RITORNO AL PASSATO!

Scritto il alle 23:47 da icebergfinanza

Confesso che fa un certo effetto ascoltare Robert Shiller, uno dei massimi esperti di dinamiche del mercato immobiliare sussurare queste parole:

" The slowing rate of decline in home prices is likely to continue but the housing market is "still in an abysmal situation," says Robert Shiller, a professor of economics at Yale. The co-creator of the S&P Case-Shiller Index, which tracks national housing prices, says the housing market could "languish for many years," due to the "huge inventory" of unsold holds, "shadow inventory" of homes kept off the market by banks and other potential sellers, and "a lot of financial problems." yahoo_finance

….tradotto e semplificato significa che dobbiamo aspettarci una nuova bolla nel mercato immobiliare, una volta ridimensionato l’inventario di case invendute, unitamente ad una dinamica contemporanea che Shiller definisce " abissale " pur nel rallentamento del tasso di declino del valore degli immobili.

Il mercato immobiliare potrebbe " languire " per molti anni a causa del cosidetto " shadow inventory " di abitazioni invendute, l’inventario ombra, ovvero quelle abitazioni che vengono tenute fuori dal mercato dalle banche e da altri potenziali venditori.

Un paio di mesi fa sul San Francisco Cronicle è apparsa la dichiarazione del vice presidente di Realty Trac che condivideva la convinzione che circa 600.000 proprietà recuperate dalle banche in seguito ai pignoramenti, non sono mai state immesse nel mercato.

Ci sono dinamiche in questa crisi immobiliare americana assolutamente inedite, mai sperimentate in passato, dinamiche che oltre che a mostrare un alto grado di correlazione con la finanza, evidenziano l’incredibile legame che esisteva tra la sensazione di ricchezza di un paese e il suo patrimonio immobiliare, dinamiche che propendono per un futuro assolutamente da scoprire.

Calculatedrisk è da sempre il nostro faro in questa tempesta immobiliare, una sorte di vedetta in zona, che ci avverte di come via WSJ per il terzo mese consecutivo gli option adjustable-rate mortgages stanno generando proporzionalmente molte più foreclosures, molti più pignoramenti che il fenomeno subprime……

For the third straight month, option adjustable-rate mortgages are generating proportionally more delinquencies and foreclosures than subprime mortgages (…) As of April, 36.9% of Pick-A-Pay loans were at least 60 days past due, while 19% were in foreclosure, according to data from First American CoreLogic, a unit of Santa Ana, Calif.-based First American Corp. In contrast, 33.9% of subprime loans were delinquent, with 14.5% of those loans in foreclosure, the figures show.

Che si tratti di Santa Ana California piùttosto che di qualche altra contea o stato americano, conta relativamente, questa è una dinamica con la quale dovremmo fare i conti prima di fine anno!

Inoltre il lavoro di alcuni economisti della Fed di Boston ci dice che le banche si comportano in maniera razionale e che considerando i costi complessivi per permettere al mutuatario di restare nella sua abitazione, spesso il pignoramento è l’alternativa meno costosa.

Secondo questi ricercatori, in questa situazione, seguendo la dinamica dell’economia reale è tempo sprecato qualsiasi rinegoziazione del mutuo nel 30 /40 % dei casi coloro che hanno ottenuto una rinegoziazione o proroga del mutuo cadono nuovamente in default.

Mentre si discute negli ambienti accademici sulla dimensione ed utilità dello stimolo del governo Obama e dell’opportunità di introdurne un’altro di altrettante dimensioni, il centro di "gravità" permanente, ovvero il mercato immobiliare, viene lasciato alla deriva.

Un’unica buona notizia che proviene dai titoli a lungo termine, quella tendenza ossessiva che aveva portato il mercato a spingere i rendimenti a lungo termine ( 10 anni ) vicini alle soglie del 4 %, sinonimo di aspettative inflazionistiche e default governativi, figlie di un rifiuto della realtà, ovvero di una deflazione che ancora oggi le banche centrali si ostinano a chiamare disinflazione o inflazione negativa, quando nella peggiore delle ipotesi, ovvero di fronte ad una strepitosa improbabile ripresa, saranno costrette a far volare i tassi e aspirare all’improvviso l’oceano di liquidità messo a disposizione dell’economia, ma sequestrato dalla paura e dalla speculazione, liquidità congelata che non ha mai raggiunto realmente l’economia reale, ovvero le imprese e le famiglie, anche perchè il cavallo non ha nessuna intenzione di bere come prima.

Il rintracciamento del 50 % di tutta la salita, figlia della smania inflativa è più che un segnale positivo per il mercato immobiliare.

Nel contesto che andremo ad esplorare magari centra poco, ma c’è un sassolino che prima di proseguire, devo togliermi di torno.

Caro ministro Tremonti, non vorrei entrare nei dettagli dei "dieci comandamenti" del cosidetto "Global Legal Standard" una sorta di codice etico mondiale, dove la buona volontà spesso sostituisce la coerenza, tra superamento del segreto bancario e lotta all’evasione e all’elusione fiscale e buoni intenzioni qua e la, ma sempre più spesso in Italia, spunta il condono di turno che leva il medico di torno.

Tornando al nostro orizzonte queste sono le parole del maggiore consigliere economico di Obama, futuro candidato alla carica di governatore della Federal Reserve, un po come i salti di vento che talvolta si alternano all’interno di una regata…. 

Un’ inaspettata ammissione di uno dei più autorevoli esponenti dell’ amministrazione Obama potrebbe scuotere domani le Borse. Lawrence Summers (nella foto), il consigliere economico del Presidente, non ritiene che l’ America abbia superato la crisi finanziaria ed economica. «Il peggio non è ancora passato – ha detto in un’ intervista al Financial Times -. «Verranno perduti altri posti di lavoro, non sarei sorpreso se il calo del Pil, il prodotto interno lordo, non avesse ancora toccato il fondo». Ma, ha aggiunto Summers, c’ è una nota positiva: «Ho la sensazione che il panico sui mercati sia diminuito e che la situazione non sia più fuori controllo come alcuni mesi fa». Il consigliere di Obama, ministro del Tesoro nel governo Clinton, ha però smentito che l’ America sia nelle stesse condizioni della Russia del 1988: «La Russia perdette la fiducia degli altri Paesi, l’ America non l’ ha perduta, è come il Giappone dopo la sua bolla negli Anni novanta». Gradualmente, l’ economia americana si riprenderà: «Sarà un’ economia diversa, più orientata alle esportazioni che ai consumi interni, alla tutela del clima e dell’ ambiente che all’ energia tradizionale come il petrolio, e al benessere della popolazione anziché quello dell’ élite». Ennio Caretto Corriere della Sera.

A proposito di speculazione, aspettatevi in giornata risultati strepitosi e strabilianti da parte di Goldman Sachs, privata della cosidetta "pietra filosofale" o dell’esoterico " codice da Vinci " se vogliamo usare un po di fantasia.  

Si tratta di una serie di codici che nelle leggende metropolitane che si andranno a creare dopo il furto dei codici dello spaziale sistema di trading che disintegra l’unità di spazio sotto il secondo alla ricerca delle occasioni e speculazioni infinitesimali, lascia aperta la fantasia ad ogni tipo di interpretazione di una sorta di restaurazione, di "business as usual" di ritorno al passato, ai vecchi sistemi che cercano di far dimenticare il più in fretta possibile quanto è accaduto in questo oscuro medioevo finanziario.

Proprio mentre riparte l’idea del grande aspiratore governativo di titoli tossici, se cosi si possono chiamare queste demenziali figli della finanza deviata, che vede la defezione improvvisa del gigante obbligazionario PIMCO Nove gestori_in_campo_Sole24Ore le cartolarizzazioni, virus per eccellenza che ha contribuito alla difusione della crisi sono più attive che mai in passato….

MILANO, 13 luglio (Reuters) – Con il mercato pubblico delle cartolarizzazioni ancora paralizzato dalla crisi finanziaria, lo scorso anno i principali gruppi bancari italiani hanno triplicato le cessioni di attivi oggetto di operazioni di securitisation, portandole a 120 miliardi di euro da 40 miliardi nel 2007. (…) Le cessioni hanno riguardato in maniera predominante mutui e crediti commerciali, scrive la Consob. Tra gli attivi cartolarizzati, tuttavia, anche canoni di leasing e crediti al consumo.(…) Una volta cartolarizzati e riacquistati dagli stessi ‘originator’, questi attivi consentono alle banche di ottenere liquidità dalla Banca centrale europea che, in aste a breve e lungo termine, offre agli istituti fondi in cambio di titoli. ( reuters )

Sia ben chiaro, nulla da eccepire ad una "sana" e sostenibile cartolarizzazione, ma conoscendo il mostro, credo che il lupo perda il pelo ma non il vizio di nascondervi qualche sorpresa, che sino ad oggi nella paralisi totale è stata presa in carico dalle banche centrali che hanno riempito i loro depositi "immacolati" scambiando sostanze tossiche con liquidità pura, titoli governativi.

Morgan Stanley ma non solo, anche Goldman Sachs torna attiva nel settore, festeggiano il ritorno alla normalità battezzando un nuovo CDO ( collateralized debt obligation ) questo pargoletto simbola di una speranza mai perduta……

July 8 (Bloomberg) — Morgan Stanley plans to repackage a downgraded collateralized debt obligation backed by leveraged loans into new securities with AAA ratings in the first transaction of its kind, said two people familiar with the sale.

……si perchè qualcuno aveva gettato anche il bambino assieme ai pannoloni sporchi, ma ora è possibile reimpacchettarlo e consegnarlo nuovo, con un nuovo rating di affidabilità….

Morgan Stanley is selling $87.1 million of securities that it expects to receive top AAA ratings and $42.9 million of notes graded Baa2, the second-lowest investment grade by Moody’s Investors Service, according to marketing documents obtained by Bloomberg News. The bonds were created from Greywolf CLO I Ltd., a CDO arranged in January 2007 by Goldman Sachs Group Inc. and managed by Greywolf Capital Management LP, an investment firm based in Purchase, New York. Bloomberg

Come sussurra il nostro caro compagno di viaggio Raffaele Mascetra, i derivati venduti oggi, chissà che non siano i salvataggi del futuro, come testimonia questo video su YOUTUBE.

In fondo salvataggio su salvataggio chissà che un giorno non si debba all’improvviso salvare la Federal Reserve ( ……sia ben chiaro le sue tipografie sono onnipotenti possono stampare quanta moneta o inflazione che si voglia……) ma come ci racconta un nostro amico Marco, riprendendo una segnalazione da parte di una sua amica che lavora a Fitch una delle tre principali agenzie di rating, questo video YOUTUBE è un’lteriore testimonianza che non si sa più quali pesci pigliare.

Se qualche amico di Icebergfinanza avesse tempo o voglia di tradurre questi due documenti nel forum, farebbe un gradito servizio a tutta la ciurma.

Checchè si tratti di tornare alla vecchia speculazione o in alternativa alla vecchia trasformazione, le vecchie abitudini rimangono, ecco perchè come dice Onado sul Sole 24 Ore parlando di fantasia e creatività contabile, che si tratti di titoli o di bad bank, piuttosto che di metodologia "fair value" o " made in soggettività " …

(…) La Commissione europea ha fatto proprio il rapporto de Larosière per il rafforzamento (almeno sulla carta) della supervisione europea e ha raccomandato fin da marzo misure atte a liberare le banche dalle attività tossiche che rappresentano uno degli ostacoli principali al ritorno alla normalità, quindi anche al ripristino dei flussi di finanziamento all’economia. Ma il motto dei governi sembra quello manzoniano «adelante Pedro si puedes», perché le iniziative nazionali appaiono sempre più in contrasto con le ambizioni europee. L’ultima dimostrazione sembra la decisione, proprio della Germania, di consentire a ciascuna banca di costituire una propria bad bank, per di più a condizioni particolarmente favorevoli proprio nel trattamento delle toxic assets (…) Iniziative di questo genere richiamano sinistramente l’esperienza giapponese delle zombie banks, mostri creati da regolatori e politici troppo indulgenti, che furono una delle cause principali della lunga stagnazione del gigante asiatico.

Uhmmmm che ne dite, ci trasferiamo in Giappone, per analizzare e sviscerare quanto è successo nella "lost decade" che piano, piano silenziosamente si sta trasformando in un ventennio perduto!

(…) I politici, cui piace seguire le linee di minor resistenza, sono tentati dall’idea di lasciare , che le banche tornino gradualmente alla normalità. Nulla di più facile nelle condizioni attuali, in cui viene fornita liquidità a piene mani e a tassi da saldo. L’ultimo esempio sono i 442 miliardi di euro concessi dalla Bce all’  per cento. Il fatto è che in questo modo si favoriscono soprattutto operazioni di facile guadagno sugli investimenti delle banche in titoli di stato (non sgraditi, visto il dilatarsi dei deficit pubblici) oppure in operazioni speculative rischiose, esattamente uguali a quelle che hanno determinato la crisi. In ogni caso, la situazione del credito alla produzione rischia di non migliorare: rischiamo di assistere al remake del film dell’orrore proiettato sugli schermi giapponesi apartire dall’inizio degli anni Novanta.

Per il momento godiamoci lo spettacolo che si proietta nelle sale delle trimestrali della corporate americana, sarà che questa crisi mi ha reso diffidente, ma conosco già il film che verrà proiettato, per soddisfare i critici in sala, critici che non hanno saputo comprendere nulla del passato, del presente e ( update ) che non riescono ad intravvedere una virgola del futuro. A dimenticavo, mettetevi comodi , questa è una crisi epocale un lungo film che durerà ben oltre quello che chiunque è in grado di immaginare.

Per sostenere ICEBERGFINANZA clicca qui sotto

Non solo e sempre economia e finanza, ma anche alternative reali da scoprire e ricercare insieme cliccando qui sotto in ……….

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)
55 commenti Commenta
utente anonimo
Scritto il 14 luglio 2009 at 07:52

BORSE: Per Jp Morgan l’Europa è meglio di WallStreet
Meglio l´Europa che gli Stati Uniti. Con un giudizio secco gli analisti di Jp Morgan invitano gli investitori a puntare sul mercato azionario europeo piuttosto che sugli Usa, sulla base di tre considerazioni:

1) Le valutazioni medie dei titoli europei sono vicine ai record minimi nel confronto con quelli americani: nel rapporto prezzo/utili l´Europa evidenzia uno sconto del 35% rispetto a Wall Street; lo sconto è del 30% sul rapporto price/book (prezzo/patrimonio) e ha un premio del 2,1% a livello di dividend yield.

2) Il rapporto Ebit/Ricavi e il Roe delle società europee è cresciuto a livelli superiori rispetto alle società americane dello stesso settore.

3) Gli investitori potrebbero decidere di alleggerire la presenza sul mercato Usa facendo confluire il denaro in Europa. Un movimento contrario rispetto a quanto è successo negli ultimi due anni, quando i titoli americani sono stati preferiti perché considerati più sicuri.

La raccomandazione di JP Morgan è decisa ma anche selettiva: Europa sì, ma attenzione alla Gran Bretagna, perché è decisamente meglio l´Eurozona che ha una volatilità valutaria minore rispetto alla sterlina.

Per investire in azioni, il mercato europeo preferito da Jp Morgan è la Germania, la cui performance sarà guidata dalle auto, dall´acciaio, e dai chimici.

………..
Grande Capitano ! veramente ridicola la figura di questi signori made in USA da te linkati su youtube:
http://www.youtube.com/watch?v=WccPO-lkK8I

e

http://www.youtube.com/watch?v=cJqM2tFOxLQ&feature=channel

andranno via con molti soldi e poche responsabilità.

AP

utente anonimo
Scritto il 14 luglio 2009 at 08:00

Se poi ci aggiungiamo i metodi tradizionali di “manovra” come i consigli per gli acquisti della Meredith Withney (ex-catastrofista quindi iper-credibile quando è ottimista…) secondo cui BofA sarebbe il bancario più a buon mercato degli USA..allora BofA alza il giudizio su Goldman…Goldman alza il giudizio su BofA che a sua volta lo alza su Citì, che quindi lo alza su Goldman che allora lo alza su….insomma ci siamo capiti…

AP

utente anonimo
Scritto il 14 luglio 2009 at 08:22

(ANSA) – CHATELLERAULT (FRANCIA), 12 LUG – Gli operai di una fabbrica di componentistica di auto in fallimento minacciano di far saltare il loro impianto.L’azione sarebbe messa in atto se i 366 operai della New Fabris di Chatellerault non otterranno da PSA Peugeot Citroën e Renault 30.000 euro di indennita’ ciascuno. Lo ha reso noto un sindacalista. Gli operai dicono di avere posto bombole di gas in varie parti della fabbrica e di essere pronti a far saltare tutto se entro fine mese non ci sara’ un accordo.

utente anonimo
Scritto il 14 luglio 2009 at 09:41

L’INFINITA COMMEDIA

Potrei dire un eresia, ma l’aver nascosto l’immondizia soto il tappeto non servirà èra meglio avere una crisi secca con un unico solo grande schock!
Prima o poi la gente comincerà a fare i conti, qualcuno dovrà spiegargli perchè i debiti pubblici dei loro paesi sono alle stelle.
Poi gli dovranno spiegare perchè quasi tutti i manager sono ancora al loro posto.

-IL Compasso-

utente anonimo
Scritto il 14 luglio 2009 at 09:47

ma quando un politico, uomo delle istituzioni fa delle domande precise a chi dovrebbe essere l’ addetta alla vigilanza e al controllo della banca centrale americana e questa non sa o non vuole rispondere…che senso ha ancora di fidarsi di questo sistema…purtroppo siamo costretti…anche perche’ se saltassero le banche centrali cosa succederebbe?

PORTELLO

utente anonimo
Scritto il 14 luglio 2009 at 09:52

intanto la borsa sale…

mi ricorda una canzone che gli sballati in discoteca cantavano

sale sale..e non fa male

mi sa che come loro anche tutti quelli che credono nella ripresa si faranno male quando cadranno dalle loro certezze

PORTELLO

utente anonimo
Scritto il 14 luglio 2009 at 10:03

Ma che saltino in aria insieme alla fabbrica.
Criminali.

utente anonimo
Scritto il 14 luglio 2009 at 13:00

Per #7

Sì, adesso sono i ciminali sono gli operai senza stipendio e senza più lavoro, bella questa !!!

Cambiando discorso, c’è chi in giro vende ancora elisir di eterna giovinezza e vede profitti stellari (per non dire astronomici) nel prossimo luminoso imminente futuro delle borse:

http://it.biz.yahoo.com/14072009/92/42-anni-crescita-dividendo-buy-degli-analisti.html

Ma questa gente non ha proprio nessun ritegno (e pensare che poi la gente ci casca davvero), imbonitori della peggior specie …
Wanna Marchi era una dilettante al confronto !!!

Ciao ciao

Hunter76Lima

utente anonimo
Scritto il 14 luglio 2009 at 13:47

Oggigiorno parlando con le persone tutte ti dicono che la crisi sta per finire, abbiamo toccato il fondo; io penso sia la paura che all’inizio ti porta anon vedere ed ad illuderti che sta cambiando…. più avanti quando si accorgeranno che non è così scoppierà il panico…. Spero così divideremo questo territorio, solo allora cambieranno le cose.
Gianni Z.

utente anonimo
Scritto il 14 luglio 2009 at 13:50

Scusate… ma Mazzalai capisco l’usa e getta , ma guardare all’atomica terdesca?Saluti.Gianni

utente anonimo
Scritto il 14 luglio 2009 at 15:18

Mentre il mondo si accartoccia, lo scenario economico langue, e la gente perde il lavoro Goldman annuncia 3.9 blns di profitti sul quarter, Prop Trading + 93% YOY e + 51% sul quarter precedente, mentre + 28% sui derivati, chissa’ perche’ oggi il capitano mette in evidenza l’intervista al tesoro americano che non riesce a rispondere alla domanda insistente e ripetuta: ma i derivati emessi ora possiamo garantire che non verranno pagati dai contribuenti?

Piu’ che Goldman Sachs io direi Goldman Sex e anche del piu’ perverso.

il Fringuello

utente anonimo
Scritto il 14 luglio 2009 at 15:32

MALEDETTO FERRAGOSTO

Potrebbe essere il titolo di un giallo, oppure il modo in cui racconteranno la storia.
Sta di fatto che in questo momento al mondo ci sono una decina di stati sull’orlo del baratro, molti senza aiuti non vedranno settembre.
Il FMI la FED e la BCE stanno facendo di tutto per evitare che si inneschi un effetto a catena.
In questo momento ci sono troppe cose che non quadrano rispetto alle notizie rassicuranti che circolano, la sensazione è che il terzo trimestre potrebbe essere molto negativo e il quarto ancora peggio.
Ma la cosa imprevedibile sono gli effetti degli scandali che potrebbero scoppiare, se salta definitivamente la fiducia nel sistema è la fine, sarà il panico.

-IL Compasso-

utente anonimo
Scritto il 14 luglio 2009 at 16:53

Non voglio spaccare il capello in due ma essendo alla fine del post credo sia importante:

“critici che non hanno saputo comprendere nulla del passato, del presente e che non vedono un virgola oltre il futuro”

Forse il Capitano intendeva “oltre il presente” (di allora)

utente anonimo
Scritto il 14 luglio 2009 at 18:43

SUMMERS :
Gradualmente, l’ economia americana si riprenderà: «Sarà un’ economia diversa, più orientata alle esportazioni che ai consumi interni, alla tutela del clima e dell’ ambiente che all’ energia tradizionale come il petrolio, e al benessere della popolazione anziché quello dell’ élite». Ennio Caretto Corriere della Sera.

ma a ki esportano ????
ki mai potrà consumare tanto come gli americani ?

boh !

maat

utente anonimo
Scritto il 14 luglio 2009 at 19:10

Si certo, all’improvviso si scoprono esportatori, rispettosi dell’ambiente e paladini dei poveracci, intanto hanno mandato x strada 10 milioni di persone, mentre le banche continuano a macinare profitti record, come dice un amico sara’ meglio che non lo dicano troppo in giro e con vanto che stanno facendo tutti questi soldi, grazie agli aiuti a pioggia del contribuente che di giorno in giorno continua a temere la perdita del posto di lavoro e continua a risparmiare dollari che perdono pian piano ( e neanche tanto) potere d’acquisto.

ma va bene, va tutto bene… scscscscscscsc silenzio…

il Fringuello

utente anonimo
Scritto il 14 luglio 2009 at 19:30

Ma… si sono criminali…

Se la ditta sta saltando che diritto ho io a pretendere uno stipendio???

Siamo troppo viziati e solo purtroppo la guerra potra ripulire il mondo…
speriamo di no.

Crisalide.

utente anonimo
Scritto il 14 luglio 2009 at 20:04

Debito US !
Scusate chiedo un aiuto, dal sito:

http://www.usdebtclock.org/

mi pare di capire che il debito US sia al 148% del GDP ? E’ possibile ?
Saluti
Massimo

utente anonimo
Scritto il 14 luglio 2009 at 21:13

Montecrist

Secondo me Michael Duglas ha anticipato un pò troppo a fare su Wall street 2,pensa che il fondo già è stato toccato o forse dovrà fare subito dopo anche Wall street 3?

utente anonimo
Scritto il 14 luglio 2009 at 23:56

come dice il vostro caro benetazzo: la banca, il vostro peggior nemico. beh facciamoli morire no, sti banchieri! è facile. intanto diamo una sistematina ai politici, camerieri dei banchieri. 1) popolo, basta andare a votare. scheda nulla se proprio. cosi’ diamo una durissima lezione a queste merde di politici. ci hanno venduto allo straniero. e in più hanno pure firmato quella pazzia del trattato di lisbona. non abbiamo più la sovranità monetaria, e neanche quella alimentare. siamo i servi di trichet. dei ladroni usurai della BCE. 2) domattina andate in banca e tirate sù tutti i vostri soldi. sempre chè ci siano ancora. ahh effettivi dentro tutte le nostre amate banchette, comprese quelle finto etiche, crediti cooperativi, c’è solo il 3-4% di denaro liquido effettivo. poi c’è il nulla, fuffa. c’è solo la creduloneria della gente che “crede” ci siano ancora i loro soldini ma non ci sono. quindi, affrettatevi a tirar sù i vostri soldi. i primi che arrivano potranno riscattarli, gli altri no! bastan solo il 3% dei correntisti di una banca (e questo vale x tutte), per far saltare il banco. chiedetevi: ma perchè non ci dovrebbero essere i soldi di tutti? del 100% dei correntisti? beh non ci sono , ve li hanno fottuti. ci hanno fatto miliardi di giochetti. con la mega truffa della riserva frazionaria, hanno fatto finta di creare denaro per ben 50 volte più di quello che hanno in cassa. è il turbocapitalismo baby. vi piace? non vi piace? sta a voi popolo cambiare tutto. il potere ce l’avete tra le mani, ma non lo sapete, e non lo usate. distruggiamo questi usurai, in poche ore. senza versare sangue. i soldi sono i miei o no? quindi tu me li dai di ritorno. e nascondeteveli bene bene bene in casa. che vi serviranno nell’imminente futuro. bye Dorf

utente anonimo
Scritto il 15 luglio 2009 at 00:54

X 19 Dorf, devi essere proprio in bolletta per parlare in questo modo,se sei un giovane datti da fare, divertiti anche lavorando ad una certa eta’ capirai che per sopravvivere avrai bisogno anche della carta formata di assegni assegni circolari con i quale se potrai comprerai quello che vuoi compreso la monete d,oro.

utente anonimo
Scritto il 15 luglio 2009 at 01:14

il futuro non da’ spazio per chi ha fatto il passo piu’ lungo della gamb a rincorrendo ambizioni non alla portata di tutti.A mio avviso la situazione italiana resta in equilibrio grazie al poco debito rispetto al capitale che tante famiglie parsimoniose sono riuscite in decenni di lavoro e sacrifici a mantenere.Sono perplesso e non penso che il valore delle case in Italia scenda in un modo pauroso sopratutto quelle in zone strategiche e poi provate a chiamare un muratore o un idraulico,sarete costretti ad accettare i loro costi se volete rimediare ai guasti o fare una nuova costruzione,dovrebbe dominare la miseria sulla ricchezza per diversi anni e questo per il bene di tutti e’ meglio che non si avvera.

utente anonimo
Scritto il 15 luglio 2009 at 01:18

anonimo #20 potresti almeno firmarti. direi che sono più vecchio di te. ne ho fatti di lavori sul groppone. bolletta? non ancora. ma se manca il lavoro è facile arrivarci. ahh tu pensi che i tuoi cari assegnucci siano coperti? si caro, dal nulla. le banche sono tutte tecnicamente falllite. pensi forse che dietro a tutti quei pagherò ci sian soldi veri? beh allora tu vaneggi. ma quale oro? chi se ne frega! forse quello di fort knocks? prova a chiedere a RON PAUL che ti dice. me ne frego dell’oro e della carta igienica che ti dicono sia denaro. il controvalore è dato dal sudore del lavoro del’uomo e basta. studiati AURITI e capirai quello che dico. vai a chiedere agli economisti marco saba, ma soprattutto al grande nino galloni che ti dice sui tuoi cari assegni, e sul denaro creato dal nulla. ma il più onersto di tutti resta sempre giacinto auriti. vai vedere sulla rete su di lui. ti si apre un mondo. sennnò vai sul suo sito. qui. http://www.simec.org ciao DORF

utente anonimo
Scritto il 15 luglio 2009 at 01:27

cosa? km.di analisi per operare in borsa non servono a niente.
Si acquista quando sale e si vende prima che scenda.Tutto qui,basta saperlo fare.

utente anonimo
Scritto il 15 luglio 2009 at 01:33

Dorf da Auriti a Benettazzo ?

Dalla padella alla brace!!!

Auguri

Crisalide.

utente anonimo
Scritto il 15 luglio 2009 at 01:36

Pero stavolta Dorf condivido il tuo discorso.
Io in banca lascio solo il minimo indispensabile, il resto in oro e investimenti, azioni aurifere e ansaldo..

Scheda bianca e non votat piu, e ritirate i soldi cosi le facciamo schiattare queste schifo di banche e politici.

Crisalide.

utente anonimo
Scritto il 15 luglio 2009 at 01:51

gentile dorf,io non voglio criticare la tua idea di massima ma purtroppo siamo nel 2009 e non penso proprio che si realizzi tutto quello che di mostruoso potrebbe avvenire,dovrebbe esserci se ci fosse in arrivo la fine del mondo e allora tutto vale niente.L’altro giorno ho aiutato mia figlia a prendersi casa e al momento dell’atto il fornitore ha preteso un bel assegno circolare.DEVI STARE ATTENTO a non spargere panico sul sentito dire ,Auriti compreso,di acqua sotto il ponte ne abbiamo vista passare tanta, pulita e sporca e purtroppo non spetta a noi depurarla ,non ne siamo all’altezza.Siamo costretti a cavalcare questo periodo sperando in piu’ chiarezza e onesta’ di chi ci governa,banche comprese.Viva LItalia e gli italiani.Un saluto a tutti .Benito

utente anonimo
Scritto il 15 luglio 2009 at 02:15

X 25,CRISALIDE,scendi dal trono perche’ fra tre anni il tuo oro fara’ la fine dei brillanti con una flessione del 40% potrai godertelo lustrandoti gli occhi ,siamo in piena speculazione e i tuoi investimenti saranno talmente tartassati su valori che il mercato non da’.E’ finita la pacchia ,ti conviene se hai troppo partecipare con chi ha bisogno ,ne potrai beneficiare tramite un sorriso.saluti,Benito.

utente anonimo
Scritto il 15 luglio 2009 at 03:21

Finalmente è Arrivato Benito, colui che conosce finanche il futuro.

Del mio oro ne faccio quello che voglio, compreso il venderlo tra un annetto.

Crisalide

utente anonimo
Scritto il 15 luglio 2009 at 08:35

per 17

visto che nessuno ti risponde … per il gdp devi aspettare la fine dell’anno … è un work in progress quello è il gdp calcolato da inizio anno a oggi 15 luglio
Luca

utente anonimo
Scritto il 15 luglio 2009 at 09:31

FIDUCIA
Non vi è dubbio che i soldi depositati in banca non ci sono più:
sono stati impiegati in prestiti, investimenti e speculazioni.
Il ns. sistema finanziario non è più basato nè sull’oro, nè sulle riserve (3% !) ma SOLAMENTE sulla fiducia e su questo credo che nessuno può ribattere.
Per quanto riguarda le borse, la corsa dell’orso dovrebbe essere ormai al termine ed in autunno ne avremo la conferma o la improbabile smentita.
7+

utente anonimo
Scritto il 15 luglio 2009 at 10:05

GOLDMAN S.
L’utile record trimestrale è dovuto per 3/4 all’attività di trading.
Sono stati accantonati 6,6 mld per i bonus e 2,7 per i dividendi.
Il monte premi totale annuale è stimato a 20 mld, ecco spiegata la fretta di restituire i soldi del perstito governativo (per poter distibuire i bonus) e di far ripartire borse e materie prime senza attendere i fondamentali dell’economia.
Tutto come prima od anche peggio di prima.
Il potere (e lo si è visto con le misure di salvataggio e di “pulizia” dei titoli tossici) è saldamente in mano ai finanzieri di Wall street.
7+

utente anonimo
Scritto il 15 luglio 2009 at 10:38

(ANSA) – TOKYO, 15 LUG – La Bank of Japan (BoJ) ha tenuto fermi allo 0,1% i tassi d’interesse, al termine della riunione del board di politica monetaria. Il BoJ ha deciso di estendere la durata di alcune misure: prolungata di tre mesi, dal 30 ottobre al primo febbraio 2009, l’attivita’ di finanziamento in dollari, mentre le procedure d’urgenza di acquisto di corporate bond e commercial paper da istituzioni finanziarie e i programmi di finanziamento termineranno il 31 dicembre invece del 30 settembre.

15 Lug 10:05

utente anonimo
Scritto il 15 luglio 2009 at 10:57

Beh, Mi adeguo all’economic jargon: le cose andranno bene l’anno prossimo, se non andrà diversamente”.

Grazie al %&£%&

Cari marinai, qui si sta cercando di ricostruire la fiducia, e lo si sta facendo a qualunque costo. NOn hanno morale o etica, se ce l’avevano l’hanno persa in gioventu’.

La strada tracciata parla di sempre piu’ grosse illusioni per coprire lo sfacelo progressivo. Come i drogati terminali, dosi sempre più forti di droga, fino al collasso sistemico, irrecuperabile e irreversibile.
Poi la Realtà tornerà a prendere possesso di ciò che è suo, ed è stato suo da sempre.

Immaginate la situazione odierna come una parabola stile Michael Jakson. Grande promessa e grande talento, poi successo mondiale, profitti da urlo, e poi il declino, la decadenza inarrestabile e barbara, e una fine piuttosto squallida. Jakson era diventato negli ultimi tempi una specie di nosferatu, sommerso dai debiti e devastato da malattie ed abusi di farmaci. Mentre elargiva promesse di nuovi tour, era ridotto a una larva umana.

Se la pietà per l’uomo divorato dal sogno e dall’avidità di chi gli stava attorno è buona e giusta, non posso posso non pensare che la stessa cosa sta succedendo al sistema che ci sorregge e che dovrebbe essere il mondo che aspetta i miei figli.

Abbiamo il dovere di stoppare questo andazzo.

Saluti
Phitio

utente anonimo
Scritto il 15 luglio 2009 at 12:52

Montecristo:

Ieri ho chiesto ai responsabili di questo boog perchè nel postare i commenti a volte mi chiede d’inserire le lettere criptate e a volte no? Gradirei una risposta dal Sig. Mazzalai.Grazie

utente anonimo
Scritto il 15 luglio 2009 at 12:52

aaa

Scritto il 15 luglio 2009 at 14:12

Montecristo #34 a me capita quando non faccio il log in, non so se può essere il tuo caso…
Ciao
Valentina

utente anonimo
Scritto il 15 luglio 2009 at 14:37

Ma la cosa imprevedibile sono gli effetti degli scandali che potrebbero scoppiare,
se salta definitivamente la fiducia nel sistema è la fine, sarà il panico.

-IL Compasso-

sssshhh silenzio Compasso se no rischi di veder arrivare qualche cu…cu…cu Culo firmato
o meno a minacciari o a darti del mitomane.

Intanto…

“Non mi stupirei se venisse paventata anche una superpatrimoniale improvvisa sui depositi
con prelievi coatti per tamponare il più possibile l’emorragia finanziaria che si sta
delineando per i prossimi semestri (vi ricordo che già nel 1991 il Governo Amato si
invento il prelievo del 6 per mille su tutti i depositi dalla sera alla mattina).”

(Copyright @ 2009 – Tutti i diritti riservati Riproduzione concessa con riproduzione della fonte
EugenioBenetazzo.com)
http://www.eugeniobenetazzo.com/ottobre_rosso.htm

E chi meglio di un parassita statale fanullone , con il deretano seduto sulla potrona in pelle umana
di Bankitalia, potrebbe farlo?…
Ovviamente a “ridefinire la spesa di rappresentanza popolare (dal consigliere comunale all’europarlamentare
passando dal dirigente dell’ASL)” non se ne parla nemmeno vero?…pezzi di…
Questi devono fottere e piangere, piangere e fottere.
Infatti: “Una miseria questi 290 euro” Mastella protesta per la diaria.
http://www.repubblica.it/2009/07/sezioni/esteri/europa-parlamento/mastella-lamenta/mastella-lamenta.html

L’onorevole, dato che e’ un “lavoratore molto capace”, ha solo da prendersi partita IVA e mettersi in proprio.

utente anonimo
Scritto il 15 luglio 2009 at 16:18

ciao benito. guarda ho anche io figli, e di certo non volevo essere duro con te. ma con le banche si’. non è che io crei il panico sul sentito dire. purtoppo questi sono dati e fatti reali. auriti ha studiato 35 anni queste cose. poi ci sono dei trader indipendenti che ci avvertono di questo scenario bruttissimo che arriverà. n.b. x crisalide. dai fai il bravo, stai un pò calmino. perchè ce l’hai sempre con me? non sono certo innamorato di benetazzo. solo che ho visto che vi piace allora lo tiro fuori. eppoi se tu hai oro, proprio con lui dovresti parlare. la corsa dell’oro lui l’aveva prevista. ti conviene scrivergli, sul serio. poi,benito ci sno avvocati ed economisti corretti e onesti che dicono studiano e scrivono queste cose. mica favole. sui mutui. come genitore ti capisco bene. hai aiutato tua figlia x la casa, quale genitore non lo farebbe? ma senti questa, ti prego, vai a vedere. avvocato marco della luna, che ha scritto EUROSCHIAVI. pag 286 del libro. mutui fantasma. lui dice: i contratti di mutuo, quasi tutti, sono nulli,anzi inesistenti, a termini di legge, e precisamente del codice civile, articoli 1813 e seguenti. ti posto questo. Art.1813 “il mutuo è il contratto col quale una parte consegna all’altra una determinata quantità di denaro o di altre cose fungibili, e l’altra si obbilga a restituire altrettante cose della stessa specie e qualità”. poi c’è altro ma te lo risparmio. voglio dire, sono avvocati mica dei coglioni. allora guarda su internet: avv. marco della luna, e avv. luigi marra. poi economisti marco saba, poi nino galloni, poi paolo savona. ce ne sono altri che mi sfuggono. purtoppo non è terrore ma ahimè la verità. sò bene che tu ti sei spaccato la schiena lavorando x avere quei 4 soldini x te la tua famiglia e tua figlia. ma il sistema ladresco usuraio, se ne frega della gente! noi siamo solo pecore da tosare. ho constatato di persona che non ci sono banche amiche. sai la storia di pinocchio? ecco, pinocchio siamo noi popolo. il gatto sono i politici venduti, e la volpe è tutto il sistema bancario. nessuno escluso. perchè credi che battano tanto il tasto sulla fiducia? sanno che il popolo è credulone, e cosi’ deve essere x sempre. la gente NON deve sapere la verità, neanche un pò. se tu giri sulla rete vedrai altri siti come questo che riprtano più o meno le stesse notizie poco rassicuranti. solo che il governo ( tu dici w l’italia, ok, la gente-quella poca di onesta che c’è) non certo i nostri politicanti. e neanche di pietro fà molto x noi. anche lui, come tutti, hanno firmato in massa quella porcata mostruosa del trattato di lisbona. ci hanno inchiappettato. ed ora volgiono farci la vaccinazione di massa. quindi, ti dico benito, diffida e molto di tutti, in particolare politici, economisti di massa, gironalisti, e banchieri. auriti che era un grandissimo cattolico, vero, voleva a tutti i costi difendere la costituzione italiana, farla risapettare. ed anche la teoria sociale della chiesa. lui ha parlato ben 5 volte con Ratzinger, il papa sà tutto su usura, signoraggio, sovranità monetaria, e reddito di cittadinanza. sta al popolo volere giusitizia, pretenderla. non puoi pensare però benito che i potenti, i politici si auto-riformino, che faccimao mea culpa e si pentano. mai lo faranno. sono attori di professione, l’arte della commedia. illoro compito è di raccontarci un sacco di storie. quindi è nostro dovere svegliarci e mandarli a cagare. ora ti saluto. vai a vedere marco della luna. ciao DORF

utente anonimo
Scritto il 15 luglio 2009 at 16:19

mastella e commenti

http://www.repubblica.it/2009/07/sezioni/esteri/europa-parlamento/mastella-lamenta/mastella-lamenta.html#commentatutti

Siamo da rep. delle banane
Wl’italia wgli italioti !

utente anonimo
Scritto il 15 luglio 2009 at 17:43

Caro # 37 oramai è tutto abbastanza chiaro.
E’ chiaro che è solo un fatto temporaneo che il grande pubblico ignori la vastità della crisi
E’ chiaro che la Germania a fine anno chiuderà con un PIL a -8% e l’Italia con un PIL a -6% (a inizio anno si parlava di entrambe di un massimo del -3%)
E’ chiaro che la disoccupazione continuerà ad aumentare con punte di oltre il 20% in Spagna (inizio 2010).
E’ chiaro che in giro c’è una quantità di carta straccia con un valore nominale compreso fra i 5000 e i 6000 miliardi di dollari, che bisognerà “assorbire”.
E’ chiaro che nessun paese dell’Est può essere fatto andare in default, altrimenti dopo l’orso Russo se li “mangia”.
E’ chiaro come certe banche americane hanno guadagnato, in 10 mesi, tanti soldi da poter restituirre i prestiti del TARP.
Hanno specualo al rialzo (anni 2003-2007) hanno speculato al ribasso (nel 2008), poi di nuovo al rialzo (ultimi mesi) ora forse si sta preparando una ulteriore mazzata ribassista compresa fra agosto e dicembre….e loro speculano.
La tecnica per “mattare” il parco buoi è quella delle “mani forti”, o meglio delle “super mani”.
Qualcuno però comincia a cantarsela , forse per via dei Bonus. L’impressione che tutti quei soldi dati a pioggia servissero più che a compensare un lavoro ben svolto, a pagare il silenzio di tanta gente.
Si parla di ragazzini, di wall street, poco più che venticinquenni, che percepivano bonus di due/sei milioni di dollari. Molti si chiedono che cavolo di abilità potevano avere questi imberbi, tanto da pagarli così profumatamente?
La nonna diceva: “..chi usa tanto profumo lo fa solo per nascondere che non si lava e puzza”.
Del resto la storia di SG di Jerome Kerviel, quella di Goldman Sachs (delle passwor smarrite) fanno solo ridere dal crepapelle.

-IL Compasso-

utente anonimo
Scritto il 15 luglio 2009 at 18:33

IASB Proposes Accounting Rules to Clarify Bank Value (Update1)
2009-07-14 16:35:35.90 GMT

(Adds banking group comment in seventh paragraph.)

By Peter Chapman
July 14 (Bloomberg) — Europe’s accounting standard-setters
proposed rules to streamline how banks book complex financial
instruments, in an attempt to make it easier to understand
banks’ value.
The proposals on how financial instruments are classified
and measured would replace about 20 different ways of measuring
them using two systems, fair value or amortized cost, the
International Accounting Standards Board said.
“Making it easier for investors to understand financial
statements is an essential ingredient to the recovery of
investor confidence,” said IASB Chairman David Tweedie in a
statement from London today.
The rules will become part of the International Financial
Reporting Standards used in more than 100 countries. The Group
of 20 nations, comprised of top industrialized nations as well
as emerging markets such as Brazil and China, have asked for
such amendments to help protect the global economy.
Products with predictable cash flows would tend to be
covered by amortized cost, while instruments such as derivatives
would be covered by the fair-value approach, the IASB said.
Fair-value, or mark-to-market, forces companies to value many
securities each based on market prices. Amortized costs are
based on payments and impairments on financing.

Impairment

The proposal would change impairment rules on some types of
market-traded bonds such as “vanilla” corporate bonds,
bringing their treatment into line with the system for loans,
the IASB said. Missed bond payments would be deducted from
profits rather than the drop in market value of the asset, which
could be higher.
The European Banking Federation said the proposals may
widen the scope of the fair value measurement, something it
opposes.
“The criterion for determining measurement categories
should be based on the principle of how instruments are used in
business,” said Denisa Mularova, an adviser to the group, in
Brussels. The same types of asset may be held to maturity by a
bank or actively traded, and the accounting rules should reflect
that, she said.
The U.S. in April changed “mark-to-market” rules that may
help banks such as Citigroup Inc. report higher profits by
easing requirements to recognize fluctuations in investment
values.

Hedge Accounting

The IASB will work with the U.S. Financial Accounting
Standards Board, “to achieve a common and improved accounting
standard on financial instruments,” Tweedie said.
The IASB, the non-government body in London that drafts
IFRS, called for public comments until September 14. Companies
will be able to opt to use the new rules in year-end 2009
financial statements. They won’t be mandatory until 2012, the
IASB said.
The ISAB said the next set of changes will cover impairment
methodology and hedge accounting.

e ora vi chiedo: xche’ una banca o un’assicurazione dovrebbe finanziare l’economia reale, se acquistando e tradando distressed bonds o semplicemente bonds, o acquistando azioni sotto la dicitura partecipazione strategica, dove lo strategico non e’ individuato in maniera certa e peculiare, non e’ soggetta alla valutazione di mercato e puo’ valutare tutto al fair value o al costo? da una parte, ovvero finanziando l’economia reale aumentando gli impieghi ed aprendo i cordoni della borsa, accetterebbe un rischio d’impresa, dall’altra il rischio di svalutazione a bilancio ed eventuale ricapitalizzazione o svalutazione del capitale x perdite e’ praticamente 0 di conseguenza il rischio d’impresa di gran lunga mitigato, e se si sbaglia beh ci sono 2.5 tlns di mamma FED. Altrimenti il VAR di GS col cavolo che era li dov’e’.

il Fringuello

Scritto il 15 luglio 2009 at 19:11

Mitico Fringuello hai messo il dito nella piaga, non perderti il post di domani……prenditi una mezza giornata di ferie per leggerlo ;-D

Un giorno racconteremo ai nostri nipotini questa crisi epocale, non tanto i risvolti finanziari ed economici, ma quelli umani, avremo tanto da raccontare.

A domani Andrea

utente anonimo
Scritto il 15 luglio 2009 at 19:29

Ciao Dorf. è dal 2004 che compro Oro.. Mica perche lo dice Benettazzo..
Chiedigli come mai il petrolio non sta a 200 dollari come predicava in TV…

Crisalide.

utente anonimo
Scritto il 15 luglio 2009 at 19:34

Bravo Dorf, finalmente cominci a traghettare nella giusta rotta.

Basta che non mi parli ancora di signoraggio pero!!!!!..

Crisalide.

utente anonimo
Scritto il 15 luglio 2009 at 19:52

Quando i mercati erano a terra per voi dovevano andare sotto terra , a causa delle vs.malefiche analisi che mi hanno fatto il lavaggio del cervello trascurando la mia esperienza non sono riuscito a operare in borsa eliminando la mia aspettativa di guadagno.Domani inizio la ricerca per comprarmi la mia prima casa non aspetto la (VS.DEFLAZIONE!!!!!),NON VOGLIO PAGARLA TRA POCO TEMPO IL 5O O MAGARI IL 7O PER CENTO IN PIU’!!!!!! E’ proprio vero non c’e’ da fidarsi di nessuno perche’ sulla riva del fiume da ambo le sponde ci sono pareri diversi che il sole prendono ma alla fine solo fumo negli occhi ci danno.A TUTTI DICO PER VIVERE NEGLIO,contate sulle vs.possibilita’, reagite per quello che potete fare e se qualche volta siete confusi lanciate al celo una moneta sara’ il vs.migliore alleato e la piu’ giusta risposta alla vs.domanda.Saluti da Lbero.

utente anonimo
Scritto il 15 luglio 2009 at 20:24

Puoi giurarci anche tutta la giornata se fosse necessario… ;-) non vedo l’ora.

A domani

Il fringuello

Scritto il 15 luglio 2009 at 20:37

Lbero sai alle volte la verità fa male, specialmente se è figlia del tempo, hai mai sentito parlare di fine del mondo nelle mie analisi, hai mai intrevisto l’ Apocalisse o la profezia Maya o chissà quale altra diavoleria…….suvvia rilassati, non è colpa mia se un blog permette solo di leggere quello che il tempo concede, avessi seguito questo viaggio dall’inizio probabilmente avresti un’altra visione, ma non importa.

Dici bene quando scrivi che ognuno di noi deve pensare con la propria testa e reagire come meglio sa, per il resto buon acquisto senza alcuna ironia.

Andrea

utente anonimo
Scritto il 15 luglio 2009 at 21:46

Scusatemi, ma leggedno un commento a quello che c’è scritto sui verbali della Fed: ma sono matti questi signori, che in meno di tre mesi si sono rimangiati quasi tutte le prevsioni più catastrofiche e prudenti e adesso parlano di una ripresa adirittura per la fine di quest’anno?
Grazie

utente anonimo
Scritto il 15 luglio 2009 at 22:05

montecristo

attendo ancora risposta d a Andrea sull’anomalia che si verifica sui commenti.

Scritto il 15 luglio 2009 at 22:39

Montecristo……l’anomalia o come la vuoi chiamare è un “dispositivo” adottato da Splinder che io ho inteso disattivare.

Non so se hai notato ma talvolta il blog è soggetto ad “attacchi” esterni che non sempre sono visibili, e in quel caso riattivo il dispositivo di “protezione”.

Per quanto riguarda la Fed è naturale che ora serva la fiducia su tutto e su tutti, anche Intel infonde fiducia, sulla base di un’ipotetica ripresa di una domanda fantasma.

Date un’occhiata alla capacità di utilizzazione degli impianti di microprocessori, la risposta è nascosta la.

Lo vedremo domani ma è affascinante notare come hanno corretto al rialzo le previsioni del PIl e corretto al ribasso la disoccupazione….chissà compreranno al dettaglio con i soldi stampati dalla Fed o getteranno i famosi dollari di notte dagli elicotteri.

Andrea

utente anonimo
Scritto il 15 luglio 2009 at 23:38

x andrea,incavolato ma rilassato ti rispondo per informarti che le malefiche analisi sono riferite a quelle economiche nulla di piu’ perche ‘ se sono in questo blog in altri aspetti lo ritengo interessante.Suvvia di esperienza ne hai tanta ma a mio parere hai sottovalutato la reazione di un mercato che pur essendo secondo te in agonia lascia trasparire una spinta di reazione economica atta a stimolare in diverse direzioni la ripresa sia industriale che finanziaria e il rientro dei capitali dall’estero con somme molto importanti sara’ una garanzia in piu’ per sopravvivere e andare avanti.Saluti Libero

Scritto il 15 luglio 2009 at 23:47

Libero…….si tratta di considerazioni, che solo il tempo saprà confermare o smentire. Per quanto riguarda i capitali che tornano a casa, lasciamo perdere, questo paese ma non solo è ridotto in queste condizioni per motivi che noi tutti sappiamo, neanche il buon Tremonti è stato capace di cavarsela alla fatidica domanda del giornalista americano di Bloomberg….l’ Etica non è merce, Etica è scegliere, tra soldi e valori, tra uomo e profitto, ma in fondo le opinioni sono tante e non pretendo che si possa convergere ameno che questa crisi ci costringa a farlo più di quanto nessuno immagini.

Ciao Andrea

utente anonimo
Scritto il 16 luglio 2009 at 00:38

x 38 ,ciao dorf siamo di gene onesto e tante volte non si arriva ad accettare una situazione malsana perche’ pensiamo ad una maggiore onesta’ nel sistema.Tengo in considerazione i tuoi consigli e appena posso me ne documentero’ anche se a mio avviso poco si potra’ fare e non ci restera’ altro che vivere un po’ meglio alla giornata godendo di quello che abbiamo fatto lasciando alle nuove generazioni che piu’ colte di noi sapranno mettere in rotta un mercato bilanciato sulla serieta’ e onesta’.Un saluto e viva gli italiani onesti.Benito

utente anonimo
Scritto il 16 luglio 2009 at 01:13

x Andrea,giusto l,etica che dici tu sono i valori che hanno accompagnato la mia vita e quella di milioni di persone della vecchia Italia e non dei poteri forti che l,hanno dimenticata e cambiata.Talvolta si esagera per delle occasioni perse non in virtu’ del guadagno personale ma per invidia su quelli che sempre hanno speculato e guadagnato sul prossimo.Auguriamoci anche bene , con un ritorno ai veri principi.Un saluto e buon lavoro.Ciao Libero.

utente anonimo
Scritto il 17 luglio 2009 at 00:34

PROVA

SOSTIENI IL NOSTRO VIAGGIO Clicca qui sopra
Segui IcebergFinanza su
http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/
IL NOSTRO LIBRO clicca qui
SOSTIENI ICEBERGFINANZA
Articolo dal Network
§ Ormai siamo in balia di un tweet e della replica che ne consegue. Ma anche su questo aspetto il
Ftse Mib: l'indice italiano oggi apre in forte gap down nel giorno del Dividend Day. Circa il 60% in
Manifestanti contro il cambiamento climatico interrompono la conferenza sulle pensioni per imporre i
Guest post: Trading Room #321. Oggi è la data dello stacco dividendi. Molte aziende oggi quindi q
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) [ u
Stoxx Giornaliero Buonasera a tutti, Stoxx che nella prima seduta dell’ultima ottava raggiu
DJI Giornaliero Buona domenica a tutti, riprendiamo quella che è la situazione ciclica del D
T-1 Inverso [3-5 Giorni] (h. xx)[Base Dati: 15 minuti] T-1 Inverso [3-5 Giorni] (h. yy)[Base
T-1 [3-5 Giorni] (h. xx)[Base Dati: 15 minuti] T-1 [3-5 Giorni] (h. yy)[Base Dati: 15 minuti]
Velocità T-2 / T-1 / T / T+1 [Base Dati: 15 minuti] Velocità T-2 / T-1 / T / T+1[Base Dati: