RENZI: LO SPREAD E’ COLPA DI BEPPE…

Scritto il alle 10:00 da icebergfinanza

 

A beneficio di tutti coloro che si fossero messi in ascolto solo negli ultimi minuti vorrei ricordare che il sottoscritto è da annoverarsi tra i fessi che tanto ma tanto tempo fa avevano veramente sperato che Renzi fosse un’occasione di riscatto per il nostro Paese.

Peccato che dalle mie parti come i lettori di Icebergfinanza ben sanno esiste ancora un dogma che è quello del rispetto della parola data, anche se in politicva vale meno che uno sputo per terra e quando senti uno ripetere come un ritornello io non andrò mai al Governo senza legittimazione popolare e suggerire quotidianamente ad altri di stare sereni e continuare a lavorare che nessuno ha intenzione di farti le scarpe, alche le speranze tramontano impuntandosi come gli asini.

In fondo ha detto proprio ieri Renzi che… l’onestà la considero una precondizione per fare politica. Non è sufficiente a governare un Paese”… quindi ce ne faremo una ragione, in fondo lo ha chiesto pure Vespa a Grillo “Che cosa te ne fai di gente onesta al governo?

Non siamo così ingenui da credere che l’onestà sia una conquista facile in politica anzi insieme a Machiavelli abbiamo raccontato agli amici di Icebergfinanza come funziona in realtà la politica e quale è la scommessa di Renzi.

Fatta questa premessa a scanso di equivoci, direi che l’ultima uscita di Renzi sullo spread, ma non solo di Renzi, ma anche di Padoan, sponsorizzata dal giornale di famiglia la Repubblica, va messa a verbale insieme alle idiozie confidate da Monti durante la crisi che ha attraversato il nostro Paese recentemente.

 

 

 

 

 

“Lo spread sale per colpa di Beppe, solo noi possiamo salvare il Paese” Ad onor del vero dall’altra parte invece di stare zitti Luigi di Maio subito ha visto volare un asino ed ha esclamato…Spread sale? Colpa di Renzi. Non ha fatto nulla”

Ma si sa per un popolo intriso di “financial illiteracy” ovvero puro analfabetismo finanziario ci vuole questo e altro per pascolare le proprie pecore.

Probabilmente non è bastato uno che urlava quotidianamente che se lo spread saliva ancora un pò avremo fatto la fine della Grecia, salvo poi osservare come è andata a finire.

Hai voglia tu di tranquillizzare mentre intorno si divertono a far scoppiare petardi e prospettano la fine del mondo Monti & Co… «Ma l’Italia non può fallire» – Federazione Trentina della Cooperazione

Non voglio salire in cattedra e fare lezioni gratuite di PRAGMATISMO, ma sappiamo tutti come in realtà è andata. A qualcuno serviva lo spread, ovvero un asino che vola, per togliere dal Paese un clown che quotidianamente andava in giro a dire che la speculazione è una moda passeggera, che i ristoranti erano infarciti e che gli aerei non riuscivano a decollare perchè erano pieni.

Ora che invece riempiranno le case degli italiani di dentiere e di cibo per cani, la situazione migliorerà notevolmente…sic!

Poi serviva anche per costringere qualche pollo a pagare più tasse senza fiatare, ovvero a finanziare con qualche miliardo in più i famigerati fondi di salvataggio europei che servivano per salvare la Grecia, si la Grecia, il più grande successo dell’euro. Mentre gli asini volavano, ops scusate lo spread volava, 50 miliardi finivano come anticipo in un fondino dal quale le banche greche tiravano fuori i soldini da restituire alle banche tedesche, francesi o inglesi, che diversamente sarebbero finite a gambe all’aria insieme agli asini.

Un’altra piccola premessa! Si lo so, lo so siamo corrotti, mafiosi, poco produttivi, poco flessibili, abbiamo uno Stato corrotto e spendaccione, lavoriamo poco e gli altri sono tutti angeli che volano immacolati, esempi da imitare per noi poveri straccioni meridionali.

Proseguendo, è servito anche per costringere un mucchio di belle addormentate sullo spread  a sottoscrivere il pareggio di bilancio in Costituzione e il fiscal compact che se non verrà rinegoziato sarà la nostra rovina, checchenedicano dotti, medici e sapienti che studiano gli asini che volano o il sesso degli angeli.

Salvo poi ad onde alterne osservare il giorno prima delle elezioni Renzi dire…“Basta rigore cieco, sì alla crescita” ….Smussare il dogma del 3% del deficit e il Fiscal Compact, costruire un’Europa più democratica e votata alla crescita(…) Ecco il piano per il semestre di presidenza italiana dell’Unione di Matteo Renzi… e via dicendo!

Me lo immagino già non appena scenderanno le lacrime ad Angelina….

E’ servito anche a far smettere di piangere Angelina Merkel al Festival di Cannes, ops scusate al G20 di Cannes …

“I think Silvio is right”, “Penso che Silvio abbia ragione”. L’uscita di Barack Obama soprende i presenti e gela Angela Merkel. Secondo il presidente americano, Berlusconi fa bene a rifiutare il piano del Fondo monetario internazionale perché le condizioni richieste sarebbero troppo dure per l’economia italiana. Obama propone una soluzione all’americana, aumentando la liquidità con l’emissione di nuovi diritti speciali di prelievo, la quasi moneta del Fmi basata su un paniere di valute (dollaro, euro, sterlina, yen). La Bundesbank lo esclude e la Merkel non è in grado di far cambiare idea a Jens Weidmann, il suo ex consigliere che presiede la banca centrale tedesca. “Non posso prendere questo rischio senza ottenere nulla dall’italia – esclama – Non mi suiciderò”. E poi scoppia in lacrime. Sono le 21,30 del 3 novembre 2011, la notte più buia dell’euro.Quando Obama difese l’Italia e la Merkel pianse lacrime ama

Che cari i tedeschi e i francesi ci volevano commissariare con il FMI, che figata l’Europa unita e solidale!

Non solo è servito anche a dare stabilità certo lo spread basso basso, cosi tutti coloro che sono intenti ad osservare gli asini che scendono, ops scusate ancora, intendevo lo spread che scende non si accorgono che stanno svendendo pezzi del nostro Paese, PRIVATIZZANDO  i gioielli di famiglia come l’ENI magari che rende il 6 % all’anno per pagarsi il 3/4 % di debito, una libidine finanziaria non c’è che dire.

Ma mi fermo qui tanto questi post non li legge nessuno e per rispetto non li fate leggere a nessuno.

Raissumendo per tutti quelli che osservano quotidianamente alla televisione gli asini volare o li intravvedono sui giornali lo SPREAD è sceso perchè DRAGHI ha garantitio che farà qualunque cosa per salvare l’euro e credetemi sarà abbastanza dice lui. Inoltre con i rendimenti da fame che c’erano in giro da qualche parte i soldi, l’oceano di liquidità che le banche centrali hanno regalato ai loro azionisti fregandosene dell’economia e della gente da qualche parte dovevano pure andare.

E’ chiaro che lo spread ha paura di un determinato risultato alle elezioni europee, ma è un giocattolino che quattro monelli intrisi di cocaina e testosterone utilizzano per indirizzarvi nel scegliere la strada giusta, quella che meglio si addice alla vostra salute e ovviamente al loro portafoglio!

In sintesi ripetete con me mentre gli asini volano, LO SPREAD E’ SCESO GRAZIE A MARIO  LO SPREAD E’ SCESO GRAZIE A MARIO LO SPREAD E’ SCESO GRAZIE A MARIO LO SPREAD E’ SCESO GRAZIE A MARIO LO SPREAD E’ SCESO GRAZIE A MARIO LO SPREAD E’ SCESO GRAZIE A MARIO LO SPREAD E’ SCESO GRAZIE A MARIO LO SPREAD E’ SCESO GRAZIE A MARIO LO SPREAD E’ SCESO GRAZIE A MARIO…

…Mario Draghi e non l’altro Mario o Matteo o chiunque altro vogliano farvi credere.

Date un’occhiata qui sotto, un tizio che forse conoscete, il giorno 8 maggio in tempi non sospetti mentre lo spread sonnacchiava ha scritto…

 

 

 

 

 

 

Domanda da un milione di dollari (… mi raccomando non ditelo in giro se non vanno a ruba i dollari :D :wink: ) dicevo domanda da un milione di dollari…

Il giorno 8 maggio con i titoli spagnoli e italiani decennali che offrivano un rendimento del del 2.88 o 2.94 chi di voi avrebbe preferito un insignificante titolo americano stessa scadenza che rendeva solo un miserabile 2.60 % annuale lordo?

E si nessuna bolla, l’Italia è decisamente più sicura dell’America, caro Matteo, è colpa di Beppe, del Toni e della Loretta, si quella che ogni tre giorni urlava che l’Italia doveva fallire, si la Loretta quella che dava consigli a Beppe… Ussignur!

Forse è meglio che mi ritiri, mi arrenda in fondo non cambierà mai nulla in questo Paese, buona fortuna e occhio perchè gli asini che volano stanno esaurendo il carburante!

Mi dispiace ma questa è la pura e semplice realtà, bisogna prenderne atto, come noi facciamo da anni, mentre altri vi illudono inutilmente, in direzione sempre e solo ostinata e contraria!

« SOSTIENI L’INFORMAZIONE INDIPENDENTE contribuisci anche tu LIBERAMENTE a tenere in vita un’isola di condivisione quotidiana nell’oceano infinito di questa tempesta perfetta …Chiunque volesse ricevere le ultime analisi può liberamente contribuire al nostro viaggio cliccando sul banner in cima al blog o sul lato destro della pagina. Semplicemente Grazie

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 9.4/10 (29 votes cast)
VN:F [1.9.20_1166]
Rating: +16 (from 18 votes)
RENZI: LO SPREAD E' COLPA DI BEPPE..., 9.4 out of 10 based on 29 ratings
Tags:   |
41 commenti Commenta
reragno
Scritto il 22 maggio 2014 at 10:42

Giusto perchè tutti sparano sopra questa Italia, spesso giustamente, oggi dal sole 24ore
Indagate 31 banche tedesche ( i virtuosi d’Europa ) compresa la Deutsche Bank per manipolazione dei cambi.
Stesso giornale stessa pagina: indagine Ue su manipolazione tasso euribor.
Coinvolte Hsbc , Jpmorgan e Credit Agricole …………insomma tutte banche italiane a quanto pare.
Ma sono tutti paesi che si permettono di darci lezioni di vita tutti i giorni. Sveglia signori sveglia!!!!!!!!!!!!!!!

kry
Scritto il 22 maggio 2014 at 10:52

Bravo Mario, bravo Mario domenica sera ci paghi un aperol-spread?Certo che sto tizio in tempi non sospetti poteva dirlo solo ai 4 amici intimi dove sonnecchiava il differenziale invece di andarlo a sbandierare al bar così da dar la possibilità a Renzi di trovare una scusa. A proposito Veleno ci ricordava che son passati 100 giorni quasi 4 mesi quindi stiamo arrivando alla scadenza temporale in cui l’indice dell’ottimismo incomincia a declinare. Mi sa che nonno napolitano per far risalire l’ottimismo al suo picco non guardi tanto all’indice ma userà il medio ma tanto che importa già siamo abituati. Ciao Andrea e grazie.

aurelmes
Scritto il 22 maggio 2014 at 11:37

Il sistema finanziario mondiale è pronto a esplodere di nuovo :

http://www.movisol.org/14news107.htm

john_ludd
Scritto il 22 maggio 2014 at 12:29

reragno@finanzaonline,

>> Ma sono tutti paesi che si permettono di darci lezioni di vita tutti i giorni.

non è questo il problema… ma che i nostri leaders (???) e gli itaGLIani in maggioranza lo accettano senza alcun senso critico. Una sorta di inferiory complex… cioè NOI siamo effettivamente inferiori… come qualità della scuola, istruzione media, tasso civile etc… ma invece che sentirci inferiori laddove lo siamo e prendere provvedimenti per migliorare ci sentiamo inferiori laddove non lo siamo e prendiamo provvedimenti che vanno a peggiorare la situazione per esempio riducendo le spese per l’istruzione ! Mica è necessario mandarci contro un esercito… facciamo tutto da soli !

kry
Scritto il 22 maggio 2014 at 12:45

john_ludd@finanza,

john_ludd@finanza: non è questo il problema… ma che i nostri leaders (???) e gli itaGLIani in maggioranza lo accettano senza alcun senso critico.

Per questo che la situazione è critica. GLi itaGLI-ani sanno fare tanta critica …. senza senso.

reragno
Scritto il 22 maggio 2014 at 13:09

Lo sappiamo bene come sono gli itaGLI-ani……………………anche fin troppo.
Ma ci sono anche gli Italiani, tra cui molti sono lettori di questo blog e da loro che si aspetta un sussolto di orgoglio.

Il resto dell’umanità non è molto superiore ai nostri…….itaGLI-ani

john_ludd
Scritto il 22 maggio 2014 at 13:22

reragno@finanzaonline,

con un sussulto di orgoglio non cambi il mondo che andrà per la sua strada, però almeno cambi le tue idee e puoi persino influire nel ristretto ambiente attorno a te, magari qualcuno ti dirà grazie invece che mandarti a fare in culo e quando verrà il momento lascerai il tuo posto da saggio e non da coglione. Riflettici, e’ un grande risultato !

john_ludd
Scritto il 22 maggio 2014 at 14:18

Mazzalai scrive:

“A beneficio di tutti coloro che si fossero messi in ascolto solo negli ultimi minuti vorrei ricordare che il sottoscritto è da annoverarsi tra i fessi che tanto ma tanto tempo fa avevano veramente sperato che Renzi fosse un’occasione di riscatto per il nostro Paese.”

Povero Andrea, mica sei l’unico. Non che sperassi in molto, ma pensavo che il tipo si sarebbe dimostrato almeno moderatamente intelligente e preparato e invece no, oltre a essere un bugiardo è un pericoloso incompetente opportunista. Lo si può dimostrare in tanti modi questo è uno dei tanti. Uno dei cavalli di battaglia del Renzi pensiero è l’introduzione di aliquote fiscali al 26% per punire la “rendita finanziaria pura” mentre i titoli governativi restano al 12,5%. Ora uno potrebbe dire “guarda che Renzi è furbo, in questo modo incoraggia l’acquisto di titoli di stato italiani…” Uno che dice questo riesce a essere decisamente più coglione (molto di più) che il genio di Firenze. Infatti, TUTTI i titoli governativi e assimilati di paesi nella white list restano al 12,5%. Immagino che il prode fiorentino ci abbia provato a metterli al 26% ma avrà ricevuto un paio di telefonate da Washington e Francoforte dove un funzionario di terzo livello avrà detto qualcosa del tipo “guardi mi hanno incaricato di dirle che se ci prova le infiliamo un palo nel… e la portiamo in giro come una bandiera”. Quindi uno compra titoli tedeschi, BEI, treasuries, governativi norvegesi e canadesi e se li vede tassare al 12,5%, titoli con rischio zero di solvibilità e in certi casi rendimenti simili alla nostra paccottiglia. Un genio assoluto, quasi quanto il tanghero che vuole sostituirlo e inneggia al default o alla sovranità monetaria dell’Equador paese che non ha una moneta nazionale avendo adottato il dollaro dopo… l’ennesimo default.

gnutim
Scritto il 22 maggio 2014 at 14:26

john_ludd@finanza,

caro jhon, mi permetto di dissentire parzialente. I sondaggi (mamma mia…) indicano l’astensione al 50% più un altro 30/40% di voti di protesta, non mi sembra che gli italioti siano poi così rimbecilliti.

Ovvio che a elezioni avvenute potrai smentirmi se questi numeri non sono realtà. In un quadro politico dove solo il M5S sembra essere elemento di discontinuità con i partiti di sempre, è un bel risultato… negli altri paesi non mi sembra che i partiti di protesta siano poi così forti a parte la grecia…

gnutim
Scritto il 22 maggio 2014 at 14:31

comunque andre complimenti per questo post che mi sono stampato e che proverò a condividere.

Mi hai anticipato di pochi minuti perchè prima di leggerlo avevo inviato a una quarantina di amici queste mie parole:

Perdonate questo intervento a gamba tesa proprio a pochi giorni dalle
consultazioni europee, ma dato che tutta la carta straccia italiana,
la tv e le maggiori cariche dello stato sembrano improvvisamente tutti
sulla stessa linea, io provo a fare suonare un’altra campana piccola
piccola e prendo spunto da questa frase di Renzi (il tema viene
ripreso da TUTTI compreso Berlusca, Napolitano, premier europei, ecc):

“Il forte aumento dello spread (ndr costo del debito) registrato ieri
è frutto della paura di una vittoria dei populisti alle elezioni
europee. Così il presidente del Consiglio, Matteo Renzi, intervenuto
oggi al programma Radio anch’io. Il premier ha rimarcato come lo
spread Btp-Bund è sceso sotto i 150 punti base quanto il mercato
vedeva una prospettiva di sviluppo, ora sui giornali si legge di un
possibile trionfo dei populismi e lo spread è schizzato in alto, “ma
io non credo ai burattinai dello spread”.

Ma torniamo sulla terra ferma….

Da quando in qua il popolo è diventato “populista”? devono andare a
votare solo i simpatizzanti dei vecchi partiti?

Ma cari miei politici, se su 100 persone che vanno a votare 30 / 40
fanno una x su MS5, AN, SVP, LEGA, TSIPRAS , ecc non potrebbbe far
pensare che una bella fetta di gente NORMALE è stanca di voi e
dell’europa delle banche e dello spread? Un minimo di autocritica non
si fa più?

Invece di creare paura nelle persone invocando sto ipotetico mostro
“POPULISTA”, perchè non aprire gli occhi e vedere come gira il mondo?

Poi lasciamo stare lo spread è che influenzato totalmente dalla
finanza che guarda caso manda lo stesso messaggio: “votate di qua che
sennò vi facciamo rivedere il 2011!!!”. (ricordate Monti con la sua
celebre frase: “siamo riusciti ad uccidere la domenda interna!”)

Bene io non sono schiavo dello spread e tantomeno della finanza.
Ragiono con la mia testa e non credo al coro di benpensati professori
che mi raccontano sempre la stessa solfa.

Cari politici lobbysti, se dare un voto di protesta oggi si chiama
essere “populisti” allora chiamtemi pure con questo sostantivo, mi ci
abituerò.

Bye bye euro

john_ludd
Scritto il 22 maggio 2014 at 15:17

gnutim@finanza,

non basta essere elemento di discontinuità, serve gente che dimostri competenza e lucidità, ma io non ne vedo, almeno non laddove si fabbricheranno le decisioni. Tuttavia che ti devo dire… È meglio accendere una lampada, che maledire l’oscurità (Lao Tzu)… anche se rischi di mandare a fuoco la stanza ? (zio Giuseppe)… Bau bau, tirami quel legnetto tonto che sono qui che aspetto (il mio cane)

Scritto il 22 maggio 2014 at 15:20

gnutim@finanza,

Quoto Gnutim. :D
Piaccia o non piaccia o in parte, come già sapete io sono ancora pienamente convinto
che oggi per tentare un cambiamento vero non c’è alternativa al M5S!
La politica vecchia ha rotto i coglioni a troppe persone, quel modo di fare
dei vari PD,PDL, SEL ecc… ci ha portato alla rovina.
Quando Vespa ha chiesto a Grillo “che te ne fai della gente ONESTA in Parlamento”,
lì ho capito che la mente italiota è talmente assueffatta e abituata al malaffare della vita politica ed economica di ogni giorni, come se senza la disonestà un paese non va avanti e
non si possa governare, che salvo un fortissimo scossone con una vittoria schiaccinate
del M5S contro tutti gli altri partiti, finalmente si capirà che l’Italia è fatta anche di ITALIANI.

La vecchia classe politica, i vecchi partiti e le persone che li conpongono, hanno padroneggiato ordinato deciso organizzato rubato tradito tutti noi. Io mi sono rotto i “cogl__ni” di essere preso per il cubo in continuazione, non fanno MAI niente di vero per la gente che rappresentano. Sono FALSI BUGIARDI ARROGANTI E FINTI sapienti acculturati aacademici. 8)
Tolte di mezzo queste devastanti metastasi chiamate PD,PDL,SEL,Scelta Civica ecc…. :evil::evil::evil:
forse l’Italia potrà ricominciare a respirare aria nuova, fresca così riossigenandosi proverà a ripartire.
Come dici tu Andrea la verità e figlia del tempo ma
dato che troppe poche persone sono disposte a fare una vera Rivoluzione,
oggi essendo “giovane” ed avendo molte speranze
queste non posso che riporle nel VERO cambiamento, il M5S :mrgreen:
Il voto come diceva in una canzone Rino Gaetano può essere come
una bomba atomica,
usiamola intelligentemente. :wink:
OSS

soltero
Scritto il 22 maggio 2014 at 15:38

Andrea, sappiamo che sei stanco, lo siamo un po’ tutti, dobbiamo solo cercare di aiutarci uno com l,altro. Quello che scivono John e tutti gli altri in questo blog io lo condivido al 100% ma tutti siamo concentrati sulle conseguenze del nostro futuro o più correttamente sul futuro dei nostri figli che è sempre più buio, ma MAI o solo di sfuggita si menziona il perché e come siamo arrivati a questo punto. A mio modesto parere le cause sono da ricercare intorno agli anni 70-80 quando un senso pragmatico e ragionevole avrebbe dovuto portare a visioni lungimiranti nel tempo, ma le persone ai comandi hanno lavorato in senso opposto supportati da noi tutti, me compreso. Abbagliati da una rincorsa senza freni e distruggendo piano piano tutte le barriere storiche che avrebbero potuto frenare e cioè la FAMIGLIA in primis, argine e fulcro fondamentale in qualsiasi civiltà, legalizzando divorzi, aborti, droghe, lgbt e ora eutanasia a qualsiasi forma ed età e via andando. Dove vado e quasi tutte le persone che conosco è un pozzo di tristezza, gente sola o separata,figli senza un padre o una madre, giovani che neanche lontanamente sognano di formare una famiglia tutti intenti a cercare uno spiraglio di felicità con ipod e similari. Anche senza una catastrofe economica noi italiani siamo destinati all,estinzione: max 2 generazioni e saremo la metà di come siamo ora e il rimanente per la maggior parte saranno vecchi. Non posso non pensare che tutto questo è un disegno diabolico prestabilito e portato avanti con una lucidità spaventosa. Se qualcuno mi domanda se ho una soluzione, chiaramente non ce l,ho. Sono un microbo contro un,elefante, ma la mia priorità non è il domani ma il presente il cercare di contrastare in qualsiasi modo i portatori di questo piano infernale. Solo dopo aver arginato o meglio ancora eliminato questo disegno, potremmo affrontare un futuro sicuramente molto difficile ma con la consapevolezza di essere uniti per un solo obbiettivo: una tenue luce di speranza

quesalid
Scritto il 22 maggio 2014 at 15:39

LO SPREAD ED I TRUCCHI DELLA BUNDESBANK

http://clericetti.blogautore.repubblica.it/2014/05/21/lo-spread-e-i-trucchi-della-bundesbank/

quesalid
Scritto il 22 maggio 2014 at 15:44

Domande:

– la Banca d’Italia interviene alle aste come fa la BundesBank (parcheggio dei titoli in eccesso e rivendita sul secondario)?
– Se non lo fa, perchè?

galactus
Scritto il 22 maggio 2014 at 15:46

Il coraggio busso’ alla porta della paura e quando la porta si apri’ non c’era nessuno.

Scritto il 22 maggio 2014 at 15:52

soltero@finanza,

Soltero anche tu come molti hai colto un altro punto fondamentale:
LA FAMIGLIA continuamente denigrata, manipolata riformulata….
ricordi la richiesta e leggi in favore dei gay che chiedevano pari diritti per l’adozione,
da quel momento ai miei occhi la famiglia è stata spogliata dei suoi valori cardine! :cry:
In questo caso non sono provocatorio,
ma schifo questo modo di riformulare quella che chiamano Famiglia. :evil:
OSS

stanziale
Scritto il 22 maggio 2014 at 16:53

soltero@finanza,

E’ il piano kalergi +Von hayek…ti sei dimenticato l’immigrazione , e quindi alla fine arrivare alla perdita di identita’ degli impoveriti popoli europei , gli uomini saranno completamente manipolati e al servizio dei potentati finanziari…se lo completano il piano, visto che ( John Ludd docet), c’e’ da tener conto del piccolo imprevisto del calo delle risorse….per le tue considerazioni, dico ancora una volta viva Putin ( e tra un po’, viva anche i cinesi, popolo tradizionalista).

john_ludd
Scritto il 22 maggio 2014 at 18:08

mi tocca rivalutare Renzi… in relativo si intende. Mi ero perso la recente dichiarazione del giullare Mr. Dudley che ha dichiarato tra le altre varie ed eventuali a proposito del tema preferito dai mercati ovvero quando la FED alzerà i tassi…

“…Mr Dudley said that raising interest rates would give the Fed the flexibility to cut them again if the economy gets into trouble, so it is more important than reducing the MBS portfolio.”

è geniale no ? una buona ragione per cui la FED dovrebbe alzare i tassi è che se poi le cose vanno male questo le permetterà poi di abbassarli…

ma ma ma ma maccome vengono selezionati questi tipi ? C’è un test al contrario… del tipo se sei sotto una certa soglia allora ti prendiamo ?

icebergfinanza
Scritto il 22 maggio 2014 at 19:40

john_ludd@finanza,

Lo sai che gli psicopatici vanno benissimo per la finanza! :mrgreen:

silvio66
Scritto il 22 maggio 2014 at 20:04

..che per una volta i fessi la facciano pagare ai furbi.. :mrgreen:

dorf001
Scritto il 22 maggio 2014 at 20:17

icebergfinanza,

hei capitano ti voglio dire 2 – 3 cosette. se cerchi visibilità e dire la tua, non hai altra scelta che andare in TV. alla trasmissione LA GABBIA del mercoledi’. buona trasmissione, parlano chiaro. l’unica lacuna, per me grave, è che ci cascano sempre nel farsi fregare dai vari scelta civica dsi turno e pdl, che dicono: mamma mia nel novembre 2011 eravamo quasi in defalut. e a questo punto sarebbe che intervenisse un certo MAZZALAI. che spiega ben bene questa mega bugia.

poi sui grillini e i vari DI MAIO. e la questione monetaria. ti sbagli capo. ti dico che invece sono pressati dalla base a che parlino a più non posso in tv, di sovranità monetaria, di QUANTO stampare (no a rotta di collo come negli USA) , di debito odioso e tanto altro. visto che loro si son affidati totalmente alla base e alla rete, ora son obbligati ad ascoltare ed eseguire.

quindi ANDREA non essere cosi’ diffidente. abbi fede. qualcosa si muoverà. se hai creduto in quel pagliaccio di renzi, beh i grillini NON possono fare peggio. anzi faranno molto meglio. la base gli soffia sul collo. DI BATTISTA ha parlato più volte di AURITI e riprendersi la sovranità monetaria. lo ha detto anche da MENTANA.

ti basta come risposta?

BYE

icebergfinanza
Scritto il 22 maggio 2014 at 20:40

dorf001@finanza,

Non cerco visibilità in televisione non mi interessa avrei già accettato più volte altre proposte che non sono mancate. Due programmi RAI mi hanno contattato uno televisivo e uno radiofonico e ho gentilmente declinato. Avrei piacere che più persone fossero realmente consapevoli di quello che sta accadendo e basta ma alle volte si fa fatica anche solo
a condividere con un semplice click.

veleno50
Scritto il 22 maggio 2014 at 20:53

aventi diritto al voto 50 milioni previsioni percentuale alle prossime europee dal 50/60% .europee 2009 percentuale 65,5%.voteranno nel 2014 circa 28 milioni di persone, nessun grillino mancherà al voto,quindi presumo circa 10 milioni. nel pd la vecchia guardia grigia, ammuffita ,rema contro credo che al sud sia un disastro.pdl dai sondaggi dimezzerà i voti un tonfo. quindi con grande gioa di tantissimi commentatori la grande vittoria è vicina. CARO DONT KRY vedremo in 100 giorni cosa riuscirà a fare il tuo beniamino auguri. alcuni giorni fa ho venduto dei titoli di stato(btpitalia novembre) comprato a 100 venduto 103,98 un 3,98% di gain hanno reso il 5% lordo compreso il rateo in sei mesi . li ho venduti convinto con l’avvicinarsi delle elezioni che qualcosa poteva accadere in effetti anche oggi sono calati e domani forse c è il tonfo. tutto questo per dirti che se vince grillo io titoli di stato non ne acquisto se vince Renzi acquisto immediato all’apertura.la colpa dello spread alto come dice un galantuomo che mi lascia scrivere mediocrità è figlia del tempo. bay bay

kry
Scritto il 22 maggio 2014 at 21:51

Caro Veleno comprendo che ti possa mancare ma onestamente non sei il mio tipo. Quello che non comprendo è perchè mi provochi inutilmente. Ma veramente credi di aver capito chi è il mio beniamino? Quando mai mi sono espresso politicamente? Ti posso dire che il mio voto è sempre stato in qualche modo contrario al tuo e nonostante tutto non ho mai votato Berlusconi. Buonanotte.

zer
Scritto il 22 maggio 2014 at 22:48

purtroppo le origini si portano appresso in un paese di beoti, 50% cattolici 50% paracomunisti, dove dopo 40 anni finalmente dato votare secondo intelligenza, scelgono il mona che grida più forte…
vincerà grillo e poi fra un anno tutti a dire ma chi l’ha votat,io no .
fuori dall’ euro…napolitano rifiuto umano.
gianni z.

veleno50
Scritto il 22 maggio 2014 at 23:20

kry@finanza,
Ore 10,52 del mattino presumo che il bravo dont kry fosse non del tutto sobrio, solita solfa su veleno o no? notte

vito_t
Scritto il 22 maggio 2014 at 23:36

Il giorno 8 maggio con i titoli spagnoli e italiani decennali che offrivano un rendimento del del 2.88 o 2.94 chi di voi avrebbe preferito un insignificante titolo americano stessa scadenza che rendeva solo un miserabile 2.60 % annuale lordo?

Caro Andrea, fai pure ironia è il sale della vita, ma se uno realmente pensava che fosse più conveniente acquistare un btp piuttosto che un T-note .. cosa deve fare ? … io pongo un paio di questioni che superficialmente non sono state prese in considerazione da te .. almeno mi pare … il tasso di inflazione molto diverso tra i due paesi che fa si che il rendimento reale netto di un btp sia molto superiore a quello di un T-note e un altro piccolissimo particolare, .. anche volessi … c’è il cambio di mezzo e non sta scritto da nessuna parte che … poi non debba perdere sul fronte dei cambi quello che potrei anche guadagnare in più sul fronte del bond ….
Non vorrei che chi dissente anche su piccole questioni, venga deriso … credo che nessuno possa pensare di essere il “verbo” …. accettare opinioni contrarie non solo è corretto ma è anche “sano” ….
Per la cronaca

sd
Scritto il 23 maggio 2014 at 00:07

dorf001@finanza,

DORF il Capitano Andrea nel suo blog si occupa di un certo settore finanziario e d’investimenti e quindi si occupa di chi ha i SOLDI per fare queste operazioni !!!!!

Diversamente IO e TE parliamo di persone che non hanno neanche i SOLDI per vivere, o almeno hanno molte difficoltà per campare (anche se sicuramente il Capitano comprende benissimo la situazione di quest’ultimi).

E inutile discutere con qualcuno che ha a disposizione SOLDI da poter investire, e inutile discutere della natura dell’euro, sovranita monetaria, proprietà della moneta, Auriti ecc. con quest’ultimi.

I dissocupati aumentano, la povertà aumenta, le aziende chiudono, falliscono o delocalizzano, lo stato stà diventano una vera e propria S.p.a. a scopo di lucro…………………prima o poi arriverà la resa dei conti…………..è matematico……….la finanza non crea ricchezza la trasferisce solamente……..la moneta-debito a corso forzoso può solamente creare altro debito e non ricchezza e benessere per tutti.

Aspettiamo il 26 maggio, dopo le votazioni europee, e vedremo cosa accade….tutto è possibile….anche un colpo di stato tipo Thailandia…..a meno che non sia già avvenuto.

SD

icebergfinanza
Scritto il 23 maggio 2014 at 06:32

vito_t@finanzaonline,

Perchè qualcuno dovrebbe essere deriso era solo un’osservazione nei confronti di coloro soprattutto politici e analisti interessati che a certi rendimenti continuano a suggerire di acquistare magari a rendimenti reali negativi!
Come tu bei sai il sottoscritto è stato uno dei pochissimi in Italia in tempi non sospetti a cercare di tranquillizzare sulla base dei FONDAMENTALI quando mezzo mondo si disfava o consigliava di vendere i nostri titoli di Stato, mentre l’altro mezzo si divertiva a panicare sulla base del proprio conflitto di interesse.
Ora dopo due anni e oltre i FONDAMENTALI del nostro Paese sono decisamente peggiorati grazie soprattutto a MONTI & Co e alla loro demenziale politica austera, ma in fondo che aspettarsi da chi suggerisce che il più grande successo dell’euro è la Grecia?
Ora osservare titoli di paesi in evidente difficoltà valere quanto quelli americani avrebbe dovuto far riflettere chiunque abbia un minimo di buon senso e lasciamo stare il cambio visto che anche in questo caso ci sono parecchie riflessioni da fare e che giustamente abbiamo fatto con Machiavelli, semplici riflessioni a bordo da…scaricatori di porto. :wink:
Ciao Andrea

Scritto il 23 maggio 2014 at 08:18

zer@finanza,

IO, SI :evil:
IO, SI :evil:
IO, SI :evil:
non mi nascondo ne mi nasconderò, mi prendo le responsabilità delle mie azioni
e se avrò sbagliato, non credo e non lo spero, chiederò umilmente scusa! :P
Oggi il tuo discorso vale per quelli che votano il nano Berlusconi :cry:

Quando a scuola negli asili dei miei figli i genitori devono comperare di tasca loro cartaigienica, bicchieri tovaglioli per un servizio che dovrebbe essere in realtà il minimo la base garantita per una scuola chiamata pubblica, mentre i milioni e i miliardi per le mazzette per le banche ecc… il mio disgusto per tutto questo non fa che accrescere il senso di ingiustizia sociale in cui viviamo e rafforzare le mie motivazioni affinchè in politica entrino SOLO PERSONE ONESTE… il M5S!!!!
Capito Vespa?
OSS

reragno
Scritto il 23 maggio 2014 at 08:45

Ho visto che hanno tirato fuori dal cilinro il coniglio per risollevare il pil:
droga e prostituzione faranno crescere il pil…………………Renzi e Padaon diranno che grazie alle loro manovre e riforme.
Roba da matti!!!!!!!!!!!

Domenica tutti a votare ovviamente! Nessuno escluso.

Andrea: forza e coraggio. Io punto tutto su di te per un tuo sbarco nel mondo della politica.

aurelmes
Scritto il 23 maggio 2014 at 08:48

George Soros vende tutte le azioni di Citigroup, Bank of America e JP Morgan

http://www.criticamente.it/index.php/economia-e-finanza/24859-george-soros-vende-tutte-le-azioni-di-citigroup-bank-of-america-e-jp-morgan

kry
Scritto il 23 maggio 2014 at 09:07

veleno50@finanza,

Lo ribadisco non sei il mio tipo e comunque ti trovo stuzzicante come un salamino piccante di cui vado ghiotto ed è VELENO per il mio colesterolo. Dopo tale premessa mi chiedo cosa ho scritto di male nei tuoi confronti ieri alle 10,52 tanto dal ritenermi non sobrio cosa molto più probabile verso le 23,20. Non cambiava nulla dal scrivere veleno o qualcuno e mi sembrava di essere stato positivo nei tuoi confronti infatti non sono stato io a scrivere la ” solfa ” dei cento giorni. Mi scuso se ti sei sentito usato per potermi poi esprimere in un mio pensiero ironico quanto banale. La fase dell’essere permaloso me la sono fatta passare da tempo e non sono per niente invidioso del fatto che con i btpitalia hai guadagnato. Godi, godi io preferisco farlo in maniera diversa. Sai perchè a volte scrivo tanto, perchè svolgo un lavoro che mi permette di farlo che è ben diverso dal me lo posso permettere e preferisco leggere e scrivere invece di giocare virtualmente a scacchi o sudoko giochi che mi piacciono molto. Potrei continuare ancora ma qui non sono a casa mia e non è corretto nei confrontì degli altri ospiti con cui mi scuso ed essendo oggi una giornata meteorologicamente parlando grigia mi permetto di concludere con una battuta scritta ieri: Gnutim Scrive:
22 maggio 2014 alle 13:30
beh prodi non è mica un professore di matematica!!! Come cakkio fa a fare i calcoli?
A proposito cosa insegna? Castroneria applicata?

Kry Scrive:
22 maggio 2014 alle 14:38
[email protected],
Insegna? Ha chiesto di poterlo fare all’Università del Paese dei Balocchi e in risposta gli hanno offerto un lavoro umile al fianco di Lucignolo. Dopo 2 giorni visto la malparata han pensato bene d’esiliarlo in ITALIA. Vacca boia che sfiga. @@ Ciao compagno Veleno buona giornata. Buona giornata a tutti. Sveglia ITALIA.

aurelmes
Scritto il 23 maggio 2014 at 09:23

Nel giorno di Giovanni Falcone le mafie entrano a pieno titolo nel calcolo del Pil dell’Unione europea

http://www.linksicilia.it/2014/05/nel-giorno-di-giovanni-falcone-le-mafie-entrano-a-pieno-titolo-nel-calcolo-del-pil-dellunione-europea/

kry
Scritto il 23 maggio 2014 at 10:14

kry@finanza,

A proposito di soldi http://ugobardi.blogspot.it/2014/05/collasso-globale-e-colonie-resilienti.html e sai di cosa sono preoccupato oggi : che si siano legalizzato le attività illegali sommerse per fare più pil.

Scritto il 23 maggio 2014 at 10:24

Scusate l’OT ma se siamo in questa situazione di MERDA è solo colpa loro!!!!! :twisted:
1
OSS

Scritto il 23 maggio 2014 at 11:35

kry@finanza,

Il presupposto fondamentale è l’ONESTA’ e la COERENZA
attributi o meglio caratteristiche che sicuramente
non contraddistinguono i vecchi partiti!!!
Cominciamo a rinfrescare il tutto con gente PULITA
poi il buon operato lo valuteremo col tempo.
AVERE GENTE ONESTA IN POLITICA
E’ MERCE TALMENTE RARA OGGI
CHE SAREBBE DA SUPERCOGLIONI FARSI PERDERE :roll:
UN’ALTRA OCCASIONE COME QUESTA. :mrgreen::mrgreen::mrgreen:

Se come hanno fatto troppi italiani fino ad oggi
si votano i soliti ladri incoerenti ambiziosi paraculi che
ci propinano i vari pd,pdl e marciume vario
già sai in partenza che delle proprie speranze
ci si può pulire li dove non batte il sole :x:x:x
OSS

john_ludd
Scritto il 23 maggio 2014 at 12:24

kry@finanza,

Da quando sei passato al partito del dadaismo futurista perenne? c’è già abbastanza folklore dai! Nessuno ha legalizzato niente, si continua imperterriti con delle non notizie per evitare di parlare delle notizie vere. Misure su alcune attività illegali vengono utilizzate anche altrove, in USA hanno persino infilato nel PIL misure edoniche. E non ho voglio di definire cosa è legale e cosa non lo è… si aprirebbe la proverbiale pentola e non finirei più! Non c’è nulla di errato in sè, l’utilizzo di internet è infatti ricchezza solo che non lo puoi misurare con una statistica. Anche andare al museo invece che farsi una sega davanti a un film porno genera ricchezza ma non la si può misurare con questi metodi del piffero. E qui sta il punto: buona parte delle statistiche non significano nulla, è condizionamento culturale sin dalla nascita e pure voi che non siete fessi (o non dovreste) BUM dentro come delle pere cotte a utilizzare lo stesso metro di chi vi caga in testa da quanto siete nati. Gente che straparla di medie e varianze senza sapere che vogliono dire, si straparla di PIL che è una misura dell’interscambio creato da decine di miliardi di transazioni affetta da errori marchiani, si confronta PIL (un flusso) con il debito (uno stock) e così via. Prassi e consuetudine… in un diluvio di banalità sia da parte dei pro market, pro growth che da voi altri accomunati dal pensiero debole di cui si muore.

kry
Scritto il 24 maggio 2014 at 08:25

john_ludd@finanza,

Ciao John, l’ho appena letto e l’apprezzo molto anche il fatto che dopo 15 minuti l’hai condiviso con tutti noi nel post successivo. In fatto al dadaismo potrei essere stato condizionato dall’averne respirato l’aria dopo 45 anni. Io non rifiuto l’esistenza delle attività illegali ne tantomeno dopo le tue precisazioni del come si comportano gli altri del computo di tali attività nel pil. Mi preoccupo del fatto che si sia trovato un espediente(?) per far apparire un dato ” inutile ” più bello senza far nulla per proseguire sulla strada della deresponsabilizzazione della classe politica. Grazie, buon fine settimana buone passeggiate col cane e pedala con la MBK.

Icebergfinanza presenta: ” Viaggio attraverso la tempesta perfetta “
Segui IcebergFinanza su
http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/
Articolo dal Network
Setup e Angoli di Gann FTSE MIB INDEX Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) )
La commissione Affari economici e monetari del Parlamento europeo ha rivisto la bozza di normati
Se vi domandate come mai la borsa USA continua ad essere fortissima, soprattutto se confrontiamo
Ftse Mib: l'indice italiano tenta in apertura il superamento dei 20.500 punti. Importante la chiusur
Inutile nascondersi dietro un dito. Per gli investitori, la tragedia del Ponte Morandi di Genova
Che vi dicevo, non passa neanche una settimana dalla benedizione del dollaro forte che il nostro
Si delinea sempre più forte il decoupling tra l'andamento della borsa USA e quello degli altri li
Analisi Tecnica Si conferma la rottura ribassista del trading range. L'accelerazione al ribasso
DJI Giornaliero Buonasera, eccoci di nuovo con l’analisi sullo storico indice americano.
Stoxx Giornaliero Buongiorno, per una manciata di punti non si è materializzato lo swing inc