MONTI E DRAGHI… LA STORIA SI RIPETE!

Scritto il alle 09:58 da icebergfinanza

Il soccorso bianco di Monti pur di non votare: «Draghi resterà per rispetto verso l'Italia» - Secolo d'Italia

Mai nella storia della Repubblica italiana un probabile presidente del Consiglio si è presentato alle camere con una simile arroganza, la tipica arroganza dei banchieri, sono qui perché lo hanno chiesto gli italiani…

“La mobilitazione di questi giorni da parte di cittadini, associazioni e territori a favore della prosecuzione del Governo è senza precedenti ed impossibile da ignorare.”

Piazze strapiene, scioperi della fame in ogni via, gente che acclamava il banchiere ovunque!

La realtà è che nel suo discorso ha volutamente cercato la provocazione, sia nei confronti dei 5 Stelle che nei confronti della Lega, nella replica poi ha sfogato tutta la sua rabbia.

Probabilmente non ha ancora digerito il fatto che li sia sfuggita la presidenza della Repubblica. Da tempo nel nostro Paese c’è allergia alla democrazia, un Paese da un decennio governato dall’autarchia europea, dalla banca centrale europea, dallo spread.

Si lo so, Draghi è il meglio che il Paese può dare, il Vostro idolo, magari se date un’occhiata a questo post, qualcosa in parte capirete, lasciando perdere Goldman Sachs o il Britannia.

La Grecia ne sa qualcosa…

“…la BCE dispone di un enorme potere discrezionale per decidere quando applicare le sue regole e quando aggirarle – quando strangolare un governo e quando no – e per questo è la più politica di tutte le banche centrali del mondo. Come ogni tragico despota troppo potente per non fare nulla ma allo stesso tempo senza il potere di operare in modo decente, Draghi fini per far fare del nostro governo l’eccezione, imponendoci regole dalle quale tutti gli altri erano stati esentati.”

DRAGHI: ADULTI NELLA STANZA!

Il gioco era chiaro, il giorno prima si è incontrato solo con Letta, poi ieri ha chiesto di votare un’unica dichiarazione quella di Casini, il campo largo, il prossimo obiettivo del banchiere che scende in politica.

I più subdoli sono quelli del Partito Democratico, sono 10 anni che fanno finta di fare i responsabili con le disgrazie degli italiani.

Non so, se farà la stessa scelta di Mario Monti, ma di una cosa sono certo, se lo farà, farà la stessa fine di Mario Monti.

Vedremo oggi cosa succede, ma soprattutto osserveremo attentamente se da Francoforte la BCE manderà il solito pizzino agli italiani, attenti a come votate.

Oggi ci sarà la riunione della banca centrale europea, sarà interessante ascoltare cosa dirà il successore del banchiere, non importa cosa racconterà sull’inflazione o sullo scudo anti spread.

Un primo avvertimento lo hanno recapitato in serata…

Immagine

Ma lasciamo stare il gossip della politica italiana e occupiamoci di cose serie.

Dopo 10 giorni è ripartito il gasdotto che rifornisce l’Europa con il gas proveniente dalla Russia. “Sta funzionando”, ha detto un portavoce di Nord Stream, senza specificare la quantità di gas consegnata. ( SkyTG24 )

Due giorni fa all’improvviso…

L’Europa ma soprattutto la Germania sanno che il gas russo non arriverà più o ne arriverà sempre meno, a forza di sanzioni è chiaro che il coltello dalla parte del manico ce l’ha Putin. .

Il ministro degli Esteri russo ha sostanzialmente affermato che l’ulteriore funzionamento del gasdotto Nord Stream 1 dipenderà dalle sanzioni economiche.

Sarebbe la fine della Germania, non mi meraviglio che in realtà i tedeschi siano pronti a qualunque patto segreto con Putin, anche se ufficialmente non lo ammetteranno mai.

La Merkel, stranamente assente e silente ha reso dipendente in tutto e per tutto la Germania dal gas russo. I tedeschi sono il vero problema di questa Europa, lo abbiamo visto nel dettaglio durante la crisi italiana, hanno fatto pressioni sul governo canadese, per aggirare le sanzioni e inviare la turbina richiesta a Gazprom.

Nell’ultima newletter privata di Mauldin c’è un’altra interessante dinamica in atto dopo quella dell’Arabia Saudita che importa petrolio russo alla metà del prezzo rispetto a quello cui vende il proprio all’Europa e all’America…

“Mentre gli Stati Uniti e l’Europa affrontano il caldo estivo, gli australiani stanno soffrendo blackout e prezzi dell’elettricità nettamente più alti. …”

Punti chiave:

  • Le sanzioni russe, il COVID e l’aumento della domanda invernale stanno aggravando i problemi energetici strutturali a lungo termine dell’Australia.
  • L’Australia ha cercato di controllare l’aumento dei prezzi dell’elettricità con un tetto massimo a 300 dollari australiani per megawattora (circa $ 200 USD). Questo era al di sotto del pareggio per i generatori, quindi l’offerta è diminuita drasticamente.
  • Il paese esporta circa il 75% della sua abbondante produzione di petrolio e gas. Il governo finora sta resistendo alle pressioni per ridurre le esportazioni.
  • La maggior parte di queste esportazioni va in Cina, Giappone, Corea del Sud e Taiwan.
  • Qualsiasi interruzione delle esportazioni comprometterebbe gravemente le altre economie regionali.
  • I clienti dell’esportazione di energia australiana devono prepararsi a questa possibilità, che accada o meno.
  • Tali interruzioni, a loro volta, genererebbero nuove sfide economiche e di sicurezza per gli Stati Uniti e i loro alleati.

Conclusione: Il fatto che le autorità australiane ritenessero che i controlli sui prezzi avrebbero aiutato la loro situazione elettrica è un brutto segno per decisioni più importanti che potrebbero arrivare. ( …soprattutto in Europa, aggiungo io, dove qualcuno crede di poter risolvere i problemi mettendo un tetto al prezzo del gas… )

I prezzi sono un meccanismo di allocazione; costringerli artificialmente garantisce praticamente carenze a meno che non si faccia qualcosa anche per ridurre la domanda. Quest’ultimo è politicamente difficile. Altri governi devono affrontare scelte altrettanto difficili. Tutti ne sentiranno gli effetti.

Nota: puoi leggere di più dal team di Geopolitical Futures iscrivendoti qui . Altamente raccomandato.

-Patrick Watson

Ci aspetta un autunno molto ma molto caldo.

Nel frattempo, visto che non c’è alcuna recessione all’orizzonte, visto che i mercati fanno finta di ignorare trimestrali e dati, noi continuiamo a raccontarvi la realtà…

Un altro crollo nelle vendite di abitazioni esistenti!

Quinto calo consecutivo, in ribasso di oltre il 21% dal mese di gennaio, ovvero durante la stagione principe del settore immobiliari, se non vendi in primavera o estate, quando vendi?

Non solo, crollano pure gli inizi di alloggi privati, le autorizzazioni unifamiliari a giugno scendono dell’8,0 cosi come i permessi di costruzione.

Immagine

Il resto è puro gossip come i tassi sui mutui ipotecari rimasti vicini all’incredibile soglia del 6%, dopo averla superata secondo alcuni indicatori privati!

 

Senza fretta, lo spettacolo sta per iniziare.

Da inizio anno abbiamo centrato 2 grandi obiettivi, la parità euro dollaro con una performance del dollaro superiore al 15% e l’avvertimento di uscire dai mercati azionari, ben prima dell’inizio della guerra, un crollo superiore al 20%. Non solo abbiamo “indovinato” anche che lo spread sarebbe salito oltre 250 punti e di conseguenza l’opportunità sui nostri bond. Tutto in tempi non sospetti, tutto testimoniato dal nostro OUTLOOK 2020.

Insieme al nostro Machiavelli e ai suoi manoscritti, continueremo a guardare oltre, con la cinematica del nostro Puntosella, con grafici, analisi e evidenze empiriche che da sempre supportano il nostro lavoro.

Nel fine settimana è uscito il nuovo Machiavelli, intitolato “OLTRE LA PARITA’” per tutti coloro che hanno contribuito o vorranno contribuire al nostro viaggio.

Ribadisco per l’ennesima volta che se ci sono problemi di ricezione, firewall, spam, comunicazione tra i diversi provider dovuti a invii multipli,  basta inviare una mail e il nostro STAFF che provvederà a risolvere il problema.

I manoscritti da inizio anno sono stati una bussola perfetta dopo un periodo di crisi, ma come sempre la verità è figlia del tempo.

Ribadisco per l’ennesima volta che se ci sono problemi di ricezione, firewall, spam, comunicazione tra i diversi provider dovuti a invii multipli,  basta inviare una mail e il nostro STAFF che provvederà a risolvere il problema.

Grazie a chi vorrà contribuire liberamente al nostro viaggio!

SOSTIENI LIBERAMENTE IL NOSTRO VIAGGIO!

https://icebergfinanza.finanza.com/il-perche-di-un-contributo/

A questo indirizzo il nostro PUNTOSELLA aggiornerà nei commenti la sua personale rubrica mensile…

ANGOLO CINEMATICA PUNTOSELLA

Ricordo a tutti coloro che avessero bisogno, che ICEBERGFINANZA è anche consulenza a 360 gradi, in mezzo a questa tempesta perfetta.

Cliccando sul link qui sotto e mandando una mail a icebergfinanza@gmail.com è possibile avere una consulenza strategica sui possibili sviluppi macroeconomici e finanziari dei prossimi mesi, oltre a ricevere i nostri manoscritti. Buona giornata Andrea

Chiunque volesse sostenere il nostro viaggio riceverà in OMAGGIO le analisi di Machiavelli. Per contribuire al nostro viaggio basta cliccare SUL BANNER  a fianco dei post sul lato destro della pagina o andare alla sezione DONAZIONI…

SEMPLICEMENTE GRAZIE!

4 commenti Commenta
luebete
Scritto il 21 Luglio 2022 at 11:53

Nel frattempo la curva dei rendimenti USA è praticamente piatta: il 6M rende quanto il 10Y e quasi quanto il 30Y.
Male, molto male

luebete
Scritto il 21 Luglio 2022 at 11:59

Se l’Australia avrà problemi a fornire gas e petrolio ai suoi clienti, essi dovranno rivolgersi ad un altro “fornitore”.
Tuttavia pare che le forniture su ITA e GER siano aumentate.
In Europa sono caduti BJ e Draghi, Macron è un’anatra zoppa (molto zoppa), Sanchez va per i fatti suoi. Rimane Scholz, se cede anche lui alla Russia allora la partita è ormai finita.

aorlansky60
Scritto il 21 Luglio 2022 at 16:07

Ma c’è mai stata “una partita” ? (parto dalle considerazioni scritte da luebete non per criticarlo ma come semplice assist)…

Al di là della propaganda occidentale, fatta solo di chiacchiere, Putin ha mostrato fatti.

Ha dimostrato che il VERO VALORE per un Paese (o un intero Continente come l’Europa) mosso da velleità INDUSTRIALI con vocazione da EXPORT come lo sono soprattutto Germania e Italia quali due principali poli manufatturieri UE, è quello di avere a disposizione ENERGIA possibilmente a BASSO COSTO. Altrimenti ‘salta tutto’ e i tedeschi se ne stanno amaramente accorgendo, non gli Italiani beatamente già ‘in vacanza’ (auguri, non sapete ancora cosa vi riserva l’autunno in arrivo…)

Le ridicole sanzioni mosse dai ‘Geni di Bruxelles’ ormai storicamente avanti come quoziente intellettivo rispetto agli ‘idioti di Dusseldorf'(…) alla Russia hanno mostrato il vero punto debole e tutti i paradossi ipocriti di un unione europea che di unione non ha nulla e non ha mai avuto nulla, se non solo quella basata sulla convenienza dell’uso della moneta unica. Troppo poco. Praticamente nulla.

aorlansky60
Scritto il 22 Luglio 2022 at 07:13

Ieri sera ho guardato -cosa che non faccio mai, ma l’occasione era ghiotta considerati i recenti fatti accaduti- quella trasmissione di (dis)informazione politica di massa che va in onda alle 20:40 su la7, presenti concita ‘la rossa’, l’altro babbeo conduttore ‘di default’ , ospiti il direttore del Corriere d.Sera (un tempo la più autorevole testata giornalistica italiana, da anni invece precipitata a mero organo di partito del pd) e E.Letta segretario pd … Come prevedevo, lo spettacolo è stato conforme alle premesse: è stato un sollazzo assistere ai ‘mal di pancia’ che i presenti a stento riuscivano a contenere… il ‘clou’ della serata è arrivato quando Letta in prospettiva elettorale di imminenti elezioni politiche (indette per il 25 Set) ha annunciato una sorta di ‘nuovo patto’ con gli Italiani per convincerli a votare pd… al che mi si sono strabuzzati gli occhi (e mi si è stretto lo stomaco dal rigetto di quelle parole) :

🙁

WHAT !?… Che cosa ?!?

Voi del pd che siete gli eredi diretti di R.Prodi e di M.d’Alema, i quali sotto l’egida del ‘partito democratico della sinistra’ negli anni 90 hanno provocato la più colossale svendita di massa e perdita di valore per il nostro Paese delle principali [e allora floride] società pubbliche Italiane, privatizzandole e dandole in pasto agli interessi della finanza estera (con il gentile contributo di un allora meno noto M.Draghi già però valido alfiere degli interessi capitalistici anglosassoni) e che nel proseguo della storia siete stati i principali sostenitori italiani della UE che, nel rispetto dei numeri di bilancio statali (che squallore), ha devastato LO STATO SOCIALE ITALIANO radendone a zero il WELFARE DIRETTO AI CITTADINI,

Voi adesso con quale coraggio (e con che faccia di palta!) vi presentate a costoro, per chiedere il loro consenso ?!

È stato quello il momento in cui mi sono quasi venuti conati di vomito, al che ho dovuto cambiare canale d’urgenza.

È incredibile la ‘faccia di bronzo’ di certi personaggi politici come E.Letta (Legion d’Onore della Republique Française per meriti riconosciuti da questa al personaggio, il che rende bene l’idea di come egli, e prima di lui Prodi ed altri esponenti della sinistra italiana ‘onorificati’ per meriti propri dati alla Francia, abbiano lavorato per gli interessi di tutti, meno che per quelli dell’Italia e degli Italiani)…

Se i CITTADINI ITALIANI possedessero la conoscenza storica che ho delineato prima, sommata a quella consapevolezza necessaria per provare grande sospetto ed alta repulsione per Letta ed altri esponenti di quel partito filo europeista che da 25 anni ha castrato fortemente il potenziale economico industriale italiano, riducendolo a squallido ‘co-paker’ della Germania e dell’ industria tedesca, il pd non avrebbe nemmeno più futuro, altro che prospettiva politica e ambizioni a ‘guidare’ di nuovo il Paese, come sono riusciti a farlo negli ultimi 10anni senza mai essere stati nemmeno eletti (grazie al sostegno determinante di un certo S.Mattarella, altro uomo di ‘sinistra’), di questo almeno dovrebbe essere dato merito loro, dei veri professionisti della politica, autentici opportunisti ed approfittatori (e quant’altro di negativo ancora) alle spalle dei cittadini italiani.

SOSTIENI ICEBERGFINANZA
Segui IcebergFinanza su
http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/
SOSTIENI IL NOSTRO VIAGGIO
IL NOSTRO LIBRO clicca qui
ICEBERGFINANZA NEL MONDO
Articolo dal Network
No, non mi sono dimenticato di Lei, non sarebbe stato possibile. 11 anni sono passati da quan
Ultima puntata di TRENDS prima della pausa estiva. I picchi inflattivi danno energia alle borse ma
Analisi delle movimentazioni monetarie degli ultimi sette giorni sui future e le opzioni del Nasdaq
Affascinante davvero affascinante, eccovi servito, come un almanacco, il rally di Ferragosto! A
  E il tasso inflazione forse ha fatto un picco. Ieri i mercati sono stati presi di sorp
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2019/2020 (range 15017/25483 ) [ u
Analisi dei posizionamenti monetari degli ultimi sette giorni di contrattazioni sul contratto S&
C'è ben poco da aggiungere ai dati di ieri, l'inflazione si sta lentamente sgonfiando, non solo
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2019/2020 (range 15017/25483 ) [ u
Nulla di nuovo sotto il cielo ferragostiano, come ha suggerito su Twitter il nostro Puntosella,
CONTATORE