#no2giugno …PER UN’ALTRA FESTA DELLA REPUBBLICA!

Scritto il alle 08:22 da icebergfinanza

MILANO – Dopo l’appello «Annullate la parata militare del 2 giugno e usate quei soldi per la ricostruzione del terremoto»  arrivato da Facebook e da Twitter, con gli utenti che per ore hanno postato richieste alla presidenza della Repubblica affinché evitasse questo spreco di denaro, è arrivata la risposta del Quirinale. «Celebreremo sobriamente il 2 giugno in memoria delle vittime», ha fatto sapere Napolitano.  Il motivo? «Perché la Repubblica deve dare conferma della sua vitalità,forza democratica,serenità e fermezza con cui affronta le sfide». Niente festa cancellata, dunque, come invece avvenne nel 1976 dopo il terremoto del Friuli quando alla sfilata si preferì la deposizione di una corona al Milite Ignoto. Nonostante il passaparola incessante e su Twitter e nonostante l’hashtag #no2giugno sia stato primo nei Trend topic per buona parte della giornata.(…)

I COSTI – Parata di «basso profilo», dunque. A sfilare lungo via dei Fori Imperiali saranno circa 3.200 militari e civili e il costo complessivo – secondo le stime della Difesa – dovrebbe aggirarsi tra i 2 milioni e 600 mila euro e i 2 milioni e 900 mila (con un risparmio oscillante dal milione e mezzo al milione e 900 mila euro riguardo all’edizione 2011, e tra oltre 600 mila e 900 mila euro, rispetto all’edizione 2010). CorrieredellaSera

Alla faccia del basso profilo…!

Ora una preghiera! Abbiamo visto avvoltoi e sciacalli della peggiore specie dietro le rovine dei terremoti del nostro Paese, parassiti e sanguisuge, mafie e conflitti di interesse enormi.

Per fortuna non abbiamo più bisogno di vedere un clows che invita il presidente degli Stati Uniti a farsi un giretto tra le macerie di una catastrofe promettendo invano di adottare un monumento e tantomeno di vedere gente costretta a mettere a posto due macerie per l’arrivo di un padreterno qualunque.

In questa immensa crisi antropologica, in questa fogna sociale che va dal calcio alla finanza, dalla politica alla mafia alla massoneria sino alla gente comune non resta che ricordare che affinche il male prevalga è sufficiente che gli onesti non facciano nulla, che si girino dall’altra parte!

E’ giunto il tempo di dire basta a qualunque bastardo sciacallo o avvoltoio che sta già assaporando il momento di fare affari sulla pelle e sulle disgrazie altrui. Servono pene e condanne esemplari in questo Paese, serve maggiore dignità, uno scatto di orgoglio della parte sana di questo Paese è giunto il momento di dire BASTA!

Facciamo che sia anche solo per un istante un’altra festa della Repubblica!

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 9.7/10 (11 votes cast)
VN:F [1.9.20_1166]
Rating: +7 (from 7 votes)
#no2giugno ...PER UN'ALTRA FESTA DELLA REPUBBLICA!, 9.7 out of 10 based on 11 ratings
Nessun commento Commenta

I commenti sono chiusi.

SOSTIENI ICEBERGFINANZA
Segui IcebergFinanza su
http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/
SOSTIENI IL NOSTRO VIAGGIO
IL NOSTRO LIBRO clicca qui
CONSULENZA ECONOMICO FINANZIARIA
Articolo dal Network
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) [ u
Il video TRENDS continua con la sua analisi che sta accompagnando proattivamente i lettori con una
Ftse Mib. L’indice nei giorni scorsi ha superato la resistenza molto importante dei 18.500 punti
La notizia che Christine Lagarde ieri ha dato ai mercati era per certi versi attesa. Quasi potev
l grande flusso volumetrico sviluppatosi ieri sulle chain di tutti i sottostanti si è concretizzato
Ieri per la prima volta nella sua storia recente, la Lagarde ha sferrato il suo attacco alla Ger
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) [ u
Ftse Mib: indice in ribasso oggi in attesa delle parole del Presidente della Bce. Il listino, dopo i
Ieri l'ennesimo semolino offerto dalla coppia Casalino e Conte è stato davvero deprimente, il n
Proprio ieri vi ho illustrato in QUESTO POST il mio pensiero. Ho cercato di raccontarvi il mio p