NO BREXIT: MALTHOUSE COMPROMISE!

Scritto il alle 09:40 da icebergfinanza

Risultati immagini per BREXIT HEDGEYE

E’ affascinante osservare come i mercati stiano sottovalutando la questione Brexit, davvero affascinante, forse questa volta hanno davvero ragione loro, per quest’anno la questione Brexit è accantonata…

… sembrava dovesse trattarsi della fine del mondo, in realtà può accadere qualunque cosa e non succederà nulla o quasi.

Nel prossimo manoscritto di Machiavelli ci concentreremo sulla sterlina!

SOSTIENI IL NOSTRO VIAGGIO!

Tre tweet, tre parole, Norvegia, Svezia, il compromesso di Malthouse!

I duri Brexiters hanno avvertito Theresa May che l’unica proposta che probabilmente sosterranno per spezzare l’impasse sulla Brexit è una versione del “compromesso di Malthouse”, che prevede di rimuovere il backstop dal progetto di trattato di uscita dall’Unione Europea .(…)

Il “compromesso di Malthouse” – che prende il nome dal ministro minore Kit Malthouse che lo ha mediato – è una proposta per sostituire l’impopolare backstop con soluzioni tecnologiche alternative per impedire il ritorno di un confine difficile in Irlanda. È supportato da Baker, altri euroscettici e dai precedenti ministri Nicky Morgan e Damian Green, entrambi i quali parteciperanno ad altri incontri con Barclay martedì e mercoledì.

Si tratta di un possibile compromesso che comporterebbe una riformulazione del backstop e un’estensione del periodo di transizione fino al 2021. In termini di base, il primo ministro May dovrebbe rinegoziare l’elemento di supporto del suo accordo Brexit per sostituirlo con un accordo di libero scambio con tecnologia ancora sconosciuta per evitare i controlli doganali sul confine irlandese. Significherebbe anche estendere il periodo di transizione per un anno in più fino al dicembre 2021 per consentire più tempo per concordare una nuova relazione commerciale.

La parola d’ordine è prendere tempo, ma si sa che in Europa, nessuno vuole questo, ci sono le elezioni e il messaggio deve essere chiaro, fuori dall’Europa non c’é futuro.

La Francia non è disponibile ad alcuna revisione dell’accordo sulla Brexit, ma ormai Macron è un’anatra zoppa come l’intera Europa…

Certo che se davvero Macron ha intenzione di indire un referendum, mi auguro per lui che sia in grado di truccarlo, di manipolarlo, perché sarebbe la sua fine, più o meno quello che è successo a Renzi, Cameron, Tsipras, usciti umiliati ogni qual volta hanno cercato il consenso popolare.

Tornando alla Brexit, mentre circolano di nuovo voci da fine del mondo, peste, colera, tifo, scende l’inflazione ai minimi di due anni…

Crolla pure in Europa e in Italia…

Tasso di inflazione nella zona euro

Inflazione core ZERO VIRGOLA CINQUANTA, la senti la deflazione da debiti bellezza?

Icebergfinanza e tutti coloro che ci hanno seguito in questi anni, sta vincendo l’ennesima battaglia della consapevolezza, noi siamo gli unici in Italia che da 10 anni quotidianamente spieghiamo per quale motivo non ci sarebbe stata inflazione e attraverso la nostra newsletter, quale la migliore strategia per affrontare questi tempi difficili e la crisi che verrà.

SOSTIENI IL NOSTRO VIAGGIO!

MACHIAVELLI: EUROPA L’ULTIMO TRENO! OUTLOOK 2019

Una rapida occhiata ai dati che incominciano ad arrivare dall’America dopo la riapertura del Governo…

Mentre Bill Gross dopo gli ultimi anni di deludenti performance, scommettendo contro il mercato obbligazionario, sulla fine del mercato toro più lungo della storia della finanza, si ritira…

Noi invece, da sempre controcorrente abbiamo fatto il contrario di quello che ha fatto Gross, in questi anni, con grande soddisfazione, in attesa della madre di tutte crisi, l’ultima grande occasione per il mercato obbligazionario, davvero strepitosa.

SOSTIENI IL NOSTRO VIAGGIO!

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 10.0/10 (11 votes cast)
VN:F [1.9.20_1166]
Rating: +8 (from 8 votes)
NO BREXIT: MALTHOUSE COMPROMISE!, 10.0 out of 10 based on 11 ratings
Tags: ,   |
16 commenti Commenta
phitio
Scritto il 5 febbraio 2019 at 10:21

Le mie fonti precisano che, sebbene nel 2019 la Brexit non si realizzera’, questa si verifichera’ comunque. Hanno anche fatto sapere che ci saranno nuove elezioni e che i partiti che saranno stati giudicati come osteggiatori del processo di separazione saranno puniti molto severamente dalle urne.

reragno
Scritto il 5 febbraio 2019 at 14:11

Si può avere da Punto e Sella un’aggiornamento su Dax e Dow Jones Industrial? Grazie mille.

mirrortrader
Scritto il 5 febbraio 2019 at 15:32

phi­tio@fi­nan­za,

mi pare che queste fonti vadano lette al contrario.. o sbaglio?

gavino
Scritto il 5 febbraio 2019 at 20:54

Ma un articolo che spiega al popolino cosa comporta in soldini la Brexit, dove lo trovo…. mo pure il [email protected]@!.

apprendista
Scritto il 5 febbraio 2019 at 23:22

Capitano ma questo è fuori di testa?

https://moneymorning.com/author/mmstaffreports/

    icebergfinanza
    Scritto il 6 febbraio 2019 at 06:16

    A tempo debito risponderemo anche a queste illazioni…

giobbe8871
Scritto il 6 febbraio 2019 at 00:10

phi­tio@fi­nan­za,

ma che fonti hai ?

giobbe8871
Scritto il 6 febbraio 2019 at 00:16

io l’ho previsto con largo anticipo ( Brexit)
come prevedo la nostra uscita. Non perchè lo vuole Borghi e Bagnai, ma perchè Trump-USA vuole fottere la Germania.

giobbe8871
Scritto il 6 febbraio 2019 at 00:19

pensate poi cosa accadrà alla Turchia di Erdogan ! dopo l’espulsione dei missili nucleari US.

phitio
Scritto il 6 febbraio 2019 at 13:36

mirrortrader@finanza,

Le mie fonti hanno sempre detto che il divenire non e’ fissato, ma fluido, e dipende dalla massa delle scelte collettive. Spesso sono tentato di trarre conclusioni da quello che mi dicono, e spesso mi sbaglio, vuoi per la fretta o perche’ mi sembra che le cose siano consolidate. Le fonti avevano dato due direzioni diverse degli eventi: una che prevedeva la brexit e le dimissioni di May, ed un altra che dava un ritardo consistente della Brexit, e la demolizione dei partiti che avevano permesso/costruito questo ritardo attraverso la votazione.
In parole povere, l’esito che si e’ solidificato e’ un ritardo della Brexit, che NON avverra’ nel 2019. Presumo quindi che di conseguenza vedremo delle nuove elezioni e un severo affossamento dei partiti attalmente al governo.
Preciso, pero’ che la brexit sara’ solo rimandata: avverra’ egualmente…
A questo punto, e queste sono MIE considerazioni, probabilmente le nuove forze politiche al governo daranno uno strappo molto piu’ deciso di quello attuale (che, notate bene, era in maggioranza incline al REMAIN). Se tanto mi da tanto, rivedremo un ritorno sugli scudi dell UKIP “with a vengeance”, come dicono gli anglofoni.
Sempre pronto ad ammettere i miei errori di valutazione, ovviamente
:D

phitio
Scritto il 6 febbraio 2019 at 13:44

giobbe8871@finanza,

Un altra informazione da parte delle mie fonti, di vecchia data ormai, e’ appunto la Germania che uscira’ brutalmente dalla EU per far fronte alla sua crisi economico/finanziaria (per colpa delle ritorsioni economiche USA/CINA?, per via della crisi del suo sistema bancario? chi lo sa? mi hanno parlato solo di “extreme economical pressure”), pensando di avere in questo modo una posizione di vantaggio rispetto al rimanere dentro…
La solita vecchia storia: a rompere le unioni, da che mondo e’ mondo, e’ sempre la parte che si ritiene forte, quando vede un vantaggio nel commettere questa rottura…
Credete forse che la Germania si fara’ tante pippe, come ha imposto all’Inghilterra, per uscire? Ma nemmeno per sogno… Si liberera’ di tutti i vincoli di bilancio e monetari come se fossero carta straccia: rivendichera’ addiritttura la restituzione dei crediti tier 2 ( come se fosse possibile) e si mettera’ spregiudicatamente a cercare di arraffare le migliori possibilita’ senza guardare in faccia a nessuno, nemici o precedenti amici. Sara’ molto istruttivo per le prossime generazioni, per capire esattamente DOVE questo progetto di unione europea e’ fallito, e come fare per provare a ricostruirla su un diverso insieme di principii.

puntosella
Scritto il 6 febbraio 2019 at 15:36

re­ra­gno@fi­nan­zaon­li­ne,



Siamo in ambo i casi al limite del rimbalzo

quesalid
Scritto il 6 febbraio 2019 at 19:09

Deficit Spending Main Driver of American Economy

http://brucewilds.blogspot.com/2019/02/deficit-spending-main-driver-of.html

stanziale
Scritto il 6 febbraio 2019 at 20:13

phi­tio@fi­nan­za,

“….e come fare per provare a ricostruirla su un diverso insieme di principii.”

Ma anche no…

reragno
Scritto il 7 febbraio 2019 at 09:03

Gentilissimo. Grazie mille.
que­sa­lid@fi­nan­za,

idleproc
Scritto il 10 febbraio 2019 at 14:03

phi­tio@fi­nan­za,

Al momento gli attuali governi francese e tedesco sono in una certa impasse col neocolonialismo interno all’europa per cui si daranno ancora piú da fare in Africa e in giro, facendosi un bel po’ di nemici.
Non hanno “colto” che il neocolonislismo tradizionale è perdente militarmente, politicamente, economicamente e finanziariamente.

SOSTIENI ICEBERGFINANZA
Segui IcebergFinanza su
http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/
SOSTIENI IL NOSTRO VIAGGIO
IL NOSTRO LIBRO clicca qui
CONSULENZA ECONOMICO FINANZIARIA
Articolo dal Network
Il paragone con la Spagna già illustra un quadro fortemente contrastante e se poi ci confrontiamo
Ftse Mib: l'indice italiano riesce a tenere i 22.000 punti e oggi apre leggermente in positivo. Rima
E' incredibile a volte come la verità è sempre più figlia del tempo, passi anni a viaggiare c
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) [ u
This is The New Normal Ennesima conferma di quanto il mercato sia distorto, di quanto sia condizi
Il mio mestiere e tanto meno la mia “mission” su questo blog non è quella di dedicarmi al t
Ftse Mib: prese di beneficio sull'indice italiano dopo il tentativo di superamento dei 22.000 punti.
La burocrazia della Comunità Europea, spesso,  con i suoi  sovrabbondanti lacci e lacciuoli  fin
Sono partite le trimestrali USA. Alcune sono migliori delle attese, altre stanno deludendo gli
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) [ u