NESSUNA RECESSIONE!

Scritto il alle 09:07 da icebergfinanza

Editorial cartoons for July 31, 2022: Recession or no recession, Manchin's climate deal - syracuse.com

Source Bill Bramhall (@BillBramhall) / Twitter

Ieri giornata di pura follia, mercati che tentano reazioni fantasiose con dati terrificanti in arrivo dagli Stati Uniti, rendimenti sui massimi annuali e dollaro che inela un record dietro l’altro.

Si certo, questi sono i veri dati in arrivo dall’America non quelli “aggiustati” ed irreali che ISM cerca di far passare per buoni.

Solo chi ignora la realtà può credere che l’economia americana si sta rafforzando, soprattutto con il dollaro a questi livelli, risparmio ai minimi storici, redditi reali in continuo calo, vendite e consumi a zero e produzione stagnante.

Secondo Williamson, il crollo dei servizi avviene a un ritmo che non si vedeva dal mese di maggio 2020, crolla la produzione, i tassi di inflazione diminuiscono insieme ai prezzi e la crescita dell’occupazione rallenta ai minimi di gennaio.

Ma come i dati ufficiali dipingono un’altra realtà!

Sembra davvero di essere ritornati alla negazione del 2008, quando in piena tempesta subprime, tutti, Bernanke in testa negavano la realtà, sistema finanziario resiliente e mercato immobiliare fondamentalmente solido.

Agosto ha visto l’economia statunitense scivolare in una flessione sempre più accentuata, sottolineando il rischio crescente di un’aggravarsi della recessione mentre famiglie e imprese sono alle prese con l’aumento del costo della vita e l’inasprimento delle condizioni finanziarie. “Le imprese stanno segnalando un deterioramento della produzione e del portafoglio ordini di un livello superato dalla crisi finanziaria globale solo da quello visto durante i blocchi iniziali della pandemia.

Mentre gli ordini vengono persi su tutta la linea a causa dell’aumento dei prezzi e della compressione del costo della vita, la flessione più marcata si registra nel settore dei servizi finanziari, riflettendo l’impatto aggiuntivo dell’aumento dei tassi di interesse e del peggioramento delle condizioni finanziarie.

Nuovi record per i mutui ipotecari!

Immagine

Non si vedevano simili tassi dalla crisi subprime quando collassò tutto, per ogni punto in più di aumento serve un rintracciamento delle vendite superiore al 10% dei prezzi per vedere tornare i compratori, e i prezzi devono ancora iniziare a scendere.

Immagine

Siamo sopra i massimi del 2005 e la discesa deve ancora iniziare.

Una notizia positiva è stata il calo sostanziale del tasso di inflazione che dovrebbe aiutare a moderare la crescita dei prezzi al consumo nei prossimi mesi, sebbene il tasso di crescita rimane ostinatamente elevato.

Non ha alcun senso che i rendimenti siano sui massimi, il petrolio come detto ieri è sull’orlo di un pricipizio tecnico, ieri il gas natural americano è crollato e si avvia a un nuovo rintracciamento e allora cosa ha spinto i rendimenti vicini ai massimi annuali?

Oggi il petrolio sta per rompere il suo supporto più importante, questa mattina ha appena registrato un minimo come non si vedeva da gennaio di quest’anno a 85,10 ben prima dell’inizio della guerra. Se non regisce in fretta un crollo è assicurato!

Semplice, come scrive Steven, c’è un’enorme penuria di dollari in circolazione, soprattutto e innanzitutto nei Paesi emergenti aggiungo io, la fed continuerà ad alzare i tassi sino a quando tutto crollerà, rendimenti e dollari aggiunge Steven.

Io invece penso che il dollaro non crollerà, collasserà prima l’euro.

Per il resto le solite cose, in Italia le aziende chiudono e mettono i loro dipendenti in cassa integrazione, la politica parla del nulla e le elezioni si avvicinano.

Quante Lehma Brothers nasconste abbiamo in casa e soprattutto quante in tutta Europa?

ll grande crash di Lehman fu il processo di scoperta — prima lento, poi precipitoso — delle falle nascoste che Wall Street non sapeva di avere. Ne impediva la vista la certezza ideologica di avere un mercato efficiente. Così perfetto che avrebbe aggiustato da sé eventuali guasti. E almeno in questo le conseguenze economiche della guerra in Ucraina rischiano di diventare una replica di quel punto di rottura del 2008, ma stavolta per il sistema europeo dell’energia.

Verrebbe da fare ironia spicciola ma in Germania ha presentato istanza di fallimento la più antica fabbrica di carta igienica, per gli alti costi energetici insostenibili!

 

Ma davvero il problema in Europe è il nostro Paese, tutto bene in Germania?

E’ meglio fermarsi qui, non vorrei essere preso per un pessimista!

Nel prossimo manoscritto in uscita la prossima settimana,  esploreremo cosa ci attende in questo autunno infuocato e che fine farà il dollaro, ma soprattutto l’euro e i nostri titoli di Stato!

E’ uscito il nuovo Machiavelli, intitolato “OLTRE LA PARITA’” per tutti coloro che hanno contribuito o vorranno contribuire al nostro viaggio.

I manoscritti da inizio anno sono stati una bussola perfetta dopo un periodo di crisi, ma come sempre la verità è figlia del tempo.

Ribadisco per l’ennesima volta che se ci sono problemi di ricezione, firewall, spam, comunicazione tra i diversi provider dovuti a invii multipli,  basta inviare una mail e il nostro STAFF che provvederà a risolvere il problema.

Grazie a chi vorrà contribuire liberamente al nostro viaggio!

SOSTIENI LIBERAMENTE IL NOSTRO VIAGGIO!

https://icebergfinanza.finanza.com/il-perche-di-un-contributo/

A questo indirizzo il nostro PUNTOSELLA aggiornerà nei commenti la sua personale rubrica mensile…

ANGOLO CINEMATICA PUNTOSELLA

Ricordo a tutti coloro che avessero bisogno, che ICEBERGFINANZA è anche consulenza a 360 gradi, in mezzo a questa tempesta perfetta.

Cliccando sul link qui sotto e mandando una mail a icebergfinanza@gmail.com è possibile avere una consulenza strategica sui possibili sviluppi macroeconomici e finanziari dei prossimi mesi, oltre a ricevere i nostri manoscritti. Buona giornata Andrea

Chiunque volesse sostenere il nostro viaggio riceverà in OMAGGIO le analisi di Machiavelli. Per contribuire al nostro viaggio basta cliccare SUL BANNER  a fianco dei post sul lato destro della pagina o andare alla sezione DONAZIONI…

SEMPLICEMENTE GRAZIE!

6 commenti Commenta
aiccor
Scritto il 7 Settembre 2022 at 10:34

ma come si spiega un crollo dei rendimenti così marcato? chi vende treasuries col badile? di certo è qualcuno che comunque mantiene in $ il ricavato, se no il cambio ne risentirebbe….può essere la FED? la Cina che vende un po di argenteria di famiglia per tappare qualche buco?

veleno50
Scritto il 7 Settembre 2022 at 13:57

Cosa vuol dire, come si spiega un crollo nei rendimenti così marcato. Se compravano i bund tedeschi con tassi negativi, ora il decennale rende oltre 1,50 non c’è bisogno di venderli a badilate perché crolli Idem btp etc. Un anno fa btp 1,65 2045 costava 99 sembrava un buon acquisto ora 63.non li stanno vendendo a badilate si sono aggiornati i valori reali di oggi.

claudio70
Scritto il 7 Settembre 2022 at 15:41

aiccor@finanza,

Be la Cina sta scaricando per paura di finire come la Russia,non buono per noi

claudio70
Scritto il 7 Settembre 2022 at 17:19

Comunque,mio limite,vedere sp 500 che sale mi fa venire una curiosa sensazione di nausea e vomito

icebergfinanza
Scritto il 7 Settembre 2022 at 20:07

No la Cina non sta scaricando nulla, ha solo bisogno di liquidità per onorare le chiamate a margine delle banche americane, sono senza dollari cash… a breve torneranno a comprare a piene mani e se non lo faranno loro lo stanno facendo i fondi hedge e i grandi fondi monetari, soprattuto le banche americane che hanno in bilancio il più alto numero di titoli di Stato americani della loro storia.
claudio70,

claudio70,

claudio70,

claudio70,

claudio70,

icebergfinanza
Scritto il 7 Settembre 2022 at 20:08

No, è solo un manipolo di sfigati che senza qualche algoritmo non saprebbe fare nulla nella vita, parassiti che quotidianamente hanno un solo obiettivo, fottere il prossimo!

claudio70,

SOSTIENI ICEBERGFINANZA
Segui IcebergFinanza su
http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/
SOSTIENI IL NOSTRO VIAGGIO
IL NOSTRO LIBRO clicca qui
ICEBERGFINANZA NEL MONDO
Articolo dal Network
Ftse Mib. L’indice italiano ha un’impostazione ribassista nel breve e medio termine dal punto di
Tutti i mercati stanno lavorando su aree di prezzo di particolare rilevanza monetaria, in quanto com
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2019/2020 (range 15017/25483 ) [ u
Tanto tuonò che piovve, alla fine a forza di buttare benzina sul fuoco, inglesi, americani sono
Analisi dei posizionamenti e del sentiment sul mercato dei derivati, future e opzioni, su S&P500
Ormai è cosa nota a tutti. La Fed ha alzato i tassi dello 0,75%, e adesso ci troviamo nella for
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2019/2020 (range 15017/25483 ) [ u
Puntata speciale di Trading Floor con ospite Pietro Di Lorenzo, trader professionista e fondatore di
Questo grafico è il classico caso dove non sono necessarie ulteriori spiegazioni o parole a cor
Mercati in fibrillazione per la giornata di oggi dove il catalizzatore sarà la riunione del Fomc e
CONTATORE