INFLAZIONE ONE ONE ONE…

Scritto il alle 10:04 da icebergfinanza

INFLATION WHAT INFLATION? | icebergfinanza

E’ incredibile come basta un sussulto per dimenticare 800 anni di storia, la deflazione da debiti, ma questa è la finanza odierna, un mondo quello economico/finanziario spesso popolato da ignoranti.

Mai visto scendere i rendimenti nominali mentre le aspettative di inflazione in America, sottolineo America perché in Europa restano depresse, le aspettative salgono sulla base del nulla.

Osservare solo i dati mese su mese per determinare una ripresa dell’inflazione è fuorviante, la tendenza a lungo termine è inesorabile.

Circa un quarto dell’aumento è dovuto ai prezzi della benzina che sono saliti a luglio dopo un netto aumento a giugno, l’indice alimentare è diminuito dello 0,4% a luglio, con l’indice del cibo domestico in calo dell’1,1%. L’indice core ha subito il più grande aumento dal 1991, quando cadi in una buca non puoi fare altro che risalire buona parte dell’aumento è dovuto alle assicurazioni sui veicoli e all’assistenza medica, visto che qualcuno ha pensato bene di approfittarne.

Proviamo a contestualizzare meglio questo prodigioso balzo dell’inflazione…

Spero che questa immagine vi faccia capire meglio la situazione, ciò che conta è la tendenza a medio e lungo termine.

Se poi osserviamo l’ Europa dove i fessi rafforzano l’euro, l’inflazione spopola, in Italia poi è fuori controllo…

In Germania poi sono terrorizzati non sanno più cosa sia l’inflazione dalla Repubblica di Weimar ora inizieranno a lamentarsi per la deflazione…

Se qualcuno è ancora alla finestra con il nasi schiacciato sul vetro terrorizzato dall’inflazione consiglio di leggere questo pezzo, di inflazione non sentirete più parlare per almeno un decennio, non dell’inflazione quotidiana, quella volatile energetica e alimentare ma quella che determina, prezzi e rendimenti dei titoli.

DEFLAZIONE DA DEBITI: COSA POTREBBE ACCADERE.

Mai come in questo agosto l’opportunità è di casa, a questi prezzi e con questo cambio è un’altra occasione da non lasciarsi sfuggire.

Mentre aspettate insieme a Godot, la fine del dollaro suggerisco un paio di rapide letture…

Buon ferragosto a tutti e siate felici da ora in poi ci penserà Mario Monti alla Vostra salute, dopo aver distrutto i Vostri risparmi nel 2012 provvederà a rendere obbligatorio io vaccino e tante altre belle cose, per fare contento BIGPHARMA!

Il bello sta per iniziare, agosto sta per finire!

 

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 10.0/10 (10 votes cast)
VN:F [1.9.20_1166]
Rating: +7 (from 7 votes)
INFLAZIONE ONE ONE ONE..., 10.0 out of 10 based on 10 ratings
26 commenti Commenta
stanziale
Scritto il 13 agosto 2020 at 11:55

“MES matematico Coronavirus, l’Oms Europa istituisce una commissione per rivedere i sistemi sanitari: Mario Monti sarà il presidente – Il Fatto Quotidiano”

Era scontato che l’oms di Bill Gates se ne occupasse. Dei sistemi sanitari pubblici, in particolare italiano, anche francese ed altri, i plutocrati non sanno che farsene. Di De Donno, del medico campano, delle autopsie eseguite dai medici bergamaschi, della idrossiclorochina ed eparina somministrata nonostante le indicazioni dell’oms…..tutte queste “assurde” cure VIETATE dall Oms(e quindi dal ns min. sanita’), con cui i pazienti sono GUARITI! Tutto cio’ non si deve piu’ ripetere.
I sistemi sanitari vanno privatizzati e rigidamente protocollati….con aboliZione, ovvio, del giuramento di Ippocrate. E quindi direi che Mario Monti….non concludo la frase senno’ vado in galera.

piero61
Scritto il 13 agosto 2020 at 14:35

Buongiorno Andrea, il bello è già iniziato da un pò ma nessuno al momento se ne è accorto, se poi il professor Monti farà diventare obbligatorio il vaccino avremo risolto tutti i problemi perchè molti passeranno a miglior vita con tanti auguri a tutti alle previsioni economiche e la gioia delle bigpharma, non mi arrabbio tanto un giorno il mondo farà a meno anche di me.
Buon ferragosto.

idleproc
Scritto il 13 agosto 2020 at 19:54

stanziale@finanza,

Non prendevela con Monti, è solo un esecutore e non è così importante.
Pare che a differenza dell’altra volta, se è vera e non ho tempo da perdere per andare a verificare, abbia detto che bisognerà aumentare gli “investimenti” nella sanità che tradotto vuol dire finanziarizzazione parassitaria completa e liquidazione della sanità pubblica come hanno fatto sul sistema produttivo sia pubblico che privato, con l’ovvio azzerato livello di affidabilità e neutralità pubblica da un lato e di mercato reale dall’altro.
Anche Zaia che ha dato prova che solo con un sistema pubblico che è tuo e che quindi puoi controllare e gestire se sei una persona integra e ti avvali di persone integre con forte istinto e cultura sociale, dovrà mettersela via.
La cosa continuerà fino a quando smetterà di continuare…

ben
Scritto il 13 agosto 2020 at 20:24

stanziale@finanza,

Pensa che io ho curato i covid con l’eparina l’intubazione senza idreossiclorochina inutile e senza il plasma. Tutti guariti. Auguri se ti privatizzano la sanità. Non sai di cosa parli purtroppo

sd
Scritto il 13 agosto 2020 at 22:54

Buona sera
Sicuramente il mondo economico/finanziario è convinto che questa volta sarà “diverso” e non potrà mai succedere come nel passato, anche se non mi occupo di finanza ne sono convinto.

Per quel che riguarda i vaccini obbligatori, è uno dei sintomi della decadenza della società occidentale. Sopravviverà il più ADATTO (in questo luogo l’ho scritto decine di volte) e ci sono altissime probabilità che NOI non siamo quelli più adatti……….nessuno verrà a salvarci.

Comunque nel breve periodo e per motivi personali si può. Primo non firmare il “consenso informato”, per chi non lo sapesse vi faranno firmare un consenso informato così si “lavano” la coscienza……avete accettato …azzi vostri hehehe. Secondo, se uno ne ha il coraggio hehehe ,far firmare al medico, che materialmente lo deve fare, l’Assunzione di Responsabilità e magari chiedergli se è assicurato contro i danni a terzi.
Saluti…e come dice spesso il Capitano, La Verità e Figlia del Tempo.
SD

sd
Scritto il 13 agosto 2020 at 23:00

Dimenticavo…..non siamo i più ADATTI anche perché moriamo come le mosche per un nonnulla (sarebbe il VIRUS)
E poi vogliamo andare sulla Luna o su Marte……. o magari viaggiare per anni verso la stella più vicina. Ma per favore

idleproc
Scritto il 14 agosto 2020 at 11:56

ben,
Forse stanziale era troppo arrabbiato, ad una prima lettura sul cosiddetto pubblico-privato avevo interpretato come te, penso che l’interpretazione debba essere l’opposto.

robylaconi
Scritto il 14 agosto 2020 at 13:03

Alla lunga (in quanto i cinesi fanno ragionamenti a lungo termine) credo che la moneta di riferimento sarà lo Yuan cinese. Ovviamente una mossa troppo repentina da parte di Pechino di liberarsi dai bond USA farebbe troppo crollare il valore del dollaro, ma penso che piano piano i cinesi si stiano liberando dei bond a favore dell’oro (che già proprio in seguito alla svalutazione dell’USD sta diventando più conveniente). Vedremo in futuro se così sarà

madmax
Scritto il 14 agosto 2020 at 15:02

Quello che non volete capire e’ che il Kapitalismo continua a rendervi tutti stracciono! Ma ormai il lavaggio del cervello e’ talmente ampio che fate fatica a comprenderlo criticate il sistema ma alla fine continuate a sostenerlo, negli ultimi 20 anni il turbokapitalismo ha resi sempre piu’ ricchi i ricchi (e questi non siamo io e voi) in Cina paese komunista nel 1990 il 60% della gente viveva sotto la soglia della poverta’ nel 2018 erano solo il 2% ora chi ha fatto un lavoro migliore? Il ricco occidente (ricco solo per gli stessi) o la terribile Cina????

stanziale
Scritto il 14 agosto 2020 at 18:41

idleproc@finanza,

Confermo, Ben ha capito l’opposto, la colpa e’ mia evidentemente…parlavo in effetti di cosa vogliono fare ESSI. E ci riusciranno, temo proprio. Proprio oggi dove abito una vecchietta di ben oltre 80 anni, in visita ad una vicina di casa, sul balcone , ha esclamato wow, come nei telefilm anglo americani. Mai stata una espressione italiana. Gli italiani si bevono tutto. Per cui non solo la maggior parte dei giovani, ma anche degli anziani ha ormai il cervello in pappa da troppa tv.

idleproc
Scritto il 17 agosto 2020 at 17:18

madmax,

La Cina è un dialetto del capitalismo.
Capisco che senza “riferimenti” ci si trovi un po’ spaesati, è una necessità umana avere riferimenti stabili ma il futuro dopo una crisi sitemica che ha avuto, avrà i suoi tempi e le sue dinamiche è una pagina bianca che sta a noi srivere e a quelli che ci seguiranno senza dimenticare la storia e dimenticando l’assoluto cristallizzato dei libri che non sono in grado di descrivere ciò che sta oltre un punto di singolarità.
Dalle crisi sistemiche non si esce se non con un altro sistema, i “riformisti” che ne hanno solo accelerato la crisi e stanno inanellando un errore dietro l’altro, come sempre, perderanno.
E’ una pera marcia e matura con due massacri mondiali sulle spalle, trascurando il dettaglio.
Per puro egoismo ma non solo, speravo che tirasse avanti un altro secolo ma ne hanno accelerato la crisi.

charliebrown
Scritto il 17 agosto 2020 at 19:03

madmax,

Ciao Madmax. Vedo che non hai cambiato idea. Ti faccio notare che qualcuno pensò che tra comunismo e capitalismo fosse possibile una terza via, che possiamo definire quella della democrazia sociale. Io sono tra quelli che a questa terza via si sono riferiti, quando erano giovani. Mi pare purtroppo che questa via stia scomparendo, e che le due ideologie che tu citi stiano imponendosi, anche se per certi aspetti si assomigliano più che una volta.
Anche se la democrazia sociale si fa fatica ormai a distinguerla, concedi che chi ha guardato con sospetto il comunismo nel quale tu credi qualche ragione possa averla avuta.
Tu per esempio citi l’esempio dei risultati economici della Cina, dimenticando che in quello stato dissentire è impossibile. Ma se vogliamo gettare un occhio da un’altra parte, ti dirò che sono rimasto impressionato l’altro giorno leggendo i numeri di un altro comunismo, quello sovietico tra il 1930 e il 1940 Leggevo infatti il numero dei militari sovietici eliminati in quegli anni da Stalin: da rabbrividire, considerando che la maggior parte di questi erano comunisti convinti.
Non si possono ricordare solo gli aspetti positivi del comunismo, anche se quelli che hanno sbagliato di più sono forse stati quelli come me che non si sono schierati né per il comunismo né per il capitalismo.

madmax
Scritto il 18 agosto 2020 at 15:35

charliebrown@finanza,

Caro Charlie, io non ho problemi a riconoscere le barbarie, ma tu da non schierato riconosci le stesse barbarie fatte in tutto il mondo dall’altra parte che sono ancora piu’ gravi in quanto si considera “democratica” e portatrice di liberta’ e progresso?!?? Ti sei mai chiesto perche’ in Italia non e’ stato fatto un processo al fascismo stile Norimberga? Perche’ vi era il partito komunista piu’ forte dell’occidente e gli ex fasci servivano come potenziale deterrente, pensa che l’ex direttore del carcere fascista di Pianosa si trova ad essere questore di Milano quando l’ex partigiano Pinelli vola giu’ dalla finestra, ti tralascio Gladio, stragi varie quali Bologna ecc. ecc. e ti dimostro come nel mondo e’ stata sostenuta la “democrazia kapitalistica’ parto dal Guatemala con il colpo di stato del 1952 ? Poi il colpo di stato del 1966 in Indonesia di Suharto dove furono uccisi 2 milioni di oppositori politici (di sinistra) sotto l’indifferenza del mondo come sempre per evitare il pericolo rosso. Sai del colpo di Stato in Grecia dei Colonnello del 1967 contro la paura dei Komunisti? Quanti morti? Che dire poi del colpo di stato del Cile del 1973 e dell’uccisione di Allende da parte di Pinochet che fu un laboratorio per il liberismo esportato poi in tutto il mondo. Vuoi che ti racconti del colpo di Stato in Argentina del 1976 sai quanti morti ha fatto? Potrei riempire pagine e pagine ma lasciami chiedere che senso ha aver messo in mano l’Afghanistan ai talebani ricorda le donne andavano in gonna prima nel 1975 e per consegnarle ai talebani che le trattano come cani, bei valori abbiamo promosso.
Tutte queste cose il kapitalismo non te le racconta, ti fa credere che rende ricchi tutti facilmente (vedasi gli US) mentre distribuisce benessere solo a pochi. Ed il popolino lo lascia giocare in borsa con le briciole mentre l’1% detiene tutto e ti fa credere di essere in democrazia, guardati il video dal film il dittatore e capirai la farsa: https://m.youtube.com/watch?v=oBxULBgxtsY
Un abbraccio e ricorda che ormai il sistema e’ marcio e soltanto le nazioni che hanno ancora dei valori morali ne usciranno.

madmax
Scritto il 18 agosto 2020 at 15:56

idleproc@finanza,

Credi che sia un corollario del kapitalismo perche’ ci viene raccontato che questo e’ il solo sistema possibile per salvaguardare lo status quo. Pero’ mi spiace contraddirti hanno i ricchi, la classe borghese sta bene, ma continuano ad avere una economia pianificata basata su un socialismo di mercato con Marx come riferimento e’ un sistema diverso. Questo ti spiega l’accanimento degli US contro la Cina, loro che da paladini del kapitalismo, il cui scopo finale e’ diventare ricchi ma che di fatto si trova ad avere 40 milioni di poveri che usano i food stamp in cui voti se vogliono (vedi neri esclusi dal voto) non possono accettare che qualcuno possa stare meglio, che abbia tecnologie e infrastrutture migliori, in 20 anni la Cina ha fatto 14.000km di linea per treni ad alta velocita’ mentre gli US hanno speso trilioni in guerre inutili, continui a credere che il futuro per gli US sia roseo? Un abbraccio ma quando dici di voltare pagine pensi che quel 1% che detiene tutto ti lasci scrivere la pagina bianca o che te la dia gia’ preparata per evitare di perdere il loro vantaggio? Un abbraccio

idleproc
Scritto il 18 agosto 2020 at 16:03

…una società con la produzione quasi totalmente automatizzata, dinamica che sappia rispondere e superare le crisi interne di crescita e in rapporto con l’ambiente esterno visto come un sistema complessivo è incompatibile anche su basi strettamente economiche con generarchie cristallizzate su qualsiasi base costruite che siano la proprietà del capitale prodotto socialmente che la sua gestione da parte di apparati di potere burocratici finalizzati all’autoconservazione e privilegio di caste cristallizzate.
Siamo noi che produciamo i sistemi socioeconomici e quando non funzionano più li “mettiamo da parte”, nessun altro.
Le società le produciamo come prodotto sociale collettivo come fare un buon formaggio da leccarsi i baffi.
La scelta sul creare e vivere in società distopiche che sono il lato negativo e che non daranno alcun futuro individuale e alla specie o fare altro, è solo nostra.
La strada, comunque, non è certo la “decrescita felice” che fa parte del lato negativo.

charliebrown
Scritto il 19 agosto 2020 at 07:30

madmax,
“ormai il sistema e’ marcio e soltanto le nazioni che hanno ancora dei valori morali ne usciranno.”

E’ una frase che esprime una “filosofia”. Dico solo questo.

Quanto a me, ci terrei a farti capire che non è vero che non ero schierato: in gioventù lo fui per quella che ho definito democrazia sociale. Visto che quasi ci siamo dimenticati che cosa sia, vuol dire che chi la sosteneva (come il sottoscritto) ha commesso errori significativi.

madmax
Scritto il 19 agosto 2020 at 07:40

Scusa ma non riesco ad afferrare il messaggio, lo so e’ un mio limite, ma non sono per la decrescita felice, ma le societa’ possono distribuire ricchezza se la creano, non se sono parassitarie! Cosa produce Amazon?!? Nulla e’ solo una grande vetrina virtuale che guadagna sulle vendite di prodotti altrui, cosa produce Facebook?? Nulla vende solamente i tuoi dati e fa si che alla fine i prodotti che compre costino di piu’ (i costi di pubblicita’ li paga sempre il cliente finale) e cosi’ come Uber o gran parte delle aziende di successo non possono dividere ricchezza se la “rubano” da altri. Ovvero se non si crea ricchezza non la si distribuisce. Secondo la rivista Business Week negli anni 50 la differenza retributiva fra un ceo e i dipendenti era di 20:1. Negli anni anni 80 è passata a 42:1. Nel 2000 siamo a 120:1 e adesso se si analizzano solo le prime cento imprese, la differenza cresce ulteriormente fino a toccare quota 495 !!!! Ovvero un dipendente guadagna 1500 Euro al mese ed il CEO ne guadagna 742.000 al mese! E gli stipendi finali sono sempre piu’ compressi, capito il concetto del capitale? Nel frattempo in un paese distopico come definisci la Cina si offrono stipendi straordinari, secondo la rivista Nikkei Asian Review aziende come Tencent, Alibaba, Meituan stando a dati Hays (che compara i salari) offrono per i migliori talenti stipendi che vanno da 109.000USD-143.000USD annui per lavori IT (molto piu’ alti dell’ Italia) oltre a dare aiuti per mutui prima casa, asili e tanti altri benefit distribuendo meglio la ricchezza creata (perche’ da noi non lo si fa?). Mentre in Europa, in paesi come la Germania in cui si immagina una societa’ piu’ equa scopri tramite Bloomberg che il 63% della ricchezza e’ ereditaria, ovvero o sei ricco di famiglia o resti povero (insomma la questione della classe resta ed e’ sempre attuale nessun ascensore sociale).
Adesso me ne vado sui campi ricordandoti che non siamo noi a decidere ma il “mercato” per cui se nei supermercati smetterai di trovare angurie/cocomeri decenti e’ perche’ le grande catene di distribuzione non li vogliono, troppo grandi, ingombranti, pesanti e poco redditizi, vendendoli a 0.35euro al kg, una boccia da 10kg costa solo 3.5 Euro che con un margine del 28% vuol dire un misero euro!!! Che incassi meglio vendendo altri prodotti o i mini cocomeri acerbi che ti propongono o con surrogati, un piccolo esempio di come ti obbligano alle scelte a loro piu’ convenienti! Un saluto.

phitio
Scritto il 19 agosto 2020 at 08:51

ben,
Guarda che lo Idrossiclorochina è efficace se somministrata in via preventiva, non come cura quando la malattia è insorta.

phitio
Scritto il 19 agosto 2020 at 09:10

sd@finanza,

Ma per favore. La pestilenza più letale della storia ha ucciso il 30% della gente (sarebbe la peste nera del medioevo), ma con tutto questo è stata ben lungi dallo sterminare il genere umano. Questa pandemia alla fine ha un tasso di letalità (calcolato coi numeri attuali in italia) sotto l’uno per cento. Il punto è che siamo diventato così iperreattivi, e così rimossi da cose naturali cme la vita e la morte del mondo reale, che finiamo per strangolarci a morte piuttosto che sopportare la paura di morire.
Suvvia, state sereni. Il virus è voluto verso forme meno letali, come ben dimostra questa presentazione da parte di Matteo Bassetti, direttore della Clinica Malattie infettive del Policlinico San Martino
https://www.youtube.com/watch?v=wFcbDQ_QN8c

In base a queste inforazioni, in questo momento dovremmo cercare di favorire il più possibile la diffusione del virus, sarebbe come fare una campagna di vaccinazione.

phitio
Scritto il 19 agosto 2020 at 09:20

Aggiungo che le statistiche che davvero contano al momento riguardo al COVID sono il numero di persone ricoverate con sintomi gravi, e i morti. E guarda caso, sono numeri bassi, bassissimi. Sembra quasi che ai gornali dispiaccia questo fatto, e continuano ad impestarci con i numeri dei “contagiati”, senza dire quanti di questi sono davvero ammalati. Presto o tardi la maggiornaza della popolazione inizierà a notare questo fatto, ad immunizzarsi dalla propaganda terroristica in atto e a rigettarla. Governo e maggiornaza attuale la stanno giocando sporca, sporchissima, sulla pelle del paese, e spero che vengano stritolati alle elezioni, quando prima o poi dovranno arrivare.

idleproc
Scritto il 19 agosto 2020 at 11:24

madmax,

Condivido le osservazioni che hai fatto sul nostro “lato” ma penso che dovresti informarti meglio sulle condizioni di lavoro delle corporation globali che operano in Cina come questa:

https://www.telegraph.co.uk/news/worldnews/asia/china/9006988/Mass-suicide-protest-at-Apple-manufacturer-Foxconn-factory.html

https://en.wikipedia.org/wiki/Foxconn

Il succo della globalizzazione è trovare il costo del lavoro al livello più basso e sfruttare l’ineguaglianza tra aree geoconomiche per fare sovraprofitti nei mercati di consumo ove operano in condizioni di oligopolio.
Quando riescono a gestire sia il mercato di produzione che quello di consumo, è il massimo, riescono ad impoverire dalle due parti contemporaneamente.
La lungimiranza strategica della classe dirigente cinese non glielo ha permesso altrimenti avrebbero fatto carne di porco dei cinesi, come da altre parti del globo.
Però ha permesso lo sfruttamento della propria popolazione e la penetrazione delle corporation globali nel suo tessuto economico-finanziario che non definirei proprio una pratica “socialista”.

idleproc
Scritto il 19 agosto 2020 at 12:11

…guarda che i cinesi non usano “tecniche” diverse quando devono penetrare un mercato, è noioso spegarlo. Non potrebbero nemmenno fare diversamente, il capitalismo in questa fase storica detta le regole del gioco e quelle sono, a livello globale.
Indubbiamente sono però più intelligenti dei nostri, hanno una visione di lungo periodo e sanno come funziona il capitalismo.

aorlansky60
Scritto il 19 agosto 2020 at 15:25

@ Madmax and CharlieBrown

Entrambi i sistemi che avete descritto e dei quali avete dibattuto,

Kapitalismo e Totalitarismo,

o, se si preferisce

USA vs URSS (“occidente” vs “patto di Varsavia”)

sono deleteri alla stessa maniera, non se ne esce.

Il Totalitarismo è più diretto e cruento (nel senso che se appena manifesti di non pensarla come il regime, il regime ti prende, ti blinda e ti fa sparire) in questo la moderna Cina ha sostituito l’ormai obsoleta URSS…

L’altra sponda -il Kapitalismo- è più subdolo, se vogliamo: ti fa credere di vivere in una democrazia, ogni tanto ti chiama per farti votare, ti illude che rispetto all’altra sponda sia meglio, quando in realtà è assai poco differente, è solo un poco più paziente. Ma non per questo è meno sporco del primo…

aorlansky60
Scritto il 19 agosto 2020 at 15:30

@ Phitio
Questa pandemia alla fine ha un tasso di letalità (calcolato coi numeri attuali in italia) sotto l’uno per cento. Il punto è che siamo diventato così iperreattivi, e così rimossi da cose naturali come la vita e la morte del mondo reale, che finiamo per strangolarci a morte piuttosto che sopportare la paura di morire.

La penso abbastanza similmente, nel senso che non metto in dubbio la pericolosità del covid, ma guarda caso questo “nuovo” virus stà risultando dannatamente comodo a “qualcuno”, da leggere al plurale…

madmax
Scritto il 19 agosto 2020 at 18:55

idleproc@finanza,

Ok i Cinesi sfruttano i lavoratori all’Osso e questi si suicidano, siamo sicuri dei dati? Alti rispetto a che cosa? I dati sono vecchiotto ma andiamo con ordine.
Leggiti questo articolo su Wired: https://www.google.pl/amp/s/www.wired.com/2011/02/ff-joelinchina/amp la Foxcomm ha 1 milione di dipendenti ripeto 1 milione di dipendenti, se a questi applichiamo i tassi di suidicio US (fonte Reuters: https://www.google.pl/amp/s/mobile.reuters.com/article/amp/idUSKCN1NQ2M6) che sono in aumento del 34% o di 53,2 suicidi ogni 100.000 lavoratori dovresti ottenere per la Foxcomm 532 suicidi il che i numeri indicati sono ben al di sotto della media, la notizia e’ ancora una notizia?
Ma si sa al mondo i cattivi sono o i Russi o i Cinesi il resto sono tutti santi sopratutto inglesi e americcani.
Ma sopratutto pensa sempre a chi giova, hai trovato da qualche parte che in Venezuela hanno arrestato due ex-berretti verdi US entrati dalla Colombia per fare un attentato a Maduro? E sono stati condannati a 20 anni? No vero? O che in Siria si sono scontrati a fuoco soldati US e soldati Siriani, nemmeno!!! O che gli israeliani continuano a lanciare missili sulla Siria, nulla di tutto questo, cerca info da tutte le parti per farti un’ idea. Un abbraccio.

idleproc
Scritto il 20 agosto 2020 at 09:23

…c’è un motivo per cui i CEO etc., sono strapagati: sono i frontend del capitale di controllo.
Scopo contrattuale dell’attività realizzare il profitto finanziario più elevato possibile… e non importa come, ne consegue anche l’iirazionalità decisionale da un punto di vista della produzione che porta a chiudere settori produttivi sani in favore di altro e sulla qualità e sicurezza di un prodotto, qualsiasi esso sia.
La parte contrattuale non scritta ma scone azionisti di ritata è che che se ci sono rogne e ipoteticamente li pigliano, il capitale di controllo e azionisti di “riferimento” la fa franca…
Troverebbero comunque il modo di pagarli quando, ed è un ulteriore problema sistemico, non si autonomizzino come casta e facciano da soli i c. loro come giustamente sostengono molti d’oltre Atlantico.
In sostanza non è che se moralisticamente gli riduci lo “stipendio” cambia qualcosa, l’etica della finanziarizzazione dell’economia è il puro profitto nemmeno temperato dal rapporto tradizionale prodotto-consumatore, “per non perdere il cliente” che diventa spremitura del consumo.
La cosa divertente è che quando anche loro consumano e consumano “luxury” credono e sono costretti a credere alle loro stesse leggende e vengono spremuti come consumatori come in ambito alimentare o sanitario anche quando attingono a filiere o specializzazioni elitarie, non hanno ragione di fidarsi e diventano vittime “luxury” sistemiche di loro stessi.
Non hanno una gran concezione del ridicolo.

SOSTIENI ICEBERGFINANZA
Segui IcebergFinanza su
http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/
SOSTIENI IL NOSTRO VIAGGIO
IL NOSTRO LIBRO clicca qui
REVOLVERSMAPS

ICEBERGFINANZA NEL MONDO

Articolo dal Network
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) [ u
Il CESI è stesso oggetto delle mie analisi. E’ l’acronimo di Citigroup Economic Surprise In
Ftse Mib. L'indice cerca di impostare un rimbalzo e ora si trova a pochi passi dal livello importan
Su tutti i sottostanti si assiste alla parziale chiusura della componente future ed a movimentazioni
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) [ u
Ftse Mib: dopo il lunedì nero gli indici europei tentano di rialzare la testa, ma la cautela è d'o
  Nulla di interessante ieri, lo sappiamo da tempo che si sale con le scale e si scende
Dopo i forti ribassi di ieri andiamo a vedere come si sono mossi gli operatori nello specialistico m
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) [ u
La scadenza tecnica di questi giorni ha sicuramente contribuito ad importanti aggiustamenti. E i