INFLAZIONE LA MOZZARELLA DI BUFALA PER ECCELLENZA!

Scritto il alle 10:32 da icebergfinanza

Nella speranza che la bufala dell’inflazione prodotta dai derivati degli aggregati monetari possa finalmente prendere corpo per fare felici milioni di buongustai, in attesa ormai dalla notte dei tempi, andiamo a dare un’occhiata a cosa ci racconta la Banca Centrale Europea nel suo  REPORT mensile sugli aggregai monetari che segnalano una massa monetaria  “gelatinosa” in continua decomposizione scendendo dal 3,1 % di marzo al 2,5 % frenando quindi l’entusiasmo di coloro che sognano la mozzarella di bufala inflativa per risolvere la crisi.

Nel generale credit crunch europeo  il livello di credito alle famiglie si è praticamente azzerato e questa non è certo una novità in una devastante debt deflation durante la quale sono le stesse famiglie che fanno a meno di maggiore credito tutte intente a rientrare dall’enorme orgia di debito vissuta in questi anni. Ovviamente il tutto senza generalizzare.

Quello che molti di Voi fanno ancora fatica a comprendere è che la più colossale mozzarella di bufala che ci stanno rifilando è la socializzazione delle perdite di un manipolo di falliti incompetenti che hanno giocato a Monopoli in questi anni con i Vostri soldi.

Mentre in Spagna i consumi collassano e gli illuminati della comunità europea suggeriscono sempre più tagli e rigore devastando famiglie, istruzione e sanità, questi criminali iniettano 19 miliardi di euro in un cadavere finanziario in attesa del prossimo!

Chi ha orecchie per intendere intenda, gli altri continuino a mangiare mozzarella di bufale quotidiane.

 

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 10.0/10 (7 votes cast)
VN:F [1.9.20_1166]
Rating: +2 (from 2 votes)
INFLAZIONE LA MOZZARELLA DI BUFALA PER ECCELLENZA!, 10.0 out of 10 based on 7 ratings
2 commenti Commenta
luigiza
Scritto il 31 maggio 2012 at 11:37

Quello che molti di Voi fanno ancora fatica a comprendere è che la più colossale mozzarella di bufala che ci stanno rifilando è la socializzazione delle perdite di un manipolo di falliti incompetenti che hanno giocato a Monopoli in questi anni con i Vostri soldi.

E’ la netta sensazione che ho pure io.
Quei molti non hanno capito cosa sia realmente successo in questi hanni (al massimo hanno capito che c’é una crisi economica una delle tante) e pertanto non riescono neppure immaginare cosa sta per succedergli.

Consiglierei loro un bel viaggetto in posti esotici. Così giusto per distrarsi un pò :mrgreen:

kry
Scritto il 31 maggio 2012 at 12:24

luigiza@finanza,

Senza spendere soldi,che vi spiego a cosa serviranno, per andare nei paesi esotici la distrazione cesserà prima di settembre 2013 quando molto probabilmente verranno fatti pagare i libri ti testo delle scuole primarie(elementari) finora già a carico nostro come rappresentanti dello stato.

SOSTIENI ICEBERGFINANZA
Segui IcebergFinanza su
http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/
SOSTIENI IL NOSTRO VIAGGIO
IL NOSTRO LIBRO clicca qui
CONSULENZA ECONOMICO FINANZIARIA
Articolo dal Network
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) [ u
Mercato azionario: titoli value e momentum a confronto I dati macroeconomici continuano ad uscire
Le rimodulazioni tariffarie sono ormai una consuetudine tra gli operatori di telefonia mobile (e fis
Ftse Mib: dopo una breve fase laterale, il 4 novembre l’indice italiano ha rotto in gap up il liv
E' l'indice più importante a Wall Street, quello da cui è dipeso il grande rally e tuttora dip
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) [ u
La notizia delle nevicate delle ultime ore che sta interessando le Dolomiti, potrebbe avere ricordat
Sui mercati finanziari la parola d'ordine è conoscenza. “Solo grazie alla conoscenza è possibile
“Solo grazie alla conoscenza è possibile assorbire gli urti del mercato senza cedere alla paura,
Signori manca poco. Tra qualche giorno arriverà la più grande IPO della storia, quella di Saud