TREASURIES: OBIETTIVO RAGGIUNTO!

Scritto il alle 03:53 da icebergfinanza


Ieri per la prima volta in assoluto dopo l’inizio di un lungo viaggio durato oltre 6 anni abbiamo raggiunto il nostro primo obiettivo a quota 1,75% sul trentennale USA un cammino iniziato al 4,5% di rendimento. Chi ha avuto fiducia e pazienza in noi è stato ricompensato. Ad maiora … non è ancora finita! Andrea

 

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 10.0/10 (10 votes cast)
VN:F [1.9.20_1166]
Rating: +5 (from 7 votes)
TREASURIES: OBIETTIVO RAGGIUNTO!, 10.0 out of 10 based on 10 ratings
17 commenti Commenta
icebergfinanza
Scritto il 28 febbraio 2020 at 19:40

Che silenzio Ragazzi… chissà dove sono finiti tutti coloro che in questi anni, passavano le giornate a denigrare o frignare sui Tbond! Nuovo minimo storico a 1,65% Non c’è migliore risposta dei fatti! Buon fine settimana Andrea

john_ludd
Scritto il 28 febbraio 2020 at 19:41

Cambio argomento …

Stasera passo al Conad per prendere un pò di roba, il reparto giornali e riviste è il primo, Butto un occhio sulla copertina dell’Espresso e vorrei dare fuoco a tutto quanto. “Sanità distrutta, nazione infetta. Mancano medici, infermieri e posti letto. Anni di tagli hanno dissanguato il servizio pubblico”. Ma questi dove erano negli ultimi 10 anni ? Ne avevano mai scritto prima ? O avevano remato costantemente in direzione opposta ? Eppoi, la sanità NON è distrutta, funziona benissimo considerando il sotto dimensionamento. Roba da pazzi. Serviranno molti patiboli

maxrad
Scritto il 28 febbraio 2020 at 20:50

Ciao Andrea,siamo in silenzio perché da un lato siamo onorati di essere saliti a bordo con te ma dall’altro siamo anche un po’ preoccupati,almeno io,non tanto per la storia del coronavirus ma per le tante persone e famiglie che perderanno reddito dalla prossima recessione ormai alle porte che anche se per fortuna non mi riguarderà (mi auguro) facciarmi alla finestra e vedere povertà non mi rende felice.E soprattutto non mi rende felice veder soffrire sempre coloro i quali non hanno colpe per tutto questa,ma si sa che la giustizia non fa parte di questo mondo…grazie ancora per il tuo immenso lavoro.

    icebergfinanza
    Scritto il 29 febbraio 2020 at 10:10

    Sta a noi aiutare gli ultimi gli indifesi…

stanziale
Scritto il 29 febbraio 2020 at 10:05

Coronavirus influenza polmonare molto contagiosa ma poco letale percentualmente. stranamente ha colpito proprio alcune determinate nazioni della lista nera…questo sta’ emergendo. E comunque i piu’ sovrani a casa loro facendo pochi test , mediaticamente ed economicamente la sfangano. A decesso avvenuto dell’economia italiana, con calma e senza furia l’istituto superiore della sanita’ si esprimera’ sulle vere cause dei decessi degli anziani, al momento attribuiti “per” coronavirus anziche’ “con”. Questo ha detto Borrelli ieri.

john_ludd
Scritto il 29 febbraio 2020 at 10:48

stanziale@finanza,

Ti informo che ipotesi come la tua sono da un mese su centinaia di blog cinesi. La probabilità che sia vera è 1 su un milione, se lo fosse entro 10-20 anni la popolazione della terra non supererebbe il 10% di quella attuale. Dunque se ci credi hai una e una sola opzione, datti alla pazza gioia, venditi la casa, compra il vino migliore, accompagnati alle più giovani e attraenti signorine in vendita, un settore peraltro a forte sconto in questo periodo.

john_ludd
Scritto il 29 febbraio 2020 at 11:19

stanziale@finanza,

Sarebbe poi un modo particolarmente astuto di vincere una guerra. Circa l’80% degli antibiotici venduti in USA sono prodotti in Cina e la possibilità di produrli nel paese non avendo le fabbriche e il personale specializzato prima di 4-5 anni è zero. Un articolo pubblicato su Bloomberg di recente evidenziava l’incidenza delle catene di approvvigionamento cinesi sull’economia dei vari paesi. USA = 35%, Europa = 15% . Gli USA sono il più grande importatore del pianeta, cioè in caso di virus zombie restano senza tutto in pochi mesi, l’Europa nel suo complesso è il primo o secondo produttore e primo esportatore, in caso di virus zombie non vende un tubo ma se la cava meno peggio (asserzione peraltro senza senso pratico). Dunque secondo il tuo ragionamento dovrebbero essere stati gli svizzeri o gli svedesi a spargere il virus in Cina e poi da lì in America, è già lì da un pezzo, ma un test costa 1500 dollari e le assicurazioni non lo passano, dunque i cittadini che presentano sintomi dubbi aspettano che passi il che avviene nella grande maggioranza dei casi, nel frattempo lo passano a parenti ed amici e così via. Mi sembra un metodo geniale per vincere una guerra.

Il virus o passa come accade di solito (il sistema immunitario impara a riconoscerlo, e combatterlo esattamente come accade al virus del raffreddore (che è un corona virus e per il quale non c’è alcun vaccino) e rimane lì tra noi per l’eternità con infettività decrescente e mortalità che si confonde tra la miriade di altre cause. Ci vorrà però molto tempo, da 6 a 18 mesi, deve passare almeno il prossimo autunno/inverno il periodo ideale per questo tipo di patogeni. Oppure peggiora e allora tanti saluti, non c’è niente di cui parlare. Dunque è solo sul primo caso che si può ragionare. Oggi c’è un paese diviso in due: chi con mezzi ridotti (e responsabilità precise da affrontare a bocce ferme non in piena emergenza) si fa un mazzo epocale, correndo rischi estremi per la propria salute (l’intensità dell’infezione è legata alla quantità di virus che entrano, il personale sanitario è dunque a massimo rischio). C’è chi a testa bassa cerca di capire come riuscire a mandare avanti la propria attività, la gente, che è migliore, molto migliore di chi la dirige. Mi riferisco alle idiozie di Conte all’impreparazione del governo ma anche all’inopportunità del modo di agire di Salvini o alle follie di Zaia secondo il quale tutti abbiamo visto i cinesi mangiare topi vivi o morti (beh a differenza di Zaia io in Cina ci sono stato per mesi, adoro fare street photo e i mercati sono il meglio). I mercati popolari sono anti igienici come lo sono nel 90% del pianeta perché la gente è mediamente povera. Forse sono a norma i mercati del pesce del sud Italia, devo spiegarti come sono i mercati in Africa o in Cambogia ?

In realtà ogni volta che rientro da posti dove la vita umana è mediamente miserabile come lo era 1000 anni fa mi rendo conto che sinora abbiamo solo avuto una gran fortuna e che il nostro sistema immunitario è davvero prodigioso.

La fortuna è la più importante dote che si possa possedere, l’abilità si restringe alla consapevolezza di non abusarne e di comprendere che la compassione per chi non è ha, è fondamentale per la propria sopravvivenza e non un mero esercizio di buona volontà . Mi sembra che questa qualità manchi in modo diffuso.

forex1960
Scritto il 29 febbraio 2020 at 13:20

Complimenti ancora per i puntuali articoli sempre ben argomentati, siamo contenti di come sta andando e dispiaciuti nello stesso tempo per la situazione che si verrà a creare sia a livello sanitario che economico , specie nel nostro paese che già sofferente economicamente grazie si luminari che ci governano ormai da molti anni .la cosa che più fa incazzare e che se non fosse stato per questo strano virus chissà per quanto saremmo andati avanti con la farsa che tutto va bene , una cosa è certa ora la Fed potrà abbassare i tassi tranquillamente le ultime previsione dicono 50 punti e anche Trump potrà dare la colpa al virus per la crisi delle borse, a proposito cosa ne pensate del dollaro ricomincerà il suo apprezzamento sull’euro o la corsa è finita?

alayasf
Scritto il 29 febbraio 2020 at 17:40

In questo momento il cross eur/usd è sulla parte alta del canale (1.10). Il range è 1.03 – 1.11. Venderò quando arriverà a 1.03. Presumo dopo la rielezione di Trump (che do per scontata).

noldor
Scritto il 29 febbraio 2020 at 18:10

Mi sa che andremo a finire molto sotto l’obiettivo di icebergfinanza, non mi stupirei a vedere il trentennale sotto l’1%, la caduta di ieri poi è stata impressionante.

Valygar Corthala
Scritto il 1 marzo 2020 at 08:10

Complimenti Andrea e grazie!!
Un risultato strepitoso, oltre le più rosee aspettative.

idleproc
Scritto il 1 marzo 2020 at 10:51

stanziale@finanza,

Forse per capirci dovremmo discutere di “Tecniche di gestione del Pollaio” del quale facciamo parte tutti, compresi gli allevatori di polli che erroneamente credono di essere i proprietari autocrati del pollaio.
Non hai torto, il pollaio è lo stesso “globale” come le tecniche di gestione ma senza aver approfondito l’argomento e gli aspetti sotto la superfice, non si centra il problema, non si comprende la nascita dei “movimenti” farlocchi, i “partiti” “leggeri” con relativo ufficio marketing unificato, CdA, pacchetto di controllo e gestione nascosto dietro ad una tenda ma col c. di fuori, falsi bersagli per nascondere quello che hanno realmente fatto e stanno facendo, come nel caso specifico l’eliminazione della sanità pubblica per passare ad una assicurativo-privata, eliminazione che è passata anche con la svendita delle strutture e la propaganda sulla “riorganizzazione” ed “efficenza”.
Per quanto riguarda la difesa sociale nel suo complesso, compresi settori di ricerca, le strategie di difesa di lungo periodo, quelle di crescita, possono essere parzialmente neutrali solo se di controllo e gestione pubblica.
Mai mi fiderò di una struttura assicurativo-clinica-privata come mai mi fiderò della Bayer-Monsanto e del loro ufficio marketing sulla sicurezza dei loro prodotti.
Alla radice c’è una cultura di sottovalutazione del rischio che nasce da chi il rischio lo scarica sul corpo sociale come hanno fatto anche attraverso le banche centrali e l’intervento di esproprio a rate dei capitali per la difesa collettiva del corpo sociale e delle sue strutture.
Non riguarda solo le epidemie, largamente prevedibili e contrastabili all’origine.
Useranno il problema “epidemia” per autocoprirsi e far altro sfruttando gli aspetti emotivi di massa.
Forse gli verrà anche l’idea di far soldi a carico pubblico noleggiando barconi per l’mmigrazione inversa.
Esiste una questione di rispetto e stima reali per chi ci ospita e non penso sia il luogo adatto per discuterne.

idleproc
Scritto il 1 marzo 2020 at 18:31

…per concludere e trascurarando il resto.

Madonna che Idioti, ci hanno “portati” in Europa e nel “mondo” globale senza uno straccio di paracadute, nemmeno un fazzoletto, svendendo e bruciando le riserve anche organizzative e stanno a litigare su chi scaricare la colpa.

aorlansky60
Scritto il 2 marzo 2020 at 14:50

nota di Ag appena letta, va citata se non altro notando da chi arriva (Nouriel Roubini, uno di quelli che con più anticipo predisse il crollo azionario del 2007/2008 in conseguenza del pasticcio dei “subprimes”) :

Vivo a New York e la gente qui va a mala pena nei ristoranti, al cinema o a teatro, anche se nessuno è stato infettato dal virus finora. Se arriva, siamo totalmente f***ed”; dovete proteggere i vostri soldi contro un crash che ritengo imminente” ha continuato Roubini, che ha aggiunto che il suo motto è “Better safe than sorry!”

“Il mio consiglio è: mettete i vostri soldi sul cash e sui titoli governativi sicuri”.

Egli prevede, da intervista rilasciata a Der Spiegel qualche gg fà, un crollo azionario tra il -30 e -40% a livello mondiale nel 2020 dovuto alle conseguenze del covid-19…

Oltre a questo, leggo oggi da più fonti che “le BC sono pronte ad intervenire per far fronte all’emergenza secondo le modalità che riterranno più opportune.”

Allo stato attuale, io mi chiedo che differenza possono fare 1000 miliardi di $ in più o in meno gettati nella mischia per sostenere “la bisca”, contro un nemico -il covid19- che non si conosce appieno, visto che abbiamo appena iniziato a vedere le sue prime conseguenze. Una mia collega di lavoro mi ha appena riferito che una signora anziana -80anni-che conosceva è appena deceduta, in prov di Piacenza; stava benissimo fino a 20 gg fà; poi è andata dal suo paesino a Piacenza città per una visita medica, dopo di che le è spuntata la polmonite che l’ha fulminata in 10gg; le stanno facendo lo screening per vedere se la causa è -come del tutto probabile- il covid19…

john_ludd
Scritto il 3 marzo 2020 at 12:13

idleproc@finanza,

aorlansky60,

Purtroppo non sono degli idioti, e neppure dei criminali, sono dei criminali stupidi tendenti all’idiozia. Venendo da una famiglia di medici e avendo trascorso tante ore ascoltando mio padre che mi spiegava come funziona la cellula, come operano i batteri e i virus (sue parole, quando si sveglieranno i virus …) mi sono immediatamente posto in posizione di allarme rosso. Sebbene non sia in grado di comprendere un documento specialistico sono perfettamente in grado di comprenderne prefazioni e conclusioni e sono in grado di seguire quanto gli specialisti si comunicano tra loro usando twitter che è uno strumento efficace per la sua rapidità. Una studio estremamente rilevante è stato pubblicato sul suo canale da Trevor Bedford, un biologo computazionale del Fred Hutchinson Cancer Research Center di Seattle e ripreso persino dal Fatto Quotidiano. Il link all’originale credo vi servirebbe a poco, ma questo è l’estratto dalla testata italiana che ho verificato essere corretto:

“Il nuovo coronavirus circolerebbe inosservato e avrebbe infettato decine di persone nelle ultime sei settimane nello Stato di Washington, secondo quanto rilevato da un’analisi genetica di campioni di virus condotta da Trevor Bedford, un biologo computazionale del Fred Hutchinson Cancer Research Center di Seattle, che ha annunciato i risultati della ricerca su Twitter. Quindi molto prima che il contagio con i relativi casi di Covid 2 si diffondesse in Italia per cui gli stessi Stati Uniti hanno deciso misure restrittive a partire dai viaggi”.

La storia delle mutazioni dei virus viene oggi ripercorsa dagli specialisti attraverso l’utilizzo di super computer in grado di incrociare le sequenze genetiche dei vari campioni presi in tempi diversi e in paesi diversi. Man mano che questo avviene, si scopre COME AVEVANO SCRITTO gli specialisti la cui opinione avevo ripreso e pubblicato qui e altrove, che il virus gira indisturbato almeno da metà gennaio e che gli untori italiani sono semplicemente stati sfortunati in quanto hub turistico tra i maggiori al mondo ma anche fortunati (contiamoci !!! speriamolo !!!) in quanto il focolaio è stato individuato prima degli altri paesi in quanto sanità e protezione civile per quanto compromesse dai mille tagli degli ultimi 30 anni resta migliore anni luce rispetto UK e USA. Esiste la pur remota possibilità che i primi a essere entrati in questo inferno siano quelli che ne usciranno prima. Il problema è che chiunque oggi può essere o diventare un portatore asintomatico, le conseguenze sono a lungo termine, non si esauriranno nei prossimi mesi. La possibilità di pandemia, sempre presente, è diventata certezza per il comportamento criminale degli interessi a difesa dell’attuale assetto socio/economico tutte le follie che hanno ridotto le ridondanze e i buffer di difesa al fine di ottimizzare l’utilità economica di breve termine considerando nullo il rischio di eventi rari ed esogeni e affidando alle banche centrali l’assicurazione sul rischio endogeno a difesa dello 0,1% e del socialismo per ricchi. Ne saranno comunque travolti.

Tutti i virus mutano rapidamente e questo lo fatto in modo particolarmente spiacevole, mutando la modalità con la quale si fonde alla membrana della cellula ospite della quale ha necessità per riprodursi. Il meccanismo è stato studiato da un equipe dell’università di Tanjin e pubblicata sul portale dell’accademia delle scienze cinese a INIZIO FEBBRAIO e ripresa da diverse testate asiatiche tra cui l’autorevole South China Morning Post di Hong Kong (Coronavirus far more likely than Sars to bond to human cells due to HIV-like mutation, scientists say). L’esperimento è stato replicato sia da una seconda equipe cinese, sia da studiosi francesi. Il virus opera attaccando una proteina, nota come furina, con le stesse modalità dell’HIV, dunque è estremamente infettivo e difficile da debellare, con possibilità di recidive in pazienti dichiarati guariti da poco. I cinesi sono stati opachi per circa 4 settimane, in quanto a loro volta hanno tentato di risolvere la questione rapidamente tenendo all’oscuro il resto del pianeta. All’inizio il virus non aveva le caratteristiche di cui sopra, poi è mutato e hanno attuato le misure draconiane che abbiamo visto e diffuso i dati scientifici di cui erano in possesso, dato che il vaccino e/o terapie è lontano e richiederà uno sforzo congiunto senza precedenti. Ad oggi l’unica possibilità è il contenimento. La migliore strategia è stata attuata a Singapore ma l’unicità del paese la rende probabilmente non replicabile altrove. Chi legge bene l’inglese può tuttavia ricercare questo documento che è il migliore che conosco, al limite comunicatelo al vostro medico:

https://www.moh.gov.sg/covid-19/resources

Rispetto le conseguenze economiche c’è poco da dire, vale questo modello costruito sull’ipotesi dei maggiori specialisti come Marc Lipsitch (Professor of Epidemiology and Director of the Center for Communicable Disease Dynamics at the Harvard T.H. Chan School of Public Health) e su modelli econometrici sviluppati dalla World Health Organization (WHO):

numero di infetti in 12-18 mesi = 40% – 70% della popolazione mondiale
numero di asintomatici = non noto
infettività (R-nought) = 2,5 – 3 (l’influenza è attorno a 1,3)
periodo di incubazione del virus = 14 giorni probabile, comprovati casi di durata maggiore
periodo di sopravvivenza sulle superfici = sino a 6 giorni in condizioni di elevata umidità
tasso di mortalità = limitatamente ai sintomatici, scende sotto l’1% nel caso in cui le strutture sanitarie siano in piena efficienza, 4% o più altrimenti.
numero di decessi potenziali = indefinito, troppe variabili

Numeri di questa natura possono portare a un calo del PIL mondiale tra l’1% e il 20% percento. Incertezza assoluta della peggiore specie.

john_ludd
Scritto il 3 marzo 2020 at 12:29

Un’ultima nota. L’Italia come altri paesi soffre di bulimia di cattiva informazione che oscilla tra terrore e stupidi placebo propinati a gente la cui fiducia nelle istituzioni è stata minata da decenni di bugie, con talk show 24 ore su 24 dove invitano cazzoni che non si capisce cosa ci stiano a fare. I giornali sono pieni di fesserie scritti da giornalisti che sino al giorno prima scrivano sciocchezze su altri argomenti. Ma almeno tra il cumulo di parole inutili ci sono i dati veri. Altrove siamo al grottesco, dall’America dello psicopatico Trump alla Thailandia, hub turistico numero 1 dell’Asia che voglio riportare come esempio. Le autorità riportano 41 casi di COVID-19 (miracolo !!!) e 2400 casi di polmonite virale acuta di origine sconosciuta.

Credo che i frequentatori di questo blog siano un campione rappresentativo della working class italiana, persone che non hanno un PhD in qualcosa. Credo che il 90% ormai abbia compreso che siamo in presenza di un evento epocale con caratteristiche diverse da quelli precedenti ma conseguente di grande portata e del tutto imprevedibili.

Una nota. Come può definirsi ideale, la migliore, solida, robusta, una società che in soli 30 anni attraversa una serie di grandi crisi come il crollo dell’impero sovietico, il collasso delle economie asiatiche degli anni 90, il crash delle dot com, il crash del 2008, la destabilizzazione di tutto il medio oriente con milioni di morti e 15 milioni di profughi …

idleproc
Scritto il 3 marzo 2020 at 20:11

john_ludd@finanza,

John… è una partita, sul piano razionale ho chiuso con questo sistema quando avevo 18 hanni e sul piano “emotivo”, prima.
E’ un percorso fine strada di un sistema e bisogna esprimersi in modo che le persone capiscano e fare in modo che lungo la strada non si facciano male o indotte a farsi del male, giochiamo nella stessa squadra.

SOSTIENI ICEBERGFINANZA
Segui IcebergFinanza su
http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/
SOSTIENI IL NOSTRO VIAGGIO
IL NOSTRO LIBRO clicca qui
CONSULENZA ECONOMICO FINANZIARIA
Articolo dal Network
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) [ u
Un intervento che definirei biblico vista la dimensione. Il decreto è composto infatti di tanti
Ftse Mib. L'indice cerca di liberarsi da quella fase laterale che prosegue ormai da qualche seduta
Dopo il tentativo rialzista di uscire dalla congestione andiamo a vedere come si sono mossi gli oper
Il denaro è un'invenzione antica del mercato, cioè di quello spazio in cui gli uomini commerci
Contro ogni previsione, risulta chiaro che le mani forti tornano a dominare e quindi difficilmen
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) [ u
Bank of America rilascia il suo Bull & Bear indicator che si trova al minimo assoluto. E’ a
DJI Giornaliero Buongiorno a tutti, anche il Dow Jones è riuscito nel mese di marzo, come s
BORSA USA: dopo un periodo difficile, il grafico SP500 (future) ci sta dando dei segnali interessa