CHINA … UN PO DI VOLA!

Scritto il alle 09:00 da icebergfinanza

imagePurtroppo oltre ai mercati finanziari ieri è crollata anche la connessione e scrivendo da smartphone saremo brevi!

Basta un solo dato per far comprendere cosa è accaduto ieri o meglio in quattro giorni!

image

 

Mai nella storia, neanche dopo il fallimento di Lehman Brothers o il collasso del 1987 che porto gli indici a perdere oltre il 20 % a fine seduta, un indice americano in questo caso il DJ è arrivato a perdere quasi 1000 punti in apertura.

Non stiamo parlando della Grecia ma di un indice della più importante borsa al mondo quella di New York!

Ciò che fa sorridere è quello che ho letto su AMERICA 24…

Nyse sospenderà scambi per 15 minuti se S&P 500 cederà il 7%
Il New York Stock Exchange ha detto che potrebbe sospendere le contrattazioni per 15 minuti nel caso in cui l’S&P 500 arrivi a perdere il 7%.

Nel dettaglio, se ci sarà uno scivolone a quota 1.832,92 punti prima delle 15.32 newyorchesi (le 21.32 in Italia), gli scambi verranno fermati. Lo ha spiegato Sara Rich, un portavoce del Bib Board a Bloomberg. Ci potrebbe essere un’altra sospensione se l’indice benchmark americano arriverà a cedere il 13% prima di quell’orario. Se invece il sell-off dovesse arrivare a un -20% in qualsiasi momento della seduta, gli scambi verranno fermati per il resto della giornata.

Verrebbe da dire, hanno tutto sotto controllo!

Ho letto anche che grazie ad una presunta mail di Cook ad di Apple che comunicava che le vendite in Cina stavano andando bene e Apple  recupera un MENO 13 % in un attimo pari a decine di miliardi di dollari, Ma siamo impazziti?

Non solo, ma in pieno panico due governatori della FED, Fisher e Lockhart hanno ricordato a tutti che la Fed alzerà i tassi comunque perché l’economia americana è forte e non si fanno influenzare da un po di volatilità.

Si giusto un po di vola con record storici di aperture negative e balzi del VIX indice della paura.

Fisher che Lascia la Fed di Dallas, uno che per sei anni ha urlato il rischio inflazione in ogni occasione ora viene preso come consulente da Barclays…LOL!

Per il resto fermiamoci qua, sono molto preoccupato, ora i giornali incominciano a scrivere di fine della crescita infinita, stagnazione secolare, decenni perduti e via dicendo.

La descrizione delle cause che hanno portato a questo momento, scritte ieri sui giornali, fanno sorridere!

Sai i mercati sono razionali, gli agenti economici reagiscono sempre in maniera razionale.

Ringrazio per i complimenti ricevuti per il tempismo di ” Machiavelli e l’asino d’oro” ma credetemi è stata solo fortuna, in mezzo alla nebbia di questo tempo poteva accadere in ogni momento.

Importante è continuare a studiare e analizzare la realtà e soprattutto la storia, perché spesso e volentieri la verità è figlia del tempo.

Contribuisci anche tu LIBERAMENTE a tenere in vita un’isola di condivisione quotidiana nell’oceano infinito di questa tempesta perfetta …Chiunque volesse ricevere le ultime analisi può liberamente contribuire al nostro viaggio

cliccando qui sopra …

o sul banner in cima al blog o sul lato destro della pagina. Semplicemente Grazie.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 9.9/10 (17 votes cast)
VN:F [1.9.20_1166]
Rating: +14 (from 14 votes)
CHINA ... UN PO DI VOLA!, 9.9 out of 10 based on 17 ratings
Tags:   |
21 commenti Commenta
d
Scritto il 25 agosto 2015 at 09:32

Hai ragione Andrea ad essere preoccupato: se i giornali iniziano a parlare di stagnazione secolare e di altre “situazioni” certamente ci sarà un perchè. Dal “Corriere” di questa mattina, a pagina 5 “Troppo risparmio e poche opportunità di impiego dei capitali alla base della crisi che sta travolgendo i mercati finanziari”.
Troppo risparmio? Faranno in modo di prelevarlo: quando è troppo e troppo e le storture vanno assolutamente aggiustate!

reragno
Scritto il 25 agosto 2015 at 10:19

d@finanza,

Esatto, siccome il livello di pressione fiscale è già molto basso, bisognerà intervenire sui risparmi con una bella patrimoniale che servirà ovviamente per ridurre il debito e rilanciare l’economia.
Ovvero leggasi : salvare qualche banca fallita.

capitan_harlok
Scritto il 25 agosto 2015 at 12:27

SIAMO pero anche obbiettivi che oltre a dire e riportare la cronaca dei crolli e quant’altro di borse in tutto il mondo ( terrore e sfaceli in arrivo ) si dica anche quando si sale del 5%- 6% sui mercati azionari , dando lo stesso risalto ma solo per dovere di cronaca , che poi la sottostante situazione economica scricchiola dalla’ america alla cina per non parlare dell’europa ci può stare buon giornata a tutti

phitio
Scritto il 25 agosto 2015 at 12:44

Ma scusa, Andrea, non avevi detto che doveva essere una semplice tempesta in un bicchiere d’acqua, questo caos di borse?

aorlansky60
Scritto il 25 agosto 2015 at 12:45

Troppo risparmio e poche opportunità di impiego dei capitali alla base della crisi che sta travolgendo i mercati finanziari

uh ???

“poche opportunità di impiego dei capitali” ???

– visto che citano “i mercati finanziari“(al plurale) è chiaro che non intendono solo quello Italiano, ma tutte la piazze in generale –

…ma se [coloro che hanno le idee chiare] sapevano [e sanno tutt’ora] fin troppo bene come e dove impiegarli, quei capitali, peraltro a costo zero per come le manovre economiche degli ultimi anni -a colpi di QE a ripetizione- hanno ridotto il costo del denaro facilitando enormemente tutti quelli che lo volessero prendere in prestito per farci il proprio comodo!…

dai, siamo seri. Cerchiamo almeno di dare informazioni veritiere.

Ma chi è che scrive ‘ste cose ??? il Corriere d.Sera ??? la più prestigiosa testata giornalistica italiana ???…

certo è che da parte di quest’ultima, anche quel “troppo risparmio” cela doppi sensi alquanto inquietanti (questi, a differenza della prima affermazione, indubbiamente riferito alla situazione italiana…).

silvio66
Scritto il 25 agosto 2015 at 13:07

Era evidente che avrebbero anticipato i giochi ad Agosto. Lo diciamo da mesi. Più slitta la Fed e più andiamo giù. Niente settembre torniamo inizio 2014.

icebergfinanza
Scritto il 25 agosto 2015 at 13:56

phitio@finanza,

Esatto sino ad ottobre sarà una tempesta in un bicchier ricolmo di LiQUIDITA’ poi grazie alle banche centrali il canto del cigno nel 2016…

veleno50
Scritto il 25 agosto 2015 at 16:22

phitio@finanza,

Nessuno si preoccupa più di tanto caro Phitio, ci sono tanti di quei soldi in giro che dopo stornate salutari arrivano bordate di acquisti spaventose, poi domani è un altro giorno. Per oggi corre la lepre,i titoli che ieri gettavano nel cestino oggi fanno faville. In tutti i canali economici , giornali, commentatori economici,tutti a ragionare sui titoli cinesi che erano sopravvalutati,un sacco di parole al vento,che qualcosa si può comprare oppure aspettare. Il mare adriatico ricco di pesce azzurro (borsa italiana) l’ atlantico ricchissimo di pesce azzurro con la variante tempeste (borse estere) tu dove pensi appoggi il sederino la flotta dei pescherecci di San benedetto del Tronto,ciao Phitio

capitan_harlok
Scritto il 25 agosto 2015 at 17:09

phitio@finanza:
Ma scusa, Andrea, non avevi detto che doveva essere una semplice tempesta in un bicchiere d’acqua, questo caos di borse?

DI fatti la dimostrazione che le borse europee stanno tutte per formando nell’ordine del 4-5 % a dispetto dell’altro giorno che tutti gridavano BRUCIATI 500 MILIARDI …………MA PER FAVORE oggi cosa diranno stampati e risuscitati i 500 miliardi dell’altro giorno ? che manica di buffoni

gnutim
Scritto il 25 agosto 2015 at 17:09

può darsi che sia una tempesta in un bicchier d’acqua, ma se questi movimenti hanno fatto saltare qualche hedged fund non c’è bail in che che tenga.

Ricordiamoci che i danni più gravi li creano le strutture finanziarie che implodono, il prossimo madoff è alle porte

gnutim
Scritto il 25 agosto 2015 at 17:11

in Cina ci sono 90 milioni di cinesi che stanno vendendo le loro azioni prese con un fido per non andare in rovina…….

e se una farfalla sbatte le ali a new york a pechino ……

stanziale
Scritto il 25 agosto 2015 at 19:11

aorlansky60,

Nonche’ D e Reragno. Io mi sto’ facendo questo convincimento, se non di breve, di medio periodo: stante il livello dei debiti, e la deflazione conseguente, alcuni hanno gia’ pagato: i proprietari di immobili (soprattutto da noi), i lavoratori con meno salari e disoccupazione. Ora e’ probabilmente la volta dei titoli azionari. Poi, e si parla di cali molto importanti gia’ avvenuti(l’immobiliare di sicuro del 50%), e’ chiaro che alla fine (ripeto, non so’ quando…)tocchera’ alle obbligazioni e liquidita’: sono forse piu’ belli? Ed ecco allora, forse, il senso di questi articoli dei giornali di regime, preparano il terreno ad una massiccia svalutazione: sia dei debiti che dei crediti….secondo me tutto il valore(titoli, azioni, immobili, liquidita’) si deve ridurre almeno dell’80% dalla fase iniziale, per ripartire. Mia idea personale, non letta da nessuna parte. Invece questo articolo l’ho letto, ovviamente complottista, e non posso non postarlo, le esplosioni, 4 e ravvicinatissime, sono successe davvero , pero’ https://aurorasito.wordpress.com/2015/08/24/quali-lezioni-da-trarre-dalle-esplosioni-in-texas-e-giappone/

dorf001
Scritto il 25 agosto 2015 at 20:16

stanziale@finanza,

ciao miseter. vogliamo parlare di HAARP??

questa roba aqua? il progetto HAARP …..http://www.altrainformazione.it/wp/nikola-tesla-il-piu-grande-genio-dimenticato-dalla-storia/il-progetto-haarp/

sono anni che và avanti questa cosa.

stanziale
Scritto il 25 agosto 2015 at 22:09

dorf001@finanza,

Letto…che dire, impressionante. L’articolo conclude che per ora la Cina sta a guardare…beh sembra non piu’ secondo aurorasito….comunque stanno portando avanti esperimenti molto avanzati e sconosciuti, poco ma sicuro.

signor pomata
Scritto il 25 agosto 2015 at 22:35

Se un massimo di periodo viene superato si invalida tutto il detto anticipatamente?
Non è che sia un fenomeno sulle analisi , anzi son una pippa…….chi è più ingranato se può aiutare lo ringrazio.
Domenticavo parlo del aud…

icebergfinanza
Scritto il 26 agosto 2015 at 06:39

signor pomata@finanzaonline,

Certo ma lo stesso discorso vale anche per il minimo di periodo superato al ribasso alcuni mesi fa. Ora non resta che attendere perchè si tratta di un evento esogeno, la Cina che ha mosso tutte le valute asiatiche e osservare cosa faranno le banche centrali in mezzo al panico che probabilmente non è ancora finito. Inoltre l’euro deve ancora attraversare l’incertezza elezioni Grecia, Spagna, Catalogna e Italia che verrà.
Anche il cross EUR/USD in spike ha oltrepassato la media mobile a 200 gi che poteva dare inversione del trend ma non lo ha confermato, visto che si trattava solo di chiusure temporanee delle posizioni a leva in euro.

aorlansky60
Scritto il 26 agosto 2015 at 08:34

@

ecco allora, forse, il senso di questi articoli dei giornali di regime, preparano il terreno ad una massiccia svalutazione: sia dei debiti che dei crediti…

… …

a leggere quella frase ieri “poche opportunità di impiego dei capitali alla base della crisi che sta travolgendo i mercati finanziari” non ho potuto fare a meno di strabuzzare gli occhi, specie al pensiero della fonte che l’ha sparato, dopo tutto si tratta di una testata editoriale non tra le ultime arrivate; ma il riferimento al “troppo risparmio” mi ha fatto pensare… il segnale è fin troppo evidente, in senso critico, lanciato verso il copioso RISPARMIO ITALIANO –parlo solo di liquidità mobile lasciando da parte il patrimonio immobiliare sul quale noi italiani siamo messi altrettanto bene e molto meglio di qualsiasi altro pari europeo- su cui molti, tanti, non vedrebbero l’ora di poter mettere le mani.

E i segnali, ben altri segnali più preoccupanti, ci sono già tutti :

1) la regolamentazione di bail-in che entra ufficialmente a regime dal 01 GEN 2016

2) le parole più volte enunciate negli ultimi anni (a partire dal caso CIPRO dove “il precedente” è stato messo all’opera per la prima volta) da parte di Weidmann Schauble Lagarde -personaggi non ordinari- circa “la soluzione ideale da mettere in atto nell’immediato, per uno Stato sovrano membro UE il cui debito pubbl và fuori controllo, secondo i canoni stabiliti da LORO stessi.”

(è altresì curiosa la tempistica con la quale il gov italiano ha votato lo stravolgimento della governance degli istituti bancari “popolari” nazionali, in linea con la tempistica della regolamentazione di bail-in a livello EU… qualcosa mi fa pensare che oltre a cifre e bilanci uffli di quegli istituti [senza dimenticare i “bad credit loans” in essere…], il gov e Bankitalia siano al corrente di dati più critici, nel senso che qualche istituto popolare senza far nomi è messo davvero male, anche più di quello che appare ufficialmente, e non vedono l’ora di integrarlo verso una fusione con un partner più solido…)

Tornando ai due punti precedenti, in pratica è davvero peggiorato il rischio potenziale per il privato : quando eravamo sovrani della ns divisa, lo Stato e BankItalia potevano garantire per qualsiasi caso di TROUBLE in qualsiasi momento si dovesse presentare; ora che le redini sono state prese in mano dalla BCE e da un board che non è stato votato democraticamente (ma semplicemente eletto AI LORO LIVELLI), le conseguenze sono queste.

Ma devono stare attenti a non esagerare, la storia insegna che una MOLTITUDINE di GENTE si arrabbia davvero, tanto da diventare un pericolo INCONTROLLABILE per qualsiasi garante dell’ordine pubblico, in pochi casi :

1) gli togli completamente il pane di bocca

2) gli vai a toccare, compromettendolo, quello che serve per acquistare il pane da mettere in bocca.

aorlansky60
Scritto il 26 agosto 2015 at 08:57

una domanda rivolta a tutti (i più esperti qui, in particolare al Capitano Andrea ) più che altro una curiosità :

vedo che tutte le piazze mondiali hanno corretto dalle pesanti perdite del giorno prima (24 ndr), quelle EU in pieno recupero, quelle asiatiche quasi altrettanto, Tokyo ha appena chiusa a +3,2% e la Cina è al momento a +1,7%…

l’unica tra le più importanti a non avere corretto è proprio la PIU’ IMPORTANTE, WS che ieri ha chiuso ancora in negativo, -1,3%

secondo voi c’è una ragione precisa, tecnica o che altro, che riesce a spiegare questo ??

aorlansky60
Scritto il 26 agosto 2015 at 09:34

…mi correggo : evidentemente in Cina devono essere in preda alla sbornia più totale (= perdita completa di ogni riferimento logico razionale) :-( se nella distanza di tempo da cui ho scritto il mio ultimo post, sono riusciti ad andare da +1,7% a -1,27% riferito al SCI, come stò leggendo ora in questo momento… boh…)

signor pomata
Scritto il 26 agosto 2015 at 21:33

stanziale@finanza,

grazie seguirò gli eventi.
Da quello che credo di aver capito se supera 1,60 in maniera decisa si deve guardare al 61 di fibo, se rompe quello………so cazzi

capitan_harlok
Scritto il 26 agosto 2015 at 23:57

Inoltre l’euro deve ancora attraversare l’incertezza elezioni Grecia, Spagna, Catalogna e Italia che verrà.
Scusate ANDREA gli eventi ? ma de che quali eventi l’unica occasione è stata bruciata dalla Grecia presa a calci nel culo e randellata a dovere per più generazioni , e questi signori si fanno scrupolo per un italietta imbabbochiata e manipolata come vogliono o di una spagna che è cugina dell’italia dopo aver visto come sono stati trattai i greci ” ucciderne uno che sia d’esempio a tutti gli altri ” non ce nessun EVENTO CRITICO è TUTTA FUFFA SECONDO ME

SOSTIENI ICEBERGFINANZA
Segui IcebergFinanza su
http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/
SOSTIENI IL NOSTRO VIAGGIO
IL NOSTRO LIBRO clicca qui
REVOLVERSMAPS

ICEBERGFINANZA NEL MONDO

Articolo dal Network
Il cross Eur Usd si dimostra molto interessante in questa fase di mercato Nel video TRENDS del We
Le movimentazioni monetarie degli ultimi due giorni di borsa mostrano l'indice Ftsemib in netta cont
Analisi Tecnica Perdiamo il canale rialzista e con long black anche i 19300... La doji di indecisi
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) [ u
I dati macro di venerdi hanno dato un po' di positività in più ma attenzione, in ambito intermar
Iniziamo con una bella notizia, nuovi minimi sul rendimento trentennale dei nostri tesorucci
Ftse Mib. Dopo la rottura della ex trend line rialzista che ha accompagnato i corsi da metà febbra
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) [ u
Alla fine anche lo SP500 ce l’ha fatta, è tornato alle quotazioni a cui si trovava a metà fe
Avrete avuto modo ieri di vedere il post sulle aspettative di crescita economica redatte dal Con