IL DOPPIO DECENNIO PERDUTO DELL'OCCUPAZIONE.

Scritto il alle 06:30 da icebergfinanza

Molti di Voi probabilmente ricorderanno quando alcuni mesi fa abbiamo parlato del decennio perduto dell’occupazione americana, un lungo decennio attraversato da una serie impressionante di bolle speculative.

Certo abbiamo avuto la favola della new economy, abbiamo assistito alla più imponente manifestazione immobiliare della storia americana, ma in questo ultimo decennio, la creazione di posti di lavoro in America è stata pari a zero!

Molti sono i fattori che hanno contribuito a questa debacle, in un paese che necessita almeno di 120.000 nuovi posti di lavoro al mese per ammortizzare la crescita demografica o la corrente migratoria. Si va dall’ outsorcing alla presenza di bolle economiche/finanziarie, dalla migliore produttività al trasferimento delle attività manifatturiere in paesi a basso costo di manodopera, dalle dinamiche demografiche alle politiche commerciali e cosi via.

Mike Shedlock, nel suo BLOG si avventura nel futuro dell’occupazione simulando alcune possibili dinamiche del mercato del lavoro nei prossimi dieci anni.

Riportando le aspettative di un panel di economisti pubblicate dal Wall Street Journal, Mike, ci presenta uno spaccato della realtà dando un’occhiata alle dinamiche degli ultimi dieci anni:

[monthly+job+growth.png]

Inutile sottolineare come il cosidetto main stream, veda un ritorno alla normalità occupazionale entro cinque anni, con il raggiungimento di un tasso di disoccupazione tra il 5 e il 6 %.

Secondo alcuni calcoli per poter giungere ad un tale risultato, sarebbero necessari da subito almeno 250.000 nuovi posti di lavoro per almeno cinque anni, necessari ad assorbire le dinamiche attuali e ad annullare gli oltre otto milioni persi in questa Grande Recessione.

Sino alla metà almeno del prossimo anno secondo la mia opinione non vedremo alcuna aggiunta di nuovi posti di lavoro e tuttora ne stiamo perdendo almeno 150.000 al mese.

Solo nell’anno che precedette la grande favola della New Economy, l’economia americana è riuscita a sostenere una tale creazione di posti di lavoro; quello che è accaduto nel decennio successivo, ormai tutti lo conosciamo. Inutile ricordare quindi cosa significhi ciò, per un paese che vive sui consumi, inutile ricordare cosa significhi per un paese il cui prodotto interno lordo è composto per oltre il 70 % dai consumi.

Vi invito a recarvi sul sito di MiKe Shedlock, dove troverete altre importanti considerazioni e una tabella excell in grado di proiettarVi qualsiasi previsione sui prossimi anni.

Per sostenere ICEBERGFINANZA clicca qui sotto

 

Icebergfinanza come un cantastorie che si  esibisce nelle strade e nelle piazze delle città!   

La "filosofia" di  Icebergfinanza resta e resterà sempre gratuitamente a disposizione di tutti nella sua "forma artigianale", un momento di condivisione nella tempesta di questi tempi, lascio alla Vostra libertà, il compito di valutare se Icebergfinanza va sostenuto nella sua navigazione attraverso le onde di questo cambiamento epocale!   

Non solo e sempre economia e finanza, ma anche alternative reali da scoprire e ricercare insieme cliccando qui sotto in ……….

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 5.5/10 (2 votes cast)
VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 2 votes)
IL DOPPIO DECENNIO PERDUTO DELL'OCCUPAZIONE., 5.5 out of 10 based on 2 ratings
22 commenti Commenta
Scritto il 16 novembre 2009 at 09:41

Grazie davvero Capitano per il Tuo Inestimabile Lavoro.
Grazie per questo entusiasmante viaggio!!!

Sabato sono stata ad Alba a sentire Benetazzo, c’era anche Paolo Barrai e zio Barbero; inoltre ho avuto la piacevole e imprevista occasione di conoscere Francesco Carbone (ed alcuni altri associati) dell’associazione Usemlab a cui, ormai da un anno, sono iscritta, ma che non conoscevo.
Bellissima serata davvero, come questo viaggio. Grazie agli organizzatori, ad Elisa, ai Cittadini attivi di Alba, per aver reso possibile l’incontro; Grazie della significativa presenza delle Imprese che Resistono (che non è un’associazione ma un “movimento spontaneo”, sottolineo)…a conferma che sono le Persone che fanno le cose, ovunque, e…anche qui!!!

Cosa mi ha colpita!? Sarò un’inguaribile idealista, ma il mio idealismo me lo tengo stretto, ben oltre differenze ideologiche o culturali, anche se con modi e termini diversi, molto Vi accomuna:in primo luogo la giovane età e poi la volontà di conoscere e andare oltre un pensiero/conoscenza/formazione "accademica" scolastica precostituita, ciascuno di Voi per strade diverse, ha saputo tracciare magnifiche rotte, cercando di "cibare" la sete di conoscenza, con un entusiasmo proprio solo a chi intraprende ardui cammini, ma riscaldati da una profonda, convinzione dilagante e benevolmente Contagiosa…

Come scrissi la prima volta che cominciai a postare: Sarò sempre, enormemente, grata a chi gratuitamente mette a disposizione le proprie energie e conoscenze per la “sete di sapere”, si può crescere solo confrontandoci con le nostre umane differenze!

La confusione è tanta, la manipolazione sempre in aguato, ma internet, per chi lo sa usare, ancora una volta, ha mostrato la sua forza; c’è un’autenticità rara e preziosa dietro questi Blog, una tensione Vera, a Noi il compito di sostenerli e diffonderli, in un comune benevole contagio.
Paolo mi ha chiesto se è cambiato qualcosa nel mio lavoro, è una domanda che dovremo farci spesso, come anche il Capitano ci ricorda, perché ciò che conta sono sempre e solo i progetti concreti, ben oltre le parole…
Perché parliamo con in fatti, sempre…loro lo stanno facendo, e non ditemi più che nascondano “interessi occulti” perché non è vero! La volontà occulta sta da un’altra parte…non qui!!

Il tempo è sempre tiranno, mi auguro che abbiate l’occasione di incontrarVi tutti presto e di potervi confrontare reciprocamente, perché indipendentemente dalle Vostre realtà, avete donato e donate, al popolo di internet, quotidianamente tanto, questo nessuno lo potrà mai negare!

Un Lavoro magistrale Davvero Enorme!!

Vento in poppa Capitano …sempre!!!
Buona Giornata
Valentina

p.s come scrive il Capitano in un suo commento l’immondizia va fatta affondare sempre , qui come nella Vita…e poi aggiungo si identifica da sola.
Riporto alla Vostra attenzione ciò che scrive sempre Andrea in un suo commento:

“L’illusione che qualcosa cambi, attraverso qualche regola proposta da coloro che hanno contribuito a spazzarle via senza alcun ripensamento, esaltati dalla loro demenza turbocapitalista è un’illusione profonda che giace nelle coscienze di chi in fondo ha assaporato il gusto di questo minestrone semiculturale.

Se non cambia l’uomo, non cambiano le tendenze, non nascono nuove idee e progetti, fuori dal solco di un sistema che ha mostrato tutti i suoi limiti strutturali, non cambierà mai nulla.”

Ciascuno di Noi volendo, può cambiare, ciascuno di Noi!! Nessuna utopia in questo…propio nessuna…

utente anonimo
Scritto il 16 novembre 2009 at 09:45

Tutti i sistemi incapaci di autoriformarsi sono crollati, dai faraoni al comunismo e quindi questo fatto  vale anche per il capitalismo.
Anch’io penso che le regole (fatte per essere aggirate per poi essere condonate) non risolvono il problema.
E’ solo questione di tempo che è l’unico…galantuomo

utente anonimo
Scritto il 16 novembre 2009 at 12:01

Semplicemente Grazie
da un silente navigatore

Scritto il 16 novembre 2009 at 12:47

Grazie Capitano!
grazie Valentina … sei veramente una donna con un cuore GRANDE! GRANDISSIMO!!!!!!
Ogni

Scritto il 16 novembre 2009 at 12:56

è partito il post per errore!!!!!

Volevo aggiungere questo …
ogni tanto capita di essere stanchi, senza energie sufficienti per questo periodo di cambiamenti profondi che stiamo attraversando!
Ringrazio il Cielo di aver conosciuto in questi mesi persone che mi hanno trasmesso la loro energia per proseguire!

Andrea, come altri, mi ha spiegato in questi mesi un pò di cosette, senza le quali, persone come me forse avrebbero dato esclusivamente a noi stessi la colpa, la causa dei propri "fallimenti".
Bene … così non è … ora ne siamo consapevoli.
La nostra unica vera colpa è stata quella di delegare ad ALTRI le scelte più importanti e vitali per la costruzione del nostro futuro.
Oggi … sentendoci TRADITI proviamo a correre ai ripari … ognuno come può o come crede meglio.

Avanti Capitano …
Avanti Valentina …
Avanti tutti….
Il gruppo è troppo importante … credo veramente che abbia una funzione sociale!!!!! oltre che gettare le basi su cui lavorare!

Grazie a tutti
Un grazie speciale a Roberto che ha inviato le foto a tempo di record
Ciao
Elisa

utente anonimo
Scritto il 16 novembre 2009 at 17:33

Scusa Andrea ,in risposta ad un lettore che parlava di default americano dicevi che non conosceva la storia negando quindi l’ipotesi ma da quello che scrivi nell’ultimo post (ma anche nel precedente ) e’ chiaro che prima o poi si arrivera’ al default americano e conseguentemente al crollo del sistema finanziario attuale? o forse non ho capito bene?
ciao grazie di tutto.
claudio

utente anonimo
Scritto il 16 novembre 2009 at 17:52

Ormai è chiaro, siamo in una fase di inflazione degli assets, dalle matrerie prime  all’oro, dalle azioni alle obbligazioni, ma appena  i tassi inizieranno a salire e contemporaneamente l’eccesso di capacità produttiva sarà stata eliminata ed i consumi caleranno per l’ impoverimento generalizzato allora gli speculatori lasceranno il tavolo  e vedremo la vera faccia della crisi .

utente anonimo
Scritto il 16 novembre 2009 at 20:00

ucci ucci sento odor di fallitucci.
mi sa che stai prendendo un grosso palo caro Andrea…….

ahhahahahahahahhahahahhahahahhahaa

utente anonimo
Scritto il 16 novembre 2009 at 20:08

#8,la tua diversità di opinione è ricchezza per tutti,l’ironia è solo stonatura che non ti fà onore
Cordialità

utente anonimo
Scritto il 17 novembre 2009 at 00:40

I numeri macroeconomici, in particolare quelli delle vendite al dettaglio di ottobre, piacciono a Wall Street che così apre la settimana al rialzo, col Dow Jones (notizie) che balza a +1,33%, mentre l’S&P500 guadagna l’1,45%, il Nasdaq (NASDAQ: notizie) chiude a +1,38% (semiconduttori: +1,99%) e le small cap del Russell 2000 salgono del 2,83%.

Dal canto loro i T-bond vedono il rendimento sul decennale calare al 3,34% (dal 3,42% di venerdì) e quello sul trentennale al 4,28% (dal 4,35%). L’oro chiude la giornata a 1139,20 dollari l’oncia (19,90 dollari più della vigilia) mentre l’argento balza a 18,39 dollari (94 centesimi di guadagno), con il petrolio che termina a 78,81 dollari al barile, 2,39 di dollari sopra i livelli della chiusura precedente. (l.s.)

SALE TUTTTTTTTTO!!!

e vai…mi sa che la gente per paura di un crack generale sta comprando tutto cio che c’e’ nel mercato

ma dove sara’ il crack? sara’ generale o particolare?
si accettano scommesse…

PORTELLO

PS non so se avete notato le trasmissioni sugli alieni, sempre piu’ frequenti..credo che ormai l umanita’ sia pronta al grande annuncio…chissa’ se poi  t bond azioni future etc avranno ancora valore…

 

utente anonimo
Scritto il 17 novembre 2009 at 00:40

I numeri macroeconomici, in particolare quelli delle vendite al dettaglio di ottobre, piacciono a Wall Street che così apre la settimana al rialzo, col Dow Jones (notizie) che balza a +1,33%, mentre l’S&P500 guadagna l’1,45%, il Nasdaq (NASDAQ: notizie) chiude a +1,38% (semiconduttori: +1,99%) e le small cap del Russell 2000 salgono del 2,83%.

Dal canto loro i T-bond vedono il rendimento sul decennale calare al 3,34% (dal 3,42% di venerdì) e quello sul trentennale al 4,28% (dal 4,35%). L’oro chiude la giornata a 1139,20 dollari l’oncia (19,90 dollari più della vigilia) mentre l’argento balza a 18,39 dollari (94 centesimi di guadagno), con il petrolio che termina a 78,81 dollari al barile, 2,39 di dollari sopra i livelli della chiusura precedente. (l.s.)

SALE TUTTTTTTTTO!!!

e vai…mi sa che la gente per paura di un crack generale sta comprando tutto cio che c’e’ nel mercato

ma dove sara’ il crack? sara’ generale o particolare?
si accettano scommesse…

PORTELLO

PS non so se avete notato le trasmissioni sugli alieni, sempre piu’ frequenti..credo che ormai l umanita’ sia pronta al grande annuncio…chissa’ se poi  t bond azioni future etc avranno ancora valore…

 

utente anonimo
Scritto il 17 novembre 2009 at 00:40

I numeri macroeconomici, in particolare quelli delle vendite al dettaglio di ottobre, piacciono a Wall Street che così apre la settimana al rialzo, col Dow Jones (notizie) che balza a +1,33%, mentre l’S&P500 guadagna l’1,45%, il Nasdaq (NASDAQ: notizie) chiude a +1,38% (semiconduttori: +1,99%) e le small cap del Russell 2000 salgono del 2,83%.

Dal canto loro i T-bond vedono il rendimento sul decennale calare al 3,34% (dal 3,42% di venerdì) e quello sul trentennale al 4,28% (dal 4,35%). L’oro chiude la giornata a 1139,20 dollari l’oncia (19,90 dollari più della vigilia) mentre l’argento balza a 18,39 dollari (94 centesimi di guadagno), con il petrolio che termina a 78,81 dollari al barile, 2,39 di dollari sopra i livelli della chiusura precedente. (l.s.)

SALE TUTTTTTTTTO!!!

e vai…mi sa che la gente per paura di un crack generale sta comprando tutto cio che c’e’ nel mercato

ma dove sara’ il crack? sara’ generale o particolare?
si accettano scommesse…

PORTELLO

PS non so se avete notato le trasmissioni sugli alieni, sempre piu’ frequenti..credo che ormai l umanita’ sia pronta al grande annuncio…chissa’ se poi  t bond azioni future etc avranno ancora valore…

 

utente anonimo
Scritto il 17 novembre 2009 at 00:40

I numeri macroeconomici, in particolare quelli delle vendite al dettaglio di ottobre, piacciono a Wall Street che così apre la settimana al rialzo, col Dow Jones (notizie) che balza a +1,33%, mentre l’S&P500 guadagna l’1,45%, il Nasdaq (NASDAQ: notizie) chiude a +1,38% (semiconduttori: +1,99%) e le small cap del Russell 2000 salgono del 2,83%.

Dal canto loro i T-bond vedono il rendimento sul decennale calare al 3,34% (dal 3,42% di venerdì) e quello sul trentennale al 4,28% (dal 4,35%). L’oro chiude la giornata a 1139,20 dollari l’oncia (19,90 dollari più della vigilia) mentre l’argento balza a 18,39 dollari (94 centesimi di guadagno), con il petrolio che termina a 78,81 dollari al barile, 2,39 di dollari sopra i livelli della chiusura precedente. (l.s.)

SALE TUTTTTTTTTO!!!

e vai…mi sa che la gente per paura di un crack generale sta comprando tutto cio che c’e’ nel mercato

ma dove sara’ il crack? sara’ generale o particolare?
si accettano scommesse…

PORTELLO

PS non so se avete notato le trasmissioni sugli alieni, sempre piu’ frequenti..credo che ormai l umanita’ sia pronta al grande annuncio…chissa’ se poi  t bond azioni future etc avranno ancora valore…

 

utente anonimo
Scritto il 17 novembre 2009 at 01:36

dal sito http://ilpunto-borsainvestimenti.blogspot.com  di stanotte:

ORO: 1140 dollari
PETROLIO : 79,8 dollari
DOLLARO EURO : 1,498
MERCATI AZIONARI AMERICANI SUI MASSIMI!

E POI QUESTA E’ DEFLAZIONE?

A ME SEMBRA ASSET INFLATION DOVE L’UNICO CHE CI STA RIMETTENDO E’ IL DEFLAZIONISTA CHE TIENE I SOLDI SUL MONETARIO MENTRE TUTI GLI ASSETS VOLANO.

IL DENARO STA PERDENDO RAPIDAMENTE DI VALORE.

RICORDATEVI CHE QUESTO E’ IL PRIMO PASSAGGIO VERSO L’INFLAZIONE GALOPPANTE

e poi continua, andare a leggere

allora chi ha ragione ???? 

utente anonimo
Scritto il 17 novembre 2009 at 01:36

dal sito http://ilpunto-borsainvestimenti.blogspot.com  di stanotte:

ORO: 1140 dollari
PETROLIO : 79,8 dollari
DOLLARO EURO : 1,498
MERCATI AZIONARI AMERICANI SUI MASSIMI!

E POI QUESTA E’ DEFLAZIONE?

A ME SEMBRA ASSET INFLATION DOVE L’UNICO CHE CI STA RIMETTENDO E’ IL DEFLAZIONISTA CHE TIENE I SOLDI SUL MONETARIO MENTRE TUTI GLI ASSETS VOLANO.

IL DENARO STA PERDENDO RAPIDAMENTE DI VALORE.

RICORDATEVI CHE QUESTO E’ IL PRIMO PASSAGGIO VERSO L’INFLAZIONE GALOPPANTE

e poi continua, andare a leggere

allora chi ha ragione ???? 

utente anonimo
Scritto il 17 novembre 2009 at 01:36

dal sito http://ilpunto-borsainvestimenti.blogspot.com  di stanotte:

ORO: 1140 dollari
PETROLIO : 79,8 dollari
DOLLARO EURO : 1,498
MERCATI AZIONARI AMERICANI SUI MASSIMI!

E POI QUESTA E’ DEFLAZIONE?

A ME SEMBRA ASSET INFLATION DOVE L’UNICO CHE CI STA RIMETTENDO E’ IL DEFLAZIONISTA CHE TIENE I SOLDI SUL MONETARIO MENTRE TUTI GLI ASSETS VOLANO.

IL DENARO STA PERDENDO RAPIDAMENTE DI VALORE.

RICORDATEVI CHE QUESTO E’ IL PRIMO PASSAGGIO VERSO L’INFLAZIONE GALOPPANTE

e poi continua, andare a leggere

allora chi ha ragione ???? 

utente anonimo
Scritto il 17 novembre 2009 at 01:36

dal sito http://ilpunto-borsainvestimenti.blogspot.com  di stanotte:

ORO: 1140 dollari
PETROLIO : 79,8 dollari
DOLLARO EURO : 1,498
MERCATI AZIONARI AMERICANI SUI MASSIMI!

E POI QUESTA E’ DEFLAZIONE?

A ME SEMBRA ASSET INFLATION DOVE L’UNICO CHE CI STA RIMETTENDO E’ IL DEFLAZIONISTA CHE TIENE I SOLDI SUL MONETARIO MENTRE TUTI GLI ASSETS VOLANO.

IL DENARO STA PERDENDO RAPIDAMENTE DI VALORE.

RICORDATEVI CHE QUESTO E’ IL PRIMO PASSAGGIO VERSO L’INFLAZIONE GALOPPANTE

e poi continua, andare a leggere

allora chi ha ragione ???? 

utente anonimo
Scritto il 17 novembre 2009 at 01:44

ciao compasso. sono DORF, e si, te la do la risposta che mi chiedevi. non ti sarai mica arrabbiato vero? volo solo stuzzicarti. ma dimmi, perchè non osare di più? perchè tu come tanti, chiedi meno del minimo? sai perchè, tutti siete cosi’ demoralizzati che pensate di non contare nulla. e invece vi sbagliate. se solo lo capiste. voi siete grandissimi, avete un potere enorme, ma ancora non lo avete capito. il sistema si che lo ha capito, ed è per questo che vi tiene schiavi con la PNL.vi fanno il lavaggio del cervello ogni giorno, e vi dicono, tu non vali nulla. tu non vali nulla. tu non vali nulla. e a forza di dirvelo voi ci siete cascati e ci credete,e quindi non reagite alle botte che prendete. se tu compasso giri il web, vedreti che molti altri, non solo io, dicono di tirar fuori tutti i soldi dalle banche. non sono mica una mosca bianca. alla tua domanda/e la risposta l’ha data ancora 10 anni fa giacinto auriti. ti posso chiedere una cortesia? fallo x te stesso. vai su questo sito: http://www.simec.org li’ ci sono tutte le spiegazioni che cerchi. c’è tutto. certo che bisogna nazionalizzare la banca d’italia. VOGLIO ESIGO che ritorni nelle mani del popolo, no di privati lazzaroni e ladri. e il tesoro ,lui deve stampare e o gedtire il flusso del denaro prodotto. denaro vero, no finto. che si può vedre e toccare. le tasse vanno abolite tutte. io stato programmo con intelligenza le infrastrutture che servono x rifdare fiato , vitalità e onore al paese italia. devo rifare tutto l’acquedotto italiano? bene, calcolo il costo da affrontare, anche i costi accesori, e anche l’eventuale indotto che produrrà. eppoi stampo io, non la BCE di merda, i miliardi che servono. si generebbe un volano fantastico. saremmo più ricchi della svizzera. ti osto uno stralcio del libro del grande procuratore dell’aquila, bruno tarquini. regole x un sistema onesto. 1) il volume totale del circolante deve essere costantemente in rapporto con il volume dei beni che il sitema economico nazionale ha prodotto ed è pronto a distribuire. 2) il rapporto tra il volume della moneta circolante e quello dei beni prodotti deve essere calcolato, sorvegliato ed eventualmente corretto da un organismo statale o parastatale, formato da scienziati della finanza e dell’ economia, eletti a vita dal parlamento, e per ciò autonomi e indipendenti dal governo e sottratti ad ogni tipo di coinvolgimento di natura politica, e che rispondono del loro operato soltanto ai rappresentanti del popolo. 3) reddito di cittadinanza. – nel calcolo della popolazione si deve tener conto di tutti i cittadini: non solo di quelli produttivi, ma anche di coloro che, x una ragione o l’altra,sono privi di reddito, come i disoccupati, i malati, gli anziani, i bambini. anche costoro sono una ricchezza x la nazione, anche loro x il solo fatto di essere cittadini, debbono essere destinatari di una quota-parte di moneta, per poter almeno soddisfare gli elemnetari bisogni della vita. solo cosi’ si realizza la “moneta del popolo” e si consegue il dovuto allineamento tra sovranità popolare e sovranità monetaria; altrimenti la prima si ridurrebbe, come è attualmente, soltanto ad una mera espressione verbale priva di ogni corrispondenza con la realtà. 4) inoltre le banche ordinarie possono utilmente contibuire a restituire alla moneta la sua funzione originaria, trattenendo in deposito e concedendo in prestito moneta reale, e non ,come adesso, moneta virtuale. in tal modo non potrà più creare quella moneta scritturale, che da una parte consente lucri vertiginosi e dall’altra aumenta fittiziamente, ma dannosamente, il volume del circolante. pertanto gli assegni bancari o trasferimenti di capitale, dovranno essere sempre rappresentativi di effettivi depositi di moneta reale. per ora ti basta compasso? sai cosa è un’utopia? fai bene attenzione, non fare errori. sai che diceva AURITI? utopia non è una cosa irrealizzabile. no no! è qualcosa che fino adesso non si è tentato di realizzare. ma non è scritto da nessuna parte che non si possa realizzare. l’uomo può realizzare quasi tutto, basta volere. basta crederci, ed io ci credo. ti ricordi galileo? eppur si muove. la terra gira attorno al sole. che gli dissero i preti? senti bello, sono 14 secoli che il sole gira attorno alla terra, ora arrivi tu, e dici queste cose? intanto ti mettiamo dentro un pozzo, e vediamo se ti passa la voglia di dire cose strane. eppure caro compasso, anche se aveva milioni di persone contro, aveva ragione lui. dopo ,ma tanto dopo, tutti lo venerarono. solo che noi uomini del 2009 non abbiamo secoli davanti. solo pochi mesi, forse 1 anno. quindi prima buttiamo giù sto sistema, meglio è. so che tu sei minuzioso, quindi i dettagli li costruiremo camin facendo. le persone valide x ricostruire sto paese ci sono. alcune te le trovo io. altre proponile tu. e anche tutti gli altri di questo forum. proponete. bounanotte. DORF

utente anonimo
Scritto il 17 novembre 2009 at 03:34

Dorf,ma quali soldi volete tirare giu’ se siete quasi tutti in bolletta,fai il bravo  di le cose come stanno al limite non teneteli in tasca  portateli in banca per dare ossigeno  a chi ha il mutuo o chi stenta a riprendere con la sua attivita’ almeno servono a qualcosa di reale e non essere egoista di idee vanitose,devi ammettere  che la tua banca ti ha sostenuto nel bisogno e nell’impresa in generale che ha prodotto ricchezza e occupazione sino ad oggi.Salta giu’ dal fico ,ritorna in te  e dai un taglio alla tua rabbiosita’,nessuno fa’ niente per niente,i servizi si pagano ammettilo e quando ti sei calmato vieni pure a trovarmi in fondo a via Garibaldi alla banca di trento e bolzano vedrai trovero’ il modo per concederti un prestito  sulla busta paga o pensione  a buone condizioni  in cambio di buona pubblicita’. Arrivederci dal direttore di banca.

utente anonimo
Scritto il 17 novembre 2009 at 03:46

Dorf  dimenticavo quando vieni in banca domanda del dott.Carlino l’amico sempre pronto a darti un fido.Ciao e stai su di morale.

utente anonimo
Scritto il 17 novembre 2009 at 10:14

In qualsiasi caso…di bisogno mi rivolgerei sicuramente a l Sig DORF #12 e non a lei dott. Carlino!!!! #13 e #14.
Saluti!!

xx

utente anonimo
Scritto il 17 novembre 2009 at 12:13

L’argentina è vicina! chidete bene le porte in banca…..muahahahaha!Scusate la caduta……..Comunque egr.sedicente dott. Carlino un rifugio non glielo negherò di certo!Venga tranquillamente… senza rancore
Cordialità

SOSTIENI ICEBERGFINANZA
Segui IcebergFinanza su
http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/
SOSTIENI IL NOSTRO VIAGGIO
IL NOSTRO LIBRO clicca qui
REVOLVERSMAPS

ICEBERGFINANZA NEL MONDO

Articolo dal Network
Avrete avuto modo ieri di vedere il post sulle aspettative di crescita economica redatte dal Con
Ftse Mib. Dopo aver rotto con volatilità la trend line rialzista che ha accompagnato i corsi da me
Queste le movimentazioni monetarie. Sulle Mibofuture stabili e chiusura della componente call da 20
Vi propongo alcuni dei grafici più interessanti che ho trovato nelle ultime 24 ore in rete, gra
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) [ u
Lasciamo da parte i mercati finanziari. Tanto ormai spero sia chiaro a tutti quali siano le dina
Ftse Mib. Dopo aver rotto con volatilità la trend line rialzista che ha accompagnato i corsi da me
Come abbiamo visto nel fine settimana i rendimenti americani hanno rotto livelli importantissimi
L' Argentina evita il default: trovato l'accordo con i creditori. Anche se è presto per cambiar
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) [ u