EVASIONE FISCALE PARASSITI D’ITALIA!

Scritto il alle 08:00 da icebergfinanza

 

E’ affascinante notare che dopo anni di dibattito su come fare per risollevare il Paese da una ancestrale apatia economica, formulando mirabolanti ricette che vanno dalla flessibilità alla produttività, dalle molteplici riforme delle pensioni sino alla geniale riforma dell’articolo 18 solo oggi qualcuno scopra che in Italia il 14 % paga il 53 % delle imposte e che solo l 1% ha un reddito di oltre 100.000 euro.

Quasi il 25 % su 41,5 milioni di contribuenti ha un’imposizione pari a zero e il 49 % dichiara meno di 15.000 euro!

Hei…ma e’ rimasto qualcuno in Italia per fare una tavola rotonda con la quale discutere su come cancellare le strisce nere dalle zebre o per scoprire di che colore era il cavallo bianco di Napoleone!

Di cosa vogliamo parlare oggi, tralasciando il fatto che in Italia in alcuni ristoranti si servono quotidianamente pasti facendo leasing all’amatriciana dei piatti con imprenditori dediti alla beneficenza in costante perdita o che alcuni artigiani cambiano tubi, posano piastrelle e intonacano muri per puro spirito di altruismo finendo poi alla mensa dei poveri!

Che dire poi di quei poveri disgraziati che si sono ritrovati per caso in società di capitali che annualmente per più della meta’ nei loro bilanci sono cronicamente in perdita e continuano stoicamente a perseverare solo per spirito di sopravvivenza o divertimento come a Voi meglio pare.

Come non ammirare quei 206.000 eroi nazionali che tengono in piedi l’economia tedesca…ops scusate intendevo dire l’industria automobilistica comprando automobiline da 100.000 euro in su o che si sono ritrovati sempre per caso in mare su uno yacht regalato a prestanomi o barboni nullatenenti che amministrano società di comodo!

Non parliamo poi di banche e assicurazioni e altre imprese di capitali che quotidianamente eludono milioni di euro i cui amministratori delegati indagati vengono reciclati a fare i presidenti saltando come le pulci da un istituto all’altro. Affascinante no, ve lo racconta colui che da cinque anni condivide il rischio di un’oligarchia finanziaria, uno pericolosissimo, solo perchè non vi urla quotidianamente di fuggire da questo Paese!

Nel contesto di questo Paese delle meraviglie, antropologicamente scorretto dove tutti si lamentano di tutto e non hanno mai fatto nulla di male, mai evaso o eluso un solo centesimo solo gli onesti tengono in piedi un animale infestato da parassiti, speculatori, prostitute politiche e mafiosi e massoni!

Per poi arrivare inevitabilmente agli amici degli amici che una volta eletti finiscono per mettere in piedi, votare e legiferare condoni tombali, sia fiscali che immobiliari e via dicendo!

In nome della correttezza e dell’onesta lo Stato incominci a saldare i propri debiti, le pubbliche amministrazioni siano coerenti e rispettino gli impegni onorino gradualmente da subito tra i 70 e i 100 miliardi di debiti che hanno con il Paese degli onesti!

Attenzione quindi professor Monti ad elogiare la Cina solo sulla base di un impellente bisogno di vendere carta, non ha tutti i torti Claudio Borghi che sul Sussidiario sostiene che …   vien spontaneo ragionare sul fatto che, in Italia, cinesi e correttezza fiscale non sia propriamente un connubio naturale. (…)  «Partiamo dal presupposto – afferma – che, di solito, è sempre  difficile affibbiare un nome e un cognome a chi evade le tasse perché, per definizione, non sono elementi noti». Detto ciò, «ogni volta che sono stati fatti dei controlli in aree geografiche dove c’era una grande quota di attività legate alla Cina – quali Via Paolo Sarpi a Milano o Prato – le irregolarità rilevate sono state numerose. E non solo dal punto di vista dell’evasione fiscale. Si estendevano, infatti, al lavoro in nero, o alla carenza di condizioni igieniche. L’unico dato oggettivo, quindi, è che puntualmente abbiamo assistito fenomeni sconfortanti».

Non solo: «Già di per sé i dati relativi al sommerso sono impossibili da definire e diffido di chi, periodicamente, li fornisce. Si tratta di numeri, a livello generale, sconosciuti; da qui, poi, ad affermare in quanto consiste, nel dettaglio, il sommerso cinese, siamo di fronte ad un triplo salto carpiato». Tornando all’invito di Monti: «Bisogna distinguere le attività dei cinesi immigrati in Italia da quanto auspica il premier, ovvero gli investimenti diretti. In tal caso, prevalentemente, è presumibile che Monti faccia riferimento all’acquisto di titoli di Stato. Del resto la Cina è uno dei più grandi acquirenti al mondo di debito estero». La questione potrebbe assumere una piega diversa se, invece che limitarsi all’acquisto di debito pubblico, la Cina intendesse investire in infrastrutture o aziende italiane. «Stiamo pur sempre parlando di investimenti finanziari – replica Borghi -. Cosa ben diversa dall’ipotizzare che un cinese venga apposta in Italia per aprire un’azienda,  considerando il costo della loro manodopera…».

Non c’è da pensare, in ogni caso, che siano tutte rose e fiori. «Ogni volta che qualche imprenditore straniero acquista della aziende italiane, un marea di persone si straccia le vesti. Con qualche ragione. Parliamo, infatti, di un mondo che adotta regolazioni, per usare un eufemismo, “blande”; specie se raffrontante ai pesanti vincoli cui devono sottostare le aziende italiane. Se noi, oltre ad autotassarci, lasciamo libero il campo a chi agisce senza vincoli e limitazioni, dandogli la possibilità di competere con il nostro sistema,  diamo, quanto meno,  la zappa sui piedi da soli».

Non solo una zappa direi ma un’intera incudine, ma questo loro non lo comprendono, no addirittura danno loro l’opportunità di trovare su un vassoio d’argento il trofeo dell’articolo 18, un diversivo che non serve a nulla in un paese di evasori, con i più bassi stipendi al mondo e la più feroce tassazione possibile.

 

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 8.3/10 (12 votes cast)
VN:F [1.9.20_1166]
Rating: +9 (from 13 votes)
EVASIONE FISCALE PARASSITI D'ITALIA! , 8.3 out of 10 based on 12 ratings
15 commenti Commenta
billbill
Scritto il 4 aprile 2012 at 08:39

Basta con il fumo negli occhi, con la propaganda di regime sui parassiti o sull’apprezzamento di Monti da parte del 52% della popolazione. SONO TUTTE BALLE!
Il non controllo dei capitali delle banche per non pagare le tasse, anzi andare a credito non lo faranno mai, fino a che avranno loro il controllo.
Ma una riforma fiscale semplice, che rilanci anche l’economia, quella NON LA VOGLIONO FARE!!!
Facciamo scaricare a tutti il 40% di tutto e vedrete che tutto va a posto da solo. Senza slogan sui parassiti, visto che quelli veri sono nei palazzi e sui colli che ci governano.
Ma perché non lo fanno, a chi non conviene? Io lo so, è facile, ma non ve lo dico. Scopritevelo da soli.

Tutto questo, ovviamente, non esisterebbe se si andasse a monte della questione, cioè alla sovranità popolare della moneta. A proposito, studiatevi questo: è interessante. Se vi piace, diffondete.
http://www.partitoitalianuova.it/

kry
Scritto il 4 aprile 2012 at 09:18

billbill@finanza,

Io lo so ma non te lo dico. Quante volte l’ho sentito dire dai politici all’opposizione, e mi chiedevo: e quello è fare opposizione. Quante volte da bambino per fare un dispetto l’ho sentito dire. Io sono curioso e se la cosa vale la pena diffonderla non vedo perchè tenerla nascosta.

ilcuculo
Scritto il 4 aprile 2012 at 11:16

Sulla sovranità della moneta ho molti dubbi, in Italia la si è usata per creare inflazione e sostenere una spesa pubblica abnorme e clientelare.

E’ invece interessante notare quanto è SOLIDA l’Italia che NONOSTANTE la diffusione del malcostume che si esplicita nella triade

EVASIONE-CORRUZIONE-MAFIE

icebergfinanza
Scritto il 4 aprile 2012 at 12:50

ilcuculo@finanza,

Questo sembra essere un Paese fradicio di letame dalla politica alla finanza, dai media alle istituzioni ma sta in piedi grazie a chi non fa rumore a chi vive una dimensione etica che non fa notizia quatidianamente! Andrea

kry
Scritto il 4 aprile 2012 at 14:49

icebergfinanza,

Scusa le correzioni. Questo E’ un paese fradicio di letame dalla politica alla finanza,dai media alle istituzioni,PURTROPPO (o per fortuna) sta in piedi grazie a chi non fa rumore a chi vive una dimensione etica che non fa notizia quotidianamente(e puntualmente viene deriso).

laveritacheoffende
Scritto il 4 aprile 2012 at 16:11

Tutto giusto peccato che nulla è stato fatto.
Non è stato assolutamente rivisto il diritto societario lasciando delle regole da circo equestre.
Si è continuato a definire “aziende” quei baracconi che hanno come unico cliente lo stato e i suoi parassiti politici che permettono appalti truccati in cambio di voti.
Non si è pagato questi baracconi dei “servizi” con il risultato del loro lavoro cioè il DEBITO PUBBLICO.
Non si sono detassate le aziende che esportano e sono in grado di combattere la sfida globale stando in italia (creando lavoro vero) aumentando invece il carico fiscale su quelle multinazionali che importano porcate e le spacciano pure per prodotto italiano.
Non si è iniziato un serio ed onesto piano energetico anzi si è barattato/regalato l’oro nero dell’ENI trovato in Africa in cambio di qualche boita cacciavite mandarina.
Si sono evitati opportunamente gli accordi con la Svizzera che Germania e Inghilterra invece hanno stipulato solo per permettere a chi di dovere di spostarsi in altri paradisi fiscali.
Non si sono accorpati comuni e regioni ed eliminate le provincie.
Non sono state eliminate COMPLETAMENTE le spese militari (siamo in una crisi terribile o no? Cosa usiamo l’esercito a fare? Per proteggere i pozzi e regalare il petrolio ai Cinesi?).
Nessuna casta è stata toccata anzi.
Non è stato assolutamente toccato il debito pubblico che in questi mesi è aumentato e continuerà ad aumentare.
Insomma questo governo ha solo introdotto l’impossibilità di andare in pensione, una nuova tassa statale su un bene di prima necessità come la casa (NB. L’IMU non viene pagata dalle fondazioni perchè “sono associazioni benefiche” mentre la tanto decantata “famiglia” è un associazione malefica a scopo di lucro), è andato a rompere i coglioni a quattro alberghi e due bar perché non hanno rilasciato tutti gli scontrini del caso durante gli unici due-tre mesi di alta stagione che permettono di tenere aperte le aziende del settore turistico tutto l’anno anche in bassa stagione e dare lavoro malgrado il deserto dei tartari, ha introdotto il reato di suicidio in luogo pubblico come istigazione a una ingiustificabile disperazione. E intanto ogni giorno qualcuno si uccide e c’è poco da ridicolizzare un evento così tragico.

kry
Scritto il 4 aprile 2012 at 17:04

laveritacheoffende@finanza,

Siamo in guerra. In guerra l’efferatezza degli episodi non conta, basterebbe che una persona che vuole suicidarsi se la prendesse con un politico……….. vorrei proprio vedere dopo. Mi spiacerebbe si arrivasse a tanto,continuiamo a dire che arriverà il momento di………..(tante cose e anche) a mali estremi ,estremi rimedi indipendentemente dall’ingiustificabile disperazione.

apprendista
Scritto il 4 aprile 2012 at 17:34

Mi dispiace per voi,l’ho detto molte volte e’ brutto a sentirsi ma con questi individui o siamo pronti ad imbracciare le armi (ed io lo sono e non sto scherzando) oppure continuiamo ad elencare le malefatte fino al giorno in cui perderemo tutto e non solo in senso finanziario il resto sono chiacchiere.

dorf001
Scritto il 4 aprile 2012 at 19:16

billbill@finanza,

ciao bill. io c’era alla riunione del 13 marzo, di Siri e Sibaldi. gli ho anche parlato a siri. mi ha chiesto info su signoraggio, sovranità monetaria ed AURITI. gli ho dato tutto, via mail. se rispondesse!

per apprendista. già mi pare di avertelo detto. non hai biosogno del fucile. uff sempre a ripetere le cose. tu e altri 60 milioni di italiani avete in mano un potere enorme. solo che dormite in piedi, non studiate, e godete a prendervela nel c….o. devi fare 3 cose apprendista. vediamo se lo capisci stavolta!

1) non votare più. se vai in cabina, annulla la scheda. cosi’ disstruggi i partiti. non se ne salva uno. li conosco bene.

2) basta comprar giornali. sono solo feccia pura. il loro scopo è l’omertà assoluta. depistaggio. e in più ti tocca pagargli 1 miliardo di euro l’anno x mantenerli, ste merde.

3) tira fuoti tutti ma tutti i soldi dala tua banca. nasconditeli bene. lo devono fare tutti gli italiani. vuoi scommettere che le banche saltano in 5 gg?? bene, meglio. cosi’ vediamo, il popolo coglione finalmente si accorgerà che le banche sono tutte vuote. non c’è nulla dentro. sono tutte tecnicamente fallite.

non mi pare complicato apprendista. visto? non serve armi. basta un pochetino di volontà, tutto li’.

4) sovranità monetaria. chi governerà deve essere onesto immacolato. alla AURITI. mettiamo MAZZALAI, ok? e gente come lui.

5) sovranità alimentare. non è possibile che dobbiamo comprarci il cibo dall’estero.

6) tutte le banche DEVONO portare la riserva al 100%.

7) la BCE và nazionalizzata. non vuole? bene, via dal’europa subito!

8) reddito di cittadinanza per tutti. si può fare. auriti docet.

saluti DORF

ilcuculo
Scritto il 4 aprile 2012 at 21:02

Un’altro piccolo imprenditore , probabilmente strozzato dalle banche o dagli usurai (e non sempre c’è differenza) si è sparato.

Ma mi domando perchè uno che ha deciso di farla finita non si mette un bel giubbotto di tritolo e si fa saltare in qualche posto giusto.

kry
Scritto il 4 aprile 2012 at 21:50

ilcuculo@finanza,

Il suicidio è un atto estremo di egoismo, non di coraggio. Mettersi un giubbotto ed andare nel posto giusto ci vuole follia e coraggio. Il suicidio è preceduto da depressione,disperazione,rassegnazione , mancanza di speranza e il periodo purtroppo in questo aiuta.

billbill
Scritto il 5 aprile 2012 at 08:43

Laveritacheoffende: perfettamente d’accordo.
Kry, su, un po’ di fantasia……Se faccio tutte le fatture perché tutti me le chiedono, se viene qualche controllo… … paga pure lui….o no?

billbill
Scritto il 5 aprile 2012 at 08:51

Grande Dorf, come sempre: entra più spesso con i tuoi insegnamenti…. serve!!!
Purtroppo è vero ciò che dice Kry, quando sei depresso, non fai come i kamikaze. E’ un gesto di autodistruzione che presuppone una sopravvivenza migliore, ma nell’al di là. Questo loro lo sanno e vivono tranquilli, dato che il rimorso non fa parte del loro vocabolario. Per “loro” intendo i banchieri e chi li segue, tutti comandati dal dio AVIDITA’.

apprendista
Scritto il 5 aprile 2012 at 16:34

Ciao Dorf per puntualizzare: non voto da tempo,non compro giornali ma mi informo sul web (dove credo valga la pena) per quanto rigurda il prelievo del denaro evidentemente non sei ben informato o ci coordiniamo a livello nazionale (chiaramente impossibile) oppure se anche ritiri 10000 o 20000 euro dei tuoi sudati risparmi dopo poco tempo ti arriva una bella comunicazione da parte dell’agenzia delle entrate che con l’inversione dell’onere della prova (questa cosa e gia’ sufficente a mostrare macroscopicamente che siamo dei merdosi sudditi e giustigficherebbe a mio parere l’uso piu’ smodato della violenza) devi dimostrare che non sono proventi illeciti mi spieghi come cazzo fai??????? non importa che tu sia dipendente o autonomo nel secondo caso te li contestano come proventi di nero nel primo egualmente perche’ potresti avere un secondo lavoro e anche nell’ipotesi di riuscire a provarlo a gente a cui non frega un cazzo per cui l’importante e fare cassa hai idea come dormiresti sereno nel periodo foraggiando commercialisti e magari legali NO MI SPIACE SEI TU A SBAGLIARE anzi voi questi vanno fisicamente abbattuti.
saluti.

billbill
Scritto il 6 aprile 2012 at 06:45

Senti, apprendista, se non versi più e paghi le bollette ecc, dopo un po’ finiscono…..

SOSTIENI ICEBERGFINANZA
Segui IcebergFinanza su
http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/
SOSTIENI IL NOSTRO VIAGGIO
IL NOSTRO LIBRO clicca qui
CONSULENZA ECONOMICO FINANZIARIA
Articolo dal Network
Prima di iniziare a parlare di Brexit, diamo una rapida occhiata a come sono andate le recenti a
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) [ u
Ftse Mib: l'indice italiano segna un po' di debolezza oggi. Ricordiamo che dalla prossima settimana
E si, purtroppo continuiamo a parlare di Brexit, mentre loro continuano a credere alle favole, n
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) [ u
Alert pensioni per l'Italia che arranca nella classifica di sostenibilità dei sistemi pensionistic
Ftse Mib: l'indice italiano oggi apre debole. Il quadro grafico però rimane invariato. Possibile ne
Quali sono i ritorni, ovvero i rendimenti attesi dalle varie asset class nei prossimi 5 anni? Ec
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) [ u
Nel mese di ottobre sono salite le tariffe di luce e gas per i consumatori ancora in regime di maggi