Archivi del mese: settembre 2015

Scritto il alle 10:00 da icebergfinanza

  Prima di addentrarci nell’argomento una premessa è assolutamente necessaria! Che nessuno si sogni di catologarci politicamente o in nessuna altra maniera, perchè il sottoscritto ha radici nella storia dell’immigrazione, parenti che sono immigrati in Argentina e America e conosce … Continua a leggere

Scritto il alle 07:31 da icebergfinanza

Alla fine di luglio ho scritto… “No la prossima crisi non arriverà esclusivamente da oriente, non dai paesi emergenti o dalla sola Cina, la prossima crisi troverà solo materiale esplosivo in Europa, ma l’innesco sarà sempre e solo l’America. Per … Continua a leggere

Scritto il alle 10:22 da icebergfinanza

Chi ci segue da sempre sa che la storia, l’analisi empirica hanno tracciato un rotta inequivocabile in mezzo alla nebbia di questa crisi, di questo tempo. Cina: inflazione al 2% in agosto, ‘scompare’ spettro deflazione (AGI) – Pechino, 10 set. … Continua a leggere

Scritto il alle 09:00 da icebergfinanza

E si anche loro se la stanno ridendo, ormai non ci crede più nessuno al rialzo dei tassi in America, anzi supplicano di farlo il più presto possibile, fuori il dente e fuori il dolore. Affascinante davvero! Mentre ieri gli … Continua a leggere

Scritto il alle 10:33 da icebergfinanza

Ieri mattina all’improvviso la solita esplosione proveniente da oriente… Scoppia la bilancia commerciale cinese Crollo delle importazioni in Cina di Arnaud Masset Le cifre fiacche riferite al PMI della scorsa settimana (PMI manifatturiero a 49,7 punti rispetto ai 50 di luglio) … Continua a leggere

Scritto il alle 10:00 da icebergfinanza

Ieri insieme al professor Bradford Delong in  “Storia di ammonimento sulla restrizione monetaria negli Usa” abbiamo visto come non ci sia alcuna ragione per aumentare i tassi in America oggi se non quella di dare un messaggio politico o di … Continua a leggere

Scritto il alle 11:00 da icebergfinanza

Essere o non essere assunti senza esperienza, questo è il dilemma! La sintesi dell’ultimo rapporto sull’occupazione americana è che il numero uscito è inferiore alle attese ma le precedenti revisioni sono positive per nuovi 44.000 lavori e i salari sono … Continua a leggere

Scritto il alle 08:30 da icebergfinanza

E’ tutta colpa sua, sembrano indicare i partecipanti al G20 di Ankara. Di chi? Ma della Cina ovvio C’è ancora qualcuno che non ha le idee chiare sulla probabile fine di questa crisi? Se non riuscite a comprendere la nemesi, … Continua a leggere

Scritto il alle 12:20 da icebergfinanza

Come ha scritto nel suo ultimo manoscritto Machiavelli, le banche centrali stanno preparando il defibrillatore manuale per il prossimo arresto cardiaco, il cui principio consiste nel ripristino immediato del battito dei mercati finanziari attraverso l’applicazione di una nuova scarica di … Continua a leggere

Scritto il alle 14:15 da icebergfinanza

La rabbia dell’uomo della strada verso chi rappresenta le istituzioni finanziarie dopo sei anni ormai è più che giustificabile, con il senno di poi e soprattutto dopo aver lasciato le istituzioni rappresentate è facile raccontare la verità, quella che noi … Continua a leggere

Scritto il alle 11:18 da icebergfinanza

Solo il tempo dirà se ci raccontano la verità… Un mercato del lavoro con disoccupazione in calo e dove sta diventando più difficile trovare determinate tipologie di personale ha determinato un “aumento delle pressioni sui salari” americani quest’estate. Ma un … Continua a leggere

Scritto il alle 14:13 da icebergfinanza

Ormai in questa gabbia di matti che è diventata la finanza, nessuno si meraviglia più di nulla, figurarsi se in Cina alla televisione appare un povero giornalista che si assume tutte le colpe per il crollo del mercato cinese. Cina, … Continua a leggere

SOSTIENI ICEBERGFINANZA
Segui IcebergFinanza su
http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/
SOSTIENI IL NOSTRO VIAGGIO
IL NOSTRO LIBRO clicca qui
CONSULENZA ECONOMICO FINANZIARIA
Articolo dal Network
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) [ u
Ftse Mib: dopo una breve fase laterale, il Ftse Mib ha rotto il 4 novembre in gap up il livello chi
  Le incongruenze e le stranezze sono tante, spesso tante. Sulle pagine di questo blog a
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) [ u
Qualcosa si sta muovendo sia sui derivati del COT Report ma anche sui mercati. Torna a salire l'
Nei giorni scorsi l’ex parlamentare americano Ron Paul, ha lanciato su twitter un sondaggio mo
Giovedì 14 novembre si svolgerà il webinar Trading & Investimenti UniCredit con ospite Stefan
Gli italiani continuano a caratterizzarsi per l’alta propensione al risparmio ma non avendo eccess
Guest post: Trading Room #339. Dopo aver parlato della rottura rialzista la settimana scorsa, ora
Nulla di particolare da segnalare in questo fine settimana, mercati USA chiusi per il Veterans D