ITALIA: BCE E BUNDESBANK LA RICCHEZZA ITALIANA

Scritto il alle 09:10 da icebergfinanza

Recentemente abbiamo visto in azione i becchini d’Europa, i becchini dei vostri risparmi…

Una tassa sugli asset finanziari del 15% sarebbe probabilmente abbastanza per spingere il debito del governo italiano al di sotto del critico 100% del Prodotto Interno Lordo”.

Cipro cyprus news commerzbank e la patrimoniale Icebergfinanza

Secondo la banca centrale di Francoforte le famiglie del Sud Europa sono molto più ricche I nostri patrimoni sarebbero tre volte maggiori dei loro. Ma sullo studio piovono critiche Altroché tedeschi, i veri ricchi d’Europa sono italiani e spagnoli. Può sembrare un’affermazione paradossale eppure nonostante crisi, disoccupazione e finanze pubbliche in condizioni precarie, i cittadini dei Paesi del sud d’Europa sarebbero ben più ricchi di quelli della forte Germania. E nemmeno di poco: il patrimonio di una famiglia tedesca sarebbe in media circa un terzo di quella di un nucleo dei Paesi meno ‘virtuosi’. Per la Bundesbank tedeschi più poveri di italiani e spagnoli

Vi ricordiamo che è nato METEO ECONOMY  vi aspettiamo tutti per la nuova avventura su   METEOECONOMY  per condividere insieme nuove informazioni e analisi non solo economico/finanziarie attraverso la tempesta perfetta.

Sintetizzando poi esce che …

La BCE ha finalmente rilasciato la prima indagine sui bilanci delle famiglie di cui si è tanto parlato nelle settimane scorse. Finalmente abbiamo dati comparabili fra Paese grazie alla collaborazione fra Francoforte e 15 banche centrali nazionali, fra cui la Banca d’Italia. Il risultato conferma quanto espresso su queste pagine nelle settimane passate: la stampa tedesca, oltre alla Bundesbank, buttava fumo negli occhi per far passare un’immagine erronea della realtà europea. La sede della Banca centrale europea.Scopriamo dunque che la ricchezza netta pro capite degli italiani arriva a 108 700 euro, di poco superiore a quella francese (circa 104 000) e tedesca (circa 95 000). La differenza rispetto alla statistica passata è abissale: la mediana calcolata dalla Bundesbank vedeva i tedeschi a 51 400 euro, contro i 163 900 euro dell’Italia. Peccato, però, che si trattasse di una statistica supercazzola: i dati erano riferiti ad anni diversi, disomogenei e basati su uno strumento (la mediana) che non tiene conto di differenze fondamentali fra le famiglie tedesche e italiane. Read more: IBTIMES

Per carità se facciamo riferimento ai patrimoni nulla da dire. Se ricordiamo che in Italia la ricchezza è concentrata nelle alte sfere ripiene di evasori, elusori, massoni, mafiosi, politici o manager nulla da aggiungere, ma è ora di finirla che i becchini d’Europa manipolino la realtà per salvare i loro buchi e voragini con le banche intorno.

I nostri genitori, si gli straccioni italiani hanno risparmiato per anni, fatto le formichine mentre le cicale tedesche vivevano in casette popolari fornite dallo stato e chissà dove mettevano i loro soldini. Inoltre non è colpa del sottoscritto se per anni con la famigerata agenda 2010 riforma HARTZ IV per gli amici gli avvoltoi politici tedeschi a sei milioni di concittadini hanno detto … 400 euro prendere o lasciare senza sindacati e contributi previdenziali ovviamente.

Suggerisco quindi agli amici tedeschi di farsi una patrimoniale sui loro depositi in maniera da riempire i buchi e le voragini creati dalle loro banche e incominciare a risparmiare qualche centesimo, senza continuare a raziare i risparmi altrui.

Spiace arrivare a queste conclusioni ma sino a quando giornali e addirittura la Bundesbank faranno propaganda imperialista gettando fumo negli occhi ai propri concittadini non ci siamo o almeno non ci siamo eccetto i fessi che ancora oggi credono a questa Europa delle meraviglie nel nostro Paese!

A proposito non mandatemi articoli scritti dai giornalisti italiani sull’argomento con il senno di poi, non sopporto le belle addormentate nei loro conflitti di interesse.

Per chi volesse sostenere liberamente il nostro viaggio è disponibile MACHIAVELLI 2013 UN ANNO DOUBLE FACE un post da non perdere sulle prospettive geopolitiche, macroeconomiche e tecniche di un anno che si preannuncia decisamente DOUBLE FACE!

« SOSTIENI L’INFORMAZIONE INDIPENDENTE contribuisci anche tu LIBERAMENTE a tenere in vita un’isola di condivisione quotidiana nell’oceano infinito di questa tempesta perfetta … Chiunque volesse ricevere le ultime analisi può liberamente contribuire al nostro viaggio cliccando sul banner  in cima al blog o sul lato destro della pagina può liberamente contribuire al nostro viaggio cliccando qui sopra o in cima al blog Semplicemente Grazie!

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 9.9/10 (15 votes cast)
VN:F [1.9.20_1166]
Rating: +12 (from 12 votes)
ITALIA: BCE E BUNDESBANK LA RICCHEZZA ITALIANA, 9.9 out of 10 based on 15 ratings
3 commenti Commenta
gnutim
Scritto il 11 aprile 2013 at 12:26

scusate l’intromissione ma proprio non riesco a tenerla dentro:

il pd è riuscito a non eleggere Renzi tra i grandi elettori provenienti dalle regioni per l’elezione del presidente della repubblica.
Basta questo per capire che sono veramente degli infimi, estromettere Renzi che ha preso il 45% dei voti nelle primarie….

il loro spot era “Bene Comune”….

Sapete che in Emilia non abbiamo visto una lira x il terremoto e le Cooperative sono già state finanziate per la ricostruzione?

sherpa
Scritto il 11 aprile 2013 at 13:19

“A proposito non mandatemi articoli scritti dai giornalisti italiani sull’argomento con il senno di poi, non sopporto le belle addormentate nei loro conflitti di interesse.”
Capisco la rabbia. Porta pazienza, se ne hai ancora.
Come ho già detto, se copiano quello che vai urlando da anni (non ti ringrazieremo mai abbastanza) e lo distribuiscono al grande pubblico forse può essere utile.
Certo, non aspettarti onestà nel riconoscere i tuoi meriti, sono troppo piccoli per questo.

stanziale
Scritto il 11 aprile 2013 at 19:31

Grande post, Andrea. Questi usurai di tedeschi fanno pure finta di essere poveri. Proprio degli straccioni nell’anima. Io invece penso che siano molto piu’ ricchi anche delle vere statistiche che hai citato. Se guadagnano molto piu’ di noi, hanno molte meno tasse, da qualche parte li devono pur mettere, i loro soldi. Figurano, ad esempio, i versamenti nei fondi pensione? Anche l’oro posseduto dalle famiglie penso che sfugga, probabilmente ne hanno molto.

SOSTIENI ICEBERGFINANZA
Segui IcebergFinanza su
http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/
SOSTIENI IL NOSTRO VIAGGIO
IL NOSTRO LIBRO clicca qui
CONSULENZA ECONOMICO FINANZIARIA
Articolo dal Network
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) [ u
Uno dei problemi chiave del momento in cui viviamo è sicuramente il debito. Poi mettetela come
Il mercato prima corregge e poi rimbalza. la configurazione del COT Report cambia di pochissimo.
Ftse Mib: l'indice italiano si riporta nei pressi della media mobile 200 periodi in attesa degli imp
E' corsa ai regali di Natale 2019. Soprattutto per i bambini che si confermano anche quest'anno
Vediamo come si sta preparando l'indice guida a chiudere questa scoppiettante annata contraddistinta
Alle piazze in fibrillazione in tutto il mondo, si unisce anche quella di Parigi che  protesta cont
Guest post: Trading Room #344. Parte la correzione ma in chiusura di settimana il mercato recupera
Oggi partiamo da qui tanto per cambiare, ormai non c'è più nulla che corrisponde alla realtà
Analisi Tecnica La violazione del supporto ha fatto si du chiudere il gap e a testare l'area di sup