GRECIA: COUNTDOWN!

Scritto il alle 08:00 da icebergfinanza

Immagine

Non sono passati neanche due giorni dal mio post sulla fumata nera ad Atene

In attesa dell’inizio della compravendita di voti al mercato del bestiame (…) Finirà come il referendum dell’indipendenza scozzese o sull’oro, loro ottengono sempre quello che vogliono con i soldi o con la paura!

…che all’improvviso la verità figlia del tempo fa capolino, travestita da ex banchiere di Deutsche Bank…

“Vogliono comprare il mio voto”: bufera sulle elezioni in Grecia

IL THRILLER dell’elezione del presidente della Repubblica greco si arricchisce di un nuovo (attesissimo) colpo di scena: le accuse di brogli. A lanciare il sasso nello stagno è stato Pavlos Chaikalis, deputato di Indipendenti greci, la formazione di destra d’opposizione tra le cui fila il governo di Antonis Samaras sta cercando le preferenze necessarie per raggiungere il quorum e nominare capo dello Stato l’ex-commissario Ue Stavros Dimas. “Tutto è iniziato quasi per scherzo ma poi le cose si sono fatte serie – ha dichiarato Chailakis in un’intervista tv – mi hanno proposto 700mila euro di anticipo e 2-3 milioni in totale, pagati in parte chiudendo i miei prestiti e in parte in contratti pubblicitari”. Chaikalis ha detto di aver consegnato una registrazione alle forze dell’ordine senza fare però il nome di colui che avrebbe cercato di corromperlo.

Niente di particolare sia ben chiaro anche un bambino avrebbe capito che pur di arrivare al loro obiettivo, la compravendita e corruzione dei deputati greci sarebbe iniziata il giorno dopo il primo fallimento.

Chissà perchè povera Deutsche Bank sempre a sua insaputa ovviamente si ritrova sempre al centro della scena, chissà perchè!

Passa un giorno e subito … Samaras gioca la carta del voto anticipato dopo le accuse di corruzione di un deputato

Mossa della disperazione del premier greco Antonis Samaras. In un discorso televisivo, il capo del Governo ha tentato di convincere i deputati a votare il suo candidato alla presidenza della Repubblica ed evitare le elezioni anticipate che rimetterebbero in gioco la permanenza del Paese nell’euro e rilancerebbero il rischio contagio nell’eurozona. Pur di riuscire ad eleggere entro il 29 dicembre il nuovo presidente, Samaras ha offerto agli indipendenti pro-Unione europea l’ingresso nel governo di grande coalizione formato dal centro-destra di Nea Dimokratia e dal centro-sinistra del Pasok . Samaras ha anche promesso elezioni politiche anticipate nel 2015 ma solo dopo che saranno conclusi i negoziati, per ora in stallo, con la troika (Ue-Bce-Fmi) sul salvataggio del Paese. Atene ha ottenuto due mesi di proproga tecnica fino a febbraio del piano di salvataggio.

Devo confidarvi che sto cambiando idea, solo sensazioni, ma ho l’impressione che questa volta non finirà come vorrebbero loro, a meno che qualcuno non metta sul piatto un’offerta irrinunciabile!

Per chi vuole contribuire liberamente al nostro viaggio cliccando qui sopra è in arrivo l’analisi “Machiavelli 2015: esplosione deflattiva!” orizzonti e visioni per il 2015. Il Tuo sostegno è fondamentale per il nostro lavoro…

Contribuisci anche tu LIBERAMENTE a tenere in vita un’isola di condivisione quotidiana nell’oceano infinito di questa tempesta perfetta …

Chiunque volesse ricevere le ultime analisi può liberamente contribuire al nostro viaggio … cliccando qui sopra o sul banner in cima al blog o sul lato destro della pagina. Semplicemente Grazie.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 9.5/10 (19 votes cast)
VN:F [1.9.20_1166]
Rating: +11 (from 13 votes)
GRECIA: COUNTDOWN!, 9.5 out of 10 based on 19 ratings
Tags:   |
7 commenti Commenta
kry
Scritto il 22 dicembre 2014 at 09:05

Gli allievi ( tedeschi ) superano i maestri ( italiani ) nella coruzzione , se non fosse per tutti i post che c’hai già dedicato al tema ci riuscirebbe difficile crederci. Un solo deputato ha denunciato che han tentato di corromperlo , io non penso che c’han provatoto solo con quello. Mi auguro solo che per ottenere quel che vogliono non passino dall’offerte alle minacce. Grazie Andrea e ancora grazie per le tue informazioni.

gnutim
Scritto il 22 dicembre 2014 at 09:24

dici?

io avevo scritto che gli ultimi saranno i primi e i primi gli ultimi…..

chi ha orecchie per intendere intenda

kry
Scritto il 22 dicembre 2014 at 09:45

https://www.youtube.com/watch?v=9jK-NcRmVcw Chi se li ricorda. Sembra tutto un programma erano svedesi probabilmente con le idee ben chiare. EUROPE – THE FINAL COUNTDOWN. Buon ascolto.

doge
Scritto il 22 dicembre 2014 at 09:49

Dai Greci, che si libera Napolitano come possibile presidente delle larghe e ben retribuite intese.

galactus
Scritto il 22 dicembre 2014 at 11:27

Provate ad immaginare la caduta dell’euro, primi tempi di confusione poi le cose tendono a stabilizzarsi, i paesi ora in difficolta’ con le loro monete tornano a respirare, ricominciano a crescere. La Germania al contrario torna alla situazione pre euro e tutti sappiamo che non se la passavano tanto bene. In breve la situazione si capovolge. A questo punto, tutta quella massa di buffoni, psicopatici, deficenti e puzzolenti, sostenitori dell’euro a tutti i costi, sulla pelle degli altri, questa massa sporca ed informe cosa fa? Dove li mettiamo e sopratutto cosa gli facciamo? Avrei parecchie idee in proposito..

dorf001
Scritto il 22 dicembre 2014 at 19:07

kry@finanza,

ciao boss. si hai ragione. ti volevo dire che tutti gli articoli di andrea sulla coruzione tedesca, sul loro losco modo di fare affari, io li avevo passati tutti al giornale l’arena.

ma quel pirla del direttore della pagina economica, e lo conosco, se ne frega.

figurati se và a scrivere la verità sul bugiardello di Verona.

capisci dove è il problema? è in questa informazione di merda assoluta.

siamo a livelli del burundi. semo alle asse…..

phitio
Scritto il 23 dicembre 2014 at 10:49

Prima o poi arriva il momento che tutti i trucchi, escamotage, accordi sottobanco e piu’ o meno velate minacce non funzionano piu’ come un tempo. E allora arriva il cambiamento, il tanto atteso, temuto, combattuto, ma alla fine inevitabile cambiamento.

QUesta e’ un epoca di rottura, e questa rottura potra’ essere alquanto caotica e riguardare molte piu’ cose di quanti ciascuno di noi avrebbe mai voluto.

A proposito, il petrolio dove sta’ al momento? Ah, ecco qui, dunque al 23/12/2014 siamo a

Brent
VAR% +0.25
ULTIMO PREZZO 60.26
WTI
VAR% +0.69
ULTIMO PREZZO 55.64

E sarebbero pure in rialzo… ma state tranquilli che stavolta rivedremo i 30 dollari a barile.

SOSTIENI ICEBERGFINANZA
Segui IcebergFinanza su
http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/
SOSTIENI IL NOSTRO VIAGGIO
IL NOSTRO LIBRO clicca qui
CONSULENZA ECONOMICO FINANZIARIA
Articolo dal Network
L’unica grande certezza è che il futuro nessuno lo può prevedere. Ancor meno nel mondo della
Qualcosa si sta muovendo sia sui derivati del COT Report ma anche sui mercati. Torna a salire l'
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) [ u
Negli Stati Uniti anche il mondo della finanza sembra prendere Bitcoin per la sua missione origi
Al via la seconda edizione di MIA-Miss In Action, il programma di accelerazione dedicato alle st
Ftse Mib: l'indice italiano apre stabile ma non riesce ad allontanarsi dai 23.500 punti. Una rottura
Guest post: Trading Room #340. Complice anche un contesto di mercato particolarmente positivo, Pia
E’ quanto sostiene il think thank Itinerari Previdenziali nel suo documento “ Osservatorio s
Analisi Tecnica Stiamo tirando il fiato. Non regge la halfway della long white ma regge al momento
Stoxx Giornaliero Buonasera a tutti, anche l’ultima settimana di setup si è chiusa senza s