LA FARSA DEL BUCO CON TUTTA L’IMU INTORNO!

Scritto il alle 09:23 da icebergfinanza

 

Mentre ieri i mercati festeggiavano il canto del cigno con il ribalzino del gatto morto, in serata il MEF comunicava che…

MEF, FABBISOGNO AGOSTO 9,2 MILIARDI. DATO RISENTE DEL MANCATO GETTITO IMU E PAGAMENTO DEBITI P.A. Nel mese di agosto 2013 si è realizzato un fabbisogno del settore statale pari, in via provvisoria, a circa 9.200 milioni, che si confronta con un fabbisogno di 5.986 milioni del mese di agosto 2012.

Commento

Il peggioramento riflette sia la diversa platea dei contribuenti interessati allo slittamento delle scadenze fiscali, sia un’accelerazione della dinamica dei prelievi delle amministrazione pubbliche, anche in relazione al pagamento dei debiti pregressi. Nel confronto con lo stesso mese dell’anno precedente si evidenziano, tra l’altro, maggiori prelievi da parte degli enti previdenziali.
Ai fini di un confronto omogeneo si ritiene utile prendere in considerazione le risultanze relative al trimestre giugno-luglio-agosto 2013 con quelle dello stesso periodo del 2012. Il trimestre 2013 ha fatto registrare un fabbisogno pari a circa 3.900 milioni, rispetto ad un avanzo di circa 1.600 milioni che si e’ avuto nei tre mesi dello scorso anno.
Fra le principali determinanti dello scostamento si segnalano:

  • maggiori entrate fiscali da delega unica per circa 1.500 milioni;
  • maggiori tiraggi per circa 4.000 milioni da parte degli enti esterni al settore statale, destinati per la gran parte al pagamento dei debiti pregressi, di cui 1.800 milioni quali anticipazioni della Cassa depositi e prestiti a valere su fondi statali;
  • maggiori rimborsi fiscali per circa 500 milioni (a tutto agosto +3.100 milioni);

Gli effetti delle coperture previste nel decreto si verificheranno nei mesi di novembre e dicembre 2013″… Gli effetti delle coperture previste nel decreto si verificheranno nei mesi di novembre e dicembre 2013″…ure ure ure

Abbiamo passato mesi e mesi in nome di una presunta unità d’Italia tra un pregiudicato e l’altro, parlando di un buco con tutta l’IMU intorno immaginando chissà quale copertura presunta, etvoilà un buchetto di 4 miliarducci da confrontarsi con un avanzo di 1,6 miliardi dello scorso anno.

La farsa ideologica costruita intorno al buco d’Italia con l’IMU la pagheremo cara.

Immaginando coperture varie,  attendiamo con passione che le imprese spendano ed investano i rimborsi della pubblica amministrazione, per risollevare un pelino il pillino, cosa possibile ma estremamente effimera, di breve durata….sic!

In attesa del prossimo buchetto con l’IVA acchiappacitrulli intorno, studiamo clausole di salvaguardia varie per coprire la voragine del fiscal compact che verrà…

Seconda rata dell’Imu (2,4 miliardi) e alleggerimento della Service Tax (2 miliardi) e deducibilità per le imprese (1,5 miliardi), stop all’aumento dell’Iva (1 miliardo). Ma anche nuovi interventi di protezione sociale (ad esempio una nuova tranche per la Cig in deroga o per gli esodati), il rifinanziamento delle missioni all’estero (400 milioni) o la copertura per evitare nuovi ticket sanitari dal 2014 (2 miliardi). IL CONTO – È un conto da quasi 10 miliardi quello delle risorse da scovare per la copertura delle principali emergenze (la metà circa per il solo 2013 l’altra strutturale dal 2014), senza contare che nella lista delle cose da fare ci sarebbero anche il taglio del cuneo fiscale e l’allentamento del Patto di stabilità per i Comuni. ( Corriere della Sera)

Se aumenteranno di nuovo l’IVA, chi ci rimetterà saranno sempre e solo i soliti fessi d’Italia, magari retroattiva meglio che niente, alla salute dell’ unità d’Italia tra un pregiudicato e l’altro. Il gioco delle tre carte in Italia funziona che è una meraviglia, tra un r-acconto e l’altro, spostando il buchetto in avanti nel tempo.

Per chi sogna una lunga cavalcata solitaria per questo governo, in attesa dell’incontro  previsto per il 9 settembre tra una giunta per le autorizzazioni a procedere e l’altra, rammento come si pensa di coprire la farsa dell’anno… Saranno le polizze vita a pagare il conto della cancellazione dell’Imu. 

Per il resto la riva del fiume continua a rimanere la meta preferita dal nostro Machiavelli,in attesa della comparsa di lady Volatility in una settimana che si preannuncia davvero densa di avvenimenti con sullo sfondo le nubi minacciose di una guerra che ha tutti i sintomi di poter diventare davvero globale.

Il nostro Machiavelli è di nuovo con noi, con la sua nuova visione in “Luglio con il bene che ti voglio…”, per tutti coloro che hanno contribuito o vogliono liberamente contribuire al nostro viaggio.

« SOSTIENI L’INFORMAZIONE INDIPENDENTE contribuisci anche tu LIBERAMENTE a tenere in vita un’isola di condivisione quotidiana nell’oceano infinito di questa tempesta perfetta …Chiunque volesse ricevere le ultime analisi può liberamente contribuire al nostro viaggio cliccando sul banner in cima al blog o sul lato destro della pagina.Semplicemente Grazie!

Inoltre Vi aspettiamo tutti per la nuova avventura su   METEOECONOMY  per condividere insieme nuove informazioni e analisi non solo economico/finanziarie attraverso la tempesta perfetta.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 8.8/10 (13 votes cast)
VN:F [1.9.20_1166]
Rating: +6 (from 8 votes)
LA FARSA DEL BUCO CON TUTTA L'IMU INTORNO!, 8.8 out of 10 based on 13 ratings
Tags: ,   |
12 commenti Commenta
gnutim
Scritto il 3 settembre 2013 at 10:30

ora la cosa grave è che basta un pazzo che si fa saltare al confine tra siria e israele che scoppia la terza guerra mondiale.

Non deve scattare la scintilla, non deve succedere sennò siamo di nuovo in guerra!!!!!

gnutim
Scritto il 3 settembre 2013 at 10:36

ringraziamo la cassazione e tutti i giudici che invece di modernizzare questo paese difendono strenuamente i loro interessi: il famoso taglio delle pesioni d’oro è incostituzionale!!!!!!

non voglio pensare quanti denari pubblici si risparmierebbero :((
il taglio dei parlmentari? tutto bene non se ne parla più :((
le provicie sukkia soldi? :(( grazie monti: dettto e ovvvimente NON FATTO
iva sui giochi d’azzardo e sul gratta e vinci? :((
premi per le amministrazioni efficienti e penalità per quelle sprecone? nulla ovviamente :((
controlli della finanza nei bar delle grandi città per verificare chi fa veramente gli sconrtini? finanza brutta e cattiva!!! :((

che 2 ma.o.i!!!!!

meglio che sto governo se ne vada a casa: inconsistente!!!!!

fortunato64
Scritto il 3 settembre 2013 at 14:31

http://it.finance.yahoo.com/notizie/slot-machine-lobby-no-sanatoria-115822550.html

con le gocce si crea il mare…si…di grattacapi di governo lettamaio

gnutim
Scritto il 3 settembre 2013 at 16:05

poi nessuno parla del perchè nel giro di pochi mesi abbiamo avuto i primi nostri flop bancari (ovviamente ben coperti dai nostri disinteressati giornali), in sequenza:

– Monte paschi di Siena
– Banca Popolare Spoleto
– Banca Marche
– CR Ferrara

poi ora arriva CariGe…

tutti istituti bancari in zone tendenzialmente rosse, ma va tutto bene tutto bene
è colpa della crisi…

glare
Scritto il 3 settembre 2013 at 17:01

gnutim@finanza,

La crisi bancaria è che certi politici se son magnati li soldi ..dove hanno messo le mani i diessini è finito tutto, tutto a pascolare senza pascoli.

A parte lo scherzare, il problema è che con questa classe politica e dirigenziale non si risolve nulla!.
Ad esempio il settore gioco d’azzardo – slot è l’ultimo luogo di investimento sicuro in Italia, ben lo sa il Silvio Nazionale, quindi mai con questo o con il prossimo governo ci sarà alcuna sanatoria, né regolamentazione corretta.

Per la Siria, le uniche nazioni che possono in qualche modo accendere la scintilla sono Israele e l’Arabia Saudita.
In questo momento Russia, Iran e Cina sono poco disposti allo scontro diretto, consci del rischio, mentre Mr.President cerca in tutti i modi di portare lo scontro a un livello maggiore..quindi i punti più pericolosi sono certamente i confini dal Libano alla Cisgiordania

Scritto il 3 settembre 2013 at 19:04

glare@finanza,

Credete forse che le banche tipo Unicredit siano messe meglio? O forse è il solito “too big to fail”? E il problema non sono i giudici, MA LE LEGGI, che sono fatte da avvocati, con il conflitto d’interesse che ne segue. In quanto a chi se “magnato i soldi” vi ricordo un certo Ligresti, un “imprenditore” ladro come troppi altri, la cui figlia’ capro espiatorio, è stata brutalmente punita: per un danno superiore al miliardo di euro, 2anni e otto mesi, cioè NON UN GIORNO DI GALERA, e ben 20.000 euro di multa. Ca..o, queste si sono punizioni esemplari, di grande deterrenza . Non centra nulla il PDL vero in queste leggi? Ah, e se chi fa le leggi a favore dei ladri, non lo fa per scelta politica, ma perchè sono servi al servizio di ladri + grandi di loro, rossi bianchi verdi o rosa che siano. Povera gente seria e onesta, in mezzo tra ladri e stupidi.

giobbe8871
Scritto il 3 settembre 2013 at 21:55

…Se aumenteranno di nuovo l’IVA, chi ci rimetterà saranno sempre e solo i soliti fessi d’Italia….

e non credo Andrea. :mrgreen: :wink:
perchè ?
Meno acquisto equivalgono a MENO VENDITE…. :cry: dunque MENO PROFITTI PER AZIENDE GIA’ DEPRESSE… 8O ….dunque LICENZIAMENTI, E SOTTO-OCCUPAZIONE… :x :cry:

giobbe8871
Scritto il 3 settembre 2013 at 21:57

….Se aumenteranno di nuovo l’IVA, chi ci rimetterà saranno sempre e solo i soliti fessi d’Italia…

E MENO GETTITO IVA ….. :cry: :x MENO IRPEF, IRES……

MENO GETTITO FISCALE…. :cry: :x

TAGLI ANCORA ALLO STATO SOCIALE…. :twisted: 8O

dfumagalli
Scritto il 4 settembre 2013 at 01:41

Sì sì sì.

Blah blah blah.

E poi tutti a votarli di nuovo con grande ossequio!

Scritto il 4 settembre 2013 at 12:28

dfumagalli@finanza,

Beh, prova acontare quanti hanno votato PD e PDL, detrai pensionati, parastatali e parassiti vari, e vedrai che non è che abbiano tutto questo successo, non credi?

SOSTIENI ICEBERGFINANZA
Segui IcebergFinanza su
http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/
SOSTIENI IL NOSTRO VIAGGIO
IL NOSTRO LIBRO clicca qui
CONSULENZA ECONOMICO FINANZIARIA
Articolo dal Network
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) [ u
Ftse Mib: apre debole l'indice italiano in attesa della Fed. Gli operatori attendono il meeting Fed
Secondo Treccani, estrapolare significa estrarre qualcosa da un contesto, estendere la validit
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) [ u
I mercati ci hanno regalato un 2019 (fino ad ora) molto positivo. La tendenza è restata unidire
Aggiornamento settimanale. L’esito mi sembra interessante, qui sotto a confronto inflow e out
Ftse Mib: continua la fase correttiva per l'indice italiano che si porta al test della trend line ri
Anche se molto in sordina, dalla Germania stanno arrivando notizie tutt'altro che favorevoli nei
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) [ u
Uno dei problemi chiave del momento in cui viviamo è sicuramente il debito. Poi mettetela come