TRESURIES BOOM! TUTTI GLI VOGLIONO!

Scritto il alle 08:39 da icebergfinanza

TREASURIES! PANIC BUYING! | icebergfinanza

E certo, le leggende metropolitane continuano a circolare, stai attento Ragazzo, non investire nei titoli di Stato americani, sono estremamente pericolosi, sai!

Ora passiamo a ricordare ai nostri lettori alcuni concetti fondamentali partendo dall’osservazione che ha fatto ieri un’anima in pena passata per caso nel forum del nostro blog.

Il nostro scienziato sosteneva che la Fed ha salvato il mercato dei titoli di Stato americani e che in passato i nostri tesorucci hanno avuto momenti di grave difficoltà.

Premesso che prima di parlare servirebbero almeno le basi, o meglio LEBBASI, sostenere che la Fed ha salvato il mercato dei titoli del Tesoro americano solo perchè quattro dealers se la sono data a gambe levate in mezzo al panico, cancellando per un istante la liquidità fa decisamente sorridere, frutto di una sistematica ignoranza di base SU COME FUNZIONA UN SISTEMA MONETARIO.

Ieri il segretario al TESORO americano Mnuchin ha detto che il Governo non finirà mai i soldi per le piccole imprese, anche se JPMorgan ha dichiarato ieri che sospenderà temporaneamente il credito a chi è fuori dal programma di sostegno del Governo.

  • Mercoledì Mnuchin ha dichiarato alla CNBC che le piccole imprese negli Stati Uniti non dovrebbero preoccuparsi della probabilità di ricevere finanziamenti di soccorso.
  • Il Congresso ha trasferito 350 miliardi di dollari in finanziamenti per le piccole imprese il mese scorso nel Programma di protezione dello stipendio nell’ambito di un pacchetto di aiuti senza precedenti da 2 trilioni di dollari
  • “Voglio assicurare tutte le piccole imprese là fuori: non finiremo i soldi”, ha detto. “Se non ricevi un prestito questa settimana, otterrai un prestito la settimana prossima o la settimana successiva. I soldi ci saranno. ”

A dire il vero anche il nostro Mario Draghi un volpone di primo pelo, ci aveva ricordato che i soldi non finiscono mai, soprattutto quelli per monetizzare i debiti pubblici…

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Se non vi basta il nostro Mario, sentite cosa ha detto ieri un banchiere centrale francese, membro della BCE…

Ma come i soldi non finiscono?  Davvero non finiscono?

Si per loro, i loro amici, le banche ce ne sono sempre, ora FORSE ce ne sono anche per altri se non salta tutto salta il sistema, il loro giochino e senza il loro giochino loro si sentono tristi.

Ma davvero era difficile capire da dove sono usciti in un questi anni oltre 20 trilioni di dollari per salvare banche e speculatori, mentre per gli Stati, soprattutto europei non c’erano soldi ma solo lacrime e sangue e austerità?

Abbiamo centrato un’altra nostra previsione, un giorno il mondo intero si sarebbe accorto che se serve, i soldi si creano dal nulla e arriva l’elicottero!

Glielo dite Voi all’anima in pena che è passata nel forum ieri che i rischi per un titolo di Stato americano sono solo nella sua immaginazione e in quella di tutti i consulenti che in questi anni e mesi hanno IMPEDITO ai loro clienti che leggevano Icebergfinanza di diversificare il proprio portafoglio, raccontandoli le solite balle sul rischio cambio, rischio Paese o addirittura sostenendo che le spese di gestione e amministrazione di tali titoli erano enormi?

“Jim, stiamo raccogliendo oltre 2 trilioni di dollari per il nostro aiuto COVID. (…) abbiamo una domanda enorme per i Treasury statunitensi ”, ha detto Mnuchin. “Tutti vogliono acquistare i Treasury statunitensi: è il rifugio sicuro”.

Concludo ricordando a chi arriva solo oggi sul nostro blog che noi siamo stati gli unici in Italia a puntare solo e sempre sui TREASURIES americani, soli controcorrente, una scommessa supportata da anni di studio e analisi empiriche e chi ci ha seguito, chi ha avuto fiducia in noi a salvato il proprio patrimonio, i propri risparmi, portando a casa performace che vanno da un minimo del 20 % ad un massimo del 70%

Solo da inizio anno i TBOND trentennali si sono apprezzati con l’aiuto del dollaro del 33 %, se andiamo indietro al famigerato ottobre rosso del 2018, la performance sale al 43 % per chi avesse investito a partire dal nostro primo appuntamento nel 2014 oggi la performance sarebbe di oltre il 70 % dollaro compreso, poi annualizzate il tutto come meglio credete.

Questi sono i fatti, il resto chiacchiere da bar, importante è aver diffuso consapevolezza tra lettori e clienti e credetemi, non è ancora finita!

 

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)
Nessun commento Commenta

I commenti sono chiusi.

SOSTIENI ICEBERGFINANZA
Segui IcebergFinanza su
http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/
SOSTIENI IL NOSTRO VIAGGIO
IL NOSTRO LIBRO clicca qui
CONSULENZA ECONOMICO FINANZIARIA
Articolo dal Network
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) [ u
Ftse Mib. L’indice è finalmente riuscito a superare una resistenza molto importante. Si tratta d
Su tutti i sottostanti, appena rotti i livelli di resistenza di questa lunga congestione dove erano
Visto che molto spesso abbiamo parlato della finanza passiva, e visto che ormai il suo peso spec
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) [ u
Si lo so, l'euro è stato dato per morto da tempo, nonostante questo e sulle macerie della class
Sull'equity, nonostante le impostazioni grafiche con minimi e massini crescenti, non si assiste di p
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) [ u
CDS (Credit Default Swap) settore auto a confronto e...non solo Secondo me con il default di Hert
Guest post: Trading Room #365. Il quadro tecnico che finalmente evolve e ci regala un livello graf