CORONAVIRUS: LAGARDE LO STERCO DEL DIAVOLO!

Scritto il alle 08:06 da icebergfinanza

Risultato immagini per lagarde vecchia

Ho passato gli ultimi anni ad urlare inutilmente o quasi, ad urlare che questa è una crisi essenzialmente antropologica prima che economico/finanziaria, ho passato le giornate a cercare di condividere e farvi capire il demonio che sta dietro questo sistema finanziario, carcando di proteggere più persone possibili, cercando di farvi comprendere che dietro gli interessi e il business si nasconde lo sterco del diavolo.

Ieri ho ricevuto questa mail da un nostro carissimo compagno di viaggio…

Caro Andrea purtroppo l’attuale situazione sanitaria è molto più drammatica di come viene illustrata dai quotidiani mainstream. Oggi ho discusso con l’aiuto del reparto di rianimazione se intraprendere manovre rianimatorie in un paziente XXenne COVID + affetto anche da XXX  Il sottoscritto che ha un’età leggermente inferiore del paziente considerata l’attuale disponibilità di risorse era propenso per non intraprendere ulteriori manovre rianimatorie, l’aiuto sconvolto, era di parere contrario in quanto non potevamo non intervenire in una persona così giovane. Il sottoscritto accettando l”opinione del collega ha concluso dicendo che questo è solo l’inizio e che dovrà scegliere la via da percorrere in persone molto più giovani.
Anestesista-Rianimatore di uno dei maggiori ospedali di XXX
Ad Maiora

Questo è quello che sta succedendo oltre i numeri del bollettino della protezione civile, questo è quello che quotidianamente succede mentre noi stiamo a casa ad attendere la fine di questo incubo, questo è il dramma che accade ogni giorno sulle nostre strade e nei nostri ospedali, ai nostri fratelli.

Dopo le mascherine, l’Italia ha chiesto agli altri paesi dell’Unione Europea la fornitura di ventilatori polmonari, ma nessuno degli Stati membri ha risposto durante la teleconferenza che si è tenuta oggi tra i ministri della sanità dei 27. È quanto emerge da un documento riservato che sintetizza l’esito dell’incontro, di cui l’AGI è entrata in possesso.

Durante la riunione, il commissario al Mercato interno, Thierry Breton, ha chiesto all’Italia se avesse “una richieste urgente”.

La risposta dell’Italia è stata: “abbiamo necessità di ventilatori polmonari”. Tuttavia, “nessuna delle delegazioni ha risposto alla richiesta dell’Italia, cosa che ha spinto il commissario Breton a ritornare sulla questione chiedendo di rispondere entro domani”, si legge nel documento riservato.

Non c’è fretta ragazzi, fate con calma, non c’è fretta, tranquilli!

Un inferno, non ci sono altre parole un inferno che spero cambierà in meglio questo Paese, le nostre vite, che spero ci aiuterà a ritrovare i veri valori, al di la della dimensione economico/finanziaria.

Quello che però non posso fare a meno di farvi notare, ma che chi ci legge da tempo conosce bene, in quanto il popolo greco l’ha già provata sulla propria pelle,  è la totale mancanza di solidarietà di questa Europa, un’ Europa egoista, un’Europa assente, inutile, lontana.

Sto cercando di restare il più calmo possibile di fronte a quello che è accaduto ieri, è successo anche alla Grecia con Draghi, il quale ha tagliato fuori le banche greche dall’accesso al credito nel momento di massima difficoltà…

Perché allora la Bce non fornisce loro liquidità illimitata? Perché la ELA (fornitura di liquidità di emergenza, ndr) è stata centellinata di giorno in giorno e poi bloccata (il 1° luglio La Bce ha fissato a 89 miliardi il livello massimo stabilito per l’erogazione di Ela alle banche greche, ndr)? In sostanza, la Bce tiene la Grecia appesa a un filo“.

Questo è quello che è successo ieri al nostro Paese, con le dichiarazioni della Lagarde come vedremo, il più grande collasso finanziario di tutti i tempi, con titoli in perdita di oltre il 20 % la borsa collassata di oltre il 16 %, spread in volo come mai visto e titoli di Stato italiani crollati di oltre il 6 o 7 % perchè una signora che assomiglia alla morte ha prinunciato alcune parole, alcuni dicono sbagliate, io ritengo intenzionalmente…

Immagine

Un intero Paese dell’Europa sta subendo la più feroce delle offensive, quella pandemica e tu, zerbino, vai a dire davanti a tutti che il vostro compito non è quello di chiudere gli spread?

Per chi non la conosce, questa è Christine Lagarde…

Caro Nicolas,

molto brevemente e rispettosamente:

  1. Sono al tuo fianco per servire te e i tuoi progetti per la Francia
  2. Ho fatto del mio meglio e posso aver fallito, qualche volta. Te ne chiedo perdono
  3. Non ho ambizioni politiche personali e non desidero diventare un’ambiziosa servile come molti di coloro che ti circondano: la loro lealtà è recente e talvolta poco durevole
  4. Usami per il tempo che serve a te, alla tua azione e al tuo casting
  5. Se mi usi, ho bisogno di te come guida e come sostegno: senza guida, rischio di essere inefficace; senza sostegno, rischio di essere poco credibile.

Con la mia immensa ammirazione, Christine Lagarde.

Ora sappiamo a cosa serve la signora Lagarde, mi spiace essere così diretto ma questa è la realtà sulla base delle notizie disponibili.

Per chi non comprendesse cosa è accaduto ieri, prima delle parole della Lagarde, tutto era tranquillo nel mercato obbligazionario europeo, i titoli italiani e dei paesi periferici avevano oscillazioni accettabili, poi all’improvviso…

Immagine

Neanche un perfetto idiota poteva fare più danni di quanti ne hanno fatti ieri le dichiarazioni della Lagarde, la quale in sintesi intendeva dire che Francia e Germania non sono affatto d’accordo di aiutare gli altri Paesi e che la banca centrale europea, scritto volutamente piccola non ha alcuna intenzione di svolgere il suo compito, per tenere insieme l’euro come invece aveva dichiarato Draghi…

Sentite cosa scrive nel suo editoriale uno degli europeisti più sfegatati d’Italia, uno che darebbe la vita per sostenere questo progetto criminale che è l’attuale Europa…

Immagine

Lui la chiama gaffe, io invece la chiamo intenzionalità, perchè qualcuno deve aver detto alla signora Lagarde di dire quelle testuali parole, non c’è rischio di fraintendimento in quello che è stato detto, neanche se vi ingegnate per secoli, riuscite a trovare una gaffe in queste parole…

“Non è compito della Bce favorire la riduzione degli spread”

Ora europeisti di mia nonna, inventatevi quello che volete, ma queste sono le vere parole che la Lagarde voleva pronunciare e non me ne frega niente se si è svegliato anche il presidente della Repubblica ieri, chiaro il concetto!

Questa è la loro europa, l’europa solidale, Germania e Francia che bloccano la nostra richiesta di mascherine per fronteggiare il coronavirus…

… l’Europa che non ha fretta per concedere il via libera al nostro Paese per salvare i propri fratelli…

Si sulla flessibilità non serve la risposta subito, sulla richiesta con il cappello in mano di poter usare i nostri soldi, non serve affatto, con calma senza fretta, davvero bella la vostra europa.

Quella che chiude le frontiere…

… quella che fa solo finta di aiutarti…

… quella di alcuni, per fortuna non tutti spocchiosi francesi e tedeschi che alimentano la divisione…

“La differenza tra Italia e Francia è che siamo rimasti meno sorpresi, ci siamo preparati molto, che esiste un ministro della sanità ( @olivierveran ) che è robusto, competente, che spiega bene le cose “

Davvero bella la vostra europa, bella davvero!

Ovviamente passa in secondo piano tutto il resto, visioni e analisi, continueremo a fare il nostro lavoro come lo abbiamo sempre fatto, ma questa resta un’immensa crisi antropologica, ognuno di noi deve essere migliore, andare oltre, ritrovare i veri valori che fanno la VITA degna di essere vissuta! Un abbraccio a tutti Andrea

Contribuisci anche tu LIBERAMENTE a tenere in vita un’isola di condivisione quotidiana nell’oceano infinito di questa tempesta perfetta, l’informazione indipendente…

 

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 9.2/10 (11 votes cast)
VN:F [1.9.20_1166]
Rating: +6 (from 8 votes)
CORONAVIRUS: LAGARDE LO STERCO DEL DIAVOLO!, 9.2 out of 10 based on 11 ratings
63 commenti Commenta
madmax
Scritto il 13 marzo 2020 at 08:45

Perche’ poche morti in Germania? Ecco la risposta: un collega tedesco me lo spiegava, in Germania se hai delle complicanze e causa CoVI19 muori la morte non e’ statisticamente attribuibile al virus, mi spiego? Ovvero la defalcano statisticamente, per cui oggi con 2000 infetti e la mortalita’ del 3% dovrebbero avere circa 60 morti, ma invece ne hanno solo 3, gli altri 57 sono morti di asma (+CoVI19), diabete (+CoVI19), problemi immunitari (+CoVI19) insomma fanno con il CoVI19 quanto fatto con le emissioni delle auto: taroccano.

mirrortrader
Scritto il 13 marzo 2020 at 10:16

madmax,

ok, loro taroccano in un versao, e noi tarocchiamo in un altro. Tutto il mondo è paese.

stanziale
Scritto il 13 marzo 2020 at 11:06

madmax,
Purtroppo mi trovo costretto a difendere i tedeschi, stavolta. Le auto e’ un altro discorso, con il covid 19 per me hanno ragione loro (ed il resto del mondo…se uno ha gravi patologie ed e’ molto anziano, deve essere depennato…). Il dato che colpisce, e’ la fine dei contagi e morti in Cina. Le possibilita’ sono che:
1. Continuano i contagi ed i morti, ma hanno visto che e’ gestibile e quindi sottostimano i dati .
2.Hanno trovato la cura e non ce lo dicono ufficialmente (quella di Napoli?) ma sarebbe troppo grossa non condividere….
3. Senno’ e’ come penso…il virus ha ormai fatto il giro, contagiato chi doveva contagiare, e si e’ placato….e comunque i morti, quanti ne hanno , 3000 o poco piu’, non sono certo numeri da pandemia…anche a livello mondiale, almeno per ora niente a che fare con la “spaziale” del 1969-1970, 1 milioni di decessi al mondo. Io spero sia cosi’, la crisi e’ geopolitica, finanziaria, di regolamento dei conti, la globalizzazione selvaggia era ingestibile.

laforzamotrice
Scritto il 13 marzo 2020 at 11:11

madmax,

E non ti sembra più corretto ed intelligente come metodo? Solo degli incoscienti, per non dire peggio, possono NON differenziare le morti DA coronavirus da quelle AGGRAVATE da coronavirus. solo degli incoscienti possono pensare che non faccia un enorme differenza, così fa quantificare lucidamente i danni per poter poi prendere le decisioni più razionali. No, vuoi mettere il piacere del vittimismo italico? Hai voglia poi di prendertela con gli altri perché lasciano colare a picco l idiota che non vuole capire che il melodramma non paga, lo schizofrenico che insulta un giorno si e l’altro anche l Europa ladra e sanguisuga per poi chiedere aiuto… Che un giorno dice una cosa e l altro il contrario ma senza mai domandare scusa ma anzi ergendosi a non si sa bene cosa. Adesso dovendo tenere la plebe in casa, vai col terrorismo “strage di giovani”, e la plebe, giustamente, non vuole più andare al lavoro… Chi paga? Idiozia assoluta.

idleproc
Scritto il 13 marzo 2020 at 11:16

Guardare prima in casa e ricostruite la catena di comando della cosiddetta informazione pubblica e ‘privata’ seguendo i soldi e gli interessi, gli uomini piazzati in ‘politica’ nei punti chiave, teste di legno comprese e nelle istituzioni, si perde prima in casa sia per la questione “grigliata alla greca” che sulla difesa sociale collettiva che quando viene demolita ricasca sul piano individuale sia il problema che la colpa. Guardate cosa hanno fatto negli ultimi trenta anni mettendo fascie di popolazione l’una contro l’altra e bloccando qualsiasi possibilità di espressione politica democratica reale anche in fase di formazione e costruendone di farlocche facendo correre la gente da una parte all’altra fornendo l’illusione che la ricetta fosse diversa quando invece era già concordata e prefabbricata. l’ignorare, aggirare e rovesciare qualsisi volontà espressa democraticamente. La devastante demolizione progressiva della legittimità fornendone di farlocche ad organismi che non ne hanno nè di formale nè di sostanziale. Non è un problema solo nostro è un problema di – tutti – i popoli europei senza distinzione.

giacomocambiaso78
Scritto il 13 marzo 2020 at 11:52

“Non è compito della Bce favorire la riduzione degli spread”…Gaffe? Il 16 Marzo c’e’ l’avvallo del MES, e’ compito del MES mettere a posto gli spread, il timing e’ perfetto, le SS dell’UE si sono mosse in modo risoluto come al solito. Approvare il MES sara’ l’ultimo passo per l’inferno, grazie PD, grazie europeisti, grazie Mattarella, grazie Monti, grazie Letta, grazie Renzi, grazie Berlusconi ed Alfano anche, mica erano all’opposizione nei citati governi, grazie alla stampa di regime e sopratutto grazie ai nostri connazionali che ancora oggi li voterebbero, bravi!

laforzamotrice
Scritto il 13 marzo 2020 at 12:11

idleproc@finanza,

Vorrei che fosse tutto organizzato, invece temo che sia semplice improvvisazione e stupidità… Ed è molto ma molto peggio.

    icebergfinanza
    Scritto il 13 marzo 2020 at 13:58

    Non diciamo cazzate… sveglia!

idleproc
Scritto il 13 marzo 2020 at 12:39

…e non vengano a raccontare che non ci sono i “mezzi”, abbiamo i mezzi organizzativi e industriali per mettere in piedi qualsiasi cosa ci serva e in pochissimo tempo in tutta europa e in occidente.
Il problema è un’altro quello della gang che barando al tavolo da gioco che si è confezionato su misura ha il c. sulla graticola e deve scaricare il problema su tutti gli altri oltre a cercare di “riformare” il sistema a proprio favore. Hanno già fallito.

john_ludd
Scritto il 13 marzo 2020 at 13:22

stanziale@finanza,

La Cina ha applicato misure draconiane e rapide che la propaganda ormai fatica a trasformare nel suo opposto dato che la situazione in occidente precipita. Mi piace leggere i commenti dei siti cloaca americani tipo ZH (1) dove poveri cretini si dicono l’uno l’altro che non è niente, influenza, i cinesi sono terzo mondo etc… Bene ti riporto quanto scritto da un medico rianimatore americano:

… i decessi ufficialmente in Cina sono il 3,8% ma questo dato è sovra stimato dal picco iniziale a Wuhan. Se osservi i dati dell’intera provincia dell’Hubei, la percentuale è 1%. Non posso garantire questo dato ma credo sia affidabile, è il tasso di mortalità in Cina ora. IDENTIFICANO I CASI SUBITO, LI METTONO IN ISOLAMENTO, TRATTAMENTO EFFICACE E PRONTO. Secondo, ciò che fanno nei loro ospedali è ventilare dozzine di pazienti alla volta attraverso OSSIGENAZIONE EXTRA CORPOREA (rimuovendo il sangue dalla persona, essendo i polmoni disfunzionali ed ossigenando i globuli rossi) quando la ventilazione forzata non basta. Questo dimostra un LIVELLO SANITARIO ESTREMAMENTE ELEVATO che determina un tasso di mortalità che non può essere estrapolato ad altri paesi come l’Italia dove è molte vole quello cinese. Questo suggerisce che i sanitari cinesi sono veramente abili nel mantenere le persone gravi in vita e il fatto che la fatalità dell’Hubei sia 1% non significa che così sarà altrove.

Concludo dicendovi che non c’è ricercatore occidentale che non dipenda dagli studi dei colleghi cinesi che pubblicano tutto quanto sul portale dell’accademia delle scienze. Non c’è alcun dato nascosto, al contrario, un esempio di cosa sia la collaborazione scientifica.

Comunque nel tuo caso Stanziale il problema non si pone. Devi solo dare seguito alle tue opinioni con i fatti, dato che le parole non contano. Per coerenza ti suggerisco di ignorare le disposizioni di contenimento, cerca i luoghi dove sia più facile acquisire il virus, balla tra i corridoi dei policlinici. Poi tra qualche mese torna qui, tra noi e raccontaci come è andata.

Il fatto che poi stavolta (PROPRIO STAVOLTA quando battono ogni record di ipocrisia) dai ragione ai tedeschi dimostra che sei emotivamente sconvolto e non riesci a rappresentare nella tua mente la nuova realtà. D’altra parte non è sorprendente che nessuno te lo abbia fatto ancora notare, in tanti sono ancora in un modo o nell’altro nella medesima situazione.

Sono veramente perplesso. Cosa serve a capire che il mondo di prima è finito ? Davvero non sono in grado di riposizionarsi emotivamente ? In tal caso per loro nessuna possibilità nel mondo che c’è ora, zero assoluto. Non siamo alla fine, neppure a metà, questa emergenza durerà almeno 18 mesi, possiamo solo contare che la fase acuta possa terminare per fine maggio dando spazio a una situazione di emergenza controllabile ma continuamente esposta a nuovi crolli se solo si abbassa la soglia di attenzione. Non c’è nazione al mondo che non abbia il virus in casa e NESSUNA è in questo momento in grado di fornire le risposte di contenimento e sanitarie che solo due nazioni sono state in grado di offrire ai propri cittadini, Cina e Singapore. Che accade se quel tipo di misure non possono essere attuate e il sistema sanitario viene travolto ? La mortalità tra i contagiati sale tra il 5% e il 10% dei casi. Avete un’idea dei numeri che vengono fuori ? Stanziale non ancora, se ne faccia una ragione quanto prima.

(1) ZH che tanti di voi leggono come oro colato, è un sito propagandistico i cui editori sono anonimi che raccoglie post da una pletora di altri siti, la maggior parte estrema destra americana che convogliano un solo messaggio: troppo stato, ridurre lo stato, distruggere lo stato. Pubblica poi per dimostrare di non esserlo articoli di comici cospirazionisti di estrema sinistra che fanno ridere già dal titolo. Infine note dalle banche di investimento che suggeriscono investimenti che si rivelano poi nella maggior parte fallimentari. E’ una tecnica di contro informazione sofisticatissima che mi fa presumere che dietro vi sia qualcuno di molto pesante.

(2) Avevo inizialmente come tanti accolto con grande sollievo le notizie provenienti dalla Corea che, infatti, ha apparentemente avuto una flessione della curva di crescita esponenziale (33% al giorno costante per ogni paese). Purtroppo non è così facile, dopo avere attuato una campagna di test molto completa che altrove, ha terminato i reagenti per i tamponi che ora produce in quantità inferiore, ora ha un focolaio a Seul e la situazione è di nuovo allarmante. New York, Los Angeles, Parigi … sarà come in guerra o peggio. Quattro settimane fa si guardava tutti a quei strani cinesi che costruivano ospedali in pochi giorni per sport. Quattro sole settimane. Ce ne sono 52 in un anno. Ci sono 8 carabinieri risultati positivi a Palermo. Possiamo farcela con una prova di coesione storica, ma anche così potremmo perdere, in assenza del massimo sforzo non ci sarà una nazione già la prossima estate. Chiaro o serve un disegno ?

john_ludd
Scritto il 13 marzo 2020 at 13:36

Cercate di comprendere cosa sia una curva esponenziale. I decessi in assenza di contenimento raddoppiano ogni 3 giorni nella fase iniziale del contagio, poi nessuno lo sa, può peggiore se la situazione va fuori controllo o precipitare se tutto va per il meglio. I dati che leggerete nelle prossime settimane provenienti dai vari paesi sarà privo di alcun senso 1) in quanto nessuno ha la possibilità di test in numero sufficiente 2) le autorità cercheranno di prevenire il panico addomesticando i dati. Alla peggio ci sarà una serrata generale e l’esercito per le strade. Negli Stati Uniti che hanno una popolazione anarchica e distribuita su un territorio enorme hanno già la guardia nazionale in pre allerta in diversi stati.

Riporto un dato eclatante. Nella classifica della qualità dei sistemi sanitari dei la Lombardia è tra le prime 5 al mondo con un punteggio di 9,9 su 10. Gli stati americani dell’Alabama e del West Virginia sono sotto 2 su 10. Chiaro ?

idleproc
Scritto il 13 marzo 2020 at 13:44

… e si sono allevati mediaticamente qualche generazione intermedia culturalmente narciso-sociopatica come massa di manovra e per i quali non prevedo un gran futuro.

john_ludd
Scritto il 13 marzo 2020 at 13:58

Sulla UE non spenderei che una parola, finita, per ora data l’emergenza si farà finta che non sia così. Non vale la pena spendere altre parole.

john_ludd
Scritto il 13 marzo 2020 at 14:10

abbiamo tutti tanto tempo, hanno chiuso anche il parco vicino a casa mia, SOB ! Quindi mi sento autorizzato a eccedere nei post …

C’è un intervista a Varoufakis su Huffington Post di oggi, questo il punto chiave:

… L’Europa non vi sta dando flessibilità. Sta solo promettendo di chiudere un occhio sulle vostre spese per via dell’emergenza Covid-19. E questo è terribile. Primo perché una flessibilità accordata chiudendo un occhio non sarà sufficiente. E poi una misura di questo tipo creerà ulteriori tensioni tra nord e sud Europa. Al prossimo Eurogruppo, il ministro olandese, finlandese o piuttosto tedesco si sentiranno legittimati a guardare al ministro italiano dall’alto in basso come colui che ha infranto le regole, anche se loro gliel’hanno permesso. Non è questo il modo di gestire l’Europa. Faccio l’esempio di Singapore che ha risposto alla crisi del coronavirus in un modo razionale, spendendo 4.5 miliardi di dollari per sostenere l’economia. L’equivalente per l’Eurogruppo sarebbe 106 miliardi: l’Europa è lontanissima da questa cifra. Inoltre, Singapore non ha sospeso il pagamento dei mutui, che è solo un rinvio e peggiora le cose quando arriva il momento in cui devi pagare. Al contrario, la banca centrale di Singapore ha dato istruzioni alle banche di operare una ristrutturazione dei crediti e la stessa banca centrale fornirà loro la liquidità necessaria per annullare una parte degli interessi. Questa è una risposta razionale…

Leggo quotidianamente organi di stampa cinesi in lingua inglese. Le disposizioni attuate a Singapore sono state disposte e ampliate anche in Cina. Dunque qui abbiamo due regimi definiti il primo “dispotico autoritario” e il secondo “nazi/comunista”. Entrambi hanno fornito ai propri cittadini la risposta che si attendevano. In Europa e USA abbiamo sistemi democratici dove sei libero di dire che dissenti ma poi non vengono fornite nessuna delle risposte che i cittadini si attendono. Poi ci dobbiamo pure sorbire articoli di personaggi come Stefano Feltri o un orripilante Piero Ignazi dal titolo “Il modello Cina si insinua pericolosamente nella politica italiana”. Grandissima merda se non vuoi che si insinui fai la cosa giusta e non quella sbagliata reiterandola giorno dopo giorno dopo giorno.

default
Scritto il 13 marzo 2020 at 14:44

john_ludd@finanza,

Quindi ipotizzi che in USA o chiudono tutto o vanno incontro a catastrofe sanitaria?

giobbe8871
Scritto il 13 marzo 2020 at 14:46

GRANDE POST come sempre del resto.
Grazie Mazzalai per aver AVVISATO anni prima che iniziasse il Grande Inverno.

quanto a UE, BCE ? Prima usciamo da questo inferno , meno vittime avremo.
con dei BTP popolari emessi da Cassa Depositi e/o MEF riservati ai risparmiatori ITALIANI potremo avere la liquidità necessaria per SOPRAVVIVERE, forse.
Ma c’è Gualtieri, cameriere della LaGarde.

“Questa è la loro europa, l’europa solidale, Germania e Francia che bloccano la nostra richiesta di mascherine per fronteggiare il coronavirus…”

john_ludd
Scritto il 13 marzo 2020 at 15:36

laforzamotrice@finanza,

Seguo i canali twitter di epidemiologi americani, professori a Harvard non a Topolina. Sono ammirati della risposta in Lombardia e conoscendo bene la qualità del livello del servizio sanitario in nord italia sono di converso estremamente preoccupati per il oro paese. Sui giornali si leggono spesso fesserie oppure dati corretti ma senza una nota sulla distribuzione statistica. Male. Gli Stati Uniti hanno una sanità per i ricchi, dunque un mediocre numero di letti per 100.000 abitanti e il maggior numero di posti per cure intensive. Cosa c’è di sorprendente ? E’ un sistema neo malthusiano che gli americani votano e continueranno a votare dati i prossimi contendenti alla carica di POTUS entrambi scelti da Wall Street.

Il numero dei posti di terapia intensiva in Germania per 100.000 abitanti è il doppio che in Italia ma simile a quello in Lombardia ed Emilia Romagna. Il dato tragico è il sud con regioni come Calabria, Sicilia e Sardegna che di fatto non hanno un sistema sanitario e qui l’Europa c’entra davvero poco. I centro Italia è intermedio ma in genere attorno alla media, non peggio che in Canada.

john_ludd
Scritto il 13 marzo 2020 at 15:39

laforzamotrice@finanza,

A gestire l’emergenza siamo dei maestri, siamo mediocri nella gestione dell’ordinarietà, ma è stata una precisa scelta, non per via di pizza e mandolini.

john_ludd
Scritto il 13 marzo 2020 at 15:56

Al di là della buona idea della Brexit, varrebbe la pena che le persone iniziassero a mostrare senso critico verso i vari Donald Trump e Boris Johnsonn. Il fatto che siano anti UE non ne fa automaticamente “amici del popolo”. Innanzitutto sono due stronzi di estrema destra, dunque nemici mortali della working class. Il secondo è un prodotto di Eaton la mamma sempre gravida degli elitisti. Soprattutto sono due incompetenti, narcisi, ignoranti come capre.

John Ludd perchè questo comizio proprio ora ? Per una buona ragione, questa:

“Il Regno Unito è sull’orlo di una calamità evitabile. Oltre alle morti prevenibili con un’azione più aggressiva da parte del governo, saranno gli operatori sanitari ad assorbire il peso della compiacenza del governo. In Lombardia, il 20% degli operatori sanitari è stato infettato “e alcuni sono morti”.

Richard Charles Horton, attuale caporedattore di The Lancet, La più autorevole rivista medica con sede nel Regno Unito.

zanella1951
Scritto il 13 marzo 2020 at 16:01

una precisazione visto che è stata citata da John_ludd la teccnica dell’ossigenazione extracorporea detta ECMO è stata messa a punto nei primi anni 2000 in italia esattamente all’ospedale di Monza dal proff. GATTINONI e proff. PESENTI. ve lo posso dire perchè ho parttecipato ad un corso di formazione.
questo per dire chi siamo noi italiani

icebergfinanza
Scritto il 13 marzo 2020 at 16:49

COMUNICO che per scelta personale ho sempre lasciato chiunque esprimere liberamente la propria opinione su svariati argomenti. Il fatto che pubblichi certi commenti, non signifca che sia d’accordo con certa spazzatura intellettuale.

«Non sono d’accordo con quello che dici, ma difenderò fino alla morte il tuo diritto a dirlo». Evelyn Beatrice Hall

john_ludd
Scritto il 13 marzo 2020 at 17:36

zanella1951@finanza,

Grazie per l’informazione, il nostro è paese dalle 1000 eccellenze, si tratta di ricostruire una classe dirigente all’altezza della base che resta solidissima. Questo è una nazione di popoli che hanno superato la prova della storia più volte. Prove ben peggiori, prolungate e tragiche. Vediamo cosa fanno altri che non si mai dovuti misurare con una guerra in casa.

Comunque cross post di questo articolo; finalmente un pensiero originale e soprattutto realistico:

Perché preferirei essere in Italia per la pandemia di coronavirus

Ho trascorso l’ultima settimana alla ricerca di voli da New York verso l’Italia, non per via delle vendite flash ispirate al coronavirus, ma perché preferirei tornare a casa in un paese che è attualmente alle prese con uno dei peggiori focolai del mondo piuttosto che restare negli Stati Uniti, dove la vita sta per peggiorare all’infinito…

https://theintercept.com/2020/03/12/italy-coronavirus-united-states-preparedness/

E poi se devi restare in quarantena, è meglio farlo con il cibo e il vino italiano o con il pattume americano, britannico o tedesco ? Uno dei miei massimi problemi sarà come non far crescere la pancia !

john_ludd
Scritto il 13 marzo 2020 at 17:40

default@finanza,

non ipotizzo una fava, navigo a vista come tutti, ma sono ben contento di poterlo fare qui in Italia che in un paesi di bruti con 300 milioni di armi da fuoco in mano ai privati e il senso civico di un cacciatore di scalpi.

stanziale
Scritto il 13 marzo 2020 at 22:38

john_ludd@finanza,

Sulla bravura della medicina cinese non so’, sara’ cosi’, ma non penso che il contagio in cina si sia fermato a wuhan per la quarantena , quando anche li’ se ne sono accorti in ritardo e quindi il virus ha viaggiato abbondantemente . Io credo possa essere una questione climatica, a wuhan c’era una temperatura di 5-7 gradi, alta umidita’ e inquinamento, ambienti chiusi, esattamente come milano e la pianura padana. Dove e’ piu’ freddo o piu’ caldo, il virus e’ piu’ debole, come la russia, almeno sembra. A Prato nonostante i cinesi non e’ successo nulla, e’ una citta’ molto ventosa, potrebbe essere la spiegazione. Comunque ripeto, ho citato la epidemia del 1969-70 che causo’ 1 milione di morti, 20000 in italia, e non ci fu affatto questo panico, che pero’ e’ giustificato dall’ossessione dei media. Hanno arrestato uno solo perche’ stava andando alla sua seconda casa, incredibile ….sara’ una pacchia per i ladri, ora. Fosse vero quello che sostieni tu(che sostenete voi), la curva esponenziale, l’umanita’ si sarebbe estinta chissa’ quante volte. Invece poi questi tipi di coronavirus, nei passaggi da uomo a uomo, alla fine perdono di forza. evidentemente. Guarda il video di byo blu che intervista il prof. Petti. Non e’ zero hedge il mio punto di riferimento, farei troppa fatica a tradurlo, ma i fedeli servitori della sanita’ pubblica che abbiamo, come appunto Petti, la Gismondo, Bassetti. Tarro allievo di Sabin e varie volte candidato al nobel, luc Montagnier. Questi virologj hanno studiato la cosa e secondo loro il covid 19 e’ meno letale delle comuni influenze. Burioni e’ un personaggio che non mi piace per niente.

sd
Scritto il 13 marzo 2020 at 23:00

Buona sera
Credo che il Panico farà più danni che il virus.

Se fosse un arma biologica (girano strane voci al riguardo) sarebbe un fallimento totale…….al 80-90% rende inabili o uccide solamente le persone che non possono combattere…..fallimento totale.
Danni economici ne farà sicuramente. Solamente dalle mie parti, nelle località turistiche, a causa delle disdette e delle pessime previsioni per l’estate perderanno il lavoro stagionale, e non, migliaia di persone. Alla finanza sicuramente non importerà niente, anzi buona occasione per fare ottimi affari………..non credete?

Penso che il panico farà più danni che il virus.

Per quanto riguarda l’Euro preferirei non commentare……..personalmente mi guadagno da vivere con l’economia reale (settore edile, impiantista…..quello che vi porta fognature, acqua, gas, riscaldamento in casa) e ne vado fiero.

Naturalmente non per criticare chi si occupa di finanza o economia, lavoro importantissimo finché non si trasformava in evidente speculazione e trasferimento di ricchezza dalle masse produttrici ad un oligarchia finanziaria.

Saluti

sd
Scritto il 13 marzo 2020 at 23:04

Dimenticavo
Spero che in questo blog non ci sia panico….o mi sbaglio ?

sd
Scritto il 13 marzo 2020 at 23:52

Forse a qualcuno potrebbe interessare questo video dove un medico, ricercatore, consulente farmaceutico spiega TECNICAMENTE come funzione il tampone per il covid19 e molto altro sui vaccini:
https://www.youtube.com/watch?v=n-DHN9I1Co4

Mi auguro sia interessante

liber
Scritto il 14 marzo 2020 at 01:18

E gli addetti di molti supermercati diventano gli untori perché non hanno mascherine (cosa più importante per fermare il virus) e guanti. Pur essendo i più esposti non fanno sciopero come i metalmeccanici, i loro sindacalisti dove sono? o forse non ci sono perché lavorano all’ IPERCOOP e la coop sei tu……….

bandeirante
Scritto il 14 marzo 2020 at 08:11

Buongiorno John_Ludd@finanza. Stante la situazione non proprio rosea a livello economico e finanziario, a mio parere, pur con un iniziale trambusto, data anche l’eccezionalità della situazione, credo che l’Italia e gli italiani, abbiano finalmente capito la serietà della situazione. Ora tutti ci sbeffeggiano, ci trattano come untori, come Paese sull orlo di una crisi di nervi, ma nel frattempo. i nostri cari amici, francesi, tedeschi, inglesi e americani, forse cogitando come esseri superiori, stano trattando la pandemia, come una passeggiata di salute, un piccolo temporale. Non è che tra 18 mesi, la nostra preoccupazione allarmante, si rivelerà l’arma giusta, e ci ritroveremo intorno superuomini diventati dei Puffi?……

E poi se devi restare in quarantena, è meglio farlo con il cibo e il vino italiano o con il pattume americano, britannico o tedesco ? Uno dei miei massimi problemi sarà come non far crescere la pancia !

laforzamotrice
Scritto il 14 marzo 2020 at 08:47

john_ludd@finanza,

Ho la massima stima per te e le tue analisi, ma sulla pericolosità di questo virus, non ti seguo. La normale influenza che abbiamo avuto nelle due ultime stagioni ha colpito più di 8 milioni di italiani, e dopo la campagna di vaccinazioni. Ora, come si spiega che in una regione cinese, compatibile come numero di abitanti a noi, un’influenza ALTAMENTE contagiosa, in un ambiente socio sanitario sicuramente peggiore del nostro, faccia solo 80.000 contagiati? Noi 1 italiano su 7,5, in cina 1 su 750? E ripeto, con un virus estremamente più aggressivo? Non ha nessun senso. Anche ammettendo una grande prontezza di intervento del governo cinese, che comunque ha rischiesto tempo, sia per rendersi conto del problema sia per la logistica del blocco, che ha ridotto i tempi di diffusione, possiamo ragionevolmente ipotizzare un numero di contagiati almeno uguale al nostro, cioè un 8 milioni. Quindi, si riportano le casistiche nella normale letalità, 1/1,5% dei contagiati si aggrava e di questi un 2/3% muore. Quest’ultimo dato ovviamente può variare in relazione ai problemi di assistenza dati dall’alta concentrazione dei casi, data appunto dalla caratteristica pandemica del covir19, l’alta contagiosità.

idleproc
Scritto il 14 marzo 2020 at 10:38

John, i popoli per capirli ti devi mettere nei loro stivali e, scusa l’aspetto emotivo, amarli.
The Donald a livello di popolo è stato sostenuto da chi voleva por fine al ruolo di poliziotto globale, che fosse un sogno (anche per Donald) come per quelli che si sono votati Sanders e poi traditi in modo rivoltante, lo era.
Hanno una concezione astratta del sistema nel quale vivono e gli aspetti che non funzionano e che ne hanno disintegrato la struttura sociale come l’autoprotezione a livelli di gruppi “spontanea” la considerano una distorsione. Sono un grande popolo, scommetto su di loro come scommetto su di noi e tutti gli altri.
Il problema delle armi?, non si fidano storicamente della loro classe dirigente, chiamali fessi.
Non è certamente la soluzione del problema.
Dalla classe dirigente italiota verso il Sud di casa nostra partendo dalla cosiddetta riunificazione c’è stata una politica interna neocoloniale, oggettiva e storicamente documentata, la ha fantta a casa loro anche la classe dirigente tedesca con la sempre cosiddetta riunificazione della Germania con problemi che si trascinano.
Dove sto io hanno fatto un Grande Opera stile Sud e con gli stessi risultati e “procedure” contro il volere degli interessat perchè sapevano come sarebbe finita.
Non vedo panico, vedo preoccupazione e consapevolezza su come sono andate effettivamente le cose, qualche scaffale vuoto? Non ci sarebbe stato il problema.
C’è chi viene a trovarsi a “mantenere l’ordine” senza strumenti di protezione adeguati, esponendoli, è rivoltante. Non è un “problema” che si è presentato all’improvviso.
Confido sul loro buon senso sull’applicazione dei provvedimenti draconiani di legge che dovrebbero essere applicati ad altri come reati.
Forse è meglio il: “Sei giovane ma sei un idiota visto che te lo puoi prendere e finire male anche se sei giovane, primo e ultimo avviso”.
Non ho dubbi sul fatto che ce la faremo e guardate meno TV se volete evitare stati confusionali o perdere la pazienza.

john_ludd
Scritto il 14 marzo 2020 at 11:03

stanziale@finanza,

Byo blu ? è un detersivo ?

Comunque c’è il metodo iraniano, che essendo governato da mullah che invitavano la gente a pregare nelle moschee di Qom ed essendo privi di tutto il necessario per via delle sanzioni, scavano fosse comuni ai margini della città grandi come campi da calcio e la popolazione iraniana è tra le più giovani al mondo, ma il 10% si ammala di polmonite acuta che è la conseguenza numero 1 del COVID-19 e in assenza di cure ne accoppa almeno la metà. Solo che il 5% di una città di 1,5 milioni di persone come Qom fa 75.000 mentre lo 0,1% dell’influenza fa 1.500 … che vuoi che sia basta essere tra il 95% … se basta. Poi c’è Byo blu e i vestiti tornano puliti.

Resto dell’opinione che si fossero adottate da subito le azioni suggerite dai sanitari lombardi e dal fasssista e dj del papete saremmo in una situazione migliore, molto migliore senza il rischio agghiacciante che i lavoratori meridionali in fuga dalla Lombardia e che andavano chiusi dentro loro malgrado, portino l’infezione in regioni attrezzate come un qualsiasi paese del terzo o quarto mondo.

Esiste un principio noto come PRINCIPIO DI PRECAUZIONE, informati. Se c’è rischio anche basso di eventi estremi e catastrofici esso vale, altrimenti significa che vivi in un paese di incompetenti, con altre priorità. Vediamo cosa combina il governo inglese il cui consigliere scientifico è questo signore.

Sir Patrick John Thompson Vallance, is a British medical doctor. Since March 2018 he has been the Chief Scientific Adviser to the Government of the United Kingdom. From 2012 to 2018 he served as president of research and development (R&D) at the multinational pharmaceutical company GlaxoSmithKline (GSK)…

Vallance’s personal research was in the field of vascular biology.

Per Vallance e il governo è preferibile che la popolazione si infetti poco alla volta nel corso entro l’autunno in modo da sviluppare immunità di gregge da cui la ormai celebre affermazione in diretta TV di Johnsson che afferma che tante famiglie inglesi devono farsi ragione che perderanno dei cari.

Il consulente primo per la Lombardia è il professor Massimo Galli, epidemiologo di valore internazionale con una esperienza clinica di 40 anni primario presso l’ospedale Sacco di Milano. In una recente intervista su LA7 alla domanda su cosa ne pensa della soluzione inglese questa la risposta:

1) uno studio su The Lancet (rivista medica britannica) rivela che per contenere l’epidemia serve confinare il 70% della popolazione altrimenti la crescita è incontenibile ed esponenziale.
2) non esiste alcuna certezza che chi si ammala sviluppi una duratura immunità. Tu sei immune al raffreddore dopo che ne hai preso uno ? No vero ?
3) L’immunità di gregge si ottiene nel corso di 1-2 generazioni

Così da profano, di uno mi fido dell’altro no …

La realtà è che gli orientali hanno messo in linea mezzi che noi occidentali in genere non abbiamo dimostrando di essere avanti, avanti, avanti e non il contrario. Letto ieri sera su un canale twitter di un specialista americano come funziona il metodo Corea. Eccezionale dispiegamento di personale sanitario che realizza campioni a tappeto utilizzando tecnologia propria, immissione dei dati in un centro dati dove un super computer li analizza e utilizzando reti neurali predittive provvede a elaborare con un ritardo di poche ore i cammini di diffusione più probabile dell’infezione in modo da concentrare gli sforzi di contenimento in quelle zone. I focolai che si sono accesi in altre zone del paese non si stanno espandendo alla velocità del primo e la curva si sta appiattendo. Avendo tra i più elevati post letto x abitante il tasso di mortalità appare, come previsto, in linea con l’ipotesi migliore. A Singapore la curva non è esponenziale ma lineare e tendenzialmente piatta. In Cina nella regione di Wuhan, 4 nuovi casi in tutto. Fuori dalla regione rossa gran parte della produzione è già stata riavviata.

A emergenza terminata, a seconda dei risultati ottenuti, il mondo prenderà nota di chi ha fornito risposte efficaci e chi no, il resto verrà da sè.

bandeirante
Scritto il 14 marzo 2020 at 11:20

bandeirante@finanza:
Buongiorno John_Ludd@finanza. Stante la situazione non proprio rosea a livello economico e finanziario, a mio parere, pur con un iniziale trambusto, data anche l’eccezionalità della situazione, credo che l’Italia e gli italiani, abbiano finalmente capito la serietà della situazione. Ora tutti ci sbeffeggiano, ci trattano come untori, come Paese sull orlo di una crisi di nervi, ma nel frattempo. i nostri cari amici, francesi, tedeschi, inglesi e americani, forse cogitando come esseri superiori, stano trattando la pandemia, come una passeggiata di salute, un piccolo temporale. Non è che tra 18 mesi, la nostra preoccupazione allarmante, si rivelerà l’arma giusta, e ci ritroveremo intorno superuomini diventati dei Puffi?……

E poi se devi restare in quarantena, è meglio farlo con il cibo e il vino italiano o con il pattume americano, britannico o tedesco ? Uno dei miei massimi problemi sarà come non far crescere la pancia !

john_ludd
Scritto il 14 marzo 2020 at 11:48

sd@finanza,

se ti riferisci al sottoscritto è falso. Non c’è informazione che non sia estratta dalle migliori fonti mediche. Non ho affermato e non affermo che sarà una catastrofe MA SOLO SE si attuano le disposizioni che le migliori menti scientifiche consigliano e che nei luoghi dove sono state attuate hanno prodotto risultati eccellenti o eccezionali in tempi ridotti e che ridurranno il numero dei morti e dei malati in modo sostanziale e che alla fine dell’emergenza produrranno pure un danno economico molto minore, concentrato nel tempo, con una perdita temporanea di capacità produttiva e anzi alla fine è probabile producano un senso di fiducia di quelle popolazioni verso le proprie autorità il che migliora la propensione a una maggiore e più qualificata attività economica. Ho pure più volte scritto che i dati sulla mortalità italiana (6,6% a oggi) non sono veri per le ragioni indicate come puntualmente confermato da un recentissimo studio pubblicato su THE LANCET il quale stima il tasso reale in Italia attorno alla metà, dunque 3,3% e concentrato sugli anziani (in quanto un ampio numero di casi non viene riportato) e che potrebbe essere abbattuto se si disponesse di maggiori unità ECMO.

Ripeto due numeri che non riescono a entrare nella mente di alcuni (fortunatamente sempre meno). Ci sono 6000 posti letto per terapia intensiva in Italia, cioè 1 ogni 10.000 abitanti, in Germania 1 ogni 7000 ma sono entrambi numeri ridicoli se l’infezione si diffonde rapidamente a tutta la nazione in quanto il 10% dei casi di COVID-19 richiede proprio quel tipo di assistenza. Non lo ripeto più, lascio ai vari lettori assegnare il giusto valore a ridicole affermazioni che il gestore del blog pubblica in funzione del commento delle 16:49

Ho utilizzato IO un paio di volte, non intendo farne una questione di auto affermazione, lasciamo queste stronzate ai vari politicanti, mi limito a fornire informazioni comprensibili cui la maggior parte di voi non ha modo di attingere.

L’Italia uscirà da questa emergenza a testa alta.

john_ludd
Scritto il 14 marzo 2020 at 12:03

liber@finanza,

Dove sei ? Qui a Bologna sono entrato in diverse COOP, CONAD e hanno tutti mascherine (di scarsa qualità) e guanti. Nei mega empori di materiale per edilizia e giardinaggio hanno montato strisce di plastica rigida che isolano il cassiere dai clienti. Diverso il caso degli innumerevoli negozi di orto frutta etc… dove i pakistani fanno quel che possono indossando maschere improvvisate o sciarpe avvoltolate.

Qui è il problema occidente vs. oriente. Da noi si tende a convincere i privati a comportarsi adeguatamente contando che capiscano, in oriente vale il principio di precauzione e lo stato si impone sulla volontà dei singoli. Mi sembra di essere statoi chiaro da quale parte pendo limitatamente alle situazioni di emergenza nazionale. Ma qui diventi un fassiiiista a prescindere dal merito.

homo_invictus
Scritto il 14 marzo 2020 at 12:21

liber@finanza:
E gli addetti di molti supermercati diventano gli untori perché non hanno mascherine (cosa più importante per fermare il virus) e guanti. Pur essendo i più esposti non fanno sciopero come i metalmeccanici, i loro sindacalisti dove sono? o forse non ci sono perché lavorano all’ IPERCOOP e la coop sei tu……….

Vero questo, nel banco formaggi e salumi sono tutti senza mascherina. Se tossiscono o starnutiscono che succede? Tra l’altro formaggi e salumi mica li consumi cotti..

ilribassista
Scritto il 14 marzo 2020 at 14:34

È sempre un piacere leggere John_ludd ma a questo punto mi chiedo, senza voler innescare polemiche, quante persone ci sono dietro a questo Nick?
Mi spiego meglio, fino a qualche tempo fa, scriveva articoli sul petrolio dicendo che stava finendo e sarebbe finito a 200/300 dollari.
Gli articoli che scriveva era sempre scritti con un approfondamento ed un livello culturale che denotavano una conoscenza veramente approfondita.
Se non erro era un uomo che orami non lavorava più e viaggiava per il mondo per accrescere l’unica cosa che vale … La cultura.
Ora con il coronavirus è diventato un medico, un infermiere, che dice che non. Capiamo il collasso degli ospedali in questa situazione di crisi, lui c’è in prima persona e quindi vede e capisce.
E anche questa volta scrive con il suo solito modo; grande cultura, grande conoscenza perciò prendiamo per buono quello che dice.
Ma ora dice che è anche a New York e vuole tornare a casa!
John … Ma quanti siete?
Non condivido quasi mai il tuo pensiero eppure ti leggo sempre volentieri perché il tuo livello culturale è sempre superiore al mio e a me piace sempre imparare e leggere da persone più volte di me. Poi però preferisco ragionare con la mia testa, sbagliare .. di testa mia. Cerco di non farmi indottrinare.
Perché mi chiedo sempre quale sia il fine e, spesso, non lo trovo.
Quindi continuerò a leggere e ad ammirare questa conoscenza infinita.
Buona giornata a tutti
Segnalo che a Monza i contagiati sono 128 su 120.000 abitanti dei quali .. almeno 10 contagiati in un centro anziani due settimane fa.
Mio padre è morto di polmonite ad agosto 2019.
Sempre in agosto 2019 40 persone sono tornate da wuahn e in 20 si sono ritrovate con la polmonite

ilribassista
Scritto il 14 marzo 2020 at 14:43

Sempre ragionando con la mia testa prendo atto che l’epidemia in Cina si è “sviluppata” o forse sarebbe meglio dire che è stata comunicata in gennaio.
Bene .. cosa succede in quel periodo?
Capodanno cinese, borsa chiusa.
Oggi la borsa cinese quota circa il 5% dai massimi.
Hanno chiuso le attività per fermare l’epidemia in un momento in cui le borse erano già chiuse per festività.
Qui da noi invece chiudono l’economia e lasciano aperta la finanza.
Ora dico
Ho sempre considerato Cipro il primo esperimento per vedere cosa sarebbe successo.
Poi sono passati alla Grecia
Ebbene nessuna insurrezione
Ora abbiamo uno stato di polizia nel nostro paese, così lo vedo io, con diminuzione delle libertà personali in palese violazione della costituzione ma anche qui tutti zitti perché al telegiornale ci sono solo notizie spaventose di contagi.
Ora vado sul sito dell’istat e vediamo un po’ …
L’anno scorso, in base ai dati Istat, ogni giorno morivano 250 persone tra i 65 ed i 109 anni.
Quante ne stanno morendo adesso?
Ogni giorno, nel 2019, morivano 9 persone in incidenti stradali e 64.000 feriti, tutti i giorni.

Il coronavirus esiste, è un problema, perché il contagio crea una difficile o impossibile gestione.
Non voglio negare questo.
Quello che voglio dire .. è cerchiamo di aprire le menti e cercare di capire.
Buona giornata

ilribassista
Scritto il 14 marzo 2020 at 15:05

Ora mi diverto un po’ sul sito dell’istat e sul sito de il sole 24 ore Lab
Perché il virus si diffonde molto di più nei “piccoli” centri abitati?
Forse perché hanno pochi luoghi di ritrovo e sono presenti più anziani?
Dai cerchiamo di studiare e capire.
Insieme magari possiamo capire meglio come gestire la situazione

ilribassista
Scritto il 14 marzo 2020 at 15:21

Dati.istat/index.aspx?datasetcode=dcis_cmorte1_ev
Quindi .. non lo scrivo io ma l’ISTAT.
L’anno scorso per polmonite sono morte 13.516 persone delle quali 6424 maschi e 7092 femmine.
Per il coronavairus a quante siamo arrivate?

ilribassista
Scritto il 14 marzo 2020 at 15:26

4097 morti per cadute accidentali! Quindi direi che tutti dobbiamo prestare più attenzione quando camminiamo.
469 morti per avvelenamento accidentale, quindi fate attenzione a bacche e funghi
Poi purtroppo 3.940 suicidi e non voglio pensare a come aumenterà questo numero nei prossimi anni quando saranno bruciati almeno 2.000.000 di posti di lavoro.
Insomma non sottovalutiamo il coronavirus ma ricordiamoci che la morte fa parte della vita.
Ricordiamoci di avere rispetto per le altre persone.
Ricordiamoci che se abbiamo un sintomo influenzale, per il rispetto altrui, dobbiamo prendere delle precauzioni.
Non servirebbe, in teoria, nessun decreto.
Serve insegnare fin da piccoli che la prima legge da rispettare è il rispetto e la tutela dei diritti altrui.

ilribassista
Scritto il 14 marzo 2020 at 15:32

Scusate non ho specificato che i dati si riferiscono all’anno 2017

ilribassista
Scritto il 14 marzo 2020 at 15:40

Selezionate più anni, io ho fatto dal 2003 al 2017 e scoprirete che fino al 2011 i morti per polmonite erano mediamente 7.000
Dal 2012 c’è un aumento dei morti per polmonite del 10% all’anno.
Ma nel frattempo lo stato ha diminuito i posti letto per curare queste malattie.
Ecco .. studiamo tutti, cerchiamo di capire, con le nostre teste in modo tale che se al telegiornale ti dicono che dà inizio dell’anno sono morte 1.000 persone in due mesi per polmonite sappiamo che, purtroppo, siamo nella media di due anni fa.
Ma due anni fa non è stato fatto nulla, come mai?
Possibile che io sia il solo a pormi delle domande?
Io non trovo le risposte ai miei quesiti, non riesco a capire cosa stia succedendo.
Il mistero continuerà per altre due settimane.
Poi magari qualcuno comprerà il 10% di Eni, il 28% di Telecom, exfinmeccanica .. etc ..a prezzi di saldo .. ma vabbeh .. si sa .. si dice sempre che sono un complottista … Ma avere una che fa una “gaffe” grazie alla quale qualcuno che già conosceva il discorso magari guadagna qualche centinaio di milioni di euro .. ma va bene tutti .. continuano a dormire e a non farci domande.

john_ludd
Scritto il 14 marzo 2020 at 20:28

Un’ultimo messaggio giusto per ribadire che sono il solito catastrofista senza ragione. Ho la massima fiducia nella nostra sanità malgrado il sotto numero e sono molto confidente che vedremo la luce prima di tanti altri paesi la cui erba è sempre più verde della nostra. Ho parenti a Londra e sarei molto più tranquillo se fossero qui.

sd
Scritto il 14 marzo 2020 at 20:54

john_ludd@finanza,

I danni economici li valuteremo meglio tra qualche mese. Ci saranno sicuramente specialmente per i più deboli ed impreparati.

Per quanto riguarda la medicina preferisco chiudere la discussione. Ognuno deve essere libero di curarsi come ritiene meglio per se stesso. Naturalmente sempre nel rispetto degli altri.

Nella Medicina Occidentale (da qualcuno chiamata Allopatica)ci sono molti settori che primeggiano ma altrettanti che hanno ancora molta strada da fare prima di conquistarsi la fiducia di chi preferisce fare prevenzione. Se uno preferisce assumere la “Pillola Magica” che cura la malattia all’istante e libero di farlo rispettando chi usa altri metodi per curare se stesso.

glare
Scritto il 14 marzo 2020 at 21:44

E’ davvero da tantissimo tempo che non scrivo, sono a casa come tutti e spero che voi naviganti e le vostre rispettive famiglie stiate bene. Non sono più tanto abituato a scrivere in questi ultimi anni e mi perdonerete per la scarsa capacità; ho infatti dovuto imparare un mestiere nuovo per mangiare e questo mi ha portato via tutto il tempo.

Siamo in un periodo partcolare di precambianeto, saremo forse le generazioni che subiranno maggiori variazioni e imprevisti nella loro vita, dopo la prima fase dell’epidemia potrebbe arrivare una seconda fase molto più letale e legata alla mutazione del virus nel mondo e gli inglesi puntano all’immunità di gregge proprio per questo motivo; ma perchè vi scrivo questo.?
Non è quello di cui volevo parlare!.

Forse il 2020 sarà ricordato per essere l’anno della nuova pandemia ma io lo vorrei considerare come l’anno della nascita del Cybergcapitalismo , poichè tutto quello che stiamo vivendo e vivremo è stato calcolato (già a partire del 2017) e verrà calcolato in tutti i dettagli con diversi algoritmi, infatti una massa di persone sottoposta a determinate regole si comporta come un fluido che può scorrere verso una sola direzione, facilmente prevedibile.

Per andare verso la nuova tipologia di capitalismo bisogna uscire dalla globalizzazione e creare una forma di nuovo mondialismo, tutto ciò sarà possibile ?
Questa è la domanda che dobbiamo farci, poichè ad oggi il mondo è diviso letteralmente in due blocchi quello Occidentale e quello Orientale; l’Europa per sua sfortuna è la “terra di Mezzo” ed è un territorio disgregato e disgregabile, facilmente sacrificabile per ottenere il risultato desiderato.

Il Cybergcapitalismo punta su regole semplici :

– variazione della cultura e della tipologia di classe media
– interconnessione globale tramite nuovi reti
– algoritmi per lo studio del comportamento umano con ceazione di enormi databese
– intelligenza artificiale, anche quella da autoapprendimento
– realtà aumentata
– industria 4.0
– automazione e robotica industriale
– green economy….etc etc

Valutate a che punto siamo e cosa sarà il mondo che ci si prospetta nel giro di appena un decennio,
valutate la creazione di una classe enorme di disoccupati, che sarà del tutto superflua al moderno sistema e con quali modi possono ottenere l’individuo e la società tanto agognata.

Valutate cosa la finanza è disposta a fare per arrivare all’obbiettivo dell’individuo del mondo

In bocca al lupo a tutti!

idleproc
Scritto il 14 marzo 2020 at 22:08

ilribassista@finanza,

Non sei un “complottista” ma è una matryoshka e hai due fronti, uno interno ed uno esterno.
L’evento, casuale o artificiale viene utilizzato ma mentre ti sta cadendo un incudine sul piede non gli fai l’analisi per calcolarne composizione e massa, ti basi sulla semplice osservazione che se sembra una papera, nuota come una papera, cammina come una papera, fa quà-quà, i cinesi pensano che sia una papera perchè la hanno avuta in casa, concludi che è una papera e togli il piede.
Ovvio anche considerare il fatto che altri volevano che togliessi il piede perchè ti sbilanciassi, il che non è una novità come i trucchi delle papere finte.
La coesione sociale è fondamentale in queste partite, se i “partner” europei avevano già deciso che per far soldi in casa loro e fuori a casa chi schiatta schiatta e sono affari suoi, non mi sembra una scommessa vincente.

sd
Scritto il 14 marzo 2020 at 22:34

john_ludd@finanza,

Se a qualcuno può interessare il 13/03 L’Istituto Superiore di Sanità ha dichiarato che probabilmente i morti PER covid19 sono solamente 2.

ben
Scritto il 14 marzo 2020 at 22:51

Ilribassista. Mi scusi ma lei è mai non dico lavorato ma entrato in una rianimazione, ha mai curato una ARDS penso non sappia nemmeno cos’è. Se lo sapesse non darebbe questi inutili e erbosi numeri. Io ho lavorato 30 anni in una rianimazione e so quello che dico io conosco e so cosa succederebbe se solo i numeri dovessero portare al collasso il San. Usata non è una semplice influenza. QUESTA NON È UNA ESERCITAZIONE ci pensi e rifletta

ben
Scritto il 14 marzo 2020 at 22:52

Questa non è una semplice influenza

madmax
Scritto il 15 marzo 2020 at 09:01

Rileggendo tanti post non posso fare che mandarli a leggere o rileggere come suggerito da John Ludd il Mito della Caverna nel Libro VII della Repubblica, perche’ se in questo momento vi state a preoccupare dei corse della Borsa o di dove speculare allora siete incatenati ben bene!

laforzamotrice
Scritto il 15 marzo 2020 at 11:40

ilribassista@finanza,

Sono di accordo con te, anche io ho fatto una banalisdima ricerca in Italia muoiono 630.000 persone l anno, cioè circa 1650 al giorno, di cui penso un 90/95% di morte “naturale”, malattie e vecchiaia. Finora non vedo una differenza di morti così alta (nemmeno nella colpitissima Lombardia) da giustificare un tracollo economico come quello che rischiamo. Dati che come ho scritto sopra, la Cina ci conferma. Ma non mi risponde mai nessuno. A no, è colpa della Germania.

puntosella
Scritto il 15 marzo 2020 at 16:08

Segnalo il magistrale messaggio del Prof. Giulio Sapelli
ed anche l’analisi asettica del Prof. Fabio Sdogati a proposito
della crisi causata dal coronavirus.

https://ilsussidiario.net/news/coronavirus-sapelli-berlino-vince-la-guerra-dellue-e-prepara-luscita-dalleuro/1996211/

https://scenarieconomici.com/

john_ludd
Scritto il 15 marzo 2020 at 19:04

ilribassista@finanza,

Purtroppo Ribassista non sei quello che pretendi di essere. Sei andato a cercare dati ISTAT con la precisa intenzione di diffondere informazioni false tese a confondere le persone ammantandole di ufficialità. Lo dimostro ai lettori. La tesi del Ribassista è che siamo in presenza di un incidente di limitate dimensioni, gonfiato dalla stampa, che nasconde altri fini e che in realtà si può assimilare a morti di altra natura cui nessuno guarda.

Quando si confrontano dati il primo passo è confrontare la dimensione temporale e spaziale dei dati. Dunque consideriamo questo, come esempio della tendenziosità di tutta l’argomentazione:

“4097 morti per cadute accidentali!

Questo vale nel corso di 12 mesi per tutti l’Italia. Consideriamo il comune di Bergamo che ha 121.639 abitanti (ISTAT 2019). Dunque Bergamo ha 1/493 degli abitanti dell’Italia. Essendo le morti per caduta equidistribuite nell’arco del terriorio e dell’anno ci possiamo aspettare che a Bergamo ci siano 8,3 morti l’anno, ovvero 0,69 al mese per cadute accidentali.

Dunque il lettore del blog può confrontare questo dato con il numero di morti per COVID-19 nell’ultimo mese a Bergamo (oltre 200) e comprendere che Il Ribassista non è per nulla ignaro della cosa in quanto in grado di accedere ed estrarre i dati che ritiene opportuni. Egli è consapevole della falsità della propria tesi e cerca intenzionalmente di confondere il lettore con una serie di post che contengono tutte le tecniche della disnformazione, compresa l’immancabile complimento alla cultura profonda dell’autore che si intende distruggere, battute spiritose etc…

Abituatevi a questo, troverete ANCHE su questa tragica vicenda persone (sono persone o gruppi organizzati ?) che hanno un’agenda e vedono in questo momento una ghiotta opportunità per portarla avanti, sfruttando l’emozione e la confusione che il momento provoca nell’uomo comune.

Saluti a tutti, ho scritto molto, anche troppo, dando modo a reazioni come quelle cui ho risposto. Non è ciò che desideravo, continuerò a leggere ma vorrei che questo tipo di confutazioni imparaste a farle da soli, altrimenti sarete travolti.

john_ludd
Scritto il 15 marzo 2020 at 21:36

puntosella@finanza,

Rispondo perché sono davvero perplesso. Da Boldrin a Sapelli che la pensano all’opposto tutti questi economisti stanno lì a elucubrare sul dopo quando non siamo neppure che all’inizio dell’inizio di una pandemia come non si vendeva da 100 anni. Man mano che il virus si sparge in ogni paese occidentale dove le statistiche iniziano a mostrare campioni consistenti si nota che tutte le ipotesi iniziali inventate senza supporto scientifico a supporto di un’emotività debole sono false. Il virus non colpisce solo i vecchi, ma prima i vecchi che mostrano da subito i sintomi più seri, poi arrivano i sessantenni, i cinquantenni, i quarantenni e solo sotto i 30 anni sembra vi sia effettivamente un crollo della sintomatologia più grave. Senza ICU il paziente muore, a prescindere dall’età, la Germania ha 11.000 posti ICU, il più alto in Europa e al contempo un numero ridicolo. Lasciamolo andare, come pensa Boris J. (il quale pedalerà all’indietro a tutta birra in un paio di settimane) e perdiamo tra il 3 e il 10% della popolazione in 12-18 mesi, perché oggi in Lombardia il 15% dei casi richiede ICU e non sarà diverso altrove. Con numeri grandi la metà della metà l’economia va a zero eppure tutti convinti che dopo sarà come prima.
Avete necessità di un profondo esame auto emotivo, la strada è lunga, le 5 fasi dell’elaborazione del lutto le percorreremo tutti chi prima chi poi.

Alcune informazione di tipo medico che peraltro il lettore Ben che è uno specialista potrà confutare con mio sollievo fossero false.

Di fatto il virus è incontenibile, può solo essere frenato per evitare il collasso sistemico della società e non si potrà abbassare la guardia fino a che non si avranno 1) possibilità di test veloci, corretti, da ripetere periodicamente su ampi campioni della popolazione in modo da avere sempre un campione significativo e con la possibilità di comunicare i dati immediatamente a un centro dati dove vengono continuamente elaborati in modo da intercettare nuovi focolai, identificare le più probabili vie di diffusione e attuare blocchi zonali di contenimento totale (metodo Corea del Sud). 2) sviluppo e distribuzione di protocolli di cura simili all’HIV che possono bloccare la replicazione del virus che già si è acquisito impedendo il sorgere di sintomi gravi ed evitare il ricorso a ICU e abbattere la mortalità. Il vaccino è solo una possibilità, non una certezza, ci sono almeno 10 -15 laboratori che vi lavorano ma le difficoltà sono enormi per un virus mai visto prima. I virus a RNA sono mutevoli e potenzialmente instabili. In genere un vaccino per un nuovo virus richiede 5 anni e più, considerando la gravità della situazione che si potrà avere, verranno probabilmente tagliati alcuni step nel testing con gravi rischi peraltro. Assumere che si avrà un vaccino prima dell’estate 2021 è un’esercizio di fantasia piuttosto pericoloso e basare la politica sanitaria di una nazione su tale esito un vero salto nel vuoto.

Dato l’estremo ritardo con cui sono state attuate le disposizioni per prevenire il peggio, prima della fine di giugno non sarà possibile avere una visione decente sul dopo se nel frattempo tutto andrà per il meglio. Poi c’è il problema dell’asincronia dello stato di avanzamento nei diversi paesi, il che renderà impossibile ripristinare lo spostamento delle persone per un tempo indefinito. Nella migliore delle ipotesi, il settore del turismo che vale oltre il 10% del PIL in Spagna, Francia e Italia, non si potrà riprendere prima di 2 anni.

MES, fiscal compact, sono pezzi di carta che valevano nel mondo di prima, così come mi aspetto cadano come birilli tutti i pilastri del vecchio ordine, dal sistema monetario in giù. Non sono assolutamente in grado di fare previsioni di alcuna natura e nessuno lo è con un’emergenza sanitaria come questa che è appena iniziata. Non è che in Cina dove hanno un controllo per noi impensabile e hanno dimostrato pure di disporre di una tecnologia medica eccellente e un sistema industriale immenso che può essere riconvertito dalle automobili ai biomedicali stiano riaprendo le piste di ballo. Eccezionale prudenza, fabbriche che riaprono laddove non c’era stata infezione con controlli, mascherine, guanti etc.. tutto fermo nell’Hubei con zero nuovi casi. Sono scemi anche stavolta ?

La domanda vera è questa. A prescindere dalle opinioni politiche, questo paese è o non è in grado di esprimere in tempi rapidissimi una classe dirigente con competente tecniche diffuse che valgano almeno il 50% di quelle dimostrate dagli orientali ?

Ci sentiamo tra una settimana, che con i tempi che corrono è un’eternità. Ciao e buona fortuna a tutti.

ilribassista
Scritto il 15 marzo 2020 at 22:58

Non volevo offendere o criticare nessuno.
Non volevo sottovalutare nulla tant’è che ho scritto ” perché il contagio crea una difficile o impossibile gestione.

Io ho riportato un link Istat quindi ho riportato dei dati ufficiali.

Per esempio io mi stupisco che i morti per polmonite dal 2003 al 2010 erano circa 7.000 all’anno.
Da quel momento hanno registrato un incremento annuo importante fino ad arrivare a più di 15.000 nel 2017.

E allora mi pongo una domanda.
Per quale motivo in questo tempo così ampio medici, ospedali, ministri della sanità non hanno fatto nulla .. anzi .. hanno tagliato dei posti letto importanti?
Ok il bilancio … Ma in teoria lo Stato dovrebbe pensare al futuro quindi quando fa dei tagli o degli investimenti i benefici e non si vedranno negli anni successivi.
Io volevo fare nascere un dibattito per capire le idee anche degli altri.

4097 morti accidentali .. non posso dirlo? Non posso rimanere stupito? Io, e penso la maggior parte della gente, non abbia mai guardato questi numeri.

Il numero che mi ha stupito di più sono i 400 morti circa per avvelenamento accidentale.

John Se non vuoi scrivere più … Non cercare scuse legate al mio post.
Buona serata
Federico Sala
Io non ho problemi a firmarmi con il mio nome vero
Andrea da che il mio nome è quello e può confermare che non sono un troll.
Ho una mia opinione e non sono esperto di nulla.

ilribassista
Scritto il 15 marzo 2020 at 23:03

john_ludd@finanza:
Un’ultimo messaggio giusto per ribadire che sono il solito catastrofista senza ragione. Ho la massima fiducia nella nostra sanità malgrado il sotto numero e sono molto confidente che vedremo la luce prima di tanti altri paesi la cui erba è sempre più verde della nostra. Ho parenti a Londra e sarei molto più tranquillo se fossero qui.

Tu dai la tua opinione io la mia.
Tu dici di essere direttamente sul campo quindi la tua opinione ha un valore superiore al mio

ilribassista
Scritto il 15 marzo 2020 at 23:09

ben:
Ilribassista. Mi scusi ma lei è mai non dico lavorato ma entrato in una rianimazione, ha mai curato una ARDS penso non sappia nemmeno cos’è. Se lo sapesse non darebbe questi inutili e erbosi numeri. Io ho lavorato 30 anni in una rianimazione e so quello che dico io conosco e so cosa succederebbe se solo i numeri dovessero portare al collasso il San. Usata non è una semplice influenza. QUESTA NON È UNA ESERCITAZIONE ci pensi e rifletta

Quindi è meglio stare tutti zitti, complimenti! Veramente geniale.
Così la gente continua ad ignorare i numeri e se il governo taglierà i posti letto .. tutti zitti .. va bene così!
Beata ignoranza!
Se siamo a questo punto è perché chi sapeva ha taciuto!
Se i posti letto i di rianimazione fossero quelli di dieci anni fa forse oggi ci sarebbero meno problemi nella gestione di questa emergenza.
Se uno non capisce non è un mio problema.
D’altronde per anni Andrea ha scritto la sua opinione e fino ad un mese fa continuavano a scrivergli .. tanto la borsa sale.
Non c’è niente da fare l’ignoranza non si può vincere

idleproc
Scritto il 16 marzo 2020 at 14:38

ilribassista@finanza,

Quello al quale alludi era ed è un progetto organico entrato in crisi.
Confido che reggeremo ma su quello che resta della protezione sociale precedente e della cultura etica e e di autodifesa sociale che ne stava alla base che cercherà con tutti i mezzi di aumentarne la potenzialità.
Non è una passeggiata per i medici e operatori anche anziani ritornare in trincea tappando per etica e senso del dovere problemi creati da altri che intendono ed è evidente, continuare sulla stessa strada passata la tempesta oltre a far soldi sulla tempesta. Al momento stanno giocando in copertura, perchè scoperti, verrebbero travolti.
Non ha senso litigare tra noi.

Giovanni
Scritto il 16 marzo 2020 at 23:46

Piccola considerazione da incompetente, ma x ripartire col lavoro e quindi con l’economia in generale non si potrebbe con l’ausilio di tutti i centri idonei vedi ambulatori e farmacie per esempio fare un prelievo o tampone che sia ad ognuno di noi e “liberare” solo coloro che hanno prodotto l’anticorpo ? Leggo però che chi per esempio è guarito resta comunque positivo al tampone e quindi deve stare in quarantena!! Cosa vuol dire questo che potrebbe riammalarsi, oppure peggio ancora contagiare gl’altri? Ma per quanto tempo ?? Grazie Saluti Gianni

fulmine
Scritto il 18 marzo 2020 at 11:42

DISCLAIMER post di sfogo confuso polemico e ignorante
In culo alla balena a tutti i compagni di viaggio. Non commento quasi mai, a parte auguri etc. invece sarò prolisso e anche confuso (non è nel mio stile ma non posso permettermi di perdere troppo tempo a scrivere e a dare forma al turbinio di emozioni e pensieri di questi giorni. Tempi interessanti di sicuro. Sono nato all’inizio del I°GOV Craxi (pieno boom) e quindi, anche dal punto di vista antropologico e di visione del mondo esiste uno scarto ben marcato tra me e voi che dite che in Italia la base almeno é solida…io non ne sono così sicuro, in ogni caso quando parlo di scarto culturale intendo che quell’etica dell’onesta e del lavoro di persone della generazione vostra e di mio padre…questi grandi uomini che avete conosciuto voi nella finanza, nelle imprese, BdI stessa, che hanno costruito l’italia, beh io non li ho conosciuti… Sicuro altri tempi altre tempre…ma gia per fare una come a mia nonna ce ne vogliono 5 di voi (e 20 di noi). Traspare dai commenti (parlo riguardo jonh e puntosella) un grande spessore, non solo culturale (per me è stato davvero edificante sentir parlare in questo blog di Gesell, Preparata o Graeber, a parte il nostro Machiavelli, che, non scordiamocelo, nella vita politica fu messo da parte al pari di Prezzolini, forse troppo grandi..nei commenti dei gorni passati ho letto che la mediocrità in italia è stata una scelta. ) ma soprattutto UMANO. Eppure molta storia che voi avete vissuto la mia generazione la ignora, e anche buona parte della vostra..e a parte i personaggi politici (squallidi quasi tutti ) quelli del mondo bancario, Mussari, Profumo, etc sono pure peggio,ma è un mondo che conosco solo da fuori.
Stiamo assistendo a un cambio di paradigma, a una biforcazione?…La fine della civiltà basata sul petrolio? In ogni caso credo che il traffico aereo, marittimo e su ruote diminuirà sensibilmente..forse sarà impensabile anche tra 2 -3 anni andare a svernare in thailandia o in cambogia.. le “fonti” di phityo mi pare lo avessero previsto..
Eppure il problema che chi ha 60 70 anni non vuole vedere è un altro, è il fatto che il capitalismo di sorveglianza ora più che mai è inarrestabile…ma io quest’etica del lavoro per fare fare soldi sul mio lavoro agli stessi che mi imbavagliano…I giovani migliori della mia generazione (io sono tra i peggio) si uniscono per creare intelligenze artificiali sempre più complesse. Ma gli altri.. se 9 lavori su 10 sono inutili..Per l’energia sono più quelli che cercano di rivendertela che quelli che la producono… Questo rallentamento potrebbe essere una pausa per partire verso qualcos’altro (non lo so…pianificazione centrale dell’economia o decentralizzazione), Andrea ha scritto anche di Glocal etc, ogni tanto ho visto lezioni di Sapelli, sono d’accordo con la sua visione (NATO comanda con Russia vicina) mi sembra vicina a quella del Capitano (ma io non credo mi sia utile votare alcun rappresentante politico, in ogni caso non condivido certe posizioni politiche), ho un’idea pessima del Governo cinese forse Jhon non la pensa così, in ogni caso non ci sono mai stato e ne so pochissimo
mi sembra di aver scritto solo fesserie comunque ho apprezzato tantissimo il commento di puntosella in cui si è un pò raccontatato sapete uno prova a immaginare chi si nasconde dietro un nickname (pensavo a un libro di bufalino in cui i condannati a morte si raccontano), cmq per sicurezza mi tocco tie’ vi abbraccio tutti anzi abbraccio no dai vi saluto a distanza

SOSTIENI ICEBERGFINANZA
Segui IcebergFinanza su
http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/
SOSTIENI IL NOSTRO VIAGGIO
IL NOSTRO LIBRO clicca qui
REVOLVERSMAPS

ICEBERGFINANZA NEL MONDO

Articolo dal Network
Ftse Mib. Dopo aver rotto con volatilità la trend line rialzista che ha accompagnato i corsi da me
Come abbiamo visto nel fine settimana i rendimenti americani hanno rotto livelli importantissimi
L' Argentina evita il default: trovato l'accordo con i creditori. Anche se è presto per cambiar
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) [ u
Un'immagine emblematica che vale più di mille parole, domani la Corte costituzionale di Karlsru
Ftse Mib. L'indice è riuscito a conservare il supporto chiave dei 19.174 punti ed è ripartito al
Queste le movimentazioni monetarie su Mibo, S&P e Nasdaq. Sulle Mibo nuova diminuzione di contr
Ma occhio alla velocità di circolazione della moneta. Uno scenario sempre più unico nella storia
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) [ u
La settimana scorsa si parlava della possibile correzione che si pensava alle porte. Ma già sub