AMERICA: I NOVE CAVALIERI DELL’APOCALISSE!

Scritto il alle 09:00 da icebergfinanza

Mentre economisti ed analisti si sforzano di raccontarvi che non c’è alcun pericolo di recessione in America, quelli della Federal Reserve di St.Louis suggeriscono che…

Anche il recente andamento dei rendimenti dei titoli ad alto rischio sempre richiamare il rischio di una recessione…

Thanks to Zero Hedge

Nessun segno davvero, va tutto bene lo abbiamo visto anche venerdì…

Il deficit commerciale degli Stati Uniti è cresciuto a gennaio, segno che il rallentamento dell’economia globale continua a pesare sulla crescita interna. Secondo quanto reso noto dal dipartimento del Commercio, il deficit è salito del 2,2% a 45,68 miliardi di dollari, mentre gli analisti attendevano un calo a 44 miliardi. In novembre il deficit si era attestato a 44,70 miliardi di dollari (dato rivisto al rialzo dai 43,36 miliardi della prima stima). Da segnalare che il dollaro forte e il ribasso dei prezzi del greggio hanno pesato sulle esportazioni e sul settore manifatturiero. In gennaio le esportazioni sono scese del 2,1% a 176,5 miliardi, il minimo da febbraio 2011, complice il ribasso dell’export verso Paesi come Cina e Brasile, mentre le importazioni sono calate dell’1,3% a 222,1 miliardi, il minimo da aprile 2011. (America24)

Come fai tu a raccontare che ogni volta che finisce così prima o poi arriva la recessione…

Si certo questa volta è diverso!

Thanks to Don Draper (@DonDraperClone)

A si certo l’indice S&P500 è rimbalzato … buona fortuna Ragazzi!

2 commenti Commenta
silvio66
Scritto il 8 Marzo 2016 at 14:14

Ciao Andrea,
Sono d’accordo e potrebbe partire la divergenza con l’oro.

kry
Scritto il 13 Marzo 2016 at 23:56

Probabilmente mi sono perso qualcosa ?

http://www.tradingeconomics.com/united-states/inflation-cpi

SOSTIENI ICEBERGFINANZA
Segui IcebergFinanza su
http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/
SOSTIENI IL NOSTRO VIAGGIO
IL NOSTRO LIBRO clicca qui
ICEBERGFINANZA NEL MONDO
Articolo dal Network
Mercati fortissimi e prezzi che strappano continuamente al rialzo su ogni supporto costringendo molt
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2019/2020 (range 15017/25483 ) [ u
Giornate molto particolari con continui capovolgimenti di fronte e operatori costretti a incessanti
Che la volatilità sia tornata sui mercati in modo più o meno marcato è evidente. I timori sop
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2019/2020 (range 15017/25483 ) [ u
I mercati partono con una correzione che sembra scaricare gli eccessi degli ultimi tempi. Ma pot
Ftse Mib. Dopo il tonfo con gap ribassista del 26 di novembre, l'indice è sceso verso i 25.520 punt
Nonostante la poderosa discesa che ha portato i prezzi dei principali indici azionari a ridosso di D
Analisi Tecnica Il nostrano rimane nella parte bassa del mocimento con oscillazioni all'interno d
Una certezza c’è. Ovvero che nessuno sa cosa faranno le borse. Fateci caso. Ogni anno, a dice
CONTATORE