L’ULTIMA ILLUSIONE!

Scritto il alle 08:04 da icebergfinanza

Rally: Santa delivers a late gift to stock investors

Alla fine anche il falco Powell ha dovuto calare la maschera da falco e mettere quella da colomba, anche se in realtà gli psicopatici che amministrano i mercati avevano bisogno di mangiare falchetti arrosto dopo che il tacchino gli è andato di traverso.

In realtà, sappiamo bene come questi inutili personaggi, principali responsabili di ogni crisi, incapaci di gestire la politica monetaria, cambiano idea facilmente…

In realtà Powell non ha detto nulla di nuovo, ha ammesso di non capirci nulla, più o meno come i mercati, ma non c’è fretta…:

“Ci vorranno molte più prove per confortare che l’inflazione stia effettivamente diminuendo . Secondo qualsiasi standard, l’inflazione rimane troppo alta”.

Basterebbe questo per comprendere che ieri, c’era troppa gente imbottita di cocaina sui mercati, avevano bisogno di una nuova illusione.

In realtà è bastato che le elezioni di medio termine fossero finite per vedere crollare l’occupazione taroccata o “aggiustata”…

Letteralmente dimezzata rispetto al mese precedente nel settore privato, ma soprattutto in continua caduta nel fondamentale dato delle nuove opportunità di lavoro, che la Fed segue da vicino…

Peccato che è un indicatore ritardato il mercato del lavoro ma non c’è fretta, vediamo se venerdì il BLS rilascerà dati reali o continuerà a taroccarli, come ha fatto in questi mesi con i dati delle imprese.

Ma torniamo dal falchetto Powell travestito da finta colomba.

COLOMBA:

Moderazione ritmo rialzi a dicembre, “solo” 50 punti base invece di 75.

Abbiamo compito progressi sostanziali verso una politica monetaria sufficientemente restrittiva… ma, resta ancora strada da percorrere.

Tutto qui ciò che ha fatto girare rapidamente la cocaina a Wall Street, niente altro, pura illusione.

In realtà, ha detto altre cosuccie che il mercato ha ignorato.

La prima è che nessuno si è preso la briga di leggere la risposta alle domande su un presunto atterraggio morbido per il prossimo anno.

La risposta è stata semplice!

 “È ancora realizzabile”, ha detto Powell, aggiungendo che “Se guardi alla storia non è un risultato probabile”.

Ma noi facciamo anche questo lavoro qui, spulciamo quello che gli altri fanno finta di non leggere o ascoltare…

“ I miei colleghi ed io non vogliamo stringere troppo perché tagliare i tassi non è qualcosa che vogliamo fare presto. Ecco perché stiamo rallentando e cercherò di trovare la strada per raggiungere il livello giusto “.

I rendimenti sono crollati, le aspettative pure, ma è presto, davvero troppo presto.

In realtà, Powell ha suggerito che servono ancora politiche restrittive, che si aspetta un livello di rialzo dei tassi più alto di quanto comunicato sino ad ora,

  • “Dati i nostri progressi nell’inasprimento della politica, la tempistica di tale moderazione è molto meno significativa delle domande su quanto ancora avremo bisogno di aumentare i tassi per controllare l’inflazione e quanto tempo sarà necessario per mantenere la politica a un livello restrittivo .”

Chiaro?

Considerevole incertezza su quando smetteremo di alzare i tassi, servirà un lungo periodo di politiche monetarie restrittive e  molte ma molte più prove che l’inflazione stia effettivamente diminuendo, ha aggiunto, la storia suggerisce che l’allentamento prematura della politica monetaria è pericoloso.

Ci penserà alla prossima riunione a mettere le cose a posto, a togliere la cocaina da Wall Street.

Ieri i dati hanno suggerito che anche in Europa, l’inflazione sta iniziando a scendere in maniera sensibile, solo in Italia ciò non avviene.

Non solo, una nuova guerra commerciale è all’orizzonte, il premio per i fessi che hanno sostenuto la guerra in Ucraina, pagandone conseguenze energetiche rilevanti…

E meno male che era Trump, il protezionista…

L’Unione Europea è molto preoccupata, perché teme che le proprie imprese vengano estromesse dal mercato americano a causa di quella che considerano una svolta protezionistica.

“L’ultima cosa da fare in questo momento, la cosa più stupida che possiamo fare, è iniziare una guerra commerciale, perché siamo in una posizione debole”, spiega a Euronews Jacob Kirkegaard, senior fellow del  German Marshall Fund.

Deboli, fragili, praticamente depressi!

L’informazione indipendente ha bisogno anche del Tuo prezioso sostegno!

E’ uscito il nuovo Machiavelli, intitolato “LA CALMA PRIMA DELLA TEMPESTA’” per tutti coloro che hanno contribuito o vorranno contribuire al nostro viaggio.

I manoscritti da inizio anno sono stati una bussola perfetta dopo un periodo di crisi, ma come sempre la verità è figlia del tempo.

Ribadisco per l’ennesima volta che se ci sono problemi di ricezione, firewall, spam, comunicazione tra i diversi provider dovuti a invii multipli,  basta inviare una mail e il nostro STAFF che provvederà a risolvere il problema.

Grazie a chi vorrà contribuire liberamente al nostro viaggio!

SOSTIENI IL NOSTRO VIAGGIO!

 

A questo indirizzo il nostro PUNTOSELLA aggiornerà nei commenti la sua personale rubrica mensile…

ANGOLO CINEMATICA PUNTOSELLA

Ricordo a tutti coloro che avessero bisogno, che ICEBERGFINANZA è anche consulenza a 360 gradi, in mezzo a questa tempesta perfetta.

Cliccando sul link qui sotto e mandando una mail a icebergfinanza@gmail.com è possibile avere una consulenza strategica sui possibili sviluppi macroeconomici e finanziari dei prossimi mesi, oltre a ricevere i nostri manoscritti. Buona giornata Andrea

Chiunque volesse sostenere il nostro viaggio riceverà in OMAGGIO le analisi di Machiavelli. Per contribuire al nostro viaggio basta cliccare SUL BANNER  a fianco dei post sul lato destro della pagina o andare alla sezione DONAZIONI…

SEMPLICEMENTE GRAZIE!

Nessun commento Commenta

I commenti sono chiusi.

SOSTIENI ICEBERGFINANZA
Segui IcebergFinanza su
http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/
SOSTIENI IL NOSTRO VIAGGIO
IL NOSTRO LIBRO clicca qui
ICEBERGFINANZA NEL MONDO
Articolo dal Network
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2022 (range 20183 /28212 ) [ in at
Alla fine tutto si compie! Ieri sembrava la fiera dell'est, dove mio padre, per due soldi si com
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2022 (range 20183 /28212 ) [ in at
Avevamo sperato che l'interesse finanziario e geopolitico, la stupidità umana fosse limitata, m
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2022 (range 20183 /28212 ) [ in at
ANALISI MONETARIA SCADENZA MARZO 2023 Il grafico dei prezzi ci conferma come il Ftsemib, dopo i m
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2022 (range 20183 /28212 ) [ in at
Guest post: Trading Room #466. Il grafico FTSEMIB si prende un momento di consolidamento anche se
  Si lo so, lo hanno scritto e detto in molti, compreso il Papa, la terza guerra mondial
Analisi Tecnica Doji star di indecisione al test del target del trading range e rifiato del nostran
CONTATORE