TRUMPONOMICS REQUIEM

Scritto il alle 09:00 da icebergfinanza
U.S. President Donald Trump attends the traditional Bastille Day military parade on the Champs-Elysees in Paris, France, July 14, 2017. REUTERS/Gonzalo Fuentes

U.S. President Donald Trump attends the traditional Bastille Day military parade on the Champs-Elysees in Paris, France, July 14, 2017. REUTERS/Gonzalo Fuentes

In attesa che oggi il nulla con un banchiere intorno, Mario Draghi illumini i mercati su cosa intende fare da grande, noi facciamo una rapida carrellata dei principali avvenimenti della settimana.

E’ semplicemente incredibile quanto sia corta la memoria di mercati completamente drogati dalle illusioni, per mesi e mesi abbiamo smontato tutti i principali pilastri della fantomatica trumponomics sulla quale i mercati hanno costruito il volo dell’Araba Fenice e l’abominio della reflazione, e ora, che non resta più nulla,  c’è ancora chi scommette sull’aumento dei tassi e su nuovi cieli infiniti per i mercati dando definitivamente per morto il dollaro.

IMG_9611C’è chi dice che salterà anche la riforma fiscale, ma anche se non produrrà alcun shock nell’economia americana, solo un pazzo può pensare che non accadrà nulla soprattutto al dollaro che da ieri balla sulla fondamentale linea maginot senza riuscire a sfondarla.

IMG_9612Solo una persona completamente fuori di senno oggi, con il completo fallimento della reflazione, della trumponomics, con la Federal Reserve che continua ad alzare i tassi continuerebbe ad assecondare questa immensa manipolazione totale dei mercati azionari, come in maniera ridicola prova a fare pure il  Sole 24 Ore con questo articolo Una esuberanza non del tutto irrazionale!

 

io invece consiglio seriamente di affidarsi a seri professionisti… Earnings at risk

Tornando a Trump…

Il problema è che, se tutti nel partito sono convinti del valore politico di portare a termine una riforma del fisco, non c’è consenso su come farlo. Una circostanza che ricalca quanto accaduto sulla riforma della sanità, naufragata per l’impossibilità di colmare le differenze tra moderati e conservatori del caucus repubblicano.

Al momento non c’è accordo né sull’entità dei tagli delle tasse, né su come finanziare questi tagli, secondo quanto risulta a Politico sulla base di interviste a fonti dell’amministrazione e del Congresso, lobbisti e consiglieri vicini al presidente. “Ci può essere convergenza attorno a qualche punto, ma quando non si è ancora deciso come ripagare i tagli vuol dire che si è ancora molto lontani da un piano”, afferma una fonte del Gop. ( Huffington Post )

Vedi Bellezza, il mondo finanziario,  in buona parte é un mondo falso, corrotto, manipolato, dove pochi individui impongono ad altri strategie di vendita che non sono altro che trappole per topi salvo poi quando la realtà li smentisce dissimulano cambiando argomento.

Noi siamo tra i pochissimi, forse gli unici che hanno smontato sin dall’inizio la “Trump illusion” come la crisi del 2007,  ma non abbiamo fretta ieri come oggi la verità é sempre più figlia del tempo!

MIA INTERVISTA A GENNAIO SULLA TRUMPONOMICS

image

 

Nel frattempo non si esaurisce la becera propaganda eurista sulle nefaste conseguenze del collasso dell’economia inglese, colpita da un’invasione di cavallette e ora in procinto di essere travolta da un’epidemia di peste colera e tifo!

IMG_9603

Dopo la leggendaria pessima figura dello scorso anno, del Sole 24 Ore, con la manipolazione di un articolo sulle conseguenze della Brexit…

IMG_9617

…prosegue lapropaganda riportando ricerche ai confini con la pura demenza.

La verità è una sola ovvero che la svalutazione è stata un toccasana per l’economia inglese, che nel frattempo ha corretto i suoi conti con l’estero e nell’ ultimo mese ha visto sensibilmente arretrare pure la favola dell’inflazione terribile da svalutazione!

IMG_9618IMG_9619IMG_9620

 

Le chiacchiere da bar sport le lasciamo agli altri come sempre, noi proviamo a raccontarvi la realtà.

Oggi Draghi, il medico responsabile di mancata prevenzione e errata diagnosi, che si vanta di aver inventato una cura miracolosa, ci dirà quanto sono reali le illusioni dei mercati sul tapering,

Ricordo a tutti che il prossimo anno a febbraio ci saranno le elezioni italiane e che il caos politico é dietro l’angolo altro che elezioni francesi e che senza la protezione della BCE i nostri titoli di Stato potrebbero collassare, a meno che, Draghi non intenda minacciare la democrazia italiana come ha fatto con la Grecia.

Qui sotto potete trovare la sintesi della più colossale bolla obbligazionaria della storia altro che quella sovrana di Paesi come l’America o l’Australia, quella dei titoli corporate e high yield che Fed e BCE continuano a sostenere distruggendo l’economia reale e tenendo in piedi veri e propri cadaveri finanziari e commerciali, banche e imprese diversamente decotte…

image

Pagheremo tutto al momento opportuno e la Grande Recessione verrà ricordata come una passeggiata ala parco rispetto alla crisi che verrà!

L’ altra grande e immensa bolla che noi in esclusiva vi stiamo raccontando da circa otto mesi è quella immobiliare  commerciale americana e sembra che se ne siano accorti anche quelli del Financial Times… quella dei FANGs o della pseudo tecnologia odierna la lascio alla Vostra consapevolezza.

IMG_9598Tanto per non farci mancare nulla in Cina e Giappone continuano a fare scorte di treasuries, mentre come abbiamo visto in dettaglio nell’ultimo Machiavelli le banche d’affari americane come nel 2013 se me stanno disfando per rischiarebl’osso del collo altrove….

IMG_9597Nulla di cui meravigliarsi visti i generosissimi rendimenti e la BOJ che non ha alcuna intenzione di rientrare dalla sua politica monetaria ultra accomodante con un’inflazione inesistente da ormai 30 anni, con tassi ancorati a zero sul decennale per i prossimi dieci anni con acquisti dichiarati per oltre 80.000.000.000.000 di yen razziando qualunque asset dai titoli di Stato alle azioni, dagli ETF ai fondi immobiliari.

La notizia del giorno é che il raggiungimento del target del l’inflazione al 2% previsto sin dal 2013 e posticipato nuovamente al 2019 cancellando qualunque illusione soprattutto di coloro che non conoscono il significato di deflazione da debiti e i decenni necessari per cancellarla…

image

Nel frattempo mentre attendiamo la conclusione della battaglia tra euro e dollaro, splendide notizie arrivano dal dollaro australiano, moneta estremamente volatile ma affascinante nelle sue opportunità …

IMG_9616

Come vi avevamo anticipato nell’ultimo manoscritto mentre il dollaro americano continua a giocare con la media mobile provando a sfondare la nuova linea maginot in attesa delle parole di Draghi nella conferenza stampa odierna della BCE un solido trend si intravvede sul dollaro australiano. Le ultime notizie ci dicono che sul mercato valutario, sono in tanti quelli che vagano alla ricerca di alti rendimenti e l’attenzione che si sta riservando all’Australia non può che rafforzare il dollaro australiano visto che nelle ultime settimane secondo notizie ufficiali le posizioni lunghe su “AUSSIE” sono esplose dal nulla a oltre il 35% delle posizioni complessivamente aperte.

Concludo infine rilevando che la BCE continua a prendere in giro i mercati e il buon senso preoccupandosi per qualche misterioso azionista piuttosto che prendere seriamente in visione i miliardi di asset tossici e immondizia nascosti tra i bilanci di Deutsche Bank…

IMG_9596

 

Nel frattempo il rimbalzo dell’araba fenice morta ci avvicina sempre più alla resa dei conti prospettata per la fine del mese nell’ultimo manoscritto, una rasoiata la prossima che farà gridare alla fine del mondo, il solito panico da studiare attentamente grazie ai fondamenti della finanza comportamentale, anche se la storia non si ripete ma ama fare la rima.

Per chi è impaziente o per chi è inquieto consiglio serenità la nostra rotta è tracciata dalla storia!

Per il resto va tutto a a meraviglia come sempre, nessun problema …

IMG_9588

 

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 9.7/10 (19 votes cast)
VN:F [1.9.20_1166]
Rating: +13 (from 17 votes)
TRUMPONOMICS REQUIEM, 9.7 out of 10 based on 19 ratings
66 commenti Commenta
gnutim
Scritto il 20 luglio 2017 at 11:02

buon fine mese allora

reragno
Scritto il 20 luglio 2017 at 11:52

buon fine mese per chi va in ferie!

aorlansky60
Scritto il 20 luglio 2017 at 12:11

@ IcebergFinanza

la BOJ che non ha alcuna intenzione di rientrare dalla sua politica monetaria ultra accomodante con un’inflazione inesistente da ormai 30 anni

(avevo postato questo mio commento in un altro thread di discussione) :

questa mattina aria di ottimismo in arrivo dal Giappone, dopo che la BoJ ha confermato (nella giornata di ieri) di volere sostene e continuare la propria politica monetaria di sostegno al sistema (con la Borsa di Tokyo che brinda alla notizia);

la minute della BoJ cita di “una più lenta crescita dell’inflazione rispetto al previsto” con le aspettative di ritrovarsi un livello di inflazione vicino al 2% solo dal 2020, “nel frattempo è necessario continuare con la politica monetaria di stimoli” – (ah ah ah ah ah)

scomettiamo che nel 2020 la stessa BoJ farà notare “di aspettarsi un livello di inflazione al 2% solo nel 2024 e che nel frattempo è necessario mantenere la politica monetaria di stimoli verso il sistema

Si stà consolidando la netta sensazione che le BC NON possono più interrompere quanto intrapreso; con tanti auguri.

:lol:

È in corso il più imprevedibile (negli esiti finali, O FORSE NO…) esperimento economico mai condotto e inventato prima nella Storia,
l’unico dubbio a questo punto -almeno per quanto mi riguarda- è vedere FINO A DOVE SI POTRANNO SPINGERE le BC nel drogare e nell’illudere il Sistema….

omnia_funds
Scritto il 20 luglio 2017 at 14:01

Non esiste solo il USD…
Visto che si parla del Sol Levante, vorrei fare una considerazione sulla sua moneta.
Lo JPY è stata sempre considerata dai mercati una valuta di rifugio e in effetti è da un po’ che ha smesso di svalutarsi nei confronti dell’ EUR. Non solo….da una prima analisi emerge che il rimbalzo dai minimi è stato fatto nella classica configurazione ABC con A=C…quasi millimetrica.
Ora dovrebbe continuare nella sua direzione di rafforzamento e se sarà un estate-autunno di ferro e fuoco….una scommessa su questa valuta la farei.
Saluti..

aorlansky60
Scritto il 20 luglio 2017 at 15:14

segnali inequivocabili appena lanciati anche da Mario Draghi :

“I dati sull’inflazione nell’area euro e sul contesto economico generale confermano la necessità della prosecuzione con un livello molto consistente di stimolo monetario” – sua affermazione nel corso della conferenza stampa dopo riunione del board direttivo Bce in data odierna.

…e due.

apprendista
Scritto il 20 luglio 2017 at 15:34

ma allora,se lo sai tu o altri utenti,mi spieghi il movimento al superialzo dell’euro delle 14.30?
E VOI PARLATE MALE DELLE CRIPTOVALUTE !!!!!INVECE GLI ASSET CLASSICI SONO STABILI,SICURI E GARANTITI E SOPRATUTTO BADANO AI FONDAMENTALI E NON SONO ASSOLUTAMENTE INFLUENZABILI DALLE SPARATE DI OGNI STRONZO APPARTENENTE AL MONDO FINANZIARIO,ancora una volta senza parole

apprendista
Scritto il 20 luglio 2017 at 16:14

DA WSI:
L’allontanarsi dello spauracchio di un taper tantrum, ovvero di una riduzione troppo affrettata dei piani di allentamento monetario, fa bene anche all’euro e non solo a Bond e titoli azionari. La moneta unica si sta rafforzando su dollaro e sterlina mentre Draghi sta ancora parlando a Francoforte.
EVIDENTEMENTE io non ho capito nulla oppure…….

apprendista
Scritto il 20 luglio 2017 at 17:47

Bene ora l’odiato e sempre morto euro sta ponendo le basi per il suo annientamento che sicuramente avverra’,peccato che per quel momento l’italia sara’ sotto il controllo della troika con il blocco alla libera circolazione dei capitali,quindi sara’ impossibile trasferire asset in valuta su conti esteri per vedersi riconoscere un tasso di cambio a mercato, mentre in italia tali asset potranno essere venduti con un cambio estremamente sfavorevole giustificato dalla plebaglia e non vista la situazione contingente,il differenziale di guadagno(dello stato) sul tasso imposto alimentera’ un fondo per la riduzione del debito.Questa e’ storia gia’ accaduta chiaramente non in italia,ai posteri l’ardua sentenza.

tirlusa
Scritto il 20 luglio 2017 at 18:48

Linea maginot eur/usd saltata. E ora? Il dollar index è sempre rialzista o si è invertito il trend?

icebergfinanza
Scritto il 20 luglio 2017 at 20:15

No per il momento ancora nessun segnale di svolta dal dollar index. Questo movimento speculativo non è supportato dal mercato obbligazionario con Bund immobile e il rendimento dei Decennale italiano in sensibile ruduzione al 2,12%,mentre lo spread è calato a 158
tirlusa@finanza,

Gianluca
Scritto il 20 luglio 2017 at 21:55

Se si apre conto in svizzera ora è si deposita valuta nn euro? Grazie

apprendista@finanza:
Bene ora l’odiato e sempre morto euro sta ponendo le basi per il suo annientamento che sicuramente avverra’,peccato che per quel momento l’italia sara’ sotto il controllo della troika con il blocco alla libera circolazione dei capitali,quindi sara’ impossibile trasferire asset in valuta su conti esteri per vedersi riconoscere un tasso di cambio a mercato, mentre in italia tali asset potranno essere venduti con un cambio estremamente sfavorevole giustificato dalla plebaglia e non vista la situazione contingente,il differenziale di guadagno(dello stato) sul tasso imposto alimentera’ un fondo per la riduzione del debito.Questa e’ storia gia’ accaduta chiaramente non in italia,ai posteri l’ardua sentenza.

apprendista@finanza,

apprendista@finanza,

apprendista@finanza,

landini76
Scritto il 21 luglio 2017 at 01:06

apprendista@finanza,

chi ha regito positivamente?
Bitcoin o Oro?

bhe il segnale sembra chiaro.

benti77
Scritto il 21 luglio 2017 at 09:47

alle parole di Draghi ha fatto seguito:
salita euro/dollaro
discesa tassi dei treausuries

Il secondo me lo spiego facilmente, se i tassi europei continuano a scendere / essere bassi, comprare US conviene (specie per chi può coprirsi dal cambio).
Il primo, insomma, ma diciamo che un Draghi che continua il QE allontana la crisi europea e aiuta le borse Europee richiamando quindi acquisti di euro.
Il problema è che se l’euro sale si fredda l’economia e collassa l’export italiano, oltre a scendere quello tedesco, quindi son cavoli.
In quest’ottica converrebbe forse comprare dollari pian piano preparandosi alla prossima crisi europea, magari scaglionando per bene gli acquisti

reragno
Scritto il 21 luglio 2017 at 12:18

Mi sembra di vedere una grande confusione nella testa degli investitori. Un apprezzamento dell’euro con una discesa dei tassi in Europa. Bund e btp in denaro. C’è qualcosa che non va.
Che si stia artificiosamente alzando il corso della moneta unica aspettandosi poi un’ampia discesa per evitare la rottura di certi supporti o per difendere estrenuamente un’Europa che perde i pezzi? Mercati azionari in affanno in Europa e presto negli States. Il flight to quality dirà come stanno veramente le cose. Ma parlare di ripresa in Europa con banche zombies ad ogni angolo di strada mi sembra eccessivo.

gnutim
Scritto il 21 luglio 2017 at 13:44

re­ra­gno@fi­nan­zaon­li­ne,

condivido

apprendista
Scritto il 21 luglio 2017 at 15:19

Ciao Gianluca,se abiti nel centro nord e’ fattibile,vai a lugano o altro paese dove esiste posta svizzera con relativa banca postale denominata POST FINANCE,chiedi l’apertura di 2 conti di risparmio uno in euro ,uno in chf,entrambi gratis non aprire un conto corrente che loro denominano conto privato in quanto costa per te straniero 10 chf al mese +3 chf se hai meno di 7500 chf.
Sul loro homebanking controlli entrambi i conti e puoi trasferire denaro tra uno e l’altro,una strategia potrebbe essere di mettere solo 1000 euro sul conto risparmio in euro cosi’ non dovrai nemmeno dichiararlo con il modulo RW (in quanto no compilazione se saldo<15000 e non devi pagare IVAFE che ti obbligherre a dichiarare) quando le cose si metteranno veramente male potrai magari trasferire preventivamente una certa somma in euro sul conto risparmio euro e quando le cose si metteranno malissimo potrai tradurre gli euro in chf,con un costo di cambio a circa 1-1,2% ma non credo ci baderai quando sara' il momento,avendo valuta del paese in cui hai il conto nessuno e dico nessuno potra tradurre il tuo conto in nuove lire mentre accadra' per tutti gli idioti che sanno solo blaterale con conti in valuta sia in italia che in altri paesi ue (sopratutto in germania),al punto in cui saremo non avra' nemmeno importanza il tasso di cambio a cui cambierai.
Qualcuno ti dira' che gli attivi di solo Credit suisse e Ubs sono qualche multiplo del pil svizzero ,verissimo ma come anche santo sua maesta John ludd ha detto la posta svizzera e' una delle piu' sicure al mondo,se poi anche la svizzera capitolasse a quel punto i denari saranno la tua/nostra ultima preoccupazione.
Ho saltato alcuni passi per motivi di tempo (io).
Spero farai buon uso di queste informazioni a me sono costate tempo e fatica, informazioni ben diverse da inutili patetici pipponi sui massimi sistemi sterili fino all'esasperazione che fanno sembrare la maggioranza della ciurma come i suonatori del titanic o giusto per una allegoria piu' calzante come un gregge di caproni (le pecore sono gli italiani che vivono serenamente,somma piu' o meno) in cui c'e un caprone che sputa si agita inveisce e gli altri non si spiegano l'assurdo comportamento ma forse il caprone con la coda dell'occhio a visto a poche centinaia di metri il mattatoio a cui sono diretti.

Gian­lu­ca,

apprendista
Scritto il 21 luglio 2017 at 15:47

http://www.wallstreetitalia.com/news/massa-monetaria-in-dollari-ai-minimi-da-crac-lehman/
Probabilmente il capitano ha ragione ancora una volta,pazzesco se pensi che uno dei piu accreditati gestori mondiali (gundlach) e’ stato gia’ ampiamente sbugiardato.

quesalid
Scritto il 21 luglio 2017 at 16:01

The trigger
TheTrigger-1.pdf

Gianluca
Scritto il 21 luglio 2017 at 16:50

Intanto un grazie di vero cuore…e nn so come sdebitarmi
Il versamento in euro si fa con bonifico o anche cash?
Oro: lo compreresti fisico? Dove ? Italia o svizzera? Dove lo terresti?
Ovviamente nn sei obbligato a rispondere
Se anche qualcun altro vuole farlo… almeno condividiamo
Ancora grazie
Ciao
apprendista@finanza,

apprendista
Scritto il 21 luglio 2017 at 17:28

Figurati dovrebbe essere la norma tra compagni di blog,il versamento lo puoi fare sia con bonifico che cash ma ti consiglio il primo dato che cash ti pone gia’ in una condizione di potenziale evasore sia per gli svizzeri che per i parassiti delle entrate a cui potrai far vedere le contabili qualora rompano (se passi 15000 dichiara tutto mi raccomando, posso aiutarti anche su questo),oro assolutamente fisico,non azzardarti ad affittare una cassetta di sicurezza,a suo tempo verranno aperte tutte volente o nolente quindi meglio una buca da qualche parte,attualmente i migliori prezzi in ambito italiano li puoi avere da FILNUM a Parma che spediscono dove vuoi con assicurata dove vuoi,se vuoi complicarti la vita un po di piu’ ma risparmiare allora vai sul sito di HEUBATCH EDENMETALLE rivenditore onestissimo e affidabilissimo in germania a prezzi insuperabili,anche lui spedisce in italia con DHL e assicurata,solo che se non sai il tedesco devi usare google translate.
Ho un po paura di aver fatto queste affermazioni in quanto tutti i blog “dissidenti” sono controllati,sono paranoico? no!!!!!toccato con mano personalmente se a qualcuno interessa vi raccontero’ la storia di Frank B guru del forum di finanza online sparito in condizioni misteriose ma non per me perche…….
ciao
Gian­lu­ca,

Gianluca
Scritto il 22 luglio 2017 at 00:15

Sempre chiarissimo.. nn so che dire… se giocassi con il 4-3-3 metterei in attacco
Mazzalay al centro
Apprendista a sx
John Ludd a dx… Champion già vinta
Ps visto il panorama prossimo anche dell’euro fareste/ faresti un mutuo a tasso fisso seppur per prima casa?
Buon fine settimana
apprendista@finanza,

noldor
Scritto il 22 luglio 2017 at 08:35

Un apprendista che prenderei come maestro. Io però non credo allo scenario blocco conti correnti / cambi forzosi ecc, mi sembra un po’ eccessivo. Ad oggi si è verificato solo in Grecia e a Cipro. Sempre comunque pronto a cambiare idea.

noldor
Scritto il 22 luglio 2017 at 08:37

Per quanto riguarda i mutui credo che in caso di rottura dell’euro verrebbero convertiti nella nuova valuta nazionale, anche solo per il fatto che l’euro non esisterebbe più. Si può poi vedere cosa è successo con i mutui in franchi svizzeri in Ungheria o con i prestiti in euro in Islanda.

apprendista
Scritto il 22 luglio 2017 at 12:50

Ragazzi grazie,ma non scherziamo,non accostiamo uno gnomo a due giganti,loro sono due professionisti con due palle infinite come hanno dimostrato,sono dei “visionari” io un mero informato in gran parte peraltro grazie a loro,vorrei aggiungere alcune precisazioni poi tornero nell’ombra ma oggi fuori c’e il sole mi godo la giornata.
Saluti
Gian­lu­ca,

vito_t
Scritto il 22 luglio 2017 at 13:12

Gianluca,

.. non sono per niente d’accordo ! Andrea … lo vedrei chiaramente a centrocampo , con un ruolo di regia , e sempre a centrocampo vedrei John Ludd … con un ruolo di interditore .. alla Gattuso, gli si addice …. e il centrocampo sarebbe da favola …

Gianluca
Scritto il 22 luglio 2017 at 16:51

Si ma almeno uno dei 2 centrocampista avanzato…d’attacco
vito_t@finanzaonline,

Gianluca
Scritto il 22 luglio 2017 at 16:53

Caro apprendista … attendiamo precisazioni … con calma
Io però nn so perché ma i mutui in euro nn mi convincono più… se poi dovessero venire convertiti visto che siamo in Italia… addio
Ps devo decidere a breve se farne uno
apprendista@finanza,

Gianluca
Scritto il 22 luglio 2017 at 16:56

Se riesco posto un link.. in cui si parla anche dell’oro.. crisi sistemica valute
Comunque quello che è chiaro per l’intervistato ( purtroppo in inglese) è che l’oro se nn tenuto in casa ( ci vuole troppo coraggio) andrebbe tenuto in depositi svizzeri o asiatici, fuori dal sistema banche
Secondo te/voi tra i migliori quali possono essere?
apprendista@finanza,

Gianluca
Scritto il 22 luglio 2017 at 17:00

https://www.youtube.com/watch?v=tPwPPNJrG9U&sns=em
Ce l’ho fatta… a parte roy reale conoscete l’Intervistato?

tirlusa
Scritto il 22 luglio 2017 at 18:23

Il mutuo per acquisto prima casa? Ottima idea però da contrarre con banca italiana cosi se un giorno dovesse saltare l’euro il tuo debito si converte in lire.
Ma perché a tasso fisso? Che spread ti applicano a tasso fisso? A tasso variabile col tetto non è più conveniente? Tanto almeno per una decina di anni i tassi resteranno bassi….siamo in deflazione da debiti.
Gian­lu­ca,

Gianluca
Scritto il 22 luglio 2017 at 18:32

Forse perché capita anche a me di ragionare con vecchi presupposti
tirlusa@finanza,

[email protected]
Scritto il 22 luglio 2017 at 21:35

Ciao Apprendista ti volevo chiedere la differenza nel detenere chf su conto Post Finance o avere titoli in valute diverse da Euro,secondo me l’importante e’ uscire da Euro prima della “Tempesta”.Approfitto per ringraziare te e tutti quanti contribuiscono a mantenere vitale questo magnifico sito.(tip0 Tressury),68075″>ap­pren­di­sta@fi­nan­za,

ben­ti77@fi­nan­zaon­li­ne,

signor pomata
Scritto il 23 luglio 2017 at 15:44

Sembra che il prof bagnai abbia già battezzato il dollaro a 1,20 su euro.
Sembra che lo abbia fatto fa diversi mesi o meglio da quando vinse i repubblicani.
I repubblicani e tramp ritengono che il dollaro debba essere più debole per aiutare gli americani e di conseguenza non aiutare gli altri.
Del resto come scrivevo tempo fa, se gli inglesi decidono di uscire da ue che senso avrebbe poi avere una moneta forte su euro in presenza di un deficit bello grosso?Questa volta ci sono andato molto cauto perche non condividevo in pieno gli argomenti del capitano di vascello.
Come sostenevo e sostengo che per attuarsi la profezia dell” uovo di colombo non posso vedere i bond russi o turchi al 3,5-4,%…..anzi in presenza allora di una ipotesi di mercati euforici e dollaro forte sarebbe stato meglio comprare emergenti in dollari.
Non è una critica ma una costatazione, quindi niente gnagnagna da parte di qualcuno che sembra sempre che debba difendere chi s” ha cosa.
Vorrei riprecisare che sulla sterlina molte banche hanno piazzato diversi bond in valuta e se li piazzano è perche pensano di guadagnare loro e quindi perdere chi li compra.
Un domani magari la sterlina sarà forte perche euro sarà collassato ma non è una cosa imminente o almeno non credo per il motivo economico descritto.
Il dollaro che svaluta poi ci sta tutto dopo la corsa fatta e in presenza del fatto che le elezioni in europa sono andate bene per le banche e il mercato.
Si ricordi che la europa contro il resto del mondo o meglio dollaro sta in surplus e quindi per pareggiare e riequilibrare servirebbe che il dollaro ceda e infatti sta cedendo come tramp desiderava.

icebergfinanza
Scritto il 23 luglio 2017 at 16:19

Premesso che non c’è alcuna vena polemica nella risposta in quanto il salto oltre la linea maginot di 1.15 ha sorpreso anche me e che con Alberto ci stimiamo e ci sentiamo, questo movimento è solo frutto del fallimento della trumponomics e di una incapacità politica che ha sorpreso alla potenza anche il sottoscritto che pure è sempre stato estremamente scettico su Trump. La questione surplus è e resta marginale in questa crisi la questione è solo riferibile al differenziale dei tassi o meglio per quale motivo investire in Bund comprando euro per avere un rendimento del 0,50% quando con il decennale americano puoi avere il 2,30%? Per quale motivo cinesi e giapponesi stanno comprando sempre più treasurie e dollari come testimoniato dai TIC? Trump può desiderare ciò che vuole ma il dollaro va solo dove lo porta l’analisi tecnica e non dove vuole lui. Ora siamo in evidente ipercomprato e lo storno anche sensibile ci sta tutto come ribadisco il
mio obiettivo di medio termine ovvero entro cinque anni di un dollaro sotto la parità. Per chi investe su lungo termine non c’è nessun problema anche perché il trentennale ha dato un segnale inequivocabile ovvero andrà ben oltre i recenti massimi post Brexit. Vediamo cosa succede nelle prossime settimane probabilmente andremo ben oltre 1.20 se il recente movimento verrà confermato. Aspettiamo a vedere come reagirà il mercato all’annuncio prossimo venturo della riforma fiscale rientro capitali e piano infrastrutture. Unica certezza è che il DAX la nostra Araba Fenice ha concluso il suo volo buona giornata a tutti Andrea

tirlusa
Scritto il 23 luglio 2017 at 21:56

A me sembra si stia formando un doppio minimo sul dollar imdex. Il differenziale dei tassi non giustifica questo movimento…..secondo me il dollaro recupera. In ogni caso le variabili nel forex sono molte, politiche ed economiche, e quindi non bisogna fare l’errore di innamorarsi delle proprie idee ed incassare non appena si guadagna o assicurarsi il guadagno da ogni possibile rischio.

sherpa
Scritto il 24 luglio 2017 at 09:07

icebergfinanza,

Se il DAX ha finito la corsa che impatto potrebbe avere un suo calo (se abbastanza importante) sull’euro?

benti77
Scritto il 24 luglio 2017 at 14:27

Se il dollaro scende si vende Europa e si compra US per guadagnare dal cambio, ma questo solo quando si raggiunge una certa soglia che gli operatori considerano critica.
Quanto questa sia non ne ho idea, ma l’1.20 di Bagnai potrebbe esserlo.
Io attendo per incrementare la posizione in titoli americani, nel mentre potrebbe essere interessante guardare al giappone che in caso di crisi lo yen si comporta come il franco svizzero

silvio66
Scritto il 24 luglio 2017 at 14:57

Ciao Andrea,
nonostante ripetuti inviti alcuni marinai non capiscono che il breve va studiato solo per scegliere se si presenta l’occasione il time in sul medio. Già la scelta sul medio non la ordina il dottore figuriamoci il breve. Vedo scompiglio sul dollaro a 1,17 mentre ciò è conforme ad un ritorno alla parità. Se andrà oltre 1,20 potrebbe essere l’occasione di cui sopra ricordando sempre che parliamo del sesso degl angeli.
Saluti a tutte/i

icebergfinanza
Scritto il 24 luglio 2017 at 17:08

Penso che un eventuale sensibile calo del Dax può essere letto in due diversi momenti ovvero una fuga dai mercati europei con panico annesso e con chiusura delle posizioni a leva e immediato bisogno di acquistare euro e in un secondo momento vendita di euro e acquisto di dollari… molto però dipenderà anche da come si comporteranno gli indici azionari americani. in questo momento osservando i dati del COT che pubblico a metà settimana le posizioni lunghe su euro degli istituzionali sono ai massimi del 2013 quando dollar index e eur/usd misero a segno l’incredibile movimento in solo un anno e mezzo.
sherpa@finanza,

tirlusa
Scritto il 24 luglio 2017 at 17:22

Ma perché il FTSEMIB è cosi tonico? Qualcuno ne ha idea?

vito_t
Scritto il 24 luglio 2017 at 18:23

tirlusa@finanza,

Probabilmente il tutto nasce dall’aver caricato sul pubblico i buchi .. ( tutti ? ) di Veneto Banche e Mps , e da lì le banche italiane sono apparse più toniche e comprate, tant’è che l’indice settoriale ha fatto un nuovo massimo relativo rispetto al 21.500 del Fib, permettendo .. ( almeno per ora ) .. di non bucare i supporti … almeno questa è la mia chiave di lettura ..

tirlusa
Scritto il 24 luglio 2017 at 18:34

Penso tu abbia ragione. Ma sono cosi idioti da non capire che la prossima crisi bancaria è solo rimandata? Caricano i costi sul bilancio dello Stato, già malmesso, senza rimuovere le case strutturali che zavorrano il sistema bancario……al prossimo giro Unicredit dovrà ricapitalizzare, MPS salvata di nuovo, altre banche minori regalate a Intesa per 1 euro e cosi via fino al collasso.
vi­to_t@fi­nan­zaon­li­ne,

sherpa
Scritto il 24 luglio 2017 at 18:55

icebergfinanza,

Grazie.

signor pomata
Scritto il 24 luglio 2017 at 21:14

sil­vio66@fi­nan­za,

Ritengo che parte del tuo scritto possa essere attribuita come risposta al mio post e quindi mi sento in dovere di replicare.
Premesso che se uno indovinava non lavorava ne tanto meno gli toccava aprire un blog e spiegare al popolo ignorante cosa sta accadendo tra noi, quindi il capitano non fa indovino e spero che nessuno gli chieda di farlo.
Ogni scelta è persona come la responsabilità che si ha di detta scelta, ci si può aiutare seguendo persone di fiducia ma la scelta è nostra.
Come detto sopra io non faccio critiche ma costatazioni, magari costruttive o almeno le ritengo tali.
Lo feci già in occasione della discussione sul cambio euro sterlina, a oggi magari per fortuna ho avuto ragione eppure in quella occasione venni attaccato come se avessi cagato in chiesa.
I movimenti dei prezzi sono visibili per tutti, il punto del mio disquisire è che se i fondamentali non vengono rispettati e dentro il sistema oramai il marcio è in ogni dove può risultare impossibile prevedere qualsiasi cosa.
Siamo sui massimi assoluti , anzi ben oltre in america eppure il capitano ci spiega e ci argomenta che chi comanda in quella nazione trucca e manipola i dati a piacimento ossia crea una realtà che non esiste.
Eppure quella realtà farlocca esiste e è quella che vediamo tutti i giorni sui mercati di tutto il mondo sui prezzi di qualsiasi cosa si possa vendere e comprare.
Ora se la manipolazione è cosi avanzata ho il sospetto che si guarderanno bene dal far saltare il banco, cosa che per altro non credo sia accaduta nemmeno nel 2008 dove con il segno di poi ho la vaga impressione che tutta la vicenda sia stata una immensa socializzazione delle perdite e loro lo sapevano che sarebbero state socializzate.
Da quel evento hanno guadagnato su più fronti, in primo luogo tutti hanno pagato per colpe di pochi e sopra tutto utili di pochi in tempi di vacche grasse.
Sapevano quando sarebbe finita la discesa e sapevano il momento in cui il mercato avrebbe iniziato a scontare quello che vediamo oggi ossia che grazie alle banche centrali qualsiasi merda sarebbe diventata cioccolato fondente.
Hanno arrestato la velocità di moneta imponendo riforme durissime sul mercato del lavoro e pensionistico mentre stampavano denaro pubblico per fini privati ossia per far aumentare in maniera esponenziali i prezzi.
Siamo in un sistema marcio in cui ho il sospetto che possano fare e disfare tutto.
Mi ricordo del petrolio a 160 dollari e di banche che piazzavano prodotti sul petrolio al ribasso a leva, tali prodotti vennero cancellati poco prima del crollo.
La vicenda vix è molto similare come lo è quella del gas naturale.
Creano una aspettativa e producono i prodotti per fottere le persone e poi fanno accadere il contrario.
Banca imi piazzo diversi bond in rubli poco prima della svalutazione: maghi o culo o……..sapevano.
Concludo con la vicenda vomitosa del QE europeo in cui i prezzi toccarono i massimi prima della decisione di draghi e poi dopo detta decisione non fecero che scendere per poi stabilizzarsi.
Qualche mago fece arrivare il nostro btp 2040 al 5% sopra 160…una follia. A chi pensate che abbia sbolognato a quel prezzo se non a draghi stesso?
Chi mai poteva fare quella abile mossa e conoscere prima quello che poi sarebbe accaduto?
Noi del blog?
Il punto è che se il sistema è cosi marcio pensare di salvarsi col sistema è il medesimo modo di ragionare loro che hanno curato il tumore dei suprime con un tumore peggiore cioè le banche centrali che comprano tutto a manetta e leve che invece di scendere raddoppiano.
Siamo nella merda a prescindere, bisognerebbe far nascere una idea per uscire dal modo di ragionare corrente ma questo richiederebbe che si debba decolonizzare le nostre menti nei riguardi dei mercati e della economia.
Un cambio di mentalità che prima deve nascere dentro noi e poi intorno.
Mi scuso per la lunghezza e ringrazio il signor mazzalai per il suo lavoro e per molto altro.

aorlansky60
Scritto il 25 luglio 2017 at 10:08

@ SignorPomata

Ottime riflessioni;

un utente del blog (credo fosse John_ludd) ricordava recentemente ciò che accadde 2anni fà (nell’estate di fuoco 2015), quando qualcuno (verosimilmente un qualche “pesce medio”) iniziò un attacco speculativo, al che qualche ora dopo, “uno” (evidentemente l’esecutore di UN PESCE GROSSO i cui interessi erano messi a rischio da quell’attacco) “premette un pulsante” che immise, nel giro di una frazione di secondo, “qualche centinaio di miliardi” di valuta pregiata in circolo e l’attacco fu fermato…

conoscendo i tipi, si può essere certi che [le banche centrali e i parassiti a seguito] faranno di tutto per evitare, come dici, “di far saltare il banco” perchè ormai il circolo viziozo da loro messo in atto (la ben nota politica monetaria espansiva) è talmente esasperato che è impossibile fermarlo (potrebbe essere ipotizzabile interromperlo nel medio/lungo periodo, progressivamente a poco a poco, ma interrompere bruscamente ciò che hanno messo in atto comporterebbe conseguenze troppo rischiose nell’immediato e LORO lo sanno)

hanno tutte le armi a disposizione per farlo e sono nella posizione di vantaggio rispetto a chiunque altro (la media di traders e soc. del settore finanziario mondiale) per quanto riguarda poter DISPORRE delle INFORMAZIONI SENSIBILI PRIMA DEGLI ALTRI : un particolare determinante. Anche perchè, di fatto, sono proprio LORO che determinano e creano le INFORMAZIONI SENSIBILI…

laforzamotrice
Scritto il 25 luglio 2017 at 12:24

signor pomata@finanzaonline,

Io rimango dell’idea che lo scopo e di eliminare la classe media come unico avversario della classe dirigente religioso /finanziaria. E questo puoi farlo solo con la religione e il debito. Per far questo occorrerà distruggere più risparmio possibile, e quale metodo migliore che farlo investire in finanza e poi colare tutto a picco? Quello che resterà a loro sarà più che sufficiente per ritornare ai bei tempi dei “Padroni” mentre la massa tornerà plebe piena di debiti e perciò schiava di se stessa. Perché ricordate che uno schiavo spesso è un cattivo affare, si ribella e lavora di malavoglia, mentre chi si è indebitato è un dipendente che rende e tace.

signor pomata
Scritto il 25 luglio 2017 at 13:52

la­for­za­mo­tri­ce@fi­nan­za,
Ti sorprenderai perche spesso sono in palese disaccordo ma su quello che hai scritto sono ampiamente in accordo con te.
Anzi io credo che tu sia molto ottimista o io troppo pessimista ma credo che il problema non sia la classe mediana ma siano i 6 miliardi di persone sulla terra.
In un contesto di risorse finito fa stridio l” omaggiare sistemi economici in cui la materia prima è sempre infinita come la terre.
La mia idea è che la soluzione sia banale ossia in alcuni decenni far sparire lentamente una parte della popolazione.
Senza bombe o conflitti ma con la durezza del vivere.
Applicare su vasta scala riforme durissime sul piano sociale e lavorativo e nel mentre privatizzare tutti i servizi in maniera monopolistica adoperando lo stato solo come paravento o cassa comune in cui mettere i pagherò e insaccocciare tutti i soldini di chi vorrà curarsi o istruirsi o mangiare.
Questo è già tra noi e non deve essere fatto ma è stato già fatto.
La media del pil sarà sempre il paravento su cui nascondere disuguaglianze sempre più cruente e evidenti.
La nostra unica possibilità è uscire dal concetto economicistico imposto da quegli stessi che oggi comandano i fili.
Del tipo se le gdo sono il braccio armato per affamare prima chi produce e poi derubare il consumatore finale si dovrebbe capire che una alleanza tra il consumatore e chi produce è buono per entrambi a discapito di chi come lavoro non fa altro che sfruttare il lavoro altri e mettere il 100% se va bene di rincaro.
Ma questo va fatto nei fatti e non a parole ossia il sabato prendi la macchina mandi a fare in culo il centro commerciale e ti fai un giro in campagna….fai spesa….guadagni tu in materia prima di livello e guadagna il contadino che basterà che faccia un prezzo leggermente più basso del prezzo più basso della grande distribuzione per guadagnare il doppio di oggi.
Sono cavolate ma questo è un modo di ragionare che può mutare le cose.
Invece loro vogliono l” uomo amazon ….uno che vive sul divano e dal cellulare compra i vivere mentre vede film o cd comprati su amazon e mangia roba consegnata da amazon….il divano te lo fornisce amazon dal laboratorio cinese…tranquilli.
Chiaramente tu lavori da amazon…se lavori e fai il mulo nella logistica, prima dei 50 anni tiri le gambe.

aorlansky60
Scritto il 25 luglio 2017 at 15:29

@ LaForzaMotrice
@ SignorPomata

Nel contesto di ciò che state analizzando, l’automazione (di cui non abbiamo che un timido antipasto attualmente) giocherà negli anni futuri un ruolo decisivo nella strategia condotta, cioè creare povertà in un numero sempre più elevato di esseri umani al fine di renderli ancora più schiavi di quanto già non siano (chissà cosa si inventeranno le elites per far passare il tempo a 8 miliardi di persone -come lo saremo tra 10anni in Terra- per non farle annoiare troppo col rischio di farle insorgere dalla rabbia, probabilmente la soluzione è quella descritta da SignorPomata, in poltrona a guardare serie tv mangiando popcorn bevendo coca-cola, con smartphone a portata di mano per ordinare da amazon prodotti inutili).

Qualche mese fà (a fine 2016), la ADIDAS ha presentato ufficialmente al mondo un proprio prodotto innovativo, una banale scarpa da ginnastica che non aveva nulla di speciale, se non quella di essere LA PRIMA SCARPA della CASA TOTALMENTE ASSEMBLATA DA ROBOT, senza il benchè minimo ausilio di manodopera umana.

Un robot non pensa, non avanza rivendicazioni salariali e/o sindacali, non se ne stà a casa in malattia, non ha necessità di una mensa per nutrirsi; tutto ciò che richiede è energia elettrica e un periodo programmato di normale manutenzione,

questo devono avere suggerito a tutte quelle aziende che assemblano prodotti di ogni genere, e in un momento storico in cui la competizione tra aziende prevede efficienza feroce e riduzione dei costi esasperata, il futuro mondo della robotica è roba da far sognare ogni imprenditore di medio/grande importanza per livello di fatturato.

stanziale
Scritto il 25 luglio 2017 at 16:04

Ennesima prova di debolezza …va’, voglio usare un termine moderato
http://www.ilgiornale.it/news/politica/allitalia-i-profughi-macron-libia-e-petrolio-1424222.html

omnia_funds
Scritto il 25 luglio 2017 at 17:49

Per rimanere in tema finanziario ovvero Valute e Mercati, mi permetto di riportare integralmente un post scritto su altro Blog…
” Quel millesimo che fà la differenza…
Se guardiamo la moneta americana sotto il ragionamento tecnico ci rendiamo conto che, speculazione a parte, siamo su livelli un po’ troppo tirati…. Le posizioni speculative saranno oltre la banda di ottimismo per EUR , se si ragionasse contrarian dovremmo essere compratori di USD. Vediamo come chiude la giornata e la settimana in quanto sul settimanale potrebbe configurarsi un doji (quindi parità di forze in campo) mentre sul giornaliero è curioso notare come non sia stato aggiornato il max precedente. Infatti quel millesimo in meno fatto registrare oggi potrebbe essere l’ago della bilancia. Max odierno 1,1712 – Max precedente 1,1713..!! Stando alle mie piattaforme…..
Invece sotto l’aspetto ciclico la forza dell’ EUR è pienamente giustificata e saremo solo all’inizio ovviamente con oscillazioni dovute ai cicli… In successione avremo 1.1880 -1,20- 1,23 … e mi fermo qui. Ciò premesso solo una correzione degna di essere chiamata tale sui mercati azionari potrebbe, in seconda battuta, portare il USD a valori più consoni…l’estate è appena cominciata…quella borsistica intendo..
Saluti “

Gianluca
Scritto il 26 luglio 2017 at 11:18

Grazie ..tuttavia credo che candele e forse anche di questo tipo di cicli forse nn abbiano più molto senso
omnia_funds@finanza,

signor pomata
Scritto il 26 luglio 2017 at 13:58

Gli spread denaro – lettera si allargano sempre più sui TB tanto da toccare oramai il 2%.
O la mia piattaforma me frega o qualcosa non torna con degli spread cosi su titoli che rendono poco più del 2%.
In pratica ti fumi un anno di interessi tra il prezzo si acquisto e vendita.

icebergfinanza
Scritto il 26 luglio 2017 at 14:32

È il solito sporco giochino estivo dei market maker di TLX consiglio di osservare prezzi su altre piattaforme o sul mercato principale americano e inserire il proprio prezzo ignorando il market maker e lasciando fare al mercato a ridosso di importanti dati …
signor pomata@finanzaonline,

dorf001
Scritto il 26 luglio 2017 at 15:36

ahh la grande america. vogliamo vedere che roba è? poi ditelo alle prostitute dei giornali italiani.

dorf001
Scritto il 26 luglio 2017 at 15:37

e ora vediamo il marciume mericano. e noi italiani pecoroni dovremmo prendere esempio da questi? E l’europa pure. beh tanto pure quella è una merdaccia,.

dorf001
Scritto il 26 luglio 2017 at 15:39

ecco qua signori : Paul Craig Roberts: LA FALSA REALTA’ COSTRUITA PER GLI ‘AMERICANI’ E’ VERAMENTE ORWELLIANA
Considerate la costante mutazione della “minaccia musulmana”: da al-Qaeda ai talebani, da al-Nusra ad ISIS, da ISIL a Daesh, con una spruzzatina di Russia. All’improvviso, dopo 16 anni di guerre in Medio Oriente contro “terroristi” e “dittatori”, il problema è diventato la Russia, il paese più minacciato dal terrorismo musulmano e il più capace di cancellare dalla faccia della terra gli Stati Uniti ed il suo impero vassallo.

A livello nazionale, gli americani si sono convinti che, grazie al quantitative easing della FED, il paese abbia goduto di una ripresa economica dal giugno ’09. Il che deve essere uno dei recuperi più lunghi della storia, stanti l’assenza di crescita dei redditi medi, la crescita dei prezzi, la disoccupazione, la mancanza di elevati valore aggiunto, produttività e salari.

Il “recupero” è più che un mistero. È un miracolo. Esiste solo sulla stampa fake news.

Secondo la CNN, massima esponente delle notizie false, Jennifer Tescher, presidente ed amministratore delegato del Centro per l’Innovazione dei Servizi Finanziari, riferisce che circa la metà degli americani spende come o più del proprio reddito. Tra quelli tra i 18 e gli 25 anni, oberati dagli student loans, il 54% dice che i loro debiti sono uguali o superiori ai loro redditi. Ciò significa che metà America ha reddito discrezionale ZERO. Quindi cosa di preciso sta guidando il recupero? Niente.

Neanche i più vecchi hanno reddito discrezionale. Per un decennio ci sono stati sostanzialmente interessi zero sui risparmi degli anziani. Se credete, come me, a John Williams di shadowstats.com, i tassi reali sono stati zero, se non negativi.

In altre parole, gli americani stanno subendo una contrazione sia nei propri risparmi che nello standard di vita.

Il report sull’occupazione di venerdì scorso è solo un’altra bugia del governo. Il rapporto dice che il tasso di disoccupazione è del 4,4% e che a giugno ci sono stati 222.000 nuovi posti di lavoro. Un quadro roseo. Ma, come ho appena dimostrato, non ci sono fondamenti per sostenerlo. È solo un’altra balla del governo, come le armi di Saddam, l’uso di armi chimiche da parte di Assad contro il proprio popolo, l’invasione russa dell’Ucraina e così via.

Il tasso di disoccupazione è al 4,4% perché i lavoratori che non hanno cercato un posto di lavoro nelle ultime quattro settimane non sono considerati disoccupati.

Il Bureau of Labor Statistics ha una seconda misura di disoccupazione, conosciuta come U6, raramente segnalata dai presstitute finanziari. Secondo questa misura ufficiale il tasso di disoccupazione degli Stati Uniti è circa il doppio di quello riportato.

Perché? Perché il tasso U6 conta lavoratori scoraggiati che sono stati scoraggiati da meno di un anno.

John Williams conta i lavoratori scoraggiati da lungo termine (da più di un anno) che prima erano contati ufficialmente. Quando si includono gli scoraggiati da lungo tempo, il tasso sale al 22-23%. Ciò è confermato dal palese fatto che il tasso di partecipazione alla forza lavoro è calata nel corso del presunto “recupero”. Di solito, questo aumenta durante i periodi di ripresa economica.

È molto facile per il governo segnalare un basso tasso di disoccupazione: basta falsare il conteggio dei disoccupati.

Nonostante il governo stesso dica che la reale disoccupazione sia all’8,6%, i media finanziari, bugiardi seriali, continuano a dire che sia al 4,4%.

Andiamo a guardare i lavori che il BLS afferma si stiano creando. Ricordate, la maggior parte di questi presunti posti di lavoro è il prodotto del modello nascita/morte, che per costruzione aggiunge circa 100.000 posti di lavoro al mese. In altre parole, questi lavori vengono da un modello, non dalla realtà.

Quali sono questi lavori? Servizi domestici a basso costo. L’assistenza sanitaria e sociale, circa la metà dei quali lavori sono “servizi sanitari ambulatoriali”, ha fornito 59.000 posti di lavoro. Il tempo libero e l’ospitalità 36.000, di cui 29.300 costituiti da cameriere e baristi. Le amministrazioni locali 35.000. La produzione, una volta la spina dorsale dell’economia, ha fornito una miseria di 1.000 posti di lavoro.

Come vado dicendo da un decennio o due, gli americani stanno diventando una forza lavoro da terzo mondo, dove gli unici posti di lavoro sono a basso costo, non esportabili e che non pagano abbastanza per fornire un’esistenza indipendente. Questo è il motivo per cui il 50% dei 25enni vive a casa coi genitori e per cui ci sono più americani di 24-34 anni che vivono coi genitori di quelli che vivono indipendentemente.

Questo non è il profilo economico di una “superpotenza”, cosa che gli idioti neocon dicono che gli Stati Uniti siano. L’economia americana creata dall’offshoring e dalla finanziarizzazione non è in grado di sostenere l’enorme onere debitorio. È solo questione di tempo e circostanze.

Dubito che gli U.S.A. continueranno ad essere la prima economia mondiale. I cittadini si sono seduti e i loro “leader” li hanno distrutti.

Paul Craig Roberts
Fonte: /www.zerohedge.com
Link: http://www.zerohedge.com/news/2017-07-11/paul-craig-roberts-warns-ever-more-official-lies-us-government
11,07.2017

Traduzione per http://www.comedonchisciotte.org di HMG

dorf001
Scritto il 26 luglio 2017 at 15:41

vi siete divertiti? beh ora andate a dirlo a camomilla gentiloni e a mozzarella mattarella. e al re dei bugiardi….renzino il cretino.

madmax
Scritto il 26 luglio 2017 at 17:28

dorf001@finanza,

Non e’ mia intenzione far imbufalire nessuno, ma penso che le considerazioni faranno inferocire tanti, nulla di personale.

Dopo aver letto tutte le statistiche dico: niente di piu’ vero, pero’ dipende da che punto di vista guardi il mondo.

La ricchezza si sta concentrando sempre di piu’ nelle mani di pochi grazie al sistema che abbiamo messo in piedi (ovunque, lasciate perdere speculazioni di partito di basso rango) in US se i dati sono veri il 10% della popolazione ha il 76% della ricchezza. Non male.

Di fronte a tutti i problemi indicati dall’articolo dicono: e allora? Questo e’ il punto a loro non frega nulla se giovani studenti si indebitano per studiare all’universita’ quando nel resto del mondo e’ a buon mercato. Loro il 10% non si sono indebitati avevano i soldi!

La vita non e’ equa, ma e’ questa e se continuiamo solo a pensare dove mettere quattro soldi per evitare di farceli portare via dal lupo nero, sia esso crollo dei mercati, delle valute o inflazione, non abbiamo capito ancora quale e’ il problema, siamo come quelli che guardano il dito quando gli si indica la luna.

Cambiare la testa ed il sistema.

madmax
Scritto il 26 luglio 2017 at 17:37

dorf001@finanza,

Ahahah dorf hai proprio il dente avvelenato con i nostri rappresentanti, ma non si parlava di Ammerrikka???
Dovranno forse ringraziare una lunga lista di presidenti stelle e striscie per averli fatti arrivare dove sono ormai sono arrivati ad un debito simile al nostro….e presto sorpasseranno senza dare istruzione, maternita’ pagata, sanita’, pensioni sociali e tanto altro….ahahah.

signor pomata
Scritto il 26 luglio 2017 at 21:43

mad­max,

E quale è il problema?
Fare i soldi?
Quindi il fine ultimo è fare i soldi?
Chiaramente chi non ha problemi di soldi sta meglio di chi ne ha ma allora tutti i ricchi dovrebbero essere felici eppure spesso sento di ricchi che si tolgono la vita suicidandosi perche presi dalla depressione.
Evidentemente oltre i soldi ci deve essere altro.
Non sto dicendo che io odio i soldi ma i soldi non possono essere il fine ultimo della vita o almeno questo io penso.
Ho il mio datore di lavoro, il padre perche il figlio è una merdina di fighetto , che si alza alle 5 di mattina al”” età di 70 anni e ha una cattiveria nel voler guadagnare che fa paura.
Dentro me io mi chiedo ma questo è quello che dovrebbe essere un esempio per la nostra società?
Uno che non gli basta mai e che si ammazza di lavoro per accumulare cose che lui non potrà mai godere oltre il non godere ne dei nipoti e di mille altre bellissime cose?
Ma chi ha mai visto un funerale con dietro il camion dei traslochi?
Cioè sta cosa mi distrugge.Io non riesco a essere cosi neanche per finta, sono quindi una persona lavativa?
Mi sono convinto che probabilmente è la nostra angolazione del vedere le cose che è sbagliata e ho trovato in questo signore qualcosa che mi ha fatto luce su qualcosa che non capivo
http://www.filosofia.unimi.it/~zhok/index.php?option=com_content&view=article&id=384:il-concetto-di-decrescita-nel-pensiero-di-serge-

signor pomata
Scritto il 26 luglio 2017 at 21:48

Ritornando alla questione mercati sembra che il dollaro abbia impostato la sua strada per la svalutazione e che quindi al momento i nostri piani siano in procinto di essere asfaltati.
La visione di lungo non cambia ma è evidente che tolte le problematiche delle votazioni francesi il mercato abbia capito che per il momento qua non si muove paglia e che c” è ancora carne da cucinare e mangiare con tutta calma.
Anche l” azionario traccheggia lateralmente come da prassi estiva.
Una discesa ci potrebbe stare.

madmax
Scritto il 26 luglio 2017 at 22:46

signor pomata@finanzaonline,

Signor pomata,

Non penso assolutamente che tu sia un lavativo, di solito una persona di successo non e’ assolutamente una persona di valore, non so se mi sono spiegato.

Il problema e’ che i soldi sono un surrogato del potere, sicuramente quella persona avra’ piacere ad accumularne, ma vi sono persone che provano piacere tirando sostanze, diventando sadici o peggio abusando altri, ognuno trae piacere in vario modo (giusto o no).

Quello che fatichiamo a capire e’ che il denaro e’ un surrogato del potere e per lui accumularne e’ il primo scopo della vita che prima o poi finira’.

madmax
Scritto il 27 luglio 2017 at 00:26

Per quelli che si lamentano che il lavoro manca: guardatevi questo video e capirete la prossima estinzione delle cassiere/cassieri nei supermercati….
https://youtu.be/NrmMk1Myrxc

reragno
Scritto il 27 luglio 2017 at 09:44

Per quelli che si lamentano che siamo in troppi sul pianeta: guardatevi questo video e capirete la prossima estinzione della razza umana………..
https://www.youtube.com/watch?v=VtR3Rip6zgc

SOSTIENI ICEBERGFINANZA
Segui IcebergFinanza su
http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/
SOSTIENI IL NOSTRO VIAGGIO
IL NOSTRO LIBRO clicca qui
CONSULENZA ECONOMICO FINANZIARIA
Articolo dal Network
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) [ u
Ftse Mib: l'indice italiano segna un po' di debolezza oggi. Ricordiamo che dalla prossima settimana
E si, purtroppo continuiamo a parlare di Brexit, mentre loro continuano a credere alle favole, n
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) [ u
Alert pensioni per l'Italia che arranca nella classifica di sostenibilità dei sistemi pensionistic
Ftse Mib: l'indice italiano oggi apre debole. Il quadro grafico però rimane invariato. Possibile ne
Quali sono i ritorni, ovvero i rendimenti attesi dalle varie asset class nei prossimi 5 anni? Ec
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) [ u
Nel mese di ottobre sono salite le tariffe di luce e gas per i consumatori ancora in regime di maggi
Questo mercato sta diventando veramente difficile da gestire, soprattutto per il breve termine,