BERLUSCONI IL MIGLIOR PIAZZISTA D’ITALIA!

Scritto il alle 07:26 da icebergfinanza

In questi anni ha piazzato di tutto ad un popolo di fessi, il miglior piazzista d’Italia, soprattutto con le sue televisioni, un messaggio chiaro ad una massa uniforme di fessi, non tutti per carità solo una parte per fortuna, un popolo di evasori, puttanieri, di mafiosi e massoni, di speculatori politici gente che si vende, vende la sua famiglia per un vitalizio.

Ora se vince farà il condono di questo e di quello, di sopra e di sotto, il miglior piazzista di illusioni d’Italia, sceso in campo per piazzare meglio la sua merce, i suoi interessi.

ROMA – «Ma lei viene? Ma una sola volta? Si giri», dice un Berlusconi particolarmente in vena di battute. E la platea ride. L’ennesimo siparietto dell’ex premier è andato in scena a Mirano ed è stato ripreso dal quotidiano locale La Nuova Venezia.
Il siparietto. Mentre una dipendente dell’azienda Green Power gli illustra i piani della società, il Cavaliere si diverte giocando con i doppi sensi. «Ma quante volte viene? E a quale distanza temporale una volta dall’altra?», arriva a chiederle. E poi la invita a girarsi per guardarle il fondoschiena. (Il Messaggero)

Berlusconi vergognoso, ma la platea che ride è la nostra  misera Italia di Massimiliano  Gallo Lui non era in imbarazzo. La dipendente probabilmente sì. Ma non se l’è  sentita di mandarlo a quel paese. La platea, invece, certamente no. Rideva.  Quella platea siamo noi, l’Italietta che si gira appena in una stanza entra una  donna piacente, che fa battute da caserma. E si dà di gomito. E lui la conosce  benissimo. (…)

Lui non era in imbarazzo. Né lui né la platea. La dipendente  probabilmente sì. Ma non se l’è sentita di mandarlo a quel paese e rispondergli “vengo quante volte veniva sua madre” che l’avrebbe catapultata di diritto  nell’olimpo della sinistra (e non solo) e tra i protagonisti assoluti di questa  campagna elettorale. Ma non se l’è sentita e nulla le si può dire.

Leggi il resto: http://www.linkiesta.it/berlusconi-donna-quante-volte-viene#ixzz2KZGqCj9e

Non solo anche l’altro nuovo unto del signore, come scrive il Fatto Quotidiano, il professorino che si trasforma in una tigre politica e i suoi Impresentabili, la bad company di Monti si nasconde nella circoscrizione estero

Sono portati in dono dal leader Udc Casini. E il professore deve fare i conti con “improponibili” che hanno fatto parlare di sé per indagini su brogli, riciclaggio e rapporti con la ‘ndrangheta. Sono in lista col Maie, il Movimento italiani all’estero di Riccardo Merlo con cui Scelta civica ha stretto un accordo elettorale  di Lorenzo Galeazzi

Si un popolo di fessi che ride di fronte a qualunque battuta,  soprattutto quando profuma di potere…

un paese dove “l’intelligente è un fesso anche lui”; dove “il furbo non usa mai parole chiare, e comanda non per la sua capacità ma per l’abilità di fingersi capace”; dove “i fessi hanno dei principi, i furbi soltanto dei fini”; dove “in generale il fesso è stupido, perché se non fosse stupido avrebbe cacciato via i furbi da parecchio tempo”; dove “ci sono i fessi intelligenti e colti che vorrebbero mandare via i furbi, ma non possono: primo, perché sono fessi; secondo, perché gli altri fessi sono stupidi e non li capiscono”; dove ” per andare avanti ci sono soltanto due sistemi: il primo è leccare i furbi; il secondo – che riesce meglio – consiste nel far loro paura; infatti, non c’è furbo che non abbia qualche marachella da nascondere, e non c’è furbo che non preferisca il quieto vivere alla lotta, e l’associazione con altri briganti alla guerra contro questi “.

Per chi volesse sostenere liberamente il nostro viaggio è disponibile MACHIAVELLI 2013 UN ANNO DOUBLE FACE un post da non perdere sulle prospettive geopolitiche, macroeconomiche e tecniche di un anno che si preannuncia decisamente DOUBLE FACE!

« SOSTIENI L’INFORMAZIONE INDIPENDENTE contribuisci anche tu LIBERAMENTE a tenere in vita un’isola di condivisione quotidiana nell’oceano infinito di questa tempesta perfetta … Chiunque volesse ricevere le ultime analisi può liberamente contribuire al nostro viaggio cliccando sul banner  in cima al blog o sul lato destro della pagina può liberamente contribuire al nostro viaggio cliccando qui sopra o in cima al blog Semplicemente Grazie!

 

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 9.2/10 (13 votes cast)
VN:F [1.9.20_1166]
Rating: +7 (from 9 votes)
BERLUSCONI IL MIGLIOR PIAZZISTA D'ITALIA!, 9.2 out of 10 based on 13 ratings
15 commenti Commenta
icebergfinanza
Scritto il 11 febbraio 2013 at 10:08

Su twitter me la date una mano a propagare gli hashtag #austeritaportadepressione e #serveunanuovanorimberga … forza ragazzi siamo quasi in mille

ilcuculo
Scritto il 11 febbraio 2013 at 10:56

Con il cavaliere niente austerità, sampagne e figa per tutti

tirlusa
Scritto il 11 febbraio 2013 at 12:10

Indipendentemente dalle battute volgari o dal poco che ha fatto negli anni in cui ha governato c’è un fattore che è spesso trascurato quando si parla di Berlusconi. C’è una buona parte del Paese che inorridisce all’idea che sia il PCI-PDS-DS-PD a governare………onde evitare questa sciagura si accolla persino il Berlusconi ultima versione. Molti dei voti che Berlusconi prende sono voti di chi è visceralmente contrario al PD, non sono voti a suo favore. Quindi, secondo me gli italiani sono meno cretini di quello che si pensa

ferrariferrari
Scritto il 11 febbraio 2013 at 12:18

si penso che più di qualcuno, per scongiurare una legislatura monti-bersani all’insegna dell’austerity che ci manderebbe direttamente nella fossa, si turerà il naso e voterà il piazzista..

francom.
Scritto il 11 febbraio 2013 at 13:08

tirlusa@finanza,

Puoi spiegarmi gentilmente quale sarebbero i problemi se governasse il Pd ?

Grazie

astonmartindb9
Scritto il 11 febbraio 2013 at 13:50

Non sono fesso, evasore, puttaniere, mafioso o massone. Non sono uno speculatore nè un venduto.Non sono nemmeno un presuntuoso, come tanti ce ne sono da una certa parte politica, che sa tutto e di tutto, che pontifica, e che si sente colto solo perchè vota a sinistra e fa in. Voto centro destra perchè sono onvinto che sia l’unica strada percoribile per non lasciare in mano il mio Paese ad una vecchia cricca di scuola comunista che tiene lontano il nuovo perchè ne ha paura (Renzi, per chi non capisce). Sono una persona che non crede nell’egualitarismo di stampo sovietico perchè equioara gli inetti ed i fannulloni a chi ha voglia di fare, di imparare ed ha le doti per farlo.
Fiero di votare Berlusconi, che è un grande piazzista, copiato però in modo patetico, dai suoi avversari, il povero Bersani e l’altezzoso Monti, che di balle ne stanno raccontanto a iosa.
Mi discpiace per te amico di icebergfinanza, ma se continuavi a non inserire la politica nel tuo blog, avresti mantenuto una grossa fetta di lettori, che così ti abbandoneranno (parte di questi, io compreso, ti abbiamo negli anni sostenuto). Forse ha ragione quello di quel blog che di dipinge come uomo agli ordini dei banchieri.
Complimenti !

icebergfinanza
Scritto il 11 febbraio 2013 at 13:58

astonmartindb9@finanzaonline,

Bel discorso rivolto ad uno che è apartitico dichiarato, che non ha riguardi per nessuno che si chiami Berlusconi Bersani o Monti… Ma in fondo ogni tanto si passa di qua e bisogna pur sfogarsi magari anche grazie alle leggende metropolitane messe in giro da chi ha bisogno di vendere casette in Canada’ o panicare gli italiani per suggerire poi qualche conticino all’estero. Buona fortuna e la prossima volta se vuoi sfogarti cerca di almeno di essere obiettivo! Non ho certo paura di perdere qualche lettore perché esprimo liberamente ciò che penso senza guardare in faccia nessuno come ho sempre fatto in questi sei anni, se il senso del post non si comprende, se si riconduce sempre tutto e solo alla politica, liberi di cambiare porto ci mancherebbe!

tirlusa
Scritto il 11 febbraio 2013 at 13:58

Ma che c’entra questa domanda?
Dico solo un fatto, c’è una buona parte del popolo italiano che non li sopporta, a torto o a ragione. E’ un fatto storico, non sto esprimendo una preferenza.
Se poi vuoi sapere la mia opinione, io credo sia una sciagura perché la loro politica economica è sbagliata. Personalmente credo che chiunque vinca a queste elezioni c’è poco da stare allegri:
il Pd ha una politica economica sbagliata, Berlusconi lo trovo indecente e poi dà il meglio di sé in campagna elettorale ma a governare non è cosa, l’austerità di Monti o è demenza o disegno deliberato di distruzione. Io voterò Movimento 5 stelle ma credo che saremo governati da un’alleanza Monti / Bersani con Vendola fuori, bisogna fare la conta dei senatori….come diceva Andrea in un post di qualche tempo fa.

francom.
Scritto il 11 febbraio 2013 at 14:50

tirlusa@finanza,

Ok, non voterò 5 stelle ma per il resto sono quasi daccordo: la politica economica del Pd a me sembra la meno indecente. Fassina pare che parli a nome della CGIL ma in realtà ci capisce più di quanto sembri. Staremo a vedere.

Grazie

tirlusa
Scritto il 11 febbraio 2013 at 15:08

francom.@finanza,

Su Fassina sono pienamente d’accordo con te. E qui stà la mia preoccupazione maggiore….il mio timore è che mentano sapendo di mentire, la mia speranza è che siano solo in errore. Mi riferisco all’architettura europea che cosi com’è non può funzionare ed essere europeisti a tutti i costi come lo è il Partito Democratico può rendere il crash finale ancora più devastante.
Vedremo come va a finire e grazie per lo scambio di vedute

francom.
Scritto il 11 febbraio 2013 at 15:36

tirlusa@finanza,

Questo era quello che non mi tornava. Tu hai precise motivazioni basate sulla conoscenza dei fatti e, con cognizione di causa, non voterai Pd. Altra cosa però è dire che gli italiani sono meno cretini di quello che si pensa giustificando così il non voto al Pd. A me sembra più giusto affermare che molti italiani, non avendo cognizione di causa, rivoteranno B. In quanto a posizioni europeiste o meno ci sarebbe molto da discutere, ad ogni modo il Pd una posizione ce l’ha. Nel resto del panorama politico si dice a mezza bocca quanto sia deleterio stare politicamente in Europa, ma non ho mai sentito nessuno dire:”fuori dall’Europa”. Non escludo che possa essermi sfuggito qualcosa.

Franco

silvio66
Scritto il 11 febbraio 2013 at 15:40

Ciao Andrea, sul piazzista, come ben sai, sono daccordo con te. Aggiungo del mondo, e ribadisco il rammarico civico per non aver sfruttato, ma subito, un talento del genere. Comprendo anche lo sfogo di astonmartin che pone seri e convinti argomenti di centro destra; anche se poteva evitare il “non gioco più, in quanto credo che tutti noi ti seguiamo per gli approfondimenti finanziari che fai. Ho sempre apprezzato la tua imparzialità sulle tematiche finanziarie, scritte per altro con un linguaggio semplice, comprensibile a molti .Abbiamo un interesse comune, il mercato finanziario e perchè no, anche pò di economia con un occhio particolare per le sfumature che spesso tradiscono la trama reale. Lasciamo la politica alle coscenze e gioiamo del fatto di vivere in democrazia, dove tutti possono esprimere un voto. A ognuno il suo, l’importante è votare.

ilcuculo
Scritto il 11 febbraio 2013 at 15:52

Per l’ Italia il problema numero uno , numero due e numero tre è

LA QUESTIONE MORALE – LA QUESTIONE MORALE – LA QUESTIONE MORALE – LA QUESTIONE MORALE – LA QUESTIONE MORALE – LA QUESTIONE MORALE – LA QUESTIONE MORALE – LA QUESTIONE MORALE

L’Italia affoga nelle sabbie mobili della corruzione.

La corruzione è il cancro che ci sta mangiando vivi.

La corruzione impedisce gli investimenti, impedisce la crescita, da spazio e alimento alle mafie, scoraggia la fedeltà fiscale, allontana gli investimenti stranieri.

In Italia il diritto diventa favore, il cittadino diventa suddito.

E non è vero che sono tutti uguali, e tra Berlusconi e Bersani , Io vedo la differenza e dico che per l’Italia Berlusconi è MALE ASSOLUTO.

E siccome serve governabilità io convintamente voterò per Bersani ed il PD anche se non sono sempre e completamente d’accordo con tutte le idee e le scelte, si chiama democrazia.

tirlusa
Scritto il 11 febbraio 2013 at 16:06

francom.@finanza,

Votare Berlusconi è paradossale, a mio parere. Ma molti italiani lo voteranno. Sono tutti cretini? Io sono fermamente convinto di no, il loro voto a Berlusconi per almeno il 50% non sarà un voto a Berlusconi ma un voto contro il PD. E’ sempre stato cosi nel nostro Paese, dai tempi in cui Montanelli invitava a turarsi il naso e a votare DC e sarà sempre cosi, c’è uno zoccolo consistente della nostra popolazione che ritiene il PCI-PDS-DS-PD il male assoluto e si accolla qualsiasi cosa, compreso votare l’ormai sgamato e sputtanato Berlusconi pur di evitare che loro vadano al Governo. Non mi sento di pensare che siano cretini, la loro è una legittima strategia politica, giusto o sbagliato che sia. Concludendo, secondo me, votare convintamente Berlusconi dopo che dal 94 a oggi non ha fatto praticamente nulla, è da cretini….votare Berlusconi per evitare che un altro partito, che tu a torto o ragione ritieni essere il peggio che ti possa capitare, è sopravvivenza e strategia politica. Le mie sono parole di difesa del troppo bistrattato popolo italiano e non di uno schieramento politico piuttosto che un altro.

marcos.
Scritto il 11 febbraio 2013 at 19:35

tirlusa@finanza,

votare berlusconi è da cretini ormai … qualunque sia la motivazione…. al limite ci sta Grillo….. Un ex comico???? dopo 18 anni di silvio noti differenze??????

SOSTIENI ICEBERGFINANZA
Segui IcebergFinanza su
http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/
SOSTIENI IL NOSTRO VIAGGIO
IL NOSTRO LIBRO clicca qui
ICEBERGFINANZA NEL MONDO
Articolo dal Network
Ci sono stati momenti di paura, momenti in cui il tasso inflazione è sembrato fuori controllo,
Sul Ftsemib si assiste alla chiusura di put otm che da strike 21000 vengono rollate internamente a s
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2019/2020 (range 15017/25483 ) [ i
Mi rendo conto che molto spesso dò molto per scontato e non potrei fare diversamente. In primis n
Arriva la doccia fredda sulla curva dei rendimenti USA e la borsa USA non può rimanerne indiffe
Prove di rimbalzo sui mercati che beneficiano del calo dei rendimenti dei Titoli di Stato USA. La fa
Guest post: Trading Room #394. Cambia il vento sulla Borsa Italiana e non solo sul grafico FTSEMIB
Analisi del differenziale dei posizionamenti monetari sulla scadenza Marzo. Sulle Mibo aumentano
Analisi Tecnica Il nostrano non riesce a sfondare la zona 23100/200 con un hammer di inversione di
Tracy Inverso [Settimanale] (gg. 6)[Base Dati: 15 minuti] Tracy Inverso [Settimanale] (gg. 8)
CONTATORE