AMERICA: LUMACHINA PHILADELPHIA

Scritto il alle 15:00 da icebergfinanza

Una lumachina, la sintesi dell’ultimo report Manufacturing Business Outlook Survey del distretto di Philadelphia il secondo distretto manifatturiero d’America, una ripresa lenta ovunque altro che grande rimbalzo..

Immagine.jpg2

Giù, ordini, produzione, consumi e occupazione ovunque a parte i soliti dati ufficiali adatti alla media dei polli di Trilussa che lavorano in borsa. La sintesi è che…

Immagine

Ma no dai dove lentina dove è pur sempre rimbalzata sta facendo DUE VIRGOLA Andrea, non esagerare, ma la sintesi è sempre 1,1 % nel primo semestre!

Di revisione in revisione verso la recessione. Il nostro amico Lance vi aiuterà a fare una sintesi perfetta…STA Wealth Management

As I stated then:

“While the pickup in retail sales was certainly welcome, singular data points, particularly following several months particularly weak data, rarely point to a return of a more sustainable trend. This is particularly the case given that retail sales are currently near levels that have normally denoted very weak, or recessionary, economic environments.”

Notwithstanding that both April and May retail sales gains were revised substantially lower, the recent report on June retail sales confirmed ongoing weakness. As reported by Econoday:

“The second-quarter suddenly doesn’t look very strong as retail sales for June, showing broad weakness, came in way below expectations, at minus 0.3 percent. Motor vehicles were part of the reason, excluding which sales came in at only minus 0.1 percent. But excluding both autos and gasoline, core sales fell 0.2 percent.”

 by Lance Roberts via STA Wealth Management,

NFIB-Sales-Expectations-071515

Leggete qui e fatevi una risata… EBay: utili trimestrali -88% ma sopra stime. Capito MENO OTTANTOTTO ma però sopra le stime un pò come accadrà ovunque nei prossimi trimestri in America, dove pubblichi un bilancio, quello di Hertz, per anni gonfiando i profitti di oltre 100 milioni e poi scopri che erano semplici errori contabili e voli in borsa LOL, la fiducia nella finanza è simile ad un pollo arrosto che gira e rigira all’infinito.

Contribuisci anche tu LIBERAMENTE a tenere in vita un’isola di condivisione quotidiana nell’oceano infinito di questa tempesta perfetta …Chiunque volesse ricevere le ultime analisi può liberamente contribuire al nostro viaggio

cliccando qui sopra …

o sul banner in cima al blog o sul lato destro della pagina. Semplicemente Grazie.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 9.3/10 (12 votes cast)
VN:F [1.9.20_1166]
Rating: +7 (from 11 votes)
AMERICA: LUMACHINA PHILADELPHIA, 9.3 out of 10 based on 12 ratings
Tags:   |
7 commenti Commenta
reragno
Scritto il 17 luglio 2015 at 16:31

A qualcuno rimarrà in mano l’osso! Indovinate a chi?

kry
Scritto il 17 luglio 2015 at 18:00

reragno@finanzaonline,

A Kaoly ?

silvio66
Scritto il 17 luglio 2015 at 19:53

Aggiungiamo anche gli indici ai massimi assoluti. Fa senso vedere il nazdaq nei pressi di 5200. Se saliranno ancora ed in agosto uscisse la “grande balla” potremo dare il via alla festa…se mio nonno avesse le ruote sarebbe una cariola…speriamo bene e godiamoci il momento ricordando che a nuovi massimi la prudenza consiglia di consolidare visto che cercare i bottom e’ molto pericoloso e quasi impossibile. Quasi in quanto ricordo quel 1,387/1,397 previsto dal Capitano he he he..Buona serata a tutte/i

kry
Scritto il 19 luglio 2015 at 01:55

Quanto di questa ripresa da lumachina è supportata dal balzo dei debiti studenteschi ?

aorlansky60
Scritto il 20 luglio 2015 at 10:20

a leggere questo :

http://www.ilsole24ore.com/art/mondo/2015-07-19/il-debito-mondo-sfiora-200mila-miliardi-081141.shtml?uuid=ACoRd8T

ci viene ricordato periodicamente di quanto il mondo intero alleggi su una autentica POLVERIERA.

Quando si legge che le due economie mondiali -trainanti tutte le altre a seguire- sono messe numericamente così :

“La Cina da sola poggia su . E gli Usa sono indebitati complessivamente tra debito pubblico e privato per 2,7 volte il Pil che ogni anno viene generato. ”

per chi vuole “vedere” (esclusi gli illusi e i polli che credono ciecamente alle politiche economiche espansive) si ha una percezione del rischio sistemico che stiamo correndo e che inevitabilmente, prima o poi, chiederà “il conto”.

ancora : “Dal 2007 il debito globale mondiale è cresciuto di altri 57mila miliardi di dollari facendo salire il rapporto tra debito e Pil (sempre a livello globale) di 17 punti percentuali. A fine 2014, sette dopo la più grave crisi dal Dopoguerra, , quasi tre volte il valore del Pil globale.

secondo gli analisti di McKinsey, la Cina ha imbastito la sua veloce crescita economica sulla leva finanziaria , ha visto quadruplicato il suo debito negli ultimi sette anni. Metà di tutti i prestiti sono finiti a finanziare il boom immobiliare di Pechino, inondato a piene mani da un sistema bancario ombra (broker e intermediari di ogni natura, che non sottostanno alla vigilanza della Banca centrale) che è cresciuto dal 2007 del 36% all’anno in volume. La tendenza a farsi finanziare a piene mani riguarda tutti i comparti. ; anche le imprese hanno visto prestiti salire del 5,9% annuo con un volume di crediti a 56mila miliardi, poco meno dell’intero Pil mondiale. E i governi non sono stati certo a guardare. Il salvataggio delle banche e le politiche fiscali espansive hanno visto il debito pubblico salire nel mondo a 58mila miliardi (+9,3% annuo dal 2007).

Il sunto della causa e del “perchè” si è giunti a questo :

A spingere le economie mondiali ad aumentare la leva finanziaria sono state proprie le politiche monetarie ultra-espansive e i tassi tendenti a zero con cui le Banche centrali hanno evitato il crash finanziario del sistema bancario mondiale. Una cura di iniezioni massive di liquidità che hanno sorretto il mondo sul ciglio del burrone tra il 2008 e il 2009, ma che hanno prodotto come effetto collaterale a spingere famiglie, imprese e Governi a indebitarsi sempre più. Il costo dei soldi a prestito è talmente infimo che

…non mi resta che concludere : tanti tanti auguri… :mrgreen:

kry

Adesso ho capito, la ripresa lumachina e sostenuta dal nasdaq. A novembre col freddo le lumache vanno in letargo.

kry
Scritto il 23 luglio 2015 at 16:07

Visto come siamo sempre solidali …. quasi quasi perchè non andare a festeggiare gli ultimi dati … al MEC … http://www.finanza.com/Finanza/Dati_Bilancio_Mondo/Nord_America/notizia/McDonald_s_profitti_calano_nel_II_trimestre_deludono_vendi-442065 dai facciamo i grandi.

SOSTIENI ICEBERGFINANZA
Segui IcebergFinanza su
http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/
SOSTIENI IL NOSTRO VIAGGIO
IL NOSTRO LIBRO clicca qui
CONSULENZA ECONOMICO FINANZIARIA
Articolo dal Network
Ftse Mib: l’indice italiano ha superato la soglia psicologica dei 25.000 punti e mette nel mirino
Non credo sia il caso di tornare sul perché i tassi di interesse si trovano in queste assurde p
Forse Voi ve lo siete perso, forse a Voi interessa poco o nulla, ma la figura dello psicopatico
Mercati sempre molto forti, niente e nessuno sembra poter interrompere o rallentare questa corsa. A
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) [ u
Tutto non va, tutto non quadra. Eppure le borse continuano a salire. Ma come diavolo è possibil
Se c'è qualcosa che in questi ultimi anni è in correlazione con il valore di Bitcoin è il num
Ftse Mib: l'indice italiano prosegue al rialzo e mette nel mirino i 25.500 punti. Ricordiamo che da
Non davvero preoccupato, non ve lo nascondo, sono ore che sto aspettando che Donald Trump si met
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) [ u