WAR GAMES EUROPEAN ESCALATION!

Scritto il alle 15:30 da icebergfinanza

In attesa di conoscere in esclusiva la preparazione dello sbarco angloamericano appoggiato da un inedito fuoco di sbarramento tedesco sulle coste della penisola italiana vi lascio in compagnia di questo pezzo  tratto dal Sole 24 Ore La guerra valutaria che cambia l’Europa

Il World Economic Forum di Davos ha avuto il merito di portare davanti alle opinioni pubbliche quella che si annuncia come la questione centrale del 2013: la guerra delle valute. Ma come, si dirà, non era il lavoro, la creazione di nuova occupazione, la priorità mondiale del nuovo anno? Sì, lo è. Ma la guerra per il lavoro si combatterà anche, e forse soprattutto, con la guerra delle valute. Perché è dalle valute che oggi passa la leva più potente per la competizione tra i sistemi produttivi e, quindi, la capacità per ciascuno di essi di creare posti di lavoro.

A dare fuoco alle polveri è stato il premier giapponese Shinzo Abe, che sta spingendo la Banca del Giappone a stampare yen sempre più aggressivamente. Negli ultimi due mesi lo yen ha già svalutato del 10% sul dollaro e del 14% sull’euro, rendendo più competitive le esportazioni nipponiche e aprendo di fatto il conflitto commerciale. Ma non tutto parte da qui. Anche se non lo ammetteranno mai, Stati Uniti e Regno Unito hanno fatto qualcosa di non molto diverso in questi anni, con la Federal Reserve e la Bank of England che stampavano moneta per acquistare titoli. Per non parlare della Cina con il suo Yuan, e poi la Corea del Sud e il Brasile, Thailandia e Singapore, India, Taiwan, Svizzera: tutti impegnati ad abbassare il valore delle loro monete per non rimanere al palo nella corsa all’export.

Ora leggetevi anche questo senza dimenticarvi cosa ci ha raccontato il nostro Macchiavelli!

Euro Is Currency War’s First Casualty – The Euro Crisis – WSJ

A proposito l’economia americana va a gonfie vele, tutto bene avanti così!

Per chi volesse sostenere liberamente il nostro viaggio è disponibile MACHIAVELLI 2013 UN ANNO DOUBLE FACE un post da non perdere sulle prospettive geopolitiche, macroeconomiche e tecniche di un anno che si preannuncia decisamente DOUBLE FACE!

« SOSTIENI L’INFORMAZIONE INDIPENDENTE contribuisci anche tu LIBERAMENTE a tenere in vita un’isola di condivisione quotidiana nell’oceano infinito di questa tempesta perfetta … Chiunque volesse ricevere le ultime analisi può liberamente contribuire al nostro viaggio cliccando sul banner  in cima al blog o sul lato destro della pagina  può liberamente contribuire al nostro viaggio cliccando qui sopra o in cima al blog Semplicemente Grazie!

 

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 9.1/10 (13 votes cast)
VN:F [1.9.20_1166]
Rating: +6 (from 8 votes)
WAR GAMES EUROPEAN ESCALATION!, 9.1 out of 10 based on 13 ratings
Tags:   |
19 commenti Commenta
kry
Scritto il 30 gennaio 2013 at 16:05

Proprio sull’economia americana che va a gonfie vele e l’ insider trading ora si capisce come mai il $ quoti 1,355 e di conseguenza lo yen oltre 123, intanto i tedeschi stanno a guardare contenti perchè così non cresce l’inflazione e la loro bilancia commerciale cosa aspettano di vedere un ….. pluf.

giobbe8871
Scritto il 30 gennaio 2013 at 16:26

Capitan Mazzalai sei invincibile :wink:

giobbe8871
Scritto il 30 gennaio 2013 at 16:27

…ma….quando scrivi :
In attesa di conoscere in esclusiva la preparazione dello sbarco angloamericano appoggiato da un inedito fuoco di sbarramento tedesco sulle coste della penisola italiana

a cosa alludi ?

giobbe8871
Scritto il 30 gennaio 2013 at 16:29

mesi fa anche Giulio Sapelli ha affermato cose simili , cioè di uno sbarco di US in Spagna ed Italia…..

icebergfinanza
Scritto il 30 gennaio 2013 at 16:37

giobbe8871@finanza,

Domani la risposta….a proposito si sale con le scale si scende con l’ascensore!

giobbe8871
Scritto il 30 gennaio 2013 at 16:51

Grazia Andrea.
Allora domani ti leggeranno 10.000 persone.

giobbe8871
Scritto il 30 gennaio 2013 at 16:52

la mitica Debora Billi scrive :

Ci sono le elezioni tra meno di un mese. E dopo le elezioni si dovrà fare un governo. Non certo un governo che piaccia a noi, quando mai, mica vige la democrazia qui: un governo che piaccia all’EU e ai soliti mandanti finanziari internazionali. L’ha minacciato Monti proprio ieri, “Una nuova manovra? Dipende da come andrà il voto”. Se non votate come vuole lui e i suoi compagni di merende, vi beccate una nuova manovra lacrime e sangue.

In quel caso, lo spread sarà rispolverato e tornerà utile per terrorizzarci di nuovo. Mi aspetto uno spread a 500 subito dopo le elezioni, onde forzare un governo d’emergenza mappazzone “a salvarci dal baratro” per la seconda volta. Un baratro finto, ma noi siamo ben addestrati a credere alle frottole.

giobbe8871
Scritto il 30 gennaio 2013 at 16:57

GLOBALISTI de mè.r.de io farò indigestione dei BTP dell’Italia fallita. :mrgreen::mrgreen:

silvio66
Scritto il 30 gennaio 2013 at 18:44

…appunto. Se si verificassero analoghe situazioni 2012 sul debito sovrano e corporate bancario italiano, vorrà dire che faremo un altro ottimo rendimento.

kry
Scritto il 30 gennaio 2013 at 19:04

Sembra che la Merkel e Draghi abbiano trovato un accordo. I dollaro non potrà superare 1,4 e lo yen 145 e i tassi sui decennali spagnoli e italiani non potranno superare il 5,5%.

icebergfinanza
Scritto il 30 gennaio 2013 at 19:21

Message in a bottle …https://mobile.twitter.com/icebergfinanza/status/296683623120252930.

Scritto il 30 gennaio 2013 at 22:15

Dalla BofA Merrill Lynch Fund Manager Survey di gennaio sul prossimo Business Community

“In questo contesto, la percezione dell’Italia come un sostanziale “rischio di coda” per l’Europa è fortemente diminuita. Solo il 17% del panel vede oggi il Paese come la più grande minaccia per l’Europa, rispetto al 26% nel mese di dicembre. Però, le valutazioni delle minacce provenienti da Francia e Spagna sono peggiorate rispetto al mese scorso, fino al 34% e il 29%, rispettivamente”.
Le parole sono di Hartnett.

Claudio

ilcuculo
Scritto il 30 gennaio 2013 at 22:16

giobbe8871@finanza,

Blogger are always bearish because bad news drive traffic….

Scritto il 30 gennaio 2013 at 22:35

ilcuculo@finanza,

Se parliamo di comunicazione in senso lato, può anche essere vero. Ma poi come la mettiamo con la credibilità?

laverita
Scritto il 30 gennaio 2013 at 23:29

@Icebergfinanza
non conosco il future (scusa l’ignoranza). Se sale/scende cosa significa?
Grazie

giobbe8871
Scritto il 31 gennaio 2013 at 00:02

ilcuculo@finanza,

Cuculo, ma che BAD NEWS ?

i blogger sono gli unici a dire la verità . Mentre i politici , cardinali, e banchieri sanno solo fottere ! :mrgreen: :twisted:

giobbe8871
Scritto il 31 gennaio 2013 at 00:03

BDIY:IND 779.00

circola solo crudo e food.

TUTTO IL RESTO è NOIA….. :mrgreen::mrgreen::D

giobbe8871
Scritto il 31 gennaio 2013 at 00:05

ilcuculo@finanza,
Cuculo, guarda pure Vespa o Floris che ti dicono la veritas sui sondaggi. :mrgreen::mrgreen::mrgreen:

Mov 5 stelle +25% :lol::lol:

icebergfinanza
Scritto il 31 gennaio 2013 at 08:19

ilcuculo@finanza,

Cuculo risparmiati queste generalizzazioni all’amatriciana, questo è uno dei pochissimi blog che mentre si gettava letame a palate sul nostro Paese lo difendeva sulla base dei fondamentali…alle volte te ne esci con delle sparate gratuite. Rilassati abbiamo ancora molte rotte davanti!

SOSTIENI ICEBERGFINANZA
Segui IcebergFinanza su
http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/
SOSTIENI IL NOSTRO VIAGGIO
IL NOSTRO LIBRO clicca qui
CONSULENZA ECONOMICO FINANZIARIA
Articolo dal Network
Ftse Mib: l'indice italiano prosegue la fase correttiva con primo target 23.000 punti. In caso di br
Uno non fa in tempo neanche a preparare l'outlook 2020, con la famosa "PROFEZIA" che subito arri
La guerra commerciale è diventato un tormentone, e i mercati quasi sono assuefatti ai suoi alti
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) [ u
Ftse Mib: al via la fase correttiva sugli indici europei. Ora l'indice mira 23.000 punti e in caso d
In diversi paesi europei esistono già da anni forme di reddito di base che si accompagnano ad a
Ormai di parole ne abbiamo fatte troppe e sempre più spesso sui giornali gli stessi editori van
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) [ u
Si sa, la matematica non è un’opinione. Ma i mercati finanziari non sono mai il perfetto risu
Ftse Mib: Dopo una breve fase laterale, il 4 novembre l’indice italiano ha rotto in gap up il live