DRAGHI … FUMATA BIANCA!

Scritto il alle 10:29 da icebergfinanza

Risultato immagini per sei bella come il whatever it takes

Non si può non iniziare dalle performance quotidiane di Super Mario Draghi, primo ministro, presidente della Repubblica, suvvia direttamente Papa lo faranno, tutti lo vogliono pure il Grillo parlante ora, salta di qua e di la proprio come i suoi animaletti preferiti, il Bunga Bunga ricorda con nostalgia la letterina che ricevette proprio da Draghi che lo mandava a casa mentre salvava le sue aziende, sai Bellezza, è stato lui a suggerirlo alla BCE.

Immagine

Giorgietti poi fa l’allenatore, mica lo puoi lasciare in panchina un fuoriclasse, in panchina per lui è meglio che ci vada la Lega.

La formuletta del governo tecnico politico dovrebbe funzionare.

Per carità, io non ho nulla contro l’uomo Mario Draghi, alcune feroci critiche sul suo passato, sui suoi comportamenti “istituzionali” o meno, ma nulla di particolare, ora le suore pregano per lui, il parroco di Pieve di Bono, ci dice che va a messa e fa la fila al supermercato, come puoi volere male a un simile uomo.

Certamente, meglio della fogna politica che eravamo costretti a respirare tutti i giorni, ma se il mio istinto funziona ancora ne vedremo delle belle.

Certo lo hanno chiamato per spendere mica per fare come Monti mani di forbice, quello che sussurrava che distruggere la Grecia è stato il più grande successo dell’euro. Draghi non è certo uno come Monti che sogna lacrime e sangue per distruggere il debito pubblico brutto e cattivo, non è mai andato molto d’accordo con i tedeschi e Angela, forse qualcosa da Federico Caffè lo ha imparato sul debito pubblico come abbiamo visto ieri, c’è posta per Keynes!

Immagine

Ovviamente come scritto ieri, Garibaldi era un pivello in confronto, qui o insieme a Mario si fa l’Italia o si muore.

Essendo tuttavia Draghi considerato il Lender of Last Resort (prestatore di ultima istanza) in termini “di capitale istituzionale e politico e, se fallisce”, la banca americana si aspetta “un aumento del rischio sovrano”. Gli investitori venderanno quindi l’Italia se Draghi non ce la farà.

E certo se lo dice la “mano di dio” Goldman Sachs, la matrigna di Mario Draghi, ci mancherebbe, la fine del mondo, il fallimento, lo spread, l’ultima frontiera poi morte e distruzione.

Immagine

Non so perché ma mi ricorda qualcosa!

A dire il vero già l’endorsement scontato di Monti è un sinistro presagio, ma sono dettagli…

E certo che conviene ci mancherebbe!

Ve lo immaginate uno come Draghi che si scomoda per scendere nell’arena politica per qualche mese e poi se ne va, lasciando gli italiani votare, quel voto che a Bruxelles vivono come una maledizione ovunque se non è un plebiscito per questa tecnocratica e finanziaria Europa?

Mario è qui per restare, qualche anno ancora, era il sogno del Bomba, Matteo Renzi, ripeto la messa in scena del cespuglietto Renzi è stata magistrale, sorrido solo a pensare in quali sedi è stata orchestrata.

Risultato immagini per sei bella come il whatever it takes

Poi se il PD non vuole la Lega, la Lega non vuole i Cinque Stelle, I Cinque Stelle non vogliono Italia Viva e Italia Viva non vuole la Lega, basta che qualcuno pensi alla carega e se ne stia muto e rassegnato.

Venendo a cose più interessanti, sono più che certo che Mario Draghi sottoscriverebbe tassi negativi ad oltranza e QE infinito, per sostenere la spesa pubblica.

Ieri quelli della Banca centrale inglese, hanno suggerito…

Dopo aver apertamente dichiarato che i tassi negativi potrebbero essere prima o poi adottati, la Banca d’Inghilterra ha portato a termine la propria ricognizione sulle possibile reazioni del sistema bancario. L’esito è il seguente: per le banche britanniche la preparazione per fronteggiare l’arrivo dei tassi negativi dovrebbe richiedere al massimo sei mesi.

Lo so che avete fretta, ma come vedete prima o poi arrivano tutti dalle nostre parti, tassi negativi e ora anche sul dollaro.

Si dice in giro che in molti stanno cambiando opinione, proprio ora che arriva Draghi, in fatti strano che l’euro non abbiamo festeggiato.

A fine anno il 99,99999999 % dei report delle case di investimento prevedevano meraviglie per l’euro, ora Nomura suggerisce di chiudere le scommesse, mentre Deutsche Bank consiglia prudenza e sul mercato in molti incominciano ad agitarsi.

In meno di un mese siamo passati da 1,24 a 1,195, certo per il momento è pura analisi tecnica, proveranno a reagire, ma è meglio che lo facciano presto e convintamente, visto che in Europa sono molto insicuri, per non parlare poi della pessima figura sui vaccini.

Nel frattempo Biden si rimangia la terza parola, dopo il prestito degli studenti e il protezionismo ora tanti saluti al salario minimo.

Affascinante il grafico di Gamestop, un piccolo trattato di finanza comportamentale, come direbbe Keynes in maniera più diretta, il modo con il quale i mercati separano gli stupidi dal loro denaro…

Immagine

In sintesi non abbiamo fretta, guai disturbare tutto questa euforia, il sogno continua, noi intanto incassiamo cedole, poi all’improvviso, +20 +30 +40 + 65, come accadde nell’ottobre del 2018!

Stay tuned, buon fine settimana, auguri Mario, mi raccomando se non ce la fai, ci aspetta il funerale!

Ricordo a tutti coloro che avessero bisogno, che ICEBERGFINANZA è anche consulenza a 360 gradi, in mezzo a questa tempesta perfetta.

Cliccando sul link qui sotto e mandando una mail a icebergfinanza@gmail.com è possibile avere una consulenza strategica sui possibili sviluppi macroeconomici e finanziari dei prossimi mesi, oltre a ricevere i nostri manoscritti. Buona giornata Andrea

Chiunque volesse sostenere il nostro viaggio riceverà in OMAGGIO le analisi di Machiavelli. Per contribuire al nostro viaggio basta cliccare SUL BANNER  a fianco dei post sul lato destro della pagina o andare alla sezione DONAZIONI…

SEMPLICEMENTE GRAZIE!

 

 

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 9.4/10 (16 votes cast)
VN:F [1.9.20_1166]
Rating: +11 (from 11 votes)
DRAGHI ... FUMATA BIANCA!, 9.4 out of 10 based on 16 ratings
8 commenti Commenta
apprendista
Scritto il 6 febbraio 2021 at 11:54

Draghi é un coglione, solo un coglione può pensare di governare con questa feccia perlopiù sinistra, sarà un fallimento gigantesco, ora deve ascoltare pure grillo, o è venuto a terminarci o lo farà comunque per stare dietro ad un parlamento di merdoni

idleproc
Scritto il 6 febbraio 2021 at 16:46

Fa il paio con quanto ho riso quando ha vinto Trump. Dimenticavo… perderanno la guerra.

kociss01
Scritto il 6 febbraio 2021 at 18:33

quanti assembramenti, tutti sgomitano per entrare (nel governo) ma non sapete che in periodo di COVID BISOGNA MANTENERE LE GIUSTE DISTANZE??

stanziale
Scritto il 7 febbraio 2021 at 11:43

Provo a fare una previsione. Per un po’ Draghi andra’ bene apparentemente migliorando l’economia (ci vuole poco a prevederlo, dopo il nefasto ultimo governo). Poi ad un bel punto nell’ultima parte del suo mandato parte una campagna dei media che per finire di risanare bisogna fare un bel pacchetto di svendite ai fondi esteri, magari in cludendo porti aeroporti,e il contenuto dei musei nazionali . L’ultrimo atto di Draghi che ha esperienze e conoscenze in merito…

urcus
Scritto il 8 febbraio 2021 at 09:32

Bond trentennale ha raggiunto il 2% occasione per un ulteriore accumulo?il NASDAQ in mattinata ulteriore record . Io sto’ accumulando ultrabond per una eventuale discesa dei tassi e aumentando le mie posizioni short sul NASDAQ nella previsione di una eventuale discesa

aorlansky60
Scritto il 8 febbraio 2021 at 10:38

Come ho già scritto [recentemente in questo blog] per i suoi trascorsi decennali Mario Draghi è legato in maniera IMPRESCINDIBILE a quelle istituzioni che gli hanno fatto scuola e lo hanno formato professionalmente; le stesse che contano su scala globale (FMI BRI BCE senza dimenticare Goldman Sachs), quelle che in maniera “molto discreta” ma puntuale dettano l’agenda da seguire a tutti i Paesi legati all’economia occidentale; proprio per questo, inevitabilmente, tutte queste non faranno mancare gli opportuni “suggerimenti” a Draghi circa “il piano di salvataggio” economico da applicare all’Italia.

Da quando ha ricevuto l’incarico da Mattarella, tutti quanti osservano con ammirazione quanto M.Draghi sia stato “bravo”, durante il suo incarico in BCE, nel riuscire a tenere testa all’accoppiata Schauble & Weidmann ed in generale al club dei falchi tedeschi (Merkel a parte) che hanno guardato col fumo agli occhi la politica monetaria che egli ha imposto alla BCE dal 2015 in poi (anche grazie alla Merkel che ha fatto da mediatrice con i falchi di casa…), ma tutti si dimenticano un particolare: a livello mondiale, M.Draghi, pur influente e risolutivo, non è al vertice della piramide, è un funzionario esecutore, perchè tutti quanti hanno (abbiamo) un capo: quando entri a far parte di un SISTEMA, a maggior ragione così importante come quello ECONOMICO che guida il mondo occidentale, è così che funziona nelle sue procedure. Nel caso che stò citando, Se non ci fossero stati gli USA dietro il sipario a fornirgli appoggio determinante, Draghi non avrebbe avuto partita vinta contro i tedeschi, perchè guarda caso il 2015 coincide con forti attriti tra la Germania e l’amministrazione USA (vi ricordate lo scandalo diesel? emerso proprio quell’anno; chissà perchè furono gli americani a scoprire tale frode, forse perchè sono più bravi e precisi degli europei? si certo, questa è la risposta per i polli ed il parco buoi in genere… peraltro gli yankees avevano già il mal di pancia e si trovavano mal disposti verso i tedeschi per il progetto “north stream 1” che quest’ultimi stavano pianificando con Putin, questo particolare fà capire quanto l’amministrazione USA volesse ridimensionare le mire tedesche…)

Altro particolare che mi sento di dire sul tema: molti analisti ultimamente hanno fatto a gara per mettere a confronto M.Monti e M.Draghi (il confronto nasce spontaneo perchè questi due uomini sono stati chiamati a guidare l’Italia in due momenti storici di estrema criticità). Il fatto è che non esiste paragone e nemmeno confronto; M.Draghi è personalità di ben altro profilo, che si ritrova su un piano decisamente superiore; l’unica similitudine che accomuna i due è lo stesso nome, poi la gara finisce lì. Monti è un mero tecnico ed un semplice esecutore privo di capacità di mediazione; Draghi, invece, oltre ad essere migliore di lui sul piano tecnico che accomuna i due, ha sviluppato capacità di mediazione -politiche- tali da porlo su piano da statista, caratteristica che non è nelle capacità di Monti. Per chiarire l’idea: al posto di Monti (e Fornero) poteva esserci qualsiasi di noi qui, perchè quanto fecero nel 2012 fu dettato loro punto per punto da UE e BCE (nota bene: non consigli, ma ORDINI); Monti e Fornero al massimo ci misero la faccia per [cercare di] spiegare agli Italiani ciò che non era stato deciso e pianificato da loro due (che la maggioranza del parco buoi nazionale vide invece come gli unici due responsabili del macello sociale, sbagliando target). Draghi invece, in questo delicato momento storico, può cercare di anteporre la sua grande capacità politica di CONCERTAZIONE (oltre al prestigio che gli è riconosciuto) a FMI BRI e BCE per cercare di rendere meno amara la PILLOLA che inevitabilmente stà per arrivare ed essere somministrata ai cittadini italiani (oltre al vaccino anti covid19 che tutti stiamo aspettando).

Un primo segnale è arrivato proprio oggi da C.Lagarde: che ha ribadito che I DEBITI PUBBLICI DEI PAESI UE NON SI POSSONO CANCELLARE, PERCHE’ SAREBBE ANDARE PALESEMENTE CONTRO I TRATTATI CHE HANNO FORMATO L’UE STESSA. Solo sprovveduti [ed ignoranti dei trattati] come D.Sassoli e P.Gentiloni potevano pensare il contrario… Istituzioni come l’UE sono fondate e si basano su trattati ratificati ufficialmente da tutti i partecipanti; cercare o proporre di disattendere questi significa minare la credibilità stessa di tale istituzione.

Ci aspetta un 2021 assai critico -parlo per gli italiani, come prospettiva economica in attesa al varco- e come temo (perchè me lo suggerisce la Storia, che evidenzia nei fatti e nei numeri come non fu il 1929 e nemmeno il 1930 l’anno più critico per le classi sociali povere in conseguenza del crack, quanto invece il 1931-32-33) i due anni successivi potrebbero essere anche peggio.

idleproc
Scritto il 9 febbraio 2021 at 16:54

aorlansky60,

Tu li hai firmati? Li hanno firmati gli altri popoli europei? Su quale strategia economico-sociale e geopolica sono ststi firmati? Strategis non dichiarata e scientificamente oscurata dalla propaganda ‘concertata’, vale anche per gli altri. Nulla a questo mondo è definitivo tranne l’estinzione, sono solo pezzi di carta.

aorlansky60
Scritto il 10 febbraio 2021 at 10:42

@ Idleproc

[i vari trattati UE] sono stati firmati ovvero RATIFICATI nel corso del tempo [come quello di Maastricht del 1992 ed i successivi] dai rappresentanti dei popoli dei 27 Stati aderenti (quindi inclusi Tu ed io e il resto dei cittadini ITALIANI), vale a dire I RAPPRESENTANTI DEI GOVERNI ESECUTIVI degli Stati aderenti.

E’ COSI’ CHE FUNZIONA LA PROCEDURA OPERATIVA dell’ Istituzione in oggetto. Volenti o nolenti, è la procedura base di tale sistema.

Poi si può discutere su vari altri dettagli, per es. l’operato della BCE (un istituzione piuttosto “chiusa” e ristretta rispetto all’UE che almeno può contare su un PARLAMENTO di rappresentanti eletti dai popoli europei, al contrario della prima il cui board è eletto da un club esclusivo di personaggi di alto profilo ma non votati direttamente dai popoli)…

SOSTIENI ICEBERGFINANZA
Segui IcebergFinanza su
http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/
SOSTIENI IL NOSTRO VIAGGIO
IL NOSTRO LIBRO clicca qui
ICEBERGFINANZA NEL MONDO
Articolo dal Network
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2019/2020 (range 15017/25483 ) [ i
Mi rendo conto che molto spesso dò molto per scontato e non potrei fare diversamente. In primis n
Arriva la doccia fredda sulla curva dei rendimenti USA e la borsa USA non può rimanerne indiffe
Prove di rimbalzo sui mercati che beneficiano del calo dei rendimenti dei Titoli di Stato USA. La fa
Guest post: Trading Room #394. Cambia il vento sulla Borsa Italiana e non solo sul grafico FTSEMIB
Analisi del differenziale dei posizionamenti monetari sulla scadenza Marzo. Sulle Mibo aumentano
Analisi Tecnica Il nostrano non riesce a sfondare la zona 23100/200 con un hammer di inversione di
Tracy Inverso [Settimanale] (gg. 6)[Base Dati: 15 minuti] Tracy Inverso [Settimanale] (gg. 8)
Tracy [Settimanale] (gg. 6)[Base Dati: 15 minuti] Tracy [Settimanale] (gg. 8)[Base Dati: 15 m
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2019/2020 (range 15017/25483 ) [ i
CONTATORE