Cerca nel Blog

RENZI…1000 EURO PROPOSTA SHOCKI!

Scritto il alle 10:30 da icebergfinanza

E meno male che qualcuno dice che la storia non si ripete mai, ma Ragazzi ama fare la rima eccome se ama fare la rima. E io che pensavo che con le promesse spettacolari, con le proposte shock di nonno Silvio, si quello che prometteva milioni di posti di lavoro per riempire aerei e ristoranti fosse finita. Invece no guardate cosa è accaduto ieri…

Francamente non che mi aspettassi chissà cosa ma almeno un minimo di compostezza istituzionale fuori dai vari studi televisivi dove quotidianamente va in onda il culto della personalità.

Il motivo? Semplice «A me – dice Renzi – interessa che dal 27 aprile gli italiani, coloro che oggi faticano a far quadrare il loro bilancio familiare, avranno un bel po’ di soldi in più in busta paga. Questo è il mio impegno. L’importante è che tutti i provvedimenti necessari siano approvati in tempo perché questo obiettivo sia mantenuto. Il 27 aprile, prima delle elezioni Ue». (Sole24Ore)

Prima delle elezioni europee, si prima delle elezioni europee, gli 85 euro devono raggiungere le case degli italiani, di una parte degli italiani anche se per un problemini tecnico la riforma non potrà partire che dal 1 di maggio e in busta paga non arrivano che il 27 e da 22 al 25 di maggio si vota, la settimana prima mi aspetto che le reti televisive in edizione straordinaria unite, ricorderanno agli italiani che la prossima settimana arrivano 85 euro.

C’è però un’altra possibilità, ovvero quella di rinunciare agli 85 euro mensili per avere in cambio l’auto blu di Monti o Letta, o al limite per accontentare tutti anche la Smart o la bicicletta di Renzi, insieme con un biglietto gratis per visitare Palazzo Chigi e Montecitorio.

Lo so sto facendo troppa ironia ma francamente vista la presentazione non mi riesce diversamente, troppo forte Renzi, che sguazza tra pesci rossi e donne senza barba!

Tra i ministri si è notata ieri l’assenza del Ministro senza portafoglio delle coperture, ma questo è un dettaglio trascurabile, soprattutto se Cottarelli prima alla commissione bilancio del Senato dice che nel 2014 si recupereranno 3 miliardi dalla spendigreview e poi Renzi alla conferenza stampa urla che i miliardi saranno 7.

Ripeto piccoli dettagli in attesa della nomina del ministro delle coperture appunto!

Se uno si ferma a riflettere si domanda come sarà possibile sbloccare 68 miliardi entro luglio quando lo scorso anno i governi Monti e Letta si scannarono vivi per tirar fuori 22 miliardi senza sforare la mitica barriera del 3 %, ma per questo aspettiamo con fiducia cosa ne pensa la Merkel, visto che noi non ci facciamo fare i compiti a casa.

Ma sono sempre dettagli trascurabili, visto che ora abbiamo salvato BOT e cavoli con l’aumento della tassazione sulle rendite “purè di patate” dal 20 al 26 %. Chissà che ne pensano i mercati avraà pensato Renzi, ma dalle isole Vergini, Davide Serra l’amico finanziarie lo ha rassicurato tanto io non pago quasi nulla, tu procedi tranquillamente.

Ben venga la tassazione delle rendite finanziarie se serve veramente per ridurre del 10 % l’IRAP alle imprese, in fondo anche prima gli interessi erano tassati al 27 %. Ritengo legittimo che la tassazione sia più elevata visto che i redditi da lavoro vengono selvaggiamente tassati in questo Paese, ma non dimentichiamoci che c’è già una patrimoniale sui risparmi e pure altre tasse.

Dunque riassumento 100 giorni per 10 miliardi per 10 milioni di italiani con 1000 euro in tasca.

Inoltre siccome tutte le ciambelle non riescono con il buco, sarà interessante osservare cosa accadrà alla fonte primaria di finanziamento di alcune aziende, attraverso l’emissione di obbligazioni come per le banche legate al territorio. L’augurio è che questa mossa non chiuda ancora di più l’accesso al credito, ma la risposta la sapete già.

Come direbbe il buon Lucio … “85 euro tutti per me posson bastare 85 euro tutti per me
voglio dimenticareeeee….”

Per tutti coloro che hanno liberamente sostenuto il nostro viaggio o vorranno semplicemente farlo è in arrivo l’ultima analisi dal titolo…” Machiavelli un uomo tutto d’oro.”

« SOSTIENI L’INFORMAZIONE INDIPENDENTE contribuisci anche tu LIBERAMENTE a tenere in vita un’isola di condivisione quotidiana nell’oceano infinito di questa tempesta perfetta …Chiunque volesse ricevere le ultime analisi può liberamente contribuire al nostro viaggio cliccando sul banner in cima al blog o sul lato destro della pagina. Semplicemente Grazie

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 9.4/10 (14 votes cast)
VN:F [1.9.20_1166]
Rating: +7 (from 7 votes)
RENZI...1000 EURO PROPOSTA SHOCKI!, 9.4 out of 10 based on 14 ratings
Tags:   |
33 commenti Commenta
carpif74
Scritto il 13 marzo 2014 at 11:06

Andrea purtroppo i mercati se ne fottono dell’euro a 1.4(quasi) dei conti di unicredito e di tutto il resto! Anzi vengono premiati :lol:
Ormai non ci sono parole!

kry
Scritto il 13 marzo 2014 at 11:10

10 miliardi per 10 milioni di voti senza pagare nulla non male come pensata inoltre senza metterla a bilancio come finanziamento dal pubblico al partito.

veleno50
Scritto il 13 marzo 2014 at 11:13

Come dice il buon lucio lo scopriremo vivendo,lo scopriremo vivendo. ben venga la tassazione sulle rendite serve a ridurre l’irap meglio tardi che mai. ti fermi al 2014 sui risparmi arriva al 2016 poi vedi che cifre ci sono. ma guardatevi attorno non c’è verso di trovare un politico discreto l’unico sotto i quarantanni è questo ragazzo,si hai ragione è un ambizioso,assomiglia a qualcun altro,solo che lui non è li per curare i propi interessi e fregarsene delle promesse lui è li per aiutare il paese e più poveri e ha già cominciato. vogliono sapere tutti dove sono le coperture andate in un negozio Zucchi e li trovate coperture di tutte le misure.

reragno
Scritto il 13 marzo 2014 at 11:15

Bellissime le foto sopra valgono più di 1000 parole.
Grazie Andrea per la tua lucidità in questo mercato governato da invasati.

kry
Scritto il 13 marzo 2014 at 11:53

veleno50@finanza,

Probabile che restino aperti solo i negozi Zucchi. http://www.rischiocalcolato.it/2014/03/turismo-mai-un-inizio-peggiore-da-40-anni-a-questa-parte.html Ciao.

veleno50
Scritto il 13 marzo 2014 at 12:39

btp 3 anni minimo storico 1,12% la primavera è in arrivo

kry@finanza,

kry
Scritto il 13 marzo 2014 at 12:50

veleno50@finanza,

Si, anche con l’euro in prossimità di 1,40. Io intanto investo in legna.

phitio
Scritto il 13 marzo 2014 at 13:01

Questa Italia e’ disperante, non sa eisprimere altri personaggi che professori e professorini che vivono nel loro iperuranio, visto che non pagnao direttamente nulla di quello che fanno, o personaggi istrionici e completamente privi di senso della misura, passando da Berlusconi al Berlsuchino renzi al fanculista Grillo.

Ricordiamo, se queste persone sono lassu’, e’ perche ce le abbiamo messe noi.

gnutim
Scritto il 13 marzo 2014 at 13:47

beh, però devo dire che mi viene quasi voglia di accendere la tv per ascoltarmi queste fantastiche pantomime.

Magari la accendo solo un paio di volte x questa settimana, non vorrei essere traviato dei (non) servizi di parte.

Devo dire che il ragazzo sta riportando un poco di attenzione della gente sulla cosa pubblica.
Bisogna dargliene atto.

Ora vediamo se si alza la scure dell’unione europea, perchè se non si alza vuol dire che Renzi ha più di un paraculo in europa… vuoi dire che sia il figlio illegittimo della Merkel????

italywip
Scritto il 13 marzo 2014 at 14:02

Forse è un pagliaccio , forse è il nuovo statista che serviva all’italia sicuramente è l’ultima spiaggia…

http://italyworkinprogress.blogspot.it/

L’inizio comq che siano 80 euro o 10.000

per correre devi iniziare a muoverti…

silvio66
Scritto il 13 marzo 2014 at 14:11

Lo sanno tutti che se alle politiche il centrosinistra metteva renzi vinceva. Renzi piace anche a centrodestra bersani no. Nemmeno berlusconi era risultato cosi sfacciato nel proclamare la propria ambizione personale. Se l’europa spaventata dall’onda nuova venuta dal nulla che rischia di rovinargli i piani, e speriamo sia così aggiungo io, conferisce poteri speciali al nuovo giovane alfiere, ben vengano. Si dice a caval donato non si guarda in bocca, bisogna però controllare che non sia un cavallo di troia.

dostojevsky
Scritto il 13 marzo 2014 at 14:27

@italywip ti confondi con il moto di caduta libera.

era Seneca se non sbaglio che affermò saggiamente che “non c’è vento favorevole per il marinaio che non sa dove andare”

mirrortrader
Scritto il 13 marzo 2014 at 15:08

Bell’articolo denso di verità.

Peccato che fungo VELENOso sia ammaliato dal figlio segreto di Berlusconi, mi ricorda Ulisse con le Sirene.

john_ludd
Scritto il 13 marzo 2014 at 15:12

silvio66@finanza,

stai scherzando spero. L’Europa non ostacolerà un bel nulla almeno sino al 20 Maggio, anzi… al di là di qualche parola solo per non essere troppo smaccati, sarà appoggio totale e i flussi di denaro caldo che arrivano in Italia a fiumi lo sanno, e vedrai l’euro ben oltre 1,40 se non c’è casino da fuori. 2 mesi per la finanza sono un tempo infinito dove poter fare qualche bel quattrino.

silvio66
Scritto il 13 marzo 2014 at 15:19

john_ludd@finanza,

..ogni tanto cedo ancora al sentimentalismo.. :wink: …più si svaluta e più guadagneremo dopo :mrgreen:

stanziale
Scritto il 13 marzo 2014 at 15:33

silvio66@finanza,
@John Ludd @ Silvio66
Mmhh..gia’, tirano la volata ai partiti europeisti, i problemi verranno dopo..io non dimentico che l’abominevole Soros e svariati hedge founds hanno scommesse ingenti contro l’euro e/o almeno per arrivare ad una svalutazione del 40% dello stesso (sara’ vera la cosa?)…quasi quasi mi e’ simpatico.

gnutim
Scritto il 13 marzo 2014 at 15:51

e intanto sono uscite le scorte di gas in USA: sono al minimo degli ultimi 10 anni….

gnutim
Scritto il 13 marzo 2014 at 15:54

ma la cosa ancor più strana è che la produzione è stata bassissima a livello del pre-boom del gas di scisto, questo proprio non me lo spiego

non penso che le trivellazioni non funzionino per un poco di ghiaccio qua e la….

guardate il livello produttivo fin dove è precipitato, fine del gas?

dostojevsky
Scritto il 13 marzo 2014 at 16:17

http://rt.com/usa/ohio-fracking-halted-quake-306/

a me non sembra così inspiegabile se consideri il quadro d’insieme

dostojevsky
Scritto il 13 marzo 2014 at 16:19

http://rt.com/business/russia-us-eu-sanctions-546/

la russia è pronta a rispondere con le “sue” sanzioni all’occidente

john_ludd
Scritto il 13 marzo 2014 at 16:32

stanziale@finanza,

“l’abominevole Soros”

direi che la definizione calza a pennello; il fatto è che questi reazionari fascisti ammantati da difensori della democrazia non solo campano troppo a lungo ma più invecchiano peggio diventano. L’unica nota positiva è che sono vari gruppi di fascistoni in giro, neocon, sionisti, eurocrati, cruccofili… e non si sopportano tra di loro… questo depone bene, magari si sbranano tra loro.

veleno50
Scritto il 13 marzo 2014 at 18:02

Andando a votare oggi secondo dieci sondaggisti da (il giornale) quotidiano di estrema sinistra si evince che rimangono tre partiti PD,FI,5 STELLE .toc toc c’è qualcuno

icebergfinanza
Scritto il 13 marzo 2014 at 18:18

carpif74@finanzaonline,

Troppa emotività in giro …troppa! La verità è figlia del tempo!

stanziale
Scritto il 13 marzo 2014 at 20:43

thundermarc@finanza,

E la nazikulona minaccia la Russia http://www.sapereeundovere.it/ucraina-la-merkel-continua-a-minacciare-la-russia-danni-enormi-per-mosca/
sempre tratto dallo stesso blog. Quello che sta accadendo e’ gravissimo, spero che la Russia (con l’appoggio della Cina) resista…ne va dell’equilibrio del globo. Abbiamo bisogno che non ci sia una sola potenza nel mondo, senno’…poveri noi. Abbiamo gia’ avuto un bell’assaggio , dal crollo del muro.

mirrortrader
Scritto il 13 marzo 2014 at 21:03

Salve a tutti.
Oggi guardando un po di grafici ho notato le seguenti cose:

Rame in procinto di collassare.
Commodity che sembrano partite a razzo verso la luna
Ora in rampa di Lancio.

Sta arrivando la prossima recessione?
Con il fallimento dei derivati?
Ricordiamoci che non è cambiato nulla da prima della crisi del 2008, E’ SOLO PEGGIO!!!!!! E nemmeno Renzie ci potrà salvare.

dorf001
Scritto il 14 marzo 2014 at 00:48

Di Maio (M5S) : “Il primo vizio è lanciare provvedimenti senza emettere il testo”

Per ora ho visto solo una conferenza stampa in cui si continua nei tre vizi degli ultimi 20 anni.

Il primo vizio è “lanciare” provvedimenti senza emettere il testo.

Oggi abbiamo assistito all’ennesima conferenza stampa (con le slide) in cui si annunciano Decreti Legge o Disegni di Legge senza farne leggere nulla.

Ed è per questo che prima di pronunciarsi favorevolmente o meno si dovrebbe vedere cosa c’è scritto nel testo (ad oggi latitante).

Magari per capire dove si ha intenzione di prendere i soldi.

Magari…

Do you remeber il famoso DECRETO DEL FARE di Letta?

Ci fu la stessa celebrazione un anno fa, nulla di attuato.

Perché sappiamo tutti che il diavolo si annida nei dettagli…

Il secondo vizio è quello di spacciare i disegni di legge per “cose fatte”.

Ricordo che Letta l’ha fatto per un anno intero e alla fine (siccome i ddl devono essere esaminati e approvati dalla maggioranza in Parlamento, essendo appunto “disegni di legge” e non leggi) nessuno è mai andato in porto.

Basti ricordare il ddl sul finanziamento pubblico ai partiti e il ddl “porcata” sulle province.

Il terzo ed ultimo vizio è di merito.

Presente o futuro?

Quando io vado nelle piazze incontro sempre più spesso padri che hanno figli disoccupati o figli che non trovano lavoro o padri licenziati o liberi professionisti con l’acqua alla gola.

Decidere di sgravare l’Irpef (e resta da vedere con quali soldi) significa aiutare chi un lavoro già ce l’ha.

I soldi in busta paga saranno in media 30 euro in più al mese (sempre secondo gli annunci).

Soldi che chi percepirà, tenderà a risparmiare e non a spendere, visto il momento di crisi profonda in cui versiamo.

Ovvero non li immetterà nel circuito economico.

Quindi l’economia non ne trarrà giovamento.

Ergo.

Il padre che percepirà 30 euro in più al mese, avrà lo stesso problema di prima: figli disoccupati e posto di lavoro a rischio.

Per non parlare dei liberi professionisti che non avranno nessun giovamento da questa manovra.

Il terzo vizio insomma è quello peggiore.

Dare “mance” a chi un lavoro già ce l’ha, senza affrontare riforme strutturali che creerebbero nuovi posti di lavoro.

FUTURO M5S.

Il reddito di cittadinanza con obbligo di spesa negli esercizi commerciali locali, immetterebbe miliardi di euro nel ciclo economico dei piccoli commercianti e imprenditori, creando nuovi posti di lavoro e dando un sussidio a chi non ha nulla.

Era la proposta M5S per aiutare tutti in un sol colpo.

PRESENTE RENZI.

Così invece si lascia immutata la situazione di chi non ha nulla e si aiuta a “sopravvivere” chi ha già un posto di lavoro, ma che mantiene altri che non lo hanno, addossandoseli (figli, mogli, etc.).

Luigi Di Maio
Portavoce M5S Camera

dorf001
Scritto il 14 marzo 2014 at 00:52

Martelli (M5S) : “Renzi grandi promesse a partire da Maggio, dopo le elezioni europee”

E’ incredibile la coincidenza nei tempi degli impegni presi da ‪‎Renzie‬: *aumenti n busta paga per 10 milioni di Italiani, A PARTIRE DA MAGGIO;

ammesso che questi soldi arrivino (‪‎italianistatesereni‬) i primi ad accorgersene saranno i dipendenti pubblici con la busta paga del 27 MAGGIO, tutti gli altri dovranno aspettare la busta paga di GIUGNO.

*pagamento totale dei debiti dello Stato verso le imprese, A PARTIRE DA LUGLIO (ma più verosimilmente a partire da Settembre, dopo le vacanze estive).

‪‎impresestateserene‬Le elezioni europee si svolgeranno il 25 MAGGIO.

Basta fare due più due: se volete che Renzie mantenga le promesse dovete andare a votarlo alle europee (ricatto o versione “moderna” di voto di scambio?) ‪‎fatevoi‬

Carlo Martelli
Portavoce M5S Senato

dorf001
Scritto il 14 marzo 2014 at 01:23

icebergfinanza,

capitano. tu che ami la parola “glocalizzazione”. ebbene i grillini sanno che roba è. e vogliono attuarla. leggi sotto :

Sibilia (M5S) : “Economia della felicità o felicità dell’economia?”

Economia della felicità o felicità dell’economia?

Il ‪‎M5S‬ da sempre lotta per la prima opzione.

Una scelta culturale che quando verrà resa concreta (accadrà prima o poi) restituirà a tutte le persone la consapevolezza che il profitto economico, le furbizie, la sopraffazione sono il vero male da combattere per rimettere al centro la politica delle piccole, grandi cose e la cittadinanza attiva di prossimità.

Tra la globalizzazione spersonalizzante e il proprio egoistico orticello ci può essere una via di mezzo: la glocalizzazione.

Dal grande al piccolo, dal piccolo al grande, dal lontano al vicino, dal vicino al lontano: l’elemento che unisce questi percorsi circolari l’essere umano, che va rispettato e valorizzato, così come va tutelato l’ambiente che lo ospita.

Basta con le logiche del potere oltre ogni limite, con il primato della finanza, con l’ossessione della commercializzazione ad ogni costo e di ogni cosa.

Il futuro che vogliamo, che immaginiamo e che stiamo tentando di costruire sarà a misura di uomini e donne e bambini e anziani che, accrescendo il benessere della propria comunità, vinceranno la sfida più difficile ed entusiasmante: dare il proprio contributo per un mondo migliore.

Sono a Bangalore in India con Helena Norberg-Hodge produttrice del documentario “The Economy of Happiness” per una 4 giorni di conferenze nel corso delle quali movimenti provenienti da tutto il mondo si confrontano sul futuro del nostro pianeta…

Un onore, un privilegio essere qui a parlare della grande comunità, del visionario progetto che è il Movimento 5 Stelle.

In alto in cuori.

A riveder le *****
Carlo Sibilia
Portavoce M5S Camera

paover
Scritto il 14 marzo 2014 at 06:44

e per chi non avesse còlto la frase di “patacca da rignano”:

“….i limiti sono 25.000 €, che vuol dire più o meno 1.500 € netti al mese; queste persone sono i destinatari del nostro intervento, quindi non solo i ceti meno abbienti ma anche un po’ di ceto medio…..

un po’ di ceto medio, 1.500 € al mese? mah…..

icebergfinanza
Scritto il 14 marzo 2014 at 08:42

dorf001@finanza,

Se il M5S, movimento nato dal basso, non fosse quello che in realtà è, ma un luogo democratico nel quale portare un’alternativa reale, dove confrontarsi senza insultare l’avversario ogni giorno, ogni minuto, ogni secondo, un luogo dove ascoltare coloro che hanno dimostrato di comprendere i meccanismi di questa crisi e non parlo del sottoscritto uomo qualunque ma di economisti e analisti validi, io scenderei in politica oggi, adesso subito.
Ma visto quello che sta accadendo è meglio prepararsi, pochi hanno compreso quello che sta accadendo.
Per la FAMIGLIA ad ogni livello ZERO ASSOLUTO! L’unico problema in questo Paese è l’omofobia e la parità di genere!
Ogni centesimo gettato nell’arena del voto e delle elezioni con promesse demagogiche e populiste finirà nel baciere del deleveraging.

gnutim
Scritto il 14 marzo 2014 at 09:32

icebergfinanza,

STESSA PAURA

mirrortrader
Scritto il 14 marzo 2014 at 10:57

Complimneti Andrea, tanto di cappello.

Icebergfinanza presenta: ” Viaggio attraverso la tempesta perfetta “
Segui IcebergFinanza su
http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/
Articolo dal Network
PREVISIONE Come anticipato nello scorso articolo, avremmo assistito a 5/7 giorni sfibranti in attes
Il meeting di Jackson Hole di solito non porta mai grandi novità. L'incontro dei banchieri centra
Analisi tecnica Ciao a tutti. Ha tenuto il supporto a 16260 portando la reazione (droga) del nostr
FTSE Mib L’indice Ftse Mib prosegue il movimento ribassista dettato principalmente dalla trendlin
Spesso e volentieri sento usare il nome di Alcide De Gasperi a proposito di questa europa, questa
Tutti in attesa delle parole di Janet Yellen. Jackson Hole è un appuntamento ormai tradizionale
Per venire incontro alle popolazioni del Centro Italia colpite dal terremoto della scorsa notte l'
  In passato ho più volte preso in esame il fenomeno economico cinese, proprio per la s
FTSE Mib Il FTSE Mib ieri ha completato il secondo attacco in un mese alla resistenza dinamica espr
Dopo il brusco calo di mercoledì, durante la seduta asiatica i prezzi del greggio si sono consolida