RENZI MONTI FORNERO: GOSSIP ALL’ITALIANA!

Scritto il alle 11:30 da icebergfinanza

Alle volte fa anche bene distrarsi e occuparsi di gossip all’italiana visto che in questi ultimi tempi va di moda il trionfo del senno di poi, si quelli che si svegliano e si accorgono che in fondo ciò che hanno fatto non è stata la scelta migliore, che si poteva fare di meglio.

Sia ben chiaro non si tratta di gossip, ma in queste poche righe anche uno smemorato qualunque può comprendere in quale realtà viviamo, mai sintesi fu più efficace.

Noi per anni vi abbiamo raccontato le vicende di Deutsche Bank, quello che è realmente accaduto nel 2011, l’immensa fesseria di inserire il pareggio di bilancio in Costituzione ed aderire al Fiscal Compact etc, etc. Ora le volpi, solo ora, viste le prossime esigenze elettorali, si rivolgono ai propri polli, attraverso i giornali e le televisioni…

“Mario Monti attacca, Matteo Renzi fa muro e schiaccia. L’ex premier e senatore a vita attacca nell’aula del Senato, contestando le richieste di flessibilità del governo, “un danno all’Italia”. Il premier in carica brinda: non poteva trovare assist più forte per spiegare ciò che ha in mente il governo per cambiare la politica economica europea. Da qualche settimana, Renzi e il ministro dell’Economia Pier Carlo Padoan cercano infatti di andare oltre la ‘semplice’ richiesta sul riconoscimento di oltre 16 miliardi di flessibilità contenuti dalla legge di stabilità. Il Tesoro sta preparando un apposito documento, un piano italiano che sarà pronto la prossima settimana e verrà presentato ai partner del Pse nel vertice straordinario del 12 marzo a Parigi. Nel mirino c’è il Fiscal Compact: il sistema di regole nel segno dell’austerity votato dal Parlamento italiano e anche dal Pd nell’era Monti.Renzi e Padoan al lavoro sul documento italiano: nel mirino il Fiscal compact.”

Chissà perchè solo ora dopo che l’austerità e il Fiscal Compact hanno distrutto l’Italia, ma non era forse un problema di riforme?

L’ho scritto all’inizio, parliamo di gossip! E si, perchè proprio ieri,  hanno fatto direttrice del TG3 una certa signora Bignardi, si proprio lei, quella che brinda con nonno Monti, il cavallo di Troia della Germania…

Si proprio lui Monti lo stesso che ha definito la Grecia, il più grande successo dell’euro, il salvatore del nostro Paese. Non ci credete date un’occhiata qui sotto…

…necessità di rinunciare a qualcosa che possiamo tranquillamente chiamare un privilegio …? ha determinato una resistenza che a sua volta ha determinato una facile via d’uscita per tutti nel colpevolizzare qualcuno?

Cara Elsa aspetta solo che gli italiano ricevano la letterina arancio dall’INPS e si accorgano di quando potranno andare in pensione e poi vedrai che privilegio. Inutile ribadire per coloro che leggono solo ora che prima della riforma Fornero, il nostro sistema pensionistico, il nostro debito implicito era tra i migliori d’Europa, certificato addirittura dai tedeschi…

IMPLICIT DEBT: UN’ ITALIA DA TRIPLA A

L’ultima nota di gossip di questa giornata da leggenda è quella che arriva da Renzi…

“L’Italia metterà il veto a qualsiasi tentativo di mettere un tetto alla presenza di titoli di stato nel portafoglio delle banche europee”. Lo ha detto il premier Matteo Renzi nel suo intervento in Senato. “Lo faremo con coerenza e senza cedimenti”, ha aggiunto il presidente del Consiglio con riferimento alla situazione tra l’altro di Deutsche Bank.(…)

“Io – ha spiega il premier – faccio il tifo non solo che questa banca tedesca sia salvata ma anche che agisca per il bene dell’Europa ma invece di preoccuparsi dei titoli di Stato italiani bisogna avere la forza di dire che nella pancia di alcune banche europee c’è un eccessivo numeri di derivati e titoli tossici”.

Possibile che se ne sia accorto solo ora, dopo che hanno semidistrutto il sistema finanziario italiano e le sue banche e che dopo anni che noi lo denunciamo anche Deutsche Bank stia per avviarsi all’inesorabile resa dei conti?

Davvero prima non sapeva nulla della voragine con la banca intorno?

No dai Matteo non fare il populista, populisti siamo noi che non amiamo questa Europa piena di gas di scarico e cetrioli storti, giusto?

A si ci sono le elezioni regionali e poi il referendum… tutti sul canguro Ragazzi buona consapevolezza!

Immagine

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 10.0/10 (19 votes cast)
VN:F [1.9.20_1166]
Rating: +13 (from 13 votes)
RENZI MONTI FORNERO: GOSSIP ALL'ITALIANA!, 10.0 out of 10 based on 19 ratings
25 commenti Commenta
rnitti
Scritto il 18 febbraio 2016 at 12:07

Restando in modalita’ gossip, ma in modo ragionato, mi azzarderei a dire che non e’ affatto sicuro che Renzi mangera’ il panettone da premier, anche se dubito molto che si stia preparando un Monti2 la vendetta. Certo che, assumere toni bellicosi conrto l’europa senza il supporto dei dati di crescita (penosamente sotto gli obiettivi) e senza un solido piano politico a lungo temine (un Piano B per l’Italia fuori dall’euro) porta solo a schiantarsi contro l’euroburocrazia e a spianare la strada a primi ministri piu’ “accomodanti”.

idleproc
Scritto il 18 febbraio 2016 at 12:22

Il punto è che non esiste una alternativa politica organizzata.
Gli italiani stanno capendo ma senza l’arma politica che è un partito non possono fare nulla.
Il nodo gordiano che è stato creato lo hanno fatto bene e nel caso di una rottura della zona euro o di un una sua “riforma”, dato che a gestire la cosa saranno gli stessi la spennatura e demolizione sociale ci sarà in tutti i casi.
Non è nemmeno più un problema di informazione leale ed aderente al reale, basta ascoltare i dialoghi nei mezzi pubblici.
Ovviamente esistono confusione ed ignoranza indotta ma sul piano emotivo e sbattendo il naso sulla realtà di ogni giorno, hanno compreso e la cosa si esprime anche col non voto e col voto “punitivo”..
Senza arma politica organizzata con una strategia chiara la battaglia è persa.

aorlansky60
Scritto il 18 febbraio 2016 at 12:43

mario monti “il comunista”

che, come ha dichiarato qualche giorno fà in un intervista televisiva (Omnibus -il 15FEB2016- su La 7) :

«L’ Europa e i mercati non capiscono perché essendo l’ Italia il paese con il più alto debito pubblico e la più consistente ricchezza privata, non si possa limare un pò quest’ ultima per aggredire il debito pubblico».

aorlansky60
Scritto il 18 febbraio 2016 at 13:39

…ed essendo mario monti un vero patriota pronto a dare il proprio sostegno,

si può essere certi che lui la propria liquidità la conserva rigorosamente in Italia,
pronta in caso di bisogno ad essere decurtata da un eventuale patrimoniale all 1 o 2%,

e non al riparo in qualche paradiso fiscale stile Lussemburgo,
come [molti]altri non del suo stesso livello etico-morale usano fare.

quesalid
Scritto il 18 febbraio 2016 at 13:52

C’è qualche volontario che vuole comprare Deutsch Bank?
http://www.nakedcapitalism.com/2016/02/anyone-want-to-buy-deutsche-bank.html

d
Scritto il 18 febbraio 2016 at 14:09

Dice bene il Capitano: l’inps aveva conti da tripla A
Ora non più
Come mai?
La sapete la storiella dei contributi figurativi dell’INPDAP e della fusione di questo nell’INPS?
Qualcuno ne vuole parlare?

phitio
Scritto il 18 febbraio 2016 at 14:12

Suvvia caro capitano. AL posto di questi pagliacci, possiamo sempre metterne un altro che ci dara’ il reddito di cittadinanza, con i soldi del Signor Bonaventura

francia r
Scritto il 18 febbraio 2016 at 14:30

monti, fornero, napolitano, una bella mucchia di personaggi che hanno giocato con la nostra democrazia, facendo gli interessi di tutti fuorchè I nostri.
la tristezza è che basterebbe cambiare politicamente le cose, ripristinare un minimo di certezza nel diritto e nella giustizia, e pian piano il sistema potrebbe funzionare … si chiama democrazia e non sono poi tutti corrotti …. ma questa è l’unica cosa che è veramente vietata in questo paese dove tutti quelli che “contano” possono fare I loro sporchi affari solo se il sistema è talmente “incasinato” che nessuno si rende conto di cosa realmente succede (facendo molto gli ingenui nè ….).
la figura di monti e della fornero è veramente esemplare …. usciti da un cilindro dorato solo per sporcarsi le mani con I barboni, per fottere quanto era stato accantonato per mandarne qualcuno in pensione, ma I soldi erano per altri, per I veri amici e padroni, I quali saranno stati sicuramente molto riconoscenti e felici per il regalo …. qualche miliardo di euro in “cash” per un inutile derivato, che magari non era neanche da pagare, sono un bel regalo, anche per un ammerregano …. per noi, per gli esodati e per tantissime famiglie una tragedia concreta e immeritata … a ma certo, c’era da salvare gli interessi di chi comanda in italia, ed allora è nel bisogno che si vedono I veri Uomini ….
Che tristezza Marinai

francia r
Scritto il 18 febbraio 2016 at 14:39

Comunque è veramente singolare che ad un “incompetente” come Renzi tocchi andare a bacchettare I tedeschi dopo che per anni si sono nascosti dietro ad un ditto e grandi personaggi del bel mondo accademico italiano sono passati dalla stessa poltrona senza accorgersi di nulla … solo dei soldi che potevano rubare alla società più o meno legalmente e poi andare in pensione … renzino temo che stia andando verso una strada già percorsa da craxi e berulsca … oddio … può avere I suoi vantaggi :-) ma l’avvertimento è già arrivato … la bocconi si è schierata … lingue allenate da anni di master fremono per entrare in competizione … per trovare la maniera di scaricare colpe, costi e responsabilità sui soliti coglioni che siamo noi … che dire .. forza renzi ? … onestamente ho la nausea ….

mastrociuchino
Scritto il 18 febbraio 2016 at 15:45

https://www.youtube.com/watch?v=41ZgyJ2DMZ4

gli unici MONTI buoni sono quelli innevati…
se qualcuno ha l’indirizzo di casa è pregato di passarlo a quelli col cappuccio nero,,,

ps. grande Andrea !

idleproc
Scritto il 18 febbraio 2016 at 16:13

mastrociuchino@finanzaonline,

Già.
Stanno solo tarando la propaganda per la seconda fase dell’esproprio in corso, sul pubblico, sul privato piccolo e medio e sul sociale, inteso anche come gli ultimi degli ultimi.
Le linee guida sono un tentativo grossolano di divisione sociale tra gli italiani spacciando la cosa come equità quasi “comunista”.
Niente di nuovo.
E’ sciocco dargli una mano, aspettiamo che partano con la propaganda a pieno regime su temi che gli italiani non si bevono più.

john_ludd
Scritto il 18 febbraio 2016 at 16:19

il principino di firenze non è uno stupido ma un politico assetato di potere che fa la voce grossa perché ha consiglieri che vestono la casacca stelle e strisce. Che poi per quelli Renzi sia solo un soldatino da mandare avanti finchè dura è assai probabile, ma due cose sono certe 1) gli americani vogliono l’euro in piedi a tutti i costi in funzione geopolitica 2) avendo messo un ex goldman alla bce vedono negli atteggiamenti dei teteschidicermania una diversa visione che non gli va bene. I teteschidicermania poi non sono un corpaccione coeso, ma una accozzaglia di interessi che è sempre più difficile tenere assieme … esattamente come altrove perché come dovrebbe essere ben noto, quando le cose vanno bene i mammasan non alcun interesse a combattersi a vicenda, altrimenti no e ora è chiaramente NO…

… per uscire dall’euro ci vogliono alcuno ingredienti 1) mesi o meglio anni di tempo per riprogrammare tutti i sistemi informativi (pubblica amministrazione, banche, assicurazioni, aziende etc…) e un accordo internazionale per gestire la cosa, alla quale devono aderire usa, resto di europa, cina etc… In caso contrario, senza un sistema dei pagamenti, un paese moderno come l’Italia come fa ? E’ come quando ti incasini in una scalata difficile in alta montagna, arrivarci (a incasinarsi) è stato facile, riuscire a tornare a casa la sera è un’altra faccenda, ci vuole molta fortuna.

john_ludd
Scritto il 18 febbraio 2016 at 17:50

que­sa­lid@fi­nan­za,

le storiche famiglie aristocratiche tedesche sono alquanto stanche di essere un protettorato americano ma mica possono dirlo. La rottura traumatica dell’euro raderebbe a zero l’ordine uscito dalla seconda guerra mondiale, porterebbe al fallimento istantaneo dell’intero sistema finanziario anglo/americano costringendo l’america a nazionalizzare le proprie banche e a ritirarsi al di là dell’oceano; poi si ricomincia da capo. Un’ipotesi buona quanto le altre.

madmax
Scritto il 18 febbraio 2016 at 20:23

Rispondete alle domande:
A-sono migliori I tedeschi o gli Italiani?
B-sono piú bravi gli inglesi o gli italiani?
C-sono piu’ in gamba i Finlandesi o gli Italiani?
Scommetto che nessuno di voi ha scelto i connazionali vero?

E proprio qua sta il punto, a prescindere il 90% degli italioti al connazionale preferisce lo straniero a prescindere, per un complesso di inferiorità generazionale, noi siamo piccoli, neri e sporchi….vero? Gli stranieri biondi alti ed intelligenti.

Poi se arriva un primo ministro che si comporta NORMALMENTE ovvero difende il suo paese ecco che tutti lo attaccano, lo attaccano da Sinistra e da Desta perché lo straniero e’ sempre cool a prescindere, ma non pensano che lo straniero sia interessato solo ai fatti suoi.

La riprova, non mi stancherò mai di ripeterlo e’ il giornale rosa inglese FINANCIAL PRAVDA che mai dico, mai, si sogna di scrivere male degli UK, voi lettori, analisti, provate a trovarmi un solo articolo che parli in maniera critica degli UK….mai mica sono masochisti.

Un saluto

madmax
Scritto il 18 febbraio 2016 at 20:25

john_ludd@finanza,

Scusa J.Ludd ma quando mai gli US vogliono l’Euro in piedi? Se chiunque si è permesso di dire che avrebbe venduto il petrolio in Euro è finito impiccato???
Dai non scherziamo.

madmax
Scritto il 18 febbraio 2016 at 20:25

john_ludd@finanza,

Scusa J.Ludd ma quando mai gli US vogliono l’Euro in piedi? Se chiunque si è permesso di dire che avrebbe venduto il petrolio in Euro è finito impiccato???
Dai non scherziamo.

signor pomata
Scritto il 18 febbraio 2016 at 21:32

mad­max,

Credo che sei in errore.
La prova della mia affermazione risiede nel comportamento tenuto dagli americani ossia dal fmi nel contesto greco.
I tedeschi per quanto brutti e cattivi avevano proposto una uscita concordata magari di 5 anni per tentare di rimettere in piedi i cocci.
Guarda che era una grande opportunità per quel popolo e il popolo aveva detto che era pronto votando il referendum.
Gli americani hanno fatto pressione su trippas e costui a sputato in faccia al suo popolo e accettato compromessi peggiori di quelli della prima proposta.
Come funzioni euro dentro il sistema lo sanno tutti, è fuori che non lo hanno capito quindi quando sarà il momento metteranno di facciata il soros di turno e faranno cadere il castello di carte ma…..lo dicono loro quando.

charliebrown
Scritto il 18 febbraio 2016 at 21:49

Avrei dovuto frequentare prima Icebergfinanza, avrei forse capito cose che invece avevo appena annusato. Sono in ritardo, forse ho perso il treno.

Mi permetto però di far notare che titolare GOSSIP porta fuori strada, si tratta di una faccenda tremendamente seria, come TREMENDAMENTE SERIO mi è sempre parso il professor MONTI.

john_ludd
Scritto il 18 febbraio 2016 at 21:55

mad­max,

mi chiedo dove vivi. Eppure basta ripercorrere la crisi greca con i tedeschi che li volevano fuori e gli ammericani dentro. In piena guerra (finanziaria per ora e si spera resti così) con russi e cinesi, mantenere l’ordine nelle provincie è importante tanto quanto lo era per l’impero romano. Ne ha pure scritto in lungo e in largo il guru degli antieuro. Pare che non si voglia capire che l’Europa la guerra l’ha persa. Siamo un protettorato e famo quel che ci dicono de fare. Se gli italioti dovranno versare ancora un pacco di miliardi, beh lo faranno. Muhammar ha fatto la fine che ha fatto perchè il suo petrolio lo volevano francesi e inglesi… e noi zitti perchè la guerra l’abbiamo persa. Chiedi ai parenti di Aldo Moro se sono d’accordo. Che poi resti in piedi ancora a lungo ne dubito comunque, perchè questa non è la crisi dell’euro, quello è solo un capitolo, è una crisi globale di bilancia dei pagamenti che deriva diretto dal morente ordine emerso con Bretton Woods. Non ce la fanno più malgrado tutta la forza della propaganda di cui anche i lettori di IF sono vittime inconsapevoli. Probabilmente è la paura del dopo, sai com’è catartico “usciamo dall’euro e dalla nato”. Ma certo.

stanziale
Scritto il 19 febbraio 2016 at 07:32

Articol sul sussidiario, piu’ o meno le stesse cose di questo post http://www.ilsussidiario.net/News/Politica/2016/2/19/TUTTI-CONTRO-RENZI-E-per-Matteo-e-pronta-una-buccia-di-banana/680903/ Monti minaccia il pres. del consiglio italiano.

aorlansky60
Scritto il 19 febbraio 2016 at 08:36

Leggendo alcuni degli ultimi Vs interventi, qui,

apparentemente si potrebbe pensare che un Europa disunita -come quella ancora regolamentata pre moneta unica & pre trattato di maastricht- farebbe certo più comodo ai potenti della Terra (per tutta una serie di motivi), a parte che anche un europa così unita [come lo è ora in teoria] nella realtà dei fatti si dimostra altrettanto disunita o forse peggio di quella degli anni 80 (se messa alla prova come stà accadendo attualmente dalle conseguenze di quel focolaio irrisolto in Siria; un semplice focolaio solo se visto in se, ma molto più importante se visto strategicamente per le conseguenze che stà emettendo a nord-est-ovest-sud di esso)

comunque non ci si può dimenticare che gli eventi attuali sono figli di eventi significativi di molti decenni orsono :

in questo nell’analisi dò ragione a JohnLudd quando dice che l’europa è una sorta di protettorato yankee e nulla di più,

e all’interno di questo protettorato,

l’UK è l’amante (di zio sam), la Francia la dama di compagnia della prima, la Germania è il paggetto, l’Italia è la serva [andare a chiedere per questo non solo alla fam. Moro ma anche alla fam. Mattei]

chiari i rapporti ?

risentiamo ancora della eredità della fine della II WW quando l’europa venne spaccata in due diventando di fatto due protettorati per decisione dei nuovi potenti della Terra (Roosevelt&Truman vs Stalin), uno a ovest con padrone yankee e l’altro a est con padrone sovietico;

l’europa è molto, troppo importante per zio sam, perchè egli per primo sa bene che se avesse abbassato la guardia, l’orso russo si sarebbe già preso [e mangiato] tutta l’europa, ingigantendo così la sua influenza e il suo potenziale.

La prova migliore della costante influenza USA sull’europa e sulla decisionalità della prima sulla seconda, l’ha ricordata qualcuno di voi : nell’estate 2015 al culmine della crisi greca(tutt’altro che risolta anche se nessuno ora ne parla più) quando la germania voleva la grecia fuori dall’eurozona, gli USA hanno fatto enorme pressione in senso opposto ed hanno di fatto posto il veto.

Se non è prova di POTERE questo…

first em
Scritto il 19 febbraio 2016 at 13:51

«L’ Europa e i mercati non capiscono perché essendo l’ Italia il paese con il più alto debito pubblico e la più consistente ricchezza privata, non si possa limare un pò quest’ ultima per aggredire il debito pubblico»
Quando leggo le cose di Monti la mia prima reazione è quella di dire: “No, non può essere che non si renda conto di quanto concentrato di cinismo ci sia in quello che dice! Come fa a non capire che rischia tanto per certe affermazioni?”
Poi, noto che le esternazioni si susseguono e non succede niente, mi guardo intorno e vedo la “qualità” dei personaggi che occupano i posti che contano e capisco che siamo veramente messi male, ci stanno fregando, ci hanno fregati; possibile che non riusciamo a capire che il giochetto è semplice; si basa sul noto da millenni “divide et impera”, rafforzato da qualche bel suppostone di narcismo inebetente e personalistico, et voilà le jeux sont faits, eccoti, la fantomatica società 2.0: qualche miliardo di superman impegnati (finchè c’è qualcosa da mettere soto i denti) nel cazzeggio e dileggio quotidiani…

veleno50
Scritto il 20 febbraio 2016 at 23:12

Due paroline da parte del pifferaio al famoso governo dei tecnici.ci avete regalato gli esodati della legge Fornero,il fiscal compact,le tasse sulla case la vicenda Marò,il bail-indelle banche senza aver fatto come altrove la bad bank.Adesso vorrebbe spiegarci come risolvere i problemi che loro stessi hanno creato.buona notte popolo

SOSTIENI ICEBERGFINANZA
Segui IcebergFinanza su
http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/
SOSTIENI IL NOSTRO VIAGGIO
IL NOSTRO LIBRO clicca qui
CONSULENZA ECONOMICO FINANZIARIA
Articolo dal Network
Non so come dirvelo ma Robert è un fumettista davvero fantastico, spettacolare, ha il talento d
Ftse Mib: l'indice italiano supera i 20.500 punti e rimette nel mirino i 21.000 punti. Importante sa
Per certi versi ce lo potevamo aspettare. Ma dal punto di vista logico ed etico, il mondo bancar
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) [ u
L’indice Citigroup Economic Surprise Index ci regala un’istantanea molto forte della situazi
La premessa è inevitabile, quota zero o tassi negativi non serviranno ad evitare all'America e
I tassi negativi sono sicuramente il grande argomento di queste ultime settimane. Un assurdo che
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) [ u
Ovvio, quanto  è accaduto nelle ultime settimane ha rovinato non di poco il quadro di fondo de
Ripensando in questi giorni al clamore che ha suscitato Libra, la moneta digitale che ha present