LA PIOGGIA DEL CAMBIAMENTO!

Scritto il alle 09:31 da icebergfinanza

Il vento del cambiamento, la pioggia del cambiamento,  che viene dall’America di oggi è solo uno dei tanti segnali che questa crisi porta con se, segnali di speranza attraverso oceani in tempesta, semi portati dal vento che si depositano nelle fessure della terra, spesso tra le rocce aride, in attesa del giorno nel quale l’acqua e il sole contribuiranno alla nascita di un mondo migliore.

Non importa se un uomo è nero o bianco, non importa quale sia la sua religione, nessuna differenza tra uomo o donna, ognuno con il suo credo politico, uomini e donne che amano il cambiamento, amano il confronto, credono nei propri valori, nei propri sogni e siano consapevoli che solo la comunità ed il confronto aiuta a camminare insieme nella vita.

" Occorre molto tempo per riuscire bene o male ad accogliere l’altro nella sua differenza. Per me solo, questo sforzo incessante merita il nome di Amore "

Bernanrd Le Praxe

L’acqua di questa tempesta, il sole di ognuno di noi che nella quotidianità può sconvolgere il corso di questo sistema, attraverso la testimonianza di un cambiamento nelle piccole cose, un sistema che dimentica l’uomo e le sue risorse, un sistema dei capitali prima che un sistema che guarda all’uomo e alla sua stessa essenza, dove ormai i ritmi di vita stanno travolgendo ogni realtà, ma che non potrà mai distruggere quella roccia che è nascosta in ogni uomo, spesso inconsapevolmente che affiora sempre e solo nelle difficoltà della vita, la roccia della sua stessa essenza che aspira al di là della materia.

Credere è una bella cosa, ma mettere in atto le cose in cui si crede è una prova di forza. Sono molti coloro che parlano come il fragore del mare, ma la loro vita è poco profonda e stagnante come una putrida palude. Sono molti coloro che levano il capo al di sopra delle cime delle montagne, ma il loro spirito rimane addormentato nell’oscurità delle caverne. (Gibran)

Nessuna illusione, nessuna utopia, solo un’occasione unica ed irripetibile per ricominciare, lontani dal fragore delle onde di un oceano finanziario che ricorda i giochi d’acqua tra Scilla e Cariddi, tra gorghi e mulinelli che lentamente ma inesorabilmente fanno sparire il passato di un sistema che deve essere ricostruito a misura d’uomo, un sistema di valori e principi condivisi, un sistema di uomini consapevoli che condividono le risorse della terra.

Un sistema che già esiste, che va amato, sostenuto, nessuna ideologia, solo e sempre l’uomo al primo posto!

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)
48 commenti Commenta
utente anonimo
Scritto il 5 novembre 2008 at 12:02

E’ incantavole la poesia di Gibran

Scritto il 5 novembre 2008 at 12:21

si..incantevole la poesia di Gibran…
ma anche la tue parole..Capitano!
come sempre Grazie!

Buona giornata..
valentina

Scritto il 5 novembre 2008 at 12:22

Vedendo “crisi derivati” creata a tavolino, “crisi new economy”, Iraq, Afgan, Iran?, niente è lasciato al caso, quando arrivi al vertice ogni scelta è voluta, deve creare dei risultati, Obama sia chiaro è un vero politico, però dobbiamo capire che non potrà mai applicare i suoi ideali. Certo tutti hanno necessità di avere un sogno, forse il primo risultato è stato raggiunto, dopo avere fritto con i derivati il popolo adesso viene donata un pò di acqua fresca sottoforma di “sogno”. La situazione è molto particolare, la cosa più assurda e che Obama e Mc non sono veri rivali, ma e come se il casato è unito per affrontare delle sfide…ma cosa faranno? Chi dovranno umiliare nel mondo per dare da mangiare al popolo americano? Io dico solo questo: adesso gli indici andranno ad esplorare nuovi minimi “secolari”. Non dimenticate la Georgia, non dimenticate l’affronto fatto dall’Impero Russo all’Impero degli Stati Uniti. L’America è una potenza in declino, ormai nella storia sarà ricordata solo nei libri la sua ex potenza, Obama ha un ruolo preciso, è la persona giusta nel momento giusto, o preparano la 3 guerra mondiale oppure l’economia americana si chiude, la globalizzazione verrà applicata solo al capitale ma i dazi inizieranno a suonare come dei tamburelli…la situazione è molto critica Non sono pessimista, ma la vittoria di Obama, che reputo una persona di grandi capacità, la sua vittoria ha uno scopo preciso, forse lo capiremo subito, se le notizie negative, o iniziano nuovi filmati sul terrorismo, o si ritorna a parlare di Georgia…in questo caso azzerate investimenti in azioni e chiudete prestiti inutili. Per essere coerente e convinto con il tema..”Si prepara il default del sistema bancario”. La risposta di Mosca allo scudo americano “Complessi missilistici a Kaliningrad” (11:29 05/11/2008) Occhio al portafoglio…e ricordatevi stiamo vivendo una delle fasi più emozionanti stiamo assistendo in diretta al declino di una potenza, prima avveniva in decenni adesso può avvenire con un clik!!! del mouse. Ma i topolini sono cattivi…quasi quasi mi mangio il mouse, per colpa di questo topolino può iniziare il DEFAULT degli Stati Uniti o dell’ELEFANTE.

utente anonimo
Scritto il 5 novembre 2008 at 12:42

E’ il primo commento sensato che leggo da questa mattina in un oceano di idiozie.
Aspettiamoci purtroppo, per i prossimi anni, parecchi “Kirk Lazarus” alla amatriciana.
Un conto e’ dire “quando saliro’ alla Casa Bianca rispondero’ solo a voi e non alle lobby e ai gruppi di potere” , un conto e’ prendere a “lenzuolate” i “poteri forti” dei tassisti e dei parrucchieri… Comunque i conti si fanno alla fine e chi se ne e’ appena andato lascia un conto da pagare salatissimo.

utente anonimo
Scritto il 5 novembre 2008 at 13:11

Per #3, hai disegnato uno scenario futuro proprio da seguire. Speriamo che non parta qualche missile per mancanza di fondi alla manutenzione, in fondo costa meno spararli che mantenerli.

SD

Scritto il 5 novembre 2008 at 13:22

Di insensato oggi c’è solo il terrorismo mediatico, l’odore del sangue che traspare da alcune fonti che oggi hanno tutto l’interesse a seminare il panico.

Al di là della realtà, qualunque sia il destino solo la Storia ci dirà dovre andremo, noi abbiamo l’obbligo di essere consapevoli delle alternative, il RISIKO è un gioco attuale per dementi che nasconde della verità ma che amplifica il nulla, terrore fine a se stesso!

Si tratta di scegliere tra la Vita e la Morte ed io scelgo la Vita, scelgo la speranza anche se sono consapevole dei pericoli, navigando attraverso oceani infernali per far conoscere iceberg e scogli, ho scelto un messaggio di Speranza, la conoscenza e la consapevolezza sono le uniche armi a nostra disposizione.

Andrea

Scritto il 5 novembre 2008 at 14:13

Le Tue parole sono sempre illuminanti Capitano,
complimenti anche a idea3online
per la capacità di miscelare l’ ironia nei suoi commenti,
nel frattempo teniamoci stretti i sogni ( senza non è forse,come essere già morti!?)
e..ricordiamo:..
“qualunque cosa accada , non perdiamo la calma..” e la speranza di ..
”camminare insieme nella Vita”, con questa frase il Capitano ha detto tutto!

[… ] L’ acqua delle onde si leva dal ventre alla cresta e poi dalla cresta
torna al ventre. Gli spruzzi portati dal vento volano dal mare all’ aria
e poi dall’ aria tornano al mare.
Così ogni cosa torna al posto che le spetta.” (R. Grigg)

e..si, così ogni cosa torna al posto che le spetta!….

Ciao….
Valentina

utente anonimo
Scritto il 5 novembre 2008 at 14:39

#4
PS1.
Quando scrivevo di un “primo commento sensato” mi riferivo al commento di Andrea Mazzalai.
PS2.
Il problema stara’ nel verificare le vere intenzioni di “questi signori”.
Bisognera’ vedere se il percorso intrapreso portera’ alla realizzazione di una svolta “epocale” (fine dei sussidi alla grande industria, soprattutto bellica, fine della finanza speculativa , ritorno all’economia reale, fine della globalizzazione, nascita del VERO libero mercato fatto di “regole della Legge, di Stato di Diritto, quando è l’autorità esterna” non politicizzata “che garantisce il RISPETTO dei patti”) o, semplicemente, alla chiusura della bottega dell’idraulico John, grazie a tasse, inflazione e recessione per pagare i conti in sospeso lasciati dai poteri forti e per sostenere un welfare insostenibile.
I dubbi non sono pochi e sono ben supportati dai fatti, ma la speranza, come si dice, e’ l’ultima a morire.

utente anonimo
Scritto il 5 novembre 2008 at 15:06

la situazione è difficile, ma affrontare i problemi con lo spirito giusto puo aiutare a superarli. una persona come Obama è comunque credibile e puo chiedere sacrifici. E a noi italiani chi ce li chiederà?… Da oggi siamo piu consapevoli di vivere in un Paese piu veccio di cento anni!
papanonn

utente anonimo
Scritto il 5 novembre 2008 at 16:25

P. Krugman: così finisce l’era dei mostri

commenti – | |

Il blog di Krugman sul NYTimes

New York, ore 8.25 – La notte scorsa non ha segnato semplicemente una vittoria per la tolleranza, nè rappresenta soltanto un mandato per un cambiamento progressista; è stata anche, spero, la fine degli anni dei mostri.
Ciò che voglio dire è che per gli ultimi 14 anni la vita politica americana è stata in gran parte dominata da mostri. Mostri come Tom DeLay, che ha ipotizzato che la strage di Columbine si sia verificata perché le scuole insegnano agli studenti la teoria evoluzionistica. Mostri come Karl Rove, che ha dichiarato che i liberali vorrebbero offrire ai terroristi “terapia e comprensione”. Mostri come Dick Cheney, che ha visto nell’11 settembre l’occasione per cominciare a torturare delle persone.
E nei nostri dibattiti nazionali, abbiamo finto che questi mostri fossero individui ragionevoli, rispettabili. Sostenere che si trattasse, per l’appunto, di mostri, sarebbe stato considerato scorretto, esagerato.
Quattro anni fa sembrava che i mostri avrebbero dominato la politica americana per un lungo tempo a venire. Ma, almeno per ora, sono stati ricacciati nella loro tana.

utente anonimo
Scritto il 5 novembre 2008 at 16:50

Spero di non aver irritato nessuno con il precedente post 5, ma è un fatto che dopo la seconda guerra mondiale le due superpotenze USA e exURSS, avevano e continuano ad avere un arsenale convenzionale ed atomico con bombe H a testata multipla che non è proprio “pacifico”, e sarebbe meglio smantellarlo completamente che mantenerlo in funzione. Ma pur sempre è un sistema “automatico” con tanto di satelliti spia e guida, missili vari bombardieri, sottomarini ecc; ed è ancora attivo e funzionante.

SD

utente anonimo
Scritto il 5 novembre 2008 at 17:20

xkè preoccuparci degli arsenali atomici?
se x sbaglio o coscientemente si dovessero usare sarebbe la fine di tutti.
problemi loro se costano .
non servono a niente….e ormai ce l’hanno tutti.
spese superflue, ma tanto spesa + spesa – ke vuoi ke sia.
tutto è importante:arsenali atomici, banche, assicurazioni,aziende………
SPERIAMO KE ANNOVERINO ANKE A NOI TRA LE COSE DA SALVARE E DA AIUTARE.

utente anonimo
Scritto il 5 novembre 2008 at 17:34

Ok #12, anche gli altri avranno bombe atomiche, ma missili H multipli intercontinentali non credo che in India e Cina ci siano; poi in Pakistan al massimo avranno qualche bombetta all’interno del loro territorio, tanto per fare i fuochi artificiali a capodanno. Io capisco che per qualcuno un ragionamento così “freddo” sia fuori luogo, dopo aver letto il bellissimo articolo del Capitano Andrea, ma anche questa è realtà fra Stati e potenze militari.
La prossima volta vedrò di essere più sensibile.

SD

Scritto il 5 novembre 2008 at 18:08

One man one goal one mission
One heart one soul just one solution,
One flash of ligth yeah one God one vision.
One flesh one bone,
One true religion
One voice one hope
One real decision
….
Gimme one vision
No wrong no right,
I’m gonna tell yuo there’ s no black and no white
No blood no stain
All we need is one world one vision.

I dream of sweet illusion
A glimpse of hope and unity
And vision of one sweet union
But a cold wind blows
and a dark rain falls
And in my heart it shows
Look ehat they’ve done to my dream.

There’s only one direction
One world one nation

No heate no fight

Just gimme gimme gimme
One vision

QUEEN A KIND OF MAGIC ONE VISION 1986

Dedicata a tutti i marinai che cercano e sperano nell’unità che ha il suono del Rock e
dell’ indimenticabile ed eccezionale voce di FREDDIE MERCURY !!!!!!!!!

Un saluto da Anne Bonny ( giovane nipote pirata di Valentina )

utente anonimo
Scritto il 5 novembre 2008 at 18:15

Anne Bonny, se ti vede Valentina a sbirciare nel suo computer, poi sono guai. Nel telefonino invece puoi sbirciare.

Scritto il 5 novembre 2008 at 18:57

Sei molto premuroso # 15, ma nessun guaio…Anne Bonny può.
E’ una giovane fanciulla, compagna di viaggio, che segue ( come accennavo
in un commento, di un pò di tempo fa), con grande interesse e passione,
tutto il discorso alternativo…sono felice che abbia postato…e abbia
ricordato
la forza comunicativa della musica, che a volte dimentico…
Ha letto, stampato e conserva, il post di oggi, che le ha ricordato, mi dice,
On vision dei Quee, molto appropriato e dalle toccanti parole.
Spero che i Vostri Figli…Nipoti… amici…
vi siano accanto, in questo affascinante viaggio,…
la “ speranza del Nostro futuro, è con Noi” !!

One World one nation one mission one vision!….

Grazie Anne, one dream,Capitano ….
Buona serata,
Valentina

utente anonimo
Scritto il 5 novembre 2008 at 19:48

Visto che nessuno per il momento mi ha trattato male verbalmente, volevo completare l’elenco delle armi a disposizione delle superpotenze, con la bomba N(neutroni o x) molto più efficente, perchè distrugge solo gli esseri viventi e lascia intatti tutti i beni materiali.
Forse la Russia e la Cina si sentono minacciati.
Per oggi basta parlare di armi ed e meglio dedicarsi all’articolo di Andrea, non credete.

SD

utente anonimo
Scritto il 5 novembre 2008 at 21:49

Guardiamo in casa nostra e ricordiamoci che se all’estero hanno la febbre molto probabilmente noi avremo la polmonite

Scritto il 5 novembre 2008 at 21:55

Il capitano scrive dei testi utili,

quello che purtroppo è veramente non è vero il cambiamento…Obama non è un cambiamento ma è lo strumento ideale per tenere buoni gli americani e per minacciare con simpatia gli arabi. Gli Stati Uniti hanno una paura matta della rivoluzione del popolo, la maggior parte dei poveri in Ameica sono neri…infatti i mutui subprime li hanno sottoscritti soprattutto neri o immigrati, Obama potrà dare fiducia a loro. In seguito in caso di attacco è una figura carismatica, e come se con Obama gli Stati Uniti decidano di lanciare una nuova era contro l’Oriente, e come se dicessero…se nella nostra casa il presidente è nero, noi non attacchiamo voi perchè siamo razzisti ma e per il terrorismo, il terrorismo deve essere distrutto voi siete nostri fratelli.

Veramente il mio buon senso capitano mi dice che non è un cambiamento ma Obama Presidente è una tattica camaleontica per dare un segnale forte al mondo, non capisco cosa succederà ma al 100% uno Tsunami arriverà, consiglio se permette capitano, è meglio andare in collina stare a riva adesso sembra rischioso.

utente anonimo
Scritto il 5 novembre 2008 at 22:02

conoscenza e consapevolezza sono le uniche armi a nostra disposizione………
di nuovo grazie Andrea.

gracav

Scritto il 5 novembre 2008 at 22:07

Anche io dico tante grazie, tra tutti i siti il suo è veramente una miniera di informazioni. Grazie per il tempo che investe per darci ottime informazioni.

La ringrazio capitano

utente anonimo
Scritto il 5 novembre 2008 at 22:24

Vi siete dimenticati della Bomba al Cobalto che più o meno a queste misure: fungo alto 50-80 km diametro 10-12 km nel raggio di 40 km tutto azzerato a 100 km tutto incendiato e a circa 500-800 km tutto da buttare. Ma non credo che siano mai sate costruite, o lo spero.
Sarebbe la bomba del giudizio universale.
Buonanotte a tutti

Scritto il 5 novembre 2008 at 22:42

Al di là di coloro che vogliono o non vogliono capire, al di là delle bombe al cobalto o quelle d’acqua dei nostri figli, resta un messaggio che in fondo l’anima silente di questo Veliero percepisce a fondo!

Ciao cara Anne Bonny sempre con noi da tempo silente……giovani generazioni nelle quali riporre i nostri sogni!

Una piccola osservazione prima di chiudere la giornata……che è successo al nostro amico gatto….già finito il suo rimbalzo della speranza…..!!!!

il Carrozzone va avanti da sè e….riprende la via ….i nostri sogni, la fantasia ridevi forte e la paura e l’allegria bella la vita dicevi tu e t’ha imbrogliato e t’ha fottuto proprio tu con le regine e con i suoi re il carrozzone va avanti da se…….

……queste luci impazzite si accendono e tu cambi faccia ogni sera, ma sei sempre tu, sei quell’uomo che viene a cercare l’oblio, la poesi che ti vendo di cui sono il dio.

Buona Notte Andrea

utente anonimo
Scritto il 5 novembre 2008 at 23:21

Secondo il quotidiano britannico Financial Times sarebbero pronti 30 miliardi di euro per dare sostegno alle banche italiane. Ci sarebbero “vari strumenti” per metterle in grado di rafforzare i livelli di patrimonializzazione, ma le fonti bancarie citate dal quotidiano precisano che non dovrebbe trattarsi di iniezioni dirette nel capitale degli istituti di credito. Tutto questo mentre l’Italia rischia una “grave recessione”, avverte il Financial Times. Se la Commissione europea, che ha appena aggiornato le sue previsioni, per il 2009 si attende un più 0,1 per cento del Pil della penisola, il quotidiano della Gran Bretagna cita stime ben più allarmanti: quelle degli analisti di Capital Economics, secondo cui il prossimo anno l’economia italiana subirà una contrazione dell’1,5 per cento.

utente anonimo
Scritto il 5 novembre 2008 at 23:32

Nessun uomo cambia il potere , ma è il potere a cambiare gli uomini!Ritengo improbabile pensare che Obama sia in grado di spazzare via le logiche del potere ormai talmente forti da essere impossibili da sradicare.Di chi tiri i fili dello spettacolo e ne abbia scritto la trama a voi la scelta.L’unica certezza che si profila all’orizzonte è che la pioggia del cambiamento sarà quella caduta dalle innumerevoli lacrime di chi perderà tutto senza rendersene conto . Infondo ogni nuova vita nasce da una dolorosa morte .

Ain

utente anonimo
Scritto il 6 novembre 2008 at 07:43

intanto, abbiamo un briccone di meno sulla scena (spero)

utente anonimo
Scritto il 6 novembre 2008 at 07:51

niente è x caso.

lo hanno scelto di proposito “nero”

altro che “il paese piu democratico del mondo”

gli americani sono il popolo piu manipolato e conformato del mondo, basta pensare a come sono stati raggirati e incanalati verso il conflitto iracheno dopo l’11 settembre
con il consenso del 90% della popolazione.

ma ritorniamo al discorso precedente.

perchè nero?……..

perchè l’america è in crisi!

perchè l’america va incontro al collasso!

perchè l’america non sarà piu padrona del mondo!!!!!

e allora?

DIAMO LA COLPA AI NERI

è sempre stato cosi, vuoi che sia un caso…

da JONES…CO

utente anonimo
Scritto il 6 novembre 2008 at 09:57

Eleggere Presidente degli Stati Uniti un Indiano d’America, quelli per intenderci a cui è stata sottratta la terra,questo si sarebbe un fatto meraviglioso, ma non accadrà mai perché i pellerossa sono come i loro cavalli Mustang , sono spiriti liberi e non si lascerebbero manipolare.
P.S Goldman ha finanziato Obama

Mas

utente anonimo
Scritto il 6 novembre 2008 at 11:44

CIAO A TUTTI,
VI INCOLLO UNA VECCHIA LETTURA ………..
BUONA GIORNATA

Controllo Globale: Controllo globale, verso l’esproprio della funzione procreativa

Attualità e Profezia

(www.chiesadomestica.net ) – Strategie di controllo globale dell’umanità: verso l’esproprio della funzione procreativa – di Simonetta Castellano

Adoperarsi, affinché siano rimosse la distinzione sessuale tra uomo e donna e l’eterosessualità. Promuovere la sessualizzazione forzata e indistinta dei bambini, affidandoli all’assistenza professionale statale, che è meglio della crescita affidata alla custodia naturale della madre.
“Attraverso il dominio virtuoso dell’apparato politico” e senza che ci sia stato dibattito e consenso pubblico, si cambia volto alla società. Questo è il metodo della nuova ideologia internazionale, sorgente dalle direttive ONU per la realizzazione del Nuovo Ordine Mondiale, che viene già trasformata in realtà sociale nelle Nazioni. Ecco, l’esempio della Germania.

In un articolo del settimanale “Tempi”, la denuncia dello scempio tedesco. Ma il guaio è che il progetto rispecchia le direttive dell’ONU per la realizzazione del nuovo ordine mondiale, in cui l’uomo dovrà essere prodotto dalla scienza e non più procreato dalla sessualità. Come un documentatissimo libro di M.Schooyans, con la prefazione di J.Ratzinger, ha da tempo svelato.

Dunque, lo scempio sociale e genetico tenta ancora la Germania.
Lo apprendiamo dal settimanale “Tempi”: lo Stato tedesco impone politiche di “ingegneria sociale”.

“Attraverso il dominio virtuoso dell’apparato politico” e senza che sugli obiettivi ci sia stato dibattito pubblico, si cambia volto alla società. Questo è il metodo con cui si edifica il nuovo mondo globale.

E in Germania gli obiettivi immediati sono la sessualizzazione forzata e indistinta dei bambini, attraverso la separazione dai genitori (al fine di aiutarli, ovviamente, nelle loro difficoltà di conciliare la vita di famiglia con le esigenze del lavoro) e la sottoposizione a processi “educativi” maniaco-ossessivi sulla sessualità (per eliminare le discriminazioni dovute all’esistenza delle differenze sessuali, ovviamente!).

L’omosessualizzazione della società è l’obiettivo dichiarato, per cui: “Una Guida per le scuole di 198 pagine del Senato di Berlino sul tema Il modo di vita omosessuale offre un forbito avviamento alla omosessualizzazione degli studenti, da promuovere in «biologia, tedesco, inglese, etica, storia/educazione sociale, latino, psicologia»”

Ci si chiede, per forza, di fronte a questo genere di notizie, ma perché tutto questo gran darsi da fare su questioni così assurde? Quali sono veramente gli interessi in gioco? E dove si vuole arrivare?

Perché è evidente alla maggioranza (silenziosa) degli esseri umani, che:
– se la sessualità umana è vissuta, per sistema, disordinatamente e senza orientamento verso un legame duraturo ed aperto alla procreazione;
– se la nascita e la morte degli esseri umani viene posta, per stile di vita e per legge, sempre più sotto il dominio della tecnologia, che stabilisce a quale grado di efficienza si ha diritto di vivere;
– se sempre più è sottoposto a selezione e manipolazione il momento del concepimento, in funzione di una selezione eugenetica della razza umana;
allora ci troviamo all’inizio di un mondo che non può che essere mostruoso.

Perché si tratterebbe di un mondo in cui, con la biotecnologia genetica, ogni nefandezza contro l’umanità può venire attuata dal delirio di onnipotenza di quei pochi nelle cui mani si accentrano ormai le ricchezze e il potere mondiali. E ciò avverrebbe grazie, semplicemente, al fatto che gli uomini non più procreati dall’amore responsabile di un uomo e di una donna e difesi da una rete di protezione familiare, si ritroverebbero ad essere individui isolati, prodotti in laboratorio dai programmi scientifici di Stato, in mezzo a una società intenta solo a gozzovigliare.

Purtroppo, il caso tedesco non è esempio isolato, circa spinte politiche di vertice e propagande culturali, orientate alla distruzione della struttura sociale basata sulla famiglia.

La marea è montante ed ha raggiunto ogni angolo del pianeta ed ogni anfratto dell’esistenza. L’espropriazione della funzione procreativa e la sua consegna nelle onnipotenti mani della scienza è ormai l’obiettivo prioritario delle manovre politiche e culturali mondiali. E le strategie sono studiate e realizzate con cura.

Le popolazioni più ricche e forti vengono espropriate della funzione procreativa per mezzo di opera di persuasione della mentalità e di imposizione di stili di vita, che convincono a scegliere l’edonismo, il consumismo e l’irresponsabilità sessuale, rendendo gli individui indisponibili a farsi carico di impegni e rinunce per la cura dell’altro. Mentre, con le popolazioni più deboli e sottosviluppate non è nemmeno necessario andare tanto per il sottile: si impongono direttamente dalle sedi ONU ai governi locali politiche di contraccezione, aborto e sterilizzazione selvagge, con il ricatto degli aiuti umanitari (1), cioè in cambio di cibo e medicine per la popolazione restante.

Interessante è, poi, il contenuto di un’altro articolo di “Tempi”, proprio per individuare quanto sia rilevante, nella strategia complessiva delle organizzazioni di potere internazionale, che intendono giungere al controllo globale dell’umanità, appunto l’operazione di esproprio della funzione procreativa dell’essere umano.

Molti anche, in quest’articolo, i dettagli interessanti che fanno emergere connessioni e metodi, utilizzati in campo mondiale per far progredire l’attuazione del piano di controllo globale dell’umanità, appunto attraverso l’esproprio della funzione procreativa.

Nell’articolo, infatti, si legge delle attività “di ricerca scientifica” di Fondazioni, che si dedicano a “progettare bambini e stili di vita”, come racconta lo stesso portavoce di uno dei trust internazionali miliardari coinvolti nelle attività, Maurizio Mian. Il quale, presentando l’ultimo >esperimento scientifico dalla Gunther Corporation di Miami, si entusiasma a raccontare che «La nascita della piccola Maria Lourdes Carlotta – [concepita in vitro e data in adozione alla Corporazione – NdR] – darà l’avvio alla “Global Revolution”, una nuova dottrina comportamentale che sogna e spera di poter fondare una società basata sul superamento della coppia intesa come famiglia, un andare oltre da raggiungere attraverso una ricerca finalizzata all’individuazione ed alla sperimentazione di modelli di integrazione alternativi alla coppia stessa, modelli favorevoli alla promiscuità libera e a stili di vita nuovi».

Prosegue Mian: «la bambina verrà in pratica adottata dall’associazione e sarà il primo soggetto umano che volutamente crescerà senza famiglia, senza i propri genitori. Insomma, sarà una figlia della scienza e seguirà i canoni di vita elaborati dal gruppo di scienziati e ricercatori che lavorano per la Corporation».

Ed entrando nella descrizione dell’esperimento scientifico in atto, veniamo a sapere che: ««Abbiamo preso un gruppo di giovani, dai 18 ai 35 anni, uomini e donne, e li abbiamo messi in una villa con piscina e tutti comfort. Qui loro vivono all’insegna dell’edonismo e del piacere.»
In pratica, ciò che, su scala mondiale, le multinazionali hanno realizzato nel mondo occidentale.

Ancora, Mian afferma: «Si tratta di capire, di approfondire, di conoscere quelle che un domani potranno essere le dinamiche delle nuove aggregazioni familiari, magari senza famiglia nel senso tradizionale della parola.» Ed anche qui, il fine dell’annientamento della famiglia, attraverso appunto la promozione del consumismo, dell’edonismo e della sessualità irresponsabile, si conferma una costante degli obiettivi di tutta l’azione culturale,
scientifica e politico-economica, su ogni piano promossa dai grandi organismi mondiali.

Per arrivare finalmente a dichiarare l’approdo finale ricercato – è sempre Mian che parla: «Per adesso non è possibile, ma io dico che i bambini che si potranno progettare secondo questi stili di vita, di educazione e di crescita, saranno l’anno zero di un nuovo tipo di società.»

Di quella società globale che, come spiegano i documenti degli organismi ONU (ampiamente analizzati nel libro di M.Schooyans, Nuovo Disordine Mondiale), si fonderà sul Nuovo Paradigma Umano per un Nuovo Ordine Mondiale: l’essere umano opportunamente selezionato, secondo i nuovi criteri di sanità, e reso adeguatamente produttivo, secondo una collocazione pianificata e guidata, liberato da ogni responsabilità personale e da ogni incognita e mistero esistenziale, affrancato da ogni legame con la natura, sarà finalmente pienamente padrone di sé e totalmente felice.

Questo stando ai fumi che si vogliono far passare per filosofie e imporre per programmi politici.
Mentre razionalmente resta, e brucia, l’interrogativo: perché si vuole espropriare la funzione procreativa all’umanità e riservarla al dominio dei laboratori scientifici, guidati dagli organismi delle politiche sanitarie mondiali?

Produrre uomini, come cose, controllarne il numero e dirigerli come automi, affinché producano ricchezza e non ne consumino: è sempre questo, in ogni epoca, il sogno della follia dei potenti del mondo.
Ed il futuro programmato dalle grandi strategie globali dei potenti di oggi è, sempre più evidentemente, l’inizio di un’epoca governata da una oligarchia satanica, che grazie alle moderne biotecnologie genetiche può pensare oggi di vedere alla propria portata il raggiungimento del mitico…

utente anonimo
Scritto il 6 novembre 2008 at 11:45

Stanno organizzando di autorizzare Obama alla partecipazione del g20 di sabato 15 nov.
Se fosse vero il primo segnale potrebbe arrivare.
Saluti

utente anonimo
Scritto il 6 novembre 2008 at 11:52

Cavoli ragazzi,
neppure la mia amica Mari (sempre quella ispanica) mi “offre” degli spunti come i vostri. Altro che i sogni di Obama!

Forse dovrei trovarmi un amico marocchino o uno nero, visto che il “nero” sembra tornare di moda. In fondo il tratto di mare tra la rocca di Gibilterra e la punta settentrionale del Marocco si può quasi farlo a nuoto… E’ ad un tiro di schioppo e con un piccolo balzo di fantasia ecco che tutto può realizzarsi.

Forse ha ragione Andrea quando parla dell’uomo che viene a cercare l’oblio, la poesia, mentre il carrozzone va avanti da sè con i nostri sogni e la fantasia…

Per carità, ognuno reagisce come più gli crede, ma forse perpetuare il proprio incubo non è sano.

Tutti noi sappiamo che Matrix non è solo un film fantascientifico, ma è “realtà rivelata”.
Esseri superiori hanno il potere delle nostre menti e governano la nostra volontà, le nostre scelte e i nostri destini. E noi, tutti , siamo dei meri strumenti in mano a qualcuno “potentissimo”.

Qualcuno diceva pillola rossa (consapevolezza senza serenità) o pillola blu (serenità senza consapevolezza)…

I cocktail verdi, gialli, neri, viola, e bianchi non erano contemplati?

Vivere per credere o credere per vivere?

Buona giornata.

Marco Colacci :-)

utente anonimo
Scritto il 6 novembre 2008 at 12:18

x27,

mica sceme le tue parole, ci ho pensato anche io.
Infatti bush e maccain non sono mai stati cosi contenti di lasciare la poltrona!
MM

utente anonimo
Scritto il 6 novembre 2008 at 13:16

Oggi ho letto un post sul tentativo di Controllo Globale, premetto che concordo su molti punti; ma vorrei porre una domanda, come può la vita controllare se stessa ?? nel senso che se noi non sappiano perchè siamo quì e dove andiamo, come pensano questi signori di controllare una cosa che non conoscono. Voglio fare una battuttaccia proprio riguardo a neri come Obama; ma se qualche centinaio di anni fà si sono portati in America qualche nero per vedere se lavorava la terra, pensando di controllare tutto, e oggi se lo trovano Presidente con una popolazione al 50% o più!!!!!!!!!!!!!
La Vita non si può controllare, è lei che ci controlla.

SD

Scritto il 6 novembre 2008 at 14:13

Salve, cari compagni di viaggio , il guaio ora lo combino io,
condividendo con Voi, un pensiero, che Anne mi ha donato questa estate,
per ora, Lei non lo sa!
Estraggo alcuni stralci, scrive”:
..” Per ottenere controllo e dignità non basta la voglia di prendere le redini,
bisogna capire seriamente ciò che si vuole, sacrificarsi giorno per giorno,
morire e poi rinascere spiritualmente, conoscersi e non sottovalutarsi, non sono
certa di essere pronta a ciò!!.
Userò questi ultimi anni delle superiori, per “allenarmi”, decidere e calibrare,
un pò alla volta quella “fiamma” che ritengo di possedere, cercando
di sciogliere quel cristallo acuminato, che tante volte mi protegge e tante altre mi ferisce…”

..” Forse non sono la sola, in questa società, a vivere questa situazione….
forse, in questa società, non solo i cani vengono legati con catene di ferro….
Platone scriveva…”…E’ LA FAMIGLIA, UN OSTACOLO AL BENE COMUNE…”
IO OGGI SCRIVO: E’ UN BENE CHE VA TUTELATO E APPROFONDITO;
GENITORI E FIGLI NON SI SCELGONO, SONO DONO E DISEGNO DI
UN’ ENTITA’ SUPERIORE, RINNEGARE LA FAMIGLIA E’ COME RINNEGARE LE
RADICI DI UN ALBERO DA FRUTTO E POI DEGUSTARNE I FIORI.”

Scritto il 6 novembre 2008 at 14:25

Se c’è qualcosa che mi ha sempre affascinato e contemporaneamente reso inquieto è la capacità di contorsione della mente umana.

Al di la delle pillole colorate che come dice giustamente Marco non contemplano variabili reali esistenti, come ad esempio…….. la serenità unita alla consapevolezza per coloro che sanno guardare oltre l’orizzonte………ovvero coloro che vedono la Vita oltre la Morte, coloro che conoscono il significato della Vita che vince la Morte, il mondo è pieno di immagini che vanno oltre la realtà.

Ci sono verità indicibili, realtà innarrabili ma sono sempre e solo strade che solo noi scegliamo di percorrere perchè l’uomo è libero, libero di scegliere la propria strada.

Se Dio avesse creato dei burattini, ogni bimbo della terra non avrebbe mai potuto conoscere la differenza tra lacrima e sorriso, il gusto della vita.

Nell’ Uomo è nascosto il senso della Vita, il resto sono “fiabe” ancora da raccontare!

Andrea

Scritto il 6 novembre 2008 at 16:49

Se Dio avesse creato dei burattini, ogni bimbo della terra non avrebbe mai potuto conoscere la differenza tra lacrima e sorriso, il gusto della vita.

Nell’ Uomo è nascosto il senso della Vita, il resto sono “fiabe” ancora da raccontare!

Mio commento:

E’ proprio questo il punto della situazione..Dio ha creato UOMINI ma quando l’uomo vuole arrivare a Dio, a NIMROD lo punì, io penso che gli Stati Uniti abbiamo fatto il passo più lungo della gamba, con lo strapotere hanno fatto la stessa cosa del comunismo, in URSS hanno ucciso Dio con la religione stato, in America hanno ucciso Dio con la religione signoraggio o dio danaro. Signore=signoraggio….

In poche parole uccidiamo sempre tutto ciò che il capitano con insistenza insegna cioè l’armoinia con la natura.

utente anonimo
Scritto il 6 novembre 2008 at 17:28

Usa: da 25 anni mai così tanti sussidi per disoccupazione prolungata

Di BlueTG.it

Il numero di persone che negli Usa beneficia di contributi per disoccupazione prolungata ha toccato la scorsa settimana il massimo degli ultimi 25 anni, salendo di 122 mila unità a 3,84 milioni di persone, secondo i dati diffusi oggi dal Labour Department.

Il dato dimostra come al momento le aziende stiano rapidamente licenziando personale mentre è difficile trovare in tempi brevi un lavoro alternativo per coloro che vengono lasciati a casa. (l.s.)

qua si mette veramente maluccio

jones…co

utente anonimo
Scritto il 6 novembre 2008 at 17:36

Vorrei tornare a parlare di economia, altrimenti le opinioni sulla Vita potrebbero essere contrastanti.
Cosa pensate dell’andamento delle borse di oggi; che siano solo prese di profitto oppure che dobbiamo preoccuparci e comprare proprio oro.
Io per non sbagliarmi scelgo l’alternativa e me ne vado in ferie.

SD

utente anonimo
Scritto il 6 novembre 2008 at 18:31

29……..Produrre uomini, come cose, controllarne il numero e dirigerli come automi, affinché producano ricchezza e non ne consumino: è sempre questo, in ogni epoca, il sogno della follia dei potenti del mondo.

aberrante!!!…siamo proprio alla frutta………..no peggio.

come togliere il potere ai potenti???

Noi poveri naviganti, ci proviamo coi nostri pensieri tradotti in parole su di un blog e……. stiamo un poco meglio con noi stessi ma dopo le letture dei post di oggi continuo a chiedermi come togliere il potere ai potenti???

buona serata ragazzi, per una nonna è troppo dura la battaglia che s’intravede, ma se ci dovremo essere……..anche vecchia ci sarò pure io!!!
Dove,come,quando e con quali ideee oggi non so………ma ripeto io ci sarò!

Datevi da fare a far girare il cervello, a sfornare idee per cercare di tradurre i sogni in realtà cominciando a proporli alla ciurma…….

buona serata
ccp

utente anonimo
Scritto il 6 novembre 2008 at 18:31

Nell’ Uomo è nascosto il senso della Vita, il resto sono “fiabe” ancora da raccontare!
E il senso della Vita è diverso in ognuno di noi.
Conoscenza e consapevolezza e…..libero arbitrio.
anche oggi ….grazie Andrea
gracav

utente anonimo
Scritto il 6 novembre 2008 at 18:48

Hihihi…

SD, il tuo invito a stare con i piedi per terra mi sembra molto pertinente.
Mi sembra che di “tossico” qui ci sia qualcosa d’altro oltre i titoli finanziari

Riportare in questo blog articoli sulla sessualizzazione forzata e sull’omosessualizzazione della società oppure citare Nimrod e Babele o alcune teorie della cospirazione e quant’altro a sproposito, mi sembra decisamente poco rispettoso del buon senso e delle aspirazioni dei naviganti di questo vascello.
In ogni caso è un segno evidente di aver poco compreso gli scopi e le visioni di questo blog.

Apprezzo i mondi alternativi di Andrea perchè sono “luoghi” di speranza, di altruismo e di ottimismo nei quali mi auguro un giorno di poter vivere pienamente.

Apprezzo le analisi di Andrea perchè sono serie, documentate e realistiche.

Grazie.

Buona serata.

Marco Colacci :-)

utente anonimo
Scritto il 6 novembre 2008 at 19:03

E grazie anche a te Marco per il tuo commento.

Condivido in pieno

Cristian

utente anonimo
Scritto il 6 novembre 2008 at 21:22

puff…….e il gatto morto non cè piuff!

Andrea, la tua riva del fiume è un mito.

Grazie Giovanni

utente anonimo
Scritto il 6 novembre 2008 at 21:27

Ok, nessuno che voglia dare qualche consiglio “operativo” su come salvare i frutti del proprio lavoro, in modo che non evaporino; senza impegno per dare qualche idea.
Adesso anche la Bce ha abbassato i tassi.
Per quanto riguarda le alternative, ho già qualche buona ed utile idea.

SD

P.S. Al #33 volevo dire che sarebbe utile osservare gli altri esseri viventi che ci accompagnano in questo mondo; e non considerarci degli esseri superiori. Anche noi abbiamo degli istinti primari.

utente anonimo
Scritto il 6 novembre 2008 at 22:05

Mala tempora currunt

utente anonimo
Scritto il 7 novembre 2008 at 07:39

SD (44),
e dai non essere timido……
dalle anche a noi queste dritte.

sei uno spilorcio …che vuoi tenertele tutte per te ?

jones…co

utente anonimo
Scritto il 7 novembre 2008 at 10:50

Per jones-#46, I consigli “operativi” li ha dati oggi il Capitano Andrea con un splendido articolo (come sempre), che sicuramente è più esperto di mè.
Per le alternative anche se non è il caso di spiegarlo nei particolari, ti voglio dare un indizio. Con una piccola parte dei denari penso di fare un “investimento” nel sociale, che se andrà in porto, non mi darà dei ritorni economici, ma forse………….
Diciamo che vorrei prestare denari a delle piccole persone, i quali sicuramente in un paio d’ore li faranno sparire; poi chissà gli eventi sono sopra di noi.

SD

utente anonimo
Scritto il 7 novembre 2008 at 18:20

:

SOSTIENI ICEBERGFINANZA
Segui IcebergFinanza su
http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/
SOSTIENI IL NOSTRO VIAGGIO
IL NOSTRO LIBRO clicca qui
REVOLVERSMAPS

ICEBERGFINANZA NEL MONDO

Articolo dal Network
Ftse Mib. L'indice si è portato al test del supporto chiave a 19.174 punti. La rottura di tale liv
Guest post: Trading Room #370. Ultima analisi prima della pausa di agosto. E purtroppo non possiam
Continuano anche per il mese di agosto le contrapposizione monetarie delle movimentazioni di contrat
Analisi Tecnica Perdiamo il canale rialzista e con long black anche i 19300... La doji di indecisi
Tracy Inverso [Settimanale] (gg. 6)[Base Dati: 15 minuti] Tracy Inverso [Settimanale] (gg. 8)
Tracy [Settimanale] (gg. 6)[Base Dati: 15 minuti] Tracy [Settimanale] (gg. 8)[Base Dati: 15 m
Velocità t-2 / t-1 / T[Base Dati: 15 minuti] Velocità t-2 / t-1 / T[Base Dati: 15 minuti](P
  Stoxx Giornaliero   Buon inizio di settimana a tutti, lo Stoxx nella scorsa
DJI Giornaliero Ben ritrovati a tutti sul nostro aggiornamento mensile che riguarda l’anal
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) [ u