EARNINGS SEASON!

Scritto il alle 09:31 da icebergfinanza

Bob Rich il cartoonist di Hedgeye che allieta da tempo le nostre pagine è un fuoriclasse nel metaforizzare le quotidiane follie del mondo finanziario americano.

Anche i ragazzi di Hedgeye pionieri nel settore della ricerca sugli investimenti indipendenti fanno un gran lavoro. E si, quando la Fed inizia a tagliare i tassi siamo alla fine della festa e all’inizio di una recessione, sempre è stato così e così accadrà anche questa volta.

L’immagine iniziale esprime in maniera perfetta quello che ci si aspetta dall’inizio della stagione trimestrale degli utili, ma si sa, il mondo della finanza è in grando di vendere un pesce marcio come oro, basta abbassare le attese sugli utili e la realtà batte il consenso dei mercati.

  • Con l’incombere della stagione degli utili, il 77% delle aziende che emettono annunci preliminari afferma che il loro quadro di profitto sarà peggiore di quanto Wall Street si aspetti.
  • Secondo FactSet, questo è il secondo trimestre peggiore mai registrato dal 2006.
  • Due settori sensibili ai dazi, tecnologia e assistenza sanitaria, hanno registrato il maggior numero di annunci negativi.

Ma ovviamente poco importa se tutto sale, il fatto che siamo di fronte ad uno dei peggiori trimestri dal 2006, cosa vuoi mai che siano 13 anni.

Non male il profit warning odierno di Daimler …

BFW 07/12 06:44 Daimler Sees FY Ebit ‘Significantly’ Below Prior Year Level (1)
DBF 07/12 06:31 DGAP-Adhoc: Daimler AG:
BN 07/12 06:35 *DAIMLER PRELIM 2Q TRUCKS OP PROFIT EU700M
BN 07/12 06:34 *DAIMLER SEES FY EBIT `SIGNIFICANTLY’ BELOW PRIOR YEAR LEVEL
BN 07/12 06:34 *DAIMLER PRELIM 2Q MERCEDES-BENZ CARS EBIT LOSS EU700M
BN 07/12 06:33 *DAIMLER SEES FY EBIT SIGNIFICANTLY BELOW PRIOR YEAR LEVEL
BN 07/12 06:33 *DAIMLER SEES FY EBIT EXPECTED `SIGNIFICANTLY’ BELOW PRIOR YEAR
BN 07/12 06:32 *DAIMLER PRELIM 2Q EBIT LOSS EU1.6B
BN 07/12 06:31 *DAIMLER 2Q `SIGNIFICANTLY’ BELOW ESTIMATES
BN 07/12 06:31 *DAIMLER ADJUSTS EARNINGS GUIDANCE
Daimler Prelim Second Quarter Ebit Loss EU1.6 Bln
2019-07-12 06:38:21.365 GMT

By Mariajose Vera and Bloomberg Automation
(Bloomberg) — Daimler reported preliminary Ebit loss for
the second quarter of EU1.6 billion.
* Prelim 2Q Mercedes-Benz Cars Ebit loss EU700 million
* Prelim 2Q Trucks operating profit EU700 million

Aspettiamo con calma il nuovo record storico del DAX, senza fretta, barra dritta e avanti tutta. Con ironia naturalmente!

Le prossime due settimane, come sulla vignetta tiriamo i remi in barca, tiriamo il fiato dopo un inizio anno davvero difficile emotivamente, visto che sono stato costretto a lasciare la mia Cooperazione dopo quasi 34 anni di vita, ma un inizio davvero strepitoso nella nuova avventura, che come sempre richiede impegno, lavoro, studio e ricerca, ma che ci sta dando davvero delle grandissime soddisfazioni.

Ovviamente saremo sempre sul pezzo in diretta su TWITTER e con sporadici post. Buona  Estate a Voi tutti o miei cari compagni di viaggio.

SOSTIENI IL NOSTRO VIAGGIO!

 

 

 

 

 

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 9.0/10 (9 votes cast)
VN:F [1.9.20_1166]
Rating: +6 (from 8 votes)
EARNINGS SEASON!, 9.0 out of 10 based on 9 ratings
Tags:   |
12 commenti Commenta
alexandersupertramp
Scritto il 12 luglio 2019 at 13:43

Buone vacanze 😎

vito_t
Scritto il 14 luglio 2019 at 10:53

Sbagliare è umano! sostenere che non si sbaglia mai o quasi è irritante, oltre che imbarazzante per qualcuno. Alle precisazioni di Puntosella rispondo di andarsi a rileggere ciò che scriveva a proposito del Dax nel Macchiavelli “ultimo treno” di gennaio 2019. Si sbaglia tutti ma il famoso osservatorio privilegiato non impedisce di farlo nè più nè meno come altre metodologie. Solo per chiarire!
Provo invece ad impostare un banalissimo ragionamento. Andrea, giustamente, sostiene e lo sostiene da tempo! che andremo un pò dappertutto verso rendimenti reali dei decennali negativi, come sta peraltro accadendo! Chapeau! Lo fa sulla base di un ragionamento che però si basa sull’assurdo, ovvero che QUALCUNO PRESTA DENARO ASSUMENDOSI RISCHIO EMITTENTE E FACENDOSI RIMBORSARE MENO DI QUELLO CHE PRESTA. E sulla base di questo ragionamento che di fatto manteniamo l’acquisto di T-Note. Però questo assunto è veramente ASSURDO ( peraltro ci sono sistemi di valutazione tipo Capm che giustificano p/e più alti a fronte di rendimenti obbl. più bassi … ) Ora se qualche investitore su altre basi pensa o pensava che l’S&P500 poteva arrivare a 3.000 non possiamo poi etichettarlo come un pazzo o come un cocainomane perchè anche quello si basa su un altro ASSURDO. Che le azioni debbano necessariamente rendere più delle obbligazioni , che ci sia meno rischio in questo asset e che con il discorso dei vari buy back la storia possa andare avanti ancora un bel pò, insomma una serie di idiozie mica male.
Ma entrambi giustificano il risultato sulla base di qualcosa di “incredibile” anche se poi a tassi negativi sui decennali ci siamo in modo molto diffuso. Da anni non metto un solo soldo bucato sull’equity americano, ma a me sembra che da tempo trovi cittadinanza nel mondo della finanza qualsiasi assurdità. Come tutte le assurdità indubbiamente prima o poi questa fase terminerà, Nella finanza il timing ovvero capire quando sarà il prima o il poi non è proprio così indifferente.

icebergfinanza
Scritto il 15 luglio 2019 at 12:33

Hei Ragazzi quella sui nuovi massimi storici del DAX era ironia, mi raccomando! ;-)

embi
Scritto il 15 luglio 2019 at 13:46

Si era capito, però coi continui massimi di wall street tengono su tutto incredibilmente…
icebergfinanza,

embi
Scritto il 17 luglio 2019 at 18:43

Ragionamento condivisibile, molto importante la sottolineatura sul timing

vito_t@finanzaonline:
Sbagliare è umano! sostenere che non si sbaglia mai o quasi è irritante, oltre che imbarazzante per qualcuno. Alle precisazioni di Puntosella rispondo di andarsi a rileggere ciò che scriveva a proposito del Dax nel Macchiavelli “ultimo treno” di gennaio 2019. Si sbaglia tutti ma il famoso osservatorio privilegiato non impedisce di farlo nè più nè meno come altre metodologie. Solo per chiarire!
Provo invece ad impostare un banalissimo ragionamento. Andrea, giustamente, sostiene e lo sostiene da tempo! che andremo un pò dappertutto verso rendimenti reali dei decennali negativi, come sta peraltro accadendo! Chapeau! Lo fa sulla base di un ragionamento che però si basa sull’assurdo, ovvero che QUALCUNO PRESTA DENARO ASSUMENDOSI RISCHIO EMITTENTE E FACENDOSI RIMBORSARE MENO DI QUELLO CHE PRESTA. E sulla base di questo ragionamento che di fatto manteniamo l’acquisto di T-Note. Però questo assunto è veramente ASSURDO ( peraltro ci sono sistemi di valutazione tipo Capm che giustificano p/e più alti a fronte di rendimenti obbl. più bassi … ) Ora se qualche investitore su altre basi pensa o pensava che l’S&P500 poteva arrivare a 3.000 non possiamo poi etichettarlo come un pazzo o come un cocainomane perchè anche quello si basa su un altro ASSURDO. Che le azioni debbano necessariamente rendere più delle obbligazioni , che ci sia meno rischio in questo asset e che con il discorso dei vari buy back la storia possa andare avanti ancora un bel pò, insomma una serie di idiozie mica male.
Ma entrambi giustificano il risultato sulla base di qualcosa di “incredibile” anche se poi a tassi negativi sui decennali ci siamo in modo molto diffuso. Da anni non metto un solo soldo bucato sull’equity americano, ma a me sembra che da tempo trovi cittadinanza nel mondo della finanza qualsiasi assurdità. Come tutte le assurdità indubbiamente prima o poi questa fase terminerà, Nella finanza il timing ovvero capire quando sarà il prima o il poi non è proprio così indifferente.

    icebergfinanza
    Scritto il 18 luglio 2019 at 13:21

    Il timing nel reddito fisso è puro contorno!

puntosella
Scritto il 18 luglio 2019 at 12:09

Vito, mi dispiace che tu non approfondisca lo studio della Cinematica,
ti assicuro che cambieresti opinione.

Non c’è nulla di fondamentale sbagliato in quello scritto… la visione
è una cosa ….. i numeri sono altro…. e vi è scritto cosa doveva
succedere perché si verificasse quella visione, numeri mai registrati

Quando ti occuperai di sistemi complessi che lavorano su MultiTimeFrame
e di TENSORI allora possiamo parlare di sistemi che non sbagliano
MAI.

Io mi occupo di Cinematica del Punto applicata ai mercati da oltre 35 anni
e solo adesso sul WEB arriva qualcuno che a pagamento vende
segnali che si basano sulle medie ancorate.

Qui c’è il Capitano che mi conosce da una vita e sa se dico la verità
oppure millanto, ma ognuno segua le proprie preferenze metodologiche.

Non devo vendere alcunché, volevo soltanto indicare un altro sentiero
per l’analisi dei mercati…… stammi bene.

vito_t
Scritto il 18 luglio 2019 at 13:32

icebergfinanza,

Andrea scusami ma il timing anche nel reddito fisso conta e non poco, tu pensa a chi è entrato sui T-Note fra il 2015 e il 2016 e quindi non parlo di una sola settimana sfortunata, quando le attese non erano dissimili da quelle attuali. Ebbene il decennale ha viaggiato fra il 2,48 e l’1,33 e il cambio fra 1,15 e 1,04, Ad oggi raccoglie solo le briciole ! Chi lo ha fatto dopo invece sta mettendo a segno una performance molto importante. Poi sono convinto che in futuro anche chi ha comprato in quel periodo troverà soddisfazioni, ma ad “oggi” poco o nulla. Aspettiamo con pazienza che anche il decennale americano si lasci andare sui livelli di quelli europei, del resto lo spread fra i due continenti , è proprio …un oceano!

    icebergfinanza
    Scritto il 19 luglio 2019 at 07:17

    Vito, per chi lavora nel reddito fisso con orizzonti almeno di medio, il timing è relativo, a partire dal 2013 i TBOND hanno offerto ben tre occasioni strepitose a chi ha saputo coglierle. La prima con Draghi che ha fatto crollare il dollaro e la fusione delle banche PIGS che ha fatto crollare i rendimenti, la seconda con la Brexit e il bail in e la terza con la guerra commerciale in entrambe le occasioni le perfermance sono state dal 40 al 20 %. Prima ancora nel 2008, poi nel 2010 e ancora nel 2011. Di cosa stiamo parlando, di acquistare sui minimi e vendere sui massimi? Lascio a maghi e indovini, questo mestieri, per me parlano i fatti, il resto solo chiacchiere. La deflazione da debiti non lascia scampo. Se poi aver ottenuto dal 2015 ad oggi anche solo per alcuni il 3 % netto annuale sono briciole, allora lascia perdere e parliamo di altro! Immagino che fondi pensioni e assicurativi studino il timing e magari restano fuori decenni prima di acquistare. Forse bisognerebbe chiederlo a chi sottoscrive il 100 anni al 1,25 % come funziona il timing!

    Chiusa la discussione perchè stiamo perdendo anche troppo tempo!

vito_t
Scritto il 18 luglio 2019 at 13:42

puntosella@finanza:
Vito, mi dispiace che tu non approfondisca lo studio della Cinematica,
ti assicuro che cambieresti opinione.

Non c’è nulla di fondamentale sbagliato in quello scritto… la visione
è una cosa ….. i numeri sono altro…. e vi è scritto cosa doveva
succedere perché si verificasse quella visione, numeri mai registrati

Quando ti occuperai di sistemi complessi che lavorano su MultiTimeFrame
e di TENSORI allora possiamo parlare di sistemi che non sbagliano
MAI.

Io mi occupo di Cinematica del Punto applicata ai mercati da oltre 35 anni
e solo adesso sul WEB arriva qualcuno che a pagamento vende
segnali che si basano sulle medie ancorate.

Qui c’è il Capitano che mi conosce da una vita e sa se dico la verità
oppure millanto, ma ognuno segua le proprie preferenze metodologiche.

Non devo vendere alcunché, volevo soltanto indicare un altro sentiero
per l’analisi dei mercati…… stammi bene.

Puntosella scusami tanto, se fa da “garante” Andrea ,,, indubbiamente qualche tacca in più la ottieni sicuramente ( scusa l’ironia .. ). Ma ad oggi sebbene tu scrivi come fossi un pò detentore della verità almeno questo è quello che dai ad intendere .. , di questa verità non ho visto traccia. Ripeto questa volta senza polemica credimi, se sostieni deve passare di qua o deve passare di là , al di là che io chiami analisi ciclica tecnica oppure una più eletta CINEMATICA, sono concetti “similari” SE va sopra un puntino o sopra una media o sopra un livello, mi sembrano argomentazioni simili. IO NON HO ASSOLUTAMENTE LE COMPETENZE PER AFFRONTARE CIO’ CHE DICI, e quindi magari essendo totalmente “ignorante” in materia giudico male. Però poi di livelli che non dovevano essere superati ne abbiamo visti, come a dire TUTTO è solo probabilità che qualcosa possa accadere o meno.
Stammi bene anche tu sperando di riuscire prima o poi ad interpretare i tuoi spesso “enigmatici” post, anche se le tue basi non si inventano e purtroppo io non le ho!

    icebergfinanza
    Scritto il 19 luglio 2019 at 07:20

    Prima di parlare, impara a conoscere la storia di Puntosella, chi è e da dove viene, prima di giudicare fai uno sforzo. Stiamo parlando di cinematica del punto, la stessa materia che da anni Wall Street applica al casinò del mercato azionario, fisica pura applicata alla finanza, se non si conosce o non si vuole conoscere meglio fare silenzio. Discussione chiusa anche qui!

SOSTIENI ICEBERGFINANZA
Segui IcebergFinanza su
http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/
SOSTIENI IL NOSTRO VIAGGIO
IL NOSTRO LIBRO clicca qui
CONSULENZA ECONOMICO FINANZIARIA
Articolo dal Network
Ftse Mib: dopo aver testato il supporto di breve a 21.795 punti, l'indice italiano ha superato nuo
Il governo Conte 2 ha finalmente riunificato nella sua persona il confronto con le parti sociali che
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) [ u
Settembre può essere il momento giusto per cercare e trovare un nuovo lavoro e dare slancio all
Ftse Mib: l'indice italiano apre in rialzo e si riporta sopra i 22.000 punti. I livelli da monitorar
Oggi poche novità, in quanto ieri c'è stata la solita riunione della Federal Reserve, dove tra
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) [ u
Ftse Mib: operatori cauti in attesa delle decisioni del Presidente della Fed. I mercati scommettono
I fondi negoziali della previdenza complementare non sono a prestazione definita. Sono a prestazione
Tutti in attesa della risposta di Powell dopo il convinto sostegno espansivo fronte BCE di Dragh