TRUMP… ANOTHER BIG JOB NUMBER!

Scritto il alle 10:32 da icebergfinanza

Iniziamo con una bella notizia, nuovi minimi sul rendimento trentennale dei nostri tesorucci da aprile, inoltre l’euro ha fallito per la terza volta l’attacco alla nuova linea Maginot.

Mercoledì sono usciti i dati sull’occupazione privata, esclusi quindi quelli del settore pubblico, un disastro rispetto alle attese di almeno 1,5 milioni di posti nuovi, solo 167.000 tralasciando la sensibile revisione al rialzo del mese precedente con l’aggiunta di oltre 2 milioni di posti di lavoro.

E’ chiaro che solo uno psicopatico imbottito di cocaina e testosterone, può mettersi a comprare o investire sulla base di dati che non hanno nulla di attendibile, come puoi interessarti a statistiche o dati che hanno margine di revisione impressionante?

 

Eppure basterebbe un minimo di buon senso per comprendere che la seconda ondata del COVID in America sta facendo collassare le assunzioni, i sussidi di disoccupazione che escono anche oggi parlano chiaro, addirittura i sottoindici occupazionali dei vari ISM taroccati a regola d’arte segnalano un cratere nell’occupazione americana con oltre 30 milioni di americani che nelle ultime settimane non si nutrono a sufficienza. 

I nuovi ordini sono in aumento ma le industrie non assumono.Perché allora comprare qualità, perché questa continua ricerca di beni rifugio oro e tbond se le cose stanno migliorando?Nonostante il lieve miglioramento di ieri nelle richieste dei sussidi di disoccupazione, i licenziamenti restano decisamente elevati, e le richieste continuative oltre i 16 milioni.

Immagine

Ormai oltre 30 milioni di americani sono sotto assistenza governativa, sono in fila con le loro auto alle banche regionali degli alimenti, 16 milioni sono senza occupazione attualmente, oltre 15 milioni ricevono 600 dollari di sostegno in quanto non sono beneficiari di sussidi di disoccupazione forse perché da troppo poco occupati.

Il mese scorso è scaduto il sostegno governativo e ora 15 milioni di americani aspettano che repubblicani e democratici finiscano di farsi la guerra e decidano i nuovi stimoli.

Detto questo oggi potrebbe esserci una SORPRESA nei dati che verranno rilasciati nel pomeriggio, come ben sapete noi suggeriamo di non osservano la ragazza più bella nel concorso di bellezza ma come voteranno i giudici e i giudici, secondo Bill, voteranno con gli aggiustamenti stagionali, solo un’ipotesi ma una buona ipotesi.

E’ impossibile formulare una previsione in mezzo a questa pandemia, figurarsi Trump ha già detto in una intervista che i dati saranno molto buoni, come faccia a saperlo prima del tempo non è un mistero, lo abbiamo più volte segnalato, la democrazia dei numeri è fragile in America e tutto si può spostare.

Quindi assunzioni governative, aggiustamenti stagionali e censimento nazionale dovrebbero influire positivamente sul dato ma ADP, ISM e altri dati ci dicono che il settore privato soffre e non dovrebbe essere un bel dato.

Se il dato sarà negativo allora vorrà dire che è tutto normale, ma ripeto Trump ha già detto a tutti che venerdì usciranno dati buoni e lui non potrebbe saperlo, perchè l’anteprima dei dati è concessa ai presidenti il giorno prima e non alcuni giorni prima.

Come suggerisce questa esauriente analisi di Christophe Barraud uno che suggerisce che ci vorranno anni per coprire il buco creato da questa pandemia…

Osservando gli indicatori di alta frequenza, i segnali vanno dal miglioramento più lento al deterioramento. Il sondaggio settimanale Household Pulse Survey del Census Bureau ha mostrato che il numero di americani impiegati è diminuito di circa 6,7 ​​milioni da metà giugno a metà luglio, compreso un calo di 4,1 milioni dalla prima alla seconda settimana di luglio.

Inoltre, le stime del lavoro in tempo reale prodotte dagli accademici dell’Arizona State University e della Virginia Commonwealth University hanno mostrato che la percentuale di occupati è scesa di nuovo a luglio.


Fonte: Bick A. e Blandin A. (2020), stime del mercato del lavoro in tempo reale durante l’epidemia di coronavirus del 2020 ∗

 

Nel frattempo, gli economisti della Fed di Saint Louis , che utilizzano i dati in tempo reale di Homebase per tracciare l’andamento del mercato del lavoro, mostrano “che dalla settimana del 12 giugno la ripresa dell’occupazione è rallentata e leggermente invertita”. Tuttavia, come puoi vedere di seguito, confrontando le settimane relative ai periodi del sondaggio, la situazione è leggermente migliorata da giugno a luglio.


Fonti: Current Population Survey / IPUMS, Homebase e calcoli degli autori (Dvorkin A. e Bharadwaj A.)

Riassumendo, gli indicatori ad alta frequenza e mensili suggeriscono che la crescita dell’occupazione è stata più debole a luglio, con un certo deterioramento osservato intorno alla metà luglio. A causa del periodo del sondaggio, è improbabile che questo fenomeno si rifletta pienamente nel rapporto. Inoltre, i problemi di aggiustamento stagionale relativi all’istruzione aumenteranno artificialmente il titolo di diverse centinaia di migliaia di posti di lavoro a luglio. I commenti positivi di Trump implicano anche che lo scenario peggiore (stampa negativa) è molto improbabile.

Vedremo che numeri usciranno, ma il destino dell’economia americana e mondiale non cambia.

Non importa quello che mostra il rapporto di luglio dice Bill, ci saranno milioni e milioni di persone disoccupate e il corso dell’economia sarà determinato dal corso del virus.

Nel frattempo come detto all’inizio i nostri tesorucci hanno fatto nuovi massimi di periodo in termine di prezzo e se i dati nel pomeriggio non saranno buoni, avremo nuovi massimi assoluti in agosto. Se non accadrà nessun problema come dice il nostro Machiavelli l’appuntamento con la storia è solo rimandato.

Per chi vuole sostenere liberamente il nostro lavoro le ultime analisi del nostro Machiavelli sono un omaggio per comprendere quello che è successo e quello che accadrà nei prossimi mesi, dinamiche che hanno già ricevuto il premio di un rendimento superiore al 25 % da inizio anno.

Chiunque volesse sostenere il nostro viaggio riceverà in OMAGGIO le analisi di Machiavelli. Per contribuire al nostro viaggio basta cliccare SUL BANNER  a fianco dei post sul lato destro della pagina o andare alla sezione DONAZIONI…

SEMPLICEMENTE GRAZIE!

 

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 10.0/10 (9 votes cast)
VN:F [1.9.20_1166]
Rating: +8 (from 8 votes)
TRUMP... ANOTHER BIG JOB NUMBER!, 10.0 out of 10 based on 9 ratings
3 commenti Commenta
homo_invictus
Scritto il 7 agosto 2020 at 12:01

Non possono truccare i dati del lavoro per sempre però. Né possono passare per sempre 600 dollari o più al mese a chi è senza lavoro. Periodi bui ci aspettano.

idleproc
Scritto il 11 agosto 2020 at 01:24

homo_invictus@finanza,

In teoria per quanto tempo vogliono.
Se invece di dargli i soldi li fanno “lavorare” per costruire una piramide tipo egizio o in alternativa molti più soldi per andare a raccontare balle in Tv, farebbero la stessa cosa e con lo stesso scopo.
La distinzione di base è tra differenziale energetico al quale possiamo attingere per la produzione, le risorse naturali necessarie alla produzione, la produzione stessa, i servizi direttamente connessi alla produzione, la merce umana da riprodurre per la produzione, la gestione e conservazione del capitale ricostruito e accresciuto da reinvestire nella produzione…, e ciò chiamiamo “lavoro” ma che sono attività per nulla produttive come il bel bel po’ di macchine celibi che costruiamo.
Tutto è legato all’eccezionale aumento della produttività del lavoro umano a mezzo scienza, tecnologia con finalità produttive, automazione e capacità organizzative mai raggiunte in precedenza oltre alla disponibilità del differenziale energetico (infatti con un differenziale energetico infinito, potresti produrre teoricamente anche le risorse naturali di base necessarie alla produzione).
E’ la produzione che mantiene tutto il resto, poi ci piace pensarla individualmente diversamente.
Al tracollo del sistema ci pensa la sua intrinseca dinamica e irrazionalità, solo l’irrazionalità sistemica può pensare ad accorciare il ciclo di vita di un prodotto per “sostenere” la produzione ma è il sistema che funziona così.
Pochè sono certo che il sistema abbia superato il punto di non ritorno, sono elucubrazioni che hanno solo un valore storico sul pregresso.

silvio66
Scritto il 12 agosto 2020 at 15:47

Ciao Andrea,
il lungo americano è tornato ai valori di febbraio col dollaro sceso da 1,11 ai valori attuali. Potremmo tranquillamente fregarcene e stare fermi. Potremmo viceversa entrare. Sarà il covid o non so bene cosa ma la fermezza e la decisione latitano. Sento tutti che consolidano mentre anche il barbiere o il panettiere parlano di borsa…mi sovviene qualcosa a tal proposito…in sintesi corriamo sia il rischio da ansia di prestazione che il contrario abulimia da liquidità. Lo dico perché normalmente ci precipiteremo a comprare mentre ora perfino sul lungo in dollari sceso ai valori di sopra siamo qua che cincischiamo. Chiedo cortesemente il parere di tutte/i su questo per capire se sono io che ho perso di smalto mentre voi comprate a mani basse o altri punti di vista che non sono mai di troppo.

SOSTIENI ICEBERGFINANZA
Segui IcebergFinanza su
http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/
SOSTIENI IL NOSTRO VIAGGIO
IL NOSTRO LIBRO clicca qui
REVOLVERSMAPS

ICEBERGFINANZA NEL MONDO

Articolo dal Network
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) [ u
Il CESI è stesso oggetto delle mie analisi. E’ l’acronimo di Citigroup Economic Surprise In
Ftse Mib. L'indice cerca di impostare un rimbalzo e ora si trova a pochi passi dal livello importan
Su tutti i sottostanti si assiste alla parziale chiusura della componente future ed a movimentazioni
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) [ u
Ftse Mib: dopo il lunedì nero gli indici europei tentano di rialzare la testa, ma la cautela è d'o
  Nulla di interessante ieri, lo sappiamo da tempo che si sale con le scale e si scende
Dopo i forti ribassi di ieri andiamo a vedere come si sono mossi gli operatori nello specialistico m
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) [ u
La scadenza tecnica di questi giorni ha sicuramente contribuito ad importanti aggiustamenti. E i