in cima al blog o sul lato destro della pagina. Semplicemente Grazie.

 

 

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 9.8/10 (19 votes cast)
VN:F [1.9.20_1166]
Rating: +15 (from 17 votes)
GRECIA ... BANCHE CHIUSE E CONTROLLO DEI CAPITALI!, 9.8 out of 10 based on 19 ratings
Tags:   |
5 commenti Commenta
kry
Scritto il 29 giugno 2015 at 10:03

60€??? 3 X 20 OPPURE 1 X 50 + 1 X 10 o magari 6 x 10. Mi sembrava si dicesse che chi semina vento raccoglie tempesta. A forza di provarci alla fine ci riusciranno a far crescere la SFIDUCIA. ( L’assente diceva che il cash è RE ).

aorlansky60
Scritto il 29 giugno 2015 at 10:41

…ma i greci hanno prelevato a ritmo selvaggio e forsennato dai bancomat delle proprie banche già da alcuni mesi…

negli ultimi 10 giorni hanno pompato i prelievi ad un ritmo di quasi € 1 miliardo / giorno – così riportano i dati delle cronache…

a me vengono perfino i dubbi che molti, moltissimi siamo andati “in rosso” pur di partecipare alla fiesta… all’idea che stia per “saltare” tutto per davvero, cosa gliene importa di andare in rosso??? i conti si faranno dopo, casomai…

se considero che il gov greco è in difficoltà per € 1,5 mld in scadenza il 30 e poi considero quella GIGANTESCA massa di banconote prelevate (molti mld di €) c’è qualcosa che non torna…

nei mesi di APR e MAG e GIU si è verificata un impennata delle vendite auto in grecia (nota: quelle di fascia ALTA di gamma, vale a dire RangeRover Lexus Mercedes…) del 25% che non ha riscontro in tutta europa… strano per un paese dato alla fine…

ovviamente chi può -vedi armatori e simili- ha già provveduto ad imboscare la propria massa di denaro in qualche paradiso fiscale (che al mondo non manca); immagino che non essendo sprovveduti, abbiano già dato ordine di cambiare parecchio del loro avere da € a US $…

stanziale
Scritto il 29 giugno 2015 at 19:53

Sinceramente non mi aspetto altro che un bellissimo broglio elettorale, stile Italia referendum monarchia/ repubblica.

silvio66
Scritto il 29 giugno 2015 at 20:19

Ma pensa questi bastardi! Nel 2010 la crisi greca passo quasi inosservata in Italia viste le allora esigue esposizioni. Da allora sono diventate 35 miliardi, in soli cinque anni. Ancora incontro gente che mi dice bè però questo (renzi) è migliore di quelli prima. Li prenderei a calci nel c..o in quanto spesso sono gli stessi che sostengono la pressione fiscale al 44. La finezza sta nel dirti che il 25% di inps non sono tasse ma accantonamenti previdenziali. Le imposte superano il 70% oggi! Chi paga le tasse senza ruberie sa che è così. Se sei bravo e fai i salti ti massacrano. Lavori per pagare le tasse. Categorie come la mia versano il 99% di anticipo, alias pagano due volte le tasse nell’anno in corso. Non c’è un c…o per essere contenti.
Nondimeno buona serata a tutte/i e sorvolate lo sfogo.

Icebergfinanza presenta: ” Viaggio attraverso la tempesta perfetta “
Segui IcebergFinanza su
http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/
Articolo dal Network
Setup e Angoli di Gann FTSE MIB INDEX Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) )
La commissione Affari economici e monetari del Parlamento europeo ha rivisto la bozza di normati
Se vi domandate come mai la borsa USA continua ad essere fortissima, soprattutto se confrontiamo
Ftse Mib: l'indice italiano tenta in apertura il superamento dei 20.500 punti. Importante la chiusur
Inutile nascondersi dietro un dito. Per gli investitori, la tragedia del Ponte Morandi di Genova
Che vi dicevo, non passa neanche una settimana dalla benedizione del dollaro forte che il nostro
Si delinea sempre più forte il decoupling tra l'andamento della borsa USA e quello degli altri li
Analisi Tecnica Si conferma la rottura ribassista del trading range. L'accelerazione al ribasso
DJI Giornaliero Buonasera, eccoci di nuovo con l’analisi sullo storico indice americano.
Stoxx Giornaliero Buongiorno, per una manciata di punti non si è materializzato lo swing inc