LA MANO DI DIO!

Scritto il alle 06:36 da icebergfinanza

Interessante è notare che incominciano ad arrivare alcune evidenze empiriche a sostegno della tesi della seconda ondata di reimpostazioni di mutui ARMs che sta per travolgere i piani alti della struttura immobiliare americana.

Secondo il "Metropolitan Foreclosures Market Report", indagine trimestrale pubblicata da ReatyTrac che John_Hussman ha evidenziato nel suo sito, si riporta che in  California, Nevada e Florida, nelle aree metropolitane con più di 200.000 abitanti, abbiamo le prime dieci aree con il più alto numero di pignoramenti, ma allo stesso tempo  è in corso una diminuzione del ritmo di pignoramento  nel 50 % di tali aree metropolitane. In un’altra ricerca su un campione di altre 50 aree metropolitane di un certo rilievo, diversamente viene notato un sensibile aumento delle stesse,

La scossa sismica di sta spostando dall’epicentro subprime verso i quartieri periferici quelli meno interessati dallo stesso fenomeno, un’onda sismica che sta raggiungendo i quartieri alti ( Alt-A, Prime; Jumbo Mortgage)  interessati da questo nuovo movimento tellurico denominato Option ARMs. Inutile ricordare a tutti che la pausa benefica nelle reimpostazioni dei cosidetti mutui a tasso variabile con opzioni multiple è dietro l’angolo, ora incomincia il difficile.

Al di la delle rinegoziazioni di mutui che avranno il vantaggio di essere rivisti a tassi non certo onerosi, visto che molti di essi sono agganciati ai rendimenti dei titoli di stato americani e al LIBOR, il problema di questi mutui, come ho più volte evidenziato è che le formule esotiche di rimborso stabilite durante l’orgia immobiliare andavano dal totale mancato onere della quota interesse, sino alla possibilità addirittura di evitare il rimborso di una parte della quota capitale, determinando quindi situazioni generalizzate di ammortamenti negativi, ovvero quando la rata di un mutuo è insufficiente per abbattere nel tempo il residuo del mutuo stesso, portando quindi nonostante alcuni pagamenti ad un continuo aumento del debito residuo.

E’ importante ricordare che questi mutui sono stati concessi senza alcuna reale istruttoria, atta a determinare la presenza di redditi o solvibilità da parte di chi li sottoscriveva.

Ma veniamo infine al titolo di questo post, "La mano di Dio" e alle dichiarazioni rilasciate da un certo Mister Blankfein, amministratore delegato di una banca di affari americana, la più misteriosa e affascinante dichiarazione di amore nei confronti del prossimo.

Abbiamo assistito dai pulpiti delle chiese inglesi a sermoni improvvisati sulla "santità del profitto", sull’estensione della massimissazione dei profitti come conseguenza dell’ingiunzione di amera il prossimo tuo come te stesso, sempre che poi ti ricordi di farlo dopo avere incassato la sudata ricompensa, sulla magica possibilità di ampliare la leggendaria cruna dell’ago, per farci passare la montagna di profitti "legittimi" che il mondo di carta produce, ma francamente quella che Goldman Sachs fosse la benevola mano di Dio ci mancava.

" …Siamo molto importanti. Aiutiamo le aziende a crescere, aiutandole a raccogliere capitali. Le aziende che crescono creano ricchezza. Questa a sua volta, permette alle persone di avere un lavoro, creare maggiore crescita e maggiore ricchezza. Noi abbiamo uno scopo sociale. "

Chiariamo un punto, non tutte le banche sono uguali, ci sono realtà che si distinguono!

Nulla da dire, mister Blankfein, questo è il dogma del capitalismo estremista, dei super uomini, dotati della massima efficienza che sanno sfruttare al massimo le risorse e massimizzare il profitto. Questa è la religione che si insegna nelle università dell’esaltazione neoliberista.

Il capitalismo responsabile, schiacciato da questa massa deforme opprimente, denominata neoliberismo o mercatismo, come meglio volete chiamarla, ha il dovere di dire qualcosa!

" Tutti dovrebbero essere felici. Le aziende stanno cercando di crescere ancora e raccogliere fondi. Ecco dove entriamo in gioco noi. Il sistema finanziario ha determinato la crisi, il sistema finanziario ci porterà fuori dalla crisi."

E qui mi fermo, per non andare troppo in la, visto che nonostante tutto, sono in molti ad amare questa "religione", inutile discutere, questo è il dogma assoluto! WSJonline

Il credito al consumo in America sta crollando, il Senior Loan Officer Survey della Fed testimonia come il credit crunch continui inesorabilmente, condizioni di prestito e rarefazione del credito in continuo aumento. Chissà di cosa parlava Mr BlanKfein quando sussurrava che loro aiutano l’economia a crescere…in fondo non hanno tutti i tori, il sistema finanziario è per buona parte tecnicamente fallito e deve riempire le voragini patrimoniali lasciate da anni di spensierato supporto all’economia reale.

Il governatore della Fed di New York, parla di una sfida finanziaria senza precedenti nella storia, mentre l’ex governatore della Fed Mishkin ci racconta sul Financial Times,  che non tutte le bolle sono uguali, vi sono quelle che derivano dai boom del credito che costituiscono un rischio per l’economia e quelle di "pura esuberanza irrazionale" che non lo sono.

Certo che sentirselo dire da coloro che non si sono accorti della Madre di tutte le bolle, rassicura, questa non è una bolla del credito, solo i carry trade possono divertirsi, questa è solo un’innocente bolla esuberante, come quella che precedette lo "scherzo" della "new economy" a dirla come direbbe il buon Greenspan.

Vi sono bolle e bolle…chi glielo racconta ai bambini che le bolle non scoppiano più!

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)
63 commenti Commenta
Scritto il 10 novembre 2009 at 08:48

Carissimi naviganti tutti e nostro grande Capitano, non ci sono altri commenti da fare se non andare al Vangelo.

 Gesù scaccia i mercanti dal Tempio


Giov II. 13 Si avvicinava intanto la Pasqua dei Giudei e Gesù salì a Gerusalemme. 14 Trovò nel tempio gente che vendeva buoi, pecore e colombe, e i cambiavalute seduti al banco. 15 Fatta allora una sferza di cordicelle, scacciò tutti fuori del Tempio con le pecore e i buoi; gettò a terra il denaro dei cambiavalute e ne rovesciò i banchi, 16 e ai venditori di colombe disse: "Portate via queste cose e non fate della casa del Padre mio un luogo di mercato". 
17 I discepoli si ricordarono che sta scritto: "Lo zelo per la Tua casa mi consuma". 
18 Allora i Giudei presero la parola e gli dissero: "Quale segno ci mostri per fare queste cose?" 19 Rispose loro Gesù: "Distruggete questo Tempio e in tre giorni lo farò risorgere". 20 Gli dissero allora i Giudei: "Questo tempio è stato costruito in quarantasei anni e tu in tre giorni lo farai risorgere?" 21 Ma egli parlava del tempio del Suo corpo. 
22 Quando poi fu risuscitato dai morti, i suoi discepoli si ricordarono che aveva detto questo, e credettero alla Scrittura e alla parola detta da Gesù. 
 
Commentatore:
Questo episodio, all’inizio della vita pubblica di Gesù, offre la possibilità di un doppio ammaestramento.
La prima indispensabile chiarificazione consiste in ciò che da molti, giustificando le proprie debolezze, è stata chiamata erroneamente – ira di Cristo. (cura dello spirito)
In Lui essendo Dio, quindi il Perfetto, non può sussistere macchia alcuna ne tantomeno l’ira, figlia della superbia che è impronta satanica. Logico dunque dedurre che non possa albergare in alcun modo nel Redentore.
Allora perché questa veemenza e queste percosse abbattutesi sui mercanti con un flagello a nove cordicelle? (nove = potenza triplicata).
Perché a volte necessita essere decisi e nel nome di Dio scacciare con violenza d’ardore e di giustizia, satana, che si annida subdolo sotto una ingannevole apparenza innocente.
Si, il Cristo ha cacciato il maligno che, immemore della Legge, ha fatto della Casa Sacra a Dio quindi allo Spirito, una “caverna di briganti” Mc.XI,15-17. 
E’ evidente l’Insegnamento: “Non si può servire due padroni: Dio e Mammona”.

Buona giornata a tutti
 

Scritto il 10 novembre 2009 at 08:51

La mano di “Dio” ( e non quella di Goldaman)
è già tra Noi, c’è sempre stata, è che non la vogliamo vedere.

Ritengo tutto il discorso sulla finanza e le banche islamiche degno di grande interesse…ritenendolo più etico della stessa banca etica….
Alcuni spunti:

Recita il sacro Corano: «O voi che credete! Temete Dio! Rinunciate, se siete dei credenti, a ciò che vi resta dei profitti dell’usura. Si vi pentirete, avrete salvo il vostro capitale» (Sura II, 279). Ma si sa, le vie del Signore sono infinite. È possibile aggirare il divieto della riba, l’usura, introducendo il criterio della compartecipazione ai rischi e ai benefici dell’attività finanziaria.
(Da http://www.corriere.it/Primo_Piano/Editoriali/2005/05_Maggio/05/affari_e_corano.shtml)

http://www.arealavoro.org/il-2009-sara-l-anno-della-finanza-islamica.htm
A questo tema è dedicato uno speciale a cura del professor Masullo pubblicato sul numero attualmente in edicola del mensile “World & Pleasure”:

«Le regole ruotano tutte intorno al divieto della Riba, proibita perché non può esservi guadagno deciso a priori e senza rischio: quindi si spartiscono gli utili, ma non si remunera il denaro. È anche proibita la Gharar, termine che sta ad indicare il trarre vantaggio dalla mancanza di informazioni altrui, ed è proibito tra l’altro stipulare un contratto legandolo ad eventi ignoti. Mentre è altamente incoraggiata la Mudaraba, una sorta di venture capitalism ante litteram dove chi fornisce il capitale corre il rischio di perdite se l’affare va male e chi partecipa con il lavoro corre il rischio di lavorare senza guadagni, ma non di finire sommerso dai debiti» spiega il professore Masullo.

….
La Banca islamica è un istituto di diritto bancario che vive ed opera in una dimensione etica, in quanto agisce in funzione del profitto, e non dell’interesse (divieto di ribàt), dovendosi tendenzialmente ripartire gli utili derivati dal profitto alla Umma (società musulmana).
La Banca islamica è chiamata ad agire nel mercato finanziario in modo compatibile con i principi sharajtici; in forza della necessaria compatibilità alla sharj’a (il diritto musulmano inteso come il corpo di norme proveniente dalla fonte rivelata del Corano, ma successivamente elaborato, intepretato e sistematizzato dagli ulema, ovvero i dottori della legge islamica), le banche islamiche prevedono un sistema di partecipazione continua dell’istituto bancario e del cliente musulmano ai profitti ed alle perdite secondo lo schema del profits law sharing, in cui il profitto è in funzione del rischio e in cui gli utili non provengono dall’interesse, che come frutto civile del denaro, nei sistemi occidentali in funzione del tempo.
Dal punto di vista istituzionale la compatibilità dell’azione della banca islamica rispetto ai precetti del diritto islamico è garantita dalla previsione presso la struttura di ciascuna banca islamica del consiglio di controllo sharajtico, con il compito di garantire la legittimità delle operazioni bancarie e la concorrenza economica nel settore bancario.
http://www.nonsoloprestiti.com/101/la-banca-islamica-storia-e-suo-funzionamento/

http://www.signoraggio.com/signoraggio_mondoislamelebanche.html
MONDO ISLAM & LE BANCHE
(di Sandro Pascucci – http://www.signoraggio.com)
Le vere ragioni di uno scontro millenario…

altri articoli sul tema:

1. Principi del Sistema Bancario Islamico
2. Islamic Banking, un modo diverso di far "banca"
3. Il Sistema Bancario Islamico. Interessi e Usura: i Divieti del Corano
4. Viaggio nei forzieri dell’ Islam

Valentina

utente anonimo
Scritto il 10 novembre 2009 at 10:10

Sempre molto belle le tue analisi Andrea, ma non riesco a vederne il punto di arrivo, dato che prima o poi la crisi finirà.
La cosa che è interessante è capire come si evolverà il futuro, dove il capitalismo (che è più forte che mai) continuerà a farla da padrone.
E’ chiaro che stanno per essere introdotti elementi "etici" nella gestione aziendale, però difficilmente vedo uno sconvolgimento dell’attuale rapporto capitale-investimenti.
Di sicuro si chiederà un uso più responsabile dei capitali, ma si teme che sostanzialmente tutto  continuerà come prima.
Malgrado che negli USA la gente stia con il dente avvelenato, le regole di oggi sono identiche a quelle di ieri!!
E’ parere di molti che la crisi si sdoppierà e procederà su due binari.
Da un lato ci saranno le imprese sopravvissute, che superanno in  breve la crisi e continueranno la loro corsa produttiva. Dall’altra ci saranno i lavoratori, che invece dovranno aspettare più di dieci anni per rivedere i tassi di occupazione ante 2006.
Il calo dei consumi di un 10-15% della popolazione saranno bilanciati da un maggior potere di acquisto della restante popolazione.
Sono convinto che questa crisi farà da spartiacque  e segnerà la nascita di un sistema più brutale e competitivo, già oggi se non si controbilanciano alcuni effetti della concentrazione di capitale rischiamo di trovarci a metà stradà fra un modello feudale e un modello latifondista-imprenditoriale.

-IL Compasso-

utente anonimo
Scritto il 10 novembre 2009 at 10:41

deve fare molto male avere visto il mercato passare sull’indice mondiale da 1500 a a 660 e poi tornare a 1100 e non aver guadagnato un becco di un quattrino.
piccole pulci stampatevi il mio commento del 09/11/2009, perchè fra alcun anni dovre rendere conto alla vostra coscienza ed ai vostri eredi, e potrete raccontare:
una volta ho incontrato la cometa di halley ma mi è sfuggita, passera tra altri 27.000 anni.
e i tuoi eredi ti diranno coglione

utente anonimo
Scritto il 10 novembre 2009 at 11:08

#4
mi sa che dal tono che hai non hai guadagnato neanche tu una euro
o forse avresti potuto guadagnarlo se avessi avuto dei soldi da investire
quanto ti brucia esser un poveretto

utente anonimo
Scritto il 10 novembre 2009 at 11:27

5- questo e’ il bello di internet……. anche una merda come te puo’ scrivere cio’ i suoi 2 neuroni risconoco faticosamente a mettere insieme

utente anonimo
Scritto il 10 novembre 2009 at 11:28

 Ma il Dio nominato da Goldman Sachs è Lucifero che nella prospettiva gnostica diviene una entità positiva trasformando Cristo in una entità negativa in quanto dispensatore di sofferenza. Goldman Sachs è impregnato della ideologia della Lucis Trust, una Fondazione potentissima finanziata dalle più grandi multinazionali del mondo, che detiene un cappella proprio nel complesso dell’ Onu ove è possibile recitare la grande invocazione, una specie di Padre Nostro al contrario, che propugna una falsa fratellanza di matrice satanica.

Scritto il 10 novembre 2009 at 13:01

Ho visto la headline citata da #8 questa mattina e mi sono domandato quanto tempo sarebbe tracorso prima che qualcuno la citasse in un post…

Può essere vero, forse si forse in parte, ma la sensazione è che questo tipo di gestione dell’informazione abbia lo scopo di alterare i prezzi delle materie prime a scopi speculativi piuttosto che spingere a scelte politiche coerenti.

http://www.desertec.org

Scritto il 10 novembre 2009 at 13:01

Ho visto la headline citata da #8 questa mattina e mi sono domandato quanto tempo sarebbe tracorso prima che qualcuno la citasse in un post…

Può essere vero, forse si forse in parte, ma la sensazione è che questo tipo di gestione dell’informazione abbia lo scopo di alterare i prezzi delle materie prime a scopi speculativi piuttosto che spingere a scelte politiche coerenti.

http://www.desertec.org

Scritto il 10 novembre 2009 at 13:01

Ho visto la headline citata da #8 questa mattina e mi sono domandato quanto tempo sarebbe tracorso prima che qualcuno la citasse in un post…

Può essere vero, forse si forse in parte, ma la sensazione è che questo tipo di gestione dell’informazione abbia lo scopo di alterare i prezzi delle materie prime a scopi speculativi piuttosto che spingere a scelte politiche coerenti.

http://www.desertec.org

Scritto il 10 novembre 2009 at 13:01

Ho visto la headline citata da #8 questa mattina e mi sono domandato quanto tempo sarebbe tracorso prima che qualcuno la citasse in un post…

Può essere vero, forse si forse in parte, ma la sensazione è che questo tipo di gestione dell’informazione abbia lo scopo di alterare i prezzi delle materie prime a scopi speculativi piuttosto che spingere a scelte politiche coerenti.

http://www.desertec.org

utente anonimo
Scritto il 10 novembre 2009 at 14:16

dalla già citata intervista del sunday times:

Even though he proudly pays himself more in a year than most of us could ever dream of — $68m in 2007 alone, a record for any Wall Street CEO, to add to the more than $500m of Goldman stock he owns — he insists he’s still "a blue-collar guy".

io direi che non abbiamo bisogno di Dei come questo….

utente anonimo
Scritto il 10 novembre 2009 at 14:44

Ragazzi, non ce ne eravamo accorti!

Abbiamo avuto l’onore di avere Blankfein come commentatore del blog … esatto, è il numero 4 e 6, probabilmente il nostro caro "dispensatore di verità" di post precedenti.

Che fortuna, ragazzi !!! Quando ci ricapita di avere "dio" qui tra noi.

Ehi, #4 Blankfein, ci potresti dare un po’ della tua "illuminazione" !?!?

Il Trollettino si diverte a trolleggiare passando da un blog all’altro e non riesce a capire perchè nessuno gli dà retta …

Hunter76Lima

utente anonimo
Scritto il 10 novembre 2009 at 14:51

Per Cuculo, #9

Non ho capito.

La informazione di stampo speculativo a cui ti riferisci è quella del Guardian o quella della IEA?

Se intendevi IEA, ho dei seri dubbi che tu abbia ragione.

La IEA è sempre stata piuttosto blanda e accorta sulla question del peak-oil e non si è mai sbilanciata a favore di questa teoria … ma  i fatti la stanno pian piano costringendo ad avvicinarvisi.

Il peak-oil è già tra noi, Cuculo; tra 5/10 anni sarà evidente, saperlo in anticipo è o sarebbe un vantaggio per tutti noi e il compito della IEA è di far raggiungere questa consapevolezza al mondo intero…. sempre che gli sia/sarà permesso !!!

Hunter76Lima

utente anonimo
Scritto il 10 novembre 2009 at 15:47

si #4-6 fa ridere
vorrei proprio vedergli la faccia
la vera cosa bella di internet e’ che si puo’  nascondere

cmq magari mi sbaglio..allora perche’ scrivi qui insultando la gente?

se veramente le azzecchi tutte, se conosci la verita’ perche’ vieni qui?
non ti diverti con i tuoi simili?
o forse vorresti esser come noi comuni mortali?

se vuoi credo esista ancora il telefono amico…

PORTELLO

utente anonimo
Scritto il 10 novembre 2009 at 16:57

Il prezzo medio di vendita e’ risultato in calo in 123 delle 153 zone monitorare, mentre solo 30 hanno assistito ad un aumento dei prezzi. Il dato, nel complesso, ha registrato una flessione dell‘11.2% a $177.900. ..

ma che strano  ???       ;-))))

chi non ha letto gli articoli di Andrea Mazzalai e/o Michele Spallino… cadrà dalle nuvole,  risulterà essere un cane bastonato ed abbandonato.

BRAVO CAPITANO !!

riccardo isalberti

utente anonimo
Scritto il 10 novembre 2009 at 17:19

Non capisco: se uno guadagna speculando oculatamente sia al ribasso da 1500 a 666 sia al rialzo da 666 a 1100, perchè arrabbiarsi ed insultare chi non vuole o non può rischiare?
pura follia.

utente anonimo
Scritto il 10 novembre 2009 at 19:40

IMMOBILIARE: PREZZI ANCORA IN CALO NEGLI USA
di WSI
Nel terzo trimestre 2009 i prezzi delle case sono scesi rispetto ai livelli dello scorso anno in circa l’80% delle aree metropolitane americane. Il calo e’ superiore al 10%.

utente anonimo
Scritto il 11 novembre 2009 at 01:38

Valentina anche i dieci comandamenti  sono una realta’ etica ma quasi nessuno ha voglia di metterli in pratica.Il mio vicino della porta accanto e’ packistano convinto mussulmano della scharia islamica e tutto quello che guadagna  netto dalle spese lo manda alla banca della sua citta’ Islamabad perche’ gli danno un interesse del 12% rispetto qui che danno niente. quindi va bene curiosare ma non credere a tutto , la donna mussulmana vittima della sadicita’ maschile e’ usata solo per procreare e servire  perche’ e’ con la pancia delle donne che vogliono conquistare il mondo poi  per divertirsi i cari mariti e uomini diventano

 i piu’ grandi sporcaccioni che la sodomia abbia potuto inventare dai pedofili a tutto il resto …….e mi fermo .Tutto il mondo e’ paese siamo fratelli e nessuno e’ uguale , alla faccia delle religioni la persona  puo’ essere umana  ma tra il dire e fare c’e’ sempre in mezzo il mare.Ciao Lucilla

Scritto il 11 novembre 2009 at 09:06

Si Lucilla…tra il dire e il fare non solo c’è il mare a volte c’è anche un oceano alquanto profondo.
Non a caso cito l’articolo dove dice:

“Ma si sa, le vie del Signore sono infinite. È possibile aggirare il divieto della riba, l’usura, introducendo il criterio della compartecipazione ai rischi e ai benefici dell’attività finanziaria.”
Lascio anche questo:
http://www.italiasociale.org/economia06/economia020309-6.pdf

Il mio intervento non è certo un “inno” alla religiose musulmana o altro, ma è una sorta di “provocazione” (se vuoi economico/finanziaria)  ripeto lo ritengo un argomento interessante, che andrebbe approfondito con il necessario e giusto, discernimento.
Sarebbe interessante conoscere la realtà direttamente dai fruitori di tali banche, mi interesserebbe conoscere in percentuale la diffusione di Banca ETICA e di Banche islamiche, forse non significa, nulla forse…

Per il resto”sfondi una porta aperta”, la condizione femminile(qui come altrove) mi sta particolarmente a cuore e, certamente, non retoricamente parlando!.
Mi piace citare una frase che ci dice spesso il Capitano:
“Non posseggo verità assolute, sono umile di fronte alla mia ignoranza”…aggiungo umilissima…
di fronte a tutto ciò che provoca Immiserimento Umano,( indipendentemente dalla religione professata)  ledendo basilari diritti civili alla Vita, non può che innalzarsi un deciso grido di condanna!

Di sordi e cechi è pieno il mondo (ed io non sono esculsa)
Impresa titanica:
basterebbe “Amare Gli altri come Amiamo Noi stessi”
ma penso, che fondamentalmente non siamo in grado di amare Noi stessi, visto le azioni che principalmente si compiono!

Buona giornata
Valentina

p.s Lucilla è il nome di una mia carissima amica/compagna di studi di un po’ di tempo/anni fa.
Ciao!

utente anonimo
Scritto il 11 novembre 2009 at 18:17

ma COMPASSO…
tu che pochi mesi fa vedevi la distruzione totale….
fallimenti di stati, banche e aziende.
ti sei convertito ?
ti hai fatto influenzare dal troll?
ho il tuo è un mea culpa ….. sempre lodevole capire che abbiamo sbagliato 

utente anonimo
Scritto il 11 novembre 2009 at 18:27

A proposito di influenza H1N1, la relazione della suora medico spagnola. Importantissimo diffondere attraverso internet:

http://corvide.blogspot.com/2009/11/campane-per-linfluenza-completa.html

utente anonimo
Scritto il 11 novembre 2009 at 19:48

LA GRANDE STRATEGIA CULTURALE  e IL DIALOGO CHE NON CI SARA’!

La cosa che tutti gli analisti osservano, è  che in tutta l’area islamica non vi è neppure un solo stato, realmente, democratico.
Perfino l’Indonesia è messa maluccio a standard democratici.
Tutti i regimi totalitari islamici sono conservatori e reazionari e molti governi usano e interpretano l’Islam come uno strumento di controllo.
Prima o poi tutto il gruppetto di dittatori  e discendenti di Maometto (almeno a loro dire) faranno una brutta fine, come fu per la Turchia di Kemal  Ataturk, ci potrebbe essere una radicale evoluzione laicista, la storia insegna che a estremismi si contrappongo altri estremismi.
Oggi i tempi non sono ancora maturi, ma se vi dovesse capitare di andare negli Emirrati Arabi Uniti, osservereste che molte ragazze, sopratutto quelle che vengono dalla periferia, entrano nei bagni dei centri commerciali vestite con il burka e ne escono vestite completamente all’occidentale, poi quando è il momento di tornare alle loro case tutte si precipitano nei bagni a cambiarsi di nuovo!!
La cosa che può sembrare solo una nota di colore, esprime nella sua semplicità una profonda frattura che si sta creando fra la tradizione antica e il nuovo.
Oggi si sta creando una grande miscela di elementi che porteranno all’estremismo laicista (con il grande appoggio del mondo occidentale).
La vera forza di un qualunque "gruppo" è la sua identità culturale e nel contempo la tensione morale impiegata per sostenere l"identità".
Pensare che il mondo Islamico possano impensierire il modello occidentale è pura fantasia.

Quella che viene chiamata lotta al terrorismo non è altro che la lotta alla cultura  Islamica (sopratutto a  quella moderata)
Il mondo occidentale quando parla di dialogo con il mondo Islamico lo fa nello stesso modo in cui Regan parlava di dialogo con i paesi comunisti, praticamente è puro tatticismo, in attesa che tutto collassi su se stesso.
A volte rimango stupito nel leggere le più strampalate ipotesi di complotto globale, quando sta sfuggendo  una delle più colossali operazini di disinformazione culturale della storia, dove musulmano=terrorista.
Ricordatevi l’Italia con il terrorismo e "La strategia della tensione" e vi renderete conto che gli "architetti" e le modalità sono identiche.
Non ci sarà nessun dialogo con il mondo Islamico (del resto sarebbe un’impresa ardua) si è deciso semplicemente di distruggere la cultura islamica, occidentalizzandola.
Il mondo islamico nel suo irrigidimento ideologico, non sta facendo altro che il gioco di chi vuole una sua rapida scomparsa.
Una simile "operazione" comporta implicitamente distruzione è morte, anzi oserei dire che questi ultimi elementi sono i cardini portanti di tutta "Il disegno".
Molti pensano che l’operazione dell’11 Settembre sia nata in Pakistan, molti cominciano a comprendere  a che gioco giocano certe frange estremiste, inside, nell’apparato Pakistano,  eventi recenti dimostrano che sullo "schacchiere" è in atto una colossale partita.
Fanno sorridere perfino gli imprendibili pirati Somali,  loro non lo sanno, ma sono solo pedine.
Oggi gli USA  possono invadere la Somalia e il corno d’Africa con  una ragione più che solida!!!
Il fondamentalismo arabo è bello che spacciato,  nel combatterlo si otterrà il duplice obbiettivo di far fuori qualcosa di culturalmente ingombrante e si ipotecheranno a proprio favore un grosso numero di stati.
Il colonialismo ha cambiato solo pelle, ma non è mai morto.

-IL Compasso-

utente anonimo
Scritto il 12 novembre 2009 at 01:04

MANIFESTO ECONOMICO
PER UN RINNOVAMENTO SOCIALE E NAZIONALE
di Eugenio Benetazzo
RIDEFINIZIONE DELLA SPESA DI RAPPRESENTANZA POPOLARE
1) Abbattimento coatto del 75 % degli emolumenti e compensi ad europarlamentari, senatori, deputati, consiglieri
regionali e comunali (abolizione delle province in qualità di enti amministrativi). Eliminazione di ogni sorta di
privilegio pubblico. Congelamento ed abolizione delle pensioni di anzianità legislativa con effetto retroattivo sino
alle ultime cinque legislature.
RIPRISTINO DELLA SOVRANITA MONETARIA DEL POPOLO ITALIANO
2) Istituzione della Banca Nazionale del Popolo Italiano, ente pubblico interamente detenuto dal Ministero del
Tesoro, autorizzato dal Parlamento ad emettere moneta e banconote in nome e per conto del Popolo Italiano a
fronte di esigenze e finalità di natura socioeconomica. Coniazione di una moneta succedanea all’euro e
conseguente definizione di un sistema monetario a doppia circolazione valutaria. Tasso di sconto, tasso di
cambio ed offerta monetaria variabili macroeconomiche stabilite esclusivamente dal Ministero del Tesoro e dal
Ministero delle Finanze in accordo con le linee guida della Politica Sociale per il Paese.
RIDEFINIZIONE E TASSAZIONE DELLA PROSTITUZIONE
3) Tassazione della prostituzione con una aliquota unica del 25 per cento: istituzione e regolamentazione della
figura professionale e dei relativi obblighi ed adempimenti sia fiscali che sanitari.
EMBARGO COMMERCIALE CONTRO LA CINA
4) Istituzione di dazi doganali di sbarramento all’ingresso per i prodotti confezionati, assemblati e realizzati al di
fuori della Comunità Europea (esattamente come fanno gli stessi USA). Divieto assoluto di importazione per i
prodotti (alimentari e non alimentari) provenienti dalla Cina, in special modo se questi ultimi, in seguito a processi
di delocalizzazione produttiva, possono essere riconducibili ad aziende italiane che hanno delocalizzato le loro
attività industriali, quando prima realizzavano tali prodotti all’interno del territorio italiano dando impiego alla
manodopera italiana e creando posti di lavoro per la collettività nazionale.
ISTITUZIONE DELLE GIURIE POPOLARI E DELLE TAGLIE DI CATTURA
5) Istituzione delle giurie popolari e del concordato stragiudiziale obbligatorio per cause civili pendenti con ricorso
per importi inferiori a 10.000 euro. Rimborso di oneri e spese per la difesa a totale carico della parte perdente.
Inasprimento coatto delle pene per i reati di mafia, associazione a delinquere e peculato. Individuazione ed
espulsione permanente di tutti gli extracomunitari clandestini. Istituzione delle taglie di cattura per i reati contro la
persona e contro il patrimonio.
ISTITUZIONE DEL MUTUO SOCIALE
6) Istituzione del mutuo sociale (per i soli cittadini italiani) per l’acquisto integrale della prima casa. Erogazione fino
a 250.000 Euro in assenza di garanzie patrimoniali e reddituali per qualsiasi tipologia di unità abitativa.
L’immobile che si è deciso di acquistare viene acquisito e diviene proprietà dell’Istituto del Mutuo Sociale, ente
pubblico interamente detenuto dal Ministero del Tesoro. Le rate mensili vengono calcolate applicando un tasso
fisso del 2 % in relazione alla durata ed alla capacità di rimborso di ogni contribuente. Al termine del periodo di
ammortamento l’immobile viene trasferito d’ufficio in proprietà al contribuente senza l’applicazione di alcun onere
o tassa. Gli interessi passivi sono interamente deducibili dal reddito imponibile.
ISTITUZIONE DELLE NO TAX AREA
7) Individuazione e definizione di no tax area (distretti industriali) nelle seguenti regioni: Sicilia, Sardegna, Calabria,
Campania, Puglia, Basilicata, Molise con totale esenzione del pagamento di imposte dirette per un arco di tempo
di 25 anni ad aziende con insediamenti industriali con più di 250 dipendenti assunti a tempo indeterminato.
Riproduzione concessa con citazione della fonte originaria
manifestoeconomico@eugeniobenetazzo.com

potrebbe essere un’idea. lui è un economista. è sempre stato nel campo economico da sempre. e in tutte le sue conferenze che fà in giro x l’italia, quasi sempre spiega della truffa del signoraggio monetario, e l’altra ancora peggiore della creazione dal nulla di denaro virtuale-finto, della riserva frazionaria. non occorre che si guardi sempre all’estero x avere soluzioni. fateci un pensierino. DORF

utente anonimo
Scritto il 12 novembre 2009 at 01:38

Dorf il pensierino l’ho fatto  ma per ealizzarlo cosa devo fare?E’ IN ATTO UN REFERENDUM,io accetto  e firmo subito.Dimmi dove devo andare.Ciao grazie Amedeo

utente anonimo
Scritto il 12 novembre 2009 at 02:58

Islam y eso es todo la verdadera Verità de un mundo mejor no corrupciòn y prostituciòn occidental infiel y animal con loucilla la puta del diablo y el ya infame culo rotto.Mohamed malic

Scritto il 12 novembre 2009 at 09:08

Il Compasso volevo appunto chiederti cosa ne pensavi, ma vedo che mi hai anticipato e in fondo già risposto grazie…

Buona Giornata Compagni di Viaggio…
Valentina

 

utente anonimo
Scritto il 12 novembre 2009 at 09:59

Si certo, la crisi è alle spalle, la ripresa è iniziata…tuttavia la exit strategy partirà (forse) nel 2011-12
Quindi siamo in piena bolla drogata “premeditata”, che deve ridare fiducia alla gente che guardando le borse deve convincersi che la crisi è finita.
Potrebbe funzionare, ma di overdose si può anche crepare.

Scritto il 12 novembre 2009 at 10:08

Credo che i segnali che l’economia reale da e darà alle persone ed alle aziende reali siano sufficienti a far adottare sia ai primi che alle seconde una linea di sana prudenza.

Scritto il 12 novembre 2009 at 10:12

Sarebbe interessante capire secondo quali dinamiche e attraverso quali "mani forti" succede che non appena EURUSD si affaccia alla soglia psicologica di 1.5 viene ricacciato indietro repentinamente.

utente anonimo
Scritto il 12 novembre 2009 at 10:29

Ho seguito Benetazzo per un bel po’ e ho anche un suo libro, pero’ ritengo che il suo manifesto sia per metà pura demagogia e per metà pura utopia, tutte e due venate di una ingenuità che mi fanno cadere le braccia, ma so già che Benetazzo tutto è tranne che ingenuo, quindi mi chiedo se non lo faccia apposta.

L’unica cosa sensata sarebbe quella di restituire alla sovranità popolare il diritto di stamepare cartamoneta, ma ora che siamo in europa, vorrebbe dire uscirne.

Saluti
Phitio

Scritto il 12 novembre 2009 at 12:52

Sono stato via, a New York, non c’ero mai stato.
Molto alti i grattacieli, ma non hanno ancora imparato a far da mangiare. Eppure è così semplice far cuocere la pasta 10 minuti invece che 20. Boh! Anche la pasta sarà in bolla….. Le bistecche sì, sono buone, ma preferisco la "fiorentina".

Ieri ho sentito a radio 24 che lo stato di New York ha ancora 4 settimane e mezzo prima di dichiarare bancarotta. Servono urgentemente 3,2 miliardi di dollari. Cosa farà Goldman, si comprerà anche gli stati? Non ho trovato nulla di questo su Internet.

Ho invece trovato questo:
http://dealbook.blogs.nytimes.com/2009/11/11/ambac-warns-of-possible-bankruptcy/?scp=1&sq=new%20york%20bankruptcy&st=cse

Interessante.
A volte mi chiedo cosa succederebbe se la borsa non venisse sostenuta. E se il gioco fosse loro davvero sfuggito di mano e non avessero altre alternative?

Sento qui, sul veliero, sempre odore di dispense puzzolenti. Aveva detto Andrea di lasciarlo perdere. Chissà perché ci viene sempre a trovare e scarica qui le sue frustrazioni. Avrà il cervello in bolla o questa al posto del cervello.
Hei, puzzone, sì, dico a te dispensatore delle tue verità: se hai le palle porta le tue ragioni ad Assisi e fatti riconoscere. A noi pirati sta bene tutto, ma non la vigliaccheria.

Buona giornata a tutti.

Bill

PS. Mi sono iscritto allo SCEC. Sono il primo nella mia regione. Magari è una cavolata, ma mi piace l’idea di usare una moneta che non sia più l’EURO, o il dollaro, o lo Yen, o …ecc. ecc.

Scritto il 12 novembre 2009 at 12:52

Sono stato via, a New York, non c’ero mai stato.
Molto alti i grattacieli, ma non hanno ancora imparato a far da mangiare. Eppure è così semplice far cuocere la pasta 10 minuti invece che 20. Boh! Anche la pasta sarà in bolla….. Le bistecche sì, sono buone, ma preferisco la "fiorentina".

Ieri ho sentito a radio 24 che lo stato di New York ha ancora 4 settimane e mezzo prima di dichiarare bancarotta. Servono urgentemente 3,2 miliardi di dollari. Cosa farà Goldman, si comprerà anche gli stati? Non ho trovato nulla di questo su Internet.

Ho invece trovato questo:
http://dealbook.blogs.nytimes.com/2009/11/11/ambac-warns-of-possible-bankruptcy/?scp=1&sq=new%20york%20bankruptcy&st=cse

Interessante.
A volte mi chiedo cosa succederebbe se la borsa non venisse sostenuta. E se il gioco fosse loro davvero sfuggito di mano e non avessero altre alternative?

Sento qui, sul veliero, sempre odore di dispense puzzolenti. Aveva detto Andrea di lasciarlo perdere. Chissà perché ci viene sempre a trovare e scarica qui le sue frustrazioni. Avrà il cervello in bolla o questa al posto del cervello.
Hei, puzzone, sì, dico a te dispensatore delle tue verità: se hai le palle porta le tue ragioni ad Assisi e fatti riconoscere. A noi pirati sta bene tutto, ma non la vigliaccheria.

Buona giornata a tutti.

Bill

PS. Mi sono iscritto allo SCEC. Sono il primo nella mia regione. Magari è una cavolata, ma mi piace l’idea di usare una moneta che non sia più l’EURO, o il dollaro, o lo Yen, o …ecc. ecc.

Scritto il 12 novembre 2009 at 12:52

Sono stato via, a New York, non c’ero mai stato.
Molto alti i grattacieli, ma non hanno ancora imparato a far da mangiare. Eppure è così semplice far cuocere la pasta 10 minuti invece che 20. Boh! Anche la pasta sarà in bolla….. Le bistecche sì, sono buone, ma preferisco la "fiorentina".

Ieri ho sentito a radio 24 che lo stato di New York ha ancora 4 settimane e mezzo prima di dichiarare bancarotta. Servono urgentemente 3,2 miliardi di dollari. Cosa farà Goldman, si comprerà anche gli stati? Non ho trovato nulla di questo su Internet.

Ho invece trovato questo:
http://dealbook.blogs.nytimes.com/2009/11/11/ambac-warns-of-possible-bankruptcy/?scp=1&sq=new%20york%20bankruptcy&st=cse

Interessante.
A volte mi chiedo cosa succederebbe se la borsa non venisse sostenuta. E se il gioco fosse loro davvero sfuggito di mano e non avessero altre alternative?

Sento qui, sul veliero, sempre odore di dispense puzzolenti. Aveva detto Andrea di lasciarlo perdere. Chissà perché ci viene sempre a trovare e scarica qui le sue frustrazioni. Avrà il cervello in bolla o questa al posto del cervello.
Hei, puzzone, sì, dico a te dispensatore delle tue verità: se hai le palle porta le tue ragioni ad Assisi e fatti riconoscere. A noi pirati sta bene tutto, ma non la vigliaccheria.

Buona giornata a tutti.

Bill

PS. Mi sono iscritto allo SCEC. Sono il primo nella mia regione. Magari è una cavolata, ma mi piace l’idea di usare una moneta che non sia più l’EURO, o il dollaro, o lo Yen, o …ecc. ecc.

Scritto il 12 novembre 2009 at 12:52

Sono stato via, a New York, non c’ero mai stato.
Molto alti i grattacieli, ma non hanno ancora imparato a far da mangiare. Eppure è così semplice far cuocere la pasta 10 minuti invece che 20. Boh! Anche la pasta sarà in bolla….. Le bistecche sì, sono buone, ma preferisco la "fiorentina".

Ieri ho sentito a radio 24 che lo stato di New York ha ancora 4 settimane e mezzo prima di dichiarare bancarotta. Servono urgentemente 3,2 miliardi di dollari. Cosa farà Goldman, si comprerà anche gli stati? Non ho trovato nulla di questo su Internet.

Ho invece trovato questo:
http://dealbook.blogs.nytimes.com/2009/11/11/ambac-warns-of-possible-bankruptcy/?scp=1&sq=new%20york%20bankruptcy&st=cse

Interessante.
A volte mi chiedo cosa succederebbe se la borsa non venisse sostenuta. E se il gioco fosse loro davvero sfuggito di mano e non avessero altre alternative?

Sento qui, sul veliero, sempre odore di dispense puzzolenti. Aveva detto Andrea di lasciarlo perdere. Chissà perché ci viene sempre a trovare e scarica qui le sue frustrazioni. Avrà il cervello in bolla o questa al posto del cervello.
Hei, puzzone, sì, dico a te dispensatore delle tue verità: se hai le palle porta le tue ragioni ad Assisi e fatti riconoscere. A noi pirati sta bene tutto, ma non la vigliaccheria.

Buona giornata a tutti.

Bill

PS. Mi sono iscritto allo SCEC. Sono il primo nella mia regione. Magari è una cavolata, ma mi piace l’idea di usare una moneta che non sia più l’EURO, o il dollaro, o lo Yen, o …ecc. ecc.

utente anonimo
Scritto il 12 novembre 2009 at 13:40

caro 30, carisimmi sfigati tutti, le mie illuminazioni ve le ho date perchè mi fate molta pena e in fondo anche voi siete scintille divine, nonostante siete dei miserabili.
il motivo per cui passo anche di qua l’ho già ripetuto, siete un barometro incredibile, sono gli sfigati che normalmente finiscono per essere tosati in giu’ ed in su’, ad ogni crescere di eccitazione normalmente si inverte.
se vi sembra offensivo posso cambiare la parola "sfigati" che onestamente si addice ma potrebbe essere offfensiva, con la parola "decisamente poco fortunati", ma io sono persona di sostanza, la forma interessa poco.
l’atro giorno parlavo di una nuova bolla che si formerà, e il piu’ demente di voi sfigati, facendo il figo dice . le bolla dell’energie rinnovabili, !!!!!!!!!!! pazzesco !!!!!!!!!!!!
le pulci che tossiscono !!!!
ma quali energie rinnovabili? coglione, pulisciti la bocca prima di parlare con me!
io la mia funzione di infromare la assolvo, poi se non vengo ascoltato questo non è determinate , anzi sono sicuro di non essere ascotato, addirittura in molti si comporteranno al contrario, se no, non sarebbero "sfigati",
ricordatevi che :  VAI INCONTRO AL TUO DESTINO NEL TENTATIVO DI EVITARLO.
deve essere e sarà sempre cosi
e che nessuno mi venga a dire il mazzalai non parla di mercati, ci parla eccome, il problema è ha una visione strabica, perchè se scendono ok, ma se salgono qulacuno li manovra, se non azzecca le previsioni è perchè c’e’ una sorta di comitato che modifica gli andemnti dei mercati, ma dai non scherzare
il dispensatore di verità

utente anonimo
Scritto il 12 novembre 2009 at 14:30

Il linguaggio offensivo è l’ultimo rifugio di chi non ha argomenti.

Aggiungo che insultare squalifica chi scrive, non certo chi legge.

E poi, chi ti ha chiesto niente?

Saluti
Phitio

utente anonimo
Scritto il 12 novembre 2009 at 15:35

il dispensatore di verità  (acc. che modestia…) è  un solo grande maleducato. Vada a far un corso di buonemariere magari in uno di quei vecchi educandati dove si insegnava la modestia alle fanciulle. Perchè nessuno  possiede e quindi  può dispensare la verità in assoluto. E chi si vanta di possederla è solo un illuso., nel migliore dei casi.
Io pure mi sono permesso  negli utimi commenti del predecente post rilevare  come  questo sito, che ha grandi meriti di studio e approfondimento dovuta alla grande fatica di Andrea, abbia previsto  in anticipo  il grande crollo ma poi sia rimasto su una posizione di negatività  non cogliendo  il fatto che i mercati azionari con il denaro a tassi quasi a zero avrebbero  ripreso a salire.  Mi è stato risposto che in questo sito non si danno consigli per casalinghe e che  non è un sito rivolto a chi si vuole arricchire, che non ho colto il profondo senso etico , e questo non mi è piaciuto, devo dirlo francamente.
Ma questo non toglie che io consideri lo stesso positivamente quanto ho qui appreso e debba ringraziare Andrea  e i vari commentatori per le loro  verità dispensate senza insulti e con rispetto verso il prossimo.

utente anonimo
Scritto il 12 novembre 2009 at 16:45

a me tutto sommato, una volta depurato dalle parolaccie  …….. il dispensatore e’ simpatico !

utente anonimo
Scritto il 12 novembre 2009 at 16:55

seguo questo blog ormai da tre anni pur intervenendo raramente.
Devo dire che mi dispiace che veramente pochi abbiano colto il reale significato dello sforzo profuso da Andrea.
Credo che in tutti questi anni egli si sia prodigato per evidenziare l’assurdità di un sistema dove l’essere umano viene stritolato dall’egoismo e dalla cupidigia di persone senza scrupoli e dalla demenzialità delle politiche delle varie autorità.
Così mentre il saggio indica la luna gli stolti osservano il dito.
Andrea si sforza di costruire un tessuto di consapevolezza e di fornire spunti per un’alternativa etica al "profitto ad ogni costo" e tutti giù a litigare se i mercati scendono o salgono.
Ma chi se ne frega! Tanto gli speculatori guadagnano che sia short o long, non gliene importa nulla.
Ma la vogliamo smettere una volta tanto di guardare al nostro portafoglio e aprire gli occhi su un mondo dove un signore dice:
"questa magia del capitalismo dove l’egoismo del singolo porta il benessere della collettività" e tutti ad applaudire!
Ma quale benessere per la collettività? Guardiamoci intorno, nelle nostre famiglie, nelle nostre città, nel mondo? Dov’è il benessere?
Avere la pancia piena da scoppiare è benessere? Rincoglionirsi davanti alla Tv è benessere? Passare il tempo libero nei centri commerciali è benessere?
A dire il vero credo stia meglio il mio cane.
Aprite gli occhi e smettetela di tifare per i mercati, che scendano o che salgano. Abbattete i vostri idoli di pietra e liberatevi dalla schiavitù del denaro che è la radice di ogni male.

Marco

utente anonimo
Scritto il 12 novembre 2009 at 17:28

CAPITALISM  A LOVE STORY…ho visto ieri sera il film di M. MOORE sul capitalismo..da non perdere…si sta male alla fine e per rispondere sopra credo proprio che GS si sia gia’comprata gli Stati !

Massimo

utente anonimo
Scritto il 12 novembre 2009 at 17:38

La cocaina aiuta l’ego, anche troppo. Andrebbe dispensata con parsimonia pero’.

Scritto il 12 novembre 2009 at 18:05

Caro Marco,

sono sicuro che il tuo cane sta benissimo se ha un padrone che lo cura, lo nutre, lo ripara e lo coccola, se si ammala lo porta da veterinario.
Tutte cose che in natura nessun cane avrebbe, i canidi che vivono allo stato naturale sono più o meno felici del tuo? Non lo sappiamo, o forse semplicemente la domanda non ha senso in quanto probabilmente solo l’Homo Sapiens Sapiens si preoccupa del proprio livello di felicità.

Una cosa penso di poterla dire, la qualità di vita dell’uomo occidentale, che è certamente lontana da qualsiasi arcadico modello è però la migliore di quella di qualunque altra popolazione che abbia mai vissuto sulla terra in qualunque periodo ed a qualunque latitudine.
Sotto tutti i punti di vista "misurabili".
Dalla soddisfazione dei bisogni primari, alla sicurezza personale, alle libertà di movimento, istruzione, espressione, comunicazione, la medicina la salute, la durata della vita.

Possiamo dirci felici, direi di no, quindi sembra che la felicità abbia a che fare solo in parte con la qualità della vita.

Direi che il benessere è condizione necessaria ma non sufficiente. Aggiungerei che la pancia strapiena (di alimenti di scarsa qualità), il rincoglionimento televisivo ed il passegio nel centro commerciale non sono da annoverare negli elementi del benessere ma nei difetti di una modernità molto migliorabile.
Chi oggi è "benestante" mangia cibo sano, si tiene in forma e passa il tempo libero in attività più interessanti .

utente anonimo
Scritto il 12 novembre 2009 at 18:18

AL DISPENSATORE
Da manicomio, un vero…berlusconiano che (come il "monarca" di finiana definizione) dispensa verità.
Che i mercati siano palesemente pompati nel tentativo di far tornare la fiducia è palese e pure dichiarato apertamente (Greenspan).
Che Andrea non abbia previsto questo corposo rimbalzo è innegabile, ma non era compito del macroeconmista e non glielo si può rimproverare.
Dicci oggi quale sarà la nuova bolla che rianimerà i mercati, argomentandolo ma non con un linguaggio che è talmente provocatorio da diventare ridicolo,  come un bimbo che per sentirsi "grande"dice le parolacce senza capirle.
Temevo che il berlusconismo avrebbe portato alla "ribalta" questi miseri personaggi, ma noi non siamo …la corte costituzionale che  boccia le sue leggi, torna dai tuoi simili, animale da catena.

Scritto il 12 novembre 2009 at 18:26

Ciao, piccolo “amorfo” Golem #31
che cammini sul filo dell’”hyris”, “uomo superiore” risucchiato dal tuo stesso delirio di onnipotenza…
Lo dirò con termini che guardano alla sostanza e che puoi comprendere… hai”rotto”!!!
e sei anche diventato molto…molto monotono!!! Che Noia!!! Che Noia!!!

Ti dispensiamo dal tuo “altruismo”…ripeto perché non apri un blog tuo, che ci divertiamo anche Noi!

“Nella sua arroganza l’uomo attribuisce la propria origine a un piano divino; io credo più umile e verosimile vederci creati dagli animali.” C. Darwin

P.s Marco condivido ogni parola, si dovremmo imparare dagli “animali”!!
Bella la Tua battuta #37

Per ilCucolo
C’è un’ape che se posa su un bottone de rosa:
lo succhia e se ne va…
Tutto sommato,
la felicità è una piccola cosa.

FELICITA’ (Trilussa)

Ciao
Valentina

utente anonimo
Scritto il 12 novembre 2009 at 19:04

Buonasera

Il dispensatore di verità #31 quando parla di mercato borsistico potrebbe avere anche ragione, a parte il modo offensivo di esprimersi verso persone che non conosce!! Visto che lei è un esperto di borsa e guadagna al rialzo ed al ribasso, che importanza ha se il mercato sale o scende?? Che poi non sia pilotato è tutto da dimostrare: http://intermarketandmore.investireoggi.it/resa-dei-conti-trimestrali-e-crescita-economica-7938.html

Invece quando scrive di energie rinnovabili/alternative ho l’impressione ch lei non sia un gran esperto del settore!! Anzi per niente….le faccio una semplicissima domanda; Ha mai provato a brevettare un suo "congegno"?? Ha idea di che mondo ci sia dietro?? Sà cosè lo spionaggio industriale.
Se ci fosse qualche "congegno" che funziona con le energie rinnovabili/alternative può stare certo che Voi non lo saprete….sino al momento opportuno. Da persona "scafata" qualè dovrebbe immaginarlo!!!

SD

utente anonimo
Scritto il 12 novembre 2009 at 19:04

Buonasera

Il dispensatore di verità #31 quando parla di mercato borsistico potrebbe avere anche ragione, a parte il modo offensivo di esprimersi verso persone che non conosce!! Visto che lei è un esperto di borsa e guadagna al rialzo ed al ribasso, che importanza ha se il mercato sale o scende?? Che poi non sia pilotato è tutto da dimostrare: http://intermarketandmore.investireoggi.it/resa-dei-conti-trimestrali-e-crescita-economica-7938.html

Invece quando scrive di energie rinnovabili/alternative ho l’impressione ch lei non sia un gran esperto del settore!! Anzi per niente….le faccio una semplicissima domanda; Ha mai provato a brevettare un suo "congegno"?? Ha idea di che mondo ci sia dietro?? Sà cosè lo spionaggio industriale.
Se ci fosse qualche "congegno" che funziona con le energie rinnovabili/alternative può stare certo che Voi non lo saprete….sino al momento opportuno. Da persona "scafata" qualè dovrebbe immaginarlo!!!

SD

utente anonimo
Scritto il 12 novembre 2009 at 19:04

Buonasera

Il dispensatore di verità #31 quando parla di mercato borsistico potrebbe avere anche ragione, a parte il modo offensivo di esprimersi verso persone che non conosce!! Visto che lei è un esperto di borsa e guadagna al rialzo ed al ribasso, che importanza ha se il mercato sale o scende?? Che poi non sia pilotato è tutto da dimostrare: http://intermarketandmore.investireoggi.it/resa-dei-conti-trimestrali-e-crescita-economica-7938.html

Invece quando scrive di energie rinnovabili/alternative ho l’impressione ch lei non sia un gran esperto del settore!! Anzi per niente….le faccio una semplicissima domanda; Ha mai provato a brevettare un suo "congegno"?? Ha idea di che mondo ci sia dietro?? Sà cosè lo spionaggio industriale.
Se ci fosse qualche "congegno" che funziona con le energie rinnovabili/alternative può stare certo che Voi non lo saprete….sino al momento opportuno. Da persona "scafata" qualè dovrebbe immaginarlo!!!

SD

utente anonimo
Scritto il 12 novembre 2009 at 19:04

Buonasera

Il dispensatore di verità #31 quando parla di mercato borsistico potrebbe avere anche ragione, a parte il modo offensivo di esprimersi verso persone che non conosce!! Visto che lei è un esperto di borsa e guadagna al rialzo ed al ribasso, che importanza ha se il mercato sale o scende?? Che poi non sia pilotato è tutto da dimostrare: http://intermarketandmore.investireoggi.it/resa-dei-conti-trimestrali-e-crescita-economica-7938.html

Invece quando scrive di energie rinnovabili/alternative ho l’impressione ch lei non sia un gran esperto del settore!! Anzi per niente….le faccio una semplicissima domanda; Ha mai provato a brevettare un suo "congegno"?? Ha idea di che mondo ci sia dietro?? Sà cosè lo spionaggio industriale.
Se ci fosse qualche "congegno" che funziona con le energie rinnovabili/alternative può stare certo che Voi non lo saprete….sino al momento opportuno. Da persona "scafata" qualè dovrebbe immaginarlo!!!

SD

utente anonimo
Scritto il 12 novembre 2009 at 20:41

#38
la felicità ha a che fare con una vita condotta in armonia con la natura circostante (quella che la civiltà da te decantata ha deteriorato ad una velocità mai vista) e con la natura interna (che mal si concilia con i ritmi contemporanei)
per cui se cercate comodità e poco fatica questa è la civiltà che fa per voi se cercate la felicità dovete rivolgervi altrove.
comunque per notore che questa civiltà non dispensa molta felicità basta guardarsi attorno quotidianamente.
poi c’è anche chi è felice di farsi pippe razionaliste misurabili….poveri loro

utente anonimo
Scritto il 12 novembre 2009 at 22:54

In tempi come questi gli intellettuali dovrebbero seminare dubbi piuttosto che mietere certezze ! N. Bobbio.

Massimo

utente anonimo
Scritto il 12 novembre 2009 at 23:15

#43 – ANCHE SE NON SONO UN INTELLETTUALE –  non ti basta il dubbio che il pensiero dominante (il cuculo docet nonostante cerchi di edulcorarlo) ha qualcosa di profondamente perverso e prigioniero dei suoi stessi presupposti ed rassegnato a questa prigionia (cerca solo di aggiustare la mobilia della cella)…….questi sono dubbi ….non è forse che cerchi certezze e quando le vedi prendi paura   DUBBIO

utente anonimo
Scritto il 13 novembre 2009 at 00:30

per farvi un po ridere

http://www.la7.it/trasmissioni/video_dettaglio.asp?Trasm=victoria&video=31622&prop=adv

PORTELLO

utente anonimo
Scritto il 13 novembre 2009 at 00:30

per farvi un po ridere

http://www.la7.it/trasmissioni/video_dettaglio.asp?Trasm=victoria&video=31622&prop=adv

PORTELLO

utente anonimo
Scritto il 13 novembre 2009 at 00:30

per farvi un po ridere

http://www.la7.it/trasmissioni/video_dettaglio.asp?Trasm=victoria&video=31622&prop=adv

PORTELLO

utente anonimo
Scritto il 13 novembre 2009 at 00:30

per farvi un po ridere

http://www.la7.it/trasmissioni/video_dettaglio.asp?Trasm=victoria&video=31622&prop=adv

PORTELLO

utente anonimo
Scritto il 13 novembre 2009 at 01:45

vorrei rispondere a #23 e al #29. non c’è ovvio, un referendum da firmare. magari!! phitio, certo che bisognerebbe uscire subito da questa merdosa europa. è una trappola mortale. in più con lisbona ci hanno messo pure la pena di morte. hanno venduto il nostro paese, phitio, secondo te c’è da stare contenti??? io direi di no. bisognerebbe incazzarsi di brutto tutti quanti. ma il popolino mica se ne accorge di queste truffe. è come se ci avessero venduto la casa con noi dentro. e ancora non capisco come faccia la gente a non accorgersi di cosa è successo. prima quel bandito di prodi ha venduto l’italia, e ci ha fatto entrare forzatamente in maastricht senza neanche farci fare un referendum e votare. lo sapeva benissimo che avremmo votato NO! come hanno fatto i francesi e olandesi. poi è arrivato berlusca e che ha fatto? nulla!! ha lasciato correre. e quando non sanno rispondere che ti dicono? sentiteli bene alla tv questi pagliacci di politici. eehh l’europa ce lo impone. eehh i trattati europei ce lo impongono. ma cosa ci impongono? scusate la battutaccia, ma devo. ci impongono di prendere una bella supposta del diametro di 10 cm. e ancora il popolo non dice ahhhiii, che male! ma che ci vuole di più? una supposta da 20cm??? hanno venduto la costituziine italiana, non vi sembra una super mega vergogna? articolo 1. popolo sovrano, e vuol dire che NOI popolo abbiamo anche la sovranità monetaria. giusto?? ci hanno rubato il potere più grande che esista sulla faccia della terra. cioè lo stampare denaro. un potere più forte della bomba atomica. non vi pare? e noi tutti zitti come dei pirla. se leggi art. 105 di maastricht, vedrai bene che si prodigano bene nel dire che la sovranità monetaria se la paapano qeui ladroni della BCE. come mai? gli interessa cosi’ tanto? su ragazzi un pò di malizia, e lo capirete. ci hanno reso tutti schiavi, e noi ancora zitti. quindi è anche colpa nostra. phitio leggiti questo. http://www.disinformazione.it/maastricht.htm e anche questo. «La banca trae beneficio dall’interesse su tutta la moneta che crea dal nulla»
W. Paterson, fondatore nel 1694 della prima Banca Centrale al mondo, la Banca d’Inghilterra

è per questo che io insisto su 2 punti chiave. quindi amedeo e company ripeto le mie idee. bisogna fare “solo” 2 cose, ma sono potenti, ve lo garantisco. 1) non votare mai più. a marzo boicottate le votazioni, votate scheda nulla se proprio. cosi’ mandiamo un segnale forte ai politici. se invece di votare il 70% si arrivasse ad un 60% e magari 55%, sai che strizza x loro?? 2)ritirate tutti i vostri soldi dal conto corrente, posta, bot, btp, e altro. questa si’ che sarebbe una mazzata x i banchieri ladroni. poi volgio vedre come faranno a creare denaro dal nulla. guardate che le banche fondano il loro potere sulla vostra creduloneria. ed è x questo che negli utimi anni hanno fregato montagne di soldi al popolino ingenuo si, ma ignorante come una capra in materia economico/finanziaria. e lo sapte che il popolo è colpevole di non voler mai studiare nulla di come gira il proprio denaro in banca. sà tutto di calcio, grande fratello7bordello, isola dei coglioni e altro. tutta roba che non serve a nulla x il proprio futuro. sono degli irresposabili, e non hanno alcuna cura e rispetto del loro deanrao guadagnato faticosamente. cmq le banche se gli tirate via la linfs vitale, e ve lo ricordo ancora, sono soldi vostri, non loro, non possono fare nulla. quindi saltetrebbe anche questa europa dei burocrati e banchieri. e anche questi pazzi massoni che comandano il mondo, senza denaro possono solo farsi le pippe. suvvia gente, prendete coraggio. questa si’ che sarebbe una rivolta sotteranea, ma efficacissima. quinid concludendo, con soli 2 atti di volontà, la vostra, potete farew cose da giganti. e smettela di pensare all’interesse, che non c’è. bene vi saluto.

DORF

utente anonimo
Scritto il 13 novembre 2009 at 15:13

scusa DORF, ma è meglio l’euro con il cane da guardia di Trichet o era meglio la vecchia liretta  che si svalutava di continuo grazie ai nostri politici che allargavano sempre la spesa ? Poi avrai  senz’altro ragione  per ciò che dici, ma per un popolo incapace di autogovernarsi come il nostro, cedere una parte della nostra sovranità all’Europa  è forse il male minore.

utente anonimo
Scritto il 13 novembre 2009 at 15:38

cari "sfortunati", oggi mi sento molto buono e non voglio offendere nessuno, ne raccogliere e/o fomentare provocazioni, voglio solo fare qualce piccola precisazione sul mercato borsistico.

1) Il mercato borsistico mondiale quota una piccola percentuale delle aziende mondiali.
2) di queste mediamente viene realemnte scambiato solo una piccola percentuale (flottante), in quanto le quote di rielievo delle aziende normalmente e’ in mano a scoi stabili
3) anche quando si sente parla che una certa azione ha scambiato in una giornata un elevata percentuale, non s’ignifica nulla.
4) il mercato azionario rispetto ai mercato obbligazionari rappresenta una piccolissima realtà per non parla poi del mercato delle valute, meglio noto come forex.

nella sostanza il mercato e’ molto piccolo e altamente MANOVRABILE, io nelle mie asserzioni non dico che il mercato non lo è, dico che Mazzalai sostiene che di non avere centrato le previsioni perchè qualcuno manipola!!!!  E NO!!, IL MERCATO E’ SEMPRE MANIPOLATO!!!!!, solo che per parlare di mercati azionari bisogna sapere e conoscere i meccanismi che regolano le manipolazioni.
SE IL MAZZALAI NON AZZECCA E’ SOLO PERCHE’ PARLA DI COSE CHE NON CONOSCE.
I movimenti dei mercati non sono legati alle freggnacce che vi raccontate l’un l’altro, siete fuori dal mondo, GLI SQUILIBRI FINANZIARI CI SONO DA SEMPRE E CONTINUERANNO AD ESISTERE, la piremide del debito esiste da sempre, le monete vengono sballottate inflazionate e deflazionate da sempre e le bole continueranno a crearsi ed a scoppiare.
la logica che guida il mercato è la logica del PROFITTO, continuerà nei secoli, guida il mondo dalle sue origini, poi ci sono persone che non ci si adattano solo perchè non ci riescono e fanno filosofia ed etica, ma qui ritorniamo alla storia del "comunista" che non è il caso di ripetere.
Le logiche bisogna conoscerle e non bisogna ascoltere NESSUNO, NE I CATASTROFISTI ALLA MAZZALAI NE GLI IMBONITORI, bisogna sapere investire il denaro e farlo fruttare.

sperando di fare  cosa gradita, tolgo il disturbo e per la gioia di molti  cercherò di tornare il più tardi possibile

Vi saluto.

il dispensatore di verità

utente anonimo
Scritto il 13 novembre 2009 at 17:21

dispensatore for ever !

Scritto il 13 novembre 2009 at 18:31

 caro dispensatore ………..di nullità

non hai ancora capito che qui di sfortunati non ce ne sono?

sei sempre in tempo per cambiare………potresti trovare degli amici
e troveresti ………"un tesoro"  
capitale migliore non c’è ed è a costo zero ………….o meglio il costo per te sarebbe solo un "bagno di umiltà"

caro Marco, come Valentina, anch’io condivido ogni singola parola da te espressa e spero di incontrarti ad Assisi unitamente ai tanti amici che si percepiscono su questo blog.

Buona serata a tutti ed un GRAZIE  al Capitano 

utente anonimo
Scritto il 16 novembre 2009 at 11:58

Caro dispensatore, in effetti è vero che la borsa è solo un piccolo straccetto pubblicitario delle economie reali, spesso usato per fare propaganda politico-finanziaria.

Ineffetti è vero che il problema è partito dall’economia sosttostante, e si è propagato ad una finanza oramai estesa oltre ogni limite possibile ed immaginabile.

"Bolle ce ne sono sempre state" è una affermazione mezza vera e mezza falsa. Nel senso che si riferiscono solo a scenari economici legati ad un certo periodo della storia umana (grosso modo, 500 anni) segnati da una crescita costante e progressiva dell’afflusso di energia primaria e materie prime nel sistema.

Potresti provare a fare qualche previsione macro-macro-economica in cui questo afflusso sia strutturalmente in declino? TI do un suggerimento: in questo scenario, il trend economico è negativo sul lungo periodo (dico almeno 100 anni).

La mia tesi è che abbiamo toccato uno dei limiti fondamentali della crescita del nostro sistema , e non c’e’ modo di aggirarlo.

Saluti
Phitio

SOSTIENI ICEBERGFINANZA
Segui IcebergFinanza su
http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/
SOSTIENI IL NOSTRO VIAGGIO
IL NOSTRO LIBRO clicca qui
REVOLVERSMAPS

ICEBERGFINANZA NEL MONDO

Articolo dal Network
Avrete avuto modo ieri di vedere il post sulle aspettative di crescita economica redatte dal Con
Ftse Mib. Dopo aver rotto con volatilità la trend line rialzista che ha accompagnato i corsi da me
Queste le movimentazioni monetarie. Sulle Mibofuture stabili e chiusura della componente call da 20
Vi propongo alcuni dei grafici più interessanti che ho trovato nelle ultime 24 ore in rete, gra
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) [ u
Lasciamo da parte i mercati finanziari. Tanto ormai spero sia chiaro a tutti quali siano le dina
Ftse Mib. Dopo aver rotto con volatilità la trend line rialzista che ha accompagnato i corsi da me
Come abbiamo visto nel fine settimana i rendimenti americani hanno rotto livelli importantissimi
L' Argentina evita il default: trovato l'accordo con i creditori. Anche se è presto per cambiar
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) [ u