GRECIA: BANK RUN!

Scritto il alle 09:00 da icebergfinanza

Immagine

Forse a qualcuno sembrerà eccessiva questa copertura sulla situazione greca, ma in un Paese dove si fanno le riforme costituzionali con metà Parlamento mentre metà italia si beve Sanremo, non se ne accorge nessuno, tranne quando all’improvviso i media italiani…

 Tsipras sull’orlo della rottura si ammorbidisce  Tsipras ci ripensa  Tsipras alla fine cede

 Tsipras cede: chiederà all’ Ue l’ estensione

Cede, si ammorbidisce, ci ripensa, come, dove quando…

Figurarsi se dopo tutto quello che ha dichiarato, Tsipras, fa marcia indietro, sarebbe un uomo politicamente finito ancora prima di iniziare!

“Non firmeremo il proseguimento del piano di aiuti neppure con una pistola alla tempia. La nostra democrazia non può essere minacciata”… “Il piano ‘A’ è che ci sia un accordo a 19 e questo è il solo piano sul tavolo, non esiste un piano B” … e via dicendo!

Stanno tutti e due correndo fianco a fianco come nel film ” Gioventù euro bruciata” sia a quando all’improvviso prima di precipitare insieme nel burrone qualcuno dovrà sterzare per primo a meno che…

La Grecia sarebbe intenzionata a chiedere oggi un’estensione di 6 mesi dell’accordo sul prestito, dicono loro, le solite fonti male informate, peccato che richiedere una proroga del prestito non è la stessa cosa che accettare una proroga dei finanziamenti condizionata a misure di politica economica capestro, come il rispetto dell’avanzo primario o macelleria sociale varia.

Non è cambiato nulla e non cambierà nulla anche perchè, mentre in Italia qualche mente malata ha pensato bene di mettere una tassa sui versamenti in contanti sopra i 200 euro, in Europa dalle parti della BCE si suggerisce neanche tanto velatamente i controllo dei capitali per la Grecia.

Le banche greche stanno bruciando la liquidità di emergenza della Bce e hanno bisogno urgentemente di nuovi fondi. Lo confermano i dati pubblicati oggi dalla Banca centrale europea: la settimana scorsa le banche greche hanno aumentato infatti di 51,7 miliardi l’uso dei fondi d’emergenza messi a disposizione dalla Bce tramite l’Emergency Liquidity Assistance (ELA), dopo i 5,85 miliardi delle due settimane precedenti. Giovedì scorso la Bce ha aumentato a 65 miliardi le disponibilità totali. In totale dunque gli istituti ellenici hanno già usato circa 57,5 miliardi e dunque gliene restano 7,5 miliardi. (…) Per interrompere l’Ela serve una maggioranza di due terzi in Consiglio. L’attesa è che la Bce non decida di sospendere l’Ela, cosa che scatenerebbe una ulteriore fuga dai depositi tale da compromettere la solvibilità del sistema finanziario ellenico. Secondo fonti citate dall’agenzia Bloomberg, le banche greche stanno facendo pressione sul governatore della banca centrale, Yannis Stournaras, perché chieda alla riunione di domani un innalzamento del tetto di fondi disponibili nel quadro dell’Ela. Allarme banche: fondi Bce stanno finendo

Oggi vedremo cosa deciderà la BCE, da che parte stare.

Se venerdì non si raggiungerà l’accordo a Bruxelles tra governo greco e eurogruppo la Bce non potrà che chiudere i rubinetti del finanziamento di emergenza (Ela) che oggi tiene in piedi le banche greche con una riserva di 65 miliardi di euro, dopo che sono stati bloccati i bond greci come collaterali da portare a Francoforte. (Sole24Ore)

Per chi vuole contribuire liberamente al nostro viaggio cliccando qui sopra è in arrivo l’analisi “Machiavelli 2015: esplosione deflattiva!” orizzonti e visioni per il 2015 e “Machiavelli 2015… la virtù e la fortuna.” Il Tuo sostegno è fondamentale per il nostro lavoro…

Contribuisci anche tu LIBERAMENTE a tenere in vita un’isola di condivisione quotidiana nell’oceano infinito di questa tempesta perfetta …

Chiunque volesse ricevere le ultime analisi può liberamente contribuire al nostro viaggio … cliccando qui sopra o sul banner in cima al blog o sul lato destro della pagina. Semplicemente Grazie.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 9.6/10 (21 votes cast)
VN:F [1.9.20_1166]
Rating: +16 (from 18 votes)
GRECIA: BANK RUN!, 9.6 out of 10 based on 21 ratings
Tags:   |
63 commenti Commenta
stanziale
Scritto il 18 febbraio 2015 at 10:01

Se ho capito bene, e nel caso qualcuno gentilmente rettifichi, la grecia sta’ beatamente usufruendo di ulteriore liquidita’, perche’ alla bce non sanno cosa fare, ed i greci individualmente stanno prelevando in banca come forsennati (ANCHE per convertire con roba buona, tipo oro, o comunque valuta come dollari…). Se e’ cosi’, e non l’ha ancora notato nessuno, TSIPRIAS HA TUTTO L’INTERESSE A GUADAGNARE TEMPO…Quindi il conto per l’italia, che era di 60 miliardi, sale…ma benone…..mi sa’ che i greci falliranno ma non del tutto a pancia vuota, e ripartiranno senza debiti……al contrario dei codardi (Italia) che si beccheranno tutto il danno….ma e’ giusto cosi’ , ma che ci frega, noi abbiamo i piddini che ci tutelano a bestia….sono solo curioso di vedere quantificato il danno greco, sara’ da ridere(e piangere)…

aorlansky60
Scritto il 18 febbraio 2015 at 10:09

Tratto da articolo odierno di IcebergFinanza :

…mentre in Italia qualche mente malata ha pensato bene di mettere una tassa sui versamenti in contanti sopra i 200 euro…

… … … … … … … … … … … … … … … … …

da nota di Ag odierna :

https://it.finance.yahoo.com/notizie/dietrofront-sulla-tassa-sul-versamento-di-contanti-155527982.html

da notare in particolare :

«Dopo l’indiscrezione de “Il Sole 24 Ore” sull’introduzione della tassa sui versamenti di contante, il Ministero delle Finanze ha replicato con una nota in cui in sostanza si conferma la volontà di applicarla, ma contesta la dicitura “tassa sui contanti”, che non sarebbe corretta.»

… …

io spero solo che chi abbia scritto questa frase nell’art linkato si sia confuso perchè altrimenti, se testualmente pronunciata dalla fonte di provenienza e parimenti riportata, c’è da chiedersi se al Ministero delle Finanze conoscano l’uso e il significato delle parole!…

cioè : praticamente confermano che hanno allo studio una da applicare sull’uso del contante,
che però loro non definiranno “tassa”… (ma come altro, è lecito chiedersi??? :lol: )

ma poi : che razza di dietro-front è ???? :lol: …la si chiami “tassa” “gabella” “balzello” o che altro,
se alla fine decideranno di applicare un aliquota da prelevare su quanto versato in contanti???

ma scusate (chiedo direttamente al Min d.Finanze se potesse sentirmi, non a Voi qui) :

ma credete quindi davvero di avere a che fare con milioni di DEFICIENTI, eh ???

kelcri

stanziale@finanza,

Perdonate l’ignoranza perchè per molti versi mi rendo conto di non capire niente.
Ma a parere mio per i greci, se escono veramente dall’Euro, sarà l’Euro stesso la roba buona.
Altro che Dracma. Ovvio che stanno prelevando e che si tengono tutti gli euro possibili sotto il materasso se ne hanno. O almeno, io farei cosi

Poi, secondo me, se veramente succede il Grexit l’euro si rafforza. O perlomeno sarebbe naturale (nella mia logica primitiva) che lo facesse

aorlansky60
Scritto il 18 febbraio 2015 at 10:57

Visto quanto accaduto qualche anno fà a Cipro che costituisce un autentico precedente in merito, quando a un certo punto furono BLINDATI tutti i c/c e tutti gli sportelli di prelevamento bancari, PER GIORNI INTERI, non c’è molto da meravigliarsi circa il comportamento dei Greci in questi giorni… anch’io farei la stessa cosa.

…a proposito, è bene ricordare quanto fu deciso dalla “troika” nell’occasione, per ovviare al problema che investì Cipro :

su TUTTI i c/c, nella percentuale del 10% per tutte le somme eccedenti i 100.000€ di deposito…

.

esistendo “il precedente”, per casi simili che si dovessero verificare in ambito “euro” in futuro, è sottinteso che :

1) possano ripetere la stessa operazione in caso di necessità;

ma soprattutto non è affatto esclusa :

2) una “variante” in corso d’opera…

che cos’è “una variante” in corso d’opera applicata al caso in oggetto ???

molto semplice :

che quel tetto dei 100.000€ possa venire abbassato sensibilmente.

(ps: noi italiani quel “precedente” l’abbiamo già vissuto, in tempi non sospetti oltre 20anni fà; ricordate???…)

d

kelcri@finanza,

Euro sotto il materasso? guarda il codice di identificazione.
http://it.wikipedia.org/wiki/Banconote_in_euro#Codici_di_identificazione
quando le tireranno fuori dal materasso ci saranno tante belle “Y” e, conseguentemente, si prenderanno tante belle dracme per pari importo.
La stessa cosa, da noi, con le “S”, guardatevi nei portafogli… quanti bei coriandoli

stanziale
Scritto il 18 febbraio 2015 at 11:14

kelcri@finanza,

Se escono e non pagano, le perdite(per gli altri) saranno reali…se ti sembra possano (i pro euro) far finta di nulla…poi fallisce il portogallo…..poi la spagna….

kelcri
Scritto il 18 febbraio 2015 at 11:15

d@finanza,

Eh Eh

E qui viene fuori la mia ignoranza al riguardo.
Ma mi sembra comunque una cosa non fattibile. Se io avessi degli euro targati Y quindi non me li acceterebbero? E mi darebbero dracme indietro? Non credo proprio

Magari ci sono altri sistemi, ma non questo

d
Scritto il 18 febbraio 2015 at 11:18

kelcri@finanza,

Non hai capito: cosa c’entri tu? sei in Grecia o in Italia?
Poi ti sei guardato nel portafogli? Lo sai come era tre anni fa? Guarda e poi parla

stanziale
Scritto il 18 febbraio 2015 at 11:18

d@finanza,

Eh eh eh, tu sei notoriamente per la “roba” buona…buongustaio…

madmax
Scritto il 18 febbraio 2015 at 11:28

Contanti vade retro!!!
Ragazzi, capisco il nervosismo, ma qualcuno mi deve spiegare perche’ a Londra, in Germania, in Francia pure in Polonia pagare con la carta e’ normale pure per 3 Euro mentre in Italia ti guardano in cagnesco, ti dicono che il bancomat non funziona, che hanno troppe spese e preferiscono in contante!
Fate come volete ma troppo contante in giro e’ sintomo di evasione, criminalita’ e corruzione.
La tassa sui depositi non mi pare una trovata, ma soluzioni alternative? Io propongo come in Asia la lotteria degli scontrini, ogni mese una bella estrazione su tutti gli scontrini emessi con premi…vuoi vedere che la gente non lo molla il fogliettino!!!
Ragazzi mi sembrate superpessimisti di recente…guardate che la vita non e’ un indice o un cambio! Buona giornata.

will
Scritto il 18 febbraio 2015 at 11:29

d@finanza,

Io ho guardato subito nel portafogli: ho 1 pezzo da 20 “targato” S, uno da 20 “targato” X e uno da 5 “targato” V….
Come si spiega?

kelcri
Scritto il 18 febbraio 2015 at 11:36

d@finanza,

Che permaloso

kelcri
Scritto il 18 febbraio 2015 at 11:41

will@finanzaonline,

Si spiega che a differenza di quello che pensa [email protected] gli euro circolano liberamente nei vari paesi.
Ed è ovvio che noi abbiamo in tasca euro “stampati” da altri paesi. Mica alla frontiera gli euro diversamente segnalati vengono fermati

http://it.wikipedia.org/wiki/Banconote_in_euro#Codici_di_identificazione

Io ho 2 S , 1 P e 1 X

aorlansky60
Scritto il 18 febbraio 2015 at 11:47

“targato” S = Italia

“targato” X = mangia crauti

“targato” V = Spagna

Per quel poco che ne sapevo (e ne so) in merito alla faccenda, quella prima lettera del cod identificativo della banconota identifica il mandatario, cioè il paese di provenienza e relativa banca centrale; è noto infatti che presso la BCE non c’è alcuna tipografia ne che questo istituto stampa direttamente gli euro, ma delega i vari stati sottoscrittori a farlo. (qualcuno mi corregga, se ho scritto fesserie)

kelcri
Scritto il 18 febbraio 2015 at 11:54

stanziale@finanza,

“Se escono e non pagano, le perdite(per gli altri) saranno reali…se ti sembra possano (i pro euro) far finta di nulla…poi fallisce il portogallo…..poi la spagna….”

Si è vero, ma allora c’è qualcosa che mi sfugge.
4 anni fa la Grecia sembrava dover fallire e ancora un po’ venivano spostate le montagne per evitare questo. Ed infatti si è salvata.
Adesso, vince Tsipras, proclami di uscita, ecc… ecc…, ma, nessuno batte ciglio, borse in parità a parte quella di Atene, essenzialmente come se non fregasse nulla a nessuno
Secondo me perchè tutti, in particolare le banche, in questi 4 anni hanno saputo annullare il rischio greco. Per quanti riguarda i singoli altri stati non lo so, forse sarebbero effettivamente in difficoltà.
Ma non si spiegherebbe allora la relativa tranquillità dei vari Merkel, Hollande, ecc…

aorlansky60
Scritto il 18 febbraio 2015 at 11:56

Comunque tutto, l’uso di banconote (con buona pace dei nostalgici) è pratica destinata all’estinzione; il sistema vuole questo e si stà muovendo in quella direzione.

Facile capire perchè : dal suo codice in banca, e dal suo numero in avere o in dare, si riesce a controllare molto meglio tutto quanto(…) del relativo proprietario.

Adesso poi che gli “sniffers” hanno ottenuto concessione a vivisezionare non solo i depositi dei c/c, ma tutti sottolineo TUTTI i movimenti, hanno a disposizione tutta la rintracciabilità che l’uso del contante non è in grado di garantire loro.

kelcri
Scritto il 18 febbraio 2015 at 12:06

Questo è carino

https://it.eurobilltracker.com/

[email protected], divertiti ;-)

stanziale
Scritto il 18 febbraio 2015 at 12:13

kelcri@finanza,

Ah beh lo credo la tranquillita’ di Merkel, Hollande….di cui il sorrisino tra merkel e sarkozy…infatti Napolitano e Draghi avevano appena accettato di far accollare all’italia perdite ingenti delle banche francesi e tedesche…ed ORA quei nodi vengono al pettine. Tra l’altro mi sa’ che ha ragione questo articolo:
http://www.wallstreetitalia.com/article/1803127/il-ricatto-europeo-per-far-arrendere-atene-ma-la-bce-non-firmera-la-condanna-a-morte.aspx
la bce NON PUO’ togliere liquidita’ alla grecia senno’ salta il sistema….alias, la grecia puppera’ in eterno…..sarebbe da ridere, se solo pagassero al MIO posto i pro euro….dove siete, pro-euro, chi e’ che e’ cosi’ onesto da andare a pagare la mia quota alla posta?

draziz
Scritto il 18 febbraio 2015 at 12:18

Tassa sui contanti, sui versamenti oltre i 200 Euro:

siamo all’ennesima TASSA (è così e non può essere definita altrimenti) applicata a chi lavora quotidianamente con il contante, suo malgrado viene da dire, che ha il sapore incostituzionale di una discriminazione sulla base del tipo di lavoro svolto.
Se si fa un esame degli operatori economici “coinvolti” nell’uso di tale spregevole mezzo di compensazione dei diritti e doveri, che insorgono durante la cessione di merci spesso di uso quotidiano, si vede che neppure la grande distribuzione ne è esente.

Il voler nobilitare questo gesto, puramente orwelliano e demenziale, scomodando “nobili” cause di controllo del denaro sporco e richiami a quanto accade all’estero si scontra con una realtà fatta di pretese bancarie assurde per la gestione del terminale POS (provate a chiedere qual è la differenza – e cosa si paga…- tra un terminale che usa una linea telefonica normale ed uno che usa una linea ad alta velocità, forniti come standard dalle società di servizi e come fare ad evitare la coda alla cassa per pagare 10 caffè di fila con la carta), per la pretesa di commissioni di cui proprio all’estero ridono (citando le azioni di un tal Al Capone…) e sconfessano quanto attuato sinora per il controllo individuale dei cittadini liberi di questo Paese e di questa ridicola Unione Europea, di cui in entrambi i casi si vanta l’alto grado di democrazia e partecipazione alle decisioni per il bene comune.
Nella pratica, non basta più il controllo delle vostre/nostre movimentazioni di conto corrente e della tipologia delle spese effettuate (di cui bisogna dare conto puntuale), occorre anche bloccare i vostri soldi non più nelle tasche o sotto la mattonella ma SEMPRE a disposizione di questo “nuovo Soviet di Stato” in grado di servirsene per “nobili” scopi di patrimoniale o addirittura di prelievo forzoso per una tassazione straordinaria magari di ispirazione “falco BCE”…

La differenza con gli altri Paesi “avanzati”, con cui si pretende di fare il confronto, è che là i Parlamentari giudicati colpevoli per reati contrari al Codice Penale non prendono indennità pagate forzosamente dai cittadini di cui hanno tradito il voto.
I Parlamentari di altre nazioni, europee e non, percepiscono indennità mooolto inferiori a quelle dei nostri “grandi ed illuminati” lawmakers, a partire da un “semplice” Sindaco fino ad arrivare al Primo Ministro ed accoliti.

Ricordatevi che la “lotta all’evasione”, in questa nazione, si attua per continuare a fornire il denaro da girare nelle tasche del sistema politico, dei partiti e dei papponi che se ne servono, come dimostrato da alcune cronache dei mesi recenti.
Ma come? E’ un continuo stanare di evasori, recuperare importi evasi, un crescendo di successi e…
lo stato sociale sta andando sempre più in basso, con prestazioni sempre più scarse e da pagare quasi sempre e con pensioni da fame !!
Ma allora cosa ne fanno dei soldi recuperati all’evasione?

Andiamo tutti con la carta, con il Bancomat, però proprio tutti !!
Poi vi auguro di passare mezz’ora della vostra pausa pranzo in coda per pagare un panino ed una minerale, stando zitti ed ordinati in coda (come fanno all’estero !!) pensando che le pecore ed i rincoglioniti sono sempre e solo gli altri…

aorlansky60
Scritto il 18 febbraio 2015 at 12:24

@Kelcri :

“4 anni fa la Grecia sembrava dover fallire e ancora un po’ venivano spostate le montagne per evitare questo.
Ed infatti si è salvata.”

si è “salvata” ??? (dici)…

si, forse (poi ci ritorno), ma A CHE PREZZO ???

andiamolo a chiedere ai diretti interessati (i greci) rasi al suolo dalle politiche di austerity dettate dalla troika.

più che “essersi salvata la grecia”, forse sarebbe più corretto chiedersi “quanto si siano salvati alcuni istituti tedeschi e francesi direttamente implicati con essa”…

aorlansky60
Scritto il 18 febbraio 2015 at 12:47

Pare che la Corte dei Conti abbia espresso una nota uff.le sull’ipotesi di “tassa” sul contante,
nella quale si dice contraria all’applicazione della stessa, in quanto la ritiene “incostituzionale”.

madmax
Scritto il 18 febbraio 2015 at 13:17

draziz@finanza,

Draziz,
Scusa una domanda: sei contrario a tracciare i movimenti bancari ma riempi il web di tue informazioni, su FB dai le preferenze e gli amici, su Linkedin metti i tuoi partner commerciali, dai sempre l’autorizzazione a trattare i dati chissa’ dove, hai il computer pieno di cookies ma ti scaldi solo per paura di pagare le tasse?
Per quello che riguarda le code :) non regge oggi vi sono carte che le appoggi e hai fatto la transazione…2 sec e niente resto ne monetine…io le trovo comodissime.
Sulle tasse poi che piaccia o meno si pagano, sul resto, ovvero la classe politica (tutti pure i nuovi arrivati con le stelline) e quanto riceviamo dalle tasse ne possiamo parlare, ma ricordiamoci che abbiamo 2400 miliardi di debito accumulato grazie ai maghi delle svalutazioni competitive della lira che ci portarono a pagare il 15% di interesse per vari anni..
Se oggi tornassimo alla lira un bel 10% ovvero 240 miliardi di interessi annui non ve ce li toglie nessuno….a meno che non decidiamo di non pagarli. Ma questa e’ un’altra storia.

madmax
Scritto il 18 febbraio 2015 at 13:29

stanziale@finanza,

Caro Stanziale eccomi!
Vedi io credo nel concetto di Europa, sai perche’? Perche’ le persone comuni in Grecia, Italia, Spagna ma pure Francia e Germania hanno tutti gli stessi comuni problemi e che li stanno prendendo per i fondelli. Credi che forse la sovranita’ nazionale possa qualcosa contro le grandi corporations e multinazionali? Nulla se ne infischiano, prendi il caso dell’amianto dagli anni 60 vari studi medici lo davano come cancerogeno…successo qualcosa? No stessa cosa con gli OgM da anni li fanno miracolosi per la fame nel mondo ma i poveri hanno sempre piu’ fame, ovvero inutili se non a far fare soldi a chi li vende.
Credo che la comunita’ umana se fosse meno egoista avrebbe cibo e risorse per sfamare tutti ma il nostro innato egoismo ci porta ad accettare che 80-100 persone possiedano la meta’ di tutto!
Concludo con il dire che i cittadini greci non sono poi diversi da me per dover sopportare una enorme austerita’ (io pure aiuteri una famiglia di greci) ma la situazione e’ stata creata da chi rubando e corrompendo ha portato il paese in tale bancarotta ma la domanda e’ perche’ nessuno e’ andato in prigione per questo? Forse perche’ si trovavano tutti sulla lista di evasori?

aorlansky60
Scritto il 18 febbraio 2015 at 13:47

@Madmax :

ricordiamoci che abbiamo 2400 miliardi di debito accumulato grazie ai maghi delle svalutazioni competitive della lira che ci portarono a pagare il 15% di interesse per vari anni…

…pur con tutta la buona volontà dei “maghi delle svalutazioni competitive” che hai ricordato,
per fortuna la cifra esatta è leggermente inferiore ai 2400 mld che hai scritto (ultimo dato uff.le emesso da BankItalia 2135 mld coincidente con la chiusura di fine 2014) ma dai tempo al tempo, al ritmo della media di 60mld all’anno così come viaggia l’andamento progressivo del ns debito, in 4anni arriveremo anche a quel livello. Chissà se a quei giorni, lo riterranno ancora “sostenibile”???… :mrgreen:

.

Sulle tasse poi che piaccia o meno si pagano; per il resto ovvero la classe politica e quanto riceviamo dalle tasse ne possiamo parlare…

E’ giusto che si paghino; altrimenti, qualsiasi società o Stato che si possa definire tale deve sperare che i servizi da erogare cadano dal cielo come la manna, e sappiamo bene che non è così; per il ritorno che ne abbiamo nel ns paese è presto detto : “paghiamo come la Svezia per avere di ritorno servizi equivalenti a quelli della somalia“; questo mi pare fin troppo evidente ed inconfutabile. Il perchè accada questo è altrettanto noto, ormai da tempo : un meccanismo collaudato della politica italiana, unito a clientelismo tipicamente all’italiana.

madmax
Scritto il 18 febbraio 2015 at 14:24

aorlansky60,

Grazie,
I 2400 li ho tirati a naso ma non mi sono sbagliato di molto!
Concordo con le tasse da Svezia ma non tutti i servizi sono da Eritrea, in alcune regioni sono da Austria in altre molto vicine all’Eritrea ma spesso ci dimentichiamo di denunciare l’inefficenze, magari ricorrendo all’amico che ti infila in ospedale, allo zio in questura che accelera il passaporto o al conoscente che paghi per avere il dovuto…sono entrambe facce della stessa medaglia, ma il voler cambiare lo vedo solo a parole sopratutto quando dobbiamo cominciare da noi stessi!

veleno50
Scritto il 18 febbraio 2015 at 14:26

aorlansky60,

Cambiano le imposte ma non varia il gettito:Imu e Tasi nel 2014 hanno portato nelle casse dello stato circa 23,9 miliardi,un ammontare pressochè invariato rispetto a quello dell”Imu del 2012 (23,8 miliardi) Nel 2014 comunque ,è calato del 12,6 il gettito Tasi imu sull’abitazione principale (3,5 MILIARDI) a fronte di un gettito Imu 2012 di circa (4 miliardi).Secondo l’Agenzia delle entrate e il dipartimento delle finanze del tesoro,in media i proprietari della prima casa hanno pagato 204 nel 2014 contro i 227 del 2012. In Romagna 2+2 fa ancora 4.

stanziale
Scritto il 18 febbraio 2015 at 14:27

madmax,

Chi dovrebbe mandarli in prigione? Ho paura che anche la magistratura, un po’ da tutte le parti, risponda alle grandi corporation e multinazionali che hai citato. Alla famiglia del politico greco con 500 MILIONI nei depositi esteri, un eurista ovviamente, sequestreranno il patrimonio? Seee, poi quello canta! Credi che i nostri politici a favore della globalizzazione non abbino anche loro ricevuto/ricevano fondi neri dal fmi o chicchessia? Tradire il proprio paese ha un prezzo, mica e’ gratis. Io credo che lo spartiacque e’ stato il periodo della Tatcher, la politica inglese chiaramente al servizio degli interessi delle multinazionali. quella che elimino’ i sindacati, chiudendo le miniere con una spesa di 2 volte e mezzo rispetto che a mantenerle. Una vera battaglia ideologica, uno spartiacque che permise poi grazie anche alla caduta del muro, la finanziarizzazione e la globalizzazione CONTRO i popoli. Finche’ la gente non capisce bene e non si ribella….

silvio66
Scritto il 18 febbraio 2015 at 14:53

Ciao a tutte/i, vedo poco centrate due domande fondamentali: prima, come ha fatto la Grecia a mascherare i conti. Seconda, come ha fatto a farla franca. Studiare i derivati complessi americani può rispondere alla prima. Alla seconda non può rispondere nessuno in quanto non è possibile. I greci non hanno usato nessuna materia aliena che non potesse essere scoperta dagli esaminatori. Ne consegue che delle due una, o sono degli incapaci o si sono macchiati di infedeltà. Personalmente propendo per la seconda e credo obiettivamente tutti noi. Vi ricordate l’incauto acquisto? Se ad una area sosta ti veniva offerto un gioiello di grande valore per una somma modesta tu che lo compravi potevi/dovevi pensare fosse frutto di attività illecita e rifiutare, nel momento in cui accettavi diventavi passibile della tua parte di colpa precisava il giudice. Ho parlato di acquisto, figuriamoci di prestito. Anche chi ha prestato tanti soldi ad uno stato che non aveva i criteri giusti di solvibilità dovrebbe comportare una assunzione di responsabilità, ed invece no. Sapete perchè? Per il semplice motivo che chi conosce i tedeschi sa che nella loro lingua le parole debito e colpa si equivalgono. Leggo anche qua scarsa sensibilità verso queste questioni, scivolando nell’etico/sociale, mentre dovrebbero tutti dare più peso a quelle economico/legali e capire che come dicono gli amici siciliani, ” sempre i piccioli ci sono “…in un libero mercato chi ha prestato soldi a uffa si gratta da solo…già in un libero mercato…

signor pomata
Scritto il 18 febbraio 2015 at 15:03

Capitano, un solo cenno e scateneremo l” inferno.
Sul trentennale americano……….che avete capito?

d
Scritto il 18 febbraio 2015 at 15:05

madmax,

Chi crede che il contante sia sinonimo di criminalità ed evasione è, a voler essere benevoli, affetto da una notevole dose di dabbenaggine. Diciamo che il contante può essere strumento di evasione per la serie B degli evasori. La serie A davvero non ne ha bisogno, in quanto utilizza regolari bonifici avvalendosi di strutture sofisticate. C’è soltanto un piccolo problema con il contante. Se uso 100 volte un biglietto a 100 euro per pagare beni o servizi, dopo 100 passaggi l’ultimo prenditore ne ha ancora 100. Prova a fare lo stesso conteggio con 100 euro pagati con un bancomat o un POS 100 volte e poi sappimi dire. Possiamo ragionarci sopra? si tratta di una cosa importante dalla quale discendono conseguenze importanti…

d
Scritto il 18 febbraio 2015 at 15:08

kelcri@finanza,

No, non permaloso. Preoccupato, ma della non comprensione della cosa.
Tra l’altro ho omesso un dato fondamentale: guardate le sole banconote da 50 e quelle da 10 nuove.

draziz
Scritto il 18 febbraio 2015 at 15:19

madmax,

Le tue illazioni sono fuori luogo, come sono fuori luogo, anzi ispirate a principi dittatoriali, molte delle manovrine e leggine approvate in questo Paese negli ultimi anni.
Il dovere di pagare le tasse fa rima con il dovere di amministrare il Paese in modo equo ed assennato evitando gli sprechi e le ruberie che in Italia, come in certe repubblichine del centro Africa, vanno tanto di moda.
La possibilitá di analizzare il mio conto corrente, come quello di tanti italiani, non va di pari passo con l’accesso ad informazioni sugli stipendi ed i beni posseduti da tutti i funzionari pubblici e loro parenti.
Di cosa ti ergi a difensore? Dello squallore e della miseria morale che la politica in generale somministra alla gente onesta di questa nazione?
Dovrei forse essere fiero di pagare tasse e tributi per nutrire papponi che senza la politica non saprebbero neanche cosa è un mestiere? E figuriamoci dover decidere del futuro di altre persone…
Ma per l’appunto, il voto espresso viene usato a porco comodo, non si vuole l’indicazione diretta dei propri rappresentanti (solo in minima parte…) ne quella del “Garante delle Istituzioni”, il Presidente della Repubblica.
2400 miliardi di debito?
E ve ne accorgete adesso? E i politici di prima ce li abbiamo ancora tra i k…ni?
E se “ho il coraggio” di ribellarmi mi si taccia di antipolitica e di collusione con gli evasori?
Madmax, please, vai, vai…vai “Oltre la Sfera del Tuono”…

aorlansky60
Scritto il 18 febbraio 2015 at 15:34

veleno50@finanza: aorlansky60, Cambiano le imposte ma non varia il gettito:Imu e Tasi nel 2014 hanno portato nelle casse dello stato circa 23,9 miliardi,un ammontare pressochè invariato rispetto a quello dell”Imu del 2012 (23,8 miliardi) Nel 2014 comunque ,è calato del 12,6 il gettito Tasi imu sull’abitazione principale (3,5 MILIARDI) a fronte di un gettito Imu 2012 di circa (4 miliardi).Secondo l’Agenzia delle entrate e il dipartimento delle finanze del tesoro,in media i proprietari della prima casa hanno pagato 204 nel 2014 contro i 227 del 2012. In Romagna 2+2 fa ancora 4.

…e in Emilia 1+1 fa ancora 2.

Ti ringrazio della snocciolata di dati statistici nazionali di cui non so che farmi, dato che alla fine ognuno si ritrova a fare i conti e totali a casa propria, dove per me dicono di un aumento del (trenta)% per la cifra TOTALE pagata nel 2014 rispetto al 2013, sommando tutte le imposte richieste dai vari enti locali riconducibili al capitolo CASA. e non credo di essere l’unico sf…to in italia ad essere stato soggetto ad un simile aumento.

Quando il totale delle tasse sul capitolo casa che avrò versato in un anno sarà risultato inferiore al livello dell’anno precedente, allora potrò anche credere a quelle ridicole statistiche che per me lasciano il tempo che trovano.

aorlansky60
Scritto il 18 febbraio 2015 at 15:36

madmax: spesso ci dimentichiamo di denunciare l’inefficenze, magari ricorrendo all’amico che ti infila in ospedale, allo zio in questura che accelera il passaporto o al conoscente che paghi per avere il dovuto…

Infatti : si chiama un aspetto in cui l’italia primeggia da tempo.

stanziale
Scritto il 18 febbraio 2015 at 15:54

aorlansky60,

E’ normale che hai pagato di piu’, nel 2014 rispetto al 2013, infatti le tasse sono state di mld 38,38 nel 2013 (si mise di mezzo B.) e di mld 42,14 nel 2014. Nel 2012 erano state di mld 42,29. Quindi possiamo dire che Letta le aveva diminuite e Renzi le ha ri-aumentate.

aorlansky60
Scritto il 18 febbraio 2015 at 15:59

@Silvio66 :

due domande fondamentali: prima, come ha fatto la Grecia a mascherare i conti. Seconda, come ha fatto a farla franca.

cercando e leggendo quanto reso noto sull’argomento -anche se filtrato a vari livelli- pare che molti funzionari compresi naturalmente il cda e il ceo di GoldmanSachs del tempo (ante anni 2000) abbiano brindato più volte a ostriche e champagne, alla luce delle parcelle che i greci hanno pagato loro per le “consulenze”(definiamole così) fornite per rendere “digeribili” i conti del Partenone a quelli di Eurostat.

Molte male lingue si spingono perfino oltre, affermando che la Grecia non fu l’unica economia europea disastrata a beneficiare della “competenza” del settore tecnico di GoldmanSachs per riuscire a rientrare nei parametri di Maastricht…

aorlansky60
Scritto il 18 febbraio 2015 at 16:08

stanziale@finanza: aorlansky60, E’ normale che hai pagato di piu’, nel 2014 rispetto al 2013, infatti le tasse sono state di mld 38,38 nel 2013 (si mise di mezzo B.) e di mld 42,14 nel 2014. Nel 2012 erano state di mld 42,29. Quindi possiamo dire che Letta le aveva diminuite e Renzi le ha ri-aumentate.

…nel conto del 2014 rientra anche la “MINI-IMU” (di cui tutti si sono evidentemente scordati) con la quale Letta nel GEN2014 obbligò tutti gli italiani proprietari di 1ma casa ad un esborso extra… dici che renzi le ha ri-aumentate? ma come, qui c’è uno che sostiene insistentemente da tempo che “da quando si è insediato al governo -FEB2014- renzi non ha aumentato di un solo euro la pressione fiscale agli italiani…”

stanziale
Scritto il 18 febbraio 2015 at 16:35

aorlansky60,

…furbizia emiliana…pero’ e’ vero che a gennaio 2014 c’era sempre Letta quindi forse la colpa e’ a meta’…nel dubbio, gli invio una vignetta…http://media.moddb.com/images/groups/1/12/11312/941182_461718550572932_951433668_n.jpg

laverita
Scritto il 18 febbraio 2015 at 16:44

@aorlansky60
Non serve andare a 20 anni fà per la patrimoniale.
Al 31/12/2014 abbiamo lasciato allo stato il 2/1000 di ogni tipo di investimento finanziario escluso il deposito (che non è un investimento o per lo meno non rende).
L’anno scorso 1,5/1000, l’anno prima 1/1000.
Totale 5,5/1000.
Al 31/12 prossimo si prosegue e gli importi non sono da meno, anzi

aorlansky60
Scritto il 18 febbraio 2015 at 16:51

@LaVerita :

grazie per avermi rinfrescato la memoria… è assolutamente vero quello che hai appena detto… abbiamo di fatto minuscole patrimoniali mascherate, annidate qua e là nei meandri vari… poi la somma fa il totale… ricordo che recentemente qualcuno di Voi ha detto che “l’italia è il paese più bello del mondo…”, credo proprio che abbia ragione, dipende sempre da quale ottica lo esamini…

veleno50
Scritto il 18 febbraio 2015 at 17:12

laverita@finanza,

Devi pagare per mantenere 16,5 milioni di pensionati,sanità gratuita da 65 anni in su se non hai un reddito oltre i 36000 euro lordi ,siamo l’unico partito che vince sempre.
aorlansky60,
Tiri il sasso poi nascondi il braccio.Ieri eri scatenato con la tassa sul contante oggi sembri un cane morto ,parlavi di aumento dell’Imu nel 2014 un’altra cagata,smentita dal dipartimento delle finanze del tesoro. Aspetta Venerdi poi vediamo cosa esce dal consiglio dei ministri poi critichiamo a ragion veduta,o no?. Stai sereno prendi un’aspirina che ti abbassa la febbre. Ho notato che hai i pretoriani che scendono in campo a tuo sostegno complimenti.

laverita
Scritto il 18 febbraio 2015 at 17:24

@veleno50
devo solo morire!
Ho sempre pagato tutte le tasse.
Però pagare per gente che ha lavorato 15 anni versando una miseria e percepisce mediamente per altri 40 anni mi brucia parecchio.
Pensare che ho una cassa presidenziale diversa dall’inps e parte del mio irpef ingrassa INPS mi brucia ancora di più.
Sapere poi che il figlio del primo presidente della Sicilia percepisce ancora una pensione di reversibilità mi fa incazzare.

Ma potrei continuare tutta la sera.

Comunque nel 2015 la tencologia permette di calcolare quanto versato in termini di previdenza, poi calcolare quanto dovrebbe prendere il pensionato ogni anno, poi quanto ha preso e far recuperare la differenza all’INPS.
Dispiacerebbe a 16 milioni di pensionati ma farebbe la gioia di 30 milioni di lavoratori, disoccupati, esodati, cassintegrati, liberi professionisti ecc ecc ecc

laverita
Scritto il 18 febbraio 2015 at 17:24

@veleno50
previdenziale non presidenziale purtroppo.

laforzamotrice
Scritto il 18 febbraio 2015 at 18:51

silvio66@finanza,

Possibile che non vogliate capire una cosa semplice? LA GRECIA NON RESTITUIRA i prestiti, per cui noi lo piglieremo nel c… dai Greci, questo ormai è ovvio per tutti coloro che non sono cretini. MA anche loro sono nei guai, perchè hanno ancora bisogno di prestiti, di credito. Ora, non credo che lo troveranno, visti i precedenti, perchè se lo troveranno tutti li imiteremmo, almeno lo spero. E allora cosa succederà?

laforzamotrice
Scritto il 18 febbraio 2015 at 18:53

li imiteremo.

madmax
Scritto il 18 febbraio 2015 at 20:11

Tobin Tax o patrimoniale?
Uella raga, scusate ma la Tobin Tax non e’ una patrimoniale! Lo so che rode ma 1×1000 o 2×1000 vuol dire pagare 100 o 200 Euro su 100.000 dai non scherzate pero’ girano pure a me perche’ sono convinto che high frequency trading e proprietary trading e chi piu’ ne ha piu’ ne metta non pagano un centesimo!!!!
Per me vale sempre la legge dell’equita’.

madmax
Scritto il 18 febbraio 2015 at 20:22

d@finanza,

Grazie per il commento,
Non sono contro il contante a priori, ma non credo che i pusher accettino la carta di credito :) e per qualche migliaio di euro esistono “spalloni” che ti portano un’auto da Como stazione a Lugano…semza sapere cosa trasporta :)
Mi piace poi il fatto che ti fidi solo dei biglietti, ma allora metti come me in questione tutto il sistema finanziario :)
Comunque pure con il cash si possono fare degli interessanti giochetti cone quella del cliente dell’hotel (la trovi in tante salse):
Un cliente vuole una camera, arriva all’hotel paga 100 poi siccome e’ molto pignolo chiede di vedere la camera. Il garzone lo accompagna nel frattempo il padrone prende i 100 e li porta al macellaio per la carne comprata a debito. Appena presi i 100 va a pagare il benzinaio cui doveva pagare il pieno. Il benzinaio se ne va dalla sua “amica” che lo aveva sollazzato la notte prima e gli doveva ancora il compenso. La stessa appena presi i 100 va nell’hotel e salda la camera della notte prima al proprietario che si ritrova i 100 in mano. Nel frattempo il cliente pignolo non e’ contento della camera e decide di andarsene riprendendosi ovviamente i 100 che aveva pagato…ma tutti hanni chiuso i conti :)

madmax
Scritto il 18 febbraio 2015 at 20:48

Ultimatum US alla Grecia????
Pure gli US ci si mettono? Poveri Greci, come se noi ricordassimo a Portorico che e’ fallito….ma se i Greci non accettano che fanno gli mandano gli islamisti????

icebergfinanza
Scritto il 18 febbraio 2015 at 22:29

Domani vi dimostrerò come anche la notizia sugli USA è stata orchestrata dai nostri media per fare pressione sulla Grecia e sulle belle addormentate italiane. Ma francamente incomincio a perdere passione ed entusiasmo! Molti di Voi non tutti ma molti non fanno neanche il minimo sforzo per diffondere consapevolezza quasi la rassegnazione fosse l’unica opzione ! Chissà forse è davvero giunto il momento di ritirarsi e pensare ad altro… È badate bene non sono affatto stanco o sfiduciato, anzi più vedo aumentare il livello di fogna mediatica e più mi incazzo ma a guardarsi intorno ti cadono le mani e ti viene voglia di lasciar perdere in mezzo al disinteresse generale

signor pomata
Scritto il 18 febbraio 2015 at 22:57

icebergfinanza,

Capitano diciamola tutta, qua la lotta è impari.
Le persone non distinguono la differenza tra svalutazione e inflazione, qua non ci sono le basi e detto da uno che non ha mai preso un diploma o laurea è una affermazione grave, anzi gravissima.
Si potrebbe contraddirmi che proprio perche non ho studiato il mio pensiero è errato, ma allora perche se vado a riprendere la storia economica e i grandi economisti del passato i conti a me tornano mentre per gli altri 1+1 fa sempre 3???
Non è che strappandoci i capelli e litigando con ogni persona che viene in discorso potremo cambiare le cose.
Questo è stato un lungo percorso che ha portato un ceto sociale a affermarsi su miliardi di persone, cosa spregevole ma ritornando alla storia economica pensate che le teorie economiche del 1800 fossero da meno??
Pensate che il darwinismo di spencer fosse meno letale della avidità dei tecnocrati finanziari attuali??
Martellano tutto il giorno su media e giornali, hanno mezzi infiniti e possibilità di ricattare comprare o far tacere chi potrebbe intralciare il loro volere.
Basti guardare a quello che sono diventati gli economisti oggi……..gli tocca rinnegare anche quello che al mattino insegnano in classe.
Perche mai lo faranno??
Perche aspettano il premio, in denaro o in posizioni di prestigio.
Se li comprano……ai voglia noi a stare a disquisire se è meglio uscire da euro o non uscire……questi il problema non se lo sono posto prima e non se lo porranno dopo che dovranno ritrattare tutto perche vogliono gestire anche il dopo e quindi giocano su due staffe.
Il pd e forza italia sono maggioranza e opposizione….non si distingue chi è chi……..noi ci scanniamo tra destra e sinistra e non ci accorgiamo che loro, non sono ne di destra ne di sinistra……sono marionette che parlano e si muovono a comando tirando i fili……
Quello che tu fai, i tuoi sacrifici nel dimostrare la realtà dei fatti non lo devi fare per noi o per chi non ha capito ma lo devi fare per te, Una volta che hai fatto il tuo massimo devi essere a posto con la coscienza cosi come noi, fatto il nostro massimo dobbiamo sentirci sereni.
Non è pessimismo, è come dici te sano realismo ……..sono a oggi troppo forti e a oggi non è arrivato ancora il momento che possano prendere paura e frenarsi.
Arriverà come la storia insegna……ma quando non è dato sapersi.
Un saluto capitano.

signor pomata
Scritto il 18 febbraio 2015 at 23:14

Dimenticavo di dire che l” oro abbronzato è arrivato se non sbaglio a toccare le braccia del fibo come da te pronosticato. Ora potrebbe avvenire quello che nessuno di aspetta…..dico nessuno ma escudo te chiaramente.
Siamo in riva al fiume e siamo in attesa, il prezzo come pronosticato scende ma il cambio non si schioda.
Facci il cenno capitano…….magari quello di denari che se non erro è occhiolino.

d
Scritto il 18 febbraio 2015 at 23:42

icebergfinanza,

Purtroppo, Andrea, hai perfettamente ragione. D’altronde è impresa quasi impossibile quella di far breccia sulla coltre di disinformazione sistematica ed organizzata. Ormai la capacità di giudizio è ottusa. Immagino già, in caso di Grexit, gli innumerevoli servizi televisivi e giornalistici sulle miserie greche, sulla triste vita in Atene, sulla carenza di farmaci e sui bambini denutriti. Sarà stata colpa dell’uscita irresponsabile dal Paradiso dell’Euro, mentre ora invece…

d
Scritto il 19 febbraio 2015 at 07:01

madmax,

Madmax, non mi fido per nulla dei biglietti, che alla fine si riveleranno nulla di più di quello che si sono sempre dimostrati nella storia economica, ma c’è una scala valoriale.
Bisognerebbe studiare bene che cosa è un sistema a riserva frazionaria…come il nostro.
Per quanto attiene all’uso del contante, ccome ripeto, nella delinquenza c’è la serie A e la serie B, come in tutte le cose della vita. Dunque non ha alcun senso demonizzare il contante perchè è utilizzato dalla serie B della delinquenza. Cosa facciamo allora agli strumenti di pagamento utilizzati dalla serie A?
l’argomento vale per qualsiasi ritrovato dell’umanità. Eliminiamo i coltelli, dal momento che vengono talvolta utilizzati per uccidere…
Per quanto invece attiene alla gustosa storiella dei 100 euro che “girano” non provano nulla altro se non la problematicità del sistema a riserva frazionaria.
Non finirò mai di stupirmi di quanta carenza di riflessione ci sia sulla reale natura del denaro. La cosa che tutti usano, ma che nessuno sa che cosa sia….

icebergfinanza
Scritto il 19 febbraio 2015 at 07:44

È proprio quando la lotta è impari che si cambia il corso della storia!

icebergfinanza
Scritto il 19 febbraio 2015 at 07:45

d@finanza,

Il cenno l’ho fatto ieri pomeriggio in serata la Fed ha approvato !

stanziale
Scritto il 19 febbraio 2015 at 08:26

Beh io non mi arrendo e cerco sempre di diffondere consapevolezza, naturalmente secondo i miei modi di pensare. Attendo il nuovo post di Andrea che riguarda anche la grecia, ma considero questo ancora molto attuale. Oggi Bottarelli sul sussidiario, tra le altre cose, ci informa che in bce hanno aumentato la Ela alla grecia, da 65 a 68 miliardi. Tra l’altro oltre al bank run, non pagano le tasse….non ne possono piu’. In queste condizioni la grecia e’ fuori, e piu’ aspettano e piu’ il conto sale…..sara’ da ridere e piangere quando i camerieri della bce ce lo recapiteranno.

d
Scritto il 19 febbraio 2015 at 08:30

icebergfinanza,

Ho notato Capitano, ho notato…
Sempre sulla palla…
Tra l’altro sei stato e penso ti dimostrerai buon anticipatore dell’andamento dei tassi USA e del bluff del rialzo.

aorlansky60
Scritto il 19 febbraio 2015 at 08:39

@Veleno :

“Stai sereno prendi un’aspirina che ti abbassa la febbre.”

bengentile per interessarti del mio stato, ma grazie no, agrumi e vitamina C assunti in quantità stanno facendo miracoli, a differenza di molti italiani che hanno dovuto far ricorso all’aspirina. Auguri per tutti loro… :-)

parlavi di aumento dell’Imu nel 2014 un’altra cagata, smentita dal dipartimento delle finanze del tesoro. ”

“un altra cagata” mica tanto, purtroppo; te l’ho già detto (ma tanto che te lo dico a fare, sei sordo come una campana, da quel lato non ci vuoi sentire; peggio, come uno che non vuol sentire, allineato ed asservito come sei al regime di partito al quale ti genufletti) ieri sera ho tirato fuori tutti i miei conti per fare qualche calcolo, a te interesserà niente ma a me si, ebbene facendo i vari delta (sai cosè un delta?) i numeri -non le chiacchiere- mi dicono che :


2014 +180% rispetto a 2011
2014 + 8% rispetto a 2012
2014 +40% rispetto a 2013

sottolineo

I numeri dicono che il 2014 si è rivelato l’anno dalla pressione fiscale più alta applicata agli immobili.
A casa mia di sicuro, ma scommetto che per milioni di italiani è uguale, ne sono certo. Ed il sottoscrritto non è mica un paperone che naviga nell’oro ma è uno che tira la carretta lavorando da 36anni.

Se è vero che renzi è stato insediato da FEBBRAIO 2014 nella posizione di comando, 11mesi del suo mandato sono collegabili alla tassazione applicata, quindi il tuo concetto che “renzi non ha alzato le tasse” si può andare a nascondere -come te- perchè FALSO, come tutte le sue oche starnazzanti, del resto.

Non mi interessano le pietose statistiche del ministero delle finanze evidentemente allineato -come te- al regime di partito se i miei numeri sono chiari ed evidenti.

Tu insisti nel considerare solo l’IMU, troppo comodo caro mio, non è mica solo quella la tassa che renzi ha richiesto agli italiani, ce n’è una sfilza impressionante anche oltre le stesse TASI e TARI; per ogni settore(*)in cui ti giri (dai su, per piacere, che hanno avuto il coraggio di intaccare perfino TFR e fondi pensione, come metastasi impazzite; non conosco nessun governo che in passato è arrivato a tanto e non sono mica tanto giovane, di governi me ne sono passati molti, dagli anni 70 sopra la schiena…) hanno fatto proprio un bel lavoro chirurgico non c’è che dire; poi la menano che hanno tagliato l’IRAP alle imprese come un vanto! Incredibile, anche per i fondelli pensano di prendere gli italiani, riuscendoci peraltro, ed in mezzo a loro anche tutti quei poveri -omissis- che li votano.

Però a te, a renzi, alle sue oche e al ministero delle finanze fa comodo, vero, omettere tutti questi particolari… già…

Se tu o qualcun altro mi vuole far notare che renzi non centra nulla coi tributi locali che sono di competenza dei relativi enti, io vi faccio notare che quest’ultimi sono stati COSTRETTI a loro volta ad aumentare la propria pressione fiscale sui contribuenti come conseguenza delle direttive imposte dal governo centrale che ha tagliato loro le risorse!

Ma, concludendo, in tutta sincerità non arrivi a comprendere il VERO motivo per il quale renzi, che a sua volta è genuflesso ad un autorità più alta di lui, è arrivato a commettere tanto???

va beh, pazienza… col tempo anche i più -omissis- arrivano a comprendere, solo che quando ci arrivano è sempre troppo tardi, peccato…

Dai Veleno, stai su col morale, beviti una camomilla & soda e prepariamoci, che fra poco con questo governo molle -per quanto riguarda il settore sicurezza- ci dovremo di nuovo rimettere l’elmetto per presidiare i nostri territori, fra poco se non ci svegliamo ce la darà l’isis, la sveglia! :lol:

aorlansky60

@MadMax

“Ultimatum USA alla Grecia???? Pure gli USA ci si mettono?”

eh eh eh :lol: appena letta la nota di ag, ieri sera, anche a me mi si sono alzate le antenne… :mrgreen:

eh eh eh, non avviene per caso, questo…

evidentemente anche gli USA hanno da rimetterci -e non poco- se i greci rifiutano gli accordi con UE e troika…

evidentemente anche agli USA “girano” e parecchio, all’idea che… :lol:

laforzamotrice
Scritto il 19 febbraio 2015 at 09:02

d@finanza,

icebergfinanza,

“Non finirò mai di stupirmi di quanta carenza di riflessione ci sia sulla reale natura del denaro. La cosa che tutti usano, ma che nessuno sa che cosa sia….”
Capitano, ecco un argomento che personalmente mi ossessiona, cosa è il denaro? Finora non ho ancora trovato niente di completamente convincente, e mi piacerebbe che tu, noi, approfondissimo l’argomento che è più scivoloso di una buccia di banana nell’olio. Ma è fondamentale.

aorlansky60
Scritto il 19 febbraio 2015 at 09:52

…un punto di vista sull’argomento che tiene botta in questi giorni, con il quale mi trovo tutto sommato in accordo :

https://it.finance.yahoo.com/notizie/gioco-pollo-sta-per-finire-083000283.html

d
Scritto il 19 febbraio 2015 at 10:22

laforzamotrice@finanza,

Potrebbe essere utile questo testo:
http://www.amazon.it/Cosa-Denaro-Gary-North-ebook/dp/B008N2AQ6U
Che cosa è il denaro
Gary North

SOSTIENI ICEBERGFINANZA
Segui IcebergFinanza su
http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/
SOSTIENI IL NOSTRO VIAGGIO
IL NOSTRO LIBRO clicca qui
CONSULENZA ECONOMICO FINANZIARIA
Articolo dal Network
L’unica grande certezza è che il futuro nessuno lo può prevedere. Ancor meno nel mondo della
Qualcosa si sta muovendo sia sui derivati del COT Report ma anche sui mercati. Torna a salire l'
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) [ u
Negli Stati Uniti anche il mondo della finanza sembra prendere Bitcoin per la sua missione origi
Al via la seconda edizione di MIA-Miss In Action, il programma di accelerazione dedicato alle st
Ftse Mib: l'indice italiano apre stabile ma non riesce ad allontanarsi dai 23.500 punti. Una rottura
Guest post: Trading Room #340. Complice anche un contesto di mercato particolarmente positivo, Pia
E’ quanto sostiene il think thank Itinerari Previdenziali nel suo documento “ Osservatorio s
Analisi Tecnica Stiamo tirando il fiato. Non regge la halfway della long white ma regge al momento
Stoxx Giornaliero Buonasera a tutti, anche l’ultima settimana di setup si è chiusa senza s