A PROPOSITO DI DISINFORMAZIONE!

Scritto il alle 11:45 da icebergfinanza

Nel fine settimana, dopo aver ironicamente commentato su twitter gli ultimi dati provenienti dal mercato del lavoro americano…

… un economista qualunque che lavora per il Fondo monetario internazionale ha pensato ben di far saper al mondo che su internet, su certi blog prospera la disinformazione …

ImmagineCon blog che fanno solo disinformazione!

Ma certo, se tu per oltre un anno racconti la realtà dell’economia americana e i dati reali confermano le tue tesi, questa è disinformazione… ma quello dell’iceberg non era strasicuro che andava tutto a rotoli?

Dunque un economista qualunque che lavora al FMI suggerisce che Icebergfinanza fa solo disinformazione, mentre suppongo che magari il Fondo monetario internazionale è l’esempio più fulgido di informazione corretta!

Un certo Amartya Sen, premio Nobel ma non solo lui ha dichiarato che : «Non vi è dubbio che queste istituzioni siano ormai da cambiare. Per più motivi e perché rappresentano, seppure con pesi diversi, lo stesso potere. L’architettura economica mondiale va riformata in tempi brevi, con equità e giustizia. L’attuale situazione è preoccupante…

Rileggetevi con calma QUESTO PEZZO

Se si contano gli economisti a libro paga oggi e ieri del FMI OECD, delle banche centrali,   economisti e analisti che ricevono sovvenzioni e suggerimenti su cosa scrivere abbiam una significativa maggioranza del settore.

Dedicato a quelli che leggono i paper…

Senza prezzo Come la Federal Reserve ha comprato la professione economica

Priceless: How the Federal Reserve Bought the Economics

Chiudiamo qui e riprendiamo alcuni passaggi riproposti nel fine settimana su twitter giusto per far comprendere quello che significa l’informazione ufficiale, senza voler fare di tutta l’erba un fascio…

 Collegamento permanente dell'immagine integrata

Ma soprattutto quello che a noi più preme è che sino a quando nelle scuole o nelle università non sarà possibile avere un’informazione e insegnamento alternativi a questo sistema, un’approccio alternativo all’economia senza incentivi vari …

Collegamento permanente dell'immagine integrata

Come ho scritto nel capitolo finale del mio libro..

«La comprensione di ciò che avviene nella vita reale potrebbe essere compromessa dalle conoscenze che si acquisiscono sui banchi di scuola, che a volte appaiono sterili e oscurantiste» (Nassim Nicholas Taleb).

L’educazione finanziaria deve partire dalle giovani generazioni, non può ridursi a una mera trasmissione di nozioni, nozioni che spesso appaiono solo un pretesto per inculcare una visione delle cose che nulla ha a che vedere con la realtà. È importante incominciare a immaginare un rotta che guardi al di là dell’orizzonte «scientifico » dell’economia e della finanza, una «scienza» che pensa di conoscere il prezzo di tutto, ma che spesso non comprende il valore di niente. Come diceva Pascal, «il cuore ha ragioni che la ragione non conosce».

Buona consapevolezza e soprattutto finitela di leggere blog che fanno disinformazione. ;-)

Contribuisci anche tu LIBERAMENTE a tenere in vita un’isola di condivisione quotidiana nell’ oceano infinito di questa tempesta perfetta …Chiunque volesse ricevere le ultime analisi di Machiavelli può liberamente contribuire al nostro viaggio

cliccando qui sopra …

o sul banner in cima al blog o sul lato destro della pagina. Semplicemente Grazie

Immagine

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 9.9/10 (14 votes cast)
VN:F [1.9.20_1166]
Rating: +10 (from 12 votes)
A PROPOSITO DI DISINFORMAZIONE!, 9.9 out of 10 based on 14 ratings
24 commenti Commenta
kry
Scritto il 11 gennaio 2016 at 12:21

Va bene Capitano , da oggi non leggo più ICEBERGFINANZA.
A DOMANI.

phitio
Scritto il 11 gennaio 2016 at 13:08

Come gia’ affermato altrove, l’economia vera non e’ una scienza, ma un misto di empirismo e buon senso.
Tutti quelli che trafficano di matematica, al di la della mera ragioneria, in economia senza appoggiarsi sulle solide spalle della fisica, stanno solo o menando il can per l’aia, o peggio stanno cercando deliberatamente di gettarti fumo matematico negli occhi. Non basta applicare formule matematiche o fisico matematiche a casaccio, se il problema non e’ ben posto o non hai ben chiaro di cosa vuoi parlare.

C’e’ una piccola frangia di economisti che ci sta provando, a basare gli studi economici sulle fondamenta della fisica e della matematica, ma purtroppo, facendo diventare in questo modo l’economia qualcosa di piu’ attinente ad una scienza, ne depotenzia il potere di farle dire quello che vuole, se non quello che onestamente una scienza dovrebbe dirti. In pratica, fare dell’economia una vera scienza e’ POLITICAMENTE SCONVENIENTE.

Andatevi a vedere quelllo che dicono gli studiosi della cosiddetta “crescita antieconomia” per capire fino a che punto diventa esiziale per l’attuale establishment economico/politico applicare della vera scienza alla base delle modellazioni economiche.

Il resto e’ fuffa che serve solo a cercare di mascherare e rendere presentabili le solite passioni che ci danneggiano: sete di potere, egoismo, avidita’, presunzione, desiderio di prevaricazione, cose che affliggono gli economisti, in quanto uomini come tutti gli altri.

signor pomata
Scritto il 11 gennaio 2016 at 13:44

Ieri sera sono andato a vedere il film LA GRANDE SCOMMESSA O THE BIG SHORT.
Film molto amaro che tocca in maniera semplice tasti particolarmente cari a noi lettori di icebergfinanza.
Il succo che ne esce è che nonostante la consapevolezza delle malefatte subite probabilmente il sistema è fraudolento e impunito.

gnutim
Scritto il 11 gennaio 2016 at 14:29

Caro Andrea,ma non lo sai che ci sono in rete vari Troll stile Andrea Presbitero che hanno il preciso compito di buttare merda a dosso agli altri per screditare punto e basta.

Tale approccio (via Twitter) non apre un dialogo tra posizioni diverse ma serve unicamente a screditare. Purtroppo questa strategia è molto efficace perchè colpisce direttamente e non costa nulla. Inoltre mediamente le persone leggono o non si informano su quale è la fonte o dove sta la realtà.

Quindi fai benissimo a riportare queste schizzate di cacca, anche perchè da quando in qua una rondine (probabilmente oggetto di numerose rettifiche in futuro) fa primavera?

Grazie Presbiterio perchè ci aiuti a filtrare le porcate della rete

aorlansky60
Scritto il 11 gennaio 2016 at 15:28

Atto dovuto, Capitano.

Il loro, intendo.

Essendo controcorrente ai loro interessi [per la Tua scelta di volere raccontare la verità documentandola in maniera ineccepibile giorno dopo giorno] purtroppo ti devi aspettare anche questo (che alcuni di loro cerchino di svilire e screditare il tuo lavoro).

Sai cosa accadrebbe -non dico nel mondo intero, mi basta l’italia- se tutti i suoi 45 milioni di esseri adulti dovessero raggiungere improvvisamente la piena consapevolezza in materia socio/economica ???

Non lo dico, ma lo lascio [facilmente] immaginare;
proprio per questo, le opinioni controcorrente -quando sono solidamente comprovate da dati e numeri certi come sei solito usare negli articoli che realizzi- procurano fastidio, specie verso chi mente sapendo di mentire…

Ciò che nuoce maggiormente, oltretutto, e che alla fine irrita anche

-penso a Te in questo caso, al tempo e all’impegno che ci metti quotidianamente-

è che certi commenti postati sui social -come quello del personaggio in oggetto, uno dei tanti indistinti del maistream- finendo poi con l’essere letti da tanti altri utenti comuni abituati a trattare “di questo e di quello” in maniera vacua e superficiale, possa trovare terreno fertile fino al punto da diventare credibile…

…perchè il parco buoi a cui è diretta certa (dis)informazione (you know what I mean) è sempre per lo più popolato da persone [notevolmente] sciocche di basso profilo culturale, dalla conoscenza ancora più bassa, tendente a credere al primo commento del primo sprovveduto che gli passa di fronte.

dispettoso fiorentino
Scritto il 11 gennaio 2016 at 17:56

Carissimo Presbiterio , grazie di esistere e scrivere i tuoi illuminanti pezzi , così noi poveri babbei

potremo seguirti e fare esattamente l’opposto delle tue indicazioni , come del resto fanno

tutti coloro che ti hanno a libro paga ;

Longobardo
Scritto il 11 gennaio 2016 at 18:19

Intervengo poco ma ti leggo sempre. Massima fiducia in te, Capitano.

francia r
Scritto il 11 gennaio 2016 at 18:52

Mi sorprende Capitano, che perdi anche tempo a rispondere ad un simile incapace.
Quanti personaggi che siedono su poltrone alle quali non dovrebbero neanche avvicinarsi per leccarle …..
Quanti squallidi personaggi hanno accompagnato questa epocale crisi di Valori Umani senza mai contrastare il flusso di liquami che ha avvolto l’economia e la finanza di questo mondo.
Nessuno scrupolo e nessuna remora …. solo lingua e qualche tiratina ed olè il gioco è fatto … successo, importanza e tanta visibilità, basta non uscire mai dal coro.
Perchè usare il cervello?

emzag
Scritto il 11 gennaio 2016 at 19:01

L’educazione finanziaria comincia mettendo economia e una tesi all’anno di storia economica a scuola a partire dai 14 anni.
Chiedetevi due cose:

Perché a scuola si studiano materie molto belle ma non “vitali” come latino, greco, filosofia e non economia che oggi più che mai è la chiave dei fatti storici, della politica e della vita privata di ognuno?

Perché nessun movimento o partito propone esplicitamente nel proprio programma che si studi economia a scuola?

Ma la gente non scenderà mai in piazza per questo.

ramon1968
Scritto il 11 gennaio 2016 at 19:20

Non so chi ti dà tanta forza mio Capitano,io non riesco!

laforzamotrice
Scritto il 11 gennaio 2016 at 19:50

Ha ragione. Per oggi ti leggo ancora, da domani smetto. :-)

silvio66
Scritto il 11 gennaio 2016 at 19:54

Caro Andrea,
Quando si lotta si prendono dei colpi.
Se non lotti li prendi lo stesso.
Se ti vendi non li prendi più.

dorf001
Scritto il 11 gennaio 2016 at 20:22

francia r@finanza,

hei amico ti ho risposto ieri. allora te lo ricopio. e aggiungi al mio scritto pure i giornalisti servi della gleba. leggi sotto:

ciao Francia. tu scrivi :

C’e’ troppa impunita’ , troppa ingerenza degli interessi di pochi speculatori che controllano il destino di intere nazioni, comunque esse si chiamino, c’e’ disprezzo per l’economia reale e per il popolo che forma le nazioni e subisce le porcate.
Sembra di essere tornati ai primi del 900′ …. alla fine della bella epoque.

son d’accordo con te al 100%.

ma come tu ben sai, sono anni e anni che lo dico e scrivo. magari vado giù duro.

questa gente, parlo di banchieri, lobbisti, massoni di mmm……sheet, giudici , politici, vanno presi a bastonate. come minimo.

alcuni vanno impiccati senza tanti ripensamenti. questa gente qui, non ha cuore, non ha anima.
hanno fatto un patto col diavolo. guarda certi vecchiacci ignobili, tipo napolitano, kissinger, soros. hanno tutti 90 anni e sono ancora vivi.
sono tutti massoni, di alto livello, napolitano di sicuro, e non crepano mai sti schifosi. ma come fanno??

e come dici tu, i giudici in italia, sono inesistenti. dove sono? si nascondono.

perchè sono quasi tutti corrotti. vedi mai un giudice che mette in galera un banchiere?

o un politico alla napolitano? ricorda che molti giudici sono massoni. e questi e lo sai, sono infiltrati da più di 100 anni anche dentro il vaticano.

ma essendo esseri freddi, direi rettiliani, non hanno alcun minimo sentimento.

non possiamo farci governare da queste gente qui. questi portano l’umanità alla catastrofe.

ah se vuoi vedere un pezzo di quelli all’opera, vieni a verona il 22 gennaio che c’è quel pazzoide guerrafondaio di luttwak. altro bel personaggio.

uno che ammette le torture della cia, ma non gli fanno ne caldo ne freddo. appunto. dato che è un rettiliano.

che altro dire? ma gli italiani, e qui ha ragione sgarbi al 1000%, sono tutti delle capre.

non leggono, non si informano, sono semi analfabeti, ma guardano solo la tv. che considerano il loro oracolo. da li’ prendono le notizie. ed essendo capre, credono solamente a quella spazzatura immonda che viene fuori dal tubo catodico.

è questo il dramma. tu morirai, noi, la tua famiglia, grazie e per colpa di questi milioni di ignorantoni che votano pure. e dove? ma sempre al pd. una banda di somari che più somari non ce nè.

capisci dove sta il dramma? tu prendi tante batoste x colpa di un popolo che dai sondaggi, han detto che è il più ignorante d’europa. e basta??? io direi di più.

e quando vota, si spara sulle palle. che bei intelligentoni che abbiamo in italia.

come dice quello: QUO VADO.

ti saluto

dorf001
Scritto il 11 gennaio 2016 at 20:35

aorlansky60,

un piccolo consiglio a te, ma anche a tutti. un libro che ho letto tanti anni fa. e che il sig. G.Stella, nel suo libro la casta, ha ben evitato di menzionare. per forza! lavora x il corriere della serva.

La casta dei giornali. Così l’editoria italiana è stata sovvenzionata e assimilata alla casta dei politici
Autore Lopez Beppe

I costi stratosferici della politica tanto contestati e denunciati vanno di pari passo con quelli del finanziamento pubblico ai giornali: quasi 750 milioni di euro finiscono in un anno, sotto forma di contributi diretti o indiretti, nelle casse dei grandi gruppi editoriali, organi di partiti, giornali. Lo scandalo che l’autore denuncia è clamoroso non solo per la consistenza dell’esborso dalle casse dello Stato, ma anche sul piano etico e morale, perché, secondo la tesi del libro, è stato nascosto alla pubblica opinione dagli stessi giornali percettori di rendite inconfessabili e comunque “politicamente scorrette”. Con questa inchiesta alla vecchia maniera si riempie il vuoto ripercorrendo la storia ultraventicinquennale, dalla primitiva legge 416 del 5/8/81 fino a oggi.

ahh mr. stella nel suo libro ha speso solo 5 pag. a parlare di giornali.

invece questo beppe lopez ci ha scritto ben 200 pagine. come mai?

si vede che ce n’era da scrivere.

i giornalisti italiani, ma non solo, sono vomito puro. insiema a quelli della rai.

vedete che son più di 5 anni che ve lo dico??? basta leggere giornali. dovete boicottarli.

e boicottare pue i tiggi della rai e di mediaset.

BY DORF

stanziale
Scritto il 11 gennaio 2016 at 21:03

Dici che lavora al fmi? In rete c’e’ la foto, se e’ recente sembra un ragazzetto, qualificato come ricercatore ad una universita’…insomma sembra un precario….questa e’ la situazione generale….. tra la’ltro i vecchi professori universitari , quelli buoni e quelli meno buoni, sono andati/stanno andando in pensione, portandosi dietro il loro patrimonio di conoscenze che non possono essere trasmessi, perche’ non ci sono piu’ assunzioni da tempo immemorabile, le universita’ sono in via di smantellamento, come tutto il resto nella colonia italia… i risultati gia’ si vedono abbondantemente, direi…

stanziale
Scritto il 11 gennaio 2016 at 21:08

stanziale@finanza,

Ah dimenticavo, lo stato italiano troppo impegnato a salvare le banche degli altri, non caccia quasi piu’ soldi neanche per i precari, all’ universita’….sono i vecchi professori, se bravi, che si devono procurare i fondi, se sono bravi a fare ricerche, scoperte, con l’aiuto dei precari….e con questi fondi pagare appunto i precari…lo so’ perche’ ho mio nipote cosi’….ditemi voi se questa disgraziata italia puo’ continuare ad andare avanti ancora cosi’…..

silvio66
Scritto il 11 gennaio 2016 at 22:47

dorf001@finanza,

Ciao Marco,
Come spesso accade siamo in sintonia. Ad onor del vero però il libro di cui parli era allegato alla casta. Io perlomeno quando comprai il libro di Stella c era allegato quello sui giornali di cui parli te.

kry
Scritto il 11 gennaio 2016 at 23:13

Molte volte se non quasi sempre a parlar male si ottiene un risultato contrario.
1
10
100
1000 Presbitero
in modo da diventar 10000 quelli dell’iceberg.

Forza Andrea …. Mazzalai …. non Presbitero.

PG
Scritto il 12 gennaio 2016 at 00:47

Ciao carissimo e grandissimo Capitano… posso dire che questo è il segno più evidente che stai diventando (lo sei già diventato) scomodo , segno evidente che sei molto seguito e che dai fastidio. E se questo è vero, ed è vero, non dubitarne, vuol dire che hai raggiunto una popolarità pericolosa per la stampa e i media omologati. Alcune persone fanno finta di non leggere il tuo passato perchè gli fa comodo cosí ma è giunto il momento di fare noi del veliero qualcosa per te. Chi ha tempo e capacità (io mi ci metto come promotore) iniziamo da subito a ricercare chi sono questi personaggi e cosa hanno fatto e scritto… iniziamo a capire il loro gioco e a sputtanarli perchè i titoli e la sapienza se sono al soldo di qualcuno non sono nulla per la società ma anzi nocive. È bene che sappiano cosa dicono e questo personaggio patetico quando io con molte altre persone ero a Siena a contestare operazione Antonveneta di Mps dove erano? Fammeli incontrare questi scienziati che li pettino a dovere. Attendo i nick di chi si renderà disponibile a tale operazione non perchè abbiamo paura di essere criticati, anzi, ma presi per il c…. no, non lo accetto neanche da un plurilaureato bocconiano al soldo di chi sta cercando di requisire risparmi per travasarli a un sistema che ha regalato miliardi di euro ai soliti noti. E. ‘MO basta. Attendo chi sarà della partita e grazie in anticipo a tutti. Un caro saluto anche di augurio. PG

PG
Scritto il 12 gennaio 2016 at 00:53

PG:
Ciao carissimo e grandissimo Capitano… posso dire che questo è il segno più evidente che stai diventando (lo sei già diventato) scomodo , segno evidente che sei molto seguito e che dai fastidio. E se questo è vero, ed è vero, non dubitarne, vuol dire che hai raggiunto una popolarità pericolosa per la stampa e i media omologati. Alcune persone fanno finta di non leggere il tuo passato perchè gli fa comodo cosí ma è giunto il momento di fare noi del veliero qualcosa per te. Chi ha tempo e capacità (io mi ci metto come promotore) iniziamo da subito a ricercare chi sono questi personaggi e cosa hanno fatto e scritto… iniziamo a capire il loro gioco e a sputtanarli perchè i titoli e la sapienza se sono al soldo di qualcuno non sono nulla per la società ma anzi nocive. È bene che sappiano cosa dicono e questo personaggio patetico quando io con molte altre persone ero a Siena a contestare operazione Antonveneta di Mps dove erano? Fammeli incontrare questi scienziati che li pettino a dovere. Attendo i nick di chi si renderà disponibile a tale operazione non perchè abbiamo paura di essere criticati, anzi, ma presi per il c…. no, non lo accetto neanche da un plurilaureato bocconiano al soldo di chi sta cercando di requisire risparmi per travasarli a un sistema che ha regalato miliardi di euro ai soliti noti. E. ‘MO basta. Attendo chi sarà della partita e grazie in anticipo a tutti. Un caro saluto anche di augurio. PG

Ah m i son dimenticato di dire che al Mps per contestare quella operazione era il novembre 2009…capito scienziato della finanza.

stanziale
Scritto il 12 gennaio 2016 at 06:59

Interessante articolo http://www.ilsussidiario.net/News/Economia-e-Finanza/2016/1/12/GEO-FINANZA-Pelanda-Russia-e-Germania-temono-di-mettersi-contro-l-Italia/669362/
l’italia ha chiesto e ottenuto una presenza in nord stream.
Parla anche delle spie presenti in italia e di come cercano di orientarla.

madmax
Scritto il 12 gennaio 2016 at 08:51

Dai ragazzi non scherziamo, prima si nega l’evidenza ridicolizzando, poi cibai accanisce contro (direi che siamo a questo stadio) … e magari dopo “io lo avevo detto io….” non te la prendere Capitano!

Piuttosto avete notato il grande Gomblotto???? Se prendete il grafico del Dow-Jones su yahoo (scusate non ho abbonamenti tecnici o accesso a meglio) sul finale di seduta i volumi esplodono letteralmente!!! Ma roba incredibile, chi mi sa spiegare perche’ avviene? Ovvero la logica?

Grazie a tutti!!!!

francia r
Scritto il 13 gennaio 2016 at 13:06

dorf001@finanza

Ciao Egregio,
hai ragione, è difficile percepire la realtà che ci circonda senza perdere la lucidità nel pensiero e le staffe.
E’ tutto fatto ad arte per bombardarci d’informazioni inutili e portarci a spasso più o meno felicemente nella realtà virtuale che fa più comodo al “signorotto” di turno.
Il gioco è complesso ed è teso a portaci ad una specie di dissociazione dalla realtà “vera” o comunque più reale, in modo che per noi sia sempre più fastidioso rinunciare all’irreale, alla realtà suggerita piuttosto che affrontare la realtà “vera”, anzi ci predispone al fastidio verso chi recita fuori dal coro.
Il problema verso è che conviene a troppi, ovvero a tutti coloro hanno un motivo per “convincerci” a comprare un prodotto, a scegliere una linea di pensiero, a dimenticarci dei nostri diritti, a perderci in un oblio intellettuale che dura finché siamo in qualche modo interessanti, poi siamo merce di scarto e …. in fondo avariata da anni di rincoglionimento.
E’ molto simile al concetto espresso nel primo film Matrix, solo che non sono pillole e non ci sono mostruosi alieni a governarci, ma solo un continuo di nuove leve, di signorotti che bramano inserirsi nel bel mondo dove gli scrupoli sono solo per fastidiosi perdenti.

La denominazione “signorotto” è volutamente astratta ma concreta nell’essenza: indica qualcuno che può in un momento, spesso non eterno, decidere quali aspetti devono essere messi in evidenza e suggeriti al parco buoi, quali sono gli aspetti che “dai più” devono essere colti sulla realtà che deve essere condivisa.
Uscire da questo circolo vizioso è volutamente doloroso e insopportabile a livello psicologico.
La cosa fondamentale è non lasciarsi mai prendere dallo scoramento e dalla rabbia, qualsiasi sia la situazione o la prospettiva bisogna sempre ricordarsi che il nostro unico bene reale è la vita che abbiamo e la possibilità di condividerla, magari al meglio, con chi abbiamo intorno ed amiamo a vario livello, il resto è sempre stata illusione.
Mi raccomando Egregio, c’è tanta amarezza indotta intorno a noi, la nostra unica arma è la consapevolezza e dovrebbe guidarci la volontà di trovare una strada nostra che corrisponda al nostro concetto di vita migliore da condividere con gli altri.
Esattamente come accade, almeno per me, in questo blog che ho avuto la fortuna d’incrociare.

SOSTIENI ICEBERGFINANZA
Segui IcebergFinanza su
http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/
SOSTIENI IL NOSTRO VIAGGIO
IL NOSTRO LIBRO clicca qui
REVOLVERSMAPS

ICEBERGFINANZA NEL MONDO

Articolo dal Network
Stoxx Giornaliero Buongiorno a tutti, lo Stoxx prosegue la sua fase di correzione dovuta all
DJI Giornaliero Buonasera a tutti, vediamo dopo la pausa estiva che percorso ha intrapreso l
Chiusura positiva per i mercati nell'ultima seduta della settimana. Interessante vedere in ambito
Divergenza nei settori, nella sperequazione economica, nelle performance dei mercati. E il grande
Ftse Mib. L'indice si allontana da quota 19.000 punti. I prossimi supporti al ribasso si collocano
Un'immagine che vale più di mille parole, il nostro Rich è un disegnatore strepitoso, la calma
Se dovessimo guardare il mercato obbligazionario, mi verrebbe quasi da chiedermi se veramente va
Queste le movimentazioni monetarie sul mercato dei derivati. Sulle Mibo netta chiusura di posizio
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) [ u
Mercati: persiste la debolezza sui mercati internazionali. Ieri brutta chiusura per il Nasdaq 100. D