BRUSSELS ATTACKS!

Scritto il alle 14:00 da icebergfinanza

imageAlcune semplici riflessioni su questa ennesima tragedia della guerra invisibile, che distrugge i sogni e le speranze della gente comune, uomini e donne di tutti i giorni.

Ci è stato detto in tutte le salse che siamo in guerra e allora per quale motivo un obiettivo strategico come l’aereoporto del “cuore” d’Europa è stato lasciato sguarnito?

Per quale motivo, gente condannata più volte per fatti gravi, gente catturata e rilasciata, gente estradata e segnalata, continua a circolare liberamente costruendo bombe e permettendosi la più assoluta libertà nel portare a termine i loro efferati massacri.

Per quale motivo i governi d’Europa continuano a fare affari con chi finanzia questa metastasi e i servizi segreti di alcuni Paesi fanno finta di nulla sino all’inevitabile?

Renzi in Arabia Saudita: dichiari la sospensione dell’invio di armi

Davvero c’è ancora qualche ingenuo che crede che quanto è successo in Iraq, Libia, Afghanistan, Siria e via dicendo è solo risultato del tentativo di esportare la democrazia?

Ma davvero siamo in guerra? Allora se questi sono i risultati c’è davvero da preoccuparsi visto che sembra non esserci alcuna protezione se il Belgio viene avvertito dai servizi segreti diIsraele di un possibile attentato all’aereoporto e nessuno si è accorto di nulla.

Se invece non siamo in guerra ci pensano gli stessi signori della guerra a servirvela su un piatto d’argento gli stessi che si sono inventati le prove per invadere l’Iraq e fare qualche soldino.

imageSono in gioco i valori o qualche miliardo di bombe da gettare a caso ovunque?

Ieri mi sono rivisto il film sull’assassinio di JFKennedy un pazzo furioso che voleva la pace è che ovviamente è stato fatto fuori casualmente da un altro pazzo furioso qualunque!

Ma come si fa ad essere così pazzi da ritirarsi dal Vietnam mentre si fanno così tanti soldini?

Se incontrate qualche bella addormentata non svegliatela, lasciatela sognare la democrazia esportata o la giustizia preventiva.

Andrea sono cose più grandi di noi, cosa possiamo farci?

Vi lascio una riflessione che va oltre quanto è accaduto!

Vi siete mai chiesti quanti dei Vostri investimenti, dei Vostri portafogli contengono azioni o fondi che a loro volta investono in aziende che fabbricano armi e che fanno affari con i trafficanti di morte?

LA STORIA SIAMO NOI, NESSUNO SI SENTA ESCLUSO

Nei fondi comuni di investimento delle banche italiane si nascondono produttori di mine antiuomo, armi nucleari e bombe cluster. “

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 10.0/10 (22 votes cast)
VN:F [1.9.20_1166]
Rating: +19 (from 19 votes)
BRUSSELS ATTACKS!, 10.0 out of 10 based on 22 ratings
29 commenti Commenta
john_ludd
Scritto il 24 marzo 2016 at 14:36

“Se incontrate qualche bella addormentata non svegliatela, lasciatela sognare la democrazia esportata o la giustizia preventiva.”

per esportare mele bisogna prima averle, lo stesso per la democrazia …

“Vi siete mai chiesti quanti dei Vostri investimenti, dei Vostri portafogli contengono azioni o fondi che a loro volta investono in aziende che fabbricano armi e che fanno affari con i trafficanti di morte?”

però così te la cerchi … i treasuries sono titoli di debito dello zio sam con il quale finanzia una macchina da guerra e di spionaggio che costa 700 miliardi l’anno. Ora anche io ho dei treasuries ma il fatto ineluttabile è che nel 2016 dopo una serie di guerre e di stragi tentare di trovare più etico un titolo governativo di uno stato nazista piuttosto che di una delle sue aziende di bombaroli è un esercizio puerile. Il fatto è che questa è un’epoca dannata e non c’è verso, o ne esci oppure se ci stai dentro anche criticando, almeno un pò ti danni anche tu (e io e tutti gli altri). Non vedo santi nei paraggi.

icebergfinanza
Scritto il 24 marzo 2016 at 14:50

Assolutamente vero! Resta l’orto perché oro e affini sono macchiati di sangue pure loro! In questo momento ho solo un’alternativa ovvero augurare a Voi tutti l’unico investimento che ha una redditività pazzesca ovvero l’Amore in tutti i suoi “derivati”
john_ludd@finanza,

aorlansky60
Scritto il 24 marzo 2016 at 15:18

Per quale motivo i governi d’Europa continuano a fare affari con chi finanzia questa metastasi e i servizi segreti di alcuni Paesi fanno finta di nulla sino all’inevitabile?

Una delle incoerenze maggiori cui l’occidente (e la NATO) sono dovuti venire a patto riguarda la Turchia, data la sua posizione strategica indiscutibile nell’importante scenario mediterraneo;

risultato : questo paese è stato armato nei decenni con i migliori e più aggiornati apparati militari del pacchetto (yankees) tanto da far divenire la Turchia il secondo paese assoluto -tra le forze NATO- per num di potenziali effettivi militari + apparati bellici; tra l’altro si tratta di uno dei paesi (insieme a italia germania belgio olanda) che ospitano testate nucleari tattiche (max potenziale 60k-ton) di provenienza americana sul proprio territorio, pronte all’uso in caso di necessità (…)

uno dei paesi maggiormente ambigui, in precario e perenne equilibrio tra interessi occidentali ed interessi arabi.

Se la politica rappresenta l’arte del compromesso, si può ben dire che con la turchia il compromesso dell’occidente ha raggiunto stati dell’arte tali da arrivare in paradiso (o all’inferno a seconda dei punti di vista…)

john_ludd
Scritto il 24 marzo 2016 at 15:18

ice­berg­fi­nan­za,

l’oro viene scavato dal sottosuolo sfruttando il lavoro di poveri cristi, non ci sono forme di denaro che siano pulite. Non c’è dubbio che il rispetto per il prossimo sia il migliore degli investimenti, non sempre ma spesso, specie da parte delle persone semplici, viene ricambiato e quando davvero si ha bisogno può davvero essere l’unica cosa che salva. Auguri.

wile e. coyote
Scritto il 24 marzo 2016 at 15:33

Non sono in gioco i valori europei, ormai morti e sepolti assieme alla nostra cultura e al nostro orgoglio nazionale, grazie alla massiccia immigrazione foraggiata dai “buonisti” e alla quale ogni opposizione e critica viene additata come razziso nazista.
Non e’ in gioco il nostro patrimonio storico, artistico e religioso, umiliato e al quale abbiamo abdicato per non “turbare” le anime fragili di altre religioni (talmente fragili da farsi saltare in aria per il loro credo malato).
Come Popolo, l’Europa non esiste piu’, e’ solo una miscellanea di razze che lottano ognuna per sfruttare al massimo le opportunita’ che generosamente diamo loro, ma di integrarsi, beh, non ne hanno nessunissima voglia ne’ interesse.

E’ in gioco la figuraccia di me**a degli USA, messi spalle al muro magistralmente dalla Russia di Putin, che nel fragoroso silenzio dei media sta vincendo la guerra (lui si’ che gli stivali sul terreno li sta mettendo, e non solo quelli..) in Siria contro l’ISIS, che pur con i rifornimenti USA (tramite la Turchia, l’Egitto con le ex armi libiche di Gheddafi e qualche “errore” dei cargo militari americani…) sta perdendo contro un esercito risoluto e massimamente attrezzato. Una volta liberata Palmira vedremo se i media avranno il coraggio di negare anche questo e continuare la favola “Assad=cattivo” e “USA buoni anche se Hillary Clinton pranza con Al Baghdaadi”

http://www.difesaonline.it/geopolitica/tempi-venturi/siria-palmira-presto-libera-quando-finir%C3%A0-la-guerra-sar%C3%A0-leuropa-farne-le

http://www.difesaonline.it/evidenza/interviste/servizi-segreti-molto-meglio-di-quanto-possiamo-credere

Una figuraccia politica di cui solo i servi e schiavi-lacche’ europei non possono chiedere conto agli USA.

signor pomata
Scritto il 24 marzo 2016 at 21:54

wile e. coyo­te@fi­nan­zaon­li­ne,

Io dico che nulla è stato fatto a caso ma che unendo i puntini sparsi si riesce a capire una parvenza di quadro.
Il problema è che il quadro che ne viene fuori è uno stronzo fumante che se ne sente l” odore nonostante sia solo un quadro.
Ma il terrorismo non casca stranamente a fagiolo in una depressione senza precedenti??
Se tieni la strizza che ti mettono la bomba sul treno o sul centro commerciale magari sposti lo sguardo dal nulla economico che ci circonda.
Perche un padrone di casa si è dato regole tanto blande per chi pretendeva di accasarsi senza alcun diritto??
Come mai la legge tende a privilegiare i forestieri più dei nativi?
Come mai la legge tende a difendere chi commette un reato ma è intransigente con chi reagisce a un sopruso?
Come mai la legge tende a non far pagare chi truffa, raggira e falsifica??
Un quadro anarchico in cui tutti fanno quello che cazzo gli pare apparentemente.
Ma voi riuscite a farlo??
Voi riuscireste a mettere una fabbrica sotto casa con lavoratori in nero, evadere iva e fisco e sfrancarla?
Io dico di no ma qualcuno lo fa da decenni eppure nessuno nei fatti ha fatto mai nulla.
Oggi mi ritrovo con 50 ragazzotti neri che vivono in uno stabile vicino casa mia con vitto e alloggio inclusi pagati da noi e infondo alla strada da anni c” è un laboratorio cinese che lavora solo la notte e che nessuno è riuscito a sapere quante persone vi siano nel loro interno.
Tengono gli schiavi e tutti se ne compiacciono perche pagano bene e poi abbassano i prezzi dei semi lavorati.
Mica devi andare tanto lontano per vedere che merda è diventato il mondo??
Ma la gente si domanderà cosa ne viene alla nostra comunità di questa situazione imposta??
Dico imposta perche è chiaro che sia nel caso dei ragazzi neri che in quello del laboratorio cinese pochi guadagnano da questa situazione ma le conseguenze le paghiamo tutti.
Ora allarga l” orizzonte su tutto.
Ogni cosa viene fatta per un tornaconto privato ristretto e la merda che ne esce data come dividendo alle popolazioni.
Le energie rinnovabili, la sanità, lo sport ,la manutenzione ambientale…….metti te quello che ti viene in mente e vedrai che è stato fatto nella maniera di creare un vantaggio per pochissimi e il costo viene condiviso da tutti.
Più ci penso più mi viene in mente la frase del film di bruce willis quando capisce a cosa mirava realmente simon:
https://it.wikipedia.org/wiki/Die_Hard_-_Duri_a_morire

d
Scritto il 24 marzo 2016 at 21:55

john_ludd@finanza,

La forma di denaro meno onesta in assoluto? Quella creata virtualmente dal nulla dalle Banche Centrali, distribuite agli amici per comprare pezzi di economia reale. Denaro falso, creato da magliari

madmax
Scritto il 24 marzo 2016 at 22:49

Basta con l’ipocrisia.
Ci ho pensato sopra un poco ma in certi momenti occorre dire ciò che si pensa, sopratutto se taciuto, lascio al Capitano poi decidere se cancellare o meno.
Io mi sono stancato di vedere tanta ipocrisia. Mi pare che la storia non insegna nulla, negli anni 80 gli US finanziarono ed armarono i talebani afghani contro i russi cattivi. Se ne sono fregati se erano integralisti e in quelli anni glia anni 70-80 le donne afghane erano in gonna e parificate agli uomini.
Poi i talebani si sono trasformati in terroristi, che strano, dimenticando che forse lo erano sempre stati, ma siccome erano contro i russi andavano bene. Finalmente i russi se ve vanno dall’Afghanistan ed il paese torna nel medioevo!
Ma nel medioevo poi gli US e l’occidente ci mandano l’Iraq dove sotto un dittatore laico (e socialista, il partito Bath) come Saddam il paese non conosceva terrorismo. Dopo averlo impiccato al grido Allah Akbar il paese è entrato in un tunnel in cui non è mai uscito con il terrorismo islamico sempre vivo e vegeto.
Poi guarda caso abbattiamo un altro dittatore laico, in Egitto: Mubarak, gli US simpatizzano con i Fratelli Mussulmani (ma non erano filo-terroristi?) dopo aver visto il paese tornare indietro un colpo di stato ha riportato in mano il potere in mano ai laici!

Non c’è due senza tre che pure Gheddafi, laico e guardacaso socialista, viene bombardato, da chi? Nato, US, Francia e UK, il risultato? Caos totale, integralisti e terroristi che seminano il terrore, diciamo grazie?

Ma non è finita, ci siamo dimenticati della Siria? Di Assad, pure lui socialista, partito Bath pure lui, e siccome sono filo russi, sempre gli US si preoccupano di finanziare, addestrare ed armare l’opposizione “moderata” talmente moderata che ha bisogno di armi e magicamente salta fuori questa Isis. Qualcuno fa qualcosa? Nessuno perché il Qatar fornisce un miliardo di USD di finanziamenti, l’Arabia Saudita pure, la Turchia fa di tutto perché l’Isis macelli i Kurdi, bloccando loro rifornimenti.

Poi i russi si muovono e si scopre che la Turchia traffica in petrolio con i terroristi, bombardano e di nuovo nessuno fa nulla, una fantomatica coalizione??? Non si capisce di fa qualche volo, copre i caratteri cirillici dei filmati russi dei bombardamenti e li vende come sui, siamo seri?

Oggi che il terrorismo e’ arrivato in casa continuiamo a dire come mai? Perché? Che strano? Ma per la NATO di Brussels, ancora tarlata dalla guerra fredda il nemico numero 1 è la Russia!!! Per questo si tollera la compiacenza della Turchia, di tanti paesi arabi come Qatar e Arabia Saudita che sono partner affidabili…..e nel frattempo buttiamo soldi i esercitazioni nei paesi Baltici contro il temibile nemico russo.

Allora diciamo basta a sta caterva di ipocrisia, chiediamo ai vari strateghi che cacchio avete imparato da 15 anni di guerra continua? Avete risolto qualcosa? Direi di no perché in Afghanistan i barba sono tornati al potere…perché dobbiamo vendere armi, avere partner commerciali e via dicendo.

Cosa propongo? Di fare una lotta seria al terrorismo, senza se e ma, senza “si ma” che ci fa chiudere gli occhi di fronte a chi ha fatto una lotta al terrorismo fallimentare e politicizzata.

kry
Scritto il 25 marzo 2016 at 00:00

mad­max,

No dai ti sei fermato sul più bello … non sarai per caso un trolll.
Guardiamo alle cose in comune.
Saddam e Gheddafi volevano il pagamento del petrolio in €€€€ e sappiamo che fine gli hanno fatto fare.
Gheddafi e Putin avevano un nano per amico e sappiamo che fine gli hanno fatto fare.
Un nano che , non si è dimesso quando lo spread viaggiava a 1000 bensì quando affondarono le sue aziende in borsa , andava a puttane ( gli altri no ) e si faceva i ca… suoi ( gli altri no ) e che tutti hanno aspramente criticato al contrario dei tre giganti e immensi statisti che dopo di lui si sono susseguiti tanto che tutto il mondo ce li invidiano e in futuro scriveranno la storia dal titolo ” Il paese del nano e i tre traditori “.

aorlansky60
Scritto il 25 marzo 2016 at 09:11

@ Madmax

Cosa propongo? Di fare una lotta seria al terrorismo, senza se e ma, senza “si ma” che ci fa chiudere gli occhi di fronte a chi ha fatto una lotta al terrorismo fallimentare e politicizzata.

… … … … … … … … … … … … … … … … … … … … … … … … … … … … … … … … … …

la descrizione del processo storico -nella sua evoluzione- avvenuto negli ultimi 35anni che hai fatto è corretta;

ma proprio perchè essa è stata decisa [e diretta] dal player mondiale num 1 in assoluto (gli yankees),

purtroppo cade anche la tua proposta finale(quella che ho quotato),
sebbene giusta e ragionevole oltre che coerente come idea assoluta,

dato che chi persegue la sua strategia (sempre gli yankees) ha le idee ben chiare -anche se a noi magari a volte non sembra- dove vuole davvero andare a parare : il nemico num 1 degli USA (per ciò che gli yankees interpretano ancora) è sempre l’Orso Russo.

e chi è responsabile di questa strategia -e con essa compresi ambigui patti stipulati turandosi il naso con turchia [come ricordavo prima] e con il mondo arabo islamico [quello che davvero conta per gli yankees, cioè quello che possiede I POZZI]

è lo Stato sovrano che domina il mondo non solo economicamente ma perchè dotato dell’esercito e dell’apparato militare più forte e potente più evoluto tecnologicamente al mondo (diretta conseguenza del potere economico e della forza del dollaro a livello internazionale), e questo fattore possiede potere di convincimento più forte di qualsiasi altro argomento, non solo su potenziali nemici ma specie sugli Stati vassalli dell’imperialismo americano, compreso quello dove viviamo (che non conta una cippa a livello internazionale).

john_ludd
Scritto il 25 marzo 2016 at 09:49

mad­max,

comprendo bene lo sfogo ma è pieno di errori. Per esempio Saddam era un assassino giudicato come promettente (!) e promosso a capo di stato dalla CIA la quale poi armò sia lui che gli iraniani (chi si ricorda i vari scandali Iran/Contras, il colonnello Oliver North e bestiari vari ?). Sia Gheddafi che gli Assad erano dei dittatori spietati ma certo meno medioevali dei Saud che ogni settimana fanno decapitare qualcuno sulle pubbliche piazze. Inoltre e soprattutto Gheddafi era il nostro dittatore, venne promosso a quel ruolo da capo tribù qual’era dai nostri servizi segreti e infatti investiva parte dei suoi fantastiliardi in Fiat e Unicredit e non in Renault e BNP. La guerra in Siria nasce per uno e un solo motivo: il rifiuto di Assad di lasciare passare sul suo territorio il gasdotto dal Qatar (nostro alleato) verso la Turchia e quindi l’Europa che sarebbe stato contrario agli interessi russi. Era invece d’accordo al passaggio del gasdotto dall’Iran (il buffo è che il mega giacimento che lo alimenta è lo stesso, metà in Qatar e metà in Iran) perchè quest’ultimo fa cartello con i russi. Purtroppo non ci sono “i buoni” ci sono solo interessi economici alla base dei quali c’è l’opulento stile di vita dei cittadini occidentali costruito su consumi energetici svariate volte superiori a quelli del resto del mondo. L’anello debole sta lì, in un tenore di vita legato ad alti consumi che deriva da un contesto storico unico e in via di dissoluzione. Vuoi risolvere alla radice il problema ? Si riduca allora il consumo energetico pro/capite di un fattore due. Ma questo comporta crollo del PIL, disoccupazione etc… basta molto meno per fare del cittadino occidentale medio, compreso tu Madmax, un feroce nazista disposto a qualunque cosa (purchè la faccia qualcun’altro per interposta persona) pur di rimandare a domani il redde rationem. Non ti illudere, sei un dannato come tutti. Relativamente alla NATO, non è lì per la Russia, quella non è attaccabile, è lì a fare la guardia a noi, paesi vassalli usciti distrutti da una guerra che abbiamo voluto e provocato e notoriamente il nuovo padrone è migliore del vecchio solo sinchè le circostante lo permettono, altrimenti diventa un mastino incattivito come il precedente.

aorlansky60
Scritto il 25 marzo 2016 at 10:49

@ John

Purtroppo non ci sono “i buoni” ci sono solo interessi economici alla base dei quali c’è l’opulento stile di vita dei cittadini occidentali costruito su consumi energetici svariate volte superiori a quelli del resto del mondo.

Questo è innegabile nella sua evidenza.

E’ curioso considerare quanto un cittadino occidentale [ogni mattina dopo essersi alzato da letto] dia per scontato senza pensarci che CI DEBBA ESSERE L’ACQUA CHE SCORRE DAL RUBINETTO una volta aperto, come se questa fosse una virtù acquisita e da pretendere come pratica normale, e non un bene prezioso di cui si dovrebbe far uso con parsimonia, specie pensando che in altre parti [meno fortunate] del pianeta molti esseri umani non solo non posseggono il rubinetto ma nemmeno l’acqua e se si in quantità limitata e non certo disponibile in condizione igienica sicura o accettabile.

Il concetto si può estendere verso altri devices e pratiche che hanno di fatto reso la vita quotidiana assai più comoda e piacevole per un occidentale rispetto a quella di tanti altri meno fortunati perchè meno protetti e tutelati in quanto appartenenti [non per scelta ma per nascita] a Stati sovrani meno potenti, ricchi e influenti a livello planetario rispetto a quelli che possono far condurre e mantenere un tenore di vita di qualità elevata alla propria popolazione (o alla maggior parte di essa) come dice John.

Nel riuscire a permettere questo, beh deve essere chiaro che tutto questo ha un costo, e il più delle volte se un occidentale medio si interrogasse sulla natura di quei costi -come cioè riuscire a pagare quei costi che permettono la sostenibilità dell’agiato e opulento sistema occidentale NELLA VITA DI TUTTI I GIORNI- forse sarebbe meglio non approfondire e pensare ad altro, perchè magari potrebbero emergere tutte le scomode incoerenze, tutti i trucchi e i giochi sporchi [sottobanco] fatti da decenni dai governi dei loro paesi, magari con altri paesi che non ti aspetteresti proprio di sapere come fornitori(materie prime), come partners o come clienti(ARMI)…

Leggere “sei un dannato come tutti” può apparire scomodo e brutale, ma non và molto distante dalla verità.

gnutim
Scritto il 25 marzo 2016 at 14:21

avete scritto cose molto interessanti sia John che Madmax, cose che già immaginavo ma che ricevo ulteriori conferme

stanziale
Scritto il 25 marzo 2016 at 20:04

kry@finanza,

Aspettiamo ancora a scrivere il libro, i 3 traditori potrebbero diventare 4, o 5: gli italiani ingollano tutto, pare.
Bisogna dire che John Ludd e’ sempre al pezzo, sapevo avevo letto, mi torna quanto ha scritto sia su Gheddafi (ah, la bistrattata prima repubblica, che resisteva (un po’) agli Usa e aveva a cuore (un po’) gli interessi nazionali…sia sul Quatar e la Nato, le cui basi al confine russo possiamo quasi definirle… il nuovo muro di Berlino: noi siamo i nuovi tedeschi dell’est, nel paradiso dell’eurss.

madmax
Scritto il 25 marzo 2016 at 20:57

john_ludd@finanza: Purtroppo non ci sono “i buoni” ci sono solo interessi economici alla base dei quali c’è l’opulento stile di vita dei cittadini occidentali costruito su consumi energetici svariate volte superiori a quelli del resto del mondo.

No, no, no, no!

Continuare a dire che non ci sono buoni e cattivi, che tutto sommato il business e’ quello che guida tutto e’ sbagliato, sbagliato, sbagliato. Ci siamo bevuti il cervello ed il cuore.

Il business non conta nulla, siamo noi, con il cuore di pietra ed assetati di denaro che facciamo si che sia vero.

Esistono i buoni ed esistono i cattivi.

Abbattere un governo perché non fa passare un gasdotto e’ da cattivi. Abbattere un “dittatore” come Saddam, ma per anni finanziare e supportare DITTATORI come Pinochet in Sud America e’ da cattivi.

Inviare armi a terroristi e finanziamenti è da cattivi.

Far cadere ogni governo che non si pieghi alla logica globale e consumistica del capitalismo è da cattivi.

Tu metti l’energia al primo posto, ma l’energia non è il fine ma solo il mezzo per sfamare una ingordigia di potere e denaro, che non è mai abbastanza e concentra nell’ 1% della popolazione una ricchezza immensa e lasci che nel mondo ogni giorno muoiano 24.000 persone non è sostenibile, né equo ne giusto, come dire un sistema da cattivi.

Si voglio essere manicheo, oggi devi fare una distinzione tra bene e male, e schierarti senza se e senza ma.

Poi muoverti per fare un mondo migliore, perché ogni volti che poni un problema, nel mondo hai sempre persone che ti dicono: no il problema non è quello ma un altro ed alla fine è la scusa per non far nulla.

Qualcuno miliaia di anni fa fu crocefisso, mi piace credere per cercare di dare un mondo ed un futuro migliore a tutti e noi che facciamo? Siamo capaci di fare la cosa giusta? Sia che siamo laici che credenti

signor pomata
Scritto il 25 marzo 2016 at 22:22

mad­max,

Ti apprezzo per quello che dici ma devi considerare che per schierarti devi prima conoscere l” argomento e poi avere la fortuna che molti la pensino come te e abbiano il coraggio di rischiare qualcosa per far valere le proprie ragioni.
Tu pensi che uno come me nel 2000 avesse una opinione identica sull” euro come oggi??
Determinati argomenti anche i più comuni sembrano facili da capire e chiunque in un discorso può dire la sua ma quello che realmente sta accadendo non è qualcosa che tutti possono sapere o capire.
In supporto alla tesi porto un esempio decisamente banale: io amo la carne di coniglio e ne sono ghiottissimo.
La mia famiglia quando viveva mia nonna ne consumava molta, almeno una volta a settimana.
Morta la nonna la si comprava.Un giorno mi imbatto al bar con un mio vecchio compagno di scuola e parlando mi racconta che per un breve periodo ha lavorato in un allevamento di conigli.
Inizia a parlare di tute e maschere, medicinali e sterilizzanti, inseminazione artificiale e decine e decine di diversi tipi di miscele.Da come parlava sembrava più un laboratorio che un allevamento.
Smarrito da questo racconto la sera torno a casa e mi metto a cercare in rete l” argomento.
Mi imbatto in un allevatore pentito che per espiare al passato ha aperto un blog dove parla della questione.
In breve la carne in commercio è roba che è già tanto definire carne, del coniglio restano le sembianze ossia il pelo e l” aspetto ma per il resto nulla.
Io a quel punto mi son sentito preso per il culo oltre che pensare alle schifezze che avevo mangiato per anni.
La scelta era o continuare a mangiare quelle schifezze o non mangiare più coniglio.
Io ho scelto la terza opzione, cioè i conigli me li faccio da solo.
Ci ho messo più di un anno ma ci sono riuscito tra successi e fallimenti.
Tutto per dire che spesso molti non possono sapere tutto di tutte le cose e di tutti gli argomenti e spesso ci sono quelli che amano fare soldi sulla pelle altrui.
Fare un gran baccano serve a poco perche il sistema li tutela ma se riesci a sottrarti al loro commercio allora li colpisci dove gli duole ossia il portafoglio.
Questa è una banalità, ma è da scelte singole che puoi sovvertire volontà nefaste, ossia ogni uno facciamo il massimo per fare la cosa giusta e questa scelta farà massa e porterà cambiamenti.
Mi rendo conto che è un discorso lungo e forse perdente visti i mezzi che hanno a disposizione i rivali ma non fare nulla sicuramente non migliora la situazione.
Oggi i soldi sono diventati la divinità, e se i soldi sono la divinità è chiaro che il metodo per farne tanti e subito è la pratica liturgica.
Ho messo l” esempio del coniglio ma credo che avvenga per tutto il resto del cibo la stessa e medesima storia e chi lo produce ne è a conoscenza ma vuole fare soldi, non importa che fa del male alla gente, conta il fare soldi.
Ci sarebbe da domandarsi il perche si è scelto di far soldi sul cibo al ribasso e non al rialzo ma vedendo le scelte in materia economica mi rendo conto che un finto pollo a 2 euro la kg venderà decisamente meglio di un pollo vero che per crescere in modo sano impiega il doppio del tempo.
saluti.

perplessa
Scritto il 26 marzo 2016 at 06:21

se uno abita in un condominio non è che può mettere i polli nel vano scale..sono stata recentemente in un posto che si chiama el Castillo, sul Rio San Juan in Nicaragua . Si raggiunge via fiume, non ci sono strade, tantomeno automobili, niente supermercati, solo qualche piccola pulperia (tipo quelle che erano da noi un tempo,alimentari e diversi..).le “case”si susseguono dietro la strada (sorta di marcaipiede)principale che costeggia il fiume, fino all’inizio della foresta,le famiglie hanno nel cortile qualche maiale, le loro galline, c’è chi ha qualche vacca,chi mette a seccare sopra dei teli su questi viottoli pedonali i propri fagioli o altri prodotti come l’achiote, e i vicini non li rubano. c’è chi parcheggia il cavallo., c’è una cooperativa che produce cacao biologico, tutto rigorosamente a mano, niente a che vedere con il cioccolato che si vende da noi, è un prodotto totalmente differente.l’acqua non è distribuita tutto il giorno, e ho visto molte signore lavare la roba nel fiume. non è possibile in località sovraffollate,dove appunto la gente vive in condomini uno attaccato all’altro, e spesso di molti piani, ritornare a un’economia del genere. anche a Managua suppongo si mangino i polli di batteria,e non girino vacche e maiali per strada. non penso di vivere alle spalle di queste persone, non è esatta secondo me una rappresentazione del genere, anche perchè il modello di sviluppo che chiamiamo occidentale (perchè si continua a chiamarlo così ?)a mio parere tende a inglobare i paesi e a replicarsi, come una sorta di contagio, spazzando le altre culture .. infatti i limitrofi hanno cambiato faccia da un pezzo. Ortega da smilzo rivoluzionario si è trasformato in un ricco ciccione. ora I rivoluzionari è più di moda comprarli che fotterli. o forse il personaggio era predisposto. infatti qualcuno parla di una nuova guerra civile imminente.
si­gnor po­ma­ta@fi­nan­zaon­li­ne,

signor pomata
Scritto il 26 marzo 2016 at 14:23

per­ples­sa@fi­nan­za,

Scusa il gioco di parole ma sono perplesso, signora perplessa.
Credo che o mi sono spiegato male o lei ha frainteso cosa volessi dire.
Perche a oggi il cibo è stato indirizzato al ribasso rispetto alla qualità??
E guardi che parlo di qualità non sofisticata ma quella qualità che non mi ammazza.
Secondo lei un pulcino per diventare pollo occorrono 40-50 giorni??
Ci provi lei poi ne riparliamo.
Quindi se la macellazione avviene in un lasso di tempo cosi breve qualcosa deve accadere a quel pollo per diventare adulto in cosi poco tempo non crede??
Chi ha parlato di mettersi tutti a allevare in casa??
Io ho detto che davanti al problema o smettevo di mangiare coniglio o trovavo il modo di allevarlo o comprarlo ma coniglio e non quello che compravo al supermercato.
Secondo lei che cosa spinge a camuffare olio extravergine per olio di dubbia provenienza o vino fatto in maniera tradizionale e con uva con vino fatto senza uva??
Vendere carne di animali dopati con steroidi e ingrassati con miscele supernutrienti , allevati con farmaci per tenere a bada le malattie perche debilitati dal modo di allevare disumano e senza il rispetto per la natura e la loro natura.
I SOLDI SIGNORA MIA.
Tutta la ribasso alla ricerca del prezzo più conveniente e pazienza se poi il risultato finale è che si vende un prodotto diverso da quello che si crede e pazienza se il prodotto negli anni ti ammazza tanto dovresti provarlo, l” onere della prova sta ai tuoi famigliari se ci riescono.
Se in nicaragua allevano polli nella aia circostante la casa e mangiano polli di batteria non credi che ci sia un problema globale??
Non posso che dare la colpa alle multinazionali di questo macello , sono loro che possono produrre in luoghi con zero controlli e immettere la merce magari lavorata in altri paesi.
Gente che se ne sbatte i coglioni di tutti noi e pensa a fare utili, il modo non è importante tanto loro i conigli di cui dicevo non li mangiano vai tranquilla.
Qui la politica ha perso la sua battaglia decisiva.
In un paese se io non sono in accordo col premier lo posso cacciare ma la multinazionale di come te ne liberi?

perplessa
Scritto il 26 marzo 2016 at 15:33

si era spiegato male,dal suo discorso a me pareva proprio che la soluzione proposta fosse l’autoproduzione. sono d’accordo sul resto del suo discorso,e cerco di comprare nei mercatini a km zero.come liberarsi delle multinazionali?il potere del singolo è limitato, è scontato che occorrerebbe come per altre questioni, che la massa rifiutasse determinati modelli,e purtroppo sappiamo che non è cosi e che sono millenni che le classi sottoposte si fanno manipolare. Oppure reagiscono in maniera insensata, penso ad esempio ai vegani, crudisti e ossessioni varie. Sono stata all’ultimo SANA, e ho visto quanto business ci sia anche dietro quei modelli dietetici, a parte che non sopporto i fanatismi di nessun tipo e la mancanza di raziocinio..
si­gnor po­ma­ta@fi­nan­zaon­li­ne,

perplessa
Scritto il 26 marzo 2016 at 15:34

fino a un certo punto….

si­gnor po­ma­ta@fi­nan­zaon­li­ne: In un paese se io non sono in ac­cor­do col pre­mier lo posso cac­cia­re

kry
Scritto il 26 marzo 2016 at 20:39

per­ples­sa@fi­nan­za,

In italia con napolitano ” fino a un certo punto … ” col piffero.
Anzi come premio pure il secondo mandato.

kry
Scritto il 26 marzo 2016 at 21:03

si­gnor po­ma­ta@fi­nan­zaon­li­ne,

per­ples­sa@fi­nan­za,

come liberarsi delle multinazionali?

E’ IMPOSSIBILE ( allo stato attuale a meno di una volontà politica futura ).
Vivo in una zona ad alta penetrazione di grossi supermercati e centri commerciali almeno 50 (nel raggio di 15Km ) dove i prezzi sono talmente compressi che non possono più scendere al punto che il prezzo più conveniete c’è con l’offerta speciale sul volantino o con il buono spesa del 10/15/20%.
Comunque SORPRESA
http://www.amazon.it/Barilla-Penne-rigate-1-kg/dp/B0140EYJ3A/ref=pd_rhf_dp_p_img_3?ie=UTF8&refRID=1SNPJ58KB855MR29R7K3
dalle mie parti non la trovo sotto 1,19€ mentre qui siamo a -50%
a questo punto VORREI TANTO CHE PASSASSE DI QUI UN POLITICO che mi speghi come può pensare di aumentare il pil.
A differenza di Highlander qui ne rimmarrà … ” SOLO QUALCUNO “.

si­gnor po­ma­ta@fi­nan­zaon­li­ne,

perplessa
Scritto il 27 marzo 2016 at 04:50

tutte le zone sono potenzialmente ad alta penetrazione di grossi supermercati,è proprio quello il concetto..ci vorrà del tempo che arrivino a El Castillo, ma arriveranno presto a Granada. nei paesi in via di sviluppo fanno pure prima perchè vanno a occupare spazi inesistenti.a proposito della Barilla è proprio uno dei marchi che si trovano anche in America latina, è possibile anche altrove,non lo so,non vado in vacanza in estremo oriente,per cui se cala la richiesta in Italia,magari compensa con l’estero. Alla coop è spessissimo in offerta, senza bisogno di andare su Amazon. Mangio pochissima pasta non ricordo l’ultimo prezzo che ho visto in offerta ma poco.in quanto al pil, non so se le offerte speciali della pasta siano lo specchio della mancanza di quattrini della gente,forse quando la gente ha meno soldi mangia più pasta e meno bistecche, ma non è questo il punto.Un politico chi?di quale partito?di quale corrente?non è che i politici son tutti uguali. se parliamo di chi sta al governo non mi pare sia il caso di porsi quella domanda. non è un caso che abbia citato Ortega. Qua si parla poco di Nicaragua, però si è parlato del progetto del canale del cinese.Me l’ha detto la gente del posto, che ha fatto una legge per espropriare le terre ai contadini pagandoli al prezzo catastale invece che di mercato per il canale e qualsivoglia altro intervento da parte di questo consorzio,e mi hanno detto anche che non c’è solo il cinese di mezzo,ma anche imprese europee. non ho elementi per verifîcare. comunque avevo messo in evidenza la trasformazione.l’america latina ha un’altra storia, e a un europeo forse sembra normale che spuntino in continuazione nuovi dittatori, che magari pure hanno combattuto contro altri dittatori come questo qua, ma in sostanza la differenza con la nostra situazione non è abissale.non è cosi manifesta…

kry@​finanza,

perplessa
Scritto il 27 marzo 2016 at 05:22

inoltre adesso che Obama è andato a Cua, chissà che non arrivino presto anché li le multinazionali,e magari un bel centro commerciale all’Avana, cosi anche i cubani saranno compartecipi del progresso e comprare pure loro le magliette da Zara, Motivi, le scarpe da Timberland, Geox e compagnia bella, magari pure gli orologi di Rolex, e finalmente i polli di batteria e i succitati conigli.forse quelli no,perchè ai caraibi non mangiano conigli, li tengono come mascotte come i cani.i quali invece che orrore certi indigeni li mangiano.bisogna addomesticare gli indigeni alla civiltà insegnando loro quali animali è civile mangiare
per­ples­sa@fi­nan­za,

kry
Scritto il 27 marzo 2016 at 07:13

per­ples­sa@fi­nan­za,

Ero intenzionato di parlare di multinazionale ( americana ) che tra l’altro non guadagna nulla piuttosto che evidenziare un podotto Italiano di una grossa azienda italiana. Tornando al prodotto in questione – nota bene – stiamo parlando di 1Kg non di 1/2 kg per cui dubito ci sia in giro a 0,30 il pacco da mezzo anche in offerta.
E’ vero che al momento è il caso limite da me trovato e continuando se ne possono trovare molti altri ,per esempio
http://www.amazon.it/Lines-Assorbenti-Lactifless-Notte-pezzi/dp/B00E4L040M/ref=sr_1_6?ie=UTF8&qid=1459054509&sr=8-6&keywords=assorbenti
le consegne sono puntuali e il risparmio va oltre l’immediato economico.
Tempo per cui non vai al supermercato , che è sempre inferiore che stare al computer, meno stress di traffico , risparmio di carburante e manutenzione automezzo.Il tutto alla faccia dell’aumento del PIL.
Per esempio a me piace
http://www.amazon.it/NESCAF%C3%89-GRAN-AROMA-caff%C3%A8-solubile/dp/B011LOI8QG/ref=sr_1_fkmr2_2?ie=UTF8&qid=1459054951&sr=8-2-fkmr2&keywords=grand+aroma+caff%C3%A8
è la confezione 200gr la trovo solo in un supermercato che frequento solo per quel prodotto al prezzo di 7,20€ e fa -20%. So che così facendo non aiuto i dintorni a crescere economicamente e questo avvalla che siamo in una guerra tra poveri dove il male che la grossa distribuzione ha fatto ai piccoli commercianti si sta rivoltando contro.
Presumo dagli orari che sei in centroamerica GODITELO e chissà che non si realizzi il mio sogno di visitare il Costarica.
Ciao.

signor pomata
Scritto il 27 marzo 2016 at 08:23

kry@​finanza,

Io ho vietato nella maniera più categorica a mia moglie di comprare la pasta di cui parlavi te da anni.
Da tempo è diventato altro, costa come la pasta per i cani e questo mi fa presumere che dentro ci sia la medesima cosa anche se nella propaganda pubblicitaria sembra la cosa più squisita del mondo.
Ritornando alla questione prezzi e qualità del prodotto è evidente che è una corsa al ribasso.
Nella corsa al ribasso chi viene eliminato per primo è la piccola e media impresa quella che ancora spera di uscire vincente col prodotto eccellente o unico.
Ma se un piccolo riuscisse a creare un prodotto eccellente o unico con ogni probabilità questo verrebbe rilevato da una multinazionale tramite acquisizione o copiato e aggiustato al prezzo giusto per far chiudere l” ideatore dell” idea.
Da come la vedo io è un vicolo cieco in cui ci siamo ficcati.
Ricordo un passaggio di keynes in cui parlava delle conseguenze del nostro modo di pensare e agire per pagare 10 cent meno un filoncino di pane.
Vado a memoria perche lo ricordo vagamente ma il concetto è quello .
Pur di pagare meno un prodotto si arriva a eliminare chi comprava quel prodotto una assurdità ma nel nostro mondo odierno direi la diretta conseguenza di certe politiche globali.
Mi sembra di aver letto che con gli accordi del ttpi gli stati potranno legiferare meno in materia di scambi commerciali e qualità del prodotto.
Per ultima cosa hai detto che con amazon si risparmierebbe l” andare al centro commerciale e quindi carburante e tempo.
In parte potrebbe essere ma considera che qualcuno imballa la merce e qualcuno la deve portare a casa tua e entrambi guadagnano una miseria.
Comunque nulla di nuovo vivendo in un paese dove la classe dirigente annuncia la magica ripresa del lavoro e poi fa questo:
https://www.youtube.com/watch?v=GJ7wsPJEprQ&feature=youtu.be
Saluti e buona pasqua a tutti.

kry
Scritto il 27 marzo 2016 at 23:26

si­gnor po­ma­ta@fi­nan­zaon­li­ne,

1) Io ho vietato nella maniera più categorica a mia moglie di comprare la pasta di cui parlavi te da anni.
— Ripuntualizzo che non sono intenzionato a fare pubblicità a un particolare prodotto. Per anni compravo di meglio … adesso di necessità chi si accontenta mangia sta minestra per non saltare dalla finestra.
2)costa come la pasta per i cani e questo mi fa presumere che dentro ci sia la medesima cosa anche se nella propaganda pubblicitaria sembra la cosa più squisita del mondo.
— Non dubito che costi come la pasta per cani per il fatto che vedo trattare meglio i cani che i figli da parte dei genitori/propetari , senza contare che parte della materia prima proveniva dall’Ukraina. A questo punto visto che la propaganda ci fa credere che sia il prodotto più squisito del mondo cosa pensare di quelli dei concorrenti che costano meno.
3)Per ultima cosa hai detto che con amazon si risparmierebbe l” andare al centro commerciale e quindi carburante e tempo.
In parte potrebbe essere ma considera che qualcuno imballa la merce e qualcuno la deve portare a casa tua e entrambi guadagnano una miseria.
— Di questo ne sono ampiamente consapevole e mi sembra di averlo scritto e lo ritraduco : è una guerra tra poveri … vita mia faccio di tutto per sopravvivere.

Tutti questi miei commenti avrei voluto scriverli nel post
UNA VITA DEGNA DI ESSERE VISSUTA!
con la dicitura
— PIL come con un semplice click lo faccio decresere —
soprattutto per evidenziare che la classe dirigente politica sempre lontana dalla realtà non sa nemmeno di cosa parla quando blatera della possibilità di aumentare il pil ed appunto quello che c’è nel video non è per tutti soprattutto non per loro.
Padoan ha già la ricetta , dobbiamo solo aspettare e poi saranno uccelli per diabetici … non per tutti.

perplessa
Scritto il 28 marzo 2016 at 04:36

ti consiglio di cambiare sogno, il Costarica è diventato troppo caro, troppi gringos, rapporto qualità prezzo infimo. non li sopporto più i ticos. ti consiglio il Nicaragua prima che sia invasa dagli operatori stranieri, e comunque anche Panama è molto meglio, ma anche li i prezzi son cresciuti molto soprattutto nella capitale si arriva al limite che si spende di più in un hotel a Manuel Antonio che in centro a Parigi, cosa per me priva di senso,a proposito del fatto che noi viviamo alle spalle dei paesi in via di sviluppo .. non vado oltre non essendo questo un blog di viaggi.inerente è che loro galoppano e noi andiamo indietro come i gamberi. è anche il principio dei vasi comunicanti.
kry@​finanza,

perplessa
Scritto il 28 marzo 2016 at 05:38

sono d’accordo.in merito alla pasta è intuitivo che ci sono differenze nella materia prima che entrano nella composizione del prezzo e forse anche nella lavorazione. nota:per avere la spedizione gratuita su Amazon bisogna comprarne oltre 30k,siccome occorre spendere 29 euro, una bazza. l’idea del caffè solubile che ha citato kry, mi fa inorridire. rimpiango quando mia nonna mi portava in centro in una torrefazione che non cito,e quale profumo inebriante ci fosse in negozio. la ditta della torrefazione di allora distribuisce ora caffè sottovuoto nei supermercati, che ovviamente non ha lo stesso profumo. non credo sia artefatto, la modalità di distribuzione diversa varia la qualità, l’aroma è un elemento essenziale del caffè e appena torrefatto è un’altra cosa. si potrebbe fare la torrefazione in casa, l’acquisto della macchina farebbe aumentare il pil. non sempre il fai da te è economico.e fare la sfoglia invece di comprare la pasta secca, comprando la farina artigianale, che costa 3 volte quella della marca della pasta citata. e il tempo?

si­gnor po­ma­ta@fi­nan­zaon­li­ne: Nella corsa al ri­bas­so chi viene eli­mi­na­to per primo è la pic­co­la e media im­pre­sa quel­la che an­co­ra spera di usci­re vin­cen­te col pro­dot­to ec­cel­len­te o unico.

SOSTIENI ICEBERGFINANZA
Segui IcebergFinanza su
http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/
SOSTIENI IL NOSTRO VIAGGIO
IL NOSTRO LIBRO clicca qui
CONSULENZA ECONOMICO FINANZIARIA
Articolo dal Network
L’unica grande certezza è che il futuro nessuno lo può prevedere. Ancor meno nel mondo della
Qualcosa si sta muovendo sia sui derivati del COT Report ma anche sui mercati. Torna a salire l'
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) [ u
Negli Stati Uniti anche il mondo della finanza sembra prendere Bitcoin per la sua missione origi
Al via la seconda edizione di MIA-Miss In Action, il programma di accelerazione dedicato alle st
Ftse Mib: l'indice italiano apre stabile ma non riesce ad allontanarsi dai 23.500 punti. Una rottura
Guest post: Trading Room #340. Complice anche un contesto di mercato particolarmente positivo, Pia
E’ quanto sostiene il think thank Itinerari Previdenziali nel suo documento “ Osservatorio s
Analisi Tecnica Stiamo tirando il fiato. Non regge la halfway della long white ma regge al momento
Stoxx Giornaliero Buonasera a tutti, anche l’ultima settimana di setup si è chiusa senza s