HABEMUS PAPADEMOS…CHE LE TECNOCRAZIE E OLIGARCHIE SIANO CON VOI!

Scritto il alle 07:03 da icebergfinanza


 

 Mentre in Italia dopo mesi di vera e propria guerra e terrorismo finanziario, l'Innominabile ( …finalmente )  sembra lasciare il suo scranno  con alle spalle Roma che brucia, in Grecia …Habemus Papademos in attesa dell'inevitabile Habemus Montidemus!

Come ho più volte scritto la cosa affascinante di questa epoca, probabilmente irripetibile, è che coloro che non hanno saputo imparare oggi insegnano!

Le prime pagine dei giornali sono piene di fesserie scritte spesso e volentieri in salsa neoliberista, ultraliberista, in salsa bocconiana le stesse idiozie della scuola di Chigago e compagnia bella, quelle che hanno contaminato le università, le accademie, i cervelli dei nostri figlie e dei nostri nipoti con l'ideologia del bene assoluto a scapito di quello comune.

Cio che conta non è la validità di una teoria ma il suo contagio…affascinante decisamente affascinante!

A proposito di Chicago Boys, Lucas di qua e Lucas di la, prima Robert Lucas e adesso Lucas Papademos.

Se vogliamo uscire da questo inferno come dice il buon Taleb…  A coloro che guidavano uno scuolabus bendati (e l'hanno sfasciato) non dovrebbe essere mai più permesso di guidare un altro scuolabus. L'establishment economico (università, autorità di regolamentazione, funzionari governativi, economisti al servizio di varie organizzazioni) ha perso la propria legittimità a seguito del fallimento del sistema. Sarebbe imprudente e insensato da parte nostra se ci affidassimo alle capacità di questi esperti per uscire da questo caos. Al contrario, bisogna individuare le persone intelligenti e con le mani pulite.

 

Fuori uscite dalle Vostre catacombe, abbiamo bisogno di giovani e adulti alternativi che spazzino via la nebbia eterna di questo tempo, la nebbia dei falliti che vogliono continuare ad insegnare, banchieri che amministrano popoli, terrificante assolutamente terrificante!

Pensateci bene ragazzi perchè è tutto qua il problema, il nocciolo della questione, inutile parlare dell'acqua bagnata o dell'aria che non si tocca.

Sino a quando coloro che hanno distrutto il sistema con la loro demenziale e forse razionale ideologia continueranno a fare le regole o a cambiarle a loro immagine e somiglianza non ci sarà scampo, soprattutto se tecnocrazie e oligarchie continueranno ad estirpare la democrazia al popolo!

Oggi non vi voglio parlare di Trilaterale, di Bildelberg o di Nuovo Ordine Mondiale o di chissà che altro perchè non mi interessa, ma voglio farVi comprendere quello che sta in realtà accadendo da un'altra prospettiva più terrena e meno esoterica.

Papademos – arrivato nel primo pomeriggio di lunedì ad Atene – avrebbe chiesto come requisito indispensabile per il successo del suo progetto un mandato di medio termine e di far slittare il voto oltre il 19 febbraio.

Economista 64enne, Papademos fu lo stesso architetto dell'ingresso di Atene nell'unione monetaria europea…

Domandina della giornata!

Ma la Grecia non era entrata nell'Euro falsificando i bilanci grazie alla gentile collaborazione degli amici di Goldman Sachs che annoverano tra i loro ex collaboratori molti protagonisti presenti e futuri di questa crisi?

…e adesso riceve il compito di convincere i mercati che il Paese può uscire dalle secche della crisi:
non ha mai avuto un incarico politico e non è legato ad alcun partito, ma per anni è stato la massima autorità della Banca Centrale greca e ha rappresentato il suo Paese come vicepresidente all'Eurotower.

Alla guida del governo di transizione che porterà il Paese fino alle elezioni anticipate, dovrà innanzitutto riconquistare a fiducia dei creditori internazionali ma non è chiaro se avrà il carisma sufficiente per convincere la popolazione che non c'è alternativa al duro cammino di lacrime e sangue intrapreso.(Corriere della Sera)

Do you understand!

 Il sempre puntuale Bill McBride via Athensnews  ci    ci racconta che in Grecia fanno fatica a trovare un capitano…

The humiliating demand by EU Economic and Monetary Affairs Commissioner Olli Rehn that the next tranche of loans will not be disbursed unless New Democracy leader Antonis Samaras signs a declaration that he will support full implementation of the October 27 bailout threw his party into a tailspin.

Consiglio al signor Olli Rehn e tutti i tecnocratici non eletti dai popoli  di abbassare la voce anche quando parlano del nostro Paese e di darsi una calmata perchè nessuno può imporre a nessuno di fare tutto e subito in cinque pagine, dodici capitoletti, trentanove punti. Ma siamo impazziti.

Sistemata la questione Italia non vedo l'ora di sedermi in prima fila ad osservare cosa accadrà a Francia e Germania, giganti d'argilla europei che hanno cercato di nascondere le loro fragilità finanziarie urlando il pericolo Italia.

Ma tornando alla Grecia…The demand came a day after ND issued a nonpaper saying that the party will support the new government's policies, only to reverse them when the conservatives come to power .

Il grande Bill ha concluso … non so se questa storia sia vera ma se il piano è quello di dichiarare il default basta dirlo!

Nel frattempo inglesi e americani stanno alla finestra, con le loro economie in depressione urlando quotidianamente alle pagliuzze europee, preparando i piani di un attacco al famigerato arsenale nucleare iraniano un po come le armi di distruzione di massa irachene.
In America le insolvenze e i ritardi nel pagamento delle rate dei muti da più di 60 giorni sono esplosi al ritmo più veloce dal 2009…

"It's much different than we've been talking about the last few quarters," said Tim Martin, group vice president of US Housing in TransUnion's financial services business unit. The problems were widespread. Between the second and third quarters, all but 10 states and the District of Columbia saw delinquency rates increase.
"More and more homeowners are likely to struggle," Martin said.  "I'm not sure this is a one-quarter blip."

Il tutto confermato anche da altri fonti qualificate come ad esempio Realty Trac non si tratta solo di qualche sofferenza in più ma di una depressione che sta spingendo la gente sempre più verso il pignoramento!

Ma questa è solo una faccia della Grande Depressione immobiliare mentre noi domani sera a Cognola di Trento come potete vedere dalla locandina in cima al blog andremo ben oltre la nebbia di questo tempo.

Nel frattempo come più volte sottolineato sono aperte le biglietterie per una crociera sull'Arca di Noè, senza fretta però abbiamo ancora tempo mentre scrutiamo l'orizzonte del prossimo anno.

Per coloro che vogliono contribuire liberamente al nostro viaggio c'è la possibilità di avere un'analisi dettagliata sulla reale situazione del nostro Paese, al di la della superficialità e del terrorismo mediatico di questi tempi in attesa della bussola per orientarsi nell'anno che verrà, un'analisi sulla reale situazione del sistema finanziaio in preparazione per fine anno.
 

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)
129 commenti Commenta
utente anonimo
Scritto il 9 novembre 2011 at 08:12

dici che adesso tocca a Francia e Germania….può darsi… 
ma noi intanto dobbiamo come minimo diminuire sprechi collusioni  evasione e combattere le mafie …. sono tutti cancri che abbiamo cercato di combattere da sempre nn so se sia possibile sconfiggerli stavolta.
tutti noi dovremmo fare la nostra piccola parte… cercare di fare pulizia e chiarezza
e essere consapevoli della responsabilità che abbiamo (attraverso la partecipazione o le deleghe) nel saper scegliere le cose e le persone giuste per poter amministrare in maniera equa .
———————————————
poi una domanda ,
ma l'UK cosa ci fa a metà strada tra UE e USA ? 
nn è ambigua la sua posizione un po in mezzo e un po per conto suo ?
perchè nn si vuol far chiarezza su questo ?
che quando c'è da prendere decisioni ci sono sempre e quando c'è da fare sacrifici fanno per conto loro
M

utente anonimo
Scritto il 9 novembre 2011 at 08:16

Foto fantastica!!
Buona giornata a tutti.

Raffaele

utente anonimo
Scritto il 9 novembre 2011 at 09:18

Buongiorno,
è da qualche tempo  che mi sono imbattuto in questo blog che, devo dire, mi sembra molto interessante.  Purtroppo però alcuni punti mi rimangono oscuri tipo " sono aperte le biglietterie per l'arca di Noè" .  Qualcuno può essere cosi gentile da spiegarmene il significato? grazie.

utente anonimo
Scritto il 9 novembre 2011 at 09:21

Caro Andrea condivido la tua analisi, non fa una grinza.

E' quello che andrebbe fatto in Italia e in Europa per mandare aff….tutta la tecnocrazia usuraia che sta tentando di distruggere il continente.

Ma c'è un ma…gli uomini da te invocati dove sono?

E se ci sono saranno boicottati dalle attuali formazioni partitiche, tutte, perchè in maggior parte commissariate e al munifico servizio di quelle elites tecnocratiche.

Non parliamo poi dei mezzi di comunicazione. Basta aprire i giornali o sentire le televisioni. E' fondamentale approvare il dettato della BCe, urge, è un aut aut, ne va a scapito il nostro paese, il default è dietro l'angolo.

E' stato sapientemente instillato il virus della paura , che può fare danni incommensurabili. Questi signori lo sanno, sono già pronti a raccogliere quello che hanno seminato.

Purtroppo temo che questi non se ne andranno tanto facilmente, intendo i politici al servizio dei banchieri, BCE e FMI.

Morto un satrapo se ne fa un altro, di diversa forma ma forse anche peggiore per certi versi, perchè meno incline alla personalizzazione è più supportato dal politically correct, con tutte le benedizioni giuste, bocconiane e ultraliberiste.

L'aspersorio è pieno. Fra un po' scenderanno in campo i salvatori della patria, Monti e soci, per salire sulla scalinata della patria e consegnare quel che resta (tanto) a Lorsignori. E il guaio con il tripudio del popolo che abbattuto il caimano pensa di aver riconquistato la democrazia e la sovranità.

Il caimano ha prodotto guai e dimostrato insipienza e scarso amor di patria ma ora cosa ci tocca?

Ricordo che la legge elettorale in vigore è ancora il porcellum. Ma quello che mi fa incazzare, scusa il termine, è che nessuno, dico nessuno dei nostri politici camerieri sia stato colto da un sussulto di dignità e zittire uno spocchioso tecnocrate non eletto che ci viene a rimbrottare per l'ennesima volta.

Ecco l'Italia oggi paga non soltanto l'aver avuto un caimano a guidare il paese ma anche la mancanza di uno statista e un patriota vero nelle file opposte   in grado di cantarle ai mercati e a questa   usurocrazia che detta ordini e fa strame del benessere dei popoli.

Curzio

utente anonimo
Scritto il 9 novembre 2011 at 09:54

In un mondo che progetta di sostituire l'autista umano del bus con un computer, che destino potranno mai avere le "masse" umane?
Già ci stanno abituando a lasciare che l'automobile parcheggi da sola e più avanti saremo sempre più "passivi" a tutto vantaggio di chi avrà il controllo di tutto il "sistema"!!!

utente anonimo
Scritto il 9 novembre 2011 at 10:19

Buongiorno, considerate questo commento come un prosieguo di quelli iniziati ieri….

I nostri amici inglesi.
Barclays è uscita lunedi 7 novembre con un report: Can Italy save itself?
La cocnlusione degli amici è che non basteranno misure per la crescita e misure di austerity perché l'esperienza storica suggerisce che le dinamiche negative autorinfornzantesi del MERCATO (mio maiuscolo) che in questo momento minacciano l'Italia sono molto difficili da rompere.
La domanda è: ma i rendimenti e il rischio a quale forza oscura rispondono?? Se non serve alcuna riforma a calmare i MERCATI diteci che cosa serve??

Nel frattempo quasi tutti i broker americani e inglesi dicono che andare a elezioni è un disastro.

Borsa -2.5%
spread 510

Seve altro?
Il quadro non è ancora abbastanza chiaro??

Raffaele

utente anonimo
Scritto il 9 novembre 2011 at 10:21

Uno dei commenti che gira:
"testano la BCE"

Bella scoperta…

raffaele

utente anonimo
Scritto il 9 novembre 2011 at 10:21

[QUOTE]Nel frattempo inglesi e americani stanno alla finestra, con le loro economie in depressione urlando quotidianamente alle pagliuzze europee, preparando i piani di un attacco al famigerato arsenale nucleare iraniano un po come le armi di distruzione di massa irachene.[/QUOTE]

sicuramente, devono trovare da impiegare più disoccupati possibili, quindi l'eventualità di una guerra, scatenata da un probabile crollo e disgregazione dell'europa, diventa una fonte di un piano nascosto e da idee belliche.

oltre ai dementi delle oligarchie finanziarie non dimentichiamoci che ci sono i dementi capi militari, sempre pronti.

PS

 

utente anonimo
Scritto il 9 novembre 2011 at 10:30

Bell’articolo di Giacalone, il quale ha finalmente compreso trattarsi di una guerra. Il problema è che qualcuno (non tutti) se ne accorge solo ora. I nostri nemici lo sanno da qualche anno!

http://www.davidegiacalone.it/economia/come-una-guerra/

utente anonimo
Scritto il 9 novembre 2011 at 10:38

USCIAMO DALL'EURO PRIMA CHE SIA TROPPO TARDI!!!!!!!!!!!!!!!!

utente anonimo
Scritto il 9 novembre 2011 at 10:42

Belle le tue analisi, ma adesso ci vogliono i fatti,  riprendiamoci la nostra sovranità, scendiamo in piazza, blocchiamo il paese per giorni, porteremo la rovina? Meglio che ce la procuriamo noi che ce la procurino i vari usurai che ci toglieranno presto ogni dignità.

utente anonimo
Scritto il 9 novembre 2011 at 10:48

Le cose non stanno esattamente come pensate, ma peggio. Chi vende BTP oggi sono le banche europee non x speculare ma x disperazione. Vendono in perdita perchè non hanno accesso a liquidità, vendono quello che qualcuno ancora compra anche se a prezzi sempre più bassi. Questa situazione porterà all'implosione del sistema bancario europeo probabilmente già entro la fine dell'anno o al massimo nei primi mesi del 2012. Ne ha parlato il buon Andrea a lungo, anzi direi che il caposaldo delle sue analisi. Segue estratto da documento più ampio…

…In an appearance on CNBC’s Squawk Box and in an important essay in the Financial Times, Oliver Sarkozy, the half-brother of France’s Nicholas Sarkozy, laid out the challenges facing the sector. (Oliver Sarkozy, “Europe’s dithering over banking risks 2008 again,” Financial Times, October 25, 2011, p. 9.) Mr. Sarkozy notes that Europe’s banking sector has $55 trillion of assets, four times larger than the U.S. sector. As a result, European banks are funded through institutional (what he calls wholesale markets, which he describes as much less stable and much more fickle than depositors. European banks rely on institutional markets for about $30 trillion of their funding, about 10 times more than U.S. banks. In the third quarter, this market was essentially closed to European banks, leaving them with only internally-generated sources of cash to repay institutional funding as it rolls off. Institutional funding has a three-year average life, so European banks need to generate more than $800 billion each month to fund maturing institutional borrowings. This is, in Mr. Sarkozy’s words, unsustainable. And the markets are saying so. The CDS market for European banks is back at or above the peak levels seen during the 2008 financial crisis. While Mr. Sarkozy does not come out and say it,TCS will – the likely future for European banks is Dexia SA, which was nationalized by France and Belgium when it ran aground a couple of weeks ago….

il fratello di Sarkozy è un grande banchiere (ma va !)

viandante

utente anonimo
Scritto il 9 novembre 2011 at 10:53

ah ! aggiungo questa perlina….

…Mr. Sarkozy suggests that European banks will require $2 trillion of recapitalization, twice the amount that is provided for in the plan announced by European leaders…

viandante

utente anonimo
Scritto il 9 novembre 2011 at 11:52

Buongiorno a tutti
si sta verificando quel che si sapeva da tempo si sarebbe verificato.
E' guerra, e la guerra si combatte soprattutto e principalmente con le menzogne e l'inganno.
Usa e UK sono mondi del tutto falliti, ma non lo si può dire.
Così occorre dare la colpa di quello che succederà ad altri.
Nella fattoria hanno scelto i capri espiatori. Lo hanno fatto da tempo.
Li hanno anche chiamati, con dileggio. PIGS.

Ora la frittata è fatta. Mentre i predoni ci mangiano il cuore, noi continueremo a fare bei discorsi: le pensioni, il Belusca, i maldipancisti, i Di Pietro. Ma li avete visti in faccia: avete visto Bossi di fianco ad Alfano? e quel poveretto di Bersani? quale sarebbe la sua cura?

Andrà a finire così: tracollo del sistema Italia, richiesta di aiuto al FMI.
In palio c'è l'oro della banca d'Italia. Siamo i terzi al mondo ed avremmo potuto recitare la parte dei primi della classe di fronte al nuovo mondo, quando si tratterà di rifondare il sistema monetario internazionale.
Ed invece ci troveremo con le pezze….
Per colpa di una classe politica di dementi e di venduti, ma anche per colpa di chi non capisce nulla della situazione.

Mi raccomando: ora diamo alla gente tanti bei consigli di comprare non già cose solide (se ne accorge anche un ragazzo intelligente senza paraocchi che è meglio la buona roba solida di quella basata sul thin air!) ma il bel nostro debito pubblico… già….
Nudi alla meta, ma felici
Scusate l'amarezza, ma proprio non ce la faccio

Buona giornata (?)
Daniele

utente anonimo
Scritto il 9 novembre 2011 at 11:54

Che dire,avanti spediti verso la "tempesta perfetta" tanto cara ad Andrea!

Intanto la situazione politica si fa ancora più fumosa di quanto non lo sia in genere.Adesso aspetto con impazienza di vedere quale coniglio tireranno fuori dal cilindro…

Goldman Sachs ha già fatto sapere,via Sole24 ore,di volere un governo tecnico(sfacciati come al solito…).
Se può interessare:http://lemieconsiderazioniinutili.blogspot.com/2011/11/la-fine-di-berlusconi-e-degli.html

Peppe

utente anonimo
Scritto il 9 novembre 2011 at 11:54

Che dire,avanti spediti verso la "tempesta perfetta" tanto cara ad Andrea!

Intanto la situazione politica si fa ancora più fumosa di quanto non lo sia in genere.Adesso aspetto con impazienza di vedere quale coniglio tireranno fuori dal cilindro…

Goldman Sachs ha già fatto sapere,via Sole24 ore,di volere un governo tecnico(sfacciati come al solito…).
Se può interessare:http://lemieconsiderazioniinutili.blogspot.com/2011/11/la-fine-di-berlusconi-e-degli.html

Peppe

utente anonimo
Scritto il 9 novembre 2011 at 11:54

Che dire,avanti spediti verso la "tempesta perfetta" tanto cara ad Andrea!

Intanto la situazione politica si fa ancora più fumosa di quanto non lo sia in genere.Adesso aspetto con impazienza di vedere quale coniglio tireranno fuori dal cilindro…

Goldman Sachs ha già fatto sapere,via Sole24 ore,di volere un governo tecnico(sfacciati come al solito…).
Se può interessare:http://lemieconsiderazioniinutili.blogspot.com/2011/11/la-fine-di-berlusconi-e-degli.html

Peppe

utente anonimo
Scritto il 9 novembre 2011 at 12:09

Certo Peppe
il governo tecnico, al cui comando mettere un loro addetto. Va bene anche Monti alla bisogna.
Così potranno impunemente denudarci in maniera completa e perfetta. Il denudamento sarà pubblico (beni demaniali e oro Bankitalia) e privata (tasse sui risparmi, sugli immobili, su tutto quanto si muove ed esiste).
Tutto inutile, tra l'altro.
Ma non vi preoccupate: molti imbecilli saranno anche felici….
Come ripeto: nudi, ma felici (e schiavi). Ma si sa, anche nelle piantagioni di cotone si può cantare….

Daniele

utente anonimo
Scritto il 9 novembre 2011 at 12:11

Dimenticavo: per forza che Glodman vuole un governo tecnico per l'Italia (loro dispongono degli uomini giusti)…. loro "fanno il mestiere di Dio!"
(Lloyd Blanckfein)

Daniele

utente anonimo
Scritto il 9 novembre 2011 at 12:17

Daniele,come sai bene,il copione è sempre lo stesso…

La cosa triste è che c'è molta gente che finge di meravigliarsi.

Peppe

utente anonimo
Scritto il 9 novembre 2011 at 12:26

a che serve un presidente della repubblica,  un governo eletto o tecnico , un premier un  parlamento,  se poi ,  possono e debbono solo fare quello che la finanza , i mercati  , la BCE  VOGLIONO ?.
Il Guaio è che si sono impadroniti della vostra mente utilizzando la PAURA.
Tutto quello di cui vi parlano quotidianamente  fà Paura,  crollano le borse crolla l' europa, l' euro,  guerre , minacce di guerre,  epidemie, morti sul lavoro e non , stupri ,  furti , rapine omicidi , terremoti , incidenti, malattie e
Terrorismo, e chi più ne ha più ne metta. compreso questo veliero. rileggete i vostri commenti  siete  impauriti, disorientati, terrorizzati.

guardatevi allo specchio in quanto se non la smetterete di avere PAURA
non si potrà fare NULLA.

7 semi

utente anonimo
Scritto il 9 novembre 2011 at 12:28

scusa Viandante …………………dici " vendono tutto quello che è vendibile"… e allora perchè nn vendono bund tedeschi ??
M

Scritto il 9 novembre 2011 at 12:44

ASPETTANDO L'FMI

Caro Andrea tutto quello che poteva andare storto sta andando peggio!
Le dimissioni non  immediate di Berlusconi accelllereranno la crisi, purtroppo servirebbe una patrimoniale che l'uomo più ricco d'italia(e non solo lui) proprio  non può fare.
A questo punto però non oso immaginare cosa possano fare le opposizioni, io sono sicuro che fra un mese ci troveremo in un caos peggiore.
Le elezzioni non faranno che avvelenare gli animi dato che c'è aria da resa dei conti.
Mi dispiace dirlo, ma visto da fuori la partita in Italia è data come persa, da Italiano spero sempre in un'azzione dell'ultimo minuto, un pò come fu la partita Italia- Nigeria del mondiale 92, ma aimè la vita è molto più complessa di una partita di calcio.
Il non aver una moneta rappresenta di sicuro uno svantaggio, ma in una crisi come questa se la Grecia avesse avuto la Dracma e l'Italia la Lira forse già saremo sprofondati all'inferno.
Noi il debito lo abbiamo accumulato proprio grazie al "torchio stampoa soldi" di Carlo Ciampi, ma lui fece come potè, in periodi di sicuro non meno difficili.
Tutti sono sicuri di una cosa l'Italia da sola non ce la può fare, pensare ad un risanamento dei conti nel momento peggiore della storia economica Italiana è pura follia.
Tutte le virtù Italiane contro tutti gli itallici vizi.
Gli italiani sono contro ogni forma di meritocrazia e controllo, questo è nella loro natura, nella loro sfiducia in loro stessi e nel prossimo.
Ci troveremo con al timone il più furbo (se va bene), dio ci scampi da uomini  delle lobby come Amato, oppure da tecnocrati come Monti, ma da quelle parti un politico vero proprio non c'è?

L'italia vuole vedere il suo BTP decennale al 20%, state tranquilli i mercati l'accontenteranno subito!

Il mio professore di religione che era un cappuccino (ed esorcista!) diceva: "Signore salvaci dagli stolti", io una volta gli dissi ma come non sono i malvaggi i nemici di Dio.
Lui mi rispose che gli stolti fanno danni 100 volte peggiori!!

utente anonimo
Scritto il 9 novembre 2011 at 13:01

Raga' calmi.
Avete presente le tonnare nella fase piu' cruenta??
Questa è una fase di quelle.
Se ci fosse rischio reale di fallimento Italia l'euro non starebbe a 1.37, il bund non sarebbe a 139 e l'eurostoxx sarebbe a 1500.
Calmi.

Finirà secondo copione, con Monti o premier o ministro del Tesoro.
E la BCE più attiva.

raffaele

utente anonimo
Scritto il 9 novembre 2011 at 13:28

Blackrock non ha venduto titoli italiani almeno fino a qualche giorni fa….

x M

le banche francesi non vendono titoli di stato francesi
le banche tedesche non vendono titoli di stato tedeschi
le banche inglesi non vendono titoli di stato inglesi
le banche usa non vendono titoli di stato usa

… le banche italiane non vendono titoli di stato italiani

sistema bancario della nazione e nazione sono indissolubili

calmi…. arriverà il governo tecnico…. i nostri deputati di ogni colore ma nello specifico soprattutto nel PDL sono ricchi o ricchissimi signori, avvocati, imprenditori, sanno dove stanno i LORO interessi…. dei vostri non gliene è mai fregato un cazzo

viandante

Scritto il 9 novembre 2011 at 13:30

Caro Compasso alle volte mi chiedo dove sei stato in questi quattro anni quando suggerivo che se qualcosa non cambiava il destino era segnato. Ora ci siamo arrivati per primi e a breve seguiranno tutti nessuno escluso. Io resto con la rabbia di aver visto da lontano come andavano le cose passate e presenti ma con la Speranza oltre l’orizzonte di questa tempesta perfetta solo all’inizio della sua ultima rappresentazione, la Speranza in un sistema migliore fregandomene di coloro che urlano che nulla cambia tutto e’ per sempre uguale! Andrea

utente anonimo
Scritto il 9 novembre 2011 at 13:36

tanto per conservare il buon umore

Tassi Btp non rispecchiano fondamentali – BlackRock Italia

o.t.

utente anonimo
Scritto il 9 novembre 2011 at 13:36

tanto per conservare il buon umore

Tassi Btp non rispecchiano fondamentali – BlackRock Italia

o.t.

utente anonimo
Scritto il 9 novembre 2011 at 13:36

tanto per conservare il buon umore

Tassi Btp non rispecchiano fondamentali – BlackRock Italia

o.t.

Scritto il 9 novembre 2011 at 13:55

Ot non dirlo ad alta voce perché se nº gli esterofili dicono che e’ un complotto della perfida Albione di quei blog complottisti patriti italiani…Black Rock e’ mesi e anni che compra titoli di stato italiani!

utente anonimo
Scritto il 9 novembre 2011 at 13:59

No Andrea, altrove succederà qualcosa di diverso e il tuo ottimismo è fuori via. Prima ci sarà la guerra perchè siamo in troppo a voler vivere al di sopra delle possibilità offerte da un solo pianeta dove tutto è limitato dall'energia alla terra all'ossigeno. Si legge che oggi siamo 7 miliardi e nl 2050 10 miliardi. Sbagliato due volte. Già oggi il consumo di risorse è molto più rapido del rimpiazzo e non parlo di petrolio ma di acqua e terreno agricolo che come sanno i contadini a ogni raccolto perde un pò di fosfati ecc… Figuriamoci in 10 miliardi. Così come non è possibile mantenere l'attuale sistema fanta-economico-finanziario non è possibile consumare in 10 ciò che basta x 1 quindi alla fine saremo 1.

viandante 

Scritto il 9 novembre 2011 at 14:02

Si Goldman Sachs vuole il governo tecnico così andiamo tutti per …Draghi, Monti e Mari….

utente anonimo
Scritto il 9 novembre 2011 at 14:09

L'unica civiltà mai espressa dal genere umano è quella rurale che non depreda e violenta la terra ma ci vive assieme. Lì torneremo quando saremo assai meno.

viandante

utente anonimo
Scritto il 9 novembre 2011 at 14:15

“Consiglio al signor Olli Rehn e tutti i tecnocratici non eletti dai popoli di abbassare la voce anche quando parlano del nostro Paese e di darsi una calmata perchè nessuno può imporre a nessuno di fare tutto e subito in cinque pagine, dodici capitoletti, trentanove punti. Ma siamo impazziti.”

 

Aaah lo hai letto allora! Hai visto come faranno pagare i grandi patrimoni?…

Con sta “cippa de c.”!

Sono bellissimi questi 39 punti dettati da quella merda, proprietaria di castelli, di nome Prodi (Olli Rehn era, all'epoca, un suo porta borse) che ha già preparato la strada a Monti (un altro delinquente di GS)

Come si fanno a pagare 512 miliardi di debito?

Forse mandando a casa centinaia di migliaia di dirigenti del nulla che scaldano la sedia nel Pubblico impiego, facendo loro riscoprire “l'intelligenza che hanno nelle mani”?

Forse ritirando le truppe dall'Afghanistan e dall'Iraq e chiudendo definitamente con le spese militare e con le spese per gli armamenti?

Forse eliminando Province, Comuni e Comunità montane mandando la gente a lavorare nel mondo reale?

Forse prendendo i sette passa carte per ogni medico della Sanità Pubblica e indicando loro l'uscita?

Forse stabilendo un tetto massimo di 50000 euro annuo di stipendio per i manager della PA e l'impossibilità di avere doppi, tripli o quadrupli impieghi?

Forse combattendo l'elusione fiscale di grandi aziende e di banche che stanno tutte attaccate alla tetta statale?

Forse combattendo come si sta facendo con la Svizzera, tutti i paradisi fiscali impedendo qualsiasi rapporto finanziario ed economico diretto ed indiretto con loro?

Forse facendo una riforma vera del mercato del lavoro che favorisca l'ingresso al lavoro delle centinaia di migliaia di inattivi senza il Picone che li raccomandi?

Manco ber le balle di fra Giulio!!

 

I loro unici problemi sono:

 

Rubare con manovre aggiuntive in serie distanziate di pochi mesi la ricchezza di chi ha risparmiato con il solo intento di renderlo povero, schiavo e ricattabile,

 

Buttare altri miliardi nel Sud in modo da ricattare la gente che si troverà ad avere due scelte o lavorare per le mafiette nostrane o lavorare per le mafie internazionali…”Lavorare”, poi…si fa per dire…sarebbe meglio dire “far finta di lavorare per…”

 

Reintrodurre l'ICI sulla prima casa. Mica fare pagare l'ICI al Vaticano o agli immobiliaristi alla Caltagirone. NO che cazzo! Ma che, scherziamo?!! Le merde mantenute come Olli Rehn ritengono con fermezza che il problema di credibilità dell'Italia stia nel fatto che i proprietari della prima casa, già tartassata in tutti i modi, non paghino abbastanza affinché le scimmie che ciondolano negli uffici comunali possano vivere in tranquillità e possano concentrarsi sulle loro attività principali (rivoluzioni colorate, adunate oceaniche di piazza con bandiere, lancio di estintori ecc…).

 

Favorire i monopoli di Tronchetti Provera, De Bendetti, Colaninno, Ligresti , Benetton, Montezzemolo, Marcegaglia & C. buttando altri soldi e facendo leggi assurde sula banda larga, sulle ferrovie, sulle autostrade e gli aeroporti.

 

Mandare in pensione un muratore che dovrà stare su un ponteggio sino a 67 anni e fare crepare un

panettiere che deve stare sempre sino a 67 anni davanti a un forno alle 3 del mattino solo perché le signore che dormono dietro ad uno sportello pubblico ci dormiranno sino a 65 anni.

 

Privatizzare l'acqua pubblica anche se un referendum democratico (ma ha ancora un senso questa parola?) si è espresso chiaramente in modo contrario.

 

Continuare a favorire stipendi e carriere a maestri, maestre, professorini e professoroni universitari (come il buono a nulla, ma capace di tutto Olli Rehn ) malgrado il disastro della loro “maieutica” sia di fronte agli occhi di tutti.(“I soliti idioti” sbancano i botteghini)

 

Varie ed eventuali.

 

Ecco il nuovo, il cambiamento.

utente anonimo
Scritto il 9 novembre 2011 at 14:19

Ormai abbiamo perso la nostra sovranità nazionale: sarà vero Viandante che ci sono 5 regioni in cui governa la mafia , ma ora l'Italia  intera sarà governata dalle mafie estere. Governo tecnico che piaccia a loro sotto la spada di damocle dell spread.
Grazie anche all'Euro.

hector

utente anonimo
Scritto il 9 novembre 2011 at 14:19

“Consiglio al signor Olli Rehn e tutti i tecnocratici non eletti dai popoli di abbassare la voce anche quando parlano del nostro Paese e di darsi una calmata perchè nessuno può imporre a nessuno di fare tutto e subito in cinque pagine, dodici capitoletti, trentanove punti. Ma siamo impazziti.”

Aaah lo hai letto allora! Hai visto come faranno pagare i grandi patrimoni?…

Con sta “cippa de c.”!

Sono bellissimi questi 39 punti dettati da quella merda, proprietaria di castelli, di nome Prodi (Olli Rehn era, all'epoca, un suo porta borse) che ha già preparato la strada a Monti (un altro delinquente di GS)

Come si fanno a pagare 512 miliardi di debito?
Forse mandando a casa centinaia di migliaia di dirigenti del nulla che scaldano la sedia nel Pubblico impiego, facendo loro riscoprire “l'intelligenza che hanno nelle mani”?

Forse ritirando le truppe dall'Afghanistan e dall'Iraq e chiudendo definitamente con le spese militare e con le spese per gli armamenti?

Forse eliminando Province, Comuni e Comunità montane mandando la gente a lavorare nel mondo reale?

Forse prendendo i sette passa carte per ogni medico della Sanità Pubblica e indicando loro l'uscita?

Forse stabilendo un tetto massimo di 50000 euro annuo di stipendio per i manager della PA e l'impossibilità di avere doppi, tripli o quadrupli impieghi?

Forse combattendo l'elusione fiscale di grandi aziende e di banche che stanno tutte attaccate alla tetta statale?

Forse combattendo come si sta facendo con la Svizzera, tutti i paradisi fiscali impedendo qualsiasi rapporto finanziario ed economico diretto ed indiretto con loro?

Forse facendo una riforma vera del mercato del lavoro che favorisca l'ingresso al lavoro delle centinaia di migliaia di inattivi senza il Picone che li raccomandi?

Manco ber le balle di fra Giulio!!

 

I loro unici problemi sono:

Rubare con manovre aggiuntive in serie distanziate di pochi mesi la ricchezza di chi ha risparmiato con il solo intento di renderlo povero, schiavo e ricattabile,

Buttare altri miliardi nel Sud in modo da ricattare la gente che si troverà ad avere due scelte o lavorare per le mafiette nostrane o lavorare per le mafie internazionali…”Lavorare”, poi…si fa per dire…sarebbe meglio dire “far finta di lavorare per…”

Reintrodurre l'ICI sulla prima casa. Mica fare pagare l'ICI al Vaticano o agli immobiliaristi alla Caltagirone. NO che cazzo! Ma che, scherziamo?!! Le merde mantenute come Olli Rehn ritengono con fermezza che il problema di credibilità dell'Italia stia nel fatto che i proprietari della prima casa, già tartassata in tutti i modi, non paghino abbastanza affinché le scimmie che ciondolano negli uffici comunali possano vivere in tranquillità e possano concentrarsi sulle loro attività principali (rivoluzioni colorate, adunate oceaniche di piazza con bandiere, lancio di estintori ecc…).

Favorire i monopoli di Tronchetti Provera, De Bendetti, Colaninno, Ligresti , Benetton, Montezzemolo, Marcegaglia & C. buttando altri soldi e facendo leggi assurde sula banda larga, sulle ferrovie, sulle autostrade e gli aeroporti.

Mandare in pensione un muratore che dovrà stare su un ponteggio sino a 67 anni e fare crepare un panettiere che deve stare sempre sino a 67 anni davanti a un forno alle 3 del mattino solo perché le signore che dormono dietro ad uno sportello pubblico ci dormiranno sino a 65 anni.

Privatizzare l'acqua pubblica anche se un referendum democratico (ma ha ancora un senso questa parola?) si è espresso chiaramente in modo contrario.

Continuare a favorire stipendi e carriere a maestri, maestre, professorini e professoroni universitari (come il buono a nulla, ma capace di tutto Olli Rehn ) malgrado il disastro della loro “maieutica” sia di fronte agli occhi di tutti.(“I soliti idioti” sbancano i botteghini)

Varie ed eventuali.

Ecco il nuovo, il cambiamento.

utente anonimo
Scritto il 9 novembre 2011 at 14:28

Clearnet raddoppia margini su Btp. La decisione viene dopo quella incredibile dell'Eba, che ha deciso che il mark to market vale solo per certi titoli di stato, mentre la spazzatura che vale zero può essere tranquillamente appostata in bilancio a 100.

Si tratta degli ultimi bombardamenti finanziari da parte di istituzioni terze che, in realtà, sono al servizio di ben determinati soggetti.

Il risultato sarà l'acquisto a 2 lire (neanche euro) del nostro sistema bancario (leggi nostro risparmio) da parte di francesi, tedeschi e americani. Poi verrà saccheggiato il resto.

E' una fase della "guerra senza limiti" che da qualche tempo è in corso contro l'Italia, ma che in passato (ormai da 20 anni) è stata condotta con armi finanziarie, mediatiche, psicologiche, regolamentari (tramite le istituzioni cosiddette terze), politiche e infine militari contro tantissimi stati. Da ultimo è stata colpita la Libia (e con essa Italia e Cina), dove, per "proteggere", i civili ne sono stati uccisi 70.000! Si tenga presente che la Libia ha poco più di di 6 milioni di abitanti. E' come se in Italia in pochi mesi mesi fossero state uccise 700.000 persone. In tutta la II guerra mondiale, durata cinque anni per il nostro paese,  i morti italiani furono circa 440.000 su una popolazione  di 44 milioni!!

Adesso la ricostruzione della Libia (400 miliardi) verrà finanziata tramite i soldi dei libici, denari che andranno alle aziende degli invasori! i futuri contratti su petrolio, gas etc prevederanno condizioni capestro per i libici (tranne i capi politici subentrati a Gheddafi). Insomma in breve tempo la popolazione più ricca dell'Africa (reddito pro capite pari a 5 volte quello degli egiziani) si troverà nella miseria. Un' autentica rapina a mano armata!  

L'utilizzo  "totale" (contro chiunque e qualunque istituzione pubblica e privata) delle armi sopra citate (cui sono da aggiungere quelle informatica e spionistica) è stato teorizzato negli Usa oltre 20 anni fa, ma è divenuto patrimonio della cultura politica e militare di tutti i paesi avanzati (a cominciare dalla Cina),….tranne che in Italia, dove alligna la classe dirigente più ignorante d' Europa (e forse del mondo).

Il nostro compito era facilitato dal fatto che già nel '92/93 eravamo stati oggetto di un attacco (pienamente riuscito) molto somigliante a quello attuale, ma i nostri politici, da Napolitano, al governo, all'opposizione etc. hanno favorito (a volte non involontariamente la strategia "nemica").   
A parte lascio Draghi, Monti etc, che sono dalla parte del "nemico".

Visti i punti di forza (ampiamente e più volte illustrati da Andrea) del nostro paese, non sarebbe stato difficile prevedere e respingere l'attacco, A PATTO DI RENDERSI CONTO DI ESSERE IN GUERRA E DI CAPIRE CHI E' IL NEMICO E CHI E' IL POTENZIALE ALLEATO.

Il perseguimento dei nostri interessi politico/economici porta, ormai inevitabilmente, a confliggere con il complesso militare/finanziario che governa Usa e Uk (Obama e Cameron sono due burattini) e con Francia, Germania e paesi satelliti. Faccio presente, ad esempio, che la Germania, nonostante le banche tedesche finanziassero cani e porci per comprare i prodotti made in Germany, ha avuto, nell'ultimo anno, una performance peggiore di quella italiana. E' ovvio che vogliano togliere di mezzo il principale competitor nel settore manifatturiero.

Nostri alleati non possono essere che Turchia, Cina, Russia, paesi del Maghreb (ma quelli sono andati). Tra l'altro si tratta di Stati con grandissima liquidità che avrebbe consentito di respingere facilmente l'assalto nemico (come, grazie alla Cina, fece Hong Kong nel '98, quando sconfisse il terrorista finanziario George Soros).

Una politica di alleanze e di preparazione finanziaria (elevando la percentuale di debito da noi detenuto e organizzando un sistema di difesa della italianità delle nostre aziende) avrebbe dissuaso i nostri nemici.

Si è fatto tutt'altro. Il recente calare di braghe nell'affare Parmalat, nella guerra contro il popolo libico, nell'affare Edison ha reso sicuri del successo i nostri avversari che, utilizzando armi psicologiche, regolamentari e finanziarie (oltre che, forse, qualche mazzetta ben data), hanno prevalso con facilità.

Siamo ancora in tempo per rimediare? Ne dubito.

La Cassandra.

P.s. Per raggiungere il pareggio di bilancio nel 2012 basterebbe tagliare del 75% i costi della politica (almento 13 miliardi risparmiati), pretendere il pareggio dare/avere con la CE (ora siamo sotto di 7 miliardi all'anno) e cessare tutte le missioni militari all'estero.

utente anonimo
Scritto il 9 novembre 2011 at 14:28

hector come in un post dal tono simile scritto da raffaele non ti posso che rispondere allo stesso modo, cioè che le due cose non si elidono ma si complementano. D'altra parte che ti devo dire non so quanti hai tu, io pure troppi e l'Italia era governata da schifo anche quando aveva la moneta sovrana e con l'infalzione al 20% e i bot al 15% la gente rideva felice. Non ho mai avuto una gran comprensione x chi non si aiuta da solo. E poi cosa è la sovranità nazionale perchè bisogna intendersi. Con Mussolini avevi la sovranità nazionale ma avevi Mussolini, con Andreotti avevi la sovranità nazionale ma avevi Andreotti. La democrazia esiste in modifca quantità nei paesi scandinavi altrove c'è il voto, un rito che serve a far decidere a gente ignara da quale  gruppo di interesse farsi governare. Stop. La condizione umana è tragica. Life is pain. Infatti la religione cristiana invoca la vita perfetta nell'alto dei cieli, quella indiana più antica e saggia spera che un giorno la si smetta di rinascere ancora e finire fusi nell'infinito.

viandante

utente anonimo
Scritto il 9 novembre 2011 at 15:01

Montecristo:

La   cosa   che    mi   sorprende   in   tutto   questo  caos è  il   silenzio   americano  ,forse   si  sveglieranno   di   colpo.

utente anonimo
Scritto il 9 novembre 2011 at 15:11

ciao hector, quello che dici non è in antitesi con quello che dico io ma lo complementa. Ma mi spingo più in là. Cosa è la sovranità nazionale ? Sotto Mussolini avevamo la sovranità nazionale ma avevamo Mussolini. Con Andreotti uguale etc…. Dove sta di casa la democrazia ? Perchè io non la vedo tranne, in parte, in Scandinavia e da nessuna altra parte. Ti riferisci forse a quello strano regime dove ogni tanto c'è un rito chiamato voto nel quale gente ignara e/o disinteressata per il 99% del tempo tra un elezione e l'altra decide da quale gruppo di interesse farsi governare la quale poi decide essenzialmente chi paga ? La condizione umana è tragica e passa da una illusione all'altra. D'altra parte la religione cristiana immagina che la vita vera è dopo la morte (!!!) mentre quella indiana più antica e più saggia forse, pensa addirittura che il massimo è smettere di rinascere e fondersi definitivamente con l'universo tutto.

Questa crisi finanziaria era scritta già 15 e più anni fa, non 4 !!! E ripeto a costo di essere noiso NON è il principale problema. L'uomo è stato programmato dalla natura x un ambiente che non esiste più da 5000 anni ma ragiona (si fa x dire) allo stesso modo di prima, puramente reattivo, pensiero breve mentre una società complessa ha necessità di pensiero lungo. La strada dell'evoluzione ci è preclusa, servirebbero almeno 100.000 generazioni per produrre una mutazione, allora resta solo la cultura ovvero quell'insieme di comportamenti che permette all'uomo di superare o alleviare i vincoli del suo essere un individuo che nasce tabula rasa ogni volta.

La nostra cultura basata sull amateria e sulla produzione e consumo di beni superflui è TUTTA è sbagliata e non va cancellata SOLO la finanza che ne è solo la punta dell'iceberg. Va cambiata tutta e ciò avverrà solo dopo una catastrofe cone è sempre accaduto. I sopravvissuti hanno l'occasione di impostare tutto da capo. Probabilmente accadrà in seguito al collasso ecologico del pianeta per il quale non dobbiamo aspettare che qualche decennio forse meno.

Una visione apocalittica che raccoglierà le risa di molti, ma è la mia e non ci posso fare alcunchè perchè è come vedo le cose da almeno 10 o 15 anni.

viandante

utente anonimo
Scritto il 9 novembre 2011 at 15:23

in linea con quanto riportato nel mio stesso post no. 12 questo articoletto di Roubini fa un altro  pò di luce. Siamo in pieno liquidity squeeze e siccome la situazione è 100 volte peggio che nel 2007 procederà più in fretta.

Andrea ne parla da anni, io lo leggo da 2 mesi e lo so da quando ho voluto mettermi a lì capire cosa stava succedendo dopo l'evento Lehmann. Nel breve sarà quel che sarà, nel lungo zero dubbi su quello che ho scritto al post 36, siamo molto oltre il punto di non ritorno ecologico.

http://www.businessinsider.com/roubini-the-next-mf-global-collapse-could-be-goldman-sachs-2011-11?utm_source=feedburner&utm_medium=feed&utm_campaign=Feed%3A+businessinsider+%28Business+Insider%29

viandante

utente anonimo
Scritto il 9 novembre 2011 at 15:23

in linea con quanto riportato nel mio stesso post no. 12 questo articoletto di Roubini fa un altro  pò di luce. Siamo in pieno liquidity squeeze e siccome la situazione è 100 volte peggio che nel 2007 procederà più in fretta.

Andrea ne parla da anni, io lo leggo da 2 mesi e lo so da quando ho voluto mettermi a lì capire cosa stava succedendo dopo l'evento Lehmann. Nel breve sarà quel che sarà, nel lungo zero dubbi su quello che ho scritto al post 36, siamo molto oltre il punto di non ritorno ecologico.

http://www.businessinsider.com/roubini-the-next-mf-global-collapse-could-be-goldman-sachs-2011-11?utm_source=feedburner&utm_medium=feed&utm_campaign=Feed%3A+businessinsider+%28Business+Insider%29

viandante

utente anonimo
Scritto il 9 novembre 2011 at 15:23

in linea con quanto riportato nel mio stesso post no. 12 questo articoletto di Roubini fa un altro  pò di luce. Siamo in pieno liquidity squeeze e siccome la situazione è 100 volte peggio che nel 2007 procederà più in fretta.

Andrea ne parla da anni, io lo leggo da 2 mesi e lo so da quando ho voluto mettermi a lì capire cosa stava succedendo dopo l'evento Lehmann. Nel breve sarà quel che sarà, nel lungo zero dubbi su quello che ho scritto al post 36, siamo molto oltre il punto di non ritorno ecologico.

http://www.businessinsider.com/roubini-the-next-mf-global-collapse-could-be-goldman-sachs-2011-11?utm_source=feedburner&utm_medium=feed&utm_campaign=Feed%3A+businessinsider+%28Business+Insider%29

viandante

utente anonimo
Scritto il 9 novembre 2011 at 15:28

A che livello è presumibile un contrattacco dell’italia alle banche tedesche e francesi?

Se queste continuano a non sostenere i titoli di debito Italiani?

Se di guerra si tratta o di combattimento sul ring, per ora stiamo prendendo le cazzottate,

aldifuori dei fondamentali italiani, ma generalmente uno non sta sempre a prenderle,

anche se debole apparentemente, può iniziare a resistere o a combattere e quindi a replicare con i fatti. 

Se recessione sarà, anche l'asse franco/germanico non avrà vita facile.
il ridimensionamento del loro Pil e del loro rating ed il parametro Bund forte/contro altri, non ha più senso a questi livelli.

Il rischio aumenterà anche per loro, pertanto un ridimensionamento
all'equilibrio dello spread con i nostri titoli è dovuto!

sbaglio in qualcosa?

a quando questo evento?

utente anonimo
Scritto il 9 novembre 2011 at 15:40

Sarebbe bello, caro Andrea, che da parte tua arrivassero due righe di scuse per tutti i soldi che i tuoi articoli sui BTP ci hanno fatto perdere.
Io sto perdendo i soldi che dovevano pagare gli studi di mia figlia!

Due righe: Mi dispiace, cari lettori, per amor di Patria vi ho indotto a tenere/comprare BTP e sono diventato complice di un sistema malato e corrotto

utente anonimo
Scritto il 9 novembre 2011 at 15:49

Montecristo:

E'   solo  una  mia   personale  opinione.

Ma  io   al   crollo  dei  mercati   di  oggi  non   ci    credo  mi   sembra   più  una   farsa.

utente anonimo
Scritto il 9 novembre 2011 at 15:52

@39

Almeno abbi la cortesia di firmarti.

Non mi sembra che Andrea  abbia dato indicazioni operative
di comprare BTP.

Puoi sempre trovare un suo post o commento per contraddirmi.

Andrea, ha fatto un discorso sui fondamentali dell'Italia
ed ha detto e ne è convinto che i nostri Titoli di stato
non rispecchiavano una prospettiva di un paese in default.

Tutto qui.

Anch'io che mi occupo di analisi ho pubblicato un grafo, qualche
giorno fa, sul BTP scadenza 1° marzo 2026, dicendo che era entrato
un segnale di Allerta Acquisto, ma non di Acquisto.

Mi dispiace che tu abbia perso dei soldini, ma non puoi
imputare ciò ad Andrea.

Questo per fare un po' di chiarezza.

Carpe Diem

utente anonimo
Scritto il 9 novembre 2011 at 15:53

Un bocconiano liberale stanco dei tuoi commenti apocalittici al limite del dramatico sarebbe molto curioso di sentire qualcosa dei tuoi modelli alternatitvi. Ho sostenuto l' esame di macroeconomia  e non mi sembra che le teorie che mi sono state insegnate siano da buttare, anzi, sicuramente sono da rivedere, su questo posso essere d' accordo. Ma il modello keynesiano, quello neoclassico e le teorie di friedman sul tasso naturale di disoccupazione sono ancora la base per la comprensione delle dinamiche macroeconomiche. Se hai delle alternative concrete da proporre pubblica qualcosa su questo al posto di parlare di modelli di cui secondo me sai ben poco e che reputi fallimentari senza entrare mai nel merito, sono fallimentari e basta secondo te.  Il meccanismo della fissazione dei prezzi non e' efficiente, la corruzione dilaga,  adverse selection e moral hazard rendono i mercati instabili, la massoneria e le lobby influenzano l' andamento dell' economia, per uno studente di economia che si informi un minimo sono cose note. Serve qualcosa che ci spieghi questo,  perche' le cose vanno cosi', non qualcuno che ci ricorda ogni giorno che viviamo in un mondo di merda.
Studente Bocconiano Liberale

utente anonimo
Scritto il 9 novembre 2011 at 16:02

Caro anonimo senza @@ ma lo vedi che c'e' scritto come prefazione? Non si danno consigli operativi …. quindi per favore non rompere le @@ e fatti un giretto. Trovami un post chiaro di acquistare bot da parte di Andrea.  A quanto mi sembra lui ha solo detto che c'è di peggio in giro e che non stiamo messi così come dicono gli altri. Sai che ti dico:  dopo questi ultimi gg. in cui ho visto questo crollo verticale ci  stanno imponendo con la paura un governo con MOnti a capo e una mega patrimoniale che deve frugare nei risparmi degli italiani. L'abbassamento dei bot e btp non è altro che una patrimoniale (anche quella) mascherata con l'onda di farti vendere (per chi li ha)

Conclusione per me che sono completamente liquido da tempo a sti prezzi un pensierino quasi quasi ce lo fo tanto se va tutto a put…. non ti salvi nè con, nè senza…. anzi, ora che hai fatto l'intervento mi sa proprio che ci faccio un pensierino.

PG

utente anonimo
Scritto il 9 novembre 2011 at 16:07

Montecristo:

A   questo   punto   per  concludere   il  quadro  manca   solo   che   l'asteroide   appena   passato  e  che   ha   sfiorato   la  terra   ,torni  indietro   e   ci   colpisca     in  pieno   ,forse   sarebbe   meglio.
Ma  è  inconcepibile   tutto   questo  ,certo  io   sono   negativo   sui  mercati  da   7-8   anni   almeno   e   quando   facevo   qualche   previsione   ero   abbastanza   apocalittico  ma   sinceramente   adesso   tutto   questo   sconquasso   mi   sembra   esagerato.

utente anonimo
Scritto il 9 novembre 2011 at 16:13

Montecristo:

   la   fine   del  mondo   secondo  i  Maia   è  al  21/12/2012,ma   dico   io   e  fateci   passare   almeno   questo   anno   che   rimane  in   santa   pace,  che  ne   dite?

utente anonimo
Scritto il 9 novembre 2011 at 16:16

Montecristo:

Ma   perchè   tutti  i  paesi   del  G20   non   fanno  un    fondo  mondiale   salva   stati  garantito   dalle  loro   riserve   auree?  Chi   oserà  contraddirli.

utente anonimo
Scritto il 9 novembre 2011 at 16:20

Per me anche se il c asino c'è, sotto sotto tutto questo accanimento mi puzza … Se i grosi investitori vogliono fare speculazione quale cosa migliore che investire in Italia dove non ci crede più nessuno?! Vero che anche la Grecia sta messa così da un anno ed è peggiorata ma se devono fare un colpo di coda per riguadagnare qualche spicciolo credo proprio che il paese Italia vista la volatilità sia quello dove potrebbe avvenire la maggiore speculazione. I pratica ottengono 2 piccioni con 1 fava:

1)impongono le loro direttive e un governo praticamente dettato  da loro

2) fanno pure affari magari comperando ora titoli italiani azionari o meno che magari in poco tempo potrebbero fare un rimbalzo .

Teorie e pensieri in libertà … non fateci caso.

PG

utente anonimo
Scritto il 9 novembre 2011 at 16:24

Montecristo:

Giorno  palindromo:

Data 11.11.11  alle  ore  11:11:11

utente anonimo
Scritto il 9 novembre 2011 at 16:26

mi sembra che Andrea abbia sempre rifiutato consigli operativi che potevano essere erroneamente generalizzati, abbia indicato sempre, almeno fino a pochi post fa in cui disse che forse la riva del fiume non sarebbe bastata più, la riva del fiume come salvezza, riva che io personalmente avevo individuato nel non possedere azioni o corporate bond, ha sempre detto che prima degli stati sarebbero falliti i privati, ha detto o fatto capire che l'Italia era messa non peggio di tanti altri anzi e che il suo fallimento a breve era pura fantasia, ha detto tuttavia che c'era un attacco speculativo sull'Italia con la complicità dei nostri politici corrotti o incapaci, ha detto che anche l'oro non si sarebbe salvato da un deprezzamento una volta che la crisi fosse evoluta sino all'epilogo negativo cui scelte sbagliate dei autisti di scuola bus la stanno condannando.
In ogni caso a me sembra che se l'Italia non fallirà, (e se quanto illustrato qui risponde anche solo un pò al vero voglio vedere come farà avendo risorse private pari a qualche multiplo del debito pubblico ecc ecc) a scadenza ognuno riavrà per intero i suoi soldi e nel frattempo avrà percepito gli interessi che gli sono sembrati giusti quando ha acquistato il titolo pubblico; se l'Italia viceversa fallirà per demerito suo o perchè indotta da forze esterne preponderanti allora credo che anche la liquidità perderà in quel momento il suo valore.
da ignorante di alta finanza magari ho detto fesserie, nel caso scusatemi e magari spiegate a tutti la cosa corretta.

Gian Luca

utente anonimo
Scritto il 9 novembre 2011 at 16:28

magarti non ha dato indicazioni COMPRA BTP, ma si intuiva nei suoi scritti.

Diamo a Cesare quel che è di Cesare.

Allora si comprano o no questi BOT BTP??? Posso consigliarli alla nonna per i suoi 4 risparmi?

utente anonimo
Scritto il 9 novembre 2011 at 16:29

Mi è arrivata questa mail che ne pensate?

"Presidente,
 
perdoni l'approccio informale. Sono il giornalista e autore Paolo Barnard, lavoro da due anni con il gruppo di macroeconomisti del Levy Institute Bard College di New York sulla crisi dell'Eurozona. Siamo guidati dal Prof. L. Randall Wray dell’Università del Missouri Kansas City, che coordina altri 10 colleghi inglesi e australiani.
 
Presidente, è incomprensibile che Lei non scelga di salvare la nazione, e il Suo governo, rendendo pubblico che:
 
a) l'Euro fu disegnato precisamente per affossare gli Stati del sud Europa, fra cui l’Italia.
 
b) esistono responsabili italiani ed europei di questo "colpo di Stato finanziario di proporzioni storiche". (una definizione del tutto ragionata offerta dell'economista americano Michael Hudson)
 
Presidente, dalle pagine del Financial Times, del Wall Street Journal e persino del New York Times, da mesi economisti del calibro di Martin Wolf, Joseph Stiglitz, Paul Krugman, Nouriel Roubini, Marshall Auerback, Le stanno suggerendo la via d'uscita. A Parigi, l’eccellente Prof. Alain Parguez dell’Università di Besancon ne ha trattato esaustivamente. Wray e i suoi colleghi Mosler, Tcherneva e Hudson pure. Nel dettaglio, essi hanno scritto che:
 
L'Italia è stata condannata a un’aggressione senza precedenti da parte dei mercati dall'operato dei governi di centrosinistra che La hanno preceduta, poiché essi hanno portato il nostro Paese nel catastrofico costrutto dell'Eurozona. Le famiglie italiane e il Suo governo non devono pagare per colpe non loro. Lei deve dire alla nazione ciò che sta veramente accadendo, e chi ci ha condotti a questo dramma. 
 
L'Euro fu pensato nel 1943 dal francese Francois Perroux con il dichiarato intento di "Togliere agli Stati la loro ragion d'essere". La moneta unica è infatti un progetto franco-germanico da quasi mezzo secolo (Attali, Delors, Issing, Weigel et al.), col fine di congelare le svalutazioni competitive d'Italia e Spagna, e col fine di deprimere i redditi del sud Europa per delocalizzare in esso manodopera industriale per l'esclusivo vantaggio del Neomercantilismo franco-tedesco.
 
Specificamente, la moneta unica:
 
– Esclude un prestatore di ultima istanza sul modello Federal Reserve USA, proprio per portare la sfiducia dei mercati sui debiti dell'Eurozona. 
 
– I debiti dell'Eurozona non sono più sovrani, poiché l'Euro è moneta che ogni Stato può solo usare, non emettere, e che ogni Stato deve prendere in prestito dai mercati di capitali privati che lo acquisiscono all'emissione. L'Euro è moneta di nessuno, non sovrana per alcuno.
 
– I due punti precedenti hanno distrutto il fondamentale più importante della macroeconomia di Stato, che è "Ability to pay", cioè la capacità di uno Stato di onorare sempre il proprio debito emettendo la propria moneta sovrana. L’attuale aggressività dei mercati contro il nostro Paese (ed altri) è dovuta in larghissima parte proprio alla loro consapevolezza della nostra perdita di "Ability to pay", la cui presenza è infatti l'unica rassicurazione che può calmare i mercati. Motivo per il quale il Giappone dello Yen sovrano, che registra il 200% di debito/PIL, non è da essi aggredito e ha inflazione vicina allo 0%. Motivo per cui l'Italia della Lira sovrana mai si trovò in condizioni simili al dramma attuale, nonostante parametri ben peggiori di quelli oggi presenti.
 
– L'Euro è moneta insostenibile, disegnata precisamente affinché l'assenza radicale di "Ability to pay" nei governi più deboli dell’Eurozona inneschi un circolo vizioso di crisi che alimenta la sfiducia dei mercati che alimenta crisi. Non se ne esce, qualsiasi correttivo non altera, né mai altererà, questo fondamentale negativo, e i mercati infatti non si placano.
 
– Le estreme misure di austerità per la riduzione del deficit di bilancio che vengono oggi imposte al Suo governo, sono distruttive per la Aggregate Demand di cui qualsiasi economia necessita per crescere. Sono cioè  il farmaco che causa la malattia, invece di curarla. Anche questo non accade per un caso.
 
– Tali misure ci vengono imposte proprio perché il nostro debito pubblico non è più sovrano, a causa dell'adozione di una moneta non sovrana. Infatti, ogni spazio di manovra del Suo governo al fine di stimolare crescita e riduzione del debito attraverso scelte di spesa sovrana (fiscal policy), è stato annullato dall'adozione della moneta unica, che, ribadisco, l'Italia non può emettere come invece fanno USA o Giappone. Si tratta di una perdita di sovranità governativa senza precedenti nella storia repubblicana, e di cui le misure imposte dalla Commissione UE come il European Semester e l'Europact sono l'espressione più estreme, ma di cui noi cittadini e Lei paghiamo le estreme conseguenze.
 
– L'Euro e i Trattati europei che l’hanno introdotto, sbandierati a salvezza nazionale dal centrosinistra, stanno, per i motivi sopraccitati, umiliando l'Italia, nazione che ha uno dei risparmi privati migliori del mondo, 9.000 miliardi in ricchezza privata, una capacità industriale invidiata dai G20, banche assai più sane della media occidentale, e parametri di deficit che sono inferiori ad altri Stati dell'Eurozona. Lei, Presidente, sarà il capro espiatorio, noi italiani ne soffriremo conseguenze devastanti per generazioni. 
 
Presidente, Lei deve e può denunciare pubblicamente la realtà di questa moneta disegnata per fallire. Lei può e deve smascherare le responsabilità del centrosinistra italiano e dei governi 'tecnici' in queste scelte sovranazionali catastrofiche.
 
Presidente, il team di macroeconomisti accademici del Levy Institute Bard College di New York e dell'Università del Missouri Kansas City, sono coloro che hanno strutturato il piano Jefes che ha portato l'Argentina dal default al divenire una delle economie più in crescita del mondo di oggi. Essi sono a Sua disposizione per definire sia la strategia comunicativa che quella economica per salvare l'Italia, e il Suo governo, da un destino tragico e che non meritiamo.
In ultimo una precisazione di ordine morale.
Presidente, io non sono un Suo elettore, e avrei cose dure da dire sul segno che la Sua entrata in politica ha lasciato in Italia. Ma non sono un cieco fanatico vittima della cultura dell’odio irrazionale che ha posseduto gli elettori dell’opposizione in questo Paese, guidati da falsari ideologici disprezzabili, come Eugenio Scalfari, Paolo Flores d’Arcais, Paolo Savona, e i loro scherani mediatici come Michele Santoro, Marco Travaglio e codazzo al seguito. Perciò come prima cosa mi ripugna che Lei sia bollato come il responsabile di colpe che Lei non ha, e che sono tutte a carico del centrosinistra italiano. Incolpare un innocente, per quanto criticabile egli sia, è sempre inaccettabile. Ma soprattutto, Presidente, se l’Italia verrà consegnata dal golpe finanziario in atto contro di noi, e da elettori sconsiderati e ignoranti, nelle mani del Partito Democratico, per noi sarà la fine. Sarà l’entrata trionfale a Roma dei carnefici del Neoliberismo più impietoso, sarà la calata della Shock Therapy su un popolo ignaro, cioè il saccheggio del bene comune più scientificamente organizzato di ogni tempo, quello che nell’Est europeo ha già mietuto più di 40 milioni di vite in due decadi, senza contare le sofferenze sociali inenarrabili che porta con sé.
I volti di Mario Monti, di Massimo D’Alema, di Mario Draghi, di Romano Prodi, dell’infimo Bersani, sono le maschere funebri di questa nazione, veri criminali e falsari di portata storica. Il cerimoniere complice si chiama Giorgio Napolitano.
Mi appello a Lei Presidente perché mi rendo conto che i miei connazionali non hanno la più pallida idea di ciò che il centrosinistra italiano ha già inflitto al nostro Paese, …

utente anonimo
Scritto il 9 novembre 2011 at 16:30

Non ho letto ancora il post di oggi di Andrea e ne' i commenti.

Ma oramai è talmente palese…dovrebbe essere chiaro a tutti.
C'è una fortissima volontà di mettere un uomo fidato della bce.
Un commissariamento come in Grecia (anche se leggendo il curriculum del precedente greco c'è parecchia formazione filo-finanziaria).

Mare in tempesta fino a quando Berlusconi non se ne esce e non viene dimenticata l'idea delle elezioni.
Deve essere richiesto all'unanimità il governo tecnico (di salvezza, per il bene comune, dei saggi ecc quello che vole).
Ovvero il morbido colpo di stato finanziario deve essere richiesto e voluto da tutti.

Sono sicuro che questi quando arriveranno dopo un periodo di placa se ne usciranno con la sorperesa…i conti dello stato stanno peggio di quello che credevamo e si faceva sapere.
Le misure quindi devono essere queste e queste.
Oramai anche ci legge i gornali di massa dovrebbe capire da solo che l o schema è questo…altro che spread, cds, e menate varie di cui oramai sono tutti diventati "esperti"…..beata matrix!

Luca17

Scritto il 9 novembre 2011 at 16:40

Viandante,

l'uomo grazie all'utilizzo della tecne ha interrotto il processo evolutivo perchè ai cambiamenti esterni non reagisce con risposte genetico-evolutive ma con risposte tecnologiche che a differenza delle prime sono efficaci a breve termine.

Se il clime si raffredda una popolazione animale viene eliminata e si salvano solo gli individui più forti e con la pellicia più folta, l'uomo invece  inventa il camino. Ma poichè la capacità di inventare il camino è frutto di un processo evolutivo si può dire che l'invenzione del camino è un evento naturale. e concettualmente non c'è differenza tra il camino e l'  IPAD.

utente anonimo
Scritto il 9 novembre 2011 at 16:58

39 & 50, fate così: invece di stare su questo blog a perdere il vostro tempo andate in quelli dove vi consigliano di comprare, con i risparmi di vostra nonna, a prezzi da pazzi fumati delle case popolari inguardabili anni 50 o dopo guerra, senza ascensore, da ristrutturare e occupate da sconosciuti, nella grande cermania (per inciso, se cercate, senza sforzo, su siti come Kijiji eBay Annunci tedesco troverete di meglio a minor prezzo, ma fate un po' voi…) oppure di acquistare delle catapecchie senza fondamenta ne cantina costruite sulla sabbia di qualche nazione con democrazia e giustizia alla sud americana (La Vanna Marchi della blogosfera economica ne sa qualche cosa) . Oppure ancora di portate tutto in un paradiso fiscale non prima di aver dato il 40% del vostro capitale a intermediari interessati al capitale di vostra nonna, notai, commercialisti, porta borse e funzionari governativi del posto. Andate suvvia , andate tranquilli e “rimaneteci”…

utente anonimo
Scritto il 9 novembre 2011 at 17:04

Ipotesi: Se il clime si raffredda…ecc..ecc…

Sintesi: concettualmente non c'è differenza tra il camino e l'  IPAD…

Sì… vai al Polo Nord a scaldarti con l'IPAD.

utente anonimo
Scritto il 9 novembre 2011 at 17:16

avesse almeno parlato di e-cat…

utente anonimo
Scritto il 9 novembre 2011 at 17:18

Montecristo:

per  56

Se   fosse   vera   la   storiella   dell'   e-cat    sarebbe  la   soluzione   a   tutte  le   crisi.

utente anonimo
Scritto il 9 novembre 2011 at 17:23

Montecristo:

Ma   quando  li  fanno   questi  Eurobond.

utente anonimo
Scritto il 9 novembre 2011 at 17:24

.. la calma è la virtù dei forti…
.. provate a rimanere tranquilli … passerà…

.. certo qualcosa di non piacevole lo dovremo fare..
.. e molti altri dovranno seguirci .. molti Altri..

                                    FIORENTINO DISPETTOSO

Scritto il 9 novembre 2011 at 17:30

Io invece sono una ragazza madre alla quale in questi anni hanno venduto bond high yield e titoli strutturati, derivati e etf sintetici, azioni ad alto rendimento assicurato nel lungo termine dove tutti abbiamo tempo per attendere, autentiche perle altro che gli antiquati titoli di stato sovrani o bond sovrannazionali in genere. Se prendo quel delinquente che mi ha venduto un pericolosissimo buono ordinario del tesoro lo faccio su come una stroppa! Per il resto lasciamo perdere chiunque può scrivere anche un neonato spacciandosi per Sarkozy in persona!

Scritto il 9 novembre 2011 at 17:31

Luca
i mercati hanno componenti razionali ed irrazionali, oggi quelli irrzionali hanno sicuramente preso il sopravvento ma in un giorno non succede nulla, il problema è che, a parte l'aumento dell'IVA e qualche accisa di tutte le manovre annunciate praticamente ancora nulla si è tradotti in maggior gettito o minore spesa.
Dal '93 al '98 abbiamo fatto alcune riforme "sotto tutela" oggi faremo delle riforme "sotto tutela" la parcellizzazione e litigiosità della nostra classe politica che rispecchia la parcellizzazione e litigiosità della nostra società non ci consentono altro.
L&B è stata lasciata fallire per errore, e valeva 440 MLD di Dollari l'Italia non può essere lasciata fallire.
Non si è operato secondo giustizia quando non c'era l'emergenza, difficilmente si opererà con giustizia nell'emergenza, ma non è neppure detto che si faccia peggio. Anzi, finchè si liscia il pelo alle lobbies (di cui fanno parte schiere di poveri cristi come molti dipendenti pubblici)  non è così indispensabile fare le parti con il bilancino, quando si deve fare il contropelo conviene essere almeno precisi e con la mano ferma.

Alla fine rileggeranno la lettera di Ollio (Stanlio era a dormire e non l'ha firmata) e si inventeranno di reintrodurre l'ICI sulla prima casa che vale dai 3 ai 4 Mld/anno , faremo un aslto a quota 100 sulle pensioni di anzianità per poi eliminarle in 2/3 anni (con buona pace di Bossi) che vale altrettanto, cominceranno a prendere sul serio le proposte di Ichino (con buona pace della CGIL) e forse cominceranno a liberalizzare i servizi pubblici locali che sono quanto di più corrotto si riesca a immaginare nella repubblica delle banane.
Sono tutte cose che ci diciamo da anni e che sono normali appena varcate le alpi, in qualsiasi direzione tu vada, siamo noi che non siamo normali. 
Mi preoccupa quello che scrive un 17enne che sembra assuefatto all'idea del declino

utente anonimo
Scritto il 9 novembre 2011 at 17:44

A  me vengono due pensieri.

1. se l'europa deve diventare un paese unico ed unito. Può essere che questa è la fase di mescolamento interno e noi siamo le resistenze naturali a questo processo? Ovvero la gente delle generazioni da sacrificare?
Io però allo stesso modo suggerirei di guardare al pessimo processo unitario dell'italia, mai finito e mai completato nella realtà…in questo caso non lo si è anche voluto completare per interessi personali e di interi ambiti politico-economici (la germania ha assorbito molto meglio il post caduta mura per es. Quindi se si vuole si fa).
Forse anche in questo caso ci sarà chi vorrà tenere una parte del nuovo stato, in depressione come per il sud italia.

2. la chiarezza di voler realizzare un piano.
-Berlusconi, il fantoccio egoista che svolge più o meno consapevolmente il suo compito. Quando non serve più lo si sbologna. Se lo sono cucinato a fuoco lento (i festini, le figuracce ecc)per farlo arrivare bello rololato e pronto quando serviva. Con la crisi ovvio che per l'italia la colpa sia solo del berlusconismo. La faccia di Enrico Letta non la sopprto più quando ripete la lezioncina impata all'aspen group (con le due ditine unite alla Obama quando parla…anche questo imparano nei seminari di futura classe dirigente…I Letta, ah! Gianni a dx, l'omologo nipote a sx, altro Letta a capo di Medusa, altra Letta a capo della ricostruzione post terremoto ecc…lasciamo perdere, in italia di casi simile è pieno…i della valle e via dicendo).
-Crisi
-finto scontro sociale tra le "giuste soluzioni" dei teconocrati e il popolo poveretto che si aggrappa agli Indignati !!! Un movimento mondaliale spuntato dal nulla ottimo per canalizzare,  PER TENERE DENTRO L'ALVEO DELLA POTESTA SOCIALE INNOQUA LA RABBIA SOCIALE!

Bisogna parlare con più persone possibili, cercare di mettergli avanti le cose. Lo so che la consapevolezza è un processo personale ma bisogna per forza fare così!
Io mi sono posto lo scopo di riuscire a farmi ascoltare da due persone al giorno.  Invitandoli a ragionarci su.
I miei amici, quelli ancora con il cervello non spappolato da chat fb Nintendo wii ipod, sono per il governo tecnico che ci salverebbe o al max per gli indignati!

Prendetevi come obiettivo il portare a ragionare su questi fatti almeno una persona al giorno…ripeto lo so che non è ortodosso ma credo che oramai vada fatto.

LUCA17

utente anonimo
Scritto il 9 novembre 2011 at 17:48

IlCuculo69 sei una persona intelligente quindi non svilirti a livello infimo. Cosa c'entra il camino e  iPAD e il fatto che viaggiamo in automezzi da 1 tonnellata x fare 20 km/giorno, cosa c'entra con il fatto che te ne stai in ufficio in inverno in camicia sudando perchè tengono la temp a 25 gradi e col maglione in estate perchè è a 17 mente fuori a 40. Cosa c'entra con il fatto che i cosiddetti paesi emergenti ma anche gli usa e in parte la verde germania vanno ancora a carbone… Sei mai stato sulle Alpi ? Io ci sono nato sotto e il ghiacciaio a pochi km da casa mia ora non c'è più, un piccolo rimasuglio lassù per aria. Siamo a metà novembre, ci sono 18 gradi e non ho ancora cceso il riscaldamento. Dai dai tu come tanti altri sei un campione del pensiero breve. A preoccuparsi dell'oggi (btp o cash o quello che ti pare) perchè incapace come tutti di pensare a lungo termine…. tanto nel lungo termine come diceva keynes siamo tutti morti… appunto. Ormai questoi blog mi è venuto a noia, alla fine quello che viene fuori è che la gente compresi tutti noi è interessata solo a una cosa "domani quanto valgono i miei averi". Augurii a una specie fallita, sopravvivere sarà estremo

viandante

Scritto il 9 novembre 2011 at 17:48

Sarebbe interessante sapere cosa ne pensa il nostro studente bocconiano liberale della teoria delle aspettative razionali o della behavioral finance, della neuroeconomia piuttosto che delle scienze cognitive applicate ai mercati lasciando scorrere econometrie e gaussiane varie. Mai sentito parlare di cooperazione e di bene comune inteso come fine ultimo di ogni processo economico. Suppongo di no in certi ambienti e’ come parlare della peste! Invece che piombare in casa d’altri e dare giudizi sommari senza conoscere la storiadi questo blog fatti un giretto anche se costa fatica! A proposito la storia ha suggerito che Andrea più che un catastrofista e’ un ottimista ben informato. Come ho riportato in un’altra occasione… (…) Mi sorprende l’entità della catastrofe, ma quello che mi sorprende ancor di più è l’apparente fallimento degli economisti accademici nel prepararsi per il futuro.  Sulla scia della crisi mi aspettavo che i dipartimenti economici di tutto il mondo affermassero che bisogna cambiare i modelli impiegati.
Il fatto è che abbiamo bisogno sempre meno di teorici di mercati efficienti e sempre più di persone che lavorino (…) sui pregiudizi nozionistici. (…) Abbiamo bisogno di più storici delle politiche monetarie ed economiche e meno ideatori di modelli. Abbiamo bisogno di più economisti come Eichengreens, Shillers, Akerlofs, Reinharts, e Rogoffs e soprattutto come Kindleberger, Minsky, o Bagehot. Se invece vogliamo avviare un confronto su basi diverse con Andrea che ama il meglio di ogni teoria economica senza abbracciarne alcune ben volentieri! Andrea

utente anonimo
Scritto il 9 novembre 2011 at 18:03

Io nn amo parlare di chi non conosco…

Ma il bocconiano mi ricorda tanto mio fratello che studia economia.
Ora parlo di mio fratello, non del bocconiano…saccentino, crede di essere uno dei pochi ad avere i tools (come dice lui) per l'analisi dell'esistente, che ovviamente non finisce per lui allultimo rigo della DISPENSA che il prof gli ha assegnato….no va oltre, riguarda tutto lo scibile umano del globo terracqueo!
Io studentello di liceo mai potrei fare un'analsi sociale congrua (sempre parole sue), occorrono NOZIONI e capacità logico deduttive che solo uno studio ragionato fornisce(io continuo a dire che sia nozionistico molto simile a quello delle superiori, poi lui dice diverso mha!)…
"se non conosci questo e e quello, se non sai cosa dice questo e quello non puoi capire, le tue sensazioni sono sbagliate…e se anche ora sta avvenendo come dici tu è solo un caso che dipende dal tuo punto di vista d'sosservazione che è molto limitato e quindi riconosci solo ciò che sono conformi al tuo pensiero"…ok!
Intanto a me pare che ciò che sta studiando gli serva a ben poco.

Questo è mio fratello studente della specialistica in econonimia.
Mai in discussione ciò che studia…quando scovo un autore particolare su internet magari definito alternativo e magari finito nel dimenticatorio proprio perchè inviso al sistema la risposta puntuale è "se non si studia vuol dire che non c'ha capito un cazzo". Chiaro no!
Robbottni…e questa è l'univ che mi aspetta. Ho deciso che nno prenderò mai una facoltà del finto scientismo su ciò che in realtà sono solo filosofie di pensiero…economia, psicologia, sociologia, scienze politiche ecc.
Sono affascinanti ma ti bloccano del tutto i canali dell'ascolto sulla realtà

LUCA17

utente anonimo
Scritto il 9 novembre 2011 at 18:06

In questo spazio non si danno consigli operativi, in ogni caso chi compra btp per poi disperarsi per la variazione giornaliera negativa è un idiota che farebbe meglio a rivolgersi ad altro noto blog di pseudo-economia.
Chi compra Btp lo fà a torto o a ragione perchè ritiene che lo Stato non fallirà ed è più interessato alla scadenza che alle oscillazioni quotidiane, che in un periodo così tumultuoso sono quanto meno ovvie.
Se Andrea pensa che in ogni caso il settore pubblico è più sicuro del settore privato e che l'Italia non dichiarerà default non vedo dove stà il problema, non è un consiglio operativo strictu sensu ed in ogni caso ognuno di noi ha la responsabilità delle proprie scelte.
Per finire penso che un governo tecnico o di larghe intese sia il male minore, capisco perfettamente tutte le ragioni del no ma non possiamo scontrarci con super potenze, meglio uscirsene con furbizia accettando il male minore in attesa di tempi migliori per riscattare la nostra sovranità.

Luca T.

Scritto il 9 novembre 2011 at 18:16

Viandante,

ma dove sta scritto che l'essere umano abitante del pianeta terra, derzo pianeta del sistema solare in un ramo della via lattea….. ha uno scopo a lungo termine all'interno dell'universo.

E' un dato di fatto che nell'evoluzione dell'universo l'uomo è arrivato dieci secondi fa e sicuramente è destinato all'estinzione, al più tardi con la fine del sistema solare tra milioni di anni, probabilmente molto ma molto prima.

Ma nessuno di questi ragionamenti può minimamante influenzare il comportamento umano, l'uomo è un essere naturale e tutti i suoi comportamente sono naturali. Anche se sono disfunzionali.

Sembra disfunzionale quasi tutto, dal modo di mangiare a quello di viaggiare, di lavorare…ma disfunzionale rispetto a cosa, a quale fine?

Caro viandante se esci dall'economia per discutere di filosofia devi completamente cambiare le prospettive, e le premesse diventano spesso più importanti delle conclusioni.

Scritto il 9 novembre 2011 at 18:20

Scusate se in un giorno come questo con così tanto spread mi perdo in simili divagazioni.

chiedo venia.

utente anonimo
Scritto il 9 novembre 2011 at 18:21

Montecristo:

Ho   appena   letto  l'intervista   a  Krugman, 

http://www.wallstreetitalia.com/article/1255508/crisi-krugman-euro-avanza-verso-la-sua-fine-sara-un-bunga-bunga.aspx 

avvilente,  dopo   queste   dichiarazioni   si  è   dissolta   anche   la   voglia   di   sperare   in  meglio  purtroppo.

utente anonimo
Scritto il 9 novembre 2011 at 18:21

Montecristo:

Ho   appena   letto  l'intervista   a  Krugman, 

http://www.wallstreetitalia.com/article/1255508/crisi-krugman-euro-avanza-verso-la-sua-fine-sara-un-bunga-bunga.aspx 

avvilente,  dopo   queste   dichiarazioni   si  è   dissolta   anche   la   voglia   di   sperare   in  meglio  purtroppo.

utente anonimo
Scritto il 9 novembre 2011 at 18:21

Montecristo:

Ho   appena   letto  l'intervista   a  Krugman, 

http://www.wallstreetitalia.com/article/1255508/crisi-krugman-euro-avanza-verso-la-sua-fine-sara-un-bunga-bunga.aspx 

avvilente,  dopo   queste   dichiarazioni   si  è   dissolta   anche   la   voglia   di   sperare   in  meglio  purtroppo.

utente anonimo
Scritto il 9 novembre 2011 at 18:23

@51. Te lo dico io quello che penso, e non mi importa delle critiche;  sono perfettamente d'accordo con questo Barnard che poi, mi risulta, e' di estrema sinistra.  E' incomprensibile che il presidente non abbia fatto cio'.  Si deve pensare che e' condizionato dai ricatti legati alle possibili ritorsioni e quindi alla possibile totale perdita del suo impero. Ed ha 5 figli. Si vede che non se la e' sentita. Non vedo chi possa farlo al suo posto. Patrioti in vista, zero.  Quindi,  governo tecnico. Ci faranno un mazzo  cosi' perche' l'obbiettivo e' depredare la ricchezza delle famiglie italiane.
        Stanziale. 

utente anonimo
Scritto il 9 novembre 2011 at 18:46

Xilcuculo69

L'uomo scopi non ne avrà (ma questo chi può dirlo) caratteristiche che lo pongono certamente sopra e non sotto la vita ne ha sicuramente. L'uomo ha il potere di maneggiare l'atomo e distruggere il pianeta, ed ha già dimostrato che il suo habitat è oltre il pianeta in cui vive attualmente ad un simile potere non può in alcun modo corrispondere il caos dell'assenza di regole è per questo che la nostra religione parla sempre di libero arbitrio come concetto fondamentale tutto qui, è lo stesso motivo per cui il liberismo è una truffa megagalattica.
Le nostre devono essere necessariamente scelte meditate e non dovute al caos dell'assenza di regole perchè con il caos è molto probabile che l'uomo si estingua (per colpa della sua stupidità e non della natura) e se sopravvivesse la storia semplicemente comincerebbe di nuovo con lo stesso identico problema: l'uomo deve necessariamente affermare la propria libertà con la scelta e non con il caos.
Questa non è filosofia è realtà.

giuseppe

utente anonimo
Scritto il 9 novembre 2011 at 19:06

Viandante, hai ragione, perfettamente ragione, anche io ho una visione pessimistica come la tua sull'umanità  e la sua fragilità.
Per venire al tema penso che  Lintroduzione dell'euro è stata una grande illusione perchè ha fattio credere  per un decennio agli italiani, greci, portoghesi ecc. di essere come i tedeschi e di poter  vivere sugli allori, tutti diventati ricchi .non accorgendosi della sua insostenibilità sul lungo. Ho più o meno la tua età, ricordo  che dal 1970, quando cominciai a lavorare,  al 1999 (anno delll'entrata nell'euro)  la lira si svalutò più  di 6 volte sul marco e ho sempre pensato che non saremmo potuti rimanere  con economie diverse in un'unica moneta, come ora si sta dimostrando. Ricordo pure  gli anni '70 delle BR e '80 dei governi  democristiani e socialisti che facevano esplodere il  debito pubblico. e l'inflazione a due cifre. Ma ricordo anche la miseria degli anni '50,  c'era la ricostruzione post bellica  da realizzare che poi continuò fortunatamente con   il miracolo economico degli anni '60, periodo putroppo irripetibile perchè la tecnologia non era sofisticata come ora e potevamo produrre ed  esportare manufatti competitivamente  grazie  al basso costo della manodopera con  l'emigrazione interna. Allora  tutti vivevano più modestamente, avevano meno pretese e aspettattive, l'economia non era globalizzata e sicuramente pur nei sacrifici erano più sereni  e meno  frastornati o andati fuori dalla realtà come vedo oggi a cominciare da B. che  conta i telefonini pro capite , ed i ristoranti pieni  senza accorgersi che spesso chi consuma il superfluo lo fa a debito. Una società  rimbabita dal "Grande Fratello e da lady Gaga, oltre a tutto il resto di più grave che sappiamo dei vizi nazionali. .L'altro giorno a casa di amici ho visto  il libretto che B.  aveva distribuito  prima delle elezioni,  la famiglia felice del Mulino Bianco sotto la sua  egida  lungimirante e protettiva..  Altra illusione e ora siamo al punto che siamo, ossia si avvicina la  resa dei conti. Da una parte l'Europa (leggi Germania) e i poteri forti transnazionali della speculazione  ci costringerànno  alle misure  che stanno applicando alla Grecia e così finiremo  sempre più sotto  il loro dominio immiseriti.  Ci spoglieranno pian piano, come stato e come privati, lo sanno che c'è ancora molto da mordere e  tutto questo raccontandoci che è nesessario per rimanere dentro nell'euro. Così perdiamo la nostra indipendenzaanche quella  materiale, potremmo disquisire  sul  suo significato, ma mi si rivoltano le budella quando oggi sento che  la Citygroup ci considera  una  "mera espressione geografica" come diceva Metternicht lo scorso secolo. E pure  mi rattrista vedere i predicatori della fuga all'estero, della delocalizzazione che  fanno adepti (guadagnandoci) per portare via  i soldi  dall'Italia, cose che già vidi in passato. Io qui ci sono nato e ci voglio restare.  Con l'euro adesso hanno trovato il grimaldello per ripulirci e poi magari infine  disintegrarci. dopo 150 anni.  Se uscissimo  ora unilateralmente salveremmo  ancora qualcosa,  serrebbe una grande espolsione, me ne rendo conto, forse è impossibile per come sono intrecciati i rapporti economici e  poi mancano dei politici con i cosiddetti  per  realizzarla ma faremmo pagare il conto  alla Citygroup & affini almeno.

utente anonimo
Scritto il 9 novembre 2011 at 19:07

come al solito dimentico la firma:  hector

utente anonimo
Scritto il 9 novembre 2011 at 19:10

cuculo non voglio fare filosofia ma vedi x me la crisi economica è totalmente indissolubilmente legata alla cirsi di un modello basato sui consumi, sul culto del possesso di oggetti da cambiare ogni 6 mesi, 3 mesi…. e i vari krugman, wary e barnard alla fine vogliono solo che a consumare con lo stesso modello siano di più e non solo pochi. Quando Mosler il grand mentore della MMT apre la sua bibbia con la frase "… quel grande negozio che è l'economia…" è chiaro che non c''è neppure il tentativo modesto di andare oltre. E allora scusa ma 7 miliardi di automibili di frigoriferi e bla bla bla…  Quello che la gente vuole è più soldi x comprare più roba.

viandante

utente anonimo
Scritto il 9 novembre 2011 at 19:12

Montecristo:

Osservando  il   tutto   penso  che  alla   fine   sarà   governo   Monti,almeno   questo   sembra   essere.

utente anonimo
Scritto il 9 novembre 2011 at 19:19

mi lascia perplesso (ancora) il pensiero che si vendano BTP perchè c'è assoluto bisogno di liquidità e si vende quello che si può…anche in perdita.
sarà vero che
Tedeschi nn vendono bund
Francesi i loro…….
ma inglesi e francesi potrebbero vendere bund !
tedeschi e inglesi quelli francesi !
francesi e tedeschi gli inglesi
questa è solo speculazione perchè vogliono un governo tecnico in Italia
M

utente anonimo
Scritto il 9 novembre 2011 at 19:24

Mario Monti senatore a vita

utente anonimo
Scritto il 9 novembre 2011 at 19:25

Montecristo;

Caspita   leggo   proprio  in  questo  momento  che  Monti   è  stato  nominato   senatore   a  vita.

utente anonimo
Scritto il 9 novembre 2011 at 19:26

Alla fine l’euro si é rivelata quello che é sempre stata: una truffa a danno dei popoli europei.
Se ci pensate bene é la stessa identica situazione italiana un’unione fatta male che dopo 150 anni porta a credere che ci sia un sud immaginato misero e ladro ed un nord produttivo ed ariano. Il problema ora é che l’italia del nord fa parte del sud europeo ci sarebbe da fare gli auguri perché continuando cosí fra qualche anno gli italini tutti si sentiranno dare del “terroni” da olandesi tedeschi etc.
Ci vorrebbe uno slancio di “unità nazionale” per mandare aff. L’euro, rehn, barroso e compagnia bella é per questo che berlusconi nella sua incapacità é certamente meno responsabile di tanti altri o almeno é responsabile in solido. Qui non si é capito che evidentemente qualcosa nel governo berlusconi dava molto fastidio ai “mercati” che certamente vogliono il rispetto di regole calate dall’alto in base all’immutabilità dei propri deliri.

Giuseppe

utente anonimo
Scritto il 9 novembre 2011 at 19:28

Montecristo:

Alla   fine   mi  manca   solo  la  venuta   degli   alieni   per   completare   tutte  le  mie   previsioni.

utente anonimo
Scritto il 9 novembre 2011 at 19:32

@ viandante 36
Condivido volentieri le derisioni che arriveranno, visto che io sono "pessimista" occhio e croce da 25 anni ( forse perchè all'epoca non avevo di meglio da fare) , tempo passato anche a cercare conferme e possibili soluzioni (quelle di Andrea x esempio).
Considerati i tuoi post sarei alquanto interessato al tuo punto di vista di cui riferivi ieri a Raffaele #37 (qui o altrove, per non confondere i fatti con ipotesi).

"Per trovare una verità in un grande oceano di confusione e di imbrogli si richiedono vigilanza, dedizione e coraggio. Ma se noi non pratichiamo questi abiti di pensiero rigoroso, non possiamo sperare di risolvere i problemi veramente seri che ci si pongono, e rischiamo di diventare una nazione di creduloni, un mondo di creduloni, facile preda del prossimo ciarlatano che si presenterà" Carl Sagan

Colgo l'occasione x ringraziare il Capitano e la Ciurma

Luca di Gaia

utente anonimo
Scritto il 9 novembre 2011 at 20:02

Mario Monti senatore a vita: un'altro stipendio a carico della collettività.

utente anonimo
Scritto il 9 novembre 2011 at 20:21

Ciao Capitano, che ne pensi di quello che dice Maloney, anche lui parla di deflazione e ci comprare solo oro che può arrivare a 20.000 DLR

http://www.youtube.com/watch?v=tj2s6vzErqY

Fabio Vicenza

Scritto il 9 novembre 2011 at 20:36

Mario Monti senatore a vita….in questo momento…Uhm!
A quanto sempre si stanno blindando i carri prima di mandarli in battaglia.
Per arrivare a questo livello mi sa che gli regaleranno anche un giubotto antiproiettile e una macchina blindata.
Che si voglia veramente attaccare i poteri forti e i loro interessi in italia!

Non ci credo….oppure Napolitano vuole compiere con Monti "il gesto"!!

Comunque ho letto dei commenti qui dentro e mi sembra che la realtà non è stata ancora capita.
Quando arriveranno le prossime astedi titoli,  aste vedrete le stelle!

I politici Italiani continiuano a "cazzaggiare"(passatemi il termine) la gente è tutta tranquilla.
Non hanno capito che stavolta è finita!!
Chisà se in Rai sanno che in Grecia hanno chiuso una rete intera televisiva intera,
Chisà se in Italia sanno che in Grecia devono licenziare il 20% dei dipendenti pubblici e hanno già tagliato il 20% di tutte le retribuzioni.

A proposito chisà se in Italia sanno che la Grecia è solo all'inizio del suo calvario!!

utente anonimo
Scritto il 9 novembre 2011 at 20:44

In soli due mesi l'ITALIA HA PERSO 1600 MILIARDI DI EURO DI VALORE …

Il patrimonio immobiliare italiano è sceso di valore in soli due mesi del 20%. (SU UN PATRIMONIO STIMATO DI 8000 MILIARDI FATE VOI I CONTI)

NON SI VENDE PIU' NULLA SE NON IN CONTANTI E CON SCONTI MINIMI DEL 20%

IL DEBITO PUBBLICO SI DICE CHE E' AMPIAMENTE COPERTO DAL PATRIMONIO DELLE FAMIGLIA…

TUTTE CAZZATE DI CAZZARI CHE NON CAPISCONO UN CAZZZZZZZZZZZZOOOOOOOO DI ECONOMIA.
——————————-
questo si legge in un'altro blog..
ma sono dati reali o "dati a caso ??
M

utente anonimo
Scritto il 9 novembre 2011 at 20:51

Ecco arriva n'altro vecchio rincoglionito senatore a vita per quali meriti poi? bah, non lo si sa, un mondo ti tecnocrati e un'Italia di vecchi bacucchi ci tocca, in Italia o sei sessantenne o la tua opinione non conta una sega, persone che poi alla fine hanno perso talmente tanto slancio e passione, da considerarre con lucidità solo l'interessse del momento e la salvaguardia dello status quo; ah studiano eh… non si può dire di no, ma studiano perchè non hanno un cazzo da fare, è uno studio dalle finalità puramente estetiche e 0 pragmatiche, e alla fine dei conti, dopo averti dispensato inutili insegnamenti senza rendersi conto che tu hai studiato molto più di quanto loro hanno fatto ma col futuro negli occhi, ti dicono: cari miei il mondo è vostro, io sono solo venuto solo a fottervi il futuro per quanto mi è possibile, anche perchè credetemi ora sono redento ora mi avvio verso la luce, dopo avervi fregato per una vita, ora, all'età della pensione vi do qualche suggerimento sbagliato sul vostro futuro e vi impongo qualche altro sacrificio visto che voi "piacioni" senza lavoro di sacrifici non ne fate e restate a casa "felici" fino a 35 anni, perchè io ho fatto sapete, ho fatto tanto…e i risultati… sono sotto gli occhi di tutti. Ma andate a c….e, il più lontano possibile.

Il Fringuello

utente anonimo
Scritto il 9 novembre 2011 at 20:57

@  #84

Capiranno, capiranno.

Il vero guaio é che molti, forse la maggioranza, arriverà impreparata ed allora, dopo qualche corteo e girotondo, reagirà molto ma molto male.

luigiza

utente anonimo
Scritto il 9 novembre 2011 at 21:25

Questa è una guerra. Mi domando quando capiranno gli italiani del nord che li vogliono trasformare in terroni e con i loro soldi salvare la finanza per poi continuare a vomitare per secoli di mafia ndrangheta camorra spese pubbliche enormi di un paese megalomane e borbonico che è stato salvato.

ITALIANI VI SVEGLIATE SI O NO?

Giuseppe

utente anonimo
Scritto il 9 novembre 2011 at 21:29

Fermi tutti!
Ho l'attestato di Laurea firmato nientepopodimenoche dal Magnifico Retttore Mario Monti…neo Senatore a vita e papabile Super Ministro dell'Economia di un governo Schifani di larghe intese.
Dite che in virtù di cotanto avvenimento lo #spread ce la farà a scendere??

state calmi,
Raffaele

p.s. permettetemi la facile battuta, ci vorrebbe un "Habemus PapAndrea".

utente anonimo
Scritto il 9 novembre 2011 at 21:41

@ Pessimisti 

Smettetela di piangere. A sentire voi il Mondo finisce l'anno prossimo.
Finitele. Stupidi. 

L'unica cosa che finisce sono le ruberie dei berluscones.

Giobbe8871

utente anonimo
Scritto il 9 novembre 2011 at 21:43

il petrolio calerà di prezzo . e sapete il perchè ?

Rossi – Focardi e l'Università di Bologna.

e-Cat ….indagate pessimisti !

giobbe8871

utente anonimo
Scritto il 9 novembre 2011 at 21:46

se ritornassimo alle £irette,  anzichè la Merkel , la BCE , ecc… a comandare sarebbero sempre i politicanti del caz… italiotti .
Con un altro Governo P2.

ed io sono stufo di italioti al Potere. Bastaaaa !

Giobbe 8871

utente anonimo
Scritto il 9 novembre 2011 at 21:49

Con la fine della corruzione politica , almeno 50 liliardi di euro all'anno, re-introduzione dell'ICI , anche degli immobili del Clero, una buona ristrutturazione del debito chiamando il Popolo italiano al dovere di solidarietà …tutto o quasi si sistema.

giobbe

utente anonimo
Scritto il 9 novembre 2011 at 21:50

ed attuando il Progetto Giuseppe Guarino l'Italia si salva.

e il Debito pubblico scende sotto il 100% senza lacrime e sangue.

Giobbe8871

utente anonimo
Scritto il 9 novembre 2011 at 22:09

Giobbe mi spieghi che sarebbe questo progetto guarino?

Giuseppe

utente anonimo
Scritto il 9 novembre 2011 at 22:17

Importantissima notizia  dal Sole24ore:
….."E poi ci sono alcuni rumors -non confermati – secondo cui la Germania, in particolare la Cdu, sta esplorando l'ipotesi di spingere peché gli anelli deboli si sfilino dall'Area della moneta unica senza lasciare l'Unione europea. La cancelliera tedesca Angela Merkel starebbe addirittura parlando con alcuni membri dell'Eurozona per chiedere se sono intenzionati a uscire dall'euro."

hectorfosse la volta buona !   fosse la volta buona !

hector

Scritto il 9 novembre 2011 at 22:19

Dopo una giornata tranquilla e serena verso il default il soliti monelli interrompono la luna di miele dei mercati…

(AGI) Milano – Un default del debito dell'Italia appare "improbabile" secondo l'agenzia di rating internazionale Fitch.

E Voi che default scegliete con tutta la fantasia che avete! Buona notte e sogni d'oro, soprattutto al mio caro Compasso che sfoggia una sicurezza insuperabile! Andrea

utente anonimo
Scritto il 9 novembre 2011 at 22:19

La Grecia, che quando ci sono stato mi è venuto da inginocchiarmi davanti al partenone per ringraziarli della civiltà, il dialogo, la democrazia che ci ha donato.
La Germania, che quando ci sono stato mi è venuto da piangere visitando i campi di concentramento, dove sembra ci siano ancora le voci dei morti da quanto recente è la faccenda, la peggior cosa che abbia mai fatto l'uomo su questo mondo.
La Grecia ora è giudicata ultima della classe
La Germania la prima.
Ma siete scemi???!!!!
Ma chi ca…. le ha scritte queste regole????!!!!!!

utente anonimo
Scritto il 9 novembre 2011 at 22:23

Altro che politici e politica qui abbiamo magnato tutti me compreso e anche ANDREA ha magnato perchè è figlio del debito pubblico ; ha potuto studiare e giocare a palla, andare al mare e vestire bene, mangiare la nutella farsi una bella casetta già pagata e un bel pò di risparmiucci per i futuro dei figli ora ffffffffffffuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuun è arrivato il vento e ci porta via tutto e chissenefrega in fondo i sogni durano il tempo che vogliono.  Andrea adesso riposati e pensa che hai magnato pure tu magari il bungabunga non l'hai fatto perchè non ti andava mica per virtù.  ciao Aristippo

utente anonimo
Scritto il 9 novembre 2011 at 22:24

Alfano dà il via libera a Monti. Goldman Sachs esulta. Prepariamoci a una politica in stile Chicago boys! Prossime elezioni: vince Vendola.

utente anonimo
Scritto il 9 novembre 2011 at 22:37

@101

Da osservatore, l’ultima volta che ho pensato a un exploit di RC son finiti fuori dal parlamento. Povero Fausto….

Raffaele

Scritto il 9 novembre 2011 at 22:45

Ultimamente seguire le "avventure" economico/finanziare è più divertente di qualsiasi film.

In fondo di cosa vi lamentate tanto, tutta la fiat money (moneta fiduciaria) non è altro che semplice carta stampata e bit su un computer gestita da una società privata a scopo di lucro……………..mi sembra che stanno lucrando proprio bene………….questo è il futuro e cioè fare i PROPRI INTERESSI fregandosene del destino degli altri. E ALLORA VOI cosa aspettate invece di impaurirvi tanto fare i VOSTRI INTERESSI e fregatevene della BCE, FMI, WTO ecc ecc…………………..naturalmente non si danno CONSIGLI OPERATIVI hehehehe.

Questi signori vogliono mettere a posto i conti Italiani ? Mi vien da ridere a crepapelle….sono proprio curioso di vedere come faranno.

Questi signori vogliono privatizzare quasi tutto ? Bene anzi benissimo, ma poi voglio proprio vedere come faranno a costringere gli italiani a lavorare…….ci sarà da divertirsi.

Questi signori vorranno vendere l'oro Italiano ? Ma se è gia tutto sparito e chissa dovè finito !!!!!

Questi signori vogliono licenziare il 50% dei dipendenti pubblici (inutili a loro dire !!!!!!) . Bene anzi benissssssimo……..vedremo come faranno hehehe E poi chi farà funzionare la macchina pubblica che già ora è "malfunzionante".

FATE I VOSTRI INTERESSI, SENZA ESCLUSIONE DI COLPI E FREGANDOSENE DI QUALSIASI ENTE O SOCIETA O ALTRO.

Un saluto e buona fortuna.

SD

PS:
Una domamda per gli esperti. Cosa significa esattamente quello scritto da Paolo Barnard in questo articolo:
http://www.paolobarnard.info/intervento_mostra_go.php?id=262

Che è finita veramente ???????

Scritto il 9 novembre 2011 at 22:45

Ultimamente seguire le "avventure" economico/finanziare è più divertente di qualsiasi film.

In fondo di cosa vi lamentate tanto, tutta la fiat money (moneta fiduciaria) non è altro che semplice carta stampata e bit su un computer gestita da una società privata a scopo di lucro……………..mi sembra che stanno lucrando proprio bene………….questo è il futuro e cioè fare i PROPRI INTERESSI fregandosene del destino degli altri. E ALLORA VOI cosa aspettate invece di impaurirvi tanto fare i VOSTRI INTERESSI e fregatevene della BCE, FMI, WTO ecc ecc…………………..naturalmente non si danno CONSIGLI OPERATIVI hehehehe.

Questi signori vogliono mettere a posto i conti Italiani ? Mi vien da ridere a crepapelle….sono proprio curioso di vedere come faranno.

Questi signori vogliono privatizzare quasi tutto ? Bene anzi benissimo, ma poi voglio proprio vedere come faranno a costringere gli italiani a lavorare…….ci sarà da divertirsi.

Questi signori vorranno vendere l'oro Italiano ? Ma se è gia tutto sparito e chissa dovè finito !!!!!

Questi signori vogliono licenziare il 50% dei dipendenti pubblici (inutili a loro dire !!!!!!) . Bene anzi benissssssimo……..vedremo come faranno hehehe E poi chi farà funzionare la macchina pubblica che già ora è "malfunzionante".

FATE I VOSTRI INTERESSI, SENZA ESCLUSIONE DI COLPI E FREGANDOSENE DI QUALSIASI ENTE O SOCIETA O ALTRO.

Un saluto e buona fortuna.

SD

PS:
Una domamda per gli esperti. Cosa significa esattamente quello scritto da Paolo Barnard in questo articolo:
http://www.paolobarnard.info/intervento_mostra_go.php?id=262

Che è finita veramente ???????

Scritto il 9 novembre 2011 at 22:45

Ultimamente seguire le "avventure" economico/finanziare è più divertente di qualsiasi film.

In fondo di cosa vi lamentate tanto, tutta la fiat money (moneta fiduciaria) non è altro che semplice carta stampata e bit su un computer gestita da una società privata a scopo di lucro……………..mi sembra che stanno lucrando proprio bene………….questo è il futuro e cioè fare i PROPRI INTERESSI fregandosene del destino degli altri. E ALLORA VOI cosa aspettate invece di impaurirvi tanto fare i VOSTRI INTERESSI e fregatevene della BCE, FMI, WTO ecc ecc…………………..naturalmente non si danno CONSIGLI OPERATIVI hehehehe.

Questi signori vogliono mettere a posto i conti Italiani ? Mi vien da ridere a crepapelle….sono proprio curioso di vedere come faranno.

Questi signori vogliono privatizzare quasi tutto ? Bene anzi benissimo, ma poi voglio proprio vedere come faranno a costringere gli italiani a lavorare…….ci sarà da divertirsi.

Questi signori vorranno vendere l'oro Italiano ? Ma se è gia tutto sparito e chissa dovè finito !!!!!

Questi signori vogliono licenziare il 50% dei dipendenti pubblici (inutili a loro dire !!!!!!) . Bene anzi benissssssimo……..vedremo come faranno hehehe E poi chi farà funzionare la macchina pubblica che già ora è "malfunzionante".

FATE I VOSTRI INTERESSI, SENZA ESCLUSIONE DI COLPI E FREGANDOSENE DI QUALSIASI ENTE O SOCIETA O ALTRO.

Un saluto e buona fortuna.

SD

PS:
Una domamda per gli esperti. Cosa significa esattamente quello scritto da Paolo Barnard in questo articolo:
http://www.paolobarnard.info/intervento_mostra_go.php?id=262

Che è finita veramente ???????

Scritto il 9 novembre 2011 at 22:45

Ultimamente seguire le "avventure" economico/finanziare è più divertente di qualsiasi film.

In fondo di cosa vi lamentate tanto, tutta la fiat money (moneta fiduciaria) non è altro che semplice carta stampata e bit su un computer gestita da una società privata a scopo di lucro……………..mi sembra che stanno lucrando proprio bene………….questo è il futuro e cioè fare i PROPRI INTERESSI fregandosene del destino degli altri. E ALLORA VOI cosa aspettate invece di impaurirvi tanto fare i VOSTRI INTERESSI e fregatevene della BCE, FMI, WTO ecc ecc…………………..naturalmente non si danno CONSIGLI OPERATIVI hehehehe.

Questi signori vogliono mettere a posto i conti Italiani ? Mi vien da ridere a crepapelle….sono proprio curioso di vedere come faranno.

Questi signori vogliono privatizzare quasi tutto ? Bene anzi benissimo, ma poi voglio proprio vedere come faranno a costringere gli italiani a lavorare…….ci sarà da divertirsi.

Questi signori vorranno vendere l'oro Italiano ? Ma se è gia tutto sparito e chissa dovè finito !!!!!

Questi signori vogliono licenziare il 50% dei dipendenti pubblici (inutili a loro dire !!!!!!) . Bene anzi benissssssimo……..vedremo come faranno hehehe E poi chi farà funzionare la macchina pubblica che già ora è "malfunzionante".

FATE I VOSTRI INTERESSI, SENZA ESCLUSIONE DI COLPI E FREGANDOSENE DI QUALSIASI ENTE O SOCIETA O ALTRO.

Un saluto e buona fortuna.

SD

PS:
Una domamda per gli esperti. Cosa significa esattamente quello scritto da Paolo Barnard in questo articolo:
http://www.paolobarnard.info/intervento_mostra_go.php?id=262

Che è finita veramente ???????

Scritto il 9 novembre 2011 at 22:45

Ultimamente seguire le "avventure" economico/finanziare è più divertente di qualsiasi film.

In fondo di cosa vi lamentate tanto, tutta la fiat money (moneta fiduciaria) non è altro che semplice carta stampata e bit su un computer gestita da una società privata a scopo di lucro……………..mi sembra che stanno lucrando proprio bene………….questo è il futuro e cioè fare i PROPRI INTERESSI fregandosene del destino degli altri. E ALLORA VOI cosa aspettate invece di impaurirvi tanto fare i VOSTRI INTERESSI e fregatevene della BCE, FMI, WTO ecc ecc…………………..naturalmente non si danno CONSIGLI OPERATIVI hehehehe.

Questi signori vogliono mettere a posto i conti Italiani ? Mi vien da ridere a crepapelle….sono proprio curioso di vedere come faranno.

Questi signori vogliono privatizzare quasi tutto ? Bene anzi benissimo, ma poi voglio proprio vedere come faranno a costringere gli italiani a lavorare…….ci sarà da divertirsi.

Questi signori vorranno vendere l'oro Italiano ? Ma se è gia tutto sparito e chissa dovè finito !!!!!

Questi signori vogliono licenziare il 50% dei dipendenti pubblici (inutili a loro dire !!!!!!) . Bene anzi benissssssimo……..vedremo come faranno hehehe E poi chi farà funzionare la macchina pubblica che già ora è "malfunzionante".

FATE I VOSTRI INTERESSI, SENZA ESCLUSIONE DI COLPI E FREGANDOSENE DI QUALSIASI ENTE O SOCIETA O ALTRO.

Un saluto e buona fortuna.

SD

PS:
Una domamda per gli esperti. Cosa significa esattamente quello scritto da Paolo Barnard in questo articolo:
http://www.paolobarnard.info/intervento_mostra_go.php?id=262

Che è finita veramente ???????

utente anonimo
Scritto il 9 novembre 2011 at 23:08

non ci vuole il cannocchiale di Galileo per scoprire che il sistema finanzacentrico è la summa teologica del potere per governare il mondo

Grazie Andrea per le tue lettere Copernicane!

Scritto il 9 novembre 2011 at 23:16

S.D. Nel guardare la lista con i ministeri e i dipendenti pubblici, la cosa che è balzata all'ochio dell'europa è che in Italia i dipendenti sono nella media Europea, anzi anche un pelino sotto.
Non solo ma i dipendenti pubblici italiani guadagnano una miseria, a questo punto in Europa si sono chiesti che cavolo non va in Italia.

La risposta è che  praticamente nella pubblica amministrazione regna uno scollamento e una disorganizzazione unica.
La cosa ovviamente è voluta, perchè questo crea sacche di potere.

Caro S.D. diciamo che io non so cosa succederà, ma stai tranquillo che faranno saltare almeno un mezzo milione di persone, non tanto perchè serva veramente o sia utile, ma per furore ideologico.
Io ho l'impressione che si voglia creare il capro espiatorio.

In questo momento non esiste un complotto, diciamo che un unsieme di persone la pensano tutte allo stesso modo.

Molti dicono che all'Italia è stata tolta la sovranità monetaria, io dico che c'è il risco di tornare presto alla Lira.

utente anonimo
Scritto il 9 novembre 2011 at 23:44

Mi sorprende l’entità della catastrofe

Andrea, hai cominciato a sorprenderti: ma siamo solo all'inizio.

Il fallimento dell'Italia genererà il disastro vero  e proprio.

Purtroppo l'Italia è fallita 4 anni fà: sveglia please

utente anonimo
Scritto il 9 novembre 2011 at 23:50

@Giuseppe,
sono molto felice che hai chiesto sulla Proposta Guarino. E' del 2005, ripeto 2005.

Chiedere un sacrificio provvisorio alla ricchezza privata e valorizzare una quota del patrimonio pubblico (cd. "proposta Guarino") potrebbero essere due soluzioni in linea con i princìpi suindicati. Una possibile via per l`abbattimento del debito italiano potrebbe essere l`introduzione di una tassa sulla ricchezza privata, attualmente stimata in circa 9.000 miliardi: l`applicazione di una tassa nella misura dell` 1 % per un periodo di 5 anni comporterebbe un flusso finanziario complessivo di almeno 450 miliardi (90 miliardi anno). E peraltro lari cchezza, e dunque il gettito, crescerebbe nel corso dei 5 anni, come dimostrano i dati del passato. Tale stock avrebbe un grande effetto sia sull`abbattimento del debito che sullo sviluppo. (…) La proposta del 2005 del Prof. Giuseppe Guarino prevedeva la riduzione del debito pubblico attraverso l`immissione sul mercato di una quota corrispondente di patrimonio pubblico. In particolare l`idea è quella di conferire una parte cospicua dei beni mobili e immobili pubblici (dalle partecipazioni nelle società quotate alle case popolari, dai beni del demanio alle società non quotate) ad una Holding di partecipazioni che avrebbe il compito di valorizzare la ri cchezza nascosta delpatrimonio pubblico affidatole. Il valore del capitale conferito è stimabile fino a 700 miliardi. (…) Dal punto di vista dell`impatto sul debito pubblico il ricavato della vendita dei titoli della Holding (stimabile in circa 500 miliardi) permetterebbe di ridurre il debito della quota corrispondente (oltre il 25%), portando il rapporto Debito/Pil a valori inferiori all`unità. (…) Le manovre finanziarie degli ultimi anni sono state incentrate, come detto, sul pareggio di bilancio e sul contenimento del deficit: non si è mai parlato di abbattere il debito.

giobbe8871

utente anonimo
Scritto il 9 novembre 2011 at 23:52

@ Giuseppe ,
nel web  lo trovi.

Tieni conto che i politici la conoscono bene, dirattamente dal suo autore.
ciaoo
Giobbe8871

utente anonimo
Scritto il 10 novembre 2011 at 00:13

Giobbe se è lo stesso Giuseppe Guarino che ha detto queste cose ANNI fa?:

"è meglio non ratificare il trattato di lisbona perchè porterebbe ad una "organocrazia", che detto trattato è palesemente contrario all'art. 1 della costituzione ed anche all'Art. 11 perchè l'italia può cedere sovranità in condizioni di parità con gli altri paesi non che uk danimarca si fissano i loro tassi d'interesse svantaggiando gli altri membri ue. Inoltre, cosa ancora più grave, detto trattato di Lisbona aumenta troppo i poteri della commissione europea…

Insomma giobbe se è lo stesso professore Giuseppe Guarino io sono d'accordo con te ben venga è una delle poche persone pensanti rimaste nella politica italiana.

Ciò non toglie che la finanza non vuole mettere lui al governo tecnico ma MARIO MONTI dietro i dettami della commissione europea! proprio quello che Guarino aveva paventato!

Passeremo una bellissima settimana…

Giuseppe

Scritto il 10 novembre 2011 at 01:26

che bello!  mario monti che ci governa.  uno che è dentro la trilateral, bilderberg, aspe   istiute, ecc  ecc.   un bocconiano doc.  insomma un perfetto chicago boys.  mi meraviglia qualcuno qui, che si meravigli perchè napolitano l'abbia fatto senatore a vita.   ueeeeee  ragazzi!   tra massoni si fanno di questi piaceri.  ma guardate che è tutto calcolato.  

darghi telefona a Napo.  e gli da  ordini.  napo esegue.  ecco li' l'uomo giusto.  l'amico dei banchieri.  adesso la goldman sachs  è tutta contenta.  

hanno messo li' un suo uomo di fiducia.  vaiiii  marietto. spolpa il paese x noi.  GS da dietro le quinte dirige il giochetto.  l'ebete monti esegue. bersani esulta.  insieme a suor bindi.  e gli operai tutti contenti.  poi volgio vedere quando sti fessi scoprono che gli han messo una super mega supposta nel culetto.  purtroppo il popolo italiano è troppo stupido x capire. 

ancora da vespa fanno sondaggi su prox  elezioni.  e pdl e pd hanno ancora il 26 % di voti.  i votanto saranno il 75%.  la gente eh….non  capirà mai che non bisogna più votare.  fanno sempre il gioco del sistema.  che vuole sempre controllare tutto e tutti. finora ci riesce alla grande.

per Giuseppe.  non credere che al nord siano tutti pirla che credono alla lega e alla sx.  c'è gente che si batte contro sto euro di merda.  siamo ancora pochi però.

lascia stare guarino.  già 15 anni fà AURITI  aveva spiegato come fare.  non bisogna mettere le mani in tasca alla gente.  e a quei poveri cani che con 1000 sacrifici si son fatti l'appartamento.  perchè devi tassarli e tartassarli?  dico 1 casa eh,  no 10.  

non vorrei dire,  ma la versione pessimistica di viandante non è tanto sbagliata.  e in grecia è vero, poveracci.  ma non hanno ancora cominciato col  vero massacro della gente. sia finanziario che fisico.

e per quello che aspetta gli UFO e suoi guidatori.  non credre caro che sia fantasia.  i tuoi cari americani lo sanno da anni, ma tacciono.  vai a vederti cosa è il MI.LAB    divertiti.

ma nelle vie di roma non si possono attaccare tante corde pronte x chi sappiamo noi tutti?  attenzione a quelli di EUROGENDFOR però.  si sono già allenati a spaccar teste in grecia.

ahh fate ora le compere x natale.  che non ci arriviamo fino là.

by     DORF 

utente anonimo
Scritto il 10 novembre 2011 at 05:52

#99
bellissimo  e da far riflettere il tuo commento sulla comparazione tra  la Grecia e la Germania. Io lessi anni fa un libro che forse oggi pochi conoscono dal titolo "100.000 gavette di ghiaccio" di Giulio Bedeschi, ufficiale medico degli Alpini,  che narrava a tragica vicenda delle ritirata di Russia delle nostre divisioni mandate fin la a combattere  con equipaggiamenti insufficienti ed inidonei dalla megalomania criminale di Mussolini. La ritirata  avveniva a piedi camminando nella neve e nella tormenta a temperature  di oltre 20° sotto zero. C'erano italiani, romeni, ungheresi e tedeschi, questi ultimi erano più equipagiati e avevano anche dei camion . Qualche nostro soldato stremato cercava la salvezza cercando  di aggrapparsi e i tedeschi da sopra il cassone  li respingevano talora usando il calcio dei fucili che gli spezzava le mani.  Ecco un altro esempio calzante della solidarietà di quel popolo come ora sta avvenendo anche con la vicenda di questa sciagurata idea di moneta unica. Stasera  la Merkel ha parlato di  due zone euro diverse.

hector

Scritto il 10 novembre 2011 at 07:22

Il Compasso #105

Concordo con il fatto che al di fuori dell'Italia si sono chiesti che cosa c'è che non và nel nostro paese e sono abbastanza sicuro che non riusciranno a capirlo tanto facilmente e probabilmente un giorno si accorgeranno che il forte individualismo e la grande sfiducia nelle istituzioni (purtroppo non fanno i nostri interessi !!!!!!!!) le include tutte compreso la BCE, il parlamento europeo, le varie commissioni, la NATO, gli USA (bellissimo paese) gli UK (fà freddo ed è molto umido) ecc ecc.

Nel caso che i futuri governi decidano di svendere l'Italia personalmente non mi fà nè caldo nè freddo………….non è mica roba mia……….problema delle istituzioni e dello Stato (potevano svegliarsi prima!!! tanto per dimostrarvi cosa valgono realmente questi enti), probabilmente un tedesco o un francese non la penserebbe come mè.

Nel caso decidano di ridurre i dipendenti pubblici, problema loro…….vedremo.

Nel caso invece che vogliano SOLDI per quanto mi riguarda il mio nome ed indirizzo c'è l'hanno, li stò aspettando…………ma dovranno venire a suonare alla mia porta, dovranno scomodarsi e non semplicemente premendo qualche tasto sul computer. In qualsiasi caso gli renderò la vita difficile e chissà forse anche anti-economica !!!!!!!!!!!!

Fate i Vostri interessi……..se è vostro interesse l'euro, OK…..se è vostro interesse la fiat money, OK…….se è vostro interesse la Moneta Debito, OK, altrimenti fate come preferite.

Un saluto

SD

utente anonimo
Scritto il 10 novembre 2011 at 08:43

quando uno sa che ha del marcio in casa cosa fà? vede di attaccare per primo : quello che stanno facendo oltrel'oceano
sono loro che sono alla frutta e stanno mettendo in tutta fretta i loro uomini nei posti chiave così quandò falliranno il golpe è già stato fatto
la soluzione è dire stop al debito e tutto a capo.
è il costo minore!!!!
Luna

utente anonimo
Scritto il 10 novembre 2011 at 08:57

Per capire nei dettagli cosa succede e perchè succede in europa andate qui a leggere i chiarissimi articoli del professor Alberto Bagnai i mercati attaccano l'euro non tanto perchè c'è il complotto ma semplicemente perchè sanno che l'euro è una cazzata pazzesca anche dal punto di vista della scienza economico-monetaria:

http://www.sbilanciamoci.info/Chi-scrive/Alberto-Bagnai-3853

Per chi preferisce il video con Bagnai vada qui
http://www.youtube.com/watch?v=XKFs6P_RyGo&feature=results_main&playnext=1&list=PL7600B261863B8C01

Il nostro debito c'entra poco o nulla dobbiamo ringraziare molto prodi monti amato draghi e compagnia bella invece quelli che dovrebbero venire a "salvarci".

Giuseppe

SOSTIENI ICEBERGFINANZA
Segui IcebergFinanza su
http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/
SOSTIENI IL NOSTRO VIAGGIO
IL NOSTRO LIBRO clicca qui
Articolo dal Network
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) [ u
Scatto in partenza per il Ftse Mib che si muove nella parte iniziale della seduta in area 21.385 pun
Nel periodo compreso tra il 2019 e il 2021, il lavoratore dipendente con 62 anni di età e 38 di con
Tanto tuono che piovve, verrebbe da dire, in meno di tre mesi il mondo delle banche centrali si
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) [ u
Ftse Mib: l'indice italiano ieri ha rotto con volumi e volatilità i 21.000 punti, di fatto mettendo
Arrivare a fine mese sena prosciugare il conto può essere difficile, soprattutto quando ci sono
Ieri doveva essere una giornata come un'altra, una giornata tranquilla, noiosa in attesa delle d
Ecco che poi accade quello che non ti aspetti perché è quasi imponderabile. O forse no. Propr
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) [ u
CONSULENZA ECONOMICO FINANZIARIA