DRAGHI E I MERCATI: DRAGON TRAP?

Scritto il alle 11:14 da icebergfinanza

Immagine

 

Tanto entusiasmo per nulla si direbbe, forse Geithner aveva ragione su Draghi, si tira avanti con le chiacchiere in attesa di tempi migliori, come accadde nell’estate del 2012… Mi ricordo che in seguito mi disse che era solamente allarmato da questo fatto e decise di aggiungere alle sue osservazioni, un’affermazione a braccio del tipo ‘faremo tutto il necessario’. Ridicolo”. Draghi insomma “non aveva alcun piano” .

Lui si chiama Mario Draghi ed è il governatore della BCE, forse i suoi pargoli, i mercati prediletti hanno percepito una certa ansia nelle sue parole… 

“La situazione dell’inflazione nell’Eurozona è diventata sempre più difficile”. Così il governatore della Banca centrale europea, Mario Draghi, durante un convegno a Francoforte testimonia come sia alta l’attenzione che l’istituto centrale dedica al pericolo della deflazione, mentre definisce “improbabile” una ripresa più forte. Non a caso, il presidente torna a ricordare che la Bce farà “tutto quello che dobbiamo fare per alzare l’inflazione e le aspettative d’inflazione il più velocemente possibile”, e se l’attuale politica monetaria non sarà efficace abbastanza “aumenteremo la pressione ampliando ulteriormente i canali attraverso cui interveniamo”. Il succo è che se i rischi aumentano, la Bce è pronta a “cambiare mix, volume e ritmo degli acquisti” di titoli. Un chiaro riferimento al quantitative easing, l’acquisto di titoli anche di Stato…Repubblica

Quest’altro si chiama Vittorio Constancio, è il vice governatore della BCE o almeno credo visto che sabato a Firenze…

“Nell’eurozona «non credo ci sia un rischio di deflazione, cioè che tutti i Paesi vadano in deflazione», tuttavia «vivere con l’inflazione vicina allo zero è già un rischio”….

…e inoltre… Bce: Constancio, nessuna decisione su acquisto titoli di Stato

Chissà che avranno capito i mercati, non c’è alcun rischio deflazione e nessuna decisione è stata presa.

Ma no dai hanno passato anche la nostra finanziaria concedendoci le circostanze eccezionali per il 2014, no ti sbagli, le cose stanno cambiando.

Ma certo, il nuovo Fondo europeo per gli Investimenti i leggendari 300 miliardi per rilanciare la crescita saranno operativi nel giugno del prossimo anno, senza fretta mi raccomando.

Si le cose stanno cambiando al tal punto che Schäuble nel fine settimana ha chiesto il veto del commissario EU contro i bilanci nazionali che violano i criteri di stabilità.EU soll Veto gegen nationale Etats einlegen können .

Per il resto non resta che attendere va tutto bene ovunque tranne che nell’economia reale, ma questo per loro è solo un dettaglio, l’appuntamento è rimandato al prossimo incontro della BCE la prossima settimana e all’ormai consueto rally di Natale o forse… chissà!

Probabilmente ora è chiaro a molti, per quale motivo parlo di ESPLOSIONE DEFLATTIVA all’orizzonte

Il Tuo sostegno è fondamentale per il nostro lavoro…

Contribuisci anche tu LIBERAMENTE a tenere in vita un’isola di condivisione quotidiana nell’oceano infinito di questa tempesta perfetta …

Chiunque volesse ricevere le ultime analisi può liberamente contribuire al nostro viaggio … cliccando qui sopra o sul banner in cima al blog o sul lato destro della pagina. Semplicemente Grazie.

 

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 9.3/10 (28 votes cast)
VN:F [1.9.20_1166]
Rating: +15 (from 19 votes)
DRAGHI E I MERCATI: DRAGON TRAP?, 9.3 out of 10 based on 28 ratings
Tags: ,   |
10 commenti Commenta
tirlusa
Scritto il 24 novembre 2014 at 11:19

Sull’argomento del post
http://www.ilsole24ore.com/art/notizie/2014-11-15/la-proposta-timbro-bce-euro-bond-banche-081105.shtml?uuid=ABxVyHEC
Non è che questo che fa salire i mercati? A pelle non dovrebbe funzionare, almeno secondo me.

kry
Scritto il 24 novembre 2014 at 11:44

tirlusa@finanza:
….. salire i mercati? A pelle non dovrebbe funzionare, almeno secondo me.

A pelle non funziona , a palle e ancor meglio più sono grosse.

kry
Scritto il 24 novembre 2014 at 11:51

Ma perchè averceta tanto con sta deflazione. Ma non li avete ancora sentiti quelli che ” La deflazione ? Una figata perchè così declino il 10% in meno al mese e la miseria arriverà più tardi. ” …. porca miseria ecco a cosa mira Dragonpoor.

xtrust
Scritto il 24 novembre 2014 at 16:18

il tuo sostegno e fondamentale per non sclerare sono due anni che sto in attesa del tracollo che non avviene decidetevi a farmi sapere ora giorno e data saluti al ghiacciolo

sherpa
Scritto il 24 novembre 2014 at 18:24

xtrust@finanzaonline,

Nessuno ti obbliga ad aspettare, se vuoi vai, spicca il volo verso le vette più alte.
E non dimenticare il cappello (sulla e)

glare
Scritto il 24 novembre 2014 at 19:37

capisco il mercato Americano, che è drogato all’inverosimile dalla Fed, capisco anche i movimenti delle 5 sorelle..ma è possibile che l’ambiente finanziario non segua più alcuna logica fisica ed economica..
Possibile che tutti i fondi stiano seguendo Draghi e il suo bluff per un improbabile acquisto di Abs? a che pro aiutare le banche..con 300 Mld un fiammifero nel buio della notte.
A sto punto, tutti i titoli Bancari saliranno mentre gli etf andranno a picco, x non parlare delle commodities a me sono bastati 3 gg per costringere a vendere il gas a quota 4,44 oggi è ulteriormente sceso a 4,26..

A sta grazia altro che a 20500, a natale si finisce sui 21500..Babbo Draghi..meno male che dopo arriva sempre l’epifania che tutti i bluff porta via

dorf001
Scritto il 24 novembre 2014 at 20:36

RENZI ANNUNCIA CHE VERRA’ ELIMINATO IL CONTANTE E NESSUNO SE NE ACCORGE

sempre peggio qui link : http://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=News&file=article&sid=14252

stanziale
Scritto il 25 novembre 2014 at 07:14

La manipolazione di wall street ad opera direttamente della fed, parla un esperto trader
http://www.wallstreetitalia.com/article/1779435/trader-sicuro-al-100-che-fed-e-banche-centrali-acquistano-futures-s-p.aspx

veleno50
Scritto il 25 novembre 2014 at 07:51

stanziale@finanza,

C’è anche scritto (delirio di un trader?)
xtrust@finanzaonline,

se aspetti il crollo dipende in quale mercato in ItaLIA il rapporto prezzo utile delle prime 10 azioni per volume di scambi e e controvalore è sulla normalità.

aorlansky60
Scritto il 25 novembre 2014 at 12:08

Il problema vero è che (quasi) tutti pendono dalla labbra di questi personaggi, che a parole (ma non a FATTI) ci dicono periodicamente che

“ci sono problemi”

aggiungendo

“state tranquilli, verrà fatto di tutto e di più per risolverli, e vedrete che le misure adottate saranno sufficienti”

ed un altro (uno dei tanti) di pari livello il giorno dopo afferma

“non ci sono problemi nell’immediato, almeno fino a che l’inflazione non scende al di sotto dello zero…”

(senza nemmeno accennare al livello di gravità della situazione attuale, sotto gli occhi di tutti; come affermare che “il vaso ancora non traborda”, essendo consapevole che manca solo una goccia, forse mezza…)

non vorrei che prima o poi, magari molto prima di quanto ci si aspetti, questi personaggi vedessero le loro parole sbriciolarsi e svanire di fronte ai fatti della gente che coalizzatasi deciderà di scendere nelle piazze, nemmeno più per protestare attraverso urla e slogan, ma a FATTI (appunto)…

SOSTIENI ICEBERGFINANZA
Segui IcebergFinanza su
http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/
IL NOSTRO LIBRO clicca qui
SOSTIENI IL NOSTRO VIAGGIO
Articolo dal Network
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) [ u
I cibi stranieri importati in Italia hanno provocato quasi un allarme alimentare al giorno. E’ q
Ftse Mib: apre anche oggi in negativo appesantito dalle incertezze legate all'esito delle elezioni
Non so Voi ma io ho la sensazione che da lunedì nulla sarà più come prima, avverto la stessa
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) [ u
8 italiani su 10 vorrebbero comprare una macchina elettrica. Sono infatti riconosciuti da quasi tu
Ftse Mib: l'indice italiano si mostra ancora debole appesantito dal dividend day, giorno in cui ci
Dopo una lunga trattativa il 17 maggio 2019 è stato firmato il contratto integrativo 2019/2021 per
Eccoci di nuovo qui, in questi due giorni non c'era nulla di interessante da raccontare dopo que
A scuola di opzioni. Riprendiamo da qua la didattica operativa di base utilizzando sempre i quadern