ITALIA…TRUCCHI CONTABILI!

Scritto il alle 09:42 da icebergfinanza

Erano già stati chiari…

«I debiti non creano futuro, lo distruggono. L’Italia deve rispettare le regole». E ancora: «No alla flessibilità, avanti con il rigore»

“All’ultimo vertice Ue Olanda e Germania hanno stoppato il tentativo di Francia e Italia di ammorbidire le regole di bilancio”.

Ieri lo hanno ribadito per tutte le belle addormentate e i sognatori di questo Paese…

«Il premier italiano Matteo Renzi dice che la fotografia dell’Europa è il volto della noia e ci dice cosa dobbiamo fare». Lo ha detto il presidente della Bundesbank a Berlino Jens Weidmann a Berlino, intervenendo alla giornata del consiglio economico della Cdu. Ma fare più debiti non è il presupposto della crescita, ha aggiunto il numero uno della banca centrale tedesca.

«Le riforme non devono essere solo annunciate ma anche realizzate», ha rincarato la dose Weidmann. «I tassi sui titoli di Stato italiani e spagnoli non sono mai stati così bassi», ha detto mettendo in guardia dalla possibilità di restare ingannati dalla situazione, e avvertendo che sono possibili “contraccolpi” della crisi. ( Sole24Ore) 

Che fai ci minacci sembra aver risposto palazzo Chigi, “Se la Bundesbank pensa di farci paura forse ha sbagliato paese. Sicuramente, ha sbagliato governo”

Non stanno minacciando al limite chiederanno alla Deutsche Bank e ai loro fondi pensione di liquidare tutti i BTP che hanno nel casetto come hanno fatto nel 2011 per seminare panico in Italia e poi si metteranno a vendere credit default swap semplice no!

Che la Germania abbia il volto della noia, non c’è alcun dubbio, si la Germania non l’Europa, perchè oggi l’Europa è la Germania.

Ieri un nostro amico mi ha raccontato che stanno lavorando molto con l’estero, i suoi clienti stanno lavorando con la Germania, ma non sono lavoratori autonomi, sono dipendenti diretti della Germania, perchè le imprese tedesche dettano le condizioni, loro dettano i prezzi.

Le belle addormentate si svegliano, chissà che facevano di bello gli anni scorsi…

“Dopo la presa di posizione del Ppe e di Manfred Weber di ieri terremo le orecchie dritte su quello che martedì prossimo ci dirà Juncker. E vorremo capire quale sarà l’applicazione della flessibilità concordata dal Consiglio Europeo e scritta nelle conclusioni”. Lo dice l’eurodeputata del Pd Simona Bonafé all’ANSA. “Abbiamo sempre detto, e messo in atto, che noi guardiamo ai contenuti prima che alle persone. Ed i contenuti ci devono convincere”

E qui arriva la perla dell’anno ovvero uno dei soliti mitici sottogretari all’economia, un certo Baretta…

 “La prossima settimana andremo in Europa dicendo che non vogliamo fare nessun trucco contabile – spiega il sottosegretario all’Economia Pierpaolo Baretta -.(Huffington Post)

Andremo in Europa dicendo che non vogliamo fare nessun trucco contabile?

Se lo ha detto realmente, vi prego chiamate un’infermiera!

Non basta che ci abbiano provato più volte in Germania a far credere che solo noi abbiamo truccato i bilanci per entrare nell’euro, ora arriva un sottosegretario qualunque e glielo va a dire direttamente come fossimo solo noi quelli che …

Nella Ue tutti truccarono i dati

Se qualche anima candida pensa ancora che la Germania prima di entrare nell’euro fosse in gran forma, l’unica pulita, si legga questi due articoli d’archivio risalenti al 1997…

La Bundesbank a Waigel: niente trucchi contabili – Archivio

Industry Objects to Waigel’s Latest Budget Proposal : Bonn

Tempo fa lessi di uno swap di 70 miliardi di marchi in un’analisi del Fondo monetario internazionale che consentì alla Germania di dettare le condizioni agli altri paesi, dall’alto della sua posizione di stabilità economica. Sparito!

In fondo va tutto bene … Conti pubblici, Padoan: “Escludo manovra”. Sì a vendita quote Eni e Enel.

Il ministro dell’Economia, intervistato dal Corriere, nega che in autunno il governo debba varare una finanziaria da almeno 10 miliardi. Come invece prevedono molti osservatori, a partire da Mediobanca Securities. E ribadisce: il rapporto deficit-Pil resterà sotto il 3%. Torna ufficialmente in campo la vecchia ipotesi di cedere partecipazioni nelle aziende pubbliche, mantenendo il controllo. 

Si vendiamo ENI una gallina dalle uova di legno vero?

A proposito di ENI ed ENEL il popolo di Icebergfinanza sa cosa sia un ” DIVIDEND YIELD” vero. Beh se non lo sapete facciamo un pò di financial literacy aiutandoci con Wikipedia…

In finanza ed economia finanziaria, il dividend yield o rapporto dividendo-prezzo corrisponde al rapporto tra l’ultimo dividendo annuo per azione corrisposto agli azionisti o annunciato e il prezzo in chiusura dell’anno di un’azione ordinaria. Esso è utilizzato come indicatore del rendimento immediato indipendentemente dal corso del titolo azionario.

Quindi come potete vedere qui sopra il rendimento medio lordo di un’azione eni dal 2006 in poi è stato del 6 % minimo e noi che paghiamo oggi il 3 % a dieci anni sul nostro debito pubblico e in media il 4 % arrotondando per difetto, ripeto noi andiamo a vendere il 10 % di una gallina dalle uova d’oro che rende il 6 %  per ripagare un debito che ci costa il 4 %

Ma certo questo si che è un trucco contabile con i fiocchi, vendiamo la gallina e ci teniamo l’uovo, questi si che sono affari!

A dimenticavo in Germania va tutto bene…

Germania: a maggio ordini manifatturieri -1,7% – ASCA.it

Germania, -0,6% m/m vendite al dettaglio a maggio

Germania, calo a sorpresa per produzione industriale maggio

Si a sorpresa…è tutta una sorpresa questa crisi!

« SOSTIENI L’INFORMAZIONE INDIPENDENTE contribuisci anche tu LIBERAMENTE a tenere in vita un’isola di condivisione quotidiana nell’oceano infinito di questa tempesta perfetta …Chiunque volesse ricevere le ultime analisi può liberamente contribuire al nostro viaggio cliccando sul banner in cima al blog o sul lato destro della pagina. Semplicemente Grazie

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 9.6/10 (25 votes cast)
VN:F [1.9.20_1166]
Rating: +11 (from 13 votes)
ITALIA...TRUCCHI CONTABILI!, 9.6 out of 10 based on 25 ratings
22 commenti Commenta
giobbe8871
Scritto il 7 luglio 2014 at 13:11

i “nostri” politici non sono incompetenti o ingenui ma PERFIDI, in malafede, traditori, schierati col nemico.
Si, ho parlato di nemico, NEMICO, perchè uno che mi vuole SCHIAVIZZARE, tenere a fame, senza lavoro come azzo si deve chiamare?

ave nobis

giobbe

giobbe8871
Scritto il 7 luglio 2014 at 13:16

LA VENDETTA ( razionale) è PRESUPPOSTO GIURIDICO FONDAMENTO del concetto di Giustizia.

giobbe8871
Scritto il 7 luglio 2014 at 13:19

caro Capitan Andrea che opinione hai sui miei amati Alemanni che hanno RINUNCIATO a rimpatriare il loro oro da Fort Knox ? che accordo hanno fatto ?
in cambio che hanno ottenuto? SILENZIO SUI CONTI DI D.& B. ?

un abbraccio al mitico Mazzalai !

giobbe8871
Scritto il 7 luglio 2014 at 13:21

gnutim
Scritto il 7 luglio 2014 at 13:35

ma perchè mi fanno odiare le persone?
se continuano così mi vien voglia di rispedire al creatore mezza europa!!!!

Sono certo che fanno apposta, perchè sti politicanti del cazzo lo fanno x tenere alta la tensione sociale, ma se poi torna mussolnii cosa facciamo? mi sto incazzando all’ennesima potenza!!!!!!!!

dorf001
Scritto il 7 luglio 2014 at 15:45

gnutim@finanza,

si lo fanno apposta. pensa al tuo napo orso capo. che dalla croazia dice : per carità , mi raccomando, che non vi venga in mente di uscire da questa europa. europa unita è indissolubile. bisogna far di tutto x restarci dentro. e va a commemorare i morti della prima mondiale. 300.000 e più persone, parlo del confine istriano, morte x nulla. allora quegli italiani erano orgogliosi di se e del paese, e si battevano contro l’invasore. cioè austriaci e crucchi.
ora napo orso capo gli apre tutte le strade. prego siore e siori entrate. fate tutto quello che volete. quindi avanti col rigore. essendo cosi’ tanto cieco da non vedere e capire che fu proprio questo troppo rigore che fece scattare la seconda guerra mondiale. e nacque poi hitler di la e mussolini di qua.

sono pazzi psicopatici invasati dalle loro teorie. tanto quanto sono invasati gli economisti dalle loro teorie ultra-liberiste ammazza popoli. abbiamo a che fare con dei matti usciti dal manicomio.

DIO guarda in giù e fulminali tutti. portateli via tutti queste persone mostruose.

non c’è altro da dire.

by DORF

dorf001
Scritto il 7 luglio 2014 at 15:50

gnutim@finanza,

hei gnutim dalla rete ho trovato una breve spiegazione alla tua domanda. te la incollo.

Si chiama Piano Kalergi .
Per distinguersi i ricchi stanno trovando la bella trovata di eliminare il ceto medio riportandoci al Feudalesimo .
Questo è il loro piano , creare una razza mista multirazziale non scolarizzata , ignorante e schiava che lavori per pochi beni di sussistenza .
Devo fare i miei complimenti agli Eurocrati e agli oscuri personaggi che si nascondono dietro l’Europa , ci stanno riuscendo alla grande .

7voice
Scritto il 7 luglio 2014 at 16:59

al momento della resa dei conti : stà gentaglia che amministra questo paese (uomi o donne ) non ha importanza ! DOVRANNO FARE I CONTI CON IL PALO DI VLAD , PUNTO ! NON ESISTERANNO SE O MA , IMPALATI è ANDASSERO A SCHIATTARE !

veleno50
Scritto il 7 luglio 2014 at 17:59

Diciamo che Eni è una vera gallina dalle uova d’oro mentre Enel è più un pollo da spennare .fine 2013 capitalizzazione Enel 39/40 miliardi indebidamento 40 miliardi circa.ultimo dividendo 0,13 da quest’anno tassazione del 26% quotazione del titolo 4/4,2 euro non rimane un granchè. poi se avessero ripianato il debito invece di distribuire buoni dividendi forse si poteva parlare di gallina dalle uova d’oro in un prossimo futuro. è un carozzone che va privatizzato?dal mio modesto parere tutto sul mercato domani mattina.secondo me non è una gallina dalle uova d’oro da come la descrive lei.

stanziale
Scritto il 7 luglio 2014 at 19:17

veleno50@finanza,

Sveglia veleno, mi risulta che per la quota privatizzata dell’enel, lo stato ha incassato 2 miliardi. Da allora, enel ha dato dividendi per 40 miliardi. Inutile riscrivere CHI l’ha privatizzata…lo sai anche tu.

kry
Scritto il 7 luglio 2014 at 21:18

veleno50@finanza,

Ciao Veleno, lo conosci il detto ” Chiedi e ti sarà dato ( forse )”. Le notizie che dici di enel sono quelle che circolano e anche secondo me l’enel ora non è più quella gallina dalle uova d’oro che molti sostengono. Da quando è entrata la finanza la redditività è calata, stanno diminuendo i consumi e poi come mai il compagno Renzi è così impegnato nel rimodulare gli incentivi. Renzi vede lontano dove vuole con il fotovoltaico di nuova generazione sempre meno persone si allacceranno alla rete, per cui riduzione consumi e riduzione clienti di conseguenza fatturato e redditività. Qualcuno ci può fornire un link che smentiscono questi dati negativi. Grazie.

gnutim
Scritto il 7 luglio 2014 at 21:48

kry@finanza,

ghe pensi mi domani.

ma soprattutto l’enel fornisce energia elettrica a milioni di persone, le parole enrgia elettrica non fi fanno venire in mente anche alcuni post di Jhon?

Ma avete visto anche il rapporto utili/indebitamento di altre majr elettriche europee? domani vi farò vedere, am chi è del settore sa benissimo come sta andando RWE o E.on o edp…. non è che brillano proprio….
a domani

gnutim
Scritto il 7 luglio 2014 at 21:49

gnutim@finanza,

e comunque hanno il potere di spegnerci la luce quando vogliono, alla faccia del servizio pubblico

kry
Scritto il 7 luglio 2014 at 22:32

giobbe8871@finanza:
caro Capitan Andrea che opinione hai sui miei amati Alemanni che hanno RINUNCIATO a rimpatriare il loro oro da Fort Knox ? che accordo hanno fatto ?
in cambio che hanno ottenuto? SILENZIO SUI CONTI DI D.& B. ?

un abbraccio al mitico Mazzalai !

Per me hanno ottenuto di non essere trattati come BNP paribas e le big svizzere.

veleno50
Scritto il 7 luglio 2014 at 22:39

stanziale@finanza,

Il primo collocamento di Enel se non ricordo male portò nelle casse dello dello stato circa 36mila miliardi di lire,i tuoi dati non mi pare siano esatti..collocarono circa il 36% mi pare. il dividendo totale distribuito equivale all’indebitamento attuale a settembre 2013 mi pare fosse di 42 miliardi di euro,poi c’è stato un recupero a fine anno con una vendita in Russia. si è privata di un gioiello come Terna e ha strapagato se ricordi molto caro l’acquisto di Endesa. è un titolo per fare trading perchè riesce sempre a farti guadagnare.
kry@finanza,
La storia a grandi linee di enel è questa invece di ripianare i debiti distribuiva dividendi generosi agli azionisti e sopratutto alla stato. lo sai che possiede case in zone turistiche dove i dipendenti possono usufruirne a prezzi vantaggiosi,aveva un patrimonio immobiliare notevole ha cercato di venderne una parte non so come è andata,nel mio paese è tutto ancora a disposizione. e poi se si potesse parlare sai quanto…. ciao buona notte

kry
Scritto il 7 luglio 2014 at 22:51

gnutim@finanza,

Bene aspetto. Se non ricordo male tra le migliaia di commenti di John uno era sulle multinazionali elettriche e diceva che lui non ci avrebbe investito un centesimo. Rende di più un impianto fotovoltaico 3 kw a 7/9000 € che 2000 azioni enel, e del loro potere te ne puoi sbattere.

gnutim
Scritto il 8 luglio 2014 at 08:52

questo è una tabella comparativa dell’enel con le competitor e la media di settore, mi pare non faccia così schifo…….

gnutim
Scritto il 8 luglio 2014 at 08:53

p/e et roe al di sopra della media tanto per cambiare

gnutim
Scritto il 8 luglio 2014 at 09:11

ECCO QUA TABELLINA

NAME TOT_DEBT_TO_EBITDA TOT_DEBT_TO_TOT_CAP

ENEL SPA 3,61 53
E.ON SE 3,03 39
RWE AG 2,65 61
EDF 3,36 60
EDP-ENERGIAS DE PORTUGAL 5,36 64
GDF SUEZ 1,75 43
IBERDROLA SA 3,93 46

gnutim
Scritto il 8 luglio 2014 at 09:11

non importa la massa del debito, importa la sua sostenibilità

gnutim
Scritto il 8 luglio 2014 at 09:13

enel-1.jpg

kry
Scritto il 8 luglio 2014 at 20:48

gnutim@finanza,

Grazie. A proposito non confonderti , John ha sempre menzionato l’energia in generale ( fossile ) non si è mai concentrato sull’elettrica. Ciao.

SOSTIENI ICEBERGFINANZA
Segui IcebergFinanza su
http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/
SOSTIENI IL NOSTRO VIAGGIO
IL NOSTRO LIBRO clicca qui
REVOLVERSMAPS

ICEBERGFINANZA NEL MONDO

Articolo dal Network
Anche questa settimana manteniamo il filo logico dell'ultimo video dove le nostre analisi previsio
Ieri la signorina Lagarde, quella che si offriva a Sarkozy, suggerendoli di usarla, ha letto il
MORAL HAZARD: quante volte avrete letto questi termini sui giornali e vi sarete magari chiesti cos
Ftse Mib. L'indice italiano è ufficialmente uscito dalla fase laterale che durava ormai da alcuni
In occasione del ventennale dalla sua fondazione, LifeGate ha deciso di intraprendere un percors
Su tutti i sottostanti si assiste all'alleggerimento della componente future ed alla chiusura di imp
Bazooka pronto a sparare. E potevamo pensare altrimenti? Anche se poi succederà nulla, è la fo
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) [ u
Eccolo là: adesso oltre ai politici, ai sovranisti ed ai contestatori di strada, abbiamo an
Ftse Mib: l'indice italiano ieri ha chiuso spingendo sulla parte bassa del supporto chiave collocata