COMITATO DI BASILEA E DEUTSCHE BANK: ACCORDO RAGGIUNTO!

Scritto il alle 10:00 da icebergfinanza

Innanzitutto se la notizia venisse confermata, permettetemi ironicamente per la prima volta, di fare i complimenti alla Germania e soprattutto ad Angela e Wolfgang, un capolavoro politico ineguagliabile, il salvataggio di Deutsche Bank, banca agonizzante ormai vicina al decesso finale…

La notizia di ieri è questa addirittura pubblicata dal Sole 24 Ore dove addirittura invece di parlare di “moral hazzard” si è arrivati all’inno della “moral suasion”, roba da non credere…

La «guerra lampo» di Deutsche sui derivati

La sintesi è che sembra che i tedeschi siano riusciti a convincere il Comitato di Basilea che è un gruppo di amici che ha a cuore il destino della banche, dicevo a cambiare le regole in corsa per aiutare Deutsche Bank, addirittura imponendo agli altri lo stesso calcolo mark to FANTASY della leva.

Leggetevelo tutto non ho voglia di commentare più di tanto, se non capite nulla, se non vi interessa andate sui social a parlare di canoneRai o della partita di domenica, riporto solo l’ultimo pezzo e chiudo con una metafora…

Non serve che andate in giro a leggere cosa siano i derivati o cosa è la leva finanziaria la sintesi ve la faccio io alla mia maniera.

Quando nel 2008 è scoppiata la crisi, i regolatori internazionali hanno pensato bene di cambiare le regole contabili per salvare le banche e i loro manager, in maniera che potessero continuare a prendere l’ elemosina dei bonus, facendo finta di concedere prestiti per aiutare l’economia reale.

ImmagineVi ho messo il disegnino per comprendere meglio!

Certo alcune erano solo garanzie, altri soldi sono rientrati, ma almeno 1 trilione di euro è finito in fumo, socializzando le perdite e privatizzando i guadagni, in parole povere usando i tuoi soldi versati da contribuente e togliendo risorse allo stato sociale e al welfare, alla scuola, alla sanità e via dicendo, perchè sai ci vuole più Europa e le regole vanno rispettate mica cambiate in corsa, come fanno le banche brutte e cattive!

In Europa dopo aver costretto intere nazioni a rispettare per finta regole idiote come il 3 % limite deficit/pil o il fiscal compact o il bailin  o altre amenità varie come gli aiuti di Stato proibiti, magari permettendo ai tedeschi di infischiarsene del limite al surplus, sembra dicevo che gli stessi tedeschi siano riusciti a convincere anche i fessi italiani, alle prese con i bailin di casa nostra a sottoscrivere il salvataggio di Deutsche Bank.

Ma tu pensa in Italia non sanno ottenere un schizzo di moratoria sul bail in per salvare il proprio sistema finanziario e in Germania riescono addirittura ad imporre agli altri le proprie regole contabili mark to FANTASY e il Sole24Ore fa un inno alla straordinaria moral suasion.

Mi dispiace bellezza, questa gente ti sta fottendo il futuro e tu sei li sui social a parlare di canoneRai o ad ascoltare un fantasma del passato che amplificato dai media di regime, chissò come spunta fuori il giorno prima dei referendum sulle trivelle e ti racconta che è legittimo astenersi e non andare a votare.

Che figata se fosse qui il mio amico Aristotele si farebbe quattro risate…

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 10.0/10 (16 votes cast)
VN:F [1.9.20_1166]
Rating: +12 (from 14 votes)
COMITATO DI BASILEA E DEUTSCHE BANK: ACCORDO RAGGIUNTO!, 10.0 out of 10 based on 16 ratings
Tags:   |
13 commenti Commenta
kry
Scritto il 15 Aprile 2016 at 11:50

Per cui adesso le nostre banche risulterebbero essere le migliori ed ovviamente possiamo permetterci ampi margini di svendita.
Cominciamo con Atlante ?

francia r
Scritto il 15 Aprile 2016 at 13:12

Sei semplicemente Unico Capitano.

gnutim
Scritto il 15 Aprile 2016 at 14:12

Sai una cosa Andrea?
Che siamo ormai così consapevoli della merda di questo sistema che neanche mi sconvolge questa nuova rivelazione. ..
So che non è positivo però non mi aspettavo finisse diversamente. Sono quasi stanco di sentirne tutti i giorni. …
Boh che fare?

aorlansky60
Scritto il 15 Aprile 2016 at 14:58

…avevo letto quell’art del SOLE appena pubblicato (grazie a Quesalid che l’aveva linkato proprio qui);

…ennesima conferma che in una qualsiasi associazione, quando c’è di mezzo l’UOMO,

– o se preferite Stati sovrani, ingrandendo il rapporto di forze –

a dettare legge e a fare le regole E’ SEMPRE IL SOCIO CON LA QUOTA MAGGIORITARIA, di conseguenza IL PIU’ FORTE,
che deve curare prima I PROPRI INTERESSI; poi, se rimane margine, concedere qualche bricciola anche agli altri. (quante volte l’ho scritto qui, ormai, tanto è palese ed evidente)

nessuna sorpresa.

La prossima volta, chiedo di nascere tedesco (potendo scegliere, meglio svizzero, così la faccio finita con la pagliacciata dell’€uro) almeno a parità di tasse pagate potrò godere di qualità servizi più elevata, che qui in italia sono l’ennesima pagliacciata travestita da servizi inesistenti [o quasi] che servono solo a mantenete società ed enti inutili, unica cosa di cui non difetta al nostro paese.

…a proposito visto che parliamo di €

cos’è quella “boutade” della DE con la stampa della moneta taglio “5 €” di cui hanno cominciato rendere notizia da ieri,
che sarebbero riconosciuti solo in DE per l’effettivo valore riportato, ma fuori dai suoi confini nulla ?????

è una pratica riconosciuta dai trattati UE ???? oppure l’ennesimo strappo alle regole da parte del socio maggioritario???

john_ludd
Scritto il 15 Aprile 2016 at 18:42

aor­lan­sky60,

“… La prossima volta, chiedo di nascere tedesco …”

a leggere i libri di storia pare sia una pessima idea, periodicamente hanno il vizio di saltare per aria. Svizzero è già meglio, ma è un paese triste. Allora meglio nascere bella gnocca così uno sa cosa fare: passare anni a toccarsi le tette e il resto (… ok l’ho rubata al grande Woody prima maniera)

stanziale
Scritto il 15 Aprile 2016 at 19:05

Leggi la forzamotrice(continuazione polemica altro post) , quelli sono i tedeschi che ammiri tanto. Stra arci ultra falliti. Siamo qui a pagare per loro, nonche’ per gli americani, inglesi, francesi, ecc….ecco perche’ NON si va in pensione, e truccano i dati sull’aspettativa di vita.

silvio66
Scritto il 15 Aprile 2016 at 19:08

Ciao Aorlansky,
non ho ancora capito se è una bufala. Fosse vera sarebbe semplicemente moneta complementare. Mossa espansiva che ricorda un lontano passato. In Italia ci furono i miniassegni.
aor­lan­sky60,

kry
Scritto il 15 Aprile 2016 at 22:13

sil­vio66@fi­nan­za,

I miniassegni furono emessi dalle banche per risolvere la scarsità delle monete da 50 e 100 lire che vista la loro economicità servivano per la chiusura della cassa degli orologi svizzeri.
Per la moneta da 5€ si possono avere 2 versioni
1) eliminare la stampa di una banconotta che si usura in fretta ( come per la banconotta da 1£ )
2) ( più credibile ) essere nostalgici alle vecchie 5DM.
Non penso si arrivi a farlo visto che il conio della MONETA ( che dovrebbe essere ancora al portatore ) è riservato alla banca centrale del paese che l’emette e la BCE di certo non si farà scappare la stampa di un taglio di banconotta a meno che non abbia comprato il brevetto napoletano del taglio da 300€.

laforzamotrice
Scritto il 16 Aprile 2016 at 06:30

stanziale@finanza,

Continuo a non capire perchè invece di lagnarci in continuazione non cerchiamo di diventare come loro. Mi sembra di essere il peones, il disgraziato che continua a implorare la pietà del bullo di turno, nell’assurda speranza di commuoverlo. Fanculo, finchè la Russia dopo Gorbaciov si è comportata cosi, l’avevano ridotta ad una merda, Putin ha tirato fuori le palle, e adesso se la gioca. lo so per esperienza personale, se non reagisci, anche a costo di prenderle, il prepotente continuerà a peggiorare. Lo fanno loro? Facciamolo anche noi, ma finchè loro saranno una nazione, e noi 60.000.000 di furbi che cerchiamo di inchiappettarci uno con l’altro, loro vinceranno, e GIUSTAMENTE. Chi non sa comandare ubbidisca.

stanziale
Scritto il 16 Aprile 2016 at 09:37

laforzamotrice@finanza,

Ok che dobbiamo tirare fuori le palle, ma l’unica maniera per farlo e’ uscire dall’euro, e’ questo che non hai mai scritto, finche’ si resta e’ ovvio che siamo li’ a prendere ordini, hanno la maggioranza con i loro stati satellite, arrivano al 40% in ue che parlano lingua tedesca e lavorano per loro. Ci massacrano, e tu dici che dobbiamo diventare come loro. Non e’ possibile, noi noi siamo noi e non e’ detto che siamo peggio, anzi .

silvio66
Scritto il 16 Aprile 2016 at 12:32

kry@​finanza,

Ciao Kry
ciò che conta dal punto di vista economico è la parte relativa ai pagamenti. Se possono usarla per pagare le tasse. Dovremmo farlo tutti in misura ponderata e temporanea sicuramente finché perdura la deflazione.

aorlansky60
Scritto il 18 Aprile 2016 at 08:50

@ John

“la svizzera è un paese triste” :

dipende dai punti di vista; conoscendomi ci starei benissimo; uno che mi conosce bene, una volta mi disse “tu sei più tedesco dei tedeschi… per come sei sembri uno svizzero, però uno di quelli dei cantoni tedeschi che sono i più intransigenti in assoluto.” (era un italiano che per lavoro aveva vissuto molti anni nel cantone di Basilea)
.
.
.
@ Stanziale @ La Forza motrice

Continuo a non capire perchè invece di lagnarci in continuazione non cerchiamo di diventare come loro. Mi sembra di essere il peones, il disgraziato che continua a implorare la pietà del bullo di turno, nell’assurda speranza di commuoverlo. Fanculo, finchè la Russia dopo Gorbaciov si è comportata cosi, l’avevano ridotta ad una merda, Putin ha tirato fuori le palle, e adesso se la gioca. lo so per esperienza personale, se non reagisci, anche a costo di prenderle, il prepotente continuerà a peggiorare

Ok che dobbiamo tirare fuori le palle, ma l’unica maniera per farlo e’ uscire dall’euro

non è così semplice autodeterminarsi, per un paese come l’Italia, nel contesto storico attuale; a parole e in teoria può apparire facile, in pratica è dannatamente complicato.

portate ad esempio (ForzaMotrice) la Russia, ma questa è un GIGANTE in confronto all’italia, per due soli semplici motivi, anzi tre :

1) non è parte di una coalizione, ma essa E’ la coalizione, l’ereditiera di quella che fu il paese num 1 del blocco dell’Est che per quasi 50anni influenzò la politica e l’evoluzione sociale sul pianeta Terra, con tutto quello che ne consegue, vedi sotto;

2) possiede uno degli eserciti ed apparati militari più potenti al mondo, secondo forse solo a quello USA (e insisto sul forse…)

3) la Russia è l’unico paese al mondo che all’interno del suo sterminato territorio e per meglio dire AL DI SOTTO di esso possiede ogni tipo di materia prima, dalle terre rare all’oro, minerali in abbondanza, idrocarburi, senza bisogno di andarlo a cercare altrove (per es. come stanno facendo i Cinesi in Africa da qualche anno) e soprattutto SENZA BISOGNO DI ANDARLO A COMPRARE; nel campo delle commodities energetiche, la Russia è un GIGANTE potendo vantare le riserve di gas num 1 al mondo per stime di capacità e riserva, e giacimenti di petrolio per portata secondi solo alla penisola Araba (qui John potrebbe venire in aiuto confermando o meno, quello che riporto è una stima di una soc di settore da me letta recentemente)

Per questi motivi, la Russia si ritrova ad essere uno degli Stati sovr più temibili e solidi a livello internazionale col quale ogni altro Stato sovr si ritrovi a dover fare i conti, ad iniziare dagli USA;

al confronto di essa, l’Italia è in una posizione ben più misera :

1) si ritrova attualmente ad essere parte di una coalizione in cui non è nemmeno uno dei paesi dominanti, coalizione che peraltro è a sua volta vassallo in stato di subordinanza verso l’antico dominatore del blocco ovest, gli USA

2) possiede un esercito militare appena all’altezza (forse, e sottolineo il forse); i numeri parlano chiaro, per un paese al top come gli USA che devolvono 700 miliardi di $ l’anno in spese militare ed intelligence, l’italia si ritrova alla decima posizione di questa classifica internazionale, anche dopo i Saudi Arabian (che grazie al patto con gli USA e grazie al loro petrolio, non mancano di risorse per finanziare la loro difesa)

3) non possiede alcuna fonte di ricchezza minerale significativa, oil e idrocarburi ancora meno; a differanza della Russia,
l’Italia deve comprare TUTTO QUANTO le occorre [per muovere l’industria] fuori dai suoi confini, perfino l’energia elettrica; non abbiamo voluto nemmeno le centrali nucleari(da 30anni ormai), quando tutti i paesi europei oltre l’arco alpino le posseggono, dalla Spagna, alla Francia, alla Sizzera, alla Slovenia… e oltre, UK DE NL belgio svezia (perfino rep ceca, slovacchia bulgaria e romania quest’ultime vecchio retaggio della dominazione sovietica)

Uscire dall’euro ?

temo che ci radano al suolo (USA e UE) appena ne mostriamo la minima volontà di volerlo fare. Senza bome e cannoni : ritornerebbero a fare la stessa politica di ricatto nota, per cui nel 2011 i ns tit di stato erano a 700 di spread costringendo un gov legittimamente votato democraticamente a dimettersi, per vedere insediato un governo fedele alle direttive UE…

A mio parere, l’euro (se accadrà) non potrà che sgretolarsi solo grazie a movimenti molto più condivisi di paesi europei [e relativi popoli] più forti della sola italia, e non per decisioni così unilaterali di un solo paese debole come l’italia.

Purtroppo signori, la storia non mente mai, ciò che siamo attualmente è eredità di quello che fu e di quanto accadde 75anni fà, vale a dire l’evento che più di ogni altro ha influenzato le sorti dell’umanità .

phitio
Scritto il 18 Aprile 2016 at 13:10

john_ludd@finanza,

Caro John, si nasce sempre esattamente dove e come si e’ deciso di nascere

SOSTIENI ICEBERGFINANZA
Segui IcebergFinanza su
http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/
SOSTIENI IL NOSTRO VIAGGIO
IL NOSTRO LIBRO clicca qui
ICEBERGFINANZA NEL MONDO
Articolo dal Network
Ftse Mib. L'indice sembra essersi lasciato alle spalle la volatilità della scorsa settimana che lo
Ieri è uscita la trimestrale di Amazon, tutto bello, peccato che i cinque big tech, oltre agli
DEUTSCHE TELEKOM AG ANALISI GRAFICA Volatilità Media circa il 3% su base settimanale Performanc
Oggi è l'ultimo giorno di borsa per il mese di Luglio e nel corso di questa settimana si sono con
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2019/2020 (range 15017/25483 ) [ u
Questa è una mera considerazione statistica che però volevo portare alla vostra conoscenza. Il
Tanto per non smentirsi ieri il banchiere americano ha evitato qualsiasi riferimento alla realt
Movimentazioni piuttosto eterogenee fra i sottostanti presi a riferimento. L'unica componente che da
Ci tocca essere onesti. Anche se il contesto storico è abbastanza complicato, mi aspettavo BEN poco
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2019/2020 (range 15017/25483 ) [ u
CONTATORE