” BASTA AIUTI…. CHE LA FIAT FALLISCA!”

Scritto il alle 07:10 da icebergfinanza

Come ho più volte scritto la verità spesso e volentieri sta nel mezzo e degli estremismi in Italia non sappiamo che farcene, soprattutto ora che la situazione è tragica e siamo solo all’inizio…

Dedicato a quelli che vogliono smantellare lo Stato sociale o a quelli che non amano l’economia sociale di mercato…

Il dibattito sul ruolo economico dello Stato comincia nel 1951 con un primo  articolo di Luigi Sturzo su La Stampa. Sturzo attacca l’economia di  mercato all’italiana, critica il sostegno dello Stato alle imprese fallite o  fallimentari e vede la mancanza di vera cultura liberista come il male della  nostra economia.

E’ il 1951. Inizia in Italia la discussione sul ruolo dello Stato nella  politica industriale, nella sua gestione pubblica, nella sua funzione di ente  che deve integrare o soccorrere l’industria privata in crisi. Il tema non è solo  quello se lo Stato debba essere il “Pronto soccorso” delle imprese, ma se anche,  contemporaneamente, debba definirsi una politica e una cultura del management di  impresa capace di gestire e, perlomeno, di non far fallire le imprese.

Ma ascoltate cosa dice Luigi Sturzo …

Prima e dopo il fascismo, in Italia e all’estero, ho sempre ammesso e,  occorrendo, sostenuto apertamente, un equilibrato intervento statale a fini  politici e sociali ben chiari e determinati.

Non c’è dubbio che l’azione statale, anche se volutamente limitata al solo  regime fiscale, interferisca nel ritmo dell’economia privatista. Lo stesso  effetto ha qualsiasi regime doganale, tanto a scopo fiscale che a scopo politico  (nei rapporti con altri Stati). Quando poi sopraggiungono esigenze eccezionali  per epidemie, terremoti, guerre, i provvedimenti statali incidono naturalmente  in parte o anche in tutta la struttura economica del Paese; sta al governo e  agli organi dello Stato temperare, regolare, correggere il corso degli affari,  per dare ai cittadini il minore disturbo possibile.

Il liberismo puro è una concezione irrealistica, come è irrealistico il  dirigismo puro, il comunismo puro e tutto quel che l’uomo idealizza al di fuori  della realtà concreta.

Se la Fiat, nonostante tutti gli aiuti e le protezioni avute, come ogni altra  impresa industriale, andasse male, e io fossi qualcosa nel governo italiano  (supposizione ieri irrealizzata e oggi irrealizzabile), sequestrerei tutti i  beni degli azionisti della Fiat e di tutte le società alle quali partecipa la  Fiat per fare fronte al disastro, manderei in galera tutti i responsabili del  fallimento e metterei l’impresa in mano ad abili liquidatori. La nuova Fiat  verrebbe su sana e valida, senza debiti e senza creditori.

Leggi il resto: LINKIESTA

Non averlo fatto soprattutto con le banche sarà un’ipoteca infinita sulla nostra vita, siamo in trappola!

Era il 1919 quando Don Luigi Sturzo fondando il partito popolare italiano scrisse…

« A tutti gli uomini liberi e forti, che in questa grave ora sentono alto il dovere di cooperare ai fini superiori della Patria, senza pregiudizi né preconcetti, facciamo appello perché uniti insieme propugnano nella loro interezza gli ideali di giustizia e libertà »

Parole sante, don Luigi, parole sante…!

A proposito, ad ottobre primo appuntamento per il popolo di Icebergfinanza il 27 in terra piemontese! Tenetevi liberi, saranno fuochi artificiali!

« SOSTIENI L’INFORMAZIONE INDIPENDENTE contribuisci anche tu LIBERAMENTE a tenere in vita un’isola di condivisione quotidiana nell’oceano infinito di questa tempesta perfetta … cliccando qui sotto

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 7.3/10 (12 votes cast)
VN:F [1.9.20_1166]
Rating: +4 (from 6 votes)
" BASTA AIUTI.... CHE LA FIAT FALLISCA!", 7.3 out of 10 based on 12 ratings
1 commento Commenta
marcooooo
Scritto il 1 ottobre 2012 at 13:21

come contributo al posto, suggerisco questo link, sulla crisi della Cina, del concentramento delle ricchezze, e della ricerca di un modello alternativa all’ormai evidente “bolla cinese”
http://www.china-files.com/page.php?id=21464&utm_source=dlvr.it&utm_medium=twitter
Marco

SOSTIENI ICEBERGFINANZA
Segui IcebergFinanza su
http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/
SOSTIENI IL NOSTRO VIAGGIO
IL NOSTRO LIBRO clicca qui
ICEBERGFINANZA NEL MONDO
Articolo dal Network
Ci sono stati momenti di paura, momenti in cui il tasso inflazione è sembrato fuori controllo,
Sul Ftsemib si assiste alla chiusura di put otm che da strike 21000 vengono rollate internamente a s
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2019/2020 (range 15017/25483 ) [ i
Mi rendo conto che molto spesso dò molto per scontato e non potrei fare diversamente. In primis n
Arriva la doccia fredda sulla curva dei rendimenti USA e la borsa USA non può rimanerne indiffe
Prove di rimbalzo sui mercati che beneficiano del calo dei rendimenti dei Titoli di Stato USA. La fa
Guest post: Trading Room #394. Cambia il vento sulla Borsa Italiana e non solo sul grafico FTSEMIB
Analisi del differenziale dei posizionamenti monetari sulla scadenza Marzo. Sulle Mibo aumentano
Analisi Tecnica Il nostrano non riesce a sfondare la zona 23100/200 con un hammer di inversione di
Tracy Inverso [Settimanale] (gg. 6)[Base Dati: 15 minuti] Tracy Inverso [Settimanale] (gg. 8)
CONTATORE